Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Fini: “Il premier non conosce vergogna”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

(Il Messaggero del 17 aprile) Fini: lo sfido a provare quello che dice» E Rosario Amico Roxas commenta: “Dopo le esternazioni ultime del cavaliere, leggiamo sulla stampa una tiepida reazione di Fini, accusato di avere stretto un accordo con il PM di Milano, che poi sarebbe un tradimento delle regole democratiche; accuse gravissime che non possono e non devono passare come esternazioni di chi ha perso il controllo di se stesso. Questa diuresi verbale spacca la nazione con gravissimi rischi per la continuità democratica…. O cerca proprio questo? Che il cavaliere non provi vergogna di se stesso è un dato ormai accertato, ma le accuse profferite contro Fini non possono essere liquidate con una “vergogna” non provata, c’è di mezzo l’onorabilità e il rispetto delle Istituzioni da parte della terza carica dello Stato, con accuse assimilabili al tradimento. Fini ha il DOVERE di sporgere querela, aggravata dai rispettivi ruoli, per inchiodare il cavaliere alla foga delle sue folli esternazioni. E’ chiaro ormai che Berlusconi ha perso il lume della ragione, convinto come è di essere il superuomo del terzo millennio; la sua megalomania. ormai patologica, è diventata angosciante, perchè pretende il consenso unanime e non solo dal popolo italiano (isole comprese) ma anche internazionale, illudendosi di essere lo statista più illuminato che decide le sorti non solo dell’Italia (isole comprese) ma dell’intero pianeta. E’ la fase terminale della nevrosi che lo assilla in un complesso di inferiorità che neutralizza in una incredibile forma di pretesa superiorità. Farebbe lo stesso anche se avesse il 90% dei consensi nazionali, se la prenderebbe con quel 10% che non si genuflette al suo augusto cospetto. Di ciò si rendono conto anche i suoi fedelissimi che stanno trattando sul “dopo” che vedono imminente; vorrebbero collocarlo al Quirinale, affiancato dal solito Letta come portavoce-vicario delegato agli interventi importanti, riservando al cavaliere (oltre all’immunità) la lettura degli auguri di natale (pre-registrati !). (Rosario Amico Roxas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: