Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Il peggio deve ancora arrivare

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Pur assistendo ad un momento di alta tensione, sembra proprio che si tratti solo dell’inizio o dei primi passi, e che il peggio deve ancora arrivare. Il processo breve appena approvato dalla Camera, non è la panacea per tutti i reati in cui Berlusconi è attore principale; se approvato dal Senato e firmato dal capo dello Stato, vanificherebbe il processo Milss, nel quale il cavaliere si proclama innocente, ma che cerca di sfuggire come dalla peste, con una fuga che diventa una implicita ammissione di colpa, cercando la difesa dal processo, consapevole di non potersi difendere nel processo. E se il capo dello Stato non dovesse firmare quella norma personalizzata su misura per il cavaliere? L’opinione pubblica capirebbe che l’insistenza del cavaliere proclama le sue colpe, dalle quali pretende l’assoluzione convinto di essere il solo intoccabile della nazione, un po’ come le vacche sacre dell’India. Ma poi c’è il processo Ruby, per il quale è in corso di discussione in Senato un’altra legge per prolungare i termini processuali, in attesa della consueta prescrizione; si discute, infatti, di una norma che permetterebbe alla difesa di interrogare tutti i testimoni che crede, ovviamente allo scopo di rimandare ad libitum l’analisi del merito e l’elenco telefonico è pieno di nomi e i testimoni disponibili sarebbero tantissimi, dipende dal prezzo! Ci è dato pensare che non sono solo i quattro processi in corso a terrorizzare ilo cavaliere e che ben altro esiste ben conservato in qualche cassetto di una qualche Procura; altri reati ben più gravi che disarcionerebbero questo cavaliere con ignominia e aggressione ad un patrimonio, nato con aspetti dubbi per i quali lo stesso cavaliere si è avvalso della facoltà di non rispondere, e dilatato con leggi di comodo da parte di interessati amici politici, e, quindi, con la personale esposizione in politica, dove ha promosso lo stravolgimento della politica economica, privilegiando l’economia della finanza a discapito dell’economia del lavoro, secondo la sola legge che conosce: la legge del più forte che impone la propria volontà. Ora diventa tangibile un pericolo gravissimo da non sottovalutare. Nell’ipotesi che possa diventare concreto il rischio di una condanna penale, allo scopo del cavaliere servirebbe una emergenza nazionale da dover neutralizzare, anche con la sospensione delle garanzie costituzionali; una rivolta di piazza da sedare anche con risvolti autoritari. Il pericolo è dietro l’angolo e non va sottovalutato! (Rosario Amico Roxas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: