Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 14 febbraio 2011

Ulysses Syndrome Fotografie di Gabriele Giugni

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Roma 15 febbraio alle ore 18.00 (Alle ore 17.00 si terrà una preview per la stampa) verrà inaugurata a presso il Museo di Roma in Trastevere, Museo di Roma in Trastevere, Piazza Sant’Egidio 1/b la mostra “Ulysses Syndrome. Fotografie di Gabriele Giugni”, che rimarrà aperta al pubblico dal 16 febbraio al 6 marzo. La mostra promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, e curata da Camilla Grimaldi e Paola Ugolini, dopo la tappa al Museo Arte Contemporanea Donna Regina di Napoli, nel 2010, approda a Roma.
Gabriele Giugni (Roma, 1980) è stato tra i vincitori del premio Terna 01 per la giovane arte contemporanea nel 2008 e ha già esposto presso l’Artmbassy di Berlino (2009) al Chelsea Art Museum di New York (2009) ed è oggi uno dei più autorevoli esponenti della scuola romana del Pastificio Cerere.
Per questa mostra ha realizzato un lavoro fotografico in bilico tra solare sensualità e introspezione psicologica, ispirandosi liberamente al viaggio di Ulisse.
Saranno infatti esposte 23 suggestive fotografie, nelle quali Gabriele Giugni immortala l’apparizione, inquietante e misteriosa, di alcune sirene “per caso” incontrate in un viaggio che lo ha portato a ripercorrere la rotta di Ulisse a bordo di una vecchia goletta. L’artista ha infatti catturato in ogni tappa l’immagine sfuggente e nervosa di  donne  che si sono prestate a posare per lui. Questi scatti subacquei sono stati realizzati da Giugni negli stessi luoghi visitati da Ulisse nella “Odissea”. Per ricreare l’atmosfera e l’ambiente originali nei quali le foto sono state realizzate, ciascuna di esse è retroilluminata e immersa in un doppio vetro contenente l’acqua raccolta in ogni sosta del viaggio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dimissioni di Berlusconi? Non prendiamoci in giro

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Si infittiscono in questi giorni i proclami dei partiti e dei movimenti in pro e contro le dimissioni di Berlusconi. Persino Fini è pronto a farlo se Berlusconi fa la stessa cosa. Questo balletto a “passo doble” avrebbe una ragione se i propositi di chi invita Berlusconi a scendere dal piedistallo di capo dell’Esecutivo lo dicesse seriamente. Ma non è così. E’ solo una farsa per il semplice motivo che ci troveremmo ad affrontare un salto nel buio. In specie gli addetti ai lavori sanno molto bene che solo Berlusconi, checché si possa dire, può tenere in piedi una coalizione come quella di Centro destra con l’alleato leghista. Cosa potrebbero fare quelli del terzo polo una volta scesi in campo nelle elezioni anticipate per razzolare voti? Se propongono Fini leader perdono una parte dell’Udc e dei Rutelliani e lo stesso potrebbe accadere se lo fossero nell’ordine un Casini o un Rutelli o un outsider come Montezzemolo, e alla fine, con la nuova legislatura, ben difficilmente potrebbero contare sull’ottanta deputati di oggi. E se la lotta si radicalizza Berlusconi potrebbe avere facile gioco per un altro successo perché le altre opposizioni, quelle di centro sinistra, non riescono a coalizzarsi e a ben notare sono al proprio interno fortemente divise sulla leadership: Chi potrebbe essere il nuovo Presidente del Consiglio? Bersani o Franceschini? Letta o Vendola o Rosy Bindi, il sindaco di Firenze o quello uscente di Torino? E ognuno di loro sa bene che non troverebbe il consenso di tutto il partito se si formalizzasse l’alleanza con Di Pietro o con la sinistra di Bertinotti, Diliberto et similia. E allora si ripete il ciclo storico di una litigiosità delle opposizioni che ci assicura nulla di buono. Perché vogliamo necessariamente cercare un leader carismatico e accettabile da tutti, se non l’abbiamo? Perché non fanno tutti un passo indietro e dichiarino di essere pronti a candidare non “l’eccellenza delle eccellenze” ma un piccolo David? Diamogli pure un sasso e una fionda e lasciamo che la storia faccia il suo corso. Agli elettori non bastano programmi rimbombanti ma certezze per un governo che duri e che lavori seriamente perché i problemi tenuti a bagno Maria sono tanti ed ora di rimboccarci seriamente le maniche. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premier si dimetta

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

“Le donne che, ieri, sono scese in piazza hanno scritto una pagina straordinaria di resistenza ed opposizione alla deriva etica e politica di questo governo” lo afferma in una nota Massimo Donadi, presidente dei deputati di Italia dei Valori. “Ora, i partiti ed in particolare le forze di opposizione, devono evitare tatticismi inutili e sterili e cogliere i segnali evidenti di questa riscossa civile per mandare a casa Berlusconi, il quale, ancora oggi, conferma la sua visione delle donne da utilizzatore finale. Il presidente del Consiglio si dimetta, se ancora ha una dignità e si vada al voto per restituire a questo paese quel decoro che il premier ha infangato” conclude Donadi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milan (a 1,70) e Roma (a 1,90) favorite in casa

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Domani e dopo domani si giocheranno quattro partite per gli ottavi di finale di Champions League. Ecco le quote Better. Due squadre italiane sono impegnate in casa: il Milan (a 1,70), in testa nel campionato italiano, ospita gli inglesi del Tottenham (a 4,75); la Roma (a 1,90), che si trova in un momento di difficoltà, riceve gli ucraini dello Shakhtar Donetsk (a 4,00). Le altre due partite: allo Stadio Mestalla, gli spagnoli del Valencia (a 1,75) partiranno con i favori del pronostico contro i tedeschi dello Schalke 04 (a 4,75); favorita anche l’altra squadra iberica, il Barcellona (a 1,80), che si recherà a Londra all’Emirates Stadium per affrontare l’Arsenal (a 4,20) di Wenger.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Basta con le “tasse sui consumi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Adiconsum è fortemente preoccupata, dichiara Pietro Giordano, per il continuo stillicidio di tasse più o meno occulte, come l’ulteriore balzello di un euro sul biglietto del cinema, che sommandosi alla pressione fiscale già elevata sulle famiglie, le buste paga e sulle pensioni dei consumatori, finiscono coll’erodere il redditi di gran parte degli italiani, deprimendo ulteriormente i consumi e quindi l’attività manifatturiera ed i servizi realizzati da migliaia di aziende del nostro Paese. E’ l’ora di combattere efficacemente l’evasione fiscale e spostare quote di prelievo fiscale sulle rendite, iniziando da quelle finanziarie, e sui consumi pregiati. Solo se il Governo realizzerà una vera riforma fiscale che abbassa la tassazione sui redditi da lavoro dipendente e sulle pensioni, sarà possibile liberare risorse economiche capaci di rilanciare i consumi e l’economia del Paese. Così si potrà ridare fiato alla capacità di spesa delle famiglie italiane, una capacità di spesa che potrà reggere l’aumento della tassazione sui consumi, che senza abbassamento della fiscalità sui redditi fissi, sta diventando insopportabile per milioni di italiani. Invece di aumentare la tassazione agendo sulle entrate dello Stato, continua Giordano, il Governo deve cominciare ad agire seriamente anche sulle uscite, varando un vero piano di tagli alla spesa pubblica ormai fuori controllo, come ad esempio, la spesa per la politica. Dove sono finiti gli annunci elettorali sui tagli alle amministrazioni locali come le Province e i tagli ai livelli amministrativi che finiscono con l’essere un freno alla ripresa economica, anziché un volano della stessa?

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In piazza per l’Identità italiana di Bolzano

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Roma Presidio a Montecitorio oggi alle 10 ‘’per tutelare l’identità italiana di Bolzano’’. Ad annunciarlo è CasaPound Italia che già nei giorni scorsi aveva avviato una campagna ‘choc’
contro il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi per l’accordo sulla ”storicizzazione” dei monumenti fascisti in Alto Adige siglato con l’Svp: ventimila manifesti con il faccione sorridente di Bondi sovrastato ironicamente da slogan anti-italiani come ‘Pagliaccio di pasta’, ‘Pizza mafia mandolino’, ‘Italiano sempre mangiare’ e, sulla fronte, la scritta ‘’ho venduto i monumenti italiani di Bolzano e il sangue dei tuoi nonni per due voti austriaci in Parlamento’’. ‘’Uniti sotto al parlamento contro l’ignobile accordo Svp-Bondi’’, si legge sulla locandina che invita gli italiani a partecipare al primo dei due presidi organizzati da Cpi. Martedì prossimo, infatti, i militanti del movimento torneranno nuovamente a Montecitorio per un’altra giornata di mobilitazione in vista della grande manifestazione nazionale che sabato 5 marzo vedrà confluire a Bolzano migliaia di persone da tutta Italia. ‘’Non ce l’abbiamo con gli italiani di lingua tedesca che vivono in Alto Adige. Ce l’abbiamo però con chi non ha avuto remore a svendere l’identità del suo popolo – spiega il presidente di CasaPound Italia Gianluca Iannone – Bondi non ha esitato a calpestare la nostra dignità per assicurarsi qualche giorno di permanenza in più nel governo: con il suo comportamento vergognoso ha messo il nostro Paese nella condizione di rispondere in pieno agli odiosi stereotipi troppo spesso utilizzati all’estero per dipingere gli italiani. Ma l’Alto Adige è stato conquistato col sacrificio del popolo italiano e col sangue di eroi celebrati in ogni città: Enrico Toti, Cesare Battisti, Filippo Corridoni e lo stesso ‘milite ignoto’ che riposa nell’altare della patria al centro di Roma. E a Bondi e a chiunque altro, come lui, intenda buttare via il nostro patrimonio culturale e le nostre radici rispondiamo con una grande mobilitazione nazionale e con la manifestazione che sabato 5 marzo vedrà sfilare migliaia di persone a Bolzano per dire che nessun compromesso vale l’identità di un popolo’’.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Grammy a Muti

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

«Al maestro Muti le nostre più sentite congratulazioni per l’importante premio, l’ennesimo nella sua carriera, che gli è stato tributato questa notte dalla giuria dei Grammy Award a Los Angeles».
Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Suo è infatti il miglior Album classico dell’anno, la Messa da Requiem di Verdi nell’esecuzione della Chicago Symphony Orchestra, sia per la performance complessiva dell’orchestra sia per quella, in particolare, del Coro. Il Maestro – afferma Alemanno – continua a dare lustro alla professionalità, al talento e alla cultura italiana in tutto il mondo, ed è per noi motivo di vero orgoglio poter contare sulla sua esperienza e preparazione al Teatro dell’Opera di Roma, dove averlo sul podio più importante è un vero e proprio fiore all’occhiello di questa Istituzione. Ringrazio Muti per il suo instancabile impegno, che lo ho portato anche a ricevere i primi Grammys della sua carriera, insieme all’augurio di ristabilirsi completamente per riprendere con serenità il lavoro che ama e per il quale è a sua volta amato e ammirato da pubblico e critica».

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Valentino: Il nostro augurio

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Lo facciamo senza parole ma solo per immagini. Quest’anno abbiamo scelto quella riprodotta dal Coisp (Sindacato di polizia).
Un San Valentino che sia il simbolo dell’amore e della solidarietà civile per una società più giusta ed egualitaria.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sculpture means Diversity

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Torino 15 febbraio alle 18,30 alla Galleria Glance di Via San Massimo 45 inaugura Sculpture means Diversity a cura di Patrizia Bottallo. Per la prima collettiva della galleria interamente dedicata alla scultura, sei eccellenti scultori provenienti da sei paesi differenti: Austria, Svizzera, Germania, Spagna, Danimarca e non potevano mancare gli Stati Uniti, focus e ormai caratteristica della ricerca della Glance. Una mappa di esperienze rappresentative delle diverse esperienze e dei diversi humus culturali da cui provengono gli artisti. Trentanove sculture contemporanee in grado di sorprendere e stupire, per una mostra che si propone di offrire un’idea dell’attuale status della scultura contemporanea, un campione del panorama del “fare scultura” oggi, in parte ancorato alla significativa eredità del vicino Novecento e in parte rivolto alla ricerca di una nuova dimensione creativa. La differenza e la diversità sono la giusta chiave di lettura per capire il criterio che ha portato a questa selezione di scultori. Alla base della loro ricerca si riconosce una tendenza a cogliere il senso profondo della realtà, riletta in chiave ironica (Chris Caccamise, USA – Daniel Eggli, Svizzera – Mikkel Niemann,  Danimarca), astratta (Eva Moosbrugger, Austria), architettonica (Matthäus Thoma, Germania) socio politica (Victor Lòpez Gonzàles, Spagna). (DanielEggli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Nyala Suite Hotel è partito SanremOff

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Ha preso il via SanremOff, il contenitore degli eventi collaterali al Festival della Canzone Italiana (direzione artistica Pepi Morgia), al Nyala Suite Hotel con un doppio appuntamento: la presentazione del libro “Sanremo The Story” e l’inaugurazione della mostra “50 scatti del Festival della Canzone Italiana”. Dopo il saluto dell’ingegnere Igor Varnero (Nyala Suite Hotel), Claudio Porchia e Alfredo Moreschi hanno raccontato con passione come le foto di Sanremo the Story (curato da Pepi Morgia, testi di Claudio Porchia e immagini di Alfredo Moreschi) ritraggano personaggi famosi in situazioni curiose, inedite e particolari. Le immagini dell’archivio, in bianco e nero, sono gli unici ricordi della prima edizione del Festival.  Curiosa la foto di Nilla Pizzi di quando vinse il Festival con la canzone “Grazie dei fiori”. Moreschi ha ricordato, divertito, che poiché non vi erano dei fiori per premiarla, le vennero regalati alcuni garofani che ornavano i tavolini della platea!
Molte le immagini e le situazioni mostrate alla presentazione, foto e ricordi che hanno un posto significativo nella storia del Festival e dell’Italia.  Subito dopo, è  stata inaugurata la mostra 50 scatti del Festival, a cura del critico d’arte Giorgia Cassini, composta, appunto, da 50 fotografie provenienti dall’Archivio Moreschi. (sanremo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La presa di coscienza dei diritti

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Non possiamo dimenticare che il XIX secolo è stato il secolo del risveglio della coscienza civile, del forte richiamo ad una società più rispettosa dei diritti dei più deboli. Ma ebbe dei limiti. A parlarne non furono i proletari delle fabbriche, i braccianti agricoli delle campagne, i diseredati, gli oppressi dalle politiche colonialiste, ma la borghesia perché la sola capace di organizzare, stimolare la protesta, raggiungere un accordo con i poteri forti e trarne, alla fine, un proprio vantaggio. E’ mancato, in altri termini, il tribuno del popolo figlio e lui stesso operaio o bracciante o artigiano. Il secolo che seguì non mutò se non di poco il precedente andazzo. Ora che le tute hanno cominciato a diventare colletti bianchi e la classe operaia in un certo senso si è imborghesita si avverte un impegno maggiore che proviene dal basso. E’ corale ma continua ad essere privato da una guida carismatica che possa organizzare, guidare, spronare. Ora sembra che questa coscienza “acefala” riesca a scrollarsi di dosso l’idea dell’uomo del destino attraverso una rivolta di popolo grazie alla complicità delle moderne tecnologie che riescono a riversare le masse nelle piazze, a stimolarle, a renderle barricadiere e capaci di rovesciare governi e potentati e a provocare un effetto domino. E’ quanto sta accadendo in Nord Africa: Tunisia, Egitto, Algeria ma anche altrove, come in Albania, sia pure con alterne fortune. In taluni di questi paesi gli uomini al potere erano dei dittatori e governavano opprimendo le libertà civili e lasciando le popolazioni nella miseria. Si sa, invece, che riuscivano ad accumulare per se e i loro amici, ingenti fortune conseguenti allo sfruttamento sistematico delle risorse nazionali. Ora ci auguriamo che questa voglia di essere artefici dei propri destini non si trasformi in un’altra cocente delusione per cui il nostro auspicio-augurio è che nella coralità dell’impegno si sappiano scegliere gli uomini giusti per pilotare il cambiamento. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: controlli antimovida

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Settecentoventotto contravvenzioni per soste irregolari, di cui 315 per violazioni delle aree pedonali, principalmente nelle zone corrispondenti e vicine al Tridente, 81 veicoli sanzionati perché sorpresi ad effettuare manovre contromano per evitare la rilevazione delle telecamere poste ai varchi di accesso alle aree a traffico limitato o a seguito di controlli documentali, per un totale di 328 punti patente decurtati. Questo il bilancio dei controlli effettuati dal Gruppo Centro Storico della Polizia Municipale tra venerdì e sabato sera,  nel rispetto delle ordinanze anti-movida, a tutela del consumatore, ma anche per la  sicurezza urbana e la tranquillità sociale dei residenti del centro storico. Durante i controlli e le verifiche stradali sono stati effettuati  28 controlli etilometrici, tutti risultati negativi, mentre per tutta la giornata di sabato i controlli a venditori ambulanti abusivi hanno portato al ritiro di 700 pezzi di varia natura. Su 120 controlli svolti negli esercizi pubblici, laboratori e circoli privati, 8 le contravvenzioni comminate per la protrazione dell’orario di chiusura,  per schiamazzi fuori dagli esercizi e per la mancata etichettatura dei prodotti surgelati ritrovati nelle cucine. Le aree oggetto di controllo sono state quelle tipiche della movida serale: Trastevere, Termini, Campo de Fiori ed il rione Monti. Risultati sempre più ampi e diversificati, frutto di un modello di quadranti a rete territoriale posto in essere dal Gruppo Centro Storico della Polizia Municipale che, oltre ad applicare i provvedimenti voluti dal’amministrazione, garantisce un completo monitoraggio di tutte le eventuali criticità e le loro relative ed efficaci soluzioni.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: esigenze nomadi

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

“Pur nel vivo dolore che ci accomuna al resto della città e dell’Italia intera per la tragedia di cui sono rimasti vittime nei giorni scorsi i quattro piccoli nomadi, riteniamo doveroso ribadire le esigenze e i diritti dei romani. E’ inaccettabile ascoltare tesi che giustificano degrado, sporcizia e criminalità accusando l’amministrazione e la comunità tutta di non fare abbastanza per i nomadi. Prima di tutto il rispetto delle regole. Diritti e doveri valgono per tutti, i rom non sono esenti dall’obbligo di agire nell’ambito e nei limiti delle leggi del Paese che li ospita ”, lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori. “I nomadi, e per loro anche i soliti radical chic addormentati nelle trincee di filosofie vecchie di un secolo che non hanno retto il passo con la storia, chiedono una casa. Ma sono migliaia i romani che lottano ogni giorno per ottenere un alloggio per sé e per le loro famiglie o per pagare un semplice affitto. I nomadi dicono di volere un lavoro, ma quanti cittadini sono disoccupati o devono adattarsi a sbarcare il lunario con un’occupazione saltuaria e senza alcuna garanzia? E’ tempo di scoprire le carte e lasciare da parte l’ipocrisia, la demagogia e il falso buonismo che hanno condotto l’emergenza rom ai limiti della tollerabilità. Dove si è mai sentito che qualcuno possa arrogarsi il diritto di rubare o di minacciare le persone addirittura con armi in pugno, come accaduto al campo abusivo di Via Morselli? Dove è scritto che un individuo o un gruppo di individui possano permettersi di comportarsi all’interno di una società disprezzando, sfruttando e deridendo gli altri rischiando di minare gli equilibri della civile convivenza?”, insiste Santori. “Abbiamo delineato precise regole attraverso il Piano nomadi che dovrà essere completato al più presto. Coloro che le rispetteranno resteranno a Roma, gli altri dovranno scegliersi un’altra destinazione. Non esistono cittadini di serie A e di serie B. I nomadi che potranno diventare ‘romani’ come i romani dovranno comportarsi, nel rispetto delle leggi e del decoro che governano la nostra città”, conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd strumentalizza parole pontefice

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

«Capisco Masini e Chiti che, pur di vedere il proprio nome apparire domani su qualche giornale, sfornano un comunicato domenicale senza né capo né coda. All’invito fatto questa mattina dal Santo Padre, il sindaco Alemanno ha risposto immediatamente e chiedendo una profonda riflessione e un forte impegno da parte di tutti, società civile, associazioni e istituzioni, che lui stesso rappresenta. In merito al presunto scoop sulla segnalazione dei carabinieri, poi, vale quanto il Campidoglio ha già dettagliatamente spiegato ieri, rispondendo alle dichiarazioni mendaci del presidente del IX Municipio, Susi Fantino. Evidentemente, però, il Pd non è interessato a sapere come stanno davvero i fatti e ha come unico scopo quello di strumentalizza le parole del Pontefice». Lo dichiara il delegato del Sindaco alla Sicurezza, Giorgio Ciardi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso Berlusconi: la posta in gioco

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Sembra una maledizione. Non siamo riusciti a liberarci di Mussolini se non dopo una sanguinosa guerra mondiale. Siamo usciti dal tunnel degli errori fatali commessi da uomini che prestati alla politica ne hanno fatto scempio e ci è voluta l’operazione “mani pulite” della Procura di Milano. Ora è la volta di Silvio Berlusconi. Per anni è stato inseguito da inchieste e da sospetti di varia natura e per finire ai giorni nostri con imputazioni molto gravi: concussione e ricorso alla prostituzione minorile. Macigni che avrebbero schiacciato anche uomini più coriacei di lui eppure resta a galla. Non solo. E’ riuscito per 16 anni, sia pure con qualche breve pausa, a restare a palazzo Chigi e a costruire una maggioranza parlamentare di fedelissimi (a parte lo svarione Fini e suoi amici) e a legare indissolubilmente la Lega al suo carro. Sente di permettersi di fare di tutto e di più perché ha un asso nella manica: quello di aver coinvolto molte potenti persone e affari di caratura internazionale. Lo ricorda bene Rosario Amico Roxas allorché scrive: “Ciò che è certo che non potrà trattarsi di un’operazione indolore, nè in stato anestetico, perchè gli interessi economici in ballo sono tali da far prevedere il peggio per la loro illegittima tutela. Si tratta di interessi internazionali gestibili solo dallo scranno di presidente del consiglio: dal rifacimento del Canale di Panama alle autostrade nel Nord Africa; dalle emittenti televisive nel Maghreb al petrolio libico; dal metano russo alle forniture militari sia all’Italia che alle nazioni belligeranti, tramite comode triangolarizzazioni con nazioni compiacenti, fino ad arrivare agli investimenti in Brasile, in una esaltante e fantasmagorica rincorsa con il conflitto di interessi.” Come può il piccolo Davide (impersonato per l’occasione dalla Procura di Milano) sconfiggere il grande Golia se a dispetto della storia passata questo nostro Davide non dispone né pietre né fionde e a mani nude potrà fare ben poco o, meglio dire, nulla. Avevamo già scritto che Berlusconi non è stato il frutto del suo grande carisma mediatico ma la conseguenza di una diaspora politica dei partiti che favorirono ai tempi Mussolini e il suo avvento al potere e oggi alla stessa maniera hanno permesso a Berlusconi di farsi strada e, crescendo, lo hanno reso quasi immortale. Qui siamo al cospetto di due opposizioni, e ci starebbe anche bene: una di centro destra e una di centro sinistra. Ma chi sono i loro capi? Da una parte Fini-Casini-Rutelli-Montezzemolo e dall’altra Bersani-Veltrone-Letta-Franceschini-Vendola. Tutti primi della classe ma che si elidono a vicenda. Dall’altra abbiamo sempre lui e i suoi protettori. E vince perché sull’altro versante si continua con il gioco al massacro delle candidature. E il popolo degli elettori cosa ne pensa? Continua ad essere rassegnato, cinico e schifato dalla politica dei politicanti e alla fine non va al 40% a votare e per il resto si divide e si lascia andare allo scoramento. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La base FLI: santa alleanza?

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Il Secolo d’Italia   di domenica   13 febbraio nota di commento) Ma non chiamatela “santa”; i santi stanno in paradiso, mentre qui sembra l’anticamera dell’inferno. Se il problema è quello di eliminare politicamente il cavaliere, allora non si tratta di “alleanza” ma di “Comitato di Liberazione Nazionale” (non vi dice nulla il nome?). Perchè di liberazione si deve parlare, come e forse anche più di quel ventennio fascista che cominciò abbastanza bene nei primissimi anni, per diventare un coacervo di contraddizioni al punto di finire assimilato al nazismo e al comunismo, sia per i metodi che per i risultati. Allora a stravolgere l’itinerario iniziale furono gli interessi della borghesia, dichiarata fascista e diventata anti-fascista alla caduta del regime, insegnando ai popoli che la borghesia produttiva si allea con il potere, qualunque esso sia. Oggi la storia si ripete ma non con una borghesia fondamentalmente sana, ma con un’accozzaglia di parvenu dediti all’arricchimento personale, con i mezzi illeciti che il governo protegge, legiferando di comodo. D’altra parte il ministro delle finanze è il tributarista dei maggiori evasori fiscali, per i quali non ha bisogno di trovare escamotages nelle leggi esistenti, in quanto le leggi che servono se li fa su misura, come accaduto con il condono tombale e lo scudo fiscale. Al vertice cv’è l’imprenditore Berlusconi, fattosi politico per riempire il vuoto lasciato dalla prima repubblica in disfacimento, per non dover più chiedere “favori” ai politici che chiedevano compensi, e poter amministrare in proprio la programmazione dei suoi interessi  e degli sviluppi delle sue aziende in stato fallimentare (lo confessò lo stesso cavaliere a Montanelli, quando affermò che se non fosse “sceso” in politica sarebbe andato incontro al fallimento). Con una raccolta indifferenziata dei rifiuti della prima repubblica fondò il partito e, grazie ai suoi media, convinse l’Italia di essere il salvatore della patria uscita con le ossa rotte da manipulite. Ora serve una nuova Costituente, in grado di adeguare le norme ai tempi mutati, ma senza alterare lo spirito democratico che anima la Costituzione. Il tutto con una operazione chirurgica idonea ad estirpare il tumore che ha aggredito il corpo nazionale, generando metastasi nei gangli portanti dello Stato. Ciò che è certo che non potrà trattarsi di un’operazione indolore, nè in stato anestetico, perchè gli interessi economici in ballo sono tali da far prevedere il peggio per la loro illegittima tutela. Si tratta di interessi internazionali gestibili solo dallo scranno di presidente del consiglio: dal rifacimento del Canale di Panama alle autostrade nel Nord Africa; dalle emittenti televisive nel Maghreb al petrolio libico; dal metano russo alle forniture militari sia all’Italia che alle nazioni belligeranti, tramite comode triangolarizzazioni con nazioni compiacenti, fino ad arrivare agli investimenti in Brasile, in una esaltante e fantasmagorica rincorsa con il conflitto di interessi (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indignato e offeso dal governo dei parolai

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Il Coordinatore nazionale dell’associazione Idea Legalità, organizzazione politica culturale contro il malaffare e la malapolitica vicina agli operatori della difesa e della sicurezza, si sfoga e non ha peli sulla lingua, sono totalmente indignato e offeso dall’attuale governo dichiara “Girolamo Foti” ci troviamo al cospetto di: “una classe politica chiacchierona, attaccata ai propri interessi, e alla poltrona. “Mi fanno ridere – soggiunge – certi “Politicanti” che dai loro scranni istituzionali parlano con arroganza di consensi. Ma quali consensi? Questi politicanti credono che gli italiani, l’Italia dei lavoratori statali, degli operatori della difesa e della sicurezza non si siano legati al dito i magri aumenti in busta paga del governo, il congelamento del contratto, il congelamento dei classi e scatti, gli assegni di funzione, le mancate promesse,il precariato, le grandi città del Sud abbandonate (ad esempio Palermo), l’insignificante comportamento di certe rappresentanze sudditi del governo .Ci avete preso proprio per dei rimbambiti?” E incalza: “Possiamo stare lì a vedere certi telegiornali e giornali asserviti al padrone di turno o sopportare le chiacchiere dei leghisti che dal loro immaginario Stato della Padania nel quale per altro non fanno nulla visto che le imprese diventano sempre più deboli?” E avverte:“Il paese e stanco e lo sono tutte le categorie sociali. Siamo stanchi di questa classe politica, di questo governo, dei venditori di fumo e dei politici in odor di mafia o con precedenti per corruzione, falso in bilancio e riciclaggio di denaro sporco. Non siamo più l’Italia dei grillini che gracidano ma è il paese intero fatto di imprenditori, di operai, militari, poliziotti, disoccupati, precari e giovani. Bene dice il Presidente Fini al Cavalier Berlusconi “ dimettiamoci entrambi” , facciamole pure queste elezioni. Avremo così almeno la possibilità di mandare in pensione molti pupazzi servi del potere che con arroganza si sentono i padroni del vapore”. “Mi congratulo con la presa di posizione del Presidente della Camera On. Gianfranco Fini – continua Foti   “E’ ora – conclude Foti  – che il paese si renda conto che per crescere bisogna riparlare di questione morale, fare pulizia in parlamento e ripartire da zero. Mi auguro che Fini continui e freni l’arroganza di certi politicanti a mio avviso incapaci tecnicamente per ricoprire certi ruoli istituzionali e sopratutto di bloccare il senatur.  Siamo stanchi di questo personaggio e dei suoi galoppini. Nel paese ci vuole gente nuova  , motivata, no di servi del potere,  per uscire da questo incubo che tutto il paese sta vivendo. Incominciamo con il restituire agli elettori la possibilità di scegliersi il proprio candidato sottraendolo all’arroganza dei partiti e dei padroncini di turno. Oggi auspichiamo un risveglio della società civile e una nuova consapevolezza attraverso la forza che può derivarne da una unità d’intenti e di movimenti presto andremo nelle maggiori piazze italiane per distribuire copie di tutti gli articoli della costituzione italiana , la carta scritta con il sangue dei partigiani italiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza immigrazione: governo impreparato

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

“Il governo si sta dimostrando ancora una volta impreparato ad affrontare l’emergenza immigrazione. Ciò è il frutto di una politica scellerata e dilettantesca che denunciamo da anni, con i tagli sconsiderati alle Forze dell’Ordine e lo spreco delle enormi risorse che pure sono state destinate ad affrontare le precedenti emergenze. Il risultato è che il nostro Paese ancora una volta si dimostra il ventre molle dell’Europa, e resta inerme davanti alle ondate di clandestini che invadono le nostre coste, da un lato senza avere la capacità di offrire solidarietà alle migliaia di disperati, dall’altro senza riuscire a garantire la sicurezza dei propri cittadini”. A sostenerlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “Negli ultimi anni – continua Maccari – c’è stato il tempo e ci sono state le risorse per programmare ed organizzare la risposta del nostro Paese alle ondate cicliche, e assolutamente prevedibili, di sbarchi di profughi e immigrati dal continente africano. Eppure si è preferito agire nella logica della perenne emergenza, investendo milioni di euro in quel business dell’accoglienza che è servito soltanto ad arricchire i soliti faccendieri. Tutto questo non soltanto a discapito della qualità dell’accoglienza degli immigrati, ma soprattutto a danno dei tantissimi Appartenenti alle Forze dell’Ordine, costretti ad affrontare l’emergenza immigrazione senza mezzi adeguati, in situazioni di estremo disagio e di grave pericolo. Uno scenario che ancora una volta si ripete”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Errori sanitari

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Roma 16 febbraio alle ore 8.30 in Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, presieduta dall’on. Leoluca Orlando, si terrà l’audizione dell’Assessore alla Sanità della Regione Toscana, Daniela Scaramuccia. Lo stesso giorno, alle ore 14.30, verrà ascoltato l’ex Direttore Generale dell’Asl di Massa, Antonio Delvino.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donne in piazza e fuori piazza

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Che le piazze italiane siano oggi popolate da decine di migliaia di donne non può che essere un fatto da salutare positivamente. Tra di loro ci saranno le convinte sostenitrici del manifesto di convocazione, quelle critiche rispetto alle parole d’ordine ma che hanno scelto comunque di esserci, ed altre donne – forse la maggioranza- che ci saranno perché mosse da una necessità di partecipazione. In quelle piazze, come già accaduto in questi giorni sui giornali e nelle famiglie, le donne sapranno parlarsi, confrontarsi e comprendere che dall’indignazione possono e devono tornare ad occupare un ruolo decisivo nell’affermazione della democrazia e dei diritti civili. Sono convinto che, su questo, si troveranno unite anche con quelle di loro che, non certo per indifferenza, hanno invece deciso di rimanere a casa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »