Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Il governo affossa il fotovoltaico

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 marzo 2011

“Il governo di centrodestra azzoppa uno dei pochi settori che stavano continuando a crescere nonostante il drammatico momento dell’economia, il fotovoltaico”. È l’allarme lanciato dal Partito Democratico forlivese e dal segretario territoriale Marco Di Maio, a seguito dell’approvazione del decreto Romani. A questo punto il settore vive una situazione di grandissima incertezza. “Tantissimi imprenditori del nostro territorio – prosegue Di Maio – ci stanno telefonando allarmati per le conseguenze di questa scellerata decisione del governo, che mette a rischio posti di lavoro e frena un settore il cui valore è stimato in 10 miliardi di euro. Una decisione oltretutto in  controtendenza con tutti i principali paesi europei che stanno aggiungendo risorse anziché sottrarne, per raggiungere gli obiettivi che l’Europa ha fissato per il 2020. In Germania, ad esempio, sono già stati istallati più 16mila MegaWatt di impianti (contro i 7mila italiani) e si conta di arrivare al 2020 a 52mila MegaWatt”.Cosa succede ora? “Il Governo – spiega il segretario del PD forlivese – ha fissato al 30 maggio il termine ultimo per il finanziamento degli impianti. Quindi tutti coloro che saranno allacciati alla rete dal 1° giugno in avanti saranno sottoposti ad un regolamento di cui ancora non si ha traccia e che dovrebbe essere presentato dal ministro Romani entro il 30 aprile. E visto che lo stesso ministro è colui che ha firmato il provvedimento attuale, non c’è tanto da stare tranquilli”. “Tutte le forze politiche, gli enti locali, le forze economiche e sociali del nostro territorio – conclude Di Maio – devono attivarsi per evitare questo disastro economico, che porta con sè la più totale incertezza per centinaia di imprese, migliaia di famiglie e lavoratori”.

3 Risposte to “Il governo affossa il fotovoltaico”

  1. michaelangelus said

    L’attuale governo frena tutte le iniziative contrarie ai suoi programmi.Lo sviluppo delle fonti energetiche alternative renderebbero inutili gli impianti per l’energia nucleare,come le raccolte differenziate spinte farebbero per gli inceneritori.Da qui si comprende che chi comanda in Italia sono le lobbies e non i politici.Si comprende pure che ci troviamo in una democrazia apparente perchè non fà gli interessi del popolo,che per la nostra costituzione dovrebbe essere sovrano.

  2. michele renzulli said

    Purtroppo,il Berlusconismo non lascia solo ceneri di etica e moraalità, ma nche disastri economici. I servi sono moltissimi.
    michele

  3. Questo governo è da tempo che sta spingendo sul nucleare senza rispettare il famoso referendum del 1986!! Questa è democrazia ?
    Il solare fotovoltaico fà paura ai potenti del petrolio e ora dell’uranio …..e quindi siamo alla stretta finale.
    Chi come me ha creduto in questo settore, non solo per un ovvio ritorno economico ma perchè a favore di tutti in termine di qualità ambientale e salute collettiva, deve accettare la dura realtà manipolata dalla solita falsa informazione:…..Il fotovoltaico costa troppo !! Il nucleare è Gratis …..anche le scorie e la morte che porta.
    Io non dimentico CERNOBYL è tuttò ciò che sta ancora comportando a distanza di 25 anni !!

    ORIZZONTESOLARE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: