Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 338

Via Crucis Atomicae

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Roma fino all’8 maggio Basilica dei XII Apostoli (piazza dei Santi Apostoli 51) è allestita la mostra di pittura Via Crucis Atomicae del maestro romeno Camilian Demetrescu, realizzata in collaborazione con la Commissione Cultura di Roma Capitale, con il patrocinio dell’Ambasciata di Romania in Italia e dell’Accademia di Romania in Roma. L’esposizione sarà visitabile con ingresso gratuito fino all’8 maggio in questi orari 9.30 – 12.00/16.00 – 19.00. Alla inaugurazione hanno partecipato l’Ambasciatore di Romania in Italia, Razvan Victor Rusu, il Presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, Federico Mollicone, il Direttore dell’Accademia di Romania in Roma, Mihai Bãrbulescu e l’Addetto culturale dell’ambasciata romena nella Capitale, George Bologan. La mostra è frutto di un lungo lavoro progressivo, iniziato dall’autore a metà degli anni Ottanta, quando la guerra fredda tra paesi della Nato e del  Patto di Varsavia teneva sospeso sul mondo il pericolo del conflitto nucleare. Demetrescu, artista e studioso, esule politico dalla Romania giunto in Italia nel 1969, di fronte alla prospettiva di un olocausto universale che potrebbe porre fine alla esistenza dell’uomo, ma anche alla distruzione totale della terra, intuisce che il millenario percorso dell’umanità da Adamo in poi, cioè la Storia, e il suo antefatto mitologico, la Genesi, narrato nella Bibbia, hanno in comune un tratto fondamentale: la presenza della forza disgregante del male in tutte le sue multiformi essenze.La mostra si compone di 32 quadri di cui 15 rappresentano le stazioni della Via Crucis di Cristo (14+1 perché l’artista vi aggiunge anche la rappresentazione iconografica della resurrezione) e sono dipinti (cm. 54x 50) a tecnica mista olio e tempera medievale. Ci sono poi 15 “polittici”  (tavole  cm. 50 x 35) ognuno comprende tre piccoli dipinti (cm 15 x 16 ) che raffigurano il calvario di Caino, di Abele e dell’Uomo della Storia, accompagnati da testi metaforici esplicativi.Completano l’esposizione due grandi tele recentissime dipinte a tecnica mista  acrilico e tempera medievale. La prima, intitolata Ut unum sint (cm. 310 x190) dipinta nel 2009 e 2010, ha per tema il progetto ecumenico per ricomporre l’unità della Chiesa Cristiana ed è ispirata alla omonima Enciclica di papa Giovanni Paolo II; vi si raffigura Cristo che tiene in una mano la Basilica di Santa Sophia di Costantinopoli, simbolo della Chiesa Ortodossa d’oriente, e nell’altra la Basilica San Pietro in Vaticano, centro della Chiesa Cattolica occidentale. L’altro grande quadro è dedicato alla Resurrezione (cm. 265 x 160), anch’esso dipinto su tela a tecnica mista acrilico e tempera medievale, realizzato nel 2010 – 2011.
Camilian Demetrescu Pittore, scultore, scrittore e studioso di storia dell’arte, nato in Romania nel 1924. Diplomato dell’Accademia di Belle Arti di Bucarest, studi paralleli di medicina e filosofia. Membro fondatore dell’Unione degli Artisti di Romania, partecipa alle principali mostre organizzate dallo Stato in Patria e all’estero.In Italia è invitato due volte alla Biennale di Venezia, al Festival dei due Mondi di Spoleto, alla Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma. Lo Stato italiano gli organizza quattro grandi mostre antologiche a Perugia (1972), a Parma – Palazzo della Pillotta (1975), a Viterbo – Palazzo dei Priori, (1977), e alla Calcografia Nazionale di Roma (1981). In 30 anni di attività artistica in occidente ha presentato numerose mostre personali in Italia e all’estero. Si sono interessati al suo lavoro prestigiosi storici e critici d’arte italiani e stranieri. Nel 1985 realizza un grande arazzo raffigurante la “Resurrezione di Cristo”, per la chiesa “Beata Vergine di Lourdes” a Vercelli. Nel 1991, dopo la rivoluzione romena e la caduta del regime comunista, in collaborazione con varie diocesi e comunità italiane raccoglie fondi e stampa due edizioni della Bibbia in lingua romena – nella traduzione dal greco e dall’aramaico del grande scrittore e teologo romeno Gala Galaction – distribuita in Romania come simbolo di gemellaggio in Cristo fra cattolici e ortodossi. Vive e lavora a Gallese, in provincia di Viterbo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: