Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 Mag 2011

Per la democrazia linguistica

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Radio Radicale

Image via Wikipedia

Roma, Sabato 28 maggio 2011, ore 15 Via di Torre Argentina 76, Assemblea nazionale, in diretta con Radio Radicale, con intervento di apertura di uno dei massimi esperti al mondo di colonizzazione linguistica, il Prof. Robert Phillipson “L’imperialismo linguistico continua”;
Ore 17 partenza del Corteo in fila indiana lungo Largo Arenula e prosecuzione per Viale Trastevere fino al Ministero della Pubblica Istruzione.
Mentre la Gran Bretagna ha abolito dal 2004 l’obbligo dello studio di una qualsiasi lingua straniera:
l’anglicizzazione delle università che viene chiamata bugiardamente internazionalizzazione;
l’obbligo della certificazione B2 di inglese per insegnare in Italia qualsiasi materia, da educazione fisica a italiano o francese;
il CLIL (insegnamento materie non linguistiche in lingua straniera) che ha avuto l’86% di domande per l’inglese contro il 14% di francese, tedesco e spagnolo messe insieme;
segnalano inequivocabilmente non solo l’accerchiamento finale e l’ineluttabile fine della seconda lingua comunitaria ma, anche, la progressiva marginalizzazione del cemento linguistico del Paese: la lingua italiana. La colonizzazione linguistica inglese costa agli italiani oltre 60 miliardi di Euro l’anno e ai Paesi Ue nel loro complesso 350 miliardi di euro l’anno, mentre la Gran Bretagna ne risparmia circa 18 di miliardi annui avendo abolito l’insegnamento della lingua straniera dal 2004. Oggi il genocidio linguistico-culturale è la nuova frontiera nella distruzione dei popoli e, in Europa, costituisce il pieno asservimento al mercato anglo-americano di mezzo miliardo di europei. E’ importante quindi partecipare alla manifestazione del 28 maggio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidente croato a Fiume

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Il Presidente della Repubblica Croata Ivo Josipovic ha voluto salutare i protagonisti del Rally di Croazia prima della gara. Il Presidente è arrivato nel centro di Fiume alle 12,30, al termine dello shakedown, e si e’ intrattenuto per circa mezzora con i piloti accanto alla pedana di partenza. Una visita che ha onorato piloti ed organizzatori ed ancora più significativa perchè il Presidente ha trovato tempo e modo per essere a Fiume nonostante gli impegni istituzionali internazionali fissati per il pomeriggio nella capitale croata. Nel pomeriggio e’ stato il Sindaco di Fiume Vojko Obersnel a dare il via a Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi, che hanno aperto la sequenza dei partenti che affrontano oggi le prime 4 prove della gara con rientro a Fiume a partire dalle 22,59. Tre i forfait rispetto all’elenco degli iscritti. Michal Solowow ha dovuto rinunciare alla gara per l’indisponibilita’ della prevista Mitsubishi Lancer R4, insieme a lui non si sono presentati alle verifiche il francese Cyril Vosalho (Subaru Impreza) e lo sloveno Uric Petric (Citroen C2)
The President of the Republic of Croatia Ivo Josipovic wanted to greet the protagonists of Rally Croatia before the start of the race. The President arrived in the town centre of Rijeka at 12.30, at the end of the shakedown, and spent about half an hour with the drivers in the start podium area.  His visit has honoured the drivers and the organizers, and that is even more significant since the president found the way and the time to be in Rijeka despite the international institutional commitments set for the afternoon in the Croatian capital. In the afternoon the Mayor of Rijeka, Vojko Obersnel, waved the start flag to Luca Rossetti and Matteo Chiarcossi, who opened the list of starters tackling today the first 4 stages of the competition with a return in Rijeka from 22.59. Three entered drivers have not started. Michal Solowow due to the unavailability of the Mitsubishi Lancer R4, and also Frenchman Cyril Vosalho (Subaru Impreza) and Slovenian Uric Petric (Citroen C2)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’Espressione Geografica

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Torino 19 maggio – 27 novembre 2011 Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Inaugurazione: giovedì 19 maggio 2011, dalle 19 alle 21 A cura di Francesco Bonami. In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo presenta la mostra “Un’espressione geografica. Unità e Identità dell’Italia attraverso l’Arte Contemporanea” realizzata in collaborazione con Banca Fideuram (Gruppo Intesa Sanpaolo).
Perché celebrare 150 anni dell’unità d’Italia significa esaltare esclusivamente il passato del nostro Paese? “Un’espressione Geografica” celebra un’Italia contemporanea e guarda al futuro attraverso le opere di 20 artisti stranieri. Da uno sguardo innovativo e visionario sul nostro territorio nasce una mostra nuova, con opere nuove, realizzate e prodotte in Italia. La mostra racconta il Paese di oggi e di domani, ritraendo le ricchezze e le specificità di ciascuna Regione. Ne emerge un ritratto inedito del panorama sociale, politico e culturale: come eravamo, ma soprattutto come siamo e come saremo. Un racconto delle meraviglie e delle contraddizioni che caratterizzano un’Italia unica, sempre in bilico tra tradizione e innovazione, storia e contemporaneità. Il 2 agosto 1847 lo statista austriaco Klemens Von Metternich scrisse, in una nota inviata al conte Dietrichstein, la famosa e controversa frase «L’Italia è un’espressione geografica». Tale frase venne ripresa l’anno successivo dal quotidiano napoletano Il Nazionale, riportandola però in senso dispregiativo: “L’Italia non è che un’espressione geografica”; nel pieno dei Moti del ‘48, i liberali italiani si appropriarono polemicamente di quest’ultima interpretazione utilizzandola, in chiave patriottica per risvegliare il sentimento anti-austriaco negli italiani. Gli storici sono abbastanza concordi nel riconoscere nell’affermazione di Metternich la constatazione di uno stato di fatto, piuttosto che una connotazione negativa: dal punto di vista politico, infatti, lo statista austriaco notava come l’Italia fosse “composta da Stati sovrani, reciprocamente indipendenti”.
Partendo dalla definizione “Espressione Geografica“ la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo desidera riflettere su come oggi, in un mondo globale dove lo scambio fra le culture e le economie ha cancellato l’antico concetto di confine, la geografia di una nazione sia ritornata a essere un argomento estremamente attuale. Un’Espressione Geografica sarà il risultato di un viaggio in Italia intrapreso da venti artisti, provenienti da diverse nazioni europee, ognuno in una delle venti Regioni italiane. Ogni artista sarà accompagnato nel suo viaggio da un giovane corrispondente della Regione prescelta, che lo guiderà attraverso il territorio di quest’ultima rivelandone l’identità e le specificità. Gli artisti si trasformeranno così in Goethe contemporanei per interpretare, attraverso il loro linguaggio individuale, l’Italia di oggi. Un’Italia vista ed esplorata in profondità, scannerrizata con gli occhi di chi vive altrove. Il loro viaggio toccherà infatti i luoghi più interessanti e significativi di ogni Regione e permetterà agli artisti di entrare in contatto con la ricchezza e la varietà del territorio italiano. La peculiarità di ciascuna Regione sarà la fonte ispiratrice per la creazione di nuove opere d’arte, intimamente legate all’esperienza dei luoghi visitati. In seguito alle ricerche sui territori regionali, gli artisti saranno infatti chiamati a creare una nuova opera, che sarà esposta in una grande mostra collettiva alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Le opere appariranno così agli occhi dello spettatore come un grande diario di viaggio, trasformando il visitatore di Un’Espressione Geografica in un viaggiatore contemporaneo: le storie, le esperienze, le sensazioni raccolte in ciascuna Regione saranno al centro anche dell’esperienza del visitatore della mostra, che potrà riscoprire da prospettive inedite e inaspettate il nostro Paese. (Michael, talyo, Johanna, Ferhat, Tobias, Nathaniel)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anticipazioni The Economist in edicola domani

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

L’analisi che si occupa della situazione esistente tra Pakistan e India, due paesi che hanno una politica distorta e si alimentano sul terrorismo.
Editor’s highlights: Sometimes a debate starts where everybody ignores the elephant in the room. So it has been with Pakistan since the death of Osama bin Laden, with the West examining everything to do with the country except the greatest issue of all, its relationship with India. This week our cover leader looks at “the world’s most dangerous border”, which has cost thousands of lives, distorted the politics of two countries and stoked up terrorism. We argue that the West’s refusal to help defuse tension here is a terrible mistake, especially because a settlement is not beyond reach. Also this week The damnation of Dominique Strauss-Kahn Whatever the man did, do not forsake his ideas Business lessons from Barcelona FC The management style of the world’s classiest football team Huckabee hides, the Donald ducks On the American right, social conservatives and the tea party are both in a funk In praise of placebos Virtually all alternative medicine is bunk, but the placebo effect is rather interesting Walmart Wumart The battle for China’s shoppers
L’Economist sostiene che il rifiuto dell’Occidente nel contribuire a disinnescare la tensione tra questi due paesi sia un terribile errore, soprattutto perché una soluzione non è irraggiungibile:
• The world’s most dangerous border – To reduce the risk of terror, the West must help defuse tension between India and Pakistan L’articolo su Dominique Strauss-Kahn: Damned – Whatever the man did, do not forsake his ideas: they are more important
• Una panoramica sulla capacità di recupero e sull’economia giapponese dopo la potenza di un terremoto combinata a un incidente nucleare full-scale: On a mission -A rare reformist zeal is emerging in post quake Japan. The government ignores it at the country’s peril
• L’articolo sul più grande esportatore americano: Don’t bully Boeing, Barack Want to prove you are “pro business”? Condemn a loony left complaint against America’s biggest exporter
• Per ultimo un articolo che tratta della medicina alternativa: There is no alternative – Virtually all alternative medicine is bunk; but the placebo effect is rather interesting
Mentre larga parte della sezione Europe:
L’editoriale su Berlusconi dopo le elezioni comunali in Italia: A blow to Berlusconi – The prime minister’s party struggles inlocal elections.
• Una panoramica sulla divisione economica nell’euro zona, che vede diventare realtà lo spettro, storicamente sempre esistito, di un Europa a due velocità: Northern lights, southern cross – The economic split within the euro area could damage its political cohesion
• L’altro editoriale sull’euro: Tomorrow and tomorrow – The euro zone’s finance ministers continue to act as if time is on their side
• La rubrica Charlemagne: Decoding DSK – What his fall says about transatlantic differences in attitudes to sex, power and the law
Seguono in fondo alla mia email gli highlights dell’editore.(Beatrice Mozzi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Massimo Lugli L’Adepto

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Roma venerdì 20 maggio – ore 19,30 Via Valeriano 3f Presentazione dell’ultimo romanzo di Massimo Lugli. Sarà presente l’autore Introduce Lorenzo Strisciullo a seguire Concerto di Angelo Ferrara 4tet (genere ambient/alternativo/ellettoacustico) visual by mrTrash TSLproject. L’autore è uno dei migliori cronisti-segugi al lavoro a Roma. Dalla sua partecipata esperienza ha tratto un nuovo romanzo. Corrado Augias. Una chiesa sconsacrata, un animale sacrificato, un neonato brutalmente martoriato: quanto basta per far aprire un’indagine in cui Marco Corvino si troverà coinvolto. A distanza di venticinque anni dalla cattura di uno spietato assassino, il giornalista sarà di nuovo al centro di una macabra inchiesta: una vicenda di riti satanici che seguirà passo dopo passo per il suo giornale. Dovrà fare i conti, suo malgrado, con un mondo di cui ignorava l’esistenza, popolato da sensitivi, esorcisti, maghi, adepti del Candomblé e della Santeria, ma anche con figure pericolose, potenti e prive discrupoli. Travolto da una relazione passionale e clandestina e perseguitato da eventi inspiegabili, diventerà ben presto preda di un turbamento profondo che assumerà il volto del terrore. Le sue certezze vacilleranno per lasciare spazio a interrogativi senza risposta. Con la precisione e l’ironia sottile che lo distinguono, Massimo Lugli fa intraprendere al suo personaggio un percorso iniziatico, all’ombra di una minaccia oscura e incombente, che gli cambierà per sempre la vita. Una vicenda inquietante che lo condurrà a una cruda verità: le cose spesso nascondono un volto oscuro e sono ben diverse da come appaiono. (l’adepto)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giardininterrazza

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Roma dal 20 al 22 maggio 2011, presso il Parco pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma di Renzo Piano, per la prima edizione di Giardininterrazza, la grande manifestazione romana dedicata al Verde e al Design. La manifestazione sarà l’occasione per scoprire le più recenti tendenze del verde urbano e del design da esterni. Per tre giorni, infatti, professionisti ed appassionati si incontreranno per creare, esporre, vendere e promuovere il verde in città, attraverso un inedito incontro tra paesaggio, architettura, giardinaggio e design. Uno dei più importanti eventi organizzati nell’ambito della manifestazione sarà “le Follie d’Autore”: uno spazio di sette installazioni libere e creative sviluppate intorno all’idea del giardino e del terrazzo realizzate da affermati paesaggisti selezionati da un apposito Comitato Scientifico. Da segnalare anche “Balconi per Roma”, un’iniziativa che intende dimostrare che costruire il proprio angolo verde non è solo semplice, ma anche divertente! Con gli arredi, le piante e gli oggetti di design degli espositori verranno allestiti diversi tipi di balcone. Non mancheranno, iniziative a tutela del verde cittadino e della sostenibilità ambientale, presentazioni di libri e spazi per i più piccoli, per una tre giorni all’insegna del verde e della tutela dell’ambiente. (giardini in terrazza)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esseri umani e robot umanoidi

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Ancona 20 maggio alle 18 nell’Aula del Rettorato conferenza di Giulio Sandini, direttore di ricerca presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, professore di Bioingegneria all’Università di Genova, dove nel 1990 ha fondato il LIRA-Lab (Laboratorio per la Robotica Integrata Avanzata). Le sue attività di ricerca riguardano il campo della visione biologica e artificiale, delle neuroscienze computazionali e cognitive, e della robotica, per studiare i meccanismi neurali del coordinamento senso-motorio umano e dello sviluppo cognitivo, sia da una prospettiva biologica che artificiale. Metterà a confronto per il pubblico di Ancona “Esseri umani e robot umanoidi”. Il ciclo si concluderà giovedì 26 maggio (stessa sede, stesso orario), col filosofo Giulio Giorello, docente di Filosofia della Scienza all’Università di Milano, che dirige per l’editore Raffaello Cortina la collana Scienza e idee. Attraverso le sue parole, che più volte sono risuonate nelle aule dell’Università Politecnica delle Marche, dove ha tenuto conferenze e seminari, scopriremo cosa implica, sia dal punto di vista etico che filosofico, il binomio “Uomo e Macchina”. (sandini)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missione economica imprese italiane in Gabon

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

“Il Presidente Berlusconi è rimasto impressionato dalla visione geopolitica del Presidente Ondimba rispetto ai grandi temi africani ed ai rapporti con l’Europa; il Presidente Ondimba punta molto sul rafforzamento dei rapporti tra Gabon ed Italia e glielo ha detto senza fronzoli. Credo che, dopo l’approfondito incontro di ieri (è durato un’ora e mezza), si stia per inaugurare una stagione di nuovi rapporti con l’Africa: in questo processo il Governo del Gabon sarà certamente un fermo interlocutore di quello Italiano” dice l’ing. Alfredo Cestari, Presidente della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale-Unioncamere riferendosi sia alla riunione a porte chiuse svoltosi martedì in Palazzo Chigi (al tavolo del Presidente Silvio Berlusconi c’erano il Presidente della Repubblica del Gabon Ali Bongo Ondimba, l’On. Paolo Bonaiuti, l’On. Valentino Valentini ed il Presidente di ItalAfrica Centrale, Alfredo Cestari) che a quello riservato odierno presso l’hotel Parco dei Principi di Roma tra il Presidente Ondimba, i rappresentanti di Sace e Simest ed il Presidente Cestari. Dall’inizio dell’intervento armato in Libia è la prima volta che il Presidente Berlusconi riceve un capo di Stato africano. A tal fine oggi, all’hotel Parco dei Principi, il Presidente Ondimba inaugurerà il forum imprenditoriale italo-gabonese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Visioni dal Continente Dimenticato”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Milano (M1 Lampugnano) 28 maggio – 15 giugno 2011 Inaugurazione venerdì 27 maggio 2011, ore 18.30 Casa delle culture del mondo, Via Giulio Natta 11, opere di Réné Bokoul. Iniziativa promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura in collaborazione con WhiteMouse Productions a cura di Roberto Malini orari: martedì-venerdì 10.00-18.30 / sabato e domenica 14.00-21.00 / lunedì chiuso Ingresso libero
In esposizione alla Casa delle culture del mondo 40 oli su tela di Réné Bokoul, pittore originario del Congo, considerato un caposcuola nel suo Paese e uno dei più importanti artisti africani in attività, vincitore del Premio Picasso e del Premio della Presidenza della Repubblica del Congo.
Nato a Brazzaville nel 1973, Leticia Paterne Mahoungou, in arte Réné Bokoul, comincia a dipingere all’età di 11 anni e a 15 entra come allievo nella scuola di pittura di Poto-Poto, la più celebre del continente africano, e in breve si afferma per il suo stile che coniuga la tradizione della scuola a intuizioni d’avanguardia, riscuotendo successo internazionale: il suo atelier era meta di visite di capi di stato e importanti personalità, e i suoi quadri sono stati acquisiti da importanti collezioni private e sedi istituzionali. Costretto a fuggire dal suo Paese sconvolto dalla guerra, e rifugiatosi in Italia dal 2006, Bokoul conduce un’esistenza difficile. Attraverso la sua arte, Réné Bokoul vuole comunicare lo splendore della cultura africana e le innumerevoli tragedie che funestano il “continente dimenticato”. Il dramma dei profughi travolti dai conflitti, spesso ancora vittime di abusi, violenze e atti di rifiuto è sempre presente nelle sue opere, nelle sue figure di africani sospesi sopra una terra che sembra quasi intoccabile, nelle sue esili ma orgogliose donne che portano la vita, celate all’interno di foreste sacre e serene come sogni di pace e uguaglianza.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Montalto di Castro per fermare il nucleare

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Roma Domenica 22 dalla Stazione Metro A Cipro alle ore 8, per prendere il pullman per raggiungere Montalto. prenotazione obbligatoria. Legambiente invita tutti a partecipare all’iniziativa Appuntamento Domenica 22 Maggio, ore 10 al parcheggio Foce del Fiora alla Marina di Montalto Info line Legambiente Lazio 347 2310122 (anche per pullman da Roma) Nuova manifestazione per fermare il nucleare in Italia e nel Lazio: , dopo il grande successo a Borgo Sabotino del mese scorso, domenica 22 maggio, a partire dalle ore 10, l’appuntamento per tutti è alla Foce del Fiora sul lungomare di Montalto di Castro per formare una bella e simbolica catena umana lungo la spiaggia, per affermare l’insostenibilità del nucleare e chiedere ai cittadini di votare SÌ ai referendum del 12 e 13 giugno. L’iniziativa è organizzata dal Comitato Antinucleare di Montalto di Castro, insieme al Comitato Laziale “VOTA SÌ per fermare il nucleare”, di cui Legambiente è tra i promotori e gli animatori. A pochi giorni dal plebiscito antinucleare in Sardegna e mentre la Camera dei deputati discute del decreto che vorrebbe cancellare il referendum sull’atomo del 12 e 13 giugno, nel prossimo fine settimana si terranno in tutta Italia varie catene umane per cingere i siti nucleari esistenti e quelli in lizza per diventarlo. A Montalto di Castro sarebbe entrata in funzione la quinta centrale nucleare italiana, con due reattori di 982MW di potenza, ma già negli anni ottanta il cantiere fu fermato a causa dei danni riportati nell’alluvione nel 1987 e poi definitivamente grazie al referendum.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettieri: De Magistris in politica per scudo immunità

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

“I napoletani sanno che non si pu lasciare la città, in un momento storico fondamentale per la rinascita, nelle mani di un ex magistrato che ha fallito nel suo lavoro e che è entrato in politica per avere lo scudo dell’immunità che infatti sfrutta continuamente”. Lo ha detto il candidato del centrodestra alle elezioni comunali di Napoli Gianni Lettieri al giornale online Clandestinoweb.com.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I trucchi contabili del G8

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Il G8 non mantiene le promesse sull’aiuto pubblico allo sviluppo e utilizza la contabilità creativa per far sparire le prove del suo fallimento. Secondo Oxfam Italia, nel rapporto di rendicontazione di Deauville diffuso ieri, il G8 ha manipolato le cifre, sostenendo di aver stanziato quasi 49 miliardi di dollari sui 50 promessi. Al contrario, secondo l’OCSE- l’organismo che elabora le cifre ufficiali sull’aiuto pubblico allo sviluppo – il G8 ha stanziato solo 31 miliardi di dollari. Dei 25 miliardi promessi all’Africa, inoltre, solo 11 sono stati realmente stanziati. Il reale buco degli aiuti è di 19 miliardi di dollari, cifra che equivale a soli 7 giorni di spese militari dei paesi del G8 e a solo lo 0,06% dei loro Pil aggregati. Il fatto che questi fondi non siano stati stanziati ha bloccato gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, che i paesi del G8 si sono impegnati a raggiungere entro il 2015.
Italia, Germania, Francia e Giappone non sono riusciti a trovare i fondi promessi per aiutare i più poveri. L’Italia, in particolare, veste la maglia nera perché destina solo lo 0,15% del PIL in aiuti – la percentuale più bassa i tutti i paesi del G8 – ed è ben lontana dall’obiettivo ONU dello 0,7% del Pil. Nel 2010, il nostro paese ha speso solo 2,3 miliardi di dollari in aiuti, quasi metà di quanto il governo italiano ha speso per le auto di servizio e gli autisti a disposizione di ministri e funzionari governativi. Inoltre, le voci che l’Italia ha incluso nel rapporto del G8 sono assai discutibili. Come per esempio i fondi spesi per l’ambiente e l’acqua e quelli per le attività di sminamento. Tutte attività fatte passare in modo forzato come aiuto pubblico allo sviluppo per gonfiare in modo artificioso il nostro contributo. Nel frattempo, il nostro governo ha tagliato i contributi al Programma Alimentare Mondiale (PAM) di quasi il 75% dal 2008 al 2009. La Germania è molto indietro, mentre la Francia – presidente di turno e sede del G8 e del G20 – deve recuperare terreno anche se nell’ultimo anno ha incrementato gli aiuti. Il Regno Unito è quasi in linea per mantenere la promessa del 2010 ed è sulla buona strada per raggiungere lo 0,7% entro il 2013. Il Canada è andato vicinissimo a mantenere il suo impegno, mentre gli Stati Uniti ci sono riusciti. Questi ultimi due paesi hanno però mantenuto la parola solo perché hanno promesso sin dall’inizio somme assai ridotte. Oltre alle cifre globali sugli aiuti, il rapporto di rendicontazione analizza anche l’agricoltura e la sanità. La mancanza di informazione sugli investimenti in questi settori impedisce però ogni analisi esaustiva, sia in termini di quantità che di qualità. Quando la crisi dei prezzi alimentari ha raggiunto il suo apice due anni fa, il G8 si è impegnato a investire 22 miliardi di dollari in aiuti per l’agricoltura e le donne e per sostenere piani nazionali e regionali. Oggi il rapporto svela che circa metà degli aiuti promessi a L’Aquila sono stati messi in pagamento. Ma non è possibile sapere se questi aiuti sono stati effettivamente stanziati, in che misura sono stati utilizzati per sostenere i piani nazionali e regionali e quanto sono stati efficaci per rispondere ai bisogni dei piccoli agricoltori“.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stoviglie pericolose

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Piatti, bicchieri, tazze, scodelle cucchiai e mestoli in resine melamminiche possono rilasciare sostanze nocive per la salute. A contatto con cibi ad alta temperatura (superiore a 70 gradi) o inseriti in forni a microonde questi utensili da cucina rilasciano melammina e formaldeide che migrano nei cibi. L’allarme viene dall’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi. La melammina è stata al centro dello scandalo del latte scadente cinese al quale veniva aggiunta per simulare una maggiore quantita’ di proteine e che ha provocato la morte di 6 bambini e ne ha intossicati migliaia. Proprio pochi giorni fa, in Cina, sono state sequestrate 26 tonnellate di latte in polvere alla melammina. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC), sin dal 2004, ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene per la specie umana. “I consumatori dovrebbero, pertanto, non usare utensili da cucina e
stoviglie in resina melamminica per la frittura, la cottura e per il riscaldamento di alimenti in un forno a microonde”, ha dichiarato il Prof. Andreas Hensel, presidente del BfR. Occhio, quindi, agli acquisti. Verificare che le stoviglie siano in resina melamminica e non usarle impropriamente. Per evitare problemi si puo’ sempre ricorrere alle stoviglie classiche. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tracollo dei matrimoni in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

“Il bassissimo tasso di nuzialità in Italia denunciato dall’Istat dimostra che il matrimonio nel nostro Paese versa in uno stato comatoso . Dal 1970 ad oggi si è registrata una riduzione della metà nel numero delle celebrazioni. A questo fenomeno fa da contraltare l’altro dell’esorbitante numero di separazioni e divorzi che consumano ogni anno (4 matrimoni su 10 finiscono in tribunale)” commenta l’avv. Gian Ettore Gassani, presidente nazionale Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani. “Occorre tuttavia analizzare le cause di questo fenomeno – continua- : in primo luogo la crisi economica che attanaglia il nostro Paese è assolutamente disincentivante per i più giovani a fare il grande passo delle nozze. Locare o acquistare un immobile per due promessi sposi è diventato proibitivo a causa di varie forme di speculazione che si registrano soprattutto nelle regioni centro settentrionali. E’ indubbio che la disoccupazione giovanile, specie quella femminile, non consenta progetti così importanti. La seconda causa è da ricercare nella paura dei giovani di un tracollo del matrimonio che potrebbe determinare situazioni di povertà insostenibili nonché insopportabili attese nei processi di separazione e divorzio. Terza causa è da ricercare nella volontà di molte coppie di convivere creando strutture familiari del tutto simili a quelle delle coppie coniugate. Oggi in Italia circa 2 milioni di italiani convivono more uxorio ed ogni anno nascono 100 mila bambini da tali un unioni. Quarta causa è data dalla paura di molti italiani di mettere al mondo i figli attesi i costi per la loro crescita. E’ evidente, pertanto, che allo stato attuale il matrimonio è un lusso e non più una libera scelta di vita: mancano del tutto o quasi politiche familiari che possano favorire il matrimonio e la procreazione”. Ciò che fa riflettere moltissimo è che i matrimoni civili sono in netto aumento rispetto al passato: “Nella cattolicissima Roma – dice Gassani – essi stanno superando numericamente quelli religiosi. E’ evidente quindi che l’Italia si sta collocando agli ultimi postieuropei per percentuale di matrimoni celebrati ed è certamente questa una notizia di portata mondiale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd: partito moderati e progressisti

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

I dati elettorali di Torino e dei principali Comuni della sua Provincia evidenziano che il PD è un partito articolato, di governo e ormai fortemente radicato nel territorio. Ma, soprattutto, è un partito realmente “plurale”. E’appena sufficiente scorrere gli eletti al Comune di Torino, i Sindaci eletti o al ballottaggio nelle città sopra i 15 mila abitanti e gli eletti nei rispettivi Comuni per rendersi conto che le varie sensibilità culturali sono tutte ben rappresentate nel partito dopo la scelta degli elettori. Insomma, un partito, il PD della provincia di Torino, dove convivono tranquillamente i moderati e progressisti senza appaltare ad altri partiti la rappresentanza politica di quelle realtà. E ciò spiega perché il PD oggi si attesta saldamente attorno al 30% dei consensi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bachelet: il martire laico

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Attraverso i suoi scritti Vittorio Bachelet torna a parlarci, a obbligarci a riflettere e ad interrogarci sulle cause del degrado etico, culturale e sociale al quale assistiamo. Un’occasione preziosa l’incontro con l’antologia curata e introdotta dal giornalista Angelo Bertani per la collana “Maestri” dell’Editrice La Scuola (Bachelet: testimoniare da cristiani nella vita e nella politica, pagg. 155, euro 9): una manciata di testi tuttora di grande attualità per orientare l’impegno della coscienza cristiana nell’ “oggi” talvolta scoraggiante della vita ecclesiale e civile in cui muoviamo, pagine che costituiscono il cuore del suo messaggio educativo per il “bene comune”, e che tracciano il senso di “una vita di fede per il mondo”. Nel libro curato da Bertani – che conobbe da vicino in anni di lavoro e conversazioni quotidiane- il “seminatore di futuro” Bachelet c’è tutta la lezione di chi ha aiutato una generazione ad uscire dal “cristianesimo di cristianità” – quello affidato al conformismo e all’intimidazione, all’abitudine, alle strutture, alle leggi- e a camminare verso un cristianesimo dell’amore e della coscienza, dell’ evangelo e del Concilio, dentro una società complessa dove assumere ruoli per servire, in un campo indicato alla Chiesa con il nome di “scelta religiosa”. Con parole semplici e coinvolgenti Bachelet torna a spiegarci il vero atteggiamento del cristiano di fronte alle novità e agli impegni che lo attendono nello spirito del Vaticano II.
Ma non si tratta solo di parole, per quanto importanti e pronunciate in circostanze particolari: durante le settimane sociali, nei grandi raduni dell’Azione Cattolica (convegni nazionali dei presidenti diocesani o assemblee nazionali), nella sede del Consiglio Superiore della Magistratura … Perché Bachelet ha testimoniato concretamente questi suoi pensieri: con la vita e con la morte, con il sigillo del sangue. Un “martirio laico” come ha affermato il cardinale Carlo Maria Martini: cioè la suprema testimonianza di un laico cristiano al servizio della Chiesa e della crescita civile nella giustizia e nella pace.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Furti distretto orafo Arezzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Il fenomeno dei furti nelle aziende del distretto orafo di Arezzo che ha colpito il nostro territorio negli ultimi mesi è divenuto un elemento di coesione tra gli imprenditori del settore; si è raggiunta la consapevolezza che è venuto il momento di lavorare insieme, collaborare e chiedere alle Istituzioni con una voce sola, in modo forte e chiaro, soluzione alle nostre richieste su credito, sicurezza, tutela e rispetto del nostro lavoro. Siamo arrivati alla unanime condivisione di realizzare il primo grande evento unitario che riunisca in un luogo simbolo della città tutti coloro i quali operano direttamente o indirettamente nel settore orafo o grazie al settore orafo della Provincia di Arezzo; per dare un segnale al mondo delle istituzioni ma anche alla cittadinanza di tutta la Provincia. Vogliamo testimoniare che il settore orafo di Arezzo rappresenta ancor oggi la spina dorsale del nostro sistema economico; che non ci può essere futuro per la città e la provincia senza le oltre 1.300 aziende orafe con i loro diecimila addetti . Mentre molti recitano l’epitaffio del nostro mondo orafo, Arezzo rappresenta in termini percentuali il primo polo in Italia con il 35% dell’export nazionale. In virtù della forte motivazione degli imprenditori e per garantire una adeguata organizzazione abbiamo deciso, dato l’accavallarsi delle elezioni e la concomitanza della fiera di Vicenza, di organizzare l’Evento nel pomeriggio di martedì 7 giugno. Abbiamo già raccolto, grazie soprattutto all’impegno del Comitato Sicurezza, oltre 1200 adesioni in pochissimi giorni. Con queste premesse tutti i membri della Consulta: CNA, Confartigianato, Confindustria e Confapi, invitano tutti gli operatori a cogliere questa opportunità unica di far sentire la loro voce.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disagio carcerario: nuova amnistia?

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

“A cosa serve discutere e votare le mozioni, se quelle approvate oltre un anno fa, nel gennaio del 2010 e che impegnavano l’esecutivo ad affrontare con misure tempestive e strutturali l’emergenza carcere, non sono state in alcun modo attuate dal Governo, né dal Parlamento? Che senso ha, dunque, la formula “impegna il Governo”? Dibattiti come quello di ieri non servono a nulla, se non si attribuisce alle mozioni un valore effettivo. È per questa ragione che la delegazione radicale ha ripresentato nella mozione approvata oggi alla Camera i punti già approvati a gennaio dello scorso anno e che sono di estrema attualità, dal momento che lo stato di sovraffollamento e di illegalità delle carceri italiane non solo non è stato risolto, ma si è addirittura aggravato.
Come riporta la rivista Ristretti Orizzonti, dall’inizio dell’anno in Italia si sono tolti la vita ventiquattro detenuti e tre poliziotti, mentre altri quaranta detenuti sono morti per cause cosiddette “naturali”,
infatti in diciassette casi sono state aperte inchieste volte all’accertamento dei fatti. Dal 2000 ad oggi nelle carceri italiane sono morti 1800 detenuti di cui ben 650 per suicidio. Nello stesso periodo di tempo si sono uccisi anche 87 agenti di polizia penitenziaria. Appare quindi chiaro che non sbaglia Marco Pannella, giunto oggi al ventinovesimo giorno di sciopero della fame, quando di fronte a cifre come queste parla di nuclei consistenti di Shoah.
C’è un articolo della nostra Costituzione che non viene mai richiamato: è il comma 4 dell’articolo 13 secondo il quale è punita la violenza commessa sulle persone che sono private della libertà. Ebbene, quando ricordiamo i detenuti ammassati, in meno di un metro e mezzo a testa – mentre la Corte europea dei diritti dell’uomo ne prevede 3 e l’ordinamento penitenziario 7 – chiusi in cella a far nulla per 20 o 22 ore al giorno, non parliamo forse di atti violenza? E cosa fa il Ministro della Giustizia davanti a questi problemi? Come si pone il Presidente della Repubblica? Per non parlare di quello del Consiglio, che finora non ha mostrato il benché minimo interesse verso questa situazione vergognosa. E cosa fa questo Parlamento? La risposta, l’unica seria e possibile, ce l’abbiamo noi ed è varare un’amnistia vera, legale, contro quella di classe che ogni anno vede prescritti circa 200 mila procedimenti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Azienda USL di Bologna

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

E’ una della maggiori Aziende sanitarie in Italia per dimensioni e complessità assistenziale. Il suo territorio comprende 50 comuni su un’area di 3.000 chilometri quadrati circa, per una popolazione di oltre 850.000 abitanti (i residenti in Emilia Romagna sono quasi 4.300.000). Il bilancio annuale supera i 1.700 milioni di euro (quasi il 22% dei 7.800 milioni della sanità della Regione Emilia Romagna), al suo interno sono impegnati quasi 8.500 professionisti, oltre 1.300 dei quali medici e 4.300 operatori assistenziali.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacap in sala sistema Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

Roma. “Finalmente, a un anno di distanza, le 43 farmacie della Farmacap entreranno nel grande occhio della Sala Sistema Roma, ove confluiscono tutte le telecamere di Roma Capitale e quelle delle aziende municipalizzate. Grazie a questa misura di prevenzione e deterrenza, fortemente voluta dall’amministrazione capitolina, l’azienda farmasociosanitaria ha fatto un significativo passo avanti in tema di sicurezza del proprio personale, degli utenti cittadini e del patrimonio, aspetto che auspichiamo possa contribuire a sollevare dalla crisi le tante farmacie, situate perlopiù in periferia, vittime di rapine e scassi notturni che incidono sulla produttività. Siamo soddisfatti che sia stata fatta piena luce sui motivi tecnici e giuridici che hanno impedito a Farmacap di entrare subito in collegamento con la Sala Sistema Roma e ci auguriamo che questo sia solo il primo passo verso una politica del cambiamento che possa consentire all’azienda di riemergere dalla crisi nella quale è stata indotta” – Lo dichiarano in una nota Fabrizio Santori e Ludovico Maria Todini, rispettivamente presidente e membro della Commissione sicurezza di Roma Capitale, in merito alla commissione urgente convocata in data odierna per verificare lo stato di avanzamento degli obiettivi della sala sistema Roma e la questione sicurezza delle farmacie comunali, alla quale hanno partecipato Farmacap, l’ufficio coordinamento Politiche per la Sicurezza e Atac Patrimonio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »