Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 31 marzo 2011

Il delitto dell’Olgiata

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro. Il delitto dell’Olgiata rappresenta a tutt’oggi uno dei casi di cronaca nera più complicati ed intricati che la storia italiana ricordi. Da un punto di vista letterario potrebbe essere addirittura definito come un classico “enigma della camera chiusa”, ma una definizione del genere sarebbe sicuramente riduttiva dato che qui non ci troviamo di fronte ad un’invenzione letteraria. Qui purtroppo abbiamo a che fare con dei fatti. Fatti che ci parlano di un brutale omicidio a tutt’oggi irrisolto, nonostante le eclatanti notizie che sono rimbalzate su tutti i media nel marzo 2011 dopo l’arresto del filippino Manuel Winston Reves. Il libro presenta inoltre un’intervista esclusiva con Melanie Uniacke, la baby-sitter inglese presente nella villa il giorno dell’omicidio e che da più di 15 anni aveva rifiutato di fare qualsiasi dichiarazione sul caso, anche con gli inquirenti. 4.99 Euro Copyright: LA CASE ISBN: 9788890589645

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Economist in edicola domani

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Questa settimana nella sezione Leaders:
• L’ editoriale sulla crescente importanza del ruolo dell’Islam nelle rivolte nei paesi arabi: Islam and the Arab revolution – Religion is growing in the Arab awakening. Westerners hold their nerve and trust democracy
• L’ aticolo su un possibile shutdown del governo americano, simile a quello verificatosi nel 1995-96: Time to stop play-acting and spit out the tea – The Republicans are not being serious about the deficit
• L’articolo sulla politica tedesca: A green revolution – Power may change the greens. That would be a good thing
• Una panoramica sulla situazione di Grecia, Portogallo ed Irlanda; The Economist argomenta come sia neccessario per questi tre paesi tagliare il loro indebitamento il prima possibile: They’re bust. Admit it – Greece, Ireland and Portugal should restructure their debts now Mentre nella sezione Europe: –  Altri due articoli sulla politica tedesca: A greener future? – Two state election have upturned German politics e Westerwelle wasted – The liberal party touches new depths. Time for a new leader? –  L’editoriale sui risultati delle elezioni provinciali francesi e Sarkozy: Giving the UMP the hump – Local election offer more reasons for Nicolas Sarkozy to worry about 2012-  L’ articolo sulla Spagna: Rising rage – Looming local election will be bad for Socialist and immigrants are alike –   La rubrica Charlemagne:The handicapped union – How the weakness of national leaders is paralysing decision-making in the European Union  Editor’s highlights.This week the Arab revolutions continue to command the world’s, and our, attention. So far, they have seemed secular in character; but that’s beginning to change. We report on the growing role of Islam in the revolts, as well as on the battle for Libya, a stand-off in Syria and promising developments in Tunisia. Also this week:
• A willow branch Cricket diplomacy between India and Pakistan
• The Obama doctrine The president’s approach to the world, as illustrated by Libya
• Greece, Ireland and Portugal They’re bust. Admit it
• Australia’s Dutch disease The consequences of the commodity boom
• The maths of war A formula for the shape of conflict
(from Beatrice Mozzi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani: me li gioco come voglio

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Senza andare molto lontano nel tempo bastano alcuni episodi di questi ultimi giorni per capire quanto sia facile governare il nostro paese e trarne lauti profitti. Ci rifilano di tutto a colpi di promesse, mistificazione della realtà, show mediatici con imbonitori da strapazzo e quel che ne segue. C’è da chiedersi, a questo punto, se abbiamo toccato il fondo o ci resta ancora un tratto da percorrere anche se è arduo solo immaginare che si possa fare di più dopo i limiti che stiamo toccando. Certo che se qualche buontempone avesse messo in giro la voce che il nostro presidente del consiglio si fosse presentato a Lampedusa per informarli che vi aveva comprato casa pagandola due milioni di euro, che si riprometteva di aprire un casinò e che avrebbe presentato la candidatura a premio Nobel per la Pace al comune disastrato dall’emergenza migratoria e fossimo al primo aprile non credo che i giornali ne avrebbero parlato anche in presenza di telecamere. Ed invece è tutto vero. E’ tanto vero che anche la notizia che le 40 vichinghe del rais Gheddafi si trovano a Milano in attesa di ricongiungersi con il loro patron e che per l’occasione sono state ordinate 40 divise di poliziotte (a spese del Ministero degli interni) non sembra tanto strana, anzi potrebbe essere classificata verosimile a tutti gli effetti. Ciò che intendo dire è che siamo giunti ad un punto nel quale tutto diventa accettabile e digeribile dagli italiani tanto che chi le dice e ancor più chi le fa sa che in ogni caso può farla franca, anzi se si presenta alle elezioni diventa il più gettonato. Questi italiani, pare dire: “me li gioco come voglio” tanto sono…. E’ proprio così? Ma. Certo che è strano… (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il processo breve diventa emergenza nazionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Roma Camera deputati. Ieri hanno toccato il fondo ed oggi è anche peggio. Questa mattina, all’apertura dei lavori di Montecitorio, come se non fosse bastata la vergognosa pagina di ieri, il caos. Alla ripresa dell’esame sul processo breve, moltissime le assenze tra i banchi della maggioranza. Arriva il soccorso dei ministri costretti ad abbandonare in fretta e furia il Consiglio dei ministri. In nessuna democrazia occidentale i ministri di un governo riunito lasciano precipitosamente la riunione per votare il processo verbale della Camera dei Deputati in soccorso della maggioranza. Così come, in nessuna democrazia occidentale, il ministro degli Esteri Franco Frattini si trattiene l’intera giornata a votare a Montecitorio mentre l’Europa è sconvolta dalla crisi libica. I ministri giungono di corsa, trafelati. Il ministro Brambilla vacilla sui suoi tacchi 14 mentre la Carfagna gingilla sulle sue ballerine con calma partenopea, giungendo per ultima. Dopo sei minuti d’attesa, il presidente Fini chiude la votazione ed è rissa di nuovo. Il governo va sotto sull’approvazione del processo verbale che registrava il vaffa del ministro La Russa all’indirizzo di Fini, la terza carica dello Stato. Il governo è in preda ad una crisi isterica. Il ministro Alfano, in spregio del parlamento, getta verso i banchi la sua tessera: si deve dimettere. Un comportamento inqualificabile per il quale questa mattina, alla ripresa dei lavori, ho chiesto al ministro in Aula di chiedere scusa, ricevendo, per tutta risposta, una risata beffarda. Ho consegnato il tesserino di Alfano ai commessi chiedendo che l’Ufficio di presidenza di Montecitorio prenda provvedimenti contro le intemperanze del ministro della Giustizia. Dai banchi della maggioranza vola un giornale verso il banco della presidenza della Camera e colpisce Gianfranco Fini su un braccio. Niente di tutto questo è mai accaduto nell’Aula di Montecitorio e ve lo raccontiamo in presa diretta visto che i mezzi di informazione asserviti al padrone non vi racconteranno quello che è accaduto oggi. Sono due giorni di ordinaria follia. Ieri, il presidente del Consiglio, a Lampedusa, ha messo in scena la più grande boutade clownesca della storia, mentre tutti i suoi ministri erano in Aula per garantirgli l’approvazione del processo breve. Il ministro La Russa, in cerca di visibilità, gli ha rovinato la festa, dando vita ad una delle pagine più vergognose del Parlamento: un bel vaffa alla terza carica dello Stato. Il premier “la qualunque” è andato a Lampedusa, ha promesso ricchi premi e cotillon, ha comprato una villa da 4 milioni di euro, ha promesso meno tasse, alberi e un casinò. Così, il capo del governo nasconde lo scandalo degli immigrati con le false promesse, confermandosi straordinarie capacità di piazzista. Noi continueremo la nostra battaglia per impedire il colpo mortale alla giustizia. (on. Massimo Donadi Idv)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trombone di Pizzurro al blue brass

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Palermo 1 aprile alle 21.30 al Blue Brass, presso il Ridotto dello Spasimo di Palermo per la Fondazione The Brass Group. Ha lavorato con grandissimi jazzman, quali Bob Wilber, Nathalie Cole, Gil Evans e tanti altri. Questa volta saranno lui e il suo trombone al centro dell’attenzione. Salvatore Pizzurro, primo trombone dell’Orchestra Jazz Siciliana si esibirà col suo sestetto. L’ingresso intero costa 8 euro e 5 euro quello ridotto per i possessori di senior card e allievi della Scuola Popolare di Musica. Il concerto, intitolato “Vieni via con me” è contraddistinto da una consistente presenza di fiati e atmosfere anni ’50 che acquistano nuova freschezza e personalità nella scanzonata interpretazione dell’artista. Con Pizzurro, cinque musicisti di spessore provenienti da differenti esperienze musicali ma accomunati dalla passione per la musica swing e più in generale per le melodie e i ritmi del passato, Giovanni Genovese (tromba), Nicola Giammarinaro (clarinetto), Francesco Giannola (pianoforte), Tommaso Angileri (contrabbasso), Rosario Barretta (batteria). Il loro repertorio, da “Permettete Signorina” a “Eri piccola”, si rivela così un piccolo viaggio nel tempo, attraverso la rivisitazione di celebri canzoni che fanno parte della vita e del costume italiano dagli anni ’30 agli anni ’60 e che hanno accompagnato avvenimenti lieti e drammatici della nostra storia. Sempre in tema di swing, il sestetto ripropone alcune canzoni che hanno reso celebri personaggi come Vinicio Capossela e Paolo Conte.Nato a Montelepre nel 1967, si è diplomato presso il Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini“ di Palermo nel 1989. Primo trombone dell’Orchestra Jazz Siciliana di Palermo, ha lavorato insieme a grandi jazzmen quali Bob Wilber (per la prima esecuzione italiana della Queen’s Suite di Duke Ellington), Gil Evans, Archie Shepp, Bob Brookmeyer, Mel Lewis, Toshiko Akiyoshi, Paul Jeffrey, Ernie Wilkins, Sam Rivers, Francy Boland, Gunther Schuller (per la prima europea di Epitaph di Charles Mingus), Carla Bley, Pete Rugolo, Lester Bowie, Clark Terry, Nathalie Cole. Ha partecipato ai Festival jazz di S. Vito Lo Capo, Sanremo, Praga, Messina, al Vocal Festival Palermo ‘90, e collaborato con Sal Genovese, Triangle Music, Guna Band, Tony Vella. Ha inoltre partecipato all’incisione del disco “Orchestra jazz Siciliana Plays the Music of Carla Bley”, per l’ECM Xtra Watt/4 e, ancora con l’Orchestra Jazz Siciliana, a quella del disco “Three Drums Show” featuring Peter Erskine e Alex Acuña. (pizzurro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trilogia degli occhiali

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Cagliari 6-10 aprile 2011 Viale Trento 19 Teatro Massimo  testo e regia di Emma Dante con Carmine Maringola Claudia Benassi, Stéphanie Taillandier, Onofrio Zummo, Elena Borgogni, Sabino Civilleri, scene Emma Dante, Carmine Maringola costumi Emma Dante disegno luci Cristina Fresia coproduzione Compagnia Sud Costa Occidentale Teatro Stabile di Napoli CRT Centro di Ricerca per il Teatro con la collaborazione di Théâtre du Rond Point – Paris Coordinamento produzione/distribuzione Fanny Bouquerel/ AmunìLa trilogia è composta di tre spettacoli autonomi ma indissolubilmente legati da temi di marginalità: povertà, vecchiaia e malattia. Tutti i personaggi della trilogia inforcano gli occhiali. Sono mezzi cecati. Malinconici e alienati. (acquasanta, ballarini, castello)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alfredo Bovio Di Giovanni Lo spazio del colore

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Napoli 15 – 29 aprile 2011 (Opening: venerdì 15 aprile 2011, ore 17) Castel Nuovo, Sala della Loggia piazza Municipio,  Nuovo, verrà ospitata la mostra dell’artista Alfredo Bovio Di Giovanni (1907-1995), napoletano di adozione, apprezzato dalla critica più autorevole e riconosciuto tra le più interessanti figure del Novecento. La mostra si compone di una selezione di opere, circa trenta, numero equamente diviso tra tele di grande formato e di dimensioni ridotte, che raccontano fasi del percorso artistico dell’autore, con particolare riferimento agli anni Ottanta/Novanta. In questi anni la sua pittura esalta le componenti materiche delle ampie pennellate generose di colore, attraverso le quali talvolta si lasciano intravedere sapienti brani crittografici, allusioni alla ricerca mai trascurata dall’autore di grafico con a cuore il disegno. Compaiono tra i segni, visibili all’occhio attento – perché l’artista vuole attenzione – alcune figure animate: uccelli, profili di donna, occhi montati su improbabili crani squadrati, più o meno celate al di là dello spazio composto da piani verticali che si sommano l’un l’altro in forte spinta ascensionale e discensionale.Curata da Mimma Sardella, la mostra è stata fortemente voluta dalla famiglia come omaggio all’uomo e soprattutto alla personalità dell’artista, per riaccendere l’attenzione sulla sua vasta, interessante e aggiornata opera esibendola in questi giorni alla pubblica fruizione.Il catalogo “Lo spazio del colore”, edito da Massa Editore, è a cura di Mimma Sardella, con la prefazione dell’Assessore alla cultura di Napoli Nicola Oddati e la partecipazione di Antonella Delli Paoli, Pierre Yves Le Duc e Barbara Nazzaro. Foto di Martin Devrient. Il catalogo è in italiano e in inglese. (bovio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Messer tulipano

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Torino. Anche nel 2011, dal 2 aprile al 1° maggio, ritorna al Castello di Pralormo la manifestazione “Messer Tulipano”, dedicata quest’anno al tema del Tricolore, per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. La manifestazione è stata presentata stamani a Palazzo Cisterna. L’inaugurazione è in programma sabato 2 aprile alle 10,30. La stele sarà appunto scoperta sabato 2 aprile alle 12, nell’ambito della giornata inaugurale. In essa viene rievocato il ruolo che il Castello ebbe nelle vicende risorgimentali, soprattutto per merito del conte Carlo Beraudo di Pralormo, che fu Ministro dell’Interno prima e delle Finanze poi sotto il Re Carlo Alberto. Ritiratosi a vita privata nel Castello, dopo la sconfitta del 1849 nella “fatal Novara”, il conte venne immediatamente richiamato da Re Vittorio Emanuele II a contribuire con il suo prestigio e la sua credibilità alle trattative di pace con l’Austria. Carlo Beraudo di Pralormo era infatti ben noto al governo di Vienna e nei circoli diplomatici della capitale asburgica, essendo stato inviato straordinario e Ministro plenipotenziario (cioè ambasciatore) del Re di Sardegna nel delicatissimo periodo che va dal 1821 al 1835. Com’è già avvenuto nel 2010, la Provincia di Torino, contribuisce al successo della manifestazione istituendo unanavetta gratuita con autobus da Torino al Castello di Pralormo nelle domeniche 3, 10,17 e 24 aprile, il lunedì di Pasquetta, 25 aprile e domenica 1 maggio. La navetta partirà dalla stazione di Torino Porta Susa alle 9 e ripartirà da Pralormo alla volta di Torino alle 19. Il servizio sarà gratuito e su prenotazione, fino ad esaurimento dei posti, telefonando al numero 011-8140981.Inoltre sarà disponibile un servizio di bus-navetta dal parcheggio allestito nelle vicinanze del Castello di Pralormo all’ingresso del parco del Castello, in funzione dalle 10 alle 19. (sindaco, messer tulipano)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pier Domenico Magri: Il respiro del cosmo

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Mantova dal 2 al 14 aprile 2011 (Inaugurazione: Sabato 2 aprile, ore 18.00 Orario di apertura: 10.00-12.30 / 16.00-19.30. Chiuso festivi. ) Galleria “Arianna Sartori” via Ippolito Nievo, 10 – tel.  Pier Domenico Magri. Il respiro del cosmo. L’esposizione, curata da Arianna Sartori,  rimane aperta al pubblico fino al 14 aprile, con i seguenti orari: 10.00-12.30 / 16.00-19.30, chiuso festivi.  In questo inizio di secolo, anzi di millennio, davanti ad ogni pittore di un certo rilievo vien fatto di domandarsi, quasi per dare l’avvio ad una sorta di giudizio universale, in che termini egli abbia fatto i conti coll’età che si è chiusa; che poi è come chiedere in che rapporto sia stato con le Avanguardie tardo-novecentesche, a quale si sia avvicinato di più, che cosa ne abbia ricevuto e che cosa abbia dato in cambio. Nel caso di Pier Domenico Magri proprio per il particolare rilievo della sua opera, queste domande sono più pertinenti che per altri pittori. Magri è  un artista solo apparentemente spontaneo, ma soprattutto non ingenuo. Conosce tutte le scaltrezze dell’espressività fino al limite estremo dell’espressionismo astratto (anche un po’ di maniera). Un artista si deve esprimere con i quadri e non con le parole, e con i quadri devono darci la misura del suo rapporto con la vita delle cose e la realtà della natura. E’ quello che fa Magri, e non è da sottacere il fatto che ha una laurea in medicina, che lo mette in un rapporto particolare con le qualità percettive degli esseri umani, che piaccia o non piaccia sono gli ovvi destinatari reali di un’opera d’arte.Pier Domenico Magri è nato a Trescore cremasco (Cremona) il 31 luglio 1943. Una pace generalizzata scandita da quella gamma infinita di sfumature dei verdi delle campagne cremasche, è l’universo scenico e poetico nel quale l’artista è nato ed è diventato adulto. Vive e opera a Milano. (magri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Diritti e Doveri” cittadini extracomunitari

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

La Camera di Commercio di Bari ha sostenuto questo progetto della Cia e della Uil-Bat nella consapevolezza che l’agricoltura, se adeguatamente supportata da politiche mirate, possa essere davvero il prologo – soprattutto in terra di Bari, nella Bat e in Puglia, regione che vanta primati produttivi nazionali a cominciare dall’ortofrutta – di una nuova storia di sviluppo del territorio, anche con riguardo al sociale”. Lo ha dichiarato il presidente dell’ente camerale barese Alessandro Ambrosi, introducendo la conferenza stampa sui risultati del progetto Extrasud, finalizzato a far conoscere ed approfondire le leggi che regolamentano “Diritti e Doveri” per i lavoratori extracomunitari e le aziende agricole. Un progetto formativo che ha visto la partecipazione di molte aziende e di 103 lavoratrici e lavoratori stranieri e che ha consentito tra l’altro di monitorare in modo più approfondito i bisogni e le esigenze di un ambito, quello extracomunitario, che non è solo relativo al mondo del lavoro ma che riguarda anche aspetti familiari, la condizione femminile, i giovani, gli obblighi scolastici, i servizi sanitari, l’integrazione sociale. Sono intervenuti alla conferenza stampa il presidente della Cia Puglia, Antonio Barile, il direttore regionale Franco Catapano, il vice presidente regionale Donato Petruzzi, il presidente della Uil Puglia Aldo Pugliese, il segretario provinciale Uil Bat Vincenzo Posa e alcuni extracomunitari che hanno partecipato al progetto. (foto convegno)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccordo Villesse – Gorizia

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Chiusura per lavori Sabato 2 aprile, dalle tre del mattino a mezzogiorno, chiusura del raccordo autostradale Villesse-Gorizia nel tratto Villesse-Gradisca in entrambe le direzioni. Restringimento per pavimentazioni notturne tra Portogruaro e San Stino, in A4, tra il venerdì 1 e sabato 2 aprile. Proseguono a pieno ritmo i lavori per l’adeguamento a sezione autostradale della Villesse-Gorizia. Questo fine settimana, fra i lavori più impegnativi, è in programma la posa di cavi Enel e Telecom, operazione che richiederà la foratura dell’asfalto in alcuni punti. Sabato 2 aprile, dalle 3 del mattino alle 12.00, sarà quindi chiuso, in entrambe le direzioni di marcia, il tratto compreso tra lo svincolo di Villesse e quello di Gradisca d’Isonzo. Durante le ore di chiusura il traffico sarà deviato sulla viabilità ordinaria attraverso percorsi alternativi. In A4, per lavori di stesura dell’asfalto, tra le 21.00 di venerdì 1 aprile e le 7.00 di sabato 2 aprile, sarà chiusa la corsia di marcia per circa 1 chilometro e mezzo, tra la barriera di Venezia est e lo svincolo di Quarto d’Altino in direzione Venezia. Il traffico, pertanto, scorrerà solo sulla corsia di sorpasso. Ulteriori lavori di manutenzione in autostrada saranno effettuati tra sabato 2 e domenica 3 aprile, nel tratto compreso tra Portogruaro e San Stino di Livenza in direzione Venezia,  dove sarà attivata una chiusura della corsia di marcia di circa 500 metri, per lavori di ripristino del terreno franato a margine della carreggiata.Continuano anche i lavori di manutenzione dei guard rail  centrali e laterali, interventi che vengono effettuati costantemente, quando le condizioni meteorologiche lo consentano. Da lunedì 28 marzo, infatti, sono in corso su tutta la rete di competenza restringimenti notturni, ovvero brevi chiusure alternate delle corsie di marcia e sorpasso a basso impatto sulla circolazione. I lavori, che proseguiranno per tutta la settimana, non saranno eseguiti in caso di maltempo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diario di una borderline

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Roma 31 marzo 2011 a partire dalle ore 17.30, a Palazzo Valentini Sala della Pace – Via IV Novembre 119/A – Provincia di Roma –  si terrà una Tavola Rotondain cui verrà presentato il nuovo libro di Eugenio Cardi (alla sua sesta pubblicazione): “Irene F. – diario di una borderline”ed in cui sarà possibile trattare più da vicino il disturbo borderline di personalità e soprattutto la correlazione esistente tra tale patologia e abuso sessuale subito in età infantile. Oltre all’autore del libro, Eugenio Cardi, interverranno l’Assessore alle Politiche Sociali, Claudio Cecchini, Il Prof. Luigi Cancrini e la Dott.ssa Maria Beatrice Toro con la moderazione di Sandro Petrone. “Irene F. – diario di una borderline”è pubblicato in Italia dalla Casa Editrice “I libri di Emil” ed in Francia da “Mon Petit Editeur”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“E..migrazioni. Il valore dei popoli”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

L’Associazione culturale Barbara Alpi ha deciso di bandire un concorso video sul tema dell’emigrazione, passata e presente, che si terrà a Compiano (in provincia di Parma) con il patrocinio del Ministero del Turismo, della Regione Emilia, della Provincia e del Comune di Compiano  e la collaborazione del Museo Gli Orsanti e del Castello di Compiano. A sostenere il concorso è la Fonderia delle Arti di Roma, una struttura polifunzionale che si pone come obiettivo di fornire ai giovani competenze artistiche di alto livello, grazie anche alla collaborazione con il Centro di Formazione Cinematografica nazionale e la casa di produzione cinematografica Lutey Film Production. Allo scopo di favorire la crescita professionale dei partecipanti e accompagnarli lungo il loro percorso lavorativo saranno messi in palio tre premi:I premio: frequenza nella scuola di cinema all’interno della Fonderia delle Arti di Roma di  uno dei moduli a scelta tra Montaggio, 3D, Effetti specialiII premio: euro 1000 messo a disposizione dal Museo Gli OrsantiIII premio: realizzazione di un trailer del video in gara all’interno della Fonderia delle Arti. Il vincitore potrà partecipare personalmente alle sedute di montaggio e realizzazione coadiuvato dallo staff della scuola.  in grado di raccontare l’emigrazione da una prospettiva unica e originale, ma soprattutto nuova. Il concorso video ha l’obiettivo di costituire l’ideale esperienza formativa per giovani registi e gli studenti di cinema, un tipo di esperienza che permette di raggiungere i propri obiettivi, una crescita professionale ma anche umana. La partecipazione al concorso è aperta a tutti gli interessati all’argomento, sia professionisti che amatori. Il cortometraggio può essere sviluppato, a scelta, tra i seguenti format video:
• inchiesta, reportage o documentario
• fiction o docufictionI video dovranno essere presentati su supporto dvd e la loro durata dovrà essere compresa tra i 5 e i 30 minuti. Quota di iscrizione per tutti i partecipanti: 20 euro. L’iscrizione dovrà essere effettuata compilando la scheda tecnica di partecipazione comprensiva di liberatoria per l’utilizzo dell’opera entro il 10 Maggio 2011 collegandosi al sito  www.emigrazioni.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

4.700 i profughi in arrivo nel Lazio

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

È questa la quota stabilita dal Viminale rispetto ai cinquantamila in fuga dal Nord Africa che, secondo le indicazioni del ministro Roberto Maroni, verranno spalmati su tutte le regioni italiane in base al criterio di un migrante ogni mille abitanti. La provincia di Roma ne ospiterà circa 3mila, un migliaio fra Frosinone e Latina, il resto fra Rieti e Viterbo. Una risposta tempestiva, da parte del Comune, che sorprende il viceresponsabile regionale dell’Italia dei Diritti, Carmine Celardo, il quale ribadisce “la totale vicinanza e solidarietà di tutta l’Italia dei Diritti alle popolazioni del Nord Africa e la volontà di aiutarli con ogni mezzo a difendersi da assassini e mercenari pagati dal criminale di turno, ma –  continua Celardo – resto stupito di come questa destra fino a ieri xenofoba si sia improvvisamente, dopo l’esclusione dell’Italia dal tavolo di concertazione dei Paesi intervenuti in sostegno delle popolazioni del Maghreb, attivata cercando immobili, ottenendo addirittura dal Vaticano la disponibilità a trovare luoghi di ricovero” Certo, al momento non sono previsti nuovi insediamenti nell’area metropolitana di Roma, ma è curioso come “non ci sia stata la stessa velocità ad attivarsi per quelle 10mila famiglie romane sotto sfratto e in attesa di un alloggio popolare”, commenta sorpreso il rappresentante regionale del movimento guidato da Antonello De Pierro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anche Mantovano pugnalato alle spalle!

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

“Anche il sottosegretario all’Interno Mantovano è stato pugnalato alle spalle da Berlusconi! Le sue dimissioni sono la prova della scelleratezza delle scelte di questo governo rispetto alle politiche sulla Sicurezza”. Ad affermarlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato indipendente di Polizia. “La gestione a tratti grottesca dell’emergenza immigrazione, con il quotidiano tradimento degli impegni assunti il giorno prima, e un premier tanto fuori dalla realtà che pensa di risolvere il dramma di Lampedusa acquistando una villetta, ha convinto una persona seria come Mantovano a farsi da parte. E’ ancora una volta evidente che il sottosegretario e soprattutto il ministro dell’Interno Maroni, che si vedono continuamente sconfessati da Berlusconi, non hanno alcun peso nelle scelte del Governo. Per questo ci aspettiamo, e lo chiediamo da tempo, che anche Maroni abbia il coraggio di dimettersi, smettendo di essere complice dei disastri che questo Governo sta causando al Comparto sicurezza e a tutti i cittadini italiani”. (n.r. ma siamo sicuri che le dimissioni sono definitive? Il passato ci rende prudenti. Ricordiamo Mara Carfagna? La ministra Prestigiacomo? Sono rientrate dopo il “colloquio chiarificatore” con il grande affabulatore)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lampedusa: Premio Nobel Pace?

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

“Annuncia di aver comprato casa a Lampedusa, di voler chiedere il conferimento del premio Nobel per la Pace all’isola, di avere un piano pronto per liberare il territorio dai migranti in 48-60 ore. Annunci, i soliti, spettacolari, ridicoli annunci, che, per quel poco di serio che contengono, andranno a finire come quelli fatti per il terremoto dell’Aquila o per i rifiuti di Napoli”. Lo dice in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera. “Berlusconi, insomma – aggiunge Borghesi – persevera con la sua fantapolitica, con il suo modo giullaresco di incantare le folle, mentre nell’Aula del Parlamento la sua maggioranza, alla presenza di tutti i ministri, guarda caso inaspettatamente liberi da un cdm rinviato per la presenza del premier a Lampedusa, mette in atto il più vergognoso dei colpi di mano”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La collettività polacca”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Roma 31 marzo 2011 ore 17.00 – 19.00 Radio Vaticana Piazza Pia, 3 (Via della Conciliazione)una serie di incontri dedicati alle collettività di immigrati a Roma, con l’introduzione di padre Federico Lombardi. Questa iniziativa, promossa dalle organizzazioni cui fa capo l’Osservatorio Romano sulle Migrazioni (Caritas diocesana, Camera di Commercio e Provincia di Roma), si propone di presentare questi gruppi nazionali che ormai costituiscono parte strutturale del tessuto sociale della Capitale e dell’intera area romano-laziale. Gli incontri sono imperniati sul più ampio coinvolgimento non solo delle realtà istituzionali, sociali e religiose (a partire dai cappellani degli immigrati, coordinati dalla Fondazione Migrantes), ma anche delle strutture collegate a queste stesse collettività, dalle ambasciate alle associazioni, dagli imprenditori ai mediatori culturali, ai giornalisti e così via. L’incontro di apertura è dedicato alla Polonia, di cui, nella ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, va ricordata la partecipazione a diverse iniziative del Risorgimento e, durante le tragiche vicende della seconda guerra mondiale, l’apporto che il II Corpo d’Armata polacco diede per sfondare la “linea Gustav” e, quindi, la “linea Gotica” per liberare Bologna, a costo di 4mila morti e 9mila feriti. Questi soldati erano poco più di 100mila, all’incirca tanti quanti sono adesso gli immigrati polacchi, dei quali un quinto è concentrato nell’area romana. La collettività polacca, nella quale le donne incidono per il 70%, è uno dei casi più significativi del cosiddetto “spreco dei cervelli” e, ciò nonostante, si tende ancora a inquadrarle sempre come collaboratrici domestiche. L’inserimento di questa collettività è pacifico e fruttuoso: sono circa 11.000 gli studenti e altrettanti i polacchi che hanno acquisito la cittadinanza italiana, specialmente a seguito dei matrimoni misti di donne polacche con italiani. A Roma la collettività dispone di diverse strutture istituzionali (l’Accademia e l’Istituto di cultura, ad esempio), di realtà culturali e associative e di una rete pastorale ramificata che ha il suo centro nella Chiesa di S. Stanislao in via delle Botteghe Oscure. I problemi, tuttavia, non sono pochi se si inquadra la situazione attuale nell’ottica di un miglioramento economico, occupazionale, socio-culturale e religioso, e ciò riflette quanto sta avvenendo a livello più generale in Italia. Su questi aspetti è stata predisposta dai redattori del “Dossier Statistico Immigrazione Caritas/Migrantes” una scheda con dati aggiornati che sarà distribuita ai partecipanti durante l’incontro.Una collettività di immigrati “normale”, insomma, che costituisce un invito a parlare “in positivo” degli immigrati. Il nutrito programma dell’incontro prevede l’intervento di vari relatori polacchi e italiani, mentre a chiudere i lavori sarà il Console della Polonia a Roma, Jadwiga Pietrasik.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attori e pose inedite

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Cesena dal 9 aprile all’8 maggio alla Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto la mostra del concorso nazionale per fotografi di scena, che raccoglie le migliori foto scattate sui set dei film e delle fiction italiane delle ultime  In parallelo dal 6 all’8 aprile è in programma la 7ª edizione del Backstage Film Festival dedicata a Mario Monicelli e al suo legame con il Centro Cinema Città di Cesena Sono stati proclamati i vincitori della 14ª edizione di CliCiak, il concorso nazionale per fotografi di scena nato dal particolare interesse che il Centro Cinema Città di Cesena e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena dedicano da oltre un decennio alla fotografia di scena. Quest’anno le foto pervenute per la 14ª edizione di CliCiak sono state 1.200, e sono andate ad arricchire un archivio che ora conta oltre 100.000 fotografie di scena.La giuria, composta da critici, giornalisti e fotografi professionisti, ha premiato, fra le altre, le foto scattate sui set di Il figlio più piccolo di Pupi Avati, La Passione di Stefano Mazzacurati,La prima cosa bella di Paolo Virzì, Una vita tranquilla di Claudio Cupellini (per l’elenco completo dei fotografi e dei set premiati vedi scheda in allegato). La mostra delle foto vincitrici, insieme ad una selezione dei migliori scatti partecipanti (per un totale di circa 80 foto), sarà allestita a Cesena alla Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto dal 9 aprile all’8 maggio ed è accompagnata da un catalogo pubblicato per l’occasione. Il taglio del nastro è in programma sabato 9 aprile alle ore 16. CliCiak è un concorso che si è affermato di edizione in edizione a livello nazionale e internazionale (negli anni le selezioni dei materiali fotografici inviati a CliCiak hanno viaggiato anche a New York, San Francisco, Annecy, Villerupt, Marsiglia, Parigi, Mosca) e che attualmente, vista la mole di fotografie a colori e in bianco e nero che ogni anno vengono sottoposte al giudizio della giuria, documenta tutte le principali produzioni cinematografiche e televisive italiane delle ultime stagioni. Anche quest’anno, dopo Cesena, la mostra di CliCiak farà tappa in diverse città italiane. (foto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sapienza: Tutto Bach

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Roma 5 aprile ore 20.30 Aula Magna – Sapienza Università  – piazzale Aldo Moro 5  la IUC presenta il clavicembalista Ton Koopman e la violinista Catherine Manson in un “tutto Bach”. Insieme eseguiranno le ultime tre delle sei Sonate per violino e cembalo di Johann Sebastian Bach, cui alternerannodue altri famosi pezzi del Kantor di Lipsia, la Fantasia cromatica e Fuga per clavicembalo solo e la Ciaccona dalla Partita in re minore per violino solo. Bach era un grande clavicembalista ma anche un ottimo violinista e il suo amore per questi due strumenti è evidente in queste tre Sonate in cui violino e clavicembalo dialogano strettamente, valorizzando al massimo sia le qualità cantabili dello strumento ad arco che le possibilità contrappuntistiche dello strumento a tastiera. Scritte tra il 1718 e il 1722 a Köthen, durante quello che Bach stesso considerava il periodo più felice della sua vita sia sotto l’aspetto personale che professionale, queste Sonate uniscono il severo contrappunto che Bach aveva appreso dai maestri della Germania del nord e la melodia semplice e pura che aveva scoperto studiando gli italiani. La Fantasia cromatica e Fuga per clavicembalo fu composta nello stesso periodo ma venne scoperta e pubblicata solo nel 1802. Questa musica intensa e grandiosa fu una delle opere di Bach più amate nel periodo romantico ed è formata da una Fantasia virtuosistica e audace nella sua sperimentazione di nuovi territori armonici e da una Fuga rigorosa e severa. La Ciaccona per violino solo – ultimo movimento della Partita n. 2 in re minore – è un’antica danza di origine spagnola, lenta e severa, caratterizzata da una serie di variazioni melodiche su un basso, che si ripete ostinatamente sempre uguale. Il violino è chiamato qui a compiere una serie di prodigi per superare quelle che sembrano le sue possibilità naturali, suonando contemporaneamente sia la melodia che l’accompagnamento: questo celebre pezzo costituisce un banco di prova per ogni violinista ed è una delle opere più famose di Bach.L’olandese Ton Koopman ora ha sessantasei anni e da quando ne aveva venticinque e fondò l’Amsterdam Baroque Orchestra è considerato tra i massimi interpreti di Bach, sia nel ruolo di direttore sia in quello di cembalista e organista. Ascoltare Bach nella sua interpretazione – coerentemente e assolutamente filologica ma anche intima e personale – ha costituito per molti un’esperienza fondamentale per scoprire tutta la ricchezza di questa musica così complessa.BIGLIETTI: Interi: da 20 euro a 30 euro (ridotti da 15 euro a 25 euro) Giovani: (under 30): 8 euro Bambini: (under 14): 4 euro (manson, ton, koopman)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Oscar e la dama rosa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Bologna Domenica 3 alle ore 16 Teatro Duse – Via Cartoleria, 42 Valeria Valeri in “Oscar e la dama rosa”. Regia di Giancarlo Zanetti. Prezzi:  Platea   €  15,00 1° Galleria €  10,00 2° Galleria   €  7,00Andy, i protagonisti, si scrivono per tutta la vita, rincorrendosi, amandosi, detestandosi,sfuggendosi, perdendosi di vista, ma per sempre e comunque avendo un fortissimo bisogno l’uno dell’altra. Un legame per tutta la vita e oltre la vita. Una commedia densa di emozioni, divertimento e grande umanità, che è stata rappresentata per la prima volta a Brodway nel 1990, riscuotendo grandi successi Il percorso di due vite, dall’infanzia alla vecchiaia, attraverso un toccante e ironico carteggio epistolare. Melissa e. Nel momento in cui il mondo vibra più che mai di fanatismo in ogni angolo, dove la religione abbraccia le armi, ecco uno spettacolo-progetto in forma di racconti, che riconciliano l’uomo con se stesso, con una semplicità e una umanità sorprendente. Oscar, un bambino al quale non si parla più, perche il suo stato di salute fa paura, il bambino che soffre del silenzio di chi gli sta accanto, del silenzio del cielo, delle domande lasciate senza risposta. Oscar scrive a Dio. Schmitt con semplicità e grande poesia ci regala questo piccolo gioiello d’amore, di tenerezza, commozione e divertimento. Un incontro ravvicinato con il mito vivente del teatro italiano. (valeria valeri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »