Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

La tattica del “ buono” e del “cattivo

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

emblem of the Italian Republic

Image via Wikipedia

”L’agenzia Ansa ha battuto la notizia che il presidente del Consiglio, parlando con i rappresentanti del Cocer dei carabinieri e di interforze, ha assicurato il massimo del suo “personale impegno” per sanare “gli incredibili effetti penalizzanti dell’ultima finanziaria sul personale del Comparto Difesa e sicurezza”. Ma  è stata uno notizia che si è “spenta” di lì a qualche ora dopo la dichiarazione del ministro dell’Economia Tremonti che ha espresso la sua contrarietà a questa ipotesi. Conclusione? Nulla di fatto. Siamo alla logica dei pifferi di montagna: andarono per suonare e furono suonati. E’ una tecnica che il Presidente del Consiglio pare abbia sposato nelle sue esternazioni pubbliche partecipando a convegni o ad incontri dichiarando le cose che i presenti si attendono da lui salvo farsele rimangiare dal “ministro competente”. E’ un giochetto che permette di non alienarsi, nell’immediato, le simpatie dei convenuti e al tempo stesso, d’indicare il “cattivo” di turno. E’ una mossa che qualche “maligno” sostiene gli permetta di scoraggiare le possibili simpatie per quello che taluni commentatori politici indicano come il suo successore. Ma alla lunga il gioco non varrà la candela in quanto come fanno osservare al Cocer (dichiarazione rilasciata all’Ansa) “’Se questa è la verità lo sapremo fra poche ore o giorni, al massimo al prossimo Consiglio dei Ministri. Questa volta però non ci si potra’ limitare a denunciare solo un atteggiamento persecutorio; il giudizio sara’ politico e durissimo perchè non potremo che prendere atto che una persona impone la sua volonta’ non solo a tutti i ministri interessati ma anche allo stesso Presidente del Consiglio e questo sarebbe incredibile. Ma chi decide?’.(servizio Fidest http://www.fidest.it)

Una Risposta a “La tattica del “ buono” e del “cattivo”

  1. Mi meraviglia la miopicità del ministro Tremonti,che non si rende conto che le forze dell’ordine,messe in grado di svolgere il loro lavoro al massimo,controllerebbero meglio la malavita ed i truffatori dello Stato,evitando danni economici alla collettività e facendo così risparmiare più denaro di quanto si impiegherebbe per metterle in condizione di svolgere bene il loro compito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: