Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 8 aprile 2011

Arte Contemporanea: SeiSud

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Gubbio (Pg) Palazzo Ducale, Via della Cattedrale 1 Inaugurazione sabato 16 aprile, ore 18.00 (fino al 21 maggio 2011) Opere di  Domenico Cordì, Sebastiano Dammone Sessa, Giuseppe Negro, Fabio Nicotera, Vincenzo Paonessa, Ernesto Spina  a cura di Andrea Romoli Barberini. La mostra di Palazzo Ducale rappresenta, con le pitture e sculture a parete di grande formato, per un totale di circa 40 manufatti, il luogo di partenza di una lunga e articolata itineranza che toccherà, tra spazi pubblici e gallerie private, altre sei città di quattro diverse regioni d’Italia, per terminare il suo percorso nelle sale della GNC (Galleria Nazionale di Cosenza – Palazzo Arnone). Dopo Palazzo Ducale a Gubbio, la mostra, che è corredata da un catalogo con testo di presentazione di Andrea Romoli Barberini, sarà presentata in forma ridotta a Perugia (Galleria Il Gianicolo), Reggio Emilia (Galleria Bonioni), Maierà (Cs) (Spazio Expo Sud/Diamante Arte Contemporanea), Roma (Galleria della Tartaruga) e di nuovo, integralmente, a Cosenza (Galleria Nazionale di Cosenza – Palazzo Arnone). (paonessa, nicotera, negro, dammone, cordì)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non incontrare l’orco

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Roma dal 12 al 17 aprile via Nicola Zabaglia 42, Teatro di documenti (da martedì  a sabato ore 20.45, domenica ore 18.00  Biglietti: Intero 13,00 Ridotto 10,00 Tessera associazione 2,00) Non incontrare l’orco ideazione e regia di Anna Ceravolo e Carla Ceravolo con Alessandro Belardinelli, Chiara Benedetti, Cristina Maccà, Valentina Mannone, Lavinia Salani, Alessandra Silipo, Arianna Bindi, Valentina Di Blasi, Karihua Ferrero con il contributo di Carlotta Bon e Verdiana Gerolami prod. Associazione Teatro di Documenti con il Patrocinio di Telefono Azzurro Non incontrare l’orco, progetto che ha ottenuto il patrocinio di Telefono Azzurro, approfondisce un tema che abbiamo iniziato a trattare nel 2009 in concomitanza dei vent’anni della Carta dei Diritti dell’Infanzia e di cui, senza abbassare la guardia, vogliamo continuare ad occuparci anche oltre l’anniversario della firma di quel documento. Perché le ferite inflitte all’infanzia sono senza perdono e senza guarigione, una macchia incancellabile sul cuore del mondo, la più vigliacca delle vergogne.Suddiviso in 4 movimenti – prologo il sogno di pollicino; I° atto incubo; intermezzo il sapore del latte; II° atto fratello sorella -, lo spettacolo si avvale di linguaggi molteplici propri di differenti codici artistici: linguaggio artistico-visivo che interpreta il linguaggio giuridico della Carta dei Diritti dell’Infanzia in opere scultoree, pantomima, linguaggio musicale-sonoro, teatro di parola, cibo, e che richiede la partecipazione diretta del pubblico, in un affresco corale che invoca la poesia per esorcizzare il dolore dell’infanzia. Lo spettacolo è itinerante in tutti gli spazi del Teatro di Documenti. http://www.teatrodidocumenti.it (non incontrare l’orco)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protagoniste dimenticate

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Castello di Miradolo, 16 aprile al dalle 10 alle 12, mostra “Protagoniste Dimenticate. Le donne nel Risorgimento piemontese”. Dopo una breve presentazione della mostra, con un’attenzione particolare ai ritratti, si affronterà il tema della pittura di genere in Piemonte nell’Ottocento, della coesistenza della ritrattistica con la pittura di paesaggio, dell’uso diffuso della miniatura, del percorso che dal ritratto conduce alla fotografia. Durante il laboratorio i partecipanti saranno invitati a disegnare un rapido schizzo a lapis di un ritratto a scelta e a riprodurlo su cartoncino ruvido ad acquerello, in formato miniatura.Domenica 17 aprile alle 15 il Castello di Miradolo farà anche da sfondo della pièce teatrale della compagnia C.A.S.T. con una messa in scena dedicata a una delle protagoniste dimenticate del nostro Risorgimento, Giulia Molino Colombini, poetessa, scrittrice e patriota di Miradolo. Per informazioni e prenotazioni: 0121-502761.La Provincia di Torino mette a disposizione una navetta gratuita, prevista tutti i sabati, con partenza da piazza CLN alle 14.30 e rientro dal Castello di Miradolo previsto entro le 18.30. I visitatori che arrivano con la navetta hanno a disposizione una visita guidata della mostra al costo di 3 Euro. La prenotazione è obbligatoria, telefonando al numero 0121-502761.Orari della mostra “Protagoniste Dimenticate”: martedì, mercoledì e giovedì dalle 14 alle 18 (mattino aperto su prenotazione per gruppi e scolaresche) e venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Durante le festività la mostra avrà i seguenti orari: domenica di Pasqua dalle 10 alle 19, Lunedì di Pasquetta dalle 10 alle 19, 1° maggio dalle 10 alle 19 e 2 giugno dalle 10 alle 19. Costi: biglietto intero 7 Euro, ridotto 5 Euro (gruppi, convenzionati, studenti fino a 26 anni, over 65, militari), ridotto bambini sotto i 14 anni 3 Euro. Gratuito per i bambini fino a 6 anni e i titolari dell’Abbonamento Musei (giulia molino, castello di miradolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Figurativo segnico”

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Catania Dal 9 al 22 aprile 2011 Accademia Federiciana, via Borgo 12 Amelia Nicolosi Ferro Figurativo segnico” è il titolo della mostra personale che Amelia Nicolosi Ferro, artista siciliana la cui ricerca si alimenta della grande tradizione figurativa del ‘900 italiano, presenta a Catania nella sede dell’Accademia Federiciana. Organizzata con il patrocinio della casa editrice Kritios Edizioni, l’esposizione, curata dal critico d’arte Fortunato Orazio Signorello, si terrà dal 9 al 22 aprile. Dell’artista, che è nata ad Acireale (Catania) l’11 gennaio 1926, la mostra propone una trentina di opere di medio e grande formato che sono testimonianza di un’arte figurativa che, condotta in totale autonomia, ben evidenzia l’abilità tecnica ed esecutiva dell’artista. Gli accordi di colori scelti  in modo molto personale, l’intervento suggestivo della luce, l’anatomia trattata plasticamente come armonia di volumi, una scoperta tendenza al simbolismo, l’inatteso accostamento di forme in spazi immaginari lasciano partecipare ampiamente la fantasia riuscendo a creare una dimensione diversa al di là della leggibilità di impianto. Si veda ad esempio “Estasi”, dove il nudo classicamente inteso è inserito nell’ampio paesaggio impressionistico con una felicità di invenzione che carica il quadro di significati e richiami. L’affinamento della tavolozza, l’approfondimento delle tecniche, lo studio del disegno, la maturazione dello stile dimostrano costantemente la serietà con cui questa pittrice, che ha conseguito molti premi in concorsi e rassegne d’arte contemporanea in Italia e all’estero, persegue il suo impegno artistico in una continua ricerca di compiutezza espressiva. L’artista ha esposto nelle principali città italiane e straniere. Consensi alla sua pittura sono venuti dai maggiori critici d’arte. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. La mostra potrà essere visitata nei giorni feriali dalle ore 17,30 alle ore 20. Ingresso libero. http://www.accademiafedericiana.org/ (amelia nicolosi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dear George

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Palermo 8 aprile alle 21.30, al Blue Brass, presso il Ridotto dello Spasimo dove sarà presentato “Dear George”, il nuovo album di Flora Faja, una produzione discografica edita dalla Fondazione The Brass Group che vede la cantante Flora Faja affiancata da grandi nomi del panorama jazzistico internazionale in un’omaggio a George Gershwin. Per assistere alla presentazione l’ingresso intero costa 8 euro mentre il ridotto costa 5 euro per i possessori di Senior Card e per gli allievi della Scuola Popolare di Musica. Prevendite presso la sede della Fondazione The Brass Group da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00 e, nei giorni di concerto, al botteghino a partire dalle 20.30. Questo lavoro giunge a poco più di un anno da Italian Songs – che ha portato Flora Faja a classificarsi tra le prime posizioni nel top Jazz 2009 come miglior cantante e fregiarsi quindi del titolo di regina del Jazz siciliano conosciuta su tutto il territorio nazionale – ed è incentrato, come già anticipato, sulle meravigliose melodie di George Gershwin con orchestrazioni affidate a uno dei massimi esperti del panorama musicale internazionale:il pianista compositore Giovanni Mazzarino. Il concerto di venerdì vedrà alla batteria il mitico Adam Nussbaum, eccellente batterista e percussionista che annovera tra le sue frequentazioni e collaborazioni nomi del calibro di Stan Getz, Gil Evans, Micheal Brecker, Sonny Rollins, Eliane Elias, James Moody, Pat Metheny, ecc; Al contrabbasso Rosario Bonaccorso partner di importanti artisti a livello nazionale e internazionale quali: Enrico Rava, Stefano Di Battista, Flavio Boltro, Gino Paoli e tanti altri ancora. Un altro importante solista è il trombettista Fabrizio Bosso che ha al suo attivo collaborazioni, tanto per citarne alcuni, con Stefano Di Battista, Mario Biondi, Sergio Cammariere, Bob Mintzer, Randy Brecker. (flora faja)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Economist di oggi

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Questa settimana segnalo nella sezione Leaders: L’ editoriale sul problema delle pensioni. Viene analizzato come demografia e rendimenti degli investimenti in calo hanno assicurato che i pensionati ricchi del mondo dovranno lavorare più a lungo di quanto originariamente previsto: 70 or bust! – Current plans to raise the retirement age are not bold enough   L’ articolo su i problemi fiscali dell’America: Praising Congressman Ryan – At long last somebody is trying to grapple with America’s  fiscal troubles  L’analisi sul Portogallo: The third bailout  –  How to make sure the latest bailout marks the beginning of the end of the euro zone’s debt crisis    L’ articolo sulla diffusione del fontamentalismo islamico nella Ciscaucasia:Islam inflamed –  Muslim fundamentalism is on the rise in the north Caucasus. To stop it, Russian policy must change Mentre nella sezione Europe:
• L’articolo che si occcupa della crescente tensione per le elezioni russe del 2012: The Putin v Medvedev tandem  –  New signs of tension at the top as Russia’s 2012 presidential election looms
• Gli articoli sull’Italia, il primo che analizza la situazione economica del nostro paese: The euro’s Achilles heel – Sounder public finances, but a weaker economy: that is Italy today, mentre l’altro che si occupa di Berlusconi e del caso Ruby: Opening the rubygates – The prime minister’s latest trial may not be the most dangerous for him
• L’editoriale che si occupa del dibattito sull’Islam in Francia: On a mat and a prayer  –  A new debate reflects strains over the place of Islam in France
• L’analisi sulla politica estera turca, ambivalente circa le operazioni NATO in Libia: Erdogan’s lament – What lies behind Turkey’s ambivalence over NATO’s operation in Libya
• L’ articolo sulla Spagna:  Exit plan – The Socialist  contemplate who would be their best new leader
• La rubrica Charlemagne:Choosing new friends – The European Union is struggling to help Arab revolutionaries Editor’s highlights
• With a hiatus in the flow of big news events, we take the opportunity to look at a long-running problem that doesn’t often produce headlines, but is gradually getting worse. Demography and declining investment returns have ensured that rich-world retirees will have to work longer than they originally expected. Governments have started to grapple with the problem, but because life expectancy is continuing to rise–we are gaining about a month a year–planned reforms are not bold enough. Also in this week’s issue
• Portugal capitulates: Europe’s third bail-out
• Russia and Islam: The empire frays in the north Caucasus
• Gendercide in India: The sex ratio worsens
• Praising Congressman Ryan: An attempt to get to grips with America’s fiscal troubles
• An interstellar internet: A modest proposal (from Beatrice Mozzi) (the economist)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lauree di informatica

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Camerino Sessione di laurea insolita quella che ha visto giungere all’ambìto traguardo ben 30 studenti dei Corsi di Informatica di Unicam. Insolita perché si è tenuta non in ambiente accademico, ma nella splendida cornice del Teatro Marchetti di Camerino.  I Responsabili della sezione di Informatica della Scuola di Scienze e Tecnologie di UNICAM hanno scelto infatti di delocalizzare  la cerimonia di discussione della tesi di laurea in luoghi ed ambienti della città e del suo comprensorio per far conoscere le potenzialità culturali, artistiche e storiche di Camerino.   “La prima sede che ci ha ospitati – ha dichiarato il prof. Alberto Polzonetti, tra i promotori dell’iniziativa – è stata  la ex chiesa di Santa Caterina lo scorso mese di febbraio. Voglio porgere a nome dell’intero gruppo un ringraziamento al Sindaco di Camerino, Dario Conti, per l’onore che ci ha concesso nel poter utilizzare questi meravigliosi luoghi”.  La Commissione di laurea era composta dai docenti Polzonetti Alberto, che ne era anche il Presidente, Nicola Cannata, Rosario Culmone, Maria Concetta De Vivo, Fausto Marcantoni, Emanuela Merelli, Francesco Maria Rietti. A proclamare i laureati il Prof. Flavio Corradini, vice direttore della Scuola di Scienze e Tecnologie. (lauree informatica)

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uno sguardo al Medio oriente

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Roma, da sabato 16 a mercoledì 20 aprile 2011 Accademia di Francia a Roma Villa Medici Viale Trinità dei Monti, 1 presenta la prima edizione di CineMondo, rassegna cinematografica che volge lo sguardo ai paesi del Medio Oriente – in particolare per questa occasione al Libano, Siria, Israele e territori palestinesi – mostrando film e documentari in anteprima e in proiezione speciale, premiati dalla critica internazionale per la loro forza espressiva e originalità; film fantasma, presentati in molti festival, a Venezia, Berlino, Cannes, ecc. e che difficilmente troveranno una distribuzione in Italia. In collaborazione con il Festival Internazionale del Documentario di Marsiglia – che da oltre 20 anni programma, con coraggio e grande originalità, una panoramica dell’attuale produzione documentaria del mondo – la rassegna sarà una vetrina sul cinema più recente e inedito di alcuni paesi del Medio Oriente, in un dialogo permanente e forte con le generazioni di registi e autori del passato. Registi del presente, come Monika Borgmann, Hala Alabdalla, Mohammad Ali Atassi o ancora Raed Andoni e Avi Mograbi saranno protagonisti di questa edizione e mostreranno fino a che punto il cinema sia diventato un linguaggio artistico di vitale rilevanza, anche e soprattutto in un panorama storico e culturale in continua e violenta evoluzione. La rassegna si aprirà sabato 16 aprile con un omaggio speciale al grande regista siriano Omar Amiralay, recentemente scomparso, tra i più influenti cineasti del mondo arabo. (uno sguardo al medio oriente)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hello dolly!

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Dolly

Image by Phillip via Flickr

Venezia 10 aprile, ore 16.30 Teatro Toniolo, Mestre l’operetta Hello Dolly! è in scena al teatro Toniolo di Mestre, ultimo appuntamento della Stagione di prosa 2010-2011 organizzata dal Comune di Venezia, Produzioni culturali e Spettacolo in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven. Dolly Levi è un’affascinante vedova, sensale di matrimoni, che stanca di essere sola, decide di riprendere marito. L’uomo che le interessa è un suo cliente, Orazio Vandergelder, un ricco parsimonioso commerciante di mezza età, proprietario di un negozio di mangimi dove lavorano i due giovani commessi  Barnaby e Cornelio anche loro alla ricerca dell’anima gemella. Orazio che è ostile alle nozze della nipote Ermenegarda con il giovane Ambrogio, la cui professione di pittore è per lui sinonimo di povertà, si rivolge a Dolly, perché conduca la ragazza lontana dal suo innamorato. Dolly è pronta ad aiutare Orazio prendendosi cura della nipote Ermengarda ma apprende che lui ha intenzione di andare a New York per chiedere la mano della graziosa modista Irene Mallow. Dolly decide allora di mandare all’aria questo proposito di fidanzamento: se una donna Orazio deve sposare questa sarà lei. Inizia così una divertente serie di colpi di scena grazie ai quali Dolly mette in atto un geniale piano che mette a posto tutto e tutti. Orazio si converte così all’idea che il denaro non è l’unico scopo della vita ed accetta il matrimonio di Ermenegarda con Ambrogio, mentre i due commessi trovano la felicità l’uno tra le braccia di Irene, l’altro tra quelle della sua amica Minnie ma soprattutto Dolly fa cadere ai suoi piedi il “nuovo” Orazio. Hello Dolly! è uno dei più grandi musical di tutti i tempi. Biglietteria presso il Teatro Toniolo con orario 11.00 – 12.30 e 17.00 – 19.30, chiuso il lunedì intero € 20,00 ridotto € 18,00

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I cartelloni a Roma e Firenze

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

“Dopo la manifestazione di sabato scorso, organizzata dai gruppi consiliari di centrosinistra del XVII Municipio insieme a cittadini e associazioni, siamo pronti a votare oggi, in Consiglio, il parere contrario al piano regolatore degli impianti pubblicitari licenziato dalla Giunta Alemanno, come probabilmente avverrà in tutti i Municipi guidati dal centrosinistra. Tale piano regolatore è in controtendenza  rispetto alla regolamentazione adottata nelle altre grandi città europee dove, ad esempio, gli stessi concessionari degli spazi pubblicitari effettuano anche i controlli contro gli abusi e offrono dei servizi alla cittadinanza”  E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. “Con il voto contrario –  continua Barbera – verranno espresse anche una serie di motivazioni tecniche, concordate con le associazioni che si battono contro la proliferazione di tali impianti,  che dimostrano tutta la ‘debolezza’ del piano di localizzazione deliberato dalla Giunta Comunale. Ad esempio, pochi sanno che tale piano rischia addirittura  di rappresentare una vera e propria sanatoria delle migliaia di cartelloni pubblicitari che sono stati già installati in questi due anni con la semplice autodenuncia e il pagamento della tassa pubblicitaria inopinatamente previsti dalla precedente deliberazione comunale approvata nel 2009 dalla maggioranza di centrodestra. Il piano, infatti, così come è formulato, non sembra prevedere specifiche misure finalizzate a risolvere il problema degli impianti già presenti nella città. “La Giunta Alemanno – conclude Barbera – dovrebbe prendere esempio da quella del Comune di Firenze  che, con lo slogan ‘Pubblicità ad impatto zero’ si appresta, proprio in questi giorni,  non solo a dimezzare gli spazi per l’affissione commerciale nel centro storico, ma anche a varare una clausola etica che vieterà le  pubblicità con immagini rappresentative di violenza fisica o morale, nonché lesive del decoro, offensive delle convinzioni morali, civili e/o religiose delle appartenenze di genere, culturali e nazionali della persona. Insomma una vera e propria rivoluzione in nome della civiltà su cui si dovrà esprimere il Consiglio comunale di Firenze”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Top hotel per il business

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Russell Hotel, London.

Image via Wikipedia

LateRooms.com, sito di prenotazioni di hotel con oltre 44.000 strutture in tutto il mondo e 5.000 in Italia, ha svolto un’indagine per analizzare le preferenze dei clienti italiani che prenotano hotel per viaggi d’affari, in Italia e all’estero. Tre città svettano sulle altre: Londra, Monaco e al terzo posto una città italiana, Milano, rispettivamente con Hotel Russell (4*), Hotel Regent (4*), Hotel Mercure Milano (4*). Seguono poi Porta Fira di Barcellona (4*); Hotel Madison di Parigi (4*); Novotel Birmingham Airport di Birmingham (4*); Hotel Maxim di Bergamo (3*); W Istnbul di Istanbul (5*); The Gresham Hotel di Dublino (4*); Hotel Bologna di Pisa (4*). Questi dieci hotel hanno ricevuto il maggior numero di prenotazioni business in termini assoluti su LateRooms.com/it e tale numero coincide inoltre con il totale delle prenotazioni ricevute, marcandone così la vocazione rivolta al turismo d’affari. Gli hotel selezionati hanno ottenuto anche il massimo punteggio in termini di qualità della struttura, professionalità del personale, pulizia e rapporto qualità/prezzo. Inoltre sono tutti accomunati dalla presenza di due servizi in particolare: connessione wi-fi gratuita e presenza di sale meeting attrezzate. Altri criteri di selezione sono poi dati dalla posizione, che può essere centrale, vicino ad aeroporto, metropolitana o stazione; dal servizio lavanderia; dal ristorante all’interno dell’hotel; dalla presenza di un fitness center.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il Flauto Magico

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Roma Lunedì 11 aprile 2011 ore 21.30 Piccolo Eliseo Patroni Griffi Via Nazionale 144  Di Wolfgang Amadeus Mozart Regia e Adattamento: Matteo Tarasco; Direzione artistica: Andrea Viotti Nell’ambito della collaborazione tra Il Centro Sperimentale di Cinematografia e L’Accademia di Costume e di Moda, gli allievi del corso di Recitazione della Scuola Nazionale di Cinema metteranno in scena i lavori dei giovani costumisti dell’Accademia nell’adattamento dell’opera di Mozart  Il Flauto Magico per la regia di Matteo Tarasco. Il Flauto Magico è la terza produzione dell’Accademia di Costume e di Moda che presenta sul palcoscenico del Piccolo Eliseo Patroni Griffi il primo lavoro dei suoi neodiplomati sotto la direzione artistica del Maestro Andrea Viotti, coordinatore del corso di Costume.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Valdesi a Palermo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Palermo 8-10 aprile 2011 Palermo, Tre giorni di mostre, dibattiti e conferenze per celebrare e ricordare i 150 anni di presenza valdese a Palermo e i 150 anni dell’Unità d’Italia. E’ l’iniziativa organizzata dalla comunità valdese del capoluogo siciliano che avrà luogo da venerdì 8 a domenica 10 aprile presso i locali della Chiesa Evangelica Valdese di via dello Spezio, 43 (dietro Teatro Politeama), a Palermo. Si inizia, quindi, venerdì 8 aprile, alle ore 15, con l’inaugurazione di due mostre:  quella fotografica su “I Valdesi a Palermo” e quella sull’opera del pastore Pietro Valdo Panascia. Sabato 9 aprile, inaugurazione di una terza mostra (“Evangelici e Risorgimento”) e proiezioni di video e banco libri. Domenica 10 aprile, alle ore 11,00, culto di ringraziamento al Signore con la partecipazione del coro ghanese della chiesa e del coro “Freedom Voices”. Sermone a cura della Moderatora della Tavola Valdese Maria Bonafede. E alle ore 15,00, infine, conferenza del pastore Giuseppe Platone su “150 anni di Unità d’Italia, 150 anni di evangelici in Sicilia”. Interventi e saluti da parte degli ospiti.I Valdesi hanno origine dal movimento pauperistico medievale iniziato da Valdo di Lione nel XII secolo e in seguito, dopo secoli di clandestinità, confluito nella Riforma protestante. Le comunità valdesi erano disseminate in quasi tutta l’Europa, specialmente nella Francia meridionale, in Piemonte, in Puglia e in Calabria; ma sotto l’incalzare della Controriforma furono quasi tutte sterminate, tranne quelle delle vallate alpine del Pinerolese (Valli valdesi) che si difesero e conquistarono il diritto all’esistenza. L’inizio della presenza valdese a Palermo e nel resto della Sicilia coincide con l’unificazione d’Italia. Già dopo l’editto di emancipazione (Lettere patenti del 17 febbraio 1848), con cui avevano ottenuto i diritti civili dal re Carlo Alberto, i Valdesi si erano spinti fuori del Piemonte e avevano fondato comunità in quasi tutta l’Italia. Ma solo nel 1861 il pastore valdese Giorgio Appia giunge a Palermo, poco dopo la conquista della Sicilia da parte di Garibaldi, e comincia a predicare l’evangelo di Gesù Cristo alla popolazione locale ancora gravata dal peso della superstizione e dell’ignoranza. La comunità valdese palermitana, nonostante le svariate difficoltà incontrate nel corso degli anni, non ultime quelle causate dall’intolleranza religiosa e dalle vessatorie disposizioni della polizia fascista, è riuscita a consolidarsi e ad assolvere il suo compito di testimonianza evangelica. Tale testimonianza, unita fin dall’inizio al lavoro nel campo della scuola per mezzo di proprie strutture scolastiche (Istituto valdese, Centro Diaconale), negli ultimi decenni ha assunto anche la forma dell’impegno civile (manifesto contro la violenza mafiosa) e culturale (Centro evangelico di cultura “Giacomo Bonelli”), e delle relazioni ecumeniche con il cattolicesimo. Giunta al suo 150 o  anno di vita, coincidente col 150°  anniversario dell’unità d’Italia, la comunità valdese di Palermo vuole esprimere la sua riconoscenza al Signore che l’ha sostenuta nel suo cammi no e riaffermare insieme ai principi cristiani della fraternità, della giustizia e della pace, anche quelli della solidarietà e della concordia tra tutti gli Italiani.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Flussi migratori

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani Non basterà il permesso di soggiorno temporaneo per governare i flussi di migranti provenienti dal sud del Mediterraneo.Tutti i nuovi arrivi, infatti, saranno considerati irregolari e quindi, come prevede la legge Bossi-Fini, dovranno essere immediatamente reclusi e tenuti sotto controllo. È la stessa logica detentiva che ha determinato le follie di Lampedusa e Manduria. Passare dalle tendopoli con le sbarre alle caserme dismesse con i muri di cinta non servirà a molto, se non ad aggravare le condizioni divita di migranti e operatori. Nessuno lo ricorda ma in Italia sono già presenti almeno 500 milairregolari senza permesso di soggiorno, che per la Bossi-Fini dovrebbero finire tutti nei CIE o nelle galere. Per evitare uno stato di emergenza perenne che produce clandestinità, è necessario un percorso legale per tutti loro, che favorisca i rimpatri volontari e l’emersione dei tantissimi sfruttati da lavoro nero. Serve, cioè, che il Parlamento superi l’ideologia leghista e recepisca duedirettive europee, la direttiva rimpatri e quella sul lavoro nero. Anziché continuare a nominare Commissari straordinari che agiscono in deroga alle norme, si torni alla legalità costituzionale e internazionale.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce l’industriale Adriano Olivetti

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Adriano Olivetti's Portrait (not mine off course)

Image by bass_nroll via Flickr

Centodieci anni fa l’11 aprile 1901 nasce a Ivrea (Torino) Adriano Olivetti, figlio di Camillo, fondatore (il 29 ottobre 1908) della Ing.C. Olivetti & C. prima fabbrica italiana di macchine per scrivere. Camillo muore nel 1943 e Adriano, ingegnere chimico, dirige l’azienda, diventando una figura di rilievo nel panorama economico, sociale e culturale italiano. La Olivetti,dal 1946 al 1958, diventa una multinazionale: le consociate estere salgono da quattro a diciannove; cinque gli stabilimenti in Italia, altrettanti all’estero. Per ottenere questi risultati, Adriano Olivetti moltiplica i prodotti meccanici , chiama a Ivrea una serie di intellettuali (fra i tanti,impegnati in azienda e nelle attività culturali, lo scrittore Paolo Volponi, i poeti Franco Fortini e Giovanni Giudici, il critico letterario Renzo Zorzi, i sociologi Luciano Gallino e Franco Ferrarotti, il designer Ettore Sottsass), garantisce servizi sociali ai dipendenti (hai la depressione? L’azienda ti fa curare dai medici migliori e ti manda al mare in Toscana) e punta sulla prima elettronica. Nel 1958 partecipa, con il Movimento di Comunità alle elezioni politiche nazionali: si dissangua finanziariamente e viene eletto solo lui. Nel 1959 esce sul mercato il calcolatore elettronicoElea 9003. Nello stesso anno, Olivetti compra la Underwood, compiendo la prima acquisizione italiana negli Stati Uniti. Adriano Olivetti muore improvvisamente il 27 febbraio 1960 ad Aigle (Svizzera) mentre sta andando in treno a Losanna (Svizzera). (fonte: http://www.agenziacalendario.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siria: settimana dei martiri

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) mette in guardia da un possibile bagno di sangue nel nord della Siria, abitato prevalentemente da popolazione kurda. Secondo le informazioni giunte all’APM è molto probabile che un alto numero di Kurdi si uniscano domani dopo la preghiera del venerdì alle diverse manifestazioni previste. Altrettanto probabile è che le forze di sicurezza siriane utilizzino le manifestazione per un’azione punitiva contro la popolazione kurda. Infatti, all’inizio di questa settimana i rappresentanti delle maggiori organizzazioni kurde hanno rifiutato l’offerta del governo di avviare consultazioni separate per discutere del miglioramento della situazione dei Kurdi nel paese. Il rifiuto al dialogo è stato giustificato con la volontà di non voler indebolire l’attuale movimento per la democratizzazione del paese. Nel frattempo i giovani del movimento per la democrazia hanno indetto in tutta la Siria la “settimana dei martiri”. Secondo l’APM, è decisamente ora che Damasco riconosca la serietà della situazione e avvii un dialogo con tutte le organizzazioni e i partiti di opposizione. Le organizzazioni kurde chiedono che tutte le forze sociali del paese partecipino alla soluzione della crisi politica del paese e spezzino la logica del “divide et impera” del regime siriano. Tutte le promesse fatte dal regime in passato si sono rivelate essere parole vuote, lamentano i rappresentanti kurdi che, proprio come altre gruppi di opposizione, sono stanchi delle promesse vane e chiedono fatti concreti. Non basta che il governo formi una commissione che discuta della situazione dei 300.000 Kurdi a cui nel 1962 fu tolta la cittadinanza nell’ambito della politica di arabizzazione del paese. Queste persone devono finalmente ottenere passaporti siriani e tutti i diritti di qualunque altro cittadino siriano. Inoltre i circa 2 milioni di Kurdi in Siria devono finalmente essere riconosciuti ufficialmente come minoranza nazionale. Le proteste in Siria sono cominciate lo scorso 18 marzo. Le forze di sicurezza hanno risposto sparando sui manifestanti pacifici, almeno 173 persone sono finora morte e centinaia di persone sono state ferite. Una delle richieste principali dei manifestanti è l’abolizione dello stato di emergenza dichiarato nel 1963. La popolazione kurda in Siria costituisce la maggioranza della popolazione nelle tre regioni di frontiera con la Turchia. Essa subisce forti discriminazioni, tra cui la violazione dei suoi diritti linguistici e culturali. Secondo diverse stime, almeno 600 dei circa 3000 prigionieri politici sono Kurdi. Nelle carceri siriane la tortura e i maltrattamenti sono all’ordine del giorno.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Rai? Uno stato nello stato

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Sembra proprio che la Rai non sia la televisione di Stato ma una sorta di Stato nello Stato, che si detta le proprie leggi e decide come e se rispettare quelle dello Stato che si sobbarca, attraverso l’imposizione ai contribuenti dell’imposta/canone, l’onere di finanziarla. La conferma l’abbiamo dal nuovo Contratto di servizio firmato proprio ieri da Rai e ministero dello Sviluppo economico. Vi si prevede di pubblicare su Internet gli stipendi dei dipendenti con modalità che saranno stabilite entro 90 giorni. A parte che ci crederemo solo quando vedremo questi dati, ci domandiamo perche’ cio’ non sia accaduto fino ad oggi cosi’ come lo prevedevano i precedenti contratti di servizio.E’ del 2008 una nostra denuncia alla Procura generale e alla Procura Regionale della Corte dei Conti per la mancata pubblicazione sul sito web della Rai dei nomi e relativi importi percepiti dai consulenti e professionisti esterni. Ancora oggi sul sito apposito predisposto dalla Rai per la pubblicazione di questi dati appare la scritta “Lavori in corso”. E’ dello stesso anno una interrogazione in merito, da noi sollecitata, dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca, interrogazione a cui il ministero non ha mai fornito risposta. Possibile che gli amministratori della tv di Stato debbano farla franca dopo aver cosi’ palesemente violato un contratto, violazione che prevede tra l’altro l’illegittimità dei relativi pagamenti? Se uno di noi, possedendo un apparecchio tv, non paga l’imposta/canone, come minimo gli fanno il fermo amministrativo dell’auto, fino al sequestro della stessa se non ottempera. Ma la Rai è uno Stato nello Stato…. Qui il canale web sul canone Rai: http://tlc.aduc.it/rai/

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi dell’archeologia

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

9 aprile (Rai Tre, ore 16:20), magazine di Rai Educational dedicato all’arte e alla cultura  Nel Paese della Magna Grecia e dell’antica Roma gli archeologi vivono oggi una crisi profonda. Mancanza di fondi e progettualità rischiano di mortificare una professione nobile che non riesce più a trovare sbocchi naturali. Quello dell’archeologo è un lavoro mal regolato e mal gestito A dirlo è anche l’ultimo censimento dell’Associazione nazionale archeologi secondo cui il 33% di loro non vive dei propri studi, il 15% si ricicla come guida turistica e il 16% fa un lavoro totalmente diverso. «Oggi più che mai possiamo dire che il settore sia precario – conferma il professor Franco D’Agostino, ospite nello studio di Art News – dal momento che nelle Università non ci sono fondi per progetti e personale. Viviamo unicamente dell’entusiasmo di tanti giovani sotto pagati che non hanno nemmeno la possibilità di iscriversi a un albo professionale che non esiste».Una situazione che può vanificare i buoni risultati raggiunti fino ad ora e lasciare incompleti alcuni percorsi costruiti con fatica nel corso degli anni, come nel caso dell’Iraq. «Abbiamo ottenuto dal governo locale – spiega il docente – il permesso per lo scavo nel sito di Gaesh, città a cinque chilometri da Nassiria, dove speriamo di trovare gli antichi archivi amministrativi. La cosa fondamentale da sottolineare è che siamo stati i primi in assoluto a essere autorizzati. Ci siamo riusciti per le nostre competenze, per il rapporto di fiducia che abbiamo stabilito con gli interlocutori e per la qualità dell’iniziativa. Quello di Gaesh è uno scavo-scuola in cui gli studenti iracheni possono andare per conoscere e imparare». Accade così che per mancanza di fondi lo stesso archeologo sia costretto a procacciarseli, diventando a tutti gli effetti un fund raiser con evidente spreco di energie e tempo: «Per andare avanti non possiamo fare altrimenti – conclude D’Agostino – Abbiamo bisogno di un flusso continuo di denaro senza il quale è impossibile programmare nel tempo. Certo non dovrei essere io a fare questo mestiere, ma se avessi la certezza di trovare le risorse che occorrono non avrei nessun problema». Nato nel 2006, Art News è il magazine settimanale di Rai Educational che si occupa di arte e cultura in onda il sabato pomeriggio su Rai Tre. Maria Paola Orlandini, autrice del programma con Luigi Ceccarelli e Vincenzo Sferra, conduce la trasmissione coadiuvata da esperti quali Claudio Strinati, Antonio Paolucci, Cristiana Perrella, Demetrio Paparoni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcigay: contro tutte le discriminazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Alla presenza di diverse sigle dell’associazionismo lgbt italiano tra cui Arcigay, è stato firmato un protocollo di collaborazione nella lotta a tutte le discriminazioni tra Unar, l’ufficio nazionale anti-discriminazioni del  Ministero delle Pari opportunità e Oscad, l’Osservatorio sulla sicurezza contro gli atti discriminatori incardinato nel Dipartimento della pubblica sicurezza, Direzione centrale della polizia criminale . L’atteggiamento di apertura di polizia e carabinieri rispetto alla lotta e alla prevenzione delle discriminazioni di gay, lesbiche e transessuali rappresentano una assoluta novità, impensabile fino a pochi anni fa, e la riflessione del Capo della Polizia Antonio Manganelli sull’esigenza di rilanciare gli aspetti della prevenzione e della repressione spiegano il rilevo strategico della sinergia tra i due enti. Antonio Manganelli, a cui va il ringraziamento dell’associazione per l’impegno nella lotta alla discriminazione, nel corso dell’incontro ha anche sottolineato la necessità di una legislazione specifica che offra strumenti di contrasto a tutte le discriminazioni. Da questo punto di vista ricordiamo al Legislatore che in Italia non esistono tutele legislative per la discriminazione che colpisce gay, lesbiche e trans e che Arcigay sostiene da anni l’estensione della legge Mancino all’omofobia e alla transfobia. (Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il parmigiano si prepara in piazza

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

Torna a Cervia il 9 e 10 aprile la Proloco di Casteldelbosco Sopra che  animerà la caratteristica piazzetta Pisacane. La città  conosce già ed apprezza molto questa  attiva associazione, già presente in occasione della festa di San Valentino con gustose  proposte enogastronomiche del reggiano Il gruppo torna, e lo fa  questa volta in occasione di Cervia Gustosa  del 9 e il 10 aprile. Grandi protagoniste ovviamente le specialità tipiche del reggiano Dal mattino si potrà gustare  infatti  il gnocco fritto,  al naturale, ma anche farcito con salumeria oppure gnocco dolce farcito con marmellate e “frutti antichi”  Si potranno gustare inoltre  le chizze al Tosone, all’erbetta, al gorgonzola e alla  cipolla grigliata. . Non mancheranno naturalmente i classici panini con salsiccia  e il tipico Erbazzone, la famosa torta salata dai sapori decisi Si potranno inoltre acquistare formaggio parmigiano reggiano, striccone, tosone e ricotta del reggiano, nonché parmigiano”vacche rosse”, burro, latticini e una grande varietà di formaggi prelibati . Il parmigiano appare il protagonista indiscusso di questo fine settimana Domenica 10 aprile  infatti, dalle ore 15.30 si potrà assistere alla preparazione  “dal vivo “ del parmigiano reggiano. Un grande paiolo in rame infatti , collocato in piazza Pisacane  sarà alimentato dal fuoco delle fascine.  Complici di questa interessante iniziativa la proloco di Casteldelbosco  Sopra  e  la latteria  La Grande di Castelnuovo di Sotto. .La preparazione,  che prevede diverse fasi di bollitura e di miscelatura del latte,   crea uno spettacolo di  grande suggestione   che chiuderà in bellezza gli appuntamenti di Cervia Gustosa di questo periodo autunno-inverno-primavera. Nel  fine settimana infatti sarà ancora attivo il mercato delle peculiarità gastronomiche delle varie  regioni d’Italia al suo ultimo appuntamento prima del periodo estivo

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »