Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Libia: Si alla collaborazione bipartisan

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

«La situazione in Libia è gravissima. In queste ore il regime di Gheddafi ha  usato l’aviazione militare per colpire civili innocenti, ha annunciato una sorta di “soluzione finale” nei confronti del proprio popolo (“finirà come Tienanmen”),  sono stati uccisi migliaia di cittadini che chiedevano libertà e democrazia». Lo ha dichiarato oggi nel suo intervento alla Camera l’on.Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia e già Sottosegretario agli Affari Esteri. «L’Italia in quanto primo partner economico e commerciale della Libia – ha proseguito l’on.Vernetti – potrebbe avere una grandissima influenza nei confronti della leadership libica, per indurre il dittatore Gheddafi a interrompere le violenze e ad incamminarsi sulla strada del dialogo. Dopo i primi giorni in cui abbiamo ascoltato da parte del Governo italiano appelli alla “non ingerenza” negli affari interni della Libia, apprezziamo il fatto che finalmente vengono denunciati i crimini del dittatore libico». «Ora è necessario però un radicale  cambio di strategia – ha proseguito l’on. Vernetti -. Per troppo tempo l’Italia (e l’Europa) hanno compiuto l’errore di sostenere i regimi arabi laici e secolari come un possibile antidoto al fondamentalismo islamista. Abbiamo accettato lo “status quo” in cambio della stabilità. Abbiamo accettato l’assenza di libertà e democrazia in cambio di relazioni politiche ed economiche  stabili: non ha funzionato in passato, non può più funzionare oggi». «Ciò che sta capitando in questi giorni in tutto il mondo arabo è dirompente: per la prima volta nella  storia le masse arabe non sono in piazza contro l’America o Israele, ma contro i dittatori che opprimono quelle terre». «Accanto alla tradizionale politica di sicurezza degli approvvigionamenti energetici e di protezione e valorizzazione delle relazioni economiche e commerciali, è sempre più un chiaro interesse nazionale dell’Italia favorire e sostenere concretamente la  transizione democratica e la difesa dei diritti umani nel Mediterranro e in Medio Oriente». «Se ciò accadrà – ha concluso l’on.Vernetti – siamo disponibili ad assumerci le nostre responsabilità insieme al Governo per una gestione comune della crisi».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: