Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 23 febbraio 2011

Sogno di una notte di mezza estate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Roma dal 24 febbraio al 5 marzo Teatro Arvalia – Via Quirino Majorana 139 Mettere in scena un testo di Shakespeare è come tentare di risolvere una formula di algoritmi: il testo come una sequenza logica di istruzioni che, se eseguite in un ordine stabilito, permettono la soluzione di un problema. Shakespeare più  di chiunque altro costruisce le sue trame partendo da “istruzioni teatrali” semplici e lineari intorno a una qualche condizione umana irrisolta (problema), solo in apparenza di facile soluzione. Nel Sogno di una notte di mezza estate questa circostanza è rappresentata da una convulsa, inquieta e misteriosa esaltazione del desiderio, tanto incontrollabile da generare una sorta di corto circuito della volontà razionale nei protagonisti della storia. E’ come se si assistesse a un ammutinamento di cuori contro il potere della ragione in quell’unico campo di battaglia dove tale rivolta potrebbe svolgersi: il sogno. Regia Daniele Nuccetelli  Con Valentina Marcialis, Luigi Di Fiore, Svetlana Kevral, Viviana Lombardo, Igor Mattei, Diego Migeni, Pietro Naglieri, Giacomo Peddis, Emanuela Ponzano, Davis Tagliaferro, Ida Vinella  Costumi Tiziana Recupero Scene Federica Mugnai Disegno luci Danilo Facco Movimenti scenici Ambra Crocellà Grafica Giuseppe Prasti Orario Spettacoli: ore 21 – Domenica ore 17 Biglietti: Intero € 12 – Ridotto € 10 + tessera associativa € 2

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavori recenti: Roberto Coda Zabetta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Pan  Palazzo delle Arti Napoli 2 – 25 aprile 2011 Inaugurazione 2 aprile ore 18.00  Anteprima per la stampa 1 aprile ore 11.30  a cura di Maria Savarese, Igor Zanti e Claudio Composti  Dopo lo straordinario successo di Nuvole Sacre nello scorso luglio al Palazzo Reale di Milano, Roberto Coda Zabetta espone al PAN | Palazzo delle Arti Napoli Lavori Recenti, mostra a cura di Maria Savarese, Igor Zanti e Claudio Composti. Pittore e scultore, l’artista biellese, sin dal suo esordio sulla scena espositiva nazionale con un ciclo di lavori sui bambini morti nel genocidio in Ruanda, e con un altro sulla discriminazione razziale subita dagli albini africani, ha come oggetto della sua riflessione artistica il tema della sofferenza umana. Nei primi anni del Duemila inizia a produrre opere pittoriche di grandi dimensioni, in cui il volto umano diviene protagonista della sua ricerca, attraverso pennellate dense e materiche. Nei lavori esposti lo scorso luglio a Milano, Coda Zabetta si confronta, invece, con la tremenda catastrofe provocata dall’esplosione della bomba atomica di Hiroshima: una riflessione sul destino  degli uomini quando, attraverso l’uso ed abuso della scienza e della tecnica, tentano di valicare i limiti della propria coscienza, generando tragedie. I Lavori Recenti di Coda Zabetta presentati al PAN sono la naturale evoluzione creativa del progetto milanese. Al Palazzo delle Arti di Napoli saranno esposti quindici dipinti, smalti su tela e per la prima volta la scultura, sia di medie che di grandi dimensioni, realizzata mischiando materiali poveri, ad altri tecnologicamente più evoluti: dalla gommapiuma, all’acciaio, fino alla resina.Completerà il percorso espositivo un video inedito girato da Ferdinando Vicentini Orgnani e Alessandra Minini sulla vita dell’ artista. In occasione dell’anteprima stampa sarà presentato il catalogo pubblicato da PAPARO Edizioni, con testi critici di Claudio Composti, Maria Savarese, Igor Zanti.  Roberto Coda Zabetta nasce a Biella nel 1975.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le maschere di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Parma 25 febbraio 2011 alle ore 15,30  Viale Gorizia, 2  presso l’Auditorium “La tradizione del Carnevale: le maschere di Parma”  a cura di Lorenzo Sartorio L’iniziativa del circolo culturale “Sandro Pertini” (maschere)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Poeti intorno ad Antonio Gamoneda

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Roma 24 febbraio alle ore 18.30 Piazza San Pietro in Montorio 3 Accademia Reale di Spagna  L’Accademia Reale di Spagna ospiterà alcuni dei più importanti poeti del panorama attuale spagnolo per rendere omaggio ad Antonio Gamoneda, vincitore del premio Cervantes nel 2006. Gli autori Juan Carlos Mestre (Premio nazionale di poesia 2009), Miguel Ángel Curiel, Guadalupe Grande, Victor Gómez Ferrer, Rafael Saravia, Cecilia Quílez e José Ángel García leggeranno alcuni versi delle sue opere. Un appuntamento imperdibile per conoscere la più importante poesia spagnola contemporanea. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.(antonio gamoneda)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come cambia l’agricoltura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Udine  24 febbraio, alle 11  nella sala Valduga della Camera di commercio Come cambia l’agricoltura  indagine  swg e coldiretti Con il sostegno della Camera di commercio.  I dati del lavoro di oltre due anni, su un campione di 600 maggiorenni residenti in Fvg e di 850 imprenditori agricoli intervistati fra il luglio 2009 e dicembre 2010, saranno presentati  nel corso di un incontro pubblico nella sala Valduga della Camera di Commercio di Udine al quale interverranno il presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo, che ha sostenuto la ricerca, il presidente di Coldiretti Udine Rosanna Clocchiatti, che l’ha voluta, il direttore di Udine di Coldiretti Elsa Bigai, e Alex Buriani, coordinatore e responsabile del progetto di ricerca unitamente a Glenda Heidebrunn e Laura Sartori dell’che hanno curato i testi e le analisi. Sarà presente anche l’assessore alla Provincia di Udine Daniele Macorig.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non disturbare il dittatore mentre massacra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“Tutti dovrebbero rallegrarsi della nuova amicizia tra Italia e Libia sancita dal Trattato di Bengasi: e’ stata chiusa una ferita ed e’ iniziata una vita nuova”. Indovinate di chi sono queste parole? Ma del nostro premier Silvio Berlusconi, naturalmente. Era il 30 agosto e i due cenavano allegramente insieme. Berlusconi cantò anche una canzone… Oggi, invece, Gheddafi massacra il suo stesso popolo e fino a pochi giorni fa Berlusconi non voleva ‘disturbarlo’. ‘Disturbarlo’, proprio così’. Come quando non si chiama un amico che sta riposando perché ha fatto tardi la sera…Lo sdegno della comunità internazionale, le parole del presidente della Repubblica e le  pressioni delle opposizioni, hanno costretto anche Berlusconi ed il governo italiano a condannare il dittatore libico. D’altronde, come si fa a condannare un amico? Il feroce Gheddafi, infatti, è qualcosa di più di un capo di stato estero con cui l’Italia ha rapporti diplomatici. E’ l’inventore del Bunga Bunga (così dice Ruby Rubacuori, la nipote di Mubarak), un maestro di vita, altro che dittatore…Ed è anche un modello politico perché da quarant’anni tiene in pungo il suo paese. La rivolta in Libia è la cartina al tornasole della nostra inconsistenza sul palcoscenico internazionale. Abbiamo accolto Gheddafi come fosse il più grande statista del mondo, gli abbiamo concesso di accamparsi nel centro di Roma e di fare i suoi show offensivi senza fiatare, anzi…, ma soprattutto gli abbiamo dato un mare di soldi, cinque miliardi di dollari, per la firma deltrattato Italia Libia, e ci siamo fatti garanti della Libia presso l’Unione Europea ed abbiamo taciuto sulla drammatica situazione dei diritti umani in Libia. Errori su errori. I flussi migratori verso l’Italia non si sono fermati, ma proseguono ad ondate e ieri, addirittura, il dittatore di Tripoli nel suo folle discorso ha accusato l’Italia di armare i rivoltosi. Diciamoci la verità, il governo Berlusconi ha fatto precipitare il prestigio ed il peso internazionale dell’Italia. Non contiamo più nulla, neanche nello scacchiere mediterraneo, dove, fino a qualche anno fa, eravamo fondamentali. (Massimo Donadi parlamentare Udv)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia e prezzi carburanti: abolire accise

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Oggi sono aumentati alcuni prezzi alla pompa dei carburanti, aumenti ingiustificati perche’ gli eventuali riverberi della situazione libica e’ troppo presto che si manifestino a cosi’ breve distanza da cio’ che sta accadendo in quel Paese in questi giorni. Ma la speculazione funziona cosi’… coglie l’attimo, non importa che l’attimo corrisponda poi a qualcosa di reale, l’importante e’ che sia “nell’aria” una qualche giustificazione per un aumento. Ma al di la’ dei precoci speculatori, un pericolo c’e’ nell’eventuale inasprimento dei rapporti con la Libia e -garantito- lo pagheranno solo i consumatori, cioe’ l’anello finale di un sistema economico che, a fronte di un aumento dei costi alla produzione, questi ultimi li fa pagare (anche con percentuali maggiori per il proprio guadagno) a questo anello finale. Sui carburanti, da cui dipende la quasi totalita’ della nostra economia, il Governo, VOLENDO puo’ intervenire per cercare di ridurre il danno. Scartata -per lo meno al momento- una possibilita’ di intervento del nostro Governo per impedire l’aumento della materia prima alla fonte, l’intervento sarebbe possibile sull’accisa. Il prezzo finale dei carburanti e’ composto dal 70% di tasse e 30% di altri costi tra cui la materia prima, per cui se aumenta questo 30%, di conseguenza aumenta anche questo 70%. Il Governo potrebbe impegnarsi nel tenere bloccato questo aumento della componente fiscale e cosi’ gli aumenti in quel 30% sarebbero, per l’acquirente di carburante e per il consumatore finale, piu’ contenuti e meno cruenti: chi acquista carburante nell’ambito del proprio processo produttivo o di servizi, dovrebbe quindi aumentare meno i propri prodotti e servizi, e il prezzo alla pompa avrebbe escursioni meno cruente verso l’alto. Solo questione di volonta’ politica. Fidando che il Governo -che dovrebbe fare gli interessi di tutti i suoi governati- non si comporti in modo speculativo e profittatorio come quelle compagnie petrolifere che hanno gia’ aumentato i prezzi alla pompa pur non avendo ancora registrato un centesimo di aumento alla produzione. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stangata caro-benzina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

L’inflazione balza ai livelli massimi dal 2008, facendo segnare un +2,1% su base annua. Sull’accelerazione – spiega l’Istat – pesano i prezzi dei beni energetici non regolamentati: la benzina è aumentata dell’ 11,3% su base annua e del 3,5% su base mensile, mentre il gasolio del 15,7% (+14,5% a dicembre). Anche in questo caso, entrano in gioco manovre speculative sulle spalle dei consumatori – spiega Casper – Le evidenti tensioni che stanno determinando un rialzo delle quotazioni del petrolio non possono in alcun caso avere ripercussioni così immediate e ingenti sui listini dei carburanti alla pompa, poiché la benzina che viene venduta oggi sulla rete italiana è stata acquistata dalle compagnie petrolifere mesi fa a prezzi decisamente inferiori. Occorre poi aggiungere che quando benzina e gasolio rincarano in modo così pesante, le ridiscese dei prezzi sono lentissime, anche in presenza di un abbattimento delle quotazioni petrolifere. Tutto ciò  considerato, Adoc, Codacons, Movimento Difesa dei Cittadino e Unione Nazionale Consumatori chiedono alle autorità competenti, Antitrust in testa, di attivarsi per fermare le speculazioni, e rivolgono un appello al Governo affinché studi misure efficaci nel settore dei carburanti, volte a salvaguardare i bilanci delle famiglie, destinate a subire una nuova stangata.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adolescenti e sostanze psicoattive

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Presentato oggi, 23 febbraio, nel corso di un incontro sul tema Adolescenti e sostanze psicoattive svoltosi a Bologna, uno studio sui percorsi che possono condurre all’uso di sostanze psicoattive, realizzato dall’Osservatorio epidemiologico sulle dipendenze patologiche dell’Azienda USL di Bologna. Lo studio parte dal dato, ormai acquisito in letteratura, che le prime esperienze nell’utilizzo di sostanze illegali si verificano attorno agli 11-12 anni di età. La percentuale di ragazzi che utilizzano o hanno utilizzato almeno una volta nella vita sostanze illegali cresce nettamente a partire dai 16 anni, per toccare anche il 40% dei giovani attorno ai 18 anni, e cala successivamente, a partire dai 25 anni.   La ricerca dell’Osservatorio non è uno studio di prevalenza, quindi non misura il fenomeno, ma si occupa dei fattori di rischio e dei fattori protettivi rispetto all’uso di sostanze psicoattive nella fascia di età compresa tra i 13 e i 16 anni. Particolare attenzione è dedicata alla  descrizione dei significati attribuiti all’uso o al non uso delle stesse sostanze, alla percezione del rischio, alle motivazioni, all’età media del primo uso. Allo studio hanno partecipato 7 scuole medie superiori e 1 scuola media inferiore di Bologna. Sono stati intervistati 1.300 giovani tra i 13 e 16 anni di età, scelti in modo casuale e non rappresentativi di un campione statistico della popolazione giovanile. Il 16% degli intervistati ha 13 anni, il 46% 14 anni, il 29% 15 anni, il 9% 16 anni. Poco più della metà di essi, il 54%, è rappresentato da ragazze. L’8% dei giovani intervistati dispone di oltre 50 euro al mese, il 19% abita con un solo genitore, nell’82% dei casi entrambi i genitori lavorano. Sui 1.300 adolescenti oggetto dello studio, 1.210 (93%) non hanno mai fatto uso di sostanze illecite nel corso dell’ultimo anno, 403 (31%) hanno fumato sigarette almeno una volta, 332 (26%) hanno bevuto alcolici e 90 (7%), hanno utilizzato almeno una volta una sostanza illecita (per 85 di essi cannabis). Confrontando questi dati con quelli dell’indagine Espad 2007, riguardante il consumo di sigarette, alcol e sostanze tra i giovani di età tra 15 e 16 anni, e condotta su 35 mila studenti italiani, la percentuale di adolescenti bolognesi che usa tabacco, 37,9%, è all’incirca sovrapponibile a quella dei coetanei di tutta Italia, 37%. Più basse, invece, le percentuali di ragazzi bolognesi che fanno uso di alcol (20,9% contro 27%), di cannabis (11,3% contro 19%) e di altre sostanze illecite (1,4% contro 9%).   Tra le motivazioni principali che hanno spinto i 403 adolescenti bolognesi ad accendere almeno una sigaretta, la curiosità, il piacere e l’emulazione. I 332 adolescenti che hanno bevuto alcolici hanno dichiarato di averlo fatto per divertimento, desiderio di socializzare e curiosità, mentre tra i 90 ragazzi che hanno provato sostanze illegali prevalgono curiosità, desiderio di socializzare e il piacere derivante dall’uso della sostanza. Sul fronte della percezione del rischio, circa un terzo dei ragazzi intervistati è convinto che l’uso di sostanze illecite provochi danni neurologici, altrettanti pensano che causi danni fisici, il 19% disturbi psichici, ma i danni più temuti sono rappresentati in assoluto dalla dipendenza fisica e dalla morte. In generale, le sostanze illegali più presenti sui media come cocaina, eroina, crack ed exstasy sono percepite come molto pericolose. Le sostanze legali, invece, sono considerate pressoché innocue, soprattutto il tabacco. Per quanto riguarda l’età di primo uso di sostanze, lecite e illecite, gli intervistati hanno dichiarato di aver bevuto alcol per la prima volta a 13 anni, di aver acceso la prima sigaretta attorno ai 13 anni e mezzo e di aver fumato cannabis a 14. Chi ha usato sostanze illegali, ha iniziato prima a fumare tabacco. Infine, per 184 adolescenti, pari al 14% degli intervistati, si è verificato nel corso dell’ultimo anno almeno un episodio di alterazione alcolica.  La maggiore disponibilità di denaro sembra giocare un ruolo nel consumo di sostanze. Gli intervistati che dispongono di più di 50 euro al mese hanno il 67% di probabilità di usare sostanze, percentuale che si abbassa di oltre la metà, scendendo al 32%, per chi può contare su una cifra mensile inferiore a 11 euro.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: negato l’utilizzo di soldati mercenari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) accusa li governo libico di gravi menzogne che mirano a invalidare i sospetti di utilizzo di mercenari stranieri nella repressione del movimento di protesta. Contrariamente alle dichiarazioni del governo libico, gli appartenenti alle forze di sicurezza di origine africana e di pelle scura che negli scorsi giorni sono stati inviati contro i manifestanti non appartengono al popolo dei Toubou in Libia. Difficilmente gli appartenenti a questa minoranza muoverebbero un solo dito per salvare il regime di Gheddafi, da cui in questi anni sono stati massicciamente perseguitati e deportati in Ciad. Secondo testimoni oculari, negli scorsi giorni in diverse parti del paese sono apparse nelle file delle forze di sicurezza persone di pelle scura che comunicavano tra di loro in francese. Gheddafi non dovrebbe avere problemi ad assoldare mercenari da altri paesi africani visto che negli anni del suo regime ha sostenuto finanziariamente, politicamente e con forniture di armi decine di movimenti ribelli. Da alcuni movimenti Tuareg nel Mali e nel Niger al Darfur fino al Ciad e alla repubblica Centrafricana, Gheddafi sostiene una fitta rete di combattenti che dipendono dalla sua generosità. La sistematica strumentalizzazione di questi movimenti da parte di Gheddafi fa parte di uno dei capitoli più bui della storia del regime. Gheddafi ha ripetutamente prima finanziato e poi tolto a sorpresa il sostegno a un gruppo dopo aver cambiato radicalmente e improvvisamente la sua politica estera. I Toubou vivono perlopiù nella Libia sudorientale. Da novembre 2009 il regime di Gheddafi perseguita e deporta sistematicamente gli appartenenti a questa minoranza di origine africana (etiopidi). Decine di Toubou sono stati arrestati per aver protestato contro le persecuzioni. Molti sono stati liberati solo dopo aver affermato pubblicamente che non si sarebbero opposti alla demolizione delle loro case. Finora oltre 3.800 Toubou hanno dovuto lasciare i propri villaggi e la propria casa. A partire dal 2007 il regime libico ha iniziato a privare i Toubou dei loro diritti civili. Le autorità libiche si rifiutano inoltre di prolungare i passaporti o fornire documenti ai Toubou contadini e semi-nomadi che da anni ormai vivono in Libia. I circa 500.000 Toubou sono insieme ai Tuareg uno dei maggiori gruppi etnici del Sahara. Dispersi su un’area di 1,3 milioni di km2, la maggior parte di essi vive nel Ciad e nel Niger, vicini della Libia.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie Venete: Demolizione di un ponte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

La demolizione di un cavalcavia che attraversa il raccordo autostradale Villesse-Gorizia nel tratto compreso fra Villesse-Gradisca d’Isonzo, richiederà una chiusura notturna. Il cavalcavia, parte della strada provinciale 18, dopo la demolizione sarà ricostruito più ampio e moderno. I lavori, rientrano in quelli attualmente in corso per la trasformazione in autostrada del raccordo. Dalle ore 21,00 di giovedì 24 febbraio alle ore 6 di venerdì 25 febbraio, quindi, il tratto Gradisca Villesse sarà chiuso al traffico in entrambe le direzioni. Nella zona è già stata predisposta la segnaletica per il percorso alternativo che resterà in vigore fino al completamento dei lavori di ricostruzione. La notte successiva,  dalle ore 21.00 di venerdì 25 alle ore 6.00 di sabato 26 febbraio, sempre lo stesso tratto sarà nuovamente chiuso per consentire lo scavo all’interno del quale passeranno i servizi tecnologici, fognari, posa di cavi. Lavori, con chiusura alternata della corsia di marcia in entrambe le direzioni, anche in A28. Giovedì 24 febbraio,  nel tratto compreso fra Sacile Ovest e Godega di Sant’Urbano, sarà attivato un  cantiere “mobile” per effettuare i carotaggi, indispensabili per stabilire lo stato della pavimentazione. L’intervento prevede che il cantiere, della lunghezza massima di 3 chilometri, avanzi man mano di altri 3 km fino alla conclusione dei prelievi. Le operazioni consistono nella perforazione dell’asfalto per alcuni centimetri per raccogliere un quantitativo di materiale sufficiente alle analisi che, effettuate in laboratorio, certificano l’adeguatezza dei componenti o eventuali criticità.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giustizia: governo va avanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“Le reazioni contrarie  alla proposta di riformare il sistema giudiziario italiano, reintroducendo fra l’altro l’immunità parlamentare e modificando l’attuale normativa sulle intercettazioni, dimostrano ancora una volta che la sinistra difende a spada tratta lo status quo. Lo fa adducendo la scusa che mancherebbe il clima politico giusto e che le riforme, governando Berlusconi, sono solo ad personam. Si rivede lo stesso film a cui assistiamo da circa vent’anni. La sinistra non vuole cambiare e preferisce farsi dettare, anche stavolta, l’agenda da altri a scapito della propria autonomia politica. Il centrodestra  ed il governo, a maggior ragione, devono proseguire l’azione di cambiamento affrontando con decisione le riforme della giustizia e quelle economiche che sono correlate ed entrambe essenziali. C’è in gioco il futuro del Paese e la sua necessità di modernizzarsi, diversamente, se vincesse la tendenza tipica della nostra sinistra a lasciare tutto immutato, con la scusa che mancherebbe il clima giusto si rischia il declino e di tradire le aspettative degli elettori”. Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gheddafi un male necessario?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Adolf Hitler and Benito Mussolini walking in f...

Image via Wikipedia

Mi ha colpito la dichiarazione rilasciata qualche giorno fa ad una emittente radio da Luca Barbareschi nella quale, parlando dei fatti libici, ha rilevato che quanto accade in quel paese è l’inevitabile conseguenza di una lotta interna destabilizzante e che giustifica la terribile reazione di Gheddafi. In altre parole checché Gheddafi faccia è motivata dalla necessità di mantenere la sua leadership e, quindi, va giustificato. Se è questo il convincimento di Barbareschi davvero ci troviamo al cospetto di un imbarbarimento della politica che se ha una spiegazione negli eventi passati dalla dittatura di Mussolini a quella di Hitler, meno si giustifica ai giorni nostri dove il rispetto per le opinioni altrui e il concetto stesso che diamo della democrazia sembra prevalere alle logiche della brutalità politica fine a stessa. La circostanza mi colpisce direttamente poiché ho apprezzato, ai suoi esordi, la rivoluzione libica di Gheddafi e dei suoi compagni d’avventura perchè fu maturata e realizzata con un numero esiguo di vittime. Fu gestita negli anni successivi, perseguendo un progetto politico apprezzabile per i suoi fini e per aver avuto il merito di abbattere un potere che fondava la sua ragione d’essere sulla corruzione, il malcostume e l’avidità dei suoi dignitari e tutto a spese del popolo che era condannato ad una miseria estrema. (l’ho scritto in un libro che è visibile su http://www.fidest.it alla pagina pubblicazioni Fidest) Una considerazione che si è infranta man mano che venivo a conoscenza che per detenere il potere Gheddafi non si è fatto scrupolo di esercitare la violenza. Ciò non di meno speravo che quanto mi dicevano fosse caricato dalla propaganda dei suoi avversari per alienare le simpatie di alcuni ambienti occidentali, più permissivi, nei confronti del rais. Ora non vi sono più dubbi. Un uomo che ordina di bombardare il suo paese e di uccidere indiscriminatamente la popolazione delle città libiche e di lasciare che i feriti siano abbandonati nelle strade impedendo che siano soccorsi con l’ausilio di cecchini mercenari provenienti da altri paesi non solo ha tradito la rivoluzione che gli ha dato merito ma anche l’amore per il suo paese e tutto per mantenersi al potere e tutelare i suoi vasti interessi economici. E’ vero che l’Europa, e l’Italia nello specifico, molto dipendono dalla Libia per gli approvvigionamenti energetici di petrolio e di gas e che, quindi, devono in ogni caso, dopo le esecrazioni di rito, continuare a dialogare con Gheddafi, ammesso che resti al potere come sembra vi riesca, ma dovrebbe pur esserci un limite all’indecenza e all’avidità dei mercati e dei mercanti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vincitori del progetto 6artista

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

La Fondazione Pastificio Cerere di Roma annuncia Adelita Husni-Bey (Milano, 1985) e Elisa Strinna (Padova, 1982)vincitrici della seconda edizione 2010 del progetto 6artista, il programma di residenze indirizzato a giovani talenti under 30 che vivono in Italia. Il progetto è promosso dall’Associazione Civita e dalla Fondazione Pastificio Cerere grazie al contributo di Allianz, in collaborazione con MACRO Museo d’Arte Contemporanea Roma e degli Incontri Internazionali d’Arte. Le due giovani vincitrici avranno la possibilità di risiedere per sei mesi a Roma presso la Fondazione Pastificio Cerere e poi per altri tre presso la Cité Internationale des Arts di Parigi. Entro la fine del 2011, al termine dei complessivi 9 mesi di residenza, il MACRO presenterà le opere delle artiste, frutto del periodo di residenza presso il Pastificio Cerere.Adelita Husni-Bey vive e lavora a Londra, dove ha studiato prima al Chelsea College of Art and Design e poi al Goldsmiths College-University of London, dove ha appena conseguito l’MA in Photography & Urban Cultures. Elisa Strinna vive e lavora tra Roma e Venezia, dove ha studiato Progettazione e Produzione delle Arti Visive allo IUAV. La sua ricerca artistica spazia in diversi ambiti, formalmente e concettualmente, non predilige quindi alcuna tecnica sperimentando linguaggi differenti fra cui video, fotografia ed installazioni; tema molto presente nelle sue opere è il Tempo: la transitorietà dell’esistenza, la memoria, le tracce. (adelita, elisa)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Radio 24 Lorenzin (Pdl): “Berlusconi molto ingenuo”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“La telefonata per Ruby alla questura Berlusconi non doveva farla: non doveva telefonare ne lui ne farla fare ad altri. Berlusconi è stato molto ingenuo”. Lo ha detto Beatrice Lorenzin del Pdl alla Zanzara su Radio 24. “Credo che non sapesse davvero che telefonando, anche se per aiutare una persona, in quel momento poteva incorrere in un possibile reato – ha continuato a Radio 24 –  e questa è la radice della sua innocenza. Non lo poteva nemmeno immaginare che stava facendo un errore”. E conclude ” Se l’avesse fatta fare ad un’ altra persona avrebbe avuto un retro pensiero che era una cosa che non si poteva fare – questa è la sua innocenza, questa è la sua ingenuità” (Maria Luisa Chioda)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Navi da guerra iraniane nel Mediterraneo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“Il passaggio del Canale di Suez da parte di due navi militari iraniane rappresenta un fatto di estrema gravita’, che rischia di aumentare la tensione in tutto il Mediterraneo e incrementare la tensione e l’instabilità’ dell’intera area” Ha dichiarato l’on.Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia e gia’ Sottosegretario agli Affari Esteri. “Era dal 1979 che non veniva autorizzato il passaggio di navi da guerra iraniane dal Canale -ha proseguito l’on.Vernetti- e ritengo che il Governo provvisorio egiziano abbia commesso un grave errore ad autorizzarne il transito”. “Sono fondati i sospetti che le navi trasportino materiale bellico destinato alla Siria per essere successivamente consegnato alle milizie di Hezbollah -ha proseguito l’on.Vernetti- e se tale ipotesi venisse confermata, dsno elevatissimi i rischi di un nuovo conflitto con Israele” “In tale contesto chiedo al Governo di riferire alla Camera -ha concluso l’on.Vernetti- se tale episodio non sia in contrasto con quanto previsto dalla Risoluzione 1701 che ha istituito la missione di peacekeeping Unifil Plus, nella quale e’ impegnato un rilevante contingente militare italiano”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contaminanti ambientali nei prodotti alimentari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Quanti e quali contaminanti ambientali assorbiamo con la nostra alimentazione?  L’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR) ha calcolato la quantità di cadmio, piombo, mercurio, diossine e bifenili policlorurati (PCB), che i consumatori assorbono con gli alimenti.  Secondo lo studio, le principali fonti per l’assunzione di cadmio sono ortaggi e cereali, il metilmercurio e’ contenuta principalmente nel pesce, mentre i prodotti lattiero-caseari e le carni sono determinanti per le diossine e i PCB. Ovviamente la tossicita’ dei contaminanti dipende dalla loro concentrazione negli alimenti. Purtroppo tali inquinanti si accumulano nel nostro organismo che ha una capacita’ di eliminazione non proprio rapida e la diffusione ambientale e’ tale che e’ difficile trovare un posto totalmente incontaminato. Che fare, dunque? Variare l’alimentazione, per esempio non consumare sempre pesci di grandi dimensioni poiche’ la catena alimentare (il pesce piu’ grande mangia  il piu’ piccolo) porta ad un accumulo di metilmercurio che poi introduciamo nel nostro organismo. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivoluzione shopping

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Parte da Milano la rivoluzione nel mondo dello shopping. Le Lièvre et la Tortue apre fino al 5 marzo una nuova tipologia di negozio, un temporary shop a metà tra il Prêt-à-Porter e la sartoria dell’Haute Couture. La formula è semplice e, per questo, vincente. Nel negozio si potrà scegliere la stoffa e il modello e farsi prendere le misure, per avere un abito sempre perfetto addosso. Per l’occasione la stilista Virgine Connan ha portato a Milano nel temporary shop di Le Lièvre et la Tortue, il marchio che lei ha creato, rotoli di stoffa da tutto il mondo. Seta, cotone, velluti, e materiali pregiati scelti appositamente per creare capi personalizzati per ognuna delle sue clienti. Un nuovo modo di fare moda, una collezione creata appositamente per coniugare la magia della sartoria su misura dell’Haute Couture e il Prêt-à-Porter, ma con un prezzo adatto a tutte le tasche. Pezzo forte della collezione un abito pareo, realizzato su misura in materiali sempre diversi. Versatile e facile da portare, è un pezzo che non può mancare in valigia: permette di essere sempre perfette in spiaggia come al ristorante.  Per due settimane in anteprima nella capitale del fashion italiano, in contemporanea con le sfilate di Milano Moda, si potrà vedere ed acquistare i capi esclusivi della collezione estiva di Le Lièvre et la Tortue, il marchio creato da Virgine Connan, che si caratterizza per i suoi capi unici realizzati tutti in materiali diversi, e sempre con un’attenzione particolare al prezzo. Il temporary shop di Le Lièvre et la Tortue si trova a Milano in corso Garibaldi davanti al 117, nello spazio Senzatempo. E’ aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20. Per il lancio della nuova tipologia di negozio a Milano sarà la stessa stilista, Virginie Connan, a prendere le misure e a realizzare i capi esclusivi per le sue clienti. Virginie Connan è nata in un piccolo paese nella campagna francese non molto lontano da Parigi. Dopo il diploma a Esmod, la scuola di moda più prestigiosa di Parigi, e uno stage da Dior, ha lavorato per anni a New York nel mondo della moda.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cognizione (e la cura) del “dolore”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Ancona 25 febbraio alle 18 in Rettorato conferenze del professor Provinciali e del dottor Caputi   Come “curare” la sofferenza?   E nella Sala espositiva si chiude la mostra dei pittori Roberta Basile e Luca Morici  Secondo e ultimo incontro venerdì 25 febbraio, dell’iniziativa “Il Dolore. Immagini dall’arte, Immagini dalla scienza”, ideata dai professori Fiorenzo Conti del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università Politecnica delle Marche, e Fabrizio Benedetti del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino, con il dottor Claudio Caputi, responsabile del Reparto di Medicina del Dolore e Palliativa dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Torrette di Ancona. Alle 18 al Rettorato il professor Leandro Provinciali del Dipartimento di Neuroscienze di Univpm, e il dottor Claudio Caputi parleranno di come si può affrontare il dolore: anche il “dolore difficile”.Alla fine del pomeriggio si chiuderà la mostra aperta nella Sala espositiva del Rettorato, con le opere di Roberta Basile e Luca Morici, che rappresentano artisticamente il dolore e la sofferenza, cui sono affiancate immagini scientifiche ottenute in laboratorio, sulla base delle quali la scienza registra e poi interpreta i meccanismi biologici del dolore, certamente con meno impatto emotivo dal punto di vista visivo, ma nella prospettiva di compiere passi fondamentali per trovare gli strumenti per combatterlo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milleproroghe: Idv disponibili esame

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“Non  ci sottrarremo all’atto di responsabilità richiesto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Garantiremo una rapida approvazione del decreto qualora il Governo si renda disponibile a ricondurlo nell’alveo della costituzionalità. Non vogliamo nemmeno considerare l’ipotesi che il Governo si arrocchi in una posizione che sarebbe uno schiaffo al presidente della Repubblica  e alla nostra Costituzione”  così il capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi, commenta le osservazioni del Quirinale sul decreto milleproroghe.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »