Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Austria: proposta di riforma sull’asilo

Posted by fidest press agency su domenica, 3 aprile 2011

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per la nuova proposta di modifiche alla legge austriaca in materia d’asilo che restringe ulteriormente i diritti dei richiedenti asilo e potrebbe, se implementata,  risultare dannosa in particolare per gli interessi dei minori. Le modifiche in discussione costituiscono il quarto gruppo di revisioni da quando, nel 2006, la legge è entrata in vigore. La proposta sarà discussa in Parlamento la prossima settimana e la sua adozione è prevista per questo mese. Di particolare preoccupazione – per l’UNHCR – le disposizioni che richiederebbero ai nuovi richiedenti asilo di restare nei centri d’accoglienza fino a sette giorni, con possibile detenzione per chiunque violi questa regola. Per l’UNHCR ciò costituirebbe una ingiustificata violazione della libertà di movimento. E potrebbe anche impedire ai nuovi richiedenti asilo di ottenere consulenza o assistenza legale scelti liberamente. La nuova legge potrebbe avere un impatto negativo anche su  minore, in attesa dell’esito su una domanda d’asilo e i cui parenti già risiedano legalmente in Austria. Le famiglie potrebbero restare separate anche per una settimana.  Un ulteriore aspetto problematico della riforma riguarda la detenzione dei minori. I minori di età inferiore ai 14 anni non sono oggetto della legge, ma quelli tra i 14 e i 18 anni potrebbero invece essere soggetti a detenzione. L’UNHCR esorta i membri del Parlamento austriaco ad assegnare priorità al superiore interesse del minore, in conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e con La Carta dell’Unione Europea dei diritti fondamentali.

Una Risposta a “Austria: proposta di riforma sull’asilo”

  1. michaelangelus said

    Ogni uomo non viene al mondo solo con la bocca,ma con due braccia ed un cervello.Ogni uomo è quindi una risorsa in più e porta ricchezza dove si trova.Chi lo deve accogliere però deve saper creare le condizioni per valorizzare ogni immigrato.Se lo rifiuta dimostra la sua incapacità di amministrare il suo paese.La storia dimostra che tutte le invasioni dei vari popoli nei vari territori sono stati il propulsore allo sviluppo economico e civile di quei territori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: