Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 276

Morticine che non possono resuscitare

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Lettera al direttore. Sarebbe interessante confrontare il numero di trasmissioni che il bravo conduttore Bruno Vespa ha dedicato alle morticine che non possono risuscitare, con il numero di trasmissioni dedicate ad una morta che potrebbe risuscitare. Eppure piangeva per la sua Aquila distrutta dal terremoto. Evidentemente lo spettacolo di una città distrutta della quale neppure è iniziato lo sgombero delle macerie, non fa ascolti televisivi. Ma forse un motivo più nobile spinge il simpatico giornalista a trascurare la sua città morta che potrebbe risuscitare: non vuole dare ulteriori preoccupazioni a chi è già sin troppo angosciato per le persone che perdono la vita in mare fuggendo dall’Africa, per l’emigrazione dei giovani italiani, per la disoccupazione, i morti sul lavoro, per la sempre maggiore povertà di tante famiglie italiane, e via di seguito. Questo lo spinge a trascurare la sua amata città natale. Ed ovviamente per lui il dramma interiore è profondo. A proposito di spettacolo: nell’ultima trasmissione dedicata alla sventurata ragazzina di Brembate di Sopra, il giornalista non ha resistito alla tentazione, e si è presentato con in mano un guanto simile a quello trovato in tasca alla vittima. (Veronica Tussi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: