Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

La magistratura contro il Pdl

Posted by fidest press agency su martedì, 15 febbraio 2011

Il gip di Milano ha fissato per il 6 aprile il processo con rito immediato per il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Una notizia che scende come una doccia fredda e che l’onorevole Giorgio Stracquadanio (Pdl) ha commentato in un’intervista esclusiva al Clandestinoweb. Il processo con rito immediato a Berlusconi ora ha una data: 6 aprile. Come ha accolto questa notizia il Popolo della Liberta’? Non ci aspettavamo nulla di diverso. Presagivamo con una ragionevole certezza che il gip fosse della partita, dal momento che ha un orientamento politico ben definito. Quindi non siamo assolutamente stupiti. Abbiamo anzi la consapevolezza che quello che si sta vivendo è lo scontro definitivo tra ragione politica e procure. Sarei piuttosto rimasto stupito se il Gip avesse agito diversamente”. La situazione politica del Paese è sempre piu’ confusa. Perche’? Secondo lei cosa sta accadendo? “Accade che la vita politica è avvelenata da iniziative come quella di oggi che spostano il baricentro dell’azione della maggioranza, la quale si vede costretta a difendere il risultato elettorale ottenuto da un intervento autoritario operato da un ordine giudiziario irresponsabile, che per di piu’ procede nella chiara volontà di provocare la caduta del Governo e del premier. E’ in corso un progetto eversivo che nasce dalla lesione costituzionale a cui tutti sembrano volersi arrendere”. E’ sempre piu’ probabile un ritorno alle urne. Qual è il suo punto di vista riguardo a questa eventualita’? “Se dovessimo tornare alle urne e la Procura della Repubblica cercasse di ottenere la caduta del Governo, allora avremmo fatto a pezzi la democrazia. Ma in caso di elezioni non cambierebbe nulla, perche’ la Procura di Milano non presenta liste e io credo che nessuno possa competere con il centrodestra in questo momento. Se solo pensiamo che l’opposizione ad oggi non sa neanche con quale formazione concorrere o quale leader scegliere, capiamo con facilita’ che non è dall’opposizione che arriva la sfida”. Cosa pensa che bisogna fare per porre fine alla confusione che in questo momento regna nella politica italiana? “Credo che sia urgente fare rapidamente delle leggi per evitare che l’invasione di campo in atto possa distruggere l’equilibrio politico”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: