Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 3 marzo 2011

The Economist che sarà in edicola domani

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Questa settimana segnalo nella sezione Europe , l’ analisi sul problema dell’immigrazione in Italia: Fear of foreigners – The Italian government worries about a huge influx from north Africa e la rubrica Charlemagne: Living with bad neighbours – Europe tries to forget of embarrassing realpolitik in the Middle East.
Nella sezione Leaders invece viene trattato l’argomento immigrazione con una panoramica sul flusso migratorio in Inghilterra: Second life – From Brick Lane to Brixton to Bradford: the problems and promise of the trickiest generation. Editor’s highlights
This week we look at the 2011 oil shock and its effect on the world economy. The Middle east and North Africa produce a third of the world’s oil.  So far the oil price has jumped a bit, but investors seem reassured by Saudi Arabia’s promise of more production.
That glosses over two risks: first a serious supply disruption, or the fear of it, could send the oil price soaring. And, second, that would fuel inflation, which in turn would prompt a monetary clampdown.
A lot, we argue on our cover leader, depends on the skill of central bankers. Also this wee Unsafe as housesA 14-page special report on property Getting rid of Qaddafi Why the West and his Arabs neighbours need to prepare for a no-fly zone In search of a Republican challenger Bring forth a pragmatic conservative – and he (or she) might win Tata’s lesson for multinationalsWhy diversification is back in fashion Psychotherapy with therapists It could work  (servizio di/press service of Beatrice Mozzi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La salma del Cap Ranzani lascia l’afghanistan

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Riportiamo alcune foto che segnano il percorso della salma dalla camera ardente allestita in Afghanistan all’imbarco per l’Italia. Non aggiungiamo altre notizie a quelle già date. Ricordiamo solo che stamani a Roma si celebrano i funerali solenni con la partecipazione delle massime autorità istituzionali politiche e militari oltre una grande folla che in queste ore si è andata assiepando sulla piazza della Repubblica. Anche noi della Fidest pieghiamo la nostra bandiera ideale al passaggio del feretro.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Voci di donna sempre presenti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Ferrara 7 marzo 2011, alle ore 17.30, presso lo Spazio d’arte L’altrove di Francesca Mariotti, Via de’ Romei, 38,  Maria Cristina Nascosi Sandri, Autrice e Critica, presenterà “Voci di donna sempre presenti”, Piccolo excursus Centocinquantenario tra le Autrici Italiane, dal 1860 ad oggi, anche… Futuriste, con un omaggio ‘particolare’ alla FERRARA di Giorgio BASSANI, nell’undecennale anniversario della sua scomparsa, un evento letterario rivolto alle donne di Ferrara in particolare ed a tutti i ferraresi in generale. In programma la lettura, oltreché di una ‘chicca’ del grande Cantore di Ferrara, ad ormai undici anni dalla sua scomparsa, avvenuta nell’aprile del 2000 – ma ricordando anche il suo genetliaco, datato 14 marzo 1916 – di scritti di Autrici Italiane che han fatto la nostra storia, la Grande Storia Italiana che compie, quest’anno, i suoi primi 150 anni.Grazie alle ‘fini diciture’ di Maria Grazia D’Amico Mariotti e della stessa Nascosi Sandri, saranno ricordate – seppur, forzatamente, in maniera quanto mai ‘succinta’ – alcune tra le pagine migliori di Matilde Serao, Sibilla Aleramo, Antonia Pozzi, Margherita Guidacci, Maria Grazia Cosima Deledda, Nobel per la Letteratura nel 1926, per citarne alcune, non dimenticando un piccolissimo, ma essenziale touch alle artiste futuriste, donne dotate di genialità e creatività tutta propria, spesso compagne ‘alla pari’ dei geni dell’ultimo vero Ismo culturale ed artistico tutto italiano, a volte mistificato o frainteso, il cui centenario si è concluso, forse senza un ricordo adeguato, lo scorso anno. Tra esse senz’altro Benedetta Cappa Marinetti, che lo stesso prima compagno e poi marito, nonostante la grande differenza d’età, definì: Mia uguale, non discepola. http://www.artelaltrove.it  (voci di donne)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carnevale a Teatro

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Venezia Teatro a l’Avogaria Dorsoduro 1617, nell’ambito di “ Ottocento –  Da Senso a Sissi, La città delle donne”, tema  ufficiale del Carnevale di Venezia 2011, organizza un fitto calendario di eventi all’insegna della Commedia dell’Arte con richiami esilaranti alla quotidianità. Si parte giovedì grasso (3 marzo 2011) alle ore 21.00 con “Naturalia non sunt turpia”, la storia della medicina narrata da un merdasser, di e con Maurizio Bastianetto. Un esilarante monologo interpretato da un personaggio (El clisterer), che attraverso i mali di un ricco signore del 1500 ricostruisce, in maniera del tutto personale,  la storia della medicina dagli Assiri ai giorni nostri.  Narrato in un veneziano “goldoniano” coniuga momenti di comicità a digressioni scientifiche,  con inserti poetici, musicali e fantastici. .Venerdì 4 marzo 2011, sempre alle 21.00, di scena, “Bricola e Regina”, due personaggi nati dalla creatività e dalle radici veneziane di due attori, Giorgio Bertan ed Eleonora Fuser. Sabato 5 marzo 2011, ore 17.30, protagonista la grande tradizione favolistica partenopea con “Attore si nasce?”. Eleonora Fuser mette in scena alcuni degli episodi più significativi della raccolta di novelle “Lo Cunto de li Cunti”, di G.B.Basile, considerato una sorta di Decamerone napoletano..Atmosfere tipicamente goldoniane ne “Il Bugiardo” per la regia di  Alessio Nardin in programma domenica 6 marzo alle ore 18.00 ed in replica lunedì 7 marzo alle 21.00. Uno spettacolo che si dipana con leggerezza ed ironia attraverso scene che si ispirano a canovacci di origine spagnola, a Pietro Cornelio ed infine all’opera di Carlo Goldoni. In una cornice stilistica tipica di Commedia dell’Arte, i personaggi simbolo quali Zanni, Arlecchino, Pantalone si muovono in un tourbillon di amori, intrighi, travestimenti, equivoci e colpi di scena.Lunedì 7 marzo nel pomeriggio, ore 18.00, ” Parata-Racconto”, uno spettacolo con i partecipanti al Laboratorio Teatrale condotto, a Villa Torni Istituto Gris di Mogliano Veneto, da Nora Fuser per il Progetto Triennale  Teatrale sui Sette Vizi Capitali, “Gola e lussuria si mangia l’Europa dallo Zanni all’unità d’Italia”. Gran finale martedì grasso, 8 marzo, ore 21.00 con “Vanvera Show”, uno spassoso talk show dove ospiti, pubblico, animali e politici parlano e cantano “ a vanvera”. Una esilarante parodia degli spettacoli di intrattenimento televisivi che spesso partendo da fini educativi finiscono in risse verbali e fisiche.L’Associazione Teatro a l’Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario di Venezia,

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola pubblica: 11 marzo sciopero generale

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Roma, corteo da Piazza della Repubblica – ore 9.30 Il Presidente del Consiglio ed il Ministro Gelmini hanno esplicitato cosa pensano della Scuola Pubblica, di cui sono i diretti responsabili: una scuola che a loro avviso “non educa”, “non inculca” i valori della famiglia, la quale deve avere la possibilità di scegliere la scuola privata. Ma la famiglia a cui fanno riferimento, quella che intende “inculcare” principi e non educare alla libera scelta, vede già garantita questa possibilità. Infatti tutti i governi, di tutti i colori, hanno assicurato finanziamenti diretti ed indiretti alle scuole private per almeno 1 miliardo l’anno. La privatizzazione della scuola è da tempo in atto con l’assalto delle Fondazioni Private, consentito da un decreto del Presidente del Consiglio Romano Prodi e da un decreto legge che porta il nome di Bersani. I sacrifici imposti alla scuola pubblica -150 mila posti tagliati, 8 miliardi di finanziamenti in meno – servono ora a pagare i debiti di banche e multinazionali, di corruttori ed evasori. Contro la definitiva privatizzazione della scuola, contro questo modello di uscita dalla crisi, USB invita i lavoratori della scuola, ai quali la legge n°146/90 impedisce di scioperare, ad aderire alla manifestazione nazionale indetta il prossimo 11 marzo in occasione dello sciopero generale proclamato da USB, Slai Cobas, Snater e CIB-Unicobas, ed a sostenere la giornata di mobilitatazione partecipando al momento di confronto e dibattito rappresentato dal convegno nazionale “Regionalizzazione, contratti, professionalità e rappresentanza sindacale: un intreccio perverso”, organizzato a Roma dall’associazione Altrascuola presso l’ex cinema Volturno, ore 8.30/10.30 del 11 marzo.L’USB Scuola fa inoltre appello agli studenti ed ai genitori perché aderiscano allo sciopero e alla manifestazione per rompere il silenzio, riaffermare la propria dignità e difendere la scuola pubblica statale per i propri figli e per il futuro del Paese: la scuola di tutti, la propria scuola.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sondaggi elettorali: Pd supera Pdl

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Ieri mattina durante la trasmissione Agora’ condotta da Andrea Vianello sono stati presentati gli ultimi dati dell’osservatorio di Crespi Ricerche. Il centrodestra di Silvio Berlusconi, presentato conl’ampia articolazione dei possibili partiti che potrebbero appoggiare la sua lista, si attesta al 40,9%, con il Pdl al 27%, la Lega al 10%,La Destra al 2%, Forza del Sud, nonostante sia un partito che ancora non si è presentato nello scenario nazionale, ottiene l’1%, ovvero il doppio della somma ottenuta dal Pid di Romano piu’ l’Adc di Pionati, che rappresentano il gruppo dei Responsabili e che insieme raggiungono lo 0,5%. L’Udeur del redivivo Mastella si attesta poi allo 0,4%. nelcentrosinistra il Pd è al 24,4%, l’Italia dei Valori al 5,2%, Rc+Pdci al 2%, il Sel all’8%, i Socialisti allo 0,8% e la Lista Pannella-Bonino all’1,2%, per un totale del 41,6%. Una sostanzialeparita’ che vede in vantaggio il centrosinistra di una lunghezza. Arbitro è l’area del Polo della Nazione, definito Terzo Polo, in cui l’Udc è al 6,8%, Fli al 6,5%, l’Api di Rutelli all’1,2%, l’Mpa all’1%, LibDem allo 0,2%, attestandosi sopra al 15%, ovvero al 15,7%. Il Movimento Cinque Stelle di Grillo si ferma all’1,8% e il numero degli indecisi è ancora altissimo: 42%. Se non esiste una marcata crisi in termini di intenzioni di voto di berlusconi, benche’ in calo la sua crisi la vediamo nella fiducia : -29,1% in un anno, passando dal dato del Febbraio 2010, 60,1%), al 31% di Febbraio 2011, con una differenza, appunto, di 29,1 punti. Meglio fa il suo Governo, che aFebbraio 2011 si attesta al 35%. Domani pubblicheremo i dati riguardanti la fiducia nei ministri.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per il Rubygate Berlusconi assolto

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Il Rubygate continua a calcare la scena mediatica così come le lavagne dei bookmaker internazionali, che tengono ancora aperte le scommesse sull’esito del processo. È il caso della sigla Victor Chandler che banca separatamente il giudizio per i due capi d’imputazione. In entrambi i casi, riferisce Agipronews, il “verdetto” dei quotisti è l’assoluzione, che viene offerta a 1,30 per l’accusa di “prostituzione minorile” (con la condanna bancata a 3,00) e scende a 1,25 per il reato di concussione (per il quale una pena pagherebbe 3,75).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: 1 milione di bambini a rischio

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Più di 1 milione di bambini nell’ovest della Libia sono in grave pericolo a seguito degli scontri fra le forze governative e gli oppositori, per il controllo di città chiave, compresa la capitale Tripoli, denuncia Save the Children. L’ong ha raccolto le testimonianze di famiglie e bambini a Tripoli e in città vicine, che descrivono la loro paura di morire, di essere feriti e arrestati poiché le forze di sicurezza libiche continuano a reprimere le proteste degli oppositori. Si stima che più di 1 milione di bambini vivano in quest’area teatro degli scontri.Un ragazzino di 13 anni di Tripoli intevistato da Save the Children descrive così il clima di paura in città: “Sono terrorizzato, mi sento insicuro e ho paura di rimanere orfano. Ho saputo che i padri di alcuni miei amici sono stati presi e sono spariti”. Si stimano in 700.000 i bambini che vivono a Tripoli dove la situazione umanitaria resta confusa per la difficoltà di avere informazioni e contatti indipendenti con la popolazione. Resoconti dalla città riferiscono che le scuole sono chiuse e che la maggior parte delle persone sono chiuse in casa. Nel frattempo nella città di Zawiya controllata dagli oppositori, alcune madri hanno raccontato a Save the Children la paura che i propri familiari e bambini finiscano vittime delle violenze e degli scontri con le forze governative che al momento hanno circondato la città nel tentativo di riprenderne il controllo.Save the Children ha inviato un proprio team di operatori nell’est della Libia per una prima valutazione dei bisogni della popolazione nelle aree controllate dagli oppositori, al fine di garantire aiuti di prima emergenza – acqua, medicine, kit igienici, cliniche mobili  – e supporto-psico sociale ai bambini e alle famiglie;  un team di specialisti in emergenze è inoltre giunto al confine fra Libia e Tunisia, per dare supporto ai rifugiati che varcano la frontiera.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritti al lavoro e diritto del lavoro

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

London N1 2UT 12 marzo 2011, alle ore 15:30, presso la sede dell’INCA, 124 Canonbury Road, L’iniziativa si terrà in concomitanza con la manifestazione nazionale per la difesa della Costituzione promossa, tra gli altri, da CGIL e da ANPI ed alla quale ANPI Londra aderisce.Le vicende degli accordi contrattuali sottoscritte da alcune sigle sindacali italiane e la dirigenza FIAT presso gli stabilimenti di Pomigliano e di Mirafiori hanno posto al centro dell’attenzione mediatica le questioni del lavoro e dei diritti dei lavoratori, aprendo prospettive di un cambiamento generalizzato delle condizioni di lavoro in Italia ed in Europa, dove l’azienda ha altri stabilimenti. Tali accordi, approvati con un referendum basato sullo scambio tra promesse di investimenti contro il taglio immediato dei diritti, minano alla base il principio del lavoro come un diritto, sancito dalla nostra Costituzione repubblicana e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, e riducono la forza lavoro a merce. Pertanto, una larga parte dei lavoratori di Mirafiori e la FIOM hanno rifiutato di sottoscrivere gli accordi, ritenendoli lesivi dei diritti acquisiti. Quali scenari si aprono nella prospettiva di un’applicazione estesa del “modello Marchionne” ad altre realtà produttive?  La sezione ANPI di Londra invita la cittadinanza a discutere ed a confrontarsi su questi temi con Vincenzo Scudiere, membro della segreteria confederale della CGIL, e Nicola Kountouris, ricercatore presso la Facoltà di Legge della University College Londra. (Carla Gagliardini Presidente sezione ANPI Londra Europa)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bingo: proroga decreto sperimentale

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

La Commissione Finanze della Camera la prossima settimana esaminerà la risoluzione presentata dall’onorevole Gerardo Soglia (Pdl) che invita il Governo a prolungare dal 31 marzo al 31 dicembre 2011 le misure contenute nel decreto sperimentale del bingo. La Commissione dovrebbe votare l’atto di indirizzo rivolto all’Esecutivo nella seduta di martedì o di mercoledì prossimo. “Un atto doveroso – commenta l’onorevole ad Agipronews – per ricordare al Governo di impegnarsi entro il termine per ottemperare alla proroga ulteriore”. “Le misure contenute nel decreto introdotto nel novembre 2009 hanno dato risultati molto positivi. Non ci saranno problemi per confermare fino a fine anno la proroga. I tempi per provvedere al decreto del presidente del Consiglio sono sufficienti, non c’è da preoccuparsi”, aggiunge Soglia, che fa comprendere come la risoluzione dovrebbe avere la prossima settimana il via libera della Commissione Finanze della Camera e quindi offrire garanzie in più per l’impegno del Governo nel definire la proroga.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Liberalizzazione servizi postali

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Il settore postale, a livello nazionale e comunitario, è stato interessato negli ultimi anni da profondi cambiamenti che hanno riguardato il contesto regolatorio, il grado di concorrenzialità dei mercati e la marcata evoluzione delle esigenze della clientela verso una differenziazione dell’offerta dei servizi. Con la direttiva 2008/6/CE viene portato a compimento il processo di liberalizzazione del mercato dei servizi postali nei paesi della UE. Dal 1 gennaio 2011 gli Stati membri non possono concedere o mantenere in vigore diritti esclusivi per la forniture di servizi postali. Sullo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva la Commissione trasporti della Camera ha espresso il 16 febbraio parere favorevole. Il processo di liberalizzazione dei servizi postali è stato avviato con il decreto legislativo n. 261/1999, adottato in attuazione della direttiva 97/67/CE, la quale stabiliva regole comuni per lo sviluppo del mercato interno dei servizi postali comunitari e per il miglioramento della qualità del servizio. L’obiettivo perseguito fin dall’adozione di tale decreto era quello di conciliare l’apertura del mercato alla concorrenza e l’esigenza di salvaguardia dell’universalità del servizio sull’intero territorio nazionale, a condizioni accessibili per tutti gli utenti. Il decreto riconosce carattere di attività di preminente interesse generale alla fornitura dei servizi postali, nonché alla realizzazione e all’esercizio della rete postale pubblica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni amministrative.Taglio amministratori

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Saranno operative, a partire dalle prossime consultazioni amministrative, le nuove norme in materia di contenimento delle spese degli enti locali, sulla graduale riduzione del numero dei consiglieri e degli assessori, comunali e provinciali. Le riduzioni apportate sono del 20%. Nei comuni con popolazione superiore a un milione di abitanti, i consiglieri comunali da 60 passeranno a 48, fatte salve per questo caso specifico le modifiche apportate in sede di conversione del D.L. 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. mille proroghe). Sono 1310 i comuni italiani che andranno al voto nelle elezioni amministrative del 2011, e tra questi, 11 le città che vantano una popolazione superiore a 100.00 abitanti: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Trieste, Ravenna, Cagliari, Rimini, Salerno, Latina e Novara. Arezzo, Barletta e Catanzaro, appena sotto i 100.000. Sono 7, invece, i comuni con meno di 100 abitanti. Nei comuni con meno di 15 mila abitanti in cui si voterà con il sistema maggioritario a turno unico. Mentre nei 140 comuni con più di 15 mila abitanti si voterà con il sistema maggioritario a doppio turno. 26 i comuni capoluoghi di provincia in cui si voterà, tra cui sei capoluoghi di regione (Milano, Napoli, Torino, Bologna, Trieste e Cagliari). L’unica regione in cui non saranno indette elezioni amministrative sarà il Trentino Alto Adige, mentre in Valle d’Aosta si voterà nel solo Comune di Ayas. Si voterà anche per il rinnovo degli organi elettivi della regione Molise e di undici amministrazioni provinciali: Reggio Calabria, Ravenna, Trieste, Gorizia, Mantova, Pavia, Macerata, Campobasso, Vercelli, Lucca, Treviso. In una circolare del Ministero dell’Interno i dettagli sulle composizioni dei nuovi consigli e giunte, comunali e provinciali interessate al voto.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libertà d’impresa

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Il disegno di legge costituzionale approvato dal Governo e che si accinge ad iniziare il cammino parlamentare parte da una rivisitazione in senso liberista degli articoli 41 e 118 della Costituzione. Lo spirito della riforma è improntato alla rimozione degli ostacoli che si frappongano fra l’imprenditore e la realizzazione dell’intrapresa, esaltando la responsabilità personale, e il ruolo degli enti locali nel concorso e nell’impulso alla realizzazione dell’iniziativa economica. La revisione dell’articolo 41 della Costituzione, introducendo al primo comma il principio secondo cui tutto è permesso tranne ciò che è espressamente vietato dalla legge ed abolendo il vigente terzo comma, intende affermare la libertà di iniziativa economica privata ed eliminare le incertezze e le contraddizioni presenti nell’attuale formulazione. In stretta connessione si pone il successivo intervento di modifica dell’articolo 97 della Costituzione che, perseguendo l’obiettivo di incrementare qualità e trasparenza della pubblica amministrazione, esplicita il principio secondo cui le pubbliche funzioni sono al servizio del bene comune ed introduce una disposizione sulle carriere sancendo, a livello costituzionale, il principio della valorizzazione della capacità e del merito per tutti i pubblici impiegati. La revisione dell’articolo 118, quarto comma, della Costituzione, infine, nel rafforzare la portata del principio di sussidiarietà orizziontale, prevede che gli enti locali non devono solo “favorire”, ma anche “garantire l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli o associati”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nord Africa: emergenza umanitaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

In seguito allo sbarco di migliaia di cittadini sulle coste italiane, provenienti, in particolare, dalla fascia del Maghreb e dall’Egitto, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha emanato un Ordinanza per superare lo stato di emergenza e provvedere alla definizione di programmi di azione tra cui il censimento dei cittadini sbarcati sul territorio italiano dai paesi del Nord Africa; l’adozione di misure finalizzate all’individuazione di strutture ed aree da attrezzare, nonché il potenziamento di quelle esistenti. Per la migliore efficacia delle azioni di propria competenza, il Commissario delegato sarà assistito dalla forza pubblica e potrà attivare tutte le opportune forme di collaborazione con la Regione, con altri soggetti pubblici, e, per i profili umanitari e assistenziali, con la Croce Rossa Italiana, con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Per garantire la necessaria attività di supporto per la vigilanza e la sicurezza delle strutture ed aree, il Commissario delegato si avvale, fino al 30 giugno 2011, di un contingente di 200 militari delle Forze armate. Infine, per il completamento delle procedure di emersione dal lavoro irregolare degli immigrati, il Ministero dell’interno, è autorizzato ad utilizzare, per un periodo non superiore a sei mesi (tramite una o più agenzie di somministrazione di lavoro), prestatori di lavoro con contratto a termine nel limite massimo di 325 unità, da ripartire tra le sedi coinvolte nelle suddette procedure.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guttenberg e la sindrome del copia-incolla

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Da giorni ormai il caso Guttenberg anima le testate giornalistiche di tutta Europa. Un giovane e promettente ministro della difesa amato sia dai tedeschi sia dalla cancelliera si trova ora obbligato a dover abbandonare quel tanto rinomato titolo di dottore (in Germania assegnato con molta più parsimonia che in Italia) e a dimettersi dalle sue funzioni di ministro. Nella sua tesi di dottorato, infatti, sono stati ritrovati interi paragrafi copiati da articoli, conferenze, libri ed interventi senza nessuna citazione o segnalazione bibliografica. La proprietà intellettuale e gli standard scientifici delle università sono infatti la posta in gioco delle numerose tesi di laurea e di dottorato che vengono discusse ogni anno in Italia e nel mondo. In preda alla fretta di portare il più velocemente possibile a termine un lavoro spesso lungo e faticoso, molti sono gli studenti che, cosciamente o inconsciamente, per svista o dimenticanza, si affidano alla scorciatoia Ctrl-C/Ctrl-V, ovvero il famigerato “copia-incolla”. Già due anni fa l’azienda Compilatio.net (produttrice di un software antiplagio) aveva messo il dito su questa piaga dell’insegnamento universitario compiendo un’inchiesta su un campione di tesi di laurea provenienti da diversi atenei italiani e da diversi tipi di Facoltà.  Ne era risultato che nelle università italiane più della metà degli studenti fa ricorso al plagio, con 4 lavori su 5 contenenti più del 5% di similitudini da internet, fino a dei picchi di similitudine massima del 48%, ovvero praticamente metà del lavoro finale. L’Italia aveva preso del ritardo in materia di prevezione al plagio rispetto ai suoi vicini europei, dove le Università sono dotate di software antiplagio e dove si organizzano atéliers informativi, conferenze e formazioni. Recentemente alcuni atenei italiani hanno deciso di armarsi contro questo nuovo flagello e di proteggere la qualità dei diplomi da loro rilasciati. Tra loro l’intero ateneo veneziano della Ca Foscari, quello di Urbino, o ancora la IULM e la Facoltà di Economia della Bicocca di Milano e la Facoltà di Scienze Politiche di Firenze, tra i primi a prendere posizione.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: Esame legge sul cinema

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

E’ stato avviato – nel corso dell’ultima seduta della Commissione Cultura, spettacolo e sport della Regione Lazio – l’esame di ben sei proposte di legge riguardanti la riforma del cinema e dellaudiovisivo.  Si tratta di una legge che il settore del cinema attende da molti anni – ha sottolineato l’Assessore della Regione Lazio per l’Arte, lo Sport e le Politiche Giovanili Fabiana Santini- ed è indubbio che che questo provvedimento legislativo risponde all’esigenza di razionalizzare e rendere efficiente un sistema che è di importanza strategica per la regione Lazio. La Commissione regionale Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio, presieduta daVeronica Cappellaro (del Pdl) ha ascoltato le relazioni dei vari proponenti i testi di legge. Si è passati quindi alla votazione per l’adozione del testo di base.  A larga maggioranza si è approvato di adottare a testo base la proposta di legge presentata dalla Giunta regionale del Lazio. Hanno espresso voto contrario soltanto Giulia Rodano(Idv) e Mario Perilli (Pd).  La Presidente della Commissione Veronica Cappellaro ha preannunciato che a breve verrà costituita una sottocommissione con il compito di esaminare gli emendamenti da apportare al testo base della proposta di legge.  Tali emendamenti dovranno essere presentati entro il termine massimo di 15 giorni, dopodichè si terranno tutta una serie di audizioni con tutte le categorie degli operatori interessati alle tematiche oggetto della nuova legge. Numerose sono le novità che verranno introdotte con la nuova normativa all’esame della Commissione.  Tra di esse, le più significative riguardano listituzione dell’Ente regionale per il cinema e l’audiovisivo; la definizione di un programma operativo annuale degli obiettivi e degli interventi da attuare; l’istituzione di un fondo regionale alimentato con stanziamenti annuali definiti in sede di bilancio; l’istituzione di un Osservatorio regionale per la raccolta e l’elaborazione dei dati riguardanti il settore cinema; l’istituzione di un tavolo regionale permanente con compiti consultivi e di proposta.  Previsti inoltre anche il riordino delle partecipazioni regionali alle fondazioni operanti nel settore e la soppressione del Centro Audiovisivo della Regione Lazio. (Dott.ssa Dora Cirulli)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi al confine Libia-Tunisia

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

La situazione al confine occidentale della Libia è sempre piu complessa. Le informazioni raccolte da INTERSOS direttamente dal confine e dal proprio ufficio di Ginevra che si coordina con le maggiori agenzie delle Nazioni unite, confermano che il flusso di migranti che lasciano la Libia verso la Tunisia è in costante aumento. Oltre 75.000 persone hanno attraversato il confine dal 19 febbraio, la maggior parte dei quali sono egiziani che, avendo perso il lavoro per il quale si trovavano in Libia, chiedono ora di rientrare in patria. Circa 40.000 persone stanno attendendo dall’altra parte del confine, in territorio libico.L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) hanno lanciato un appello ai governi per supportare un’operazione di evacuazione delle persone, così da decongestionare la situazione al confine e poter quindi occuparsi delle persone identificate come in stato di bisogno e dei richiedenti asilo. INTERSOS sta valutando la situazione concreta e in costante coordinamento con i maggiori attori coinvolti, riteniamo che il supporto della comunità internazionale debba oggi concentrarsi nel fornire i mezzi logistici necessari a rimpatriare, via aerea e via mare,  le decine di migliaia di persone che lo chiedono. Attendendo che si proceda a un’accurata valutazione delle condizioni e dei bisogni dei richiedenti asilo in Tunisia.INTERSOS raccomanda che le risposte del governo italiano vadano proprio a sostegno delle azioni ora necessarie: sostenere il governo tunisino e le agenzie internazionali attraverso la fornitura di tende e beni di prima necessità, per garantire l’assistenza in questa fase transitoria.  E’ necessario inoltre che il nostro paese non agisca in modo unilaterale, ma lo faccia in stretto coordinamento con le agenzie delle Nazioni Unite presenti sul campo, in particolare con UNHCR, rispondendo al principale problema dell’urgente rimpatrio volontario delle persone ora in fuga, fornendo quindi senza ritardi adeguati mezzi navali e aerei. Occorre evitare che i necessari centri di transito e di assistenza si trasformino in campi permanenti in territorio tunisino, così come occorre tenere ben distinti, senza confonderli, l’assistenza umanitaria e la volonta governativa di prevenire presunti flussi di richiedenti asilo.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uomini a confronto

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Numerosi quotidiani  hanno riportato l’affermazione di Berlusconi: “Il 49% degli italiani mi detesta”; tralasciamo la veridicità di tale percentuale, perché riconosciuta dal cavaliere deve essere certamente ben più ampia, e diamo per buona tale  minoranza qualificata che è ha superato il greto dell’avversione politica per  arrivare “a detestare”. L’avversione politica coinvolge ideologie diverse che si confrontano e si affrontano, ma il detestare coinvolge l’uomo a prescindere  dalle idee, l’uomo nel suo complesso, nel suo comportamento, nella sua presunzione, nella sua megalomania, nella sua sfrontatezza, e nella pretesa di essere elevato al di sopra delle leggi. Il re di maggio merita una pagina nella storia del nostro paese, non per quello che fece, ma per quello che riuscì a non fare, in un momento che poteva diventare tragico per la nazione. All’indomani del referendum finito in favore della Repubblica, i più vicini a Umberto II gli consigliavano di resistere e chiedere il ri-conteggio dei voti, ritenendo che, sia pure di poco, la vittoria sarebbe stata della monarchia. Il sovrano (merita il titolo per l’alta dignità delle sue decisioni), rispose che “Non si governa un popolo con il 50% dei consensi“. La sua partenza per l’esilio merita di essere ricordata per la nobiltà con la quale abbandonò l’Italia pur di non correre il rischio di gettare la nazione nel baratro di una guerra civile. Onore al merito per l’ultimo Savoia. Oggi chi (s)governa l’Italia ha, invece, minacciato una guerra civile se solo venisse formato un governo di salute pubblica per affrontare le emergenze del paese e restituire dignità alla consultazione elettorale, mortificata da una legge antidemocratica, lasciandolo alla mercè di parecchi tribunali, fin oggi turlupinati con leggi scritte per formare un paravento al presidente del consiglio. Governa con poco più del 35% dei consensi, che diventano 55%, grazie alle alchimie di una legge scritta per favorire l’accaparramento del potere da parte di un guitto della cronaca, il cui solo scopo è quello di evitare di rispondere alla Giustizia dei suoi pesanti reati. Sostiene di essere il più grande statista degli ultimi 150 anni di storia patria, meritevole, pertanto, di entrare nelle pagine della storia, ma non dopo avere attraversato l’arco di trionfo, ma dopo essere sgattaiolato tra le pieghe del codice penale, alterato a suo uso e consumo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: mozione Idv

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

“Dopo le denunce da parte di Antitrust e Agcom, il governo non può far finta di niente di fronte all’urgenza di prorogare il divieto di incroci tra stampa e tv, che è improcrastinabile”. Lo afferma Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo  Idv alla Camera.   “Per questo – aggiunge Borghesi – Italia dei Valori ha chiesto la  calendarizzazione della sua mozione, con la quale impegna il  governo a prorogare il divieto fino al 31 dicembre 2011 e ad  adottare una normativa sugli incroci tra stampa e tv che non  danneggi il pluralismo dell’informazione e contrasti le concentrazioni di potere”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omicidio Shahbaz Bhatti

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

“L’omicidio del ministro cattolico per le minoranze religiose del Pakistan Shahbaz Bhatti è un fatto gravissimo che deve costringere l’Italia, l’Unione Europea e tutta la comunità internazione ad un’azione energica in difesa della libertà religiosa”. Lo dichiara l’on. Gianni Vernetti, deputato di Alleanza per l’Italia e già sottosegretario agli Affari esteri. “Il ministro Shahbaz Batthi – continua Vernetti – era l’unico esponente del governo pachistano di religione cattolica. Per anni si è abbattuto per la pacifica convivenza tra musulmani e cristiani e per la difesa di quella libertà fondamentale che è la libertà religiosa”. “Chiediamo spiegazioni al governo del Pakistan sul perché il ministro non godeva di un’adeguata protezione e pretendiamo da esso un’azione urgente per consegnare alla giustizia i terroristi che hanno ucciso il ministro Shahbaz Batthi”. “All’Unione Europea – conclude Vernetti – chiediamo che promuova un’iniziativa forte e chiara in difesa dei cristiani nel mondo che stanno subendo crescenti e inaccettabili persecuzioni”

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »