Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Lucia Garsia in ricordo di Lucio Forte

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Palermo 18 marzo alle 21,30 (in replica sabato 19) presso il Blue Brass al Ridotto dello Spasimo. Lucio Forte per anni è stato vicino al Brass, al fianco nei momenti felici ma anche durante le battaglie. Capo ufficio stampa del Brass, amava la fotografia come forma di espressione che faceva viaggiare parallela a quella della scrittura. In occasione di questi concerti saranno esposti dei grandi pannelli contenenti foto scattate da Lucio e selezionate da Andrea Ardizzone e foto di Rosario Sanguedolce che rappresentano Lucio stesso. L’ingresso intero costa 8 euro e 5 euro il ridotto (Senior Card e allievi della Scuola Popolare di Musica).
Lucia Garsia, figlia d’arte, inizia all’età di sei anni a studiare danza classica con Angela Abbigliati e pianoforte con Alessandro Bonanno. Dopo la maturità classica si avvia agli studi di Canto Lirico. Diplomatasi sotto la guida di Elvira Italiana, presso il Conservatorio di Stato “Vincenzo Bellini”, ha svolto un’intensa attività didattica. Infatti, da oltre dieci anni, è docente di canto presso la Fondazione The Brass Group, dalla cui scuola si sono formate molte delle realtà musicali contemporanee più significative, specificatamente di area canto jazz. Sono molto rare, invece, le sue apparizioni concertistiche.
L’orchestra Jazz Siciliana rappresenta in Italia la prima e unica orchestra permanente di jazz a partecipazione pubblica. Fondata da Ignazio Garsia nei primi anni ‘70 con il nome di Brass Group Big Band, l’Orchestra Jazz Siciliana ha svolto una intensa e continuativa attività concertistica sotto la guida di alcuni dei più prestigiosi direttori d’orchestra dei mondo. Nel 1990 l’O.J.S. è stata il cardine della «Rassegna Internazionale della Soul Music» di Palermo e nel 1991 ha eseguito, in prima europea, «Epitaph» di Charles Mingus, sotto la direzione di Gunther Schuller. Mentre, per l’esecuzione di pagine del repertorio contemporaneo, l’O.J.S ha partecipato nel ‘94 alla rassegna Suoni del Novecento promossa dall’E. A. Teatro Massimo di Palermo e nello stesso anno, diretto da Clark Terry, l’ensemble ha inaugurato la Stagione Concertistica Estiva con un concerto dedicato a Duke Ellington nel ventennale della scomparsa. Nel febbraio 1996, su invito della Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana, l’OJS ha inaugurato la rassegna “La Musica Colta Afroamericana”, con laprima esecuzione mondiale dal vivo della trascrizione della suite «Porgy And Bess» di George Gershwin/Gil Evans, nuovamente diretta da Gunther Schuller, solista Paolo Fresu. Ai musicisti storici Giuseppe Costa, Vito Giordano, Antonino Pedone, Pietro Pedone, Fabio Riina, Domenico Riina, Salvatore Pizzo e Salvatore Pizzurro che da oltre 20 anni hanno garantito un sound orchestrale caratterizzato da una propria e riconoscibile cifra sonora si sono, in questi ultimi anni, aggiunti Gaetano Agrò, Silvio Barbara, Valerio Barrale, Salvatore Bonafede, Francesco Buzzurro, Sergio Cammalleri, Rita Collura, Stefano D’Anna, Gianni Gebbia, Massimo Greco, Pino Greco, Mimmo La Mantia, Francesco Marchese, Orazio Maugeri, Sergio Munafò, Salvatore Nania, Riccardo Randisi, Mauro Schiavone, Gaetano Tucci, Giuseppe Urso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: