Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Accordo UE-Corea

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2011

Con 465 voti a favore, 128 contrari e 19 astensioni, il Parlamento europeo ha chiuso definitivamente due anni e mezzo di negoziati e la procedura di ratifica dell’accordo di libero scambio fra UE e Corea del Sud che entrerà in vigore a luglio di quest’anno. Il nuovo accordo eliminerà circa il 98% delle barriere tariffarie nei prossimi 5 anni su prodotti manufatti e agricoli e sui servizi e raddoppierà il volume di commercio fra UE e Corea del Sud, con conseguente aumento di occupazione e crescita. Il testo copre anche questioni rilevanti come le procedure di appalti pubblici, i diritti di proprietà intellettuale, gli standard di lavoro e i temi ambientali.Secondo l’accordo, l’8% delle tariffe doganali sulle auto europee esportate in Corea saranno rimosse, come dire che su un’auto di €25.00, saranno risparmiati €2.000 in dogana. I produttori dell’UE potranno esportare le auto in Corea senza dover passare controlli o rispettare alcuno standard specifico. Inoltre, l’accordo di libero scambio crea un comitato di monitoraggio per controllare che non si introducano in futuro barriere al commercio “nascoste”, come ad esempio obblighi tecnici sui limiti di emissioni CO2.Le tariffe doganali per i prodotti tessili e abbigliamento sono attualmente del 10,06% e l’accordo prevede l’eliminazione immediata della maggior parte dei 60 milioni di euro in dazi imposti ogni anno agli esportatori europei. Inoltre, l’accordo prevede una serie di disposizioni per garantire la protezione della proprietà intellettuale dei prodotti esportati, registrati e non.L’accordo elimina i requisiti ‘doppi’, come gli obblighi di effettuare costosi test e passare attraverso la procedura di certificazione, e rimuove anche le barriere al commercio per i beni elettronici di consumo, come elettrodomestici, televisori, telefoni cellulari e computer. La Corea ha anche riconosciuto formalmente gli standard europei per i prodotti elettronici, così da permettere agli esportatori europei di entrare nel mercato coreano a pari titolo coi produttori locali.In un altro voto, e con 495 voti a favore, 16 contrari e 75 astensioni, il Parlamento ha approvato misure di salvaguardia che permetteranno all’UE di sospendere ulteriori riduzioni delle barriere tariffarie o di riportarle ai livelli precedenti nel caso che qualsiasi industria risulti colpita da un aumento delle importazioni con un danno considerevole. Una serie di modifiche alla legislazione sono state apportate dai deputati. Il Parlamento europeo, cosi come l’industria, avrà il diritto di chiedere alla Commissione di lanciare un’inchiesta sulla situazione dei mercati che potrebbe poi far scattare la clausola di salvaguardia. Inoltre, sono molteplici i fattori che devono essere presi in considerazione per attivare la salvaguardia, cosi come i prodotti protetti da tale meccanismo sono stati definiti con più chiarezza, per difendere meglio gli interessi dell’industria dell’auto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: