Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Toscana: interventi sostegno occupazione

Posted by fidest press agency su sabato, 21 Maggio 2011

La giunta regionale della Toscana ha approvato, su mia proposta, una delibera che definisce e finanzia una serie di misure per sostenere l’occupazione. Si tratta di incentivi alle imprese che assumono, con un occhio di riguardo per la stabilizzazione dei lavoratori precari, in particolare dei giovani e delle donne, ma anche dei lavoratori vicino alla pensione che hanno perduto il lavoro a causa della crisi. Per questo abbiamo destinato per il momento circa 8 milioni di euro, ma siamo pronti a trovare ulteriori risorse per fronteggiare quella che, ancora, si prospetta come un’emergenza. Anche se registriamo i primi segnali di fuoruscita dalla crisi infatti, tutto fa pensare, purtroppo, che almeno per quest’anno, non ci saranno ricadute positive sull’occupazione. Mentre premiamo l’acceleratore sugli interventi per lo sviluppo, finanziando i progetti strategici delle grandi industrie, incentivi per l’innovazione e il trasferimento tecnologico, contributi per la creazione di reti di impresa in modo da ovviare a carenze strutturali del sistema produttivo toscano, non possiamo trascurare un fronte che resta tuttora “caldo”. Gli interventi ai quali la delibera ha dato il via libera sono nove, ciascuno dei quali risponde a un elemento di criticità del nostro mercato del lavoro. Si prevedono incentivi per l’assunzione a tempo indeterminato, a tempo pieno o parziale, di donne over 30, di giovani laureati con contratti indeterminati o della durata di almeno un anno, di lavoratori provenienti da liste di mobilità, di soggetti svantaggiati, di disoccupati prossimi alla pensione, o ancora per la stabilizzazione di precari, la proroga di contratti a tempo determinato o la trasformazione di contratti di collaborazione. Fra gli interventi, che sostanzialmente riconfermano quelli varati lo scorso anno, ci sono due misure nuove, studiate per favorire l’occupazione giovanile: si tratta della possibilità di incentivare assunzioni di dottori in ricerca e della stabilizzazione, attraverso contratti a tempo indeterminato, dei giovani tirocinanti. Sono misure che ci aiutano anche a pensare al dopo crisi, perchè rispondono alla necessità di qualificare il lavoro e di immettere nuove energie, competenze, risorse nel sistema produttivo. (Gianfranco Simoncini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: