Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 17 maggio 2011

Milano, cuore politico della Nazione

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

«Quel che oggi pensa Milano, domani lo penserà l’Italia» così Gaetano Salvemini scriveva in conclusione al saggio I partiti politici milanesi nel secolo XIX che Mursia manda in libreria in questi giorni (pagg. 196; euro 15,00). Curato e prefato da Arturo Colombo, storico e professore emerito dell’Università di Pavia, il saggio di Salvemini passa in rassegna i partiti di rito ambrosiano dall’Ottocento sino alle soglie del Novecento. Un testo che torna di grande attualità oggi mentre infuria una battaglia elettorale che a Milano sta giocando la sua partita più importante. Salvemini scrisse questo saggio nel 1899 e vi si colgono ancora le eco del pensiero marxista e socialista da cui si sarebbe distaccato in seguito. Eppure osservando la realtà milanese dell’Ottocento Salvemini nota acutamente che sotto la Madonnina le divisioni in classi tra borghesia, aristocrazia e ceti popolari, spesso si trasformano in alleanze temporanee e convergenti a favore di quella che oggi chiameremmo la leadership milanese e che all’epoca era la preminenza di Milano in contrapposizione alle spinte piemontesi-sabaude o romane. Emerge nel testo di Salvemini l’influenza del pensiero di Carlo Cattaneo, di cui lo storico pugliese fu un estimatore, ma anche la complessità del dibattito politico risorgimentale molto distante da quell’unanimismo che a lungo ha dominato la storiografia. Come dire che la Milano di Salvemini serve a illuminare la Milano di oggi e anche quella prossima ventura.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il test dei 13 milioni di elettori

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Pizza Berlusconi, so-called ‘best pizza in the...

Image via Wikipedia

I dati che ci pervengono, anche se incompleti, non devono trarci in inganno sulla vittoria degli uni e la sconfitta degli altri. Primo di tutto perché non è un voto politico ma amministrativo. Pare ovvio ma non certo per quelli che ne hanno fatto un test referendario. Torino, Milano, Napoli e Bologna sono le grandi città italiane che si sono misurate con questo voto e possono, di certo, aver subito il fascino di una competizione non più locale ma di valenza nazionale. Logica vorrebbe che il giudizio degli elettori fosse fatto soprattutto nei confronti degli amministratori locali. Se lo consideriamo in questo senso dobbiamo dire che il sindaco Moratti, come la sua collega napoletana, non hanno soddisfatto le attese dei loro amministrati. Le motivazioni sono diverse ma il voto negativo va in questo senso, per quanto ci saremmo aspettati risultati più significativi. Se non è accaduto è perché a Milano e a Napoli è stata pesante la strategia disinformativa e l’oscuramento mediatico per gli oppositori per cui lo stesso dissenso deve aver subito un rallentamento e una mancanza di lucidità critica. D’altra parte si è arrivato all’assurdo che mentre i milanesi dovevano giudicare la Moratti si sono ritrovati come capo lista Berlusconi e la sua presenza mostrava un chiaro intendimento: voleva dire che prima di giudicare la politica locale occorreva farlo attraverso quella nazionale, in quanto era e resta la stessa cosa. Inesatto, ovviamente, anche se a ben ragionare la stampella offerta alla Moratti significava che il malcontento popolare era evidente e gli strateghi del cavaliere hanno pensato bene d’adottare tutte le possibili strategie pur di scongiurare il tracollo. Il centro-sinistra, invece, a Napoli non ha saputo arginare il disagio popolare e si è lasciato trascinare dall’iniziativa degli altri. A mio avviso due sono stati gli errori. La Iervolino non doveva permettere che la città affogasse nell’immondizia e se, come affermava, non aveva poteri doveva cavalcare la protesta e non subirla. La seconda questione è data dalle candidature. Come è accaduto per il comune di Roma, con la Bonino, il Pd ha subito l’iniziativa dei suoi alleati e mentre a Roma ha fatto buon viso e cattivo gioco a Napoli ha preferito distinguersi. Di certo meglio sarebbe andato se si fosse scelto un candidato comune anche se, poi, fosse prevalso De Magistris. Ora ci ritroviamo con due ex servitori dello Stato l’un contro l’altro armato: un ex prefetto e un ex magistrato. Torino, invece, non fa storia. La città è stata amministrata per quanto la candidatura del Pd non avesse convinto i torinesi. Per Bologna resta l’ombra della questione morale che ha coinvolto il precedente sindaco. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Elezioni 2011: Chi ha vinto? Chi ha perso?

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Nei comuni dove il voto è stato più politico che amministrativo hanno perso Berlusconi e la Lega Nord su tutta la linea. Ha vinto il Pd, ma non a Napoli. Ha vinto Idv a Napoli, ma non ha vinto altrove. Sel non ha vinto da nessuna parte. Grillo ha vinto e perso nello stesso tempo. Vi spiego perché. Tutti diranno che hanno vinto le elezioni, magari dicendo che sono andati meglio nel comune di Montefiascone o in quello di Roccasecca. La verità è che per la pervicace volontà di Berlusconi di dare a questo voto amministrativo un significato politico le elezioni simbolo erano quelle di quattro grandi città: Milano, Torino, Bologna e Napoli. E’ su questi risultati che, a mio avviso, vanno espresse le valutazioni politiche del voto di oggi. Berlusconi ci ha messo la faccia e le solite promesse da piazzista e forse per la prima volta gli elettori gli hanno fatto uno sberleffo ed gli hanno votato contro (aveva chiesto almeno 50 mila preferenze e ne ha ottenute la metà). A Milano la Moratti con solo il 41% dei voti è stata duramente bastonata dagli elettori che hanno voluto in realtà colpire, attraverso di lei, Berlusconi e le sue vicende tragicomiche dell’ultimo anno: i suoi processi per corruzione, la sua frequentazione con prostitute minorenni e l’assenza di un vero governo di un Paese in grave crisi. Il Pdl passa a Milano dal 41% del 2006 al 28%, del 2011 (37% alle Politiche del 2008 e 36% alle Regionali del 2010). A Torino dal 23% al 18% (32% e 22%). A Bologna dal 15% al 16% (27% e 25%). A Napoli dal 26% al 23% (45% e 34%).
Ha perso la Lega Nord che passa a Milano dal 4% al 10% (ma 12% alle Politiche 2008 e 14% alle Regionali del 2010). A Torino dal 2,5% al 7% (ma 6,5% e 10%). A Bologna (dove esprime il candidato sindaco) dal 3% all’11% (ma 4% e9%).
Vince il Pd che passa a Milano dal 22% del 2006 (ma con l’Ulivo) al 29% (ma 34% nel 2008 e 26% nel 2010). A Torino il suo candidato è eletto sindaco al primo turno e passa dal 39% (con Ulivo) al 34% (ma 39% e 25%). A Bologna il suo candidato è eletto sindaco al primo turno e passa dal 39% al 38% (ma 49% e 40%). A Napoli perde nettamente e passa dal 30% al 17% (ma 35% nel 2008 e 25% nel 2010).
Vince l’Idv a Napoli dove De Magistris va al ballottaggio battendo il candidato del Pd. L’Idv passa dal 4% all’8% (ma 5,5% e 8%). Non vince invece a Milano dove passa da 1,5% a 2,5% (ma 5% nel 2008 e 8% nel 2010). A Torino passa da 2% al 5% (ma 6,5% e 10%). A Bologna dal 4,4% al 3,7% (ma 6% e 8%).
Vince e perde Grillo perché ottiene percentuali importanti ma dichiaratamente inutili, anzi utili a far sperare al Centro destra per i ballottaggi. Grillo consegue a Milano il 3,4% (aveva il 3,2% nel 2010), a Torino il 5,2% ( 3,7% nel 2010), a Bologna il 9,4% (8,1 nel 2010).
Non vince Sel, che ottiene molto meno delle sue attese. A Milano dove esprimeva il candidato sindaco ottiene solo il 4,7%, a Torino il 5,6%, a Napoli il 3,9%.
Concludo con la seguente riflessione: centro destra o centro sinistra vincono o perdono per lo spostamento del voto moderato da una parte o dall’altra. I dati, ed in particolare quello di Milano, ci dicono che Idv non intercettato nulla di questo spostamento, mentre ha visto il suo risultato sicuramente eroso da Sel e da Grillo. Su questo fatto dovrebbe aprirsi il dibattito al prossimo Esecutivo Nazionale. (Antonio Borghesi parlamentare Idv)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cuore batte a sinistra

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Abbiamo già molti dati su cui riflettere. In giornata arriveranno quelli definitivi, quindi faremo una riflessione più fondata. Intanto alcuni flash sulla base dei primi risultati finora in nostro possesso.
1) La destra e Berlusconi subiscono una sconfitta pesante. La Moratti, non solo non vince al primo turno, ma viene distaccata di diversi punti da Pisapia. Berlusconi si è candidato a Milano, proprio per evitare questo. Le sue preferenze si sono dimezzate. Ha perso. Sarà interessante vedere la reazione della Lega.
2) Benissimo Pisapia e De Magistris. Quindi non è vero che la sinistra per vincere deve scegliere candidati centristi. Hanno fatto una campagna elettorale a sinsitra e hanno vinto. Sono stati votati poiché oltre ad una discontinuità hanno lasciato intradevedere, finalmente, una alternativa.
3) Al di là dei sondaggi che ci hanno bombardato in questi mesi e al di là dell’oscuramento mediatico, queste elezioni dimostrano che a sinistra del Pd c’è Sel, ma c’è anche la Fds che ottiene un risultato dignitoso.
4) A sinistra del Partito Democratico (Sel più Fds, ma occorre ragionare anche sull’Idv), esiste una forza superiore al terzo polo. Bisogna trovare le forme dell’unità possibile per fare fruttare questo patrimonio. Sel che ha avuto un buon risultato, ma non ha sfondato, deve accantonare atteggiamenti di autosufficienza e dialogare con le forze alla sua sinistra.
5) Come già avvenuto alle regionali la Fds va meglio dove va in alleanza (Milano), va bene anche dove non è in alleanza col Pd, ma riesce a stare in una coalizione vasta (Napoli). Va male dove va da sola o con forze alla sua sinistra. Il risultato di Torino, nella sua drammaticità, risponde inequivocabilmente a coloro i quali hanno ritenuto di presentare questa coalizione come un esempio da estendere a livello nazionale.
6) Pur essendo numeri piccoli è il caso di guardare anche al consenso raccolto dalle liste a sinistra della Fds (Pcl, Sc, Rete dei Comunisti). Il risultato, a partire da quello di Torino di Sinistra Critica, della Rete dei Comunisti a Napoli e del Pcl un po’ ovunque è privo di consistenza. Anche su questo occorre riflettere, visto che spesso ci è stato detto che occorre guardare, in egual misura, a Sel e alle forze che stanno a sinistra della Fds. (fonte http://www.claudiograssi.org)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova campagna acquisti del cavaliere

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Letizia Moratti

Image by Forum PA via Flickr

Una tornata elettorale dove la politica è stata una latitante ben nascosta e mimetizzata. E’ emersa solo una strategia d’attacco che avrebbe dovuto innalzare il premier al di sopra delle leggi che riguardano i comuni mortali ed esprimere una condanna severa contro quei magistrati che, in forza della obbligatorietà dell’azione penale, si permettono di inquisire, l’unto, il magnifico, l’immortale…. Così non è stato, anche perché anche l’eterea Letizia Moratti si è lasciata coinvolgere nello sport del lancio del fango, ma nessuno le ha spiegato che il fango non si tira ponendolo su un boomerang. La tornata elettorale, che ha fatto perno sul dictat che Milano avrebbe imposto al resto del paese, viene adesso proiettata nel secondo turno, nel quale il gioco si farà ancora più duro, le calunnie più velenose, le accuse le più false; di tutto e di più pur di inseguire un sogno finito, perché l’alba ha già diradato quei sogni proponendo giornate diverse. Il conto non si chiude così, perché gli interessi occulti sono tali da stimolare i perdenti sino allo spasimo.
“Ghe pens mi” , stabilirà il cavaliere, e tutti capiranno che è scattata la caccia grossa. Mafia, ‘ngrangheta e camorra sono sul piede di guerra, anch’essi sconfitti dalle prime luci, con il rischio che vengano vanificate le aspettative di gestire, in regime di monopolio, i grandi appalti, conservati per rendere appetibile la tornata elettorale con impegni e promesse.
Se nella prima tornata la politica ha fatto solo un timido capolino, per scomparire sotto l’assalto alla baionetta delle aggressioni fangose, nella seconda tornata non comparirà nemmeno. Nessuno si occuperà dei reali problemi della città, se non i cittadini elettori; ma per loro verranno messe in campo tutte le strategie della corruttela, palese o occulta, proprio mentre il tribunale di Milano processa il cavaliere per corruzione in atti giudiziari; quindi non si tratterà che di una reiterazione di un reato già collaudato. La politica vera, quella che affida ai cittadini elettori le sorti della nazione, ricomparirà solo per i prossimi REFERENDUM, per questo la casta al potere li teme. Gli elettori di Milano sapranno resistere alle lusinghe dell’immediato presente per costruire un futuro migliore ? (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra: “Uno, nessuno …”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Capalbio (GR) Sabato 21 maggio 2011 – ore 18.30 (Date: 21 maggio – 30 giugno 2011 18.00 – 23.00 e su appuntamento, Chiuso il martedì): Il Frantoio. 58011 – Piazza della Provvidenza 11 Artisti: Andrea Aquilanti, Gianni Moretti, Michelangelo Pistoletto. A cura di: Davide Sarchioni
L’associazione culturale Il Frantoio di Capalbio, diretta da Maria Concetta Monaci, è lieta di presentare la mostra Andrea Aquilanti – Gianni Moretti – featuring Michelangelo Pistoletto. “Uno, nessuno …”, a cura di Davide Sarchioni, che si apre sabato 21 maggio negli spazi della Galleria Il Frantoio, secondo appuntamento della stagione culturale 2011 già inaugurata ad Aprile con PhC Capalbio Fotografia. Personal Geography di Marco Delogu.
Sulla scia di un percorso iniziato la scorsa stagione e dal tema Crossroads, con riferimento agli incroci, agli incontri inaspettati e apparentemente casuali fra personalità differenti, quali possibilità esclusive di confronto, anche quest’anno i progetti espositivi del Frantoio mirano a far conoscere ad un pubblico sempre più vasto le proposte di giovani e di emergenti in stretto dialogo con le opere di artisti affermati o noti anche a livello internazionale, seguendo una linea critica che intende rintracciare, pur nella diversità fra generazioni di appartenenza, di poetica, di linguaggi e di media espressivi utilizzati, quelle peculiari affinità fra ricerche individuali, che siano il segno di una continuità in senso evolutivo.
“Uno, nessuno…” non è un omaggio al pensiero pirandelliano, ma un incipit che riconduce alla contrapposzione fra i binomipresenza / assenza, permanenza / fugacità, parole chiave legate alla problematica dell’autorappresentazione, come autoritratto, e alle possibilità di rappresentazione del reale, anche in relazione ad una sua riproduzione verosimile ed illusoria e al trascorrere del tempo. Ne deriva la complessità di un’ interessante e inedita interazione fra le visioni proposte dagli artisti e le opere in mostra, a partire da quelle di Gianni Moretti (1978), da una scelta fra la sua produzione più recente: un’ intensa riflessione svolta con grande sensibilità da cui emerge la lucida consapevolezza del tentativo, della tensione inquieta allo sperimentare, dell’avvicinarsi per gradi a qualcosa con volontaria impotenza senza mai raggiungerla pienamente, quale metro di confronto con una realtà troppo spesso disillusa da aspettative fallimentari ed eccessive idealizzazioni. L’artista utilizza la carta, le plastiche, i lucidi, la tecnica dello spolvero, ritagli e frammenti di ogni genere, tutti materiali fragili, delicati, il cui senso di instabilità e di transitorietà anche formale fa intuire inaspettate possibilità di sviluppo ulteriore.
Da tale complesso sistema di echi e di riflessi, fra immagini inconsistenti, inafferrabili e superfici traslucide si risale poi a ritroso fino all’incursione dei quadri specchianti di Michelangelo Pistoletto (1933), fondamento della sua opera e importanti protagonisti già negli anni Sessanta di riflessioni teoriche intorno al superamento dell’autoritratto, allo spazio virtuale dell’opera e alla rappresentazione simultanea del tempo con l’inclusione dello spettatore e dell’ambiente circostante nel quadro, come “autoritratto del mondo”. In mostra alcuni lavori in acciaio lucidato a specchio con serigrafia e i frammenti di specchi della serie dei “Frattali”. La mostra si avvale del Patrocinio della Provincia di Grosseto e del Comune di Capalbio e del contributo della Banca della Costa d’Argento. (gianni moretti, scala santa, Michelangelo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Un’aquila per l’Aquila”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Cartacanta Civitanova Marche dal 19 al 22 maggio. Dopo Macerata e Ripatransone, “Un’aquila per l’Aquila” di Giuseppe Gentili “vola” a Civitanova Marche. La scultura, dopo il successo di pubblico conseguito nelle precedenti tappe, verrà ospitata nello spazio Ente Fiera, nell’ambito di “Cartacanta”, che si inaugurerà il prossimo 19 maggio, alle 18. L’attuale edizione di “Cartacanta” prevede così l’esposizione di una ”imponente e immolata” scultura, “Un’aquila per l’Aquila” in ferro di uno dei più liberi artisti dell’arte contemporanea italiana che è Giuseppe Gentili, le cui opere sono tutte sotto l’egida dei Beni culturali dello Stato italiano. L’esposizione di Civitanova Marche sigla un importante appuntamento per la valenza culturale che da anni la manifestazione rappresenta: una tappa singolare, che “Un’aquila per L’Aquila” di Gentili compie, dopo l’esposizione a Macerata, Ripatransone e prossimamente a Pollenza ed Ancona al palazzo del Rettorato fissando ancor più un connubio tra l’Abruzzo e le Marche essendo lo scultore Gentili maceratese.
L’artista è nato a Pollenza ed ora vive a Camerino. E, così, l’opera, dopo un percorso espositivo tra Marche ed Abruzzo, giungerà a L’Aquila per essere battuta in un’asta benefica il cui ricavato sarà devoluto per la ricostruzione del patrimonio artistico della città, in particolare a favore dell’Istituto cinematografico de L’Aquila “La lanterna magica”. La scultura viene esposta per promuovere un’iniziativa dell’Associazione malati bambini leucemici e tumori delle Marche (Ambalt) a carattere sociale e di solidarietà, a sostegno della popolazione de L’Aquila colpita dal terremoto il 6 aprile 2009. L’iniziativa assume, per il particolare momento storico che si vive, così carico di preoccupazioni sociali, una valenza ancor più interessante rispetto al sempre valido accostamento dell’arte al sociale, dove quasi sempre assolve ad una funzione di collante. Allo stesso modo nell’evento si coglie ancor più un accorato “richiamo” da parte dell’artista, da sempre cavaliere fuori tempo e fuori dal coro a tutte le istanze sociali e politiche, territoriali e non, a collaborare, in aiuto della città devastata dal sisma, spiccando un volo di fratellanza. All’inaugurazione saranno presenti rappresentanti del comune de L’Aquila, di Civitanova Marche e dell’Istituto cinematografico. L’opera verrà presentata da Goffredo Palmerini, scrittore e giornalista, che de L’Aquila e dell’Abruzzo è uno dei più impegnati ambasciatori nel mondo. L’iniziativa, per il valore culturale e sociale che la caratterizza, gode del patrocinio dei Beni Culturali. L’ideazione e la promozione artistica è curata da “Arte per le Marche”. (gentile e l’aquila)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prevenzione del tumore alla bocca

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Continua la campagna di prevenzione dei tumori del cavo orale promossa dall’ANDI. L’Associazione nazionale dentisti italiani invita i cittadini a effettuare controlli gratuiti entro il 31 maggio negli studi dentistici aderenti all’iniziativa (per conoscerne gli indirizzi, telefonare al numero verde 800.911.202). L’iniziativa rientra nell’ambito della quinta edizione dell’Oral Cancer Day, che si è svolto sabato scorso in oltre 80 piazze di tutta Italia. Anche a Ragusa, in Piazza Libertà, gli odontoiatri della sezione provinciale dell’ANDI hanno allestito un gazebo, fornendo informazioni sulla prevenzione e cura del carcinoma orale e distribuendo del materiale informativo ai cittadini. “Mettiamo la bocca al centro della ricerca” è stato il messaggio lanciato nell’edizione 2011 e i dati dello screening saranno raccolti e pubblicati nel contesto di uno studio epidemiologico per valutare l’incidenza statistica della malattia sulla popolazione. Il tumore del cavo orale è tra le forme tumorali più diffuse al mondo, altamente invasivo e invalidante. Gli studi condotti in questi ultimi anni dimostrano però, che una diagnosi precoce aumenta la probabilità di curarlo con il minimo danno e senza gravi deformazioni del volto.
Per prevenire il carcinoma orale i dentisti ANDI consigliano di non fumare, limitare il consumo di alcolici, mangiare molta frutta e verdura e mantenere una bocca sana e ben curata. << Se in bocca compaiono macchie o placche bianche e rosse, ferite croniche, denti guasti o gengive gonfie o malate è importante consultare uno specialista per una diagnosi precisa. – dice il dott. Luciano Susino presidente della sezione provinciale dell’ANDI – Dunque, invito tutti a recarsi negli studi dei dentisti ANDI per una visita di controllo gratuita >> . [A.O.].

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The stolen paradise

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Roma 19 maggio 2011, ore 19:00 apertura al pubblico: 20 maggio – 21agosto 2011 MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo | http://www.fondazionemaxxi.it Un “bosco tessile” in fibra naturale sospeso tra le pareti all’estremità della Galleria 2 del MAXXI, al primo piano, dove gli spazi progettati da Zaha Hadid si concludono in una piano inclinato. E’ l’installazione The Stolen Paradise dello studio di architettura olandese West 8, secondo appuntamento della serie NATURE, mostra articolata in quattro installazioni successive con cui il MAXXI Architettura esplora un approccio inedito al tema delle esposizioni monografiche. Il loro progetto è stato ispirato dalla qualità dei lucernari del museo. La luce viene catturata e modellata con sagome bianche di alberi trasparenti, la cui ombra, le stratificazioni e il delicato movimento creano un’atmosfera fantastica.
NATURE non è una serie di antologie individuali ma un programma pensato per creare un dialogo tra il museo e alcune delle figure più interessanti dell’architettura contemporanea italiana e internazionale. (west8)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le notti bianche

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Roma dal 27 al 29 maggio, presso il teatro Sala Uno in piazza di Porta San Giovanni 10 andrà in scena, “Le notti bianche” per la regia di Lucia Lusso e Paolo Proietti. Tutti i giorni alle ore 21, domenica ore 17. Lo spettacolo vede in scena la compagnia di teatro integrato “Superdiverso”, composta da 22 attori e danzatori con e senza disabilità fisiche. La compagnia “Superdiverso” è nata nell’ambito del progetto “Superdiverso” finanziato dall’Assessorato Promozione dei servizi sociali e della salute – Roma Capitale. “I motivi che ci hanno portato a lavorare sul film di Visconti sono vari e riguardano non solo la bellezza del testo originario e la qualità dell’opera cinematografica, ma anche e soprattutto la straordinaria attualità del tema e la valenza che certi dialoghi e certe ambientazioni possono assumere ai nostri giorni”, raccontano i due registi. Visconti trasporta l’azione dalla Pietroburgo del 1848 alla Livorno del 1957. Una città che non ha ancora digerito le ferite della guerra, divisa da un ansia di rinnovamento (le vetrine illuminate, gli sguardi accesi dei bambini, la musica americana che irrompe nelle bettole del porto) e dalla angosciosa normalità di un’umanità varia e decaduta che pare, unica speranza, aggrapparsi alla fertilità del letame (contrapposta alla presunta sterilità dei diamanti) di cui avrebbe cantato De Andrè pochi anni dopo. Lì, nella tranquilla disperazione di una provincia, così simile a quelle città slave o arabe che gli ultimi decenni di pace guerresca hanno ridotto a memorie del passato, si incontrano due esseri fuori dal tempo: la donna, Natalia, fedele fino alla follia ad una promessa d’amore fatta da uno sconosciuto col quale ha condiviso nient’altro che uno sguardo ed un casto abbraccio, e l’Uomo, Mario, senza storia. (‘sdvasc, tempesta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fotovoltaico in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Fiera Milano Rho Mercoledì 18 maggio 2011 convegno dedicato a Il fotovoltaico in Italia: quale futuro dopo il Quarto Conto Energia?” Dopo mesi di attesa è stato approvato, nei giorni scorsi, il Quarto Conto Energia che determina una nuova disciplina delle modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici con l’obiettivo di porre le basi per lo sviluppo di medio-lungo periodo del comparto nel nostro paese. Quale sarà il futuro delle rinnovabili in Italia? Sono sufficienti gli incentivi? Gli operatori, i professionisti e le Associazioni hanno bisogno di chiarezza e di forti spinte per il futuro. La discussione è ancora accesa e coinvolge tutta la filiera delle energie rinnovabili.
Aprirà il convegno Massimiliano Pierini, Exhibition Director di MCE – Mostra Convegno Expocomfort, la manifestazione biennale leder mondiale nell’impiantistica civile e industriale, nella climatizzazione e nelle energie rinnovabili che dedicherà nell’edizione 2012 un focus speciale al settore fotovoltaico, fra i comparti industriali da sempre presenti alla manifestazione. A Vittorio Chiesa, Direttore Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, l’apertura dei lavori del convegno, per proseguire con un ricco parterre di relatori volto ad offrire un quadro completo sulle opportunità per il mondo del fotovoltaico e per il suo indotto.
La prima parte del convegno sarà dedicata ad analizzare il settore, partendo dai risultati del Terzo Conto Energia e dai quelli del Solar Energy Report per poi entrare nei dettagli e illustrare gli aspetti più rilevanti introdotti dalla nuova normativa.
In particolare, sul podio si avvicenderanno Reinhold Buttgereit, Segretario Generale EPIA, European Photovoltaic Industry Association, che presenterà un’analisi sulle politiche di incentivazione adottate dagli altri paesi europei, Gerardo Montanino, Direttore Generale GSE, Gestore Servizi Energetici, che illustrerà i risultati del Terzo Conto Energia, Vittorio Chiesa, Direttore Energy & Strategy Group, che esporrà un’analisi critica della nuova normativa e i conseguenti possibili sviluppi del mercato italiano aprendo così il dibattito che andrà ad animare la tavola rotonda con APER, ASSISTAL, ASSOSOLARE, GIFI. (dem)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Women Make Sculpture

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Pangolin London 19th May – 18th June Kings Place, 90 York Way, N1 9AG Why are women still marginalised by the art world? Does gender bring something different to the work itself or is it just politics? These are some of the key questions that form the foundations of the exhibition Women Make Sculpture at Pangolin. Despite the huge success of a handful of sculptors such as Barbara Hepworth, Elisabeth Frink and Louise Bourgeois, women still find themselves under-represented in major ‘blockbuster’ shows. A prime example is the Royal Academy’s current exhibition Modern British Sculpture which has received so much criticism for leaving out established male sculptors such as Antony Gormley and Anish Kapoor. But what about the women? Is such a meagre selection really representative of the current state of British sculpture? Pangolin London thinks not.
Coinciding with the centenary year of International Women’s Day, Pangolin London will celebrate female achievement in sculpture with the exhibition Women Make Sculpture, an all female show highlighting the diversity and creativity of women sculptors today. The exhibition will bring into the spotlight a number of established female artists including Sarah Lucas, Dorothy Cross, Ann Christopher and Alison Wilding as well as emerging names such as Polly Morgan, Abigail Fallis, Rose Gibbs and Briony Marshall.
The exhibition will include an eclectic mix of work in a variety of media ranging from Almuth Tebbenhoff’s powerful yet intricate steel wall pieces to Polly Morgan’s delicate and fragile taxidermy constructions, and from Deborah van der Beek’s emotive horse head Collateral made from the detritus of war to Rose Gibbs’ controversial Mountain of figures and penises violently expelling bodily fluids.
Pangolin London is well-placed to do a survey show of this kind thanks to its unique affiliation with Europe’s largest sculpture foundry Pangolin Editions and its remit to promote sculpture in all its forms. Pangolin London will also host a panel discussion to coincide with the exhibition on Monday 23rd May at Kings Place. This will include both artists exhibiting in the show and guest speakers to encourage a lively debate. To book tickets please go towww.kingsplace.co.uk. (Dorothy Cross)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 53 anni di villa Ada

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Roma, Villa Ada

Image via Wikipedia

Roma 18 maggio 2011 e Domenica 18 maggio 1958 quando le chiavi di Villa Ada vennero trasferite dal Demanio dello Stato al Comune di Roma e con una partecipata cerimonia – alla presenza dell’allora ministro delle Finanze Giulio Andreotti e del sindaco Urbano Cioccetti – una prima vasta area dell’ex parco Savoia venne finalmente aperta alla libera fruizione pubblica. È possibile rivivere il ricordo di quella giornata nelle fotografie e nei video del prezioso Archivio dell’Istituto Luce. Da quella storica data ci sono voluti altri 39 anni per arrivare nel 1997 – grazie alla lotta dei cittadini, dell’Associazione “Amici di Villa Ada” e di Antonio Cederna – all’esproprio e all’apertura anche della restante parte privata del parco con la legge per Roma Capitale. Ma i pericoli di “privatizzazione” non sono finiti – come dimostrano i recenti casi del Villino Todini e delle ipotesi speculative sull’ex Forte Antenne – mentre il degrado del parco avanza inarrestabile. Per questo, con l’occasione dell’anniversario della prima apertura al pubblico,
rilanciamo le priorità di intervento per dare un futuro a Villa Ada: definire una gestione coordinata dell’intera area verde, con l’individuazione di un unico soggetto responsabile; rimarcare i capisaldi della tutela conservativa, del vincolo paesaggistico e della destinazione pubblica del parco; garantire il coinvolgimento costante di associazioni e cittadini; definire un Piano di gestione condiviso che preveda un investimento costante nel tempo ed eviti ogni approccio emergenziale. Un processo che può partire dall’aggiornamento del mai attuato Piano di Utilizzo, avviando la nascita della “Casa del Parco” come luogo di informazione partecipata, centro visite, documentazione storica e illustrazione degli interventi in programma. Occorre poi predisporre un Piano di assestamento agro-forestale (prevedendo la messa a dimora di nuove piante) e una ricognizione degli immobili in previsione di destinazioni d’uso pubbliche. Nel quotidiano, infine, vanno garantite la pulizia e la manutenzione ordinaria del parco, limitando drasticamente l’accesso a mezzi motorizzati, individuando possibili strutture a supporto dell’attività sportiva, evitando l’autorizzazione di utilizzi impropri con finalità commerciali e forte impatto ambientale, assicurando nella stagione estiva un servizio di innaffiamento e un presidio anti-incendio (a copertura anche di Monte Antenne).(fonte Circolo Legambiente “Sherwood”)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bilancio Bcc di Basiliano

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Bilancio 2010 contraddistinto dal segno più per la Banca di Credito Cooperativo di Basiliano. Il trend di crescita della raccolta diretta (384,94 milioni di euro al 31 dicembre 2010, contro i 365,85 milioni di euro dell’anno precedente) ha registrato un +5,22%; buoni risultati anche per il comparto della raccolta indiretta, che ha realizzato un +7,49% e si attesta a 90,25 milioni di euro nel 2010.
Da segnalare l’aumento per gli impieghi, passati dai 344 milioni 470 mila euro del 2009 agli oltre 374 milioni del 2010 (+8,85%). L’utile netto del 2010 è di 1 milione 650 mila euro, in calo rispetto al 2009 quando si attestava sui 2,82 milioni di euro. «Il decremento è dovuto principalmente alle rettifiche di valore per deterioramento dei crediti – specifica Occhialini, sottolineando che il valore dell’utile è comunque tra i migliori in regione – ma, nonostante la decisa contrazione del reddito e visto l’andamento economico del settore bancario nel suo complesso, è un risultato da ritenersi sostanzialmente positivo: il Credito Cooperativo paga, infatti, più di altri la decisione di non far mancare il sostegno al territorio anche in momenti di grave crisi economica». Il patrimonio di vigilanza 2010 ammonta, invece, a 53,49 milioni di euro, con un incremento del +2,96% rispetto all’anno precedente. Al vaglio dell’assemblea, che ha votato a favore, anche la modifica di 20 articoli dello Statuto Sociale e di un articolo del regolamento assembleare. Appuntamento fisso dell’incontro assembleare (durante il quale si è svolta la nomina ordinaria di 4 nuovi consiglieri per l’esercizio 2011: Francesco Fabbro, Loreto Mestroni, Ugo Maiero e Alessandro Delfino), la cerimonia di consegna delle borse di studio a 20 eccellenze dello studio, tutti diplomati e laureati nell’anno scolastico/accademico 2009/2010.(dsc2463)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Religione come professione di fede

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Il rapporto stabilito tra la Chiesa e i fedeli, che si richiamano ad essa, non sempre collima con la fede che sentiamo nel nostro intimo. Non è certo una novità e non la tratterei se spesso questo rapporto duale non mi venisse riproposto e reso aspro e ultimativo come se si trovasse in rotta di collisione. Tale contrasto è senza dubbio surrettizio. E’ provocato per lo più dalle letture distorte degli scritti dei nostri padri e dalla mancata consapevolezza che ai tempi in cui furono elaborati la visione delle cose era più ristretta e forzata da una limitata conoscenza scientifica. Ma vi era anche il condizionamento di una cultura che affondava le sue radici nella mitologia greco-romana. In questo modo le Chiese fondarono i loro rituali imbrigliando la fede su un percorso fatto di usi, talvolta paganeggianti, non riuscendo a spezzare del tutto la continuità esistente tra le due tradizioni. Per me il tutto si trasforma in un grosso limite che le Chiese si sono fatte carico nel corso della loro storia e che tuttora ne subiscono gli effetti distorcenti sul piano dottrinario e nella pratica religiosa. E gli errori, purtroppo, si pagano. Lo constatiamo oggi con i cristiani che si contendono la loro appartenenza in tante chiese e che seppero in tempi non tanto lontani trasformare i loro convincimenti in guerre di religione con i loro martiri e vittime e a smarrirli sul sacro fuoco dell’inquisizione. Errori che oggi si pagano con una moneta meno sonante, ma pur sempre dolorosa. Lo costatiamo in chi si rinserra in una pratica religiosa bigotta e limitata, in chi non vuole o non riesce a far emergere la sua coscienza critica convinto che il valore della fede è data dalle gerarchie e che il loro verbo è infallibile. Basterebbe rileggere quanto i religiosi scrivevano nel XV e XVI secolo per capire quanta differenza vi fosse per una stessa chiesa ai tempi odierni. E tutto questo lo dobbiamo a chi non si è fermato alle prime letture. D’altra parte le regole sono state per lo più un’invenzione delle gerarchie convinte com’erano che occorreva fissare dei paletti nella cultura religiosa per evitare che trasbordasse in una diversa consapevolezza. E che questa stessa cultura non poteva considerarsi un dogma ma questo valeva solo per i principi della Chiesa che si consideravano sul cucuzzolo della montagna e da quell’osservatorio privilegiato erano in grado di vedere più lontano di chi si trovava a valle. Ma tutto questo cosa ha che fare con la fede? E la fede cos’è se non un richiamo alla ragione e all’essenza delle cose? Cristo, dopo tutto, era un uomo di fede e non di Chiesa. E spiegava le cose per la comprensione dei suoi contemporanei. Oggi, probabilmente, le avrebbe illustrate in modo diverso. E ciò che predicava lasciava il segno non tanto e non solo nei semplici ma in primo luogo tra i dottori della chiesa perché erano parole di fede. Egli ci ha lasciato l’orgoglio dell’appartenenza. Egli ci ha lasciato lo sprezzo per le ricchezze perché il regno dei cieli appartiene allo spirito e non alla materia. Egli ci ha lasciato la forza di scacciare i mercanti dal tempio perché la fede non accetta compromessi. Egli ci ha dimostrato che la coerenza può portare al martirio e alla morte e questo è il primato della fede in opposizione alla Chiesa che spesso china il capo al padrone di turno. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

“Una riserva di staminali per tutti”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Bologna 23 maggio 2011 ore 19.00-20.15 Hotel Savoia Regency via Pilastro 2. Grazie alla crioconservazione del grasso corporeo un piccolo prelievo di tessuto adiposo oggi vuol dire mettere in banca una riserva di giovinezza e salute per il futuro Ne parleranno il Prof. Stefano Grossi ed il chirurgo plastico Alessandro Gennai all’incontro organizzato da Cryo-Save La possibilità di prelevare cellule staminali adulte dal tessuto adiposo con un prelievo semplice e indolore apre nuove frontiere nei campi della medicina rigenerativa ed estetica. «Queste cellule sono una vera e propria riserva di giovinezza, ma anche, e soprattutto, una riserva di salute, perché le cellule staminali mesenchimali offrono la prospettiva di curare, in futuro, numerose patologie» spiegaAlessandro Gennai, socio dell’European Academy of Facial Plastic Surgery (Eafps) e fra i primi chirurghi in Italia ad appoggiarsi a una “banca delle staminali” e che interverrà all’incontro formativo organizzato da Cryo-Save Italia sulla conservazione delle cellule staminali. Nella chirurgia plastica, la tecnica di utilizzo del grasso è ben nota: «Da tempo si può asportare il grasso nelle zone dove ce n’è in eccesso per poi iniettarlo dove serve volume, in un’ottica di rimodellamento del corpo. Ma, mentre un tempo era necessario eseguire prelievo e innesto del grasso nello stesso intervento, adesso il tessuto adiposo può essere conservato e riutilizzato nel momento più opportuno, per futuri lipofilling e per trattamenti antiaging periodici», anticipa Gennai.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quinta mostra d’arte collettiva

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Legnano 21 maggio alle 16 presso la Sala delle Vetrate della Famiglia Legnanese Espongono gli allievi dell’associazione artistica Lo Scarabocchio di Legnano. Piccoli e grandi artisti in erba mettono in mostra i loro capolavori. Sono davvero tanti gli allievi dell’associazione artistica Lo Scarabocchio, che quest’anno hanno deciso di sottostare al giudizio dei critici. La mostra resterà aperta l’intero week end dalle 10 alle 21,30 e dalle 14 alle 20. L’ingresso è libero. Lo spazio espositivo assegnato agli allievi è progettato e realizzato dall’insegnante responsabile Alessandra Corradini, docente di restauro e conservazione opere d’arte e di tecniche pittoriche antiche. L’esposizione vuole ricreare, attraverso i manufatti realizzati dagli allievi, i laboratori dei grandi maestri del passato, mostrando, attraverso percorsi didattici, le metodologie di lavoro usate da questi artisti. Espongono per gli artisti in erba Xheson Abazi, Gabriele Alessandrello, Stefano Biondi, Luca Denis Bollini, Filippo Budel, Andrea Casero, Giulia Centorrino, Endi Ceveli, Ilaria Cimento, Cristina Colombo, Emma Colombo, Mara Colombo, Nadia Colombo, Camilla Defendi, Sofia Defendi, Nikola Demo, Valeria De Simone, Lelia Di Giacomo, Clarita Di Lena, Laura Fanizzi, Alessandro Frisone, Alice Ghilardello, Alessia Giura, Rebecca Grassini, Mara Inzaghi , Alessandra Infante, Anna Maria La Montagna, Francesca Lani, Francesca Lodini, Matteo Natali, Niccolò Oldani, Matteo Orsini, Roberta Patriota, Silvia Padovan, Irene Pedrotti, Diamante Pessina, Aurelia Pozzim Eleonora Proverbio, Matteo Proverbio, Davide Pugliese, Elio Reggiani, Yann Reggiani, Elisa Rizzo, Gabriel Roseti, Chiara Salmoiraghi, Davide Salmoiraghi, Davide Salvati, Silvia Torre, Chiara Trezzi, Elisabetta Tronca, Angelica Valeri e Federico Volpi. In tanti hanno scoperto l’arte da adulti e vogliono mostrare orgogliosi al pubblico il frutto di ore di studio e di lavoro. Per l’associazione Lo Scarabocchio, espongono Giovanni Armiraglio, Eva Bellomo, Mario Bertani, Giorgia Bolzani, Marzia Bonacina, Maria Rosa Bruletti, Gigliola Cappellino, Sergio Casali, Loredana Cassani, Linda Cavalleri, Orazio Galli, Onorato Gianellini, Tiziana Gironi, Laura Mangano, Anna Paganini, Raffaella Pavan, Enza Pericoli, Enrica Proverbio, Luigi Rottondi, Antonella Spini, Paola Tosi e Mariangela Turconi.
Lo Scarabocchio, associazione artistica fondata nel 2006, dall’attuale presidente Alessandra Corradini, insegnante di restauro e tecniche pittoriche antiche, ha sede a Legnano in Via Stoppani 54.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival dell’economia

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Trento Festival dal 2 al 5 giugno 2011. Provengono da tutta Italia gli studenti selezionati, come ogni anno, dalla Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Trento. Le candidature pervenute entro il 6 maggio, termine entro il quale era possibile proporre la candidatura, sono state 101. Di queste 9 sono risultate prive dell’età richiesta dal bando e 4 dello status “studente universitario”. Gli studenti selezionati parteciperanno attivamente alla giuria popolare del format “Pro e Contro”
La selezione dei 30 studenti è composta da 15 femmine e 15 maschi, 7 studenti provengono da Province del Nord Italia, 10 da province del Centro, 8 da province del Sud. 5 studenti, come da bando, sono iscritti alle Facoltà dell’Università degli Studi di Trento. Quattro gli incontri (format “Pro e Contro) ai quali è richiesta la loro attiva partecipazione: venerdì 3 giugno alle 12.00 in Sala Depero (Palazzo della Provincia) “Bisogna legalizzare e tassare la prostituzione?”; sabato 4 giugno alle 12 nella stessa Sala “E’ giusto alzare le tasse universitarie?”, sempre sabato ma alle 15 a Rovereto presso la sala conferenze del MART “La gestione dell’acqua deve essere totalmente pubblica?”; domenica 5 giugno alle 12 in Sala Depero su “Siete a favore dell’imposta di successione?”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano nazionale per l’infanzia

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2011 il terzo Piano biennale nazionale per l’infanzia, che contiene le linee strategiche fondamentali e gli impegni concreti che il Governo intende perseguire per sviluppare un’adeguata politica per l’infanzia e l’adolescenza e stabilisce le priorità fra i programmi riferiti ai minori, rafforza la cooperazione per lo sviluppo dell’infanzia nel mondo, le forme di potenziamento e di coordinamento fra le pubbliche amministrazioni, le regioni e gli enti locali, individua le modalità di finanziamento degli interventi previsti. Questo Terzo Piano di azione per l’infanzia viene emanato nel ventesimo anno di vigenza della Convenzione internazionale sui diritti del fanciullo, punto di arrivo di un cammino iniziato agli inizi del secolo scorso con i primi riconoscimenti dei diritti umani e di cittadinanza al bambino. La novità del Piano riguarda principalmente due dimensioni: rispetto all’approccio: pur non affrontando tutto il complesso delle politiche e dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza, identifica alcune direttrici di intervento su cui sviluppare proposte di azioni coordinate rispetto al metodo: adotta un processo partecipato nella fase della costruzione e della sua attuazione attraverso la programmazione di un percorso di accompagnamento e monitoraggio permanenti. Queste le direttrici che rendono più agile il percorso di attuazione del Piano: consolidare la rete integrata dei servizi e il contrasto all’esclusione sociale; rafforzare la tutela dei diritti; favorire la partecipazione per lo costruzione di un patto intergenerazionale; promuovere l’integrazione delle persone immigrate (i minori stranieri ed i minori rom).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova disciplina dell’apprendistato

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

‘Riformare l’apprendistato per favorire l’occupazione, sulla base della necessaria integrazione tra formazione e lavoro. Con quest’obiettivo il Consiglio dei ministri del 5 maggio 2011 ha approvato uno schema di decreto legislativo che disciplina il contratto. Tre le tipologie previste: con contratto di apprendistato per la qualifica professionale possono essere assunti in tutti i settori di attività, anche per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione, i giovani che abbiano compiuto 15 anni. Con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere possono essere assunti in tutti i settori di attività, pubblici o privati, per il conseguimento di una qualificazione contrattuale i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Per coloro che hanno già una qualifica professionale il contratto può essere stipulato a partire dai 17 anni. Con contratti collettivi e accordi interconfederali vengono stabiliti, in base all’età dell’apprendista e del tipo di qualificazione da conseguire, la durate e le modalità della formazione per l?acquisizione delle competenze tecnico-professionali e specialistiche. Il contratto non può superiore a sei anni. Con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca possono essere assunti giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, in tutti i settori di attività, pubblici e privati. In questo caso si tratta di attività di ricerca o per il conseguimento di titoli di studio universitari e di alta formazione, compresi i dottorati di ricerca, per la specializzazione tecnica superiore, con particolare riferimento ai diplomi relativi ai percorsi di specializzazione tecnologica degli istituti tecnici superiori.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »