Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 22 maggio 2011

Questo nucleare non s’ha da fare

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Vota sì ai referendum del 12 e 13 giugno. Almeno in duemila sulla spiaggia e sul lungomare di Montalto di Castro (Vt) si sono uniti alla grande catena umana per fermare il nucleare, in uno dei siti più probabili per l’assurda proposta di ritorno al nucleare in Italia, tutti pronti a votare il loro Sì ai referendum del 12 e 13 giugno. Dopo l’enorme successo delle catene umane in tutta Italia, da Caorso a Chioggia passando per Termoli, Nardò e Scanzano Jonico, la manifestazione antinuclearista di Montalto, indetta dai Comitati Antinucleare del Lazio di cui Legambiente è tra i promotori e gli animatori, si inserisce nella più ampia mobilitazione europea “Insieme contro il nucleare” che si è tenuta oggi nel canton Argovia in Svizzera, in favore dell’abbandono dell’atomo e verso un futuro rinnovabile.
Montalto di Castro è al centro del nuovo folle programma nucleare del Governo italiano , con un ipotetico progetto di costruire ben due reattori nell’alto Lazio, dove era già in costruzione la quinta centrale nucleare italiana, poi fermata da un’alluvione e definitivamente dal referendum del 1987. Mentre rimane tragica la situazione delle centrali giapponesi, Legambiente torna anche a chiedere alla Regione Lazio di chiarire immediatamente la situazione dei depositi temporanei di rifiuti radioattivi delle centrali nucleari di Borgo Sabotino e del Garigliano nel Lazio, riconvocando il tavolo cosiddetto della trasparenza con la Sogin che è sparito da tempo.
Un flash mob con tute bianche e maschere antigas è scattato al suono delle sirene antinucleari, con barche in mare che si sono avvicinate alla costa con striscioni e bandiere, mentre un enorme volantinaggio riempiva tutta la spiaggia. Attivisti, cittadini, istituzioni tutti insieme lungo la spiaggia, per affermare l’insostenibilità del nucleare.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sinai: guardia egiziana spara a profuga eritrea

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Sabato scorso la polizia militare egiziana ha sparato a una donna eritrea che tentava di superare il confine con lo Stato di Israele. La donna era appena stata liberata da un banda di trafficanti, vicino al tratto di confine due chilometri a sud di Kerem Shalom. Le autorità egiziane hanno dichiarato all’agenzia Ma’an che la donna non avrebbe avuto documenti in regola e non si sarebbe fermata all’alt intimatole da un agente. La profuga è stata condotta presso un ospedale per essere curata, dopodiché sarà incarcerata per “immigrazione illegale” e quindi deportata in Eritrea. Attualmente l’Egitto è governato da un consiglio militare e i cittadini, sia stranieri che di nazionalità egiziana, vengono incriminati e incarcerati senza alcun processo. Come ha recentemente denunciato l’organizzazione Coalit, “Gli attivisti per i diritti umani egiziani sospettano che migliaia di cittadini egiziani vengano imprigionati e processati da tribunali militari, spesso a porte chiuse, da quando il presidente Hosni Mubarak è stato estromesso dal potere, lo scorso 11 febbraio”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sinai: profughi arrestati al confine con Israele

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

La polizia di confine egiziana ha arrestato ieri 10 profughi subsahariani nella zona di Kontella, che fa parte del Sinai centrale, mentre cercavano di entrare in Israele. Il gruppo, composto da sei eritrei, tre sudanesi e un etiope è stato intercettato da una pattuglia e tratto in arresto per “immigrazione illegale”. Alla vista degli agenti, i trafficanti che li accompagnavano sono fuggiti, nonostante l’alt intimato dagli uomini in divisa, che hanno anche esploso in aria alcuni colpi d’arma da fuoco. Le autorità hanno imposto ai migranti di firmare una dichiarazione in cui essi hanno riconosciuto di non avere diritto allo status di rifugiati, ma di essere entrati in Egitto illecitamente al fine di cercare lavoro nello Stato di Israele. Secondo le informazioni fornited alle autorità, ogni migrante avrebbe pagato 1000 dollari ai trafficanti per essere condotto nei pressi del confine.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storia del libro in Europa: Frédéric Barbier

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Bologna Lunedì 23 e giovedì 26 maggio 2011 alle ore 17 presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 22) Lezione magistrale di Frédéric Barbier École pratique des hautes études, Paris. Continua il ciclo di lezioni magistrali Storia del libro in Europa Scrittura, stampa e lettura promosso da CERB – Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna Universidad de Alcalá
Bologna Giovedì 26 maggio Lezione magistrale di Pedro M. Cátedra García Universidad de Salamanca
In Italia vi sono insegnamenti di Storia del libro e varie ricerche sono frutto di studiosi provenienti da molte aree disciplinari. Anzitutto gli storici e gli italianisti che hanno con quella Storia un’antica liaison. Hanno offerto contributi gli storici sociali, quelli delle idee e quelli del diritto (con specifico riferimento alla normativa sulla tutela della proprietà letteraria), nonché i paleografi e gli storici della scrittura, specie per il mondo antico e bizantino; non mancano approcci di genere e altre forme di interpretazione della millenaria vicenda che va dal rotolo al codice, dal libro tipografico all’e-book. La disciplina è affrontata nelle università e nei centri di ricerca, ma pure da bibliotecari che assolvono nei confronti del libro il compito della sua conservazione e, quindi, del suo studio storico, calato all’interno delle collezioni librarie. Considerata la molteplicità di metodi, l’impianto disciplinare è anch’esso in continuo movimento. Esso si propone come ricerca euristica a base filologica e come studio che muove dalle traiettorie bibliografiche, nel cui arco si colloca la maggior parte degli insegnamenti italiani. Ma che ne è della disciplina in Europa, da dove provengono studi illuminanti e dalle molte sfaccettature, siano essi storico-critici siano ispirati ad un fondamento più specificamente bibliografico? La disciplina è incardinata nelle università o si persegue come studio che trova spazi all’interno di diversi contesti? Si confronta con il mondo bibliotecario? Quando e da chi il libro, sia di antico regime tipografico sia frutto della più moderna e sofisticata strumentazione, è studiato e sotto quali forme? Quali conseguenze negli impianti storici e, dunque, nelle conquiste critiche raggiunte nei vari paesi europei? C’è una linea di demarcazione evidente che invita a separare la Storia del libro dalla Storia della stampa e dell’editoria, ad esempio? E ancora: tale Storia ha solo un valore cognitivo o invece ha guadagnato un nuovo, proprio e determinato statuto disciplinare? A questi interrogativi risponderanno i maggiori specialisti europei, per la prima volta chiamati in Italia a un simile confronto. Sarà un modo per capire di più e meglio e per alimentare le nostre riflessioni sul libro, preparati a proseguire gli studi verso mete sempre più ambiziose.
Comitato scientifico
• Antonio Castillo Gómez, LEA – SIECE, Dep.to de Historia I y Filosofía, Alcalá de Henares
• Maria Gioia Tavoni, CERB, Dip.to di Filologia Classica e Italianistica, Bologna
• Paolo Tinti, CERB, Dip.to di Filologia Classica e Italianistica, Bologna in collaborazione con Proyecto de Investigación Cinco siglos de cartas. Escritura privada y comunicación epistolar en España en la Edad Moderna y Contemporánea

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Previdenza non Provvidenza”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Italy - Abano Terme

Image via Wikipedia

Abano Terme 22 – 24 maggio 2011 Centro Congressi dell’Hotel Alexande. “Previdenza non Provvidenza”: è lo slogan del 48° Congresso della FEDER.S.P.EV. (Federazione Sanitari Pensionati e Vedove) che si terrà  ad Abano Terme. La relazione del presidente Eumenio Miscetti è incentrata sulla storia della Federspev che quest’anno compie 50 anni, preceduta dal Saluto delle Autorità. Per l’occasione saranno presenti autorevoli rappresentanti del mondo sanitario, politico e istituzionale. E’ quanto i medici, farmacisti e veterinari pensionati, che affluiranno nel centro termale da tutte le province italiane in rappresentanza degli oltre 20.000 iscritti alla Federazione, ribadiscono con forza sottolineando l’inadeguatezza dell’assegno previdenziale rispetto ai (lauti) contributi a valore reale versati nel corso della vita lavorativa. Sul tappeto congressuale i problemi (insoluti) di sempre: recupero del potere d’acquisto delle pensioni, ormai dimezzato, l’assurda decurtazione delle pensioni di reversibilità, l’adeguamento Istat al 100% della rendita previdenziale per ogni fascia d’importo.

Lunedì 23 alle ore 17, Alberto Lalli, direttore del Centro Studi termali Pietro D’Abano e Michele Poerio, primario otorinolaringoiatra, membro del Consiglio Superiore di Sanità, nonché segretario nazionale della Federspev terranno la Conferenza scientifica sui molteplici aspetti de “Il Termalismo oggi”, quale veicolo di salute e benessere.
Lunedì 23 alle 11.00 Eumenio Miscetti, Marco Perelli Ercolini e Michele Poerio, rispettivamente presidente, vice presidente e segretario nazionale della Federspev incontreranno la Stampa.
Le spinose problematiche dei pensionati saranno altresì oggetto di riflessione e confronto nella Tavola Rotonda “Previdenza non assistenza”in programma martedì 24 maggio dalle ore 9 alle 11.30. Introduce il dibattito Eumenio Miscetti, presidente nazionale della Federspev. Relatori: Marco Perelli Ercolini, vice presidente vicario nazionale della Federspev, Stefano Biasioli, segretario generale della ConfedirMit-P.A. (Confederazione dei Sindacati dei Dirigenti, Funzionari, Quadri e Professionisti della Pubblica Amministrazione), Carlo Sizia past president della Cimo-A.S.M.D. (Associazione sindacale medici dirigenti) e direttore della rivista “Medico ospedaliero e del Territorio”, Oriana Venturi, responsabile nazionale CIL (Confederazione Intercategoriale Lavoratori) Pensionati. Modera Franco Abruzzo, giornalista, esperto in materia previdenziale. http://www.federspev.it

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ileana Sonnabend: Un ritratto italiano

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Venezia 29 maggio– 2 ottobre, 2011 Conferenza stampa: sabato 28 maggio, ore 12 Collezione Peggy Guggenheim Saranno presenti gli organizzatori della mostra Antonio Homem, Direttore della Sonnabend Gallery, New York e Philip Rylands, Direttore della Collezione Peggy Guggenheim, Venezia. Interverranno inoltre Richard Armstrong, Direttore del Museo e della Fondazione Solomon R. Guggenheim, New York, e il critico Achille Bonito Oliva, autore di uno dei saggi in catalogo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Pescara tener-a-mente”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Pescara dal 24 giugno al 1° ottobre Aurum, Cinema Massimo, Teatro d’Annunzio, centro città Pescara, Museo Casa d’Annunzio, Teatro Monumento Gabriele d’Annunzio, Ex Sacome, Stadio Adriatico, Auditorium Flaiano, Mediamuseum, Museo delle Genti d’Abruzzo Accogliendo un’idea di Giordano Bruno Guerri, il sindaco Luigi Albore Mascia ha creato un unico grande contenitore culturale: “Pescara tener-a-mente” riunisce tutti gli eventi offerti dall’estate pescarese, con l’aggiunta di grandi novità e nuovi percorsi, facendo della città una vera perla dell’Adriatico. “Pescara tener-a-mente” rimanda a un gioco di parole di Gabriele d’Annunzio, icona rappresentativa della città. Tre i grandi Eventi nell’evento, il Pescara Jazz giunto alla39° edizione e riconosciuto internazionalmente, la 38° edizione dei Premi Internazionali Flaiano e il secondo anno del D’Annunzio Festival, che aprirà le celebrazioni il 24 giugno con il “Processo a d’Annunzio” all’Aurum con Giordano Bruno Guerri nella parte del Vate e proseguirà con una mostra intitolata “ Gabriele d’Annunzio padre dello stile italiano” che vedrà esposti abiti della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani e di Brioni, oltre a vestiario d’epoca (appartenuto a Luisa Baccara) e a accessori provenienti da collezioni private. Concerti pop e classici, opera, balletti, teatro, nouveau cirque, mostre d’arte e fotografia, moda e costume, convegni e dibattiti, eventi sportivi e gastronomia, fino alla visita sul mare della nave scuola della Marina Militare “Palinuro”: le ramificazioni culturali di Pescara tener-a-mente sono molteplici, ma va sottolineata la presenza trainante di artisti del calibro di Lou Reed, Cassandra Wilson, Chick Corea, Teresa Salgueiro, Jovanotti, Zucchero e Vasco Rossi.
Tutti gli appuntamenti in cartellone si svolgeranno nei luoghi più suggestivi della città (piazze, giardini, cinema e teatri) dalla mattina fino a notte inoltrata. Luogo di aggregazione principe sarà la bellissima sede dell’Aurum, spaziando poi verso il mare e quindi la accogliente Piazza Salotto, il Teatro Monumento d’Annunzio, piazzale Mediterraneo. (giselle)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strutture sanitarie a Pomezia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

«Il Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, verrà sul nostro territorio mercoledì alle 9 a garantire fondi ed attenzione alle nostre strutture sanitarie». E’ quanto dichiara Luigi Celori, Presidente di Autostrade del Lazio e candidato Sindaco a Pomezia . «Occorrono – continua Celori – più personale sanitario per il centro di igiene mentale, fondi per completare l’ampliamento del poliambulatorio di Fior di Sole e dobbiamo realizzare l’elissoccorso. C’é bisogno di un nuovo e fattivo rapporto con la clinica S.Anna, valida struttura che fa fronte alle emergenze del territorio e di tutti quelli che per lavoro o per esigenze di turismo vi fanno riferimento. Noi sappiamo rivolgerci a chi ha titolo e risorse per risolvere i problemi della sanità e vi troviamo ascolto. Lasciamo ad altri i patetici tentativi di darsi un ruolo solo per fini di bassa propaganda elettorale ». «Con il presidente Polverini stipuleremo un patto Regione Lazio e Comune di Pomezia che prevederà un pacchetto di interventi strutturali, economici e di supporto all’impresa che ci consentirà d’inserirci a pieno titolo nei programmi di sviluppo di Roma e del Litorale con evidente ricadute positive per l’occupazione. Con Polverini – conclude il candidato Sindaco – chiuderemo la campagna elettorale venerdì 27 a piazza Indipendenza a Pomezia siglando pubblicamente l’accordo ». (polverini e celori)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Smile Train Italia Onlus

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Roma 27 maggio ore 11.30 Camera dei Deputati, Sala Conferenze Stampa Via della Missione, 4. Smile Train Italia Onlus è un’organizzazione umanitaria di medici volontari che realizza missioni chirurgiche in favore di bambini affetti da malformazioni del volto, quali labio-palatoschisi, esiti di ustioni e traumi bellici, in Africa, Asia e Medio-Oriente, dove l’incidenza di queste patologie è estremamente elevata. I bambini affetti da labio-palatoschisi hanno il volto deturpato, non riescono a mangiare normalmente, hanno problemi di logopedia e sono costretti all’isolamento poiché molte culture locali attribuiscono alla malformazione un’origine demoniaca. Dal 2007 i medici volontari di Smile Train Italia Onlus hanno restituito il sorriso a migliaia di bambini nel mondo, hanno formato centinaia di medici locali, portando a termine importanti progetti in paesi come l’Iraq, l’Indonesia, l’Afghanistan, l’Etiopia, la Repubblica Democratica del Congo, l’Uganda e la Tanzania.
Smile Train Italia Onlus e Libertas che avrà l’obiettivo di unire le iniziative dei due Enti al fine di creare un sodalizio tra il mondo dello sport e quello della solidarietà. I presidenti delle due associazioni: Fabio Massimo Abenavoli (Smile Train Italia Onlus) e Luigi Musacchia (CNS Libertas) firmeranno infatti una convenzione che siglerà l’accordo tra i due Enti che si impegneranno in questo modo nella realizzazione di attività atte a promuovere progetti comuni di ricerca ed iniziative finalizzate alla valorizzazione del patrimonio dell’impiantistica sportiva, alla formazione, alla promozione e all’incentivazione della pratica delle attività sportive legandole alla solidarietà. (smile train)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Zack e Miri Amore A..Primo Sesso”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Presentato alla stampa presso la sala dell’Anika di Roma il film “Zack e Miri Amore A..Primo Sesso” uscirà in Italia il 1 Giugno, con due giorni d’anticipo. La pellicola in America ha provocato un acceso dibattito tra conservatori e benpensanti sull’opportunità di esporre le giovani generazioni a un soggetto del genere. Il film ha comunque avuto un buon riscontro di pubblico e critica, incassando ad oggi oltre 40 milioni di dollari. Il film di Kevin Smith (regista di Clerks) ha come protagonisti Seth Rogers (40 anni Vergine, Molto Incinta) e Elisabeth Banks (The Next Three Days, Spiderman) . “ Zack e Miri Make a Porno” è il titolo originale più esplicito con il quale il film è uscito negli Usa. Commedia dai toni piccanti e scene sessualmente esplicite ma, come in tutti i film di Kevin Smith, al centro c’è sempre l’amore tra amici intimi o innamorati. In questo film si intrecciano entrambe le cose. Il plot è originale e prende spunto dalla condizione di molti giovani di oggi. Zack e Miri amici conviventi e con un lavoro precario, rimasti senza un soldo decidono con l’aiuto di un gruppo di amici di realizzare un film a luci rosse amatoriale per pagare i debiti e l’affitto di casa. I due giurano che fare sesso insieme non rovinerà la loro amicizia.. ma accadrà qualcosa di assolutamente imprevisto. In Italia sarà distribuito in circa 100 sale dalla giovane M2 Pictures reduce dal inaspettato successo di Marzo scorso con “Frozen”. Elisabeth Banks parlando del film dice: “ I protagonisti sono due normalissimi trentenni alle prese con le stesse difficoltà che molti coetanei si ritrovano ad affrontare nella società di oggi. Lavori precari, pochi soldi in tasca e un sacco di spese. E’ una storia attuale, positiva e di buone speranze, come saggiamente dice sempre Kevin Smith il nostro regista “Le tette servono solo a fare scena”. Per l’occasione, la distribuzione M2 Pictures ha siglato un accordo di promozione con la principale società che si occupa di eventi per single in Italia, Speed Date. Da questo accordo è nata la singolare idea di organizzare un evento per tutti gli “spiriti liberi” interessati: lunedì 30 maggio, infatti, al Circolo degli Artisti di Roma, si svolgerà il Lock Date Party, animato da uno dei classici giochi Speed Date. Sul sito ufficiale del film http://www.zackemiri.it l’originale concorso che mette in palio la possibilità di farsi pagare tre bollette da 300 euro, le stesse bollette che fanno scaturire in Zack e Miri l’idea di girare un film hard. (Banks-Rogen 2.jpg)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Searching for an heir to the throne

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

On May 22 Athens hosts the Red Bull Cliff Diving World Series 2011 White houses, blue window frames and the smell of delicious food – this combination should get the divers in the mood for the next competition in Athens, this season’s first stop on European soil. Gary Hunt, the 2010 World Series champion, arrived today and took the chance to soak up the Greek lifestyle while diving at the nearby island of Andros. Ranked second after two stops, the Brit is the man most likely to take the leading position after Orlando Duque’s withdrawal due to injury. At the so-called ‘Sunken Lake’ at Vouliagmeni on Sunday, the overall rankings will certainly be stirred up. The competition for the top spots in the Red Bull Cliff Diving World Series has been thrown wide open ahead of the third stop: Russia’s Artem Silchenko, 3rd place finisher in each of the past two seasons, has also arrived in the cradle of modern competitive sport and, as he missed the second stop, has added motivation to perform well and make the extra step to the top spot on the podium. The Ukrainian Slava Polyeshchuk, Cyrille Oumedjkane from France and Czech Michal Navratil are three more athletes in consideration for a possible podium finish. Friday will bring about a first meeting between four-time Olympic gold medallist Greg Louganis (USA), who will join the jury board for the competition, and 2010 dominator Hunt in the same pool that hosted the 2004 Olympics. In response to the increasing level of diving and the higher difficulty of performed dives, the actual diving location has been increased as well. 27 metres above the water, a massive platform construction will serve as the take-off board for the world’s best athletes as they begin their three-second journey into the healing waters of Lake Vouliagmeni. The amazing location around the lake whose water maintains a constant 24°C all year round, is haunted by numerous mystical stories about voracious creatures, dangerous whirlpools and hidden treasures. Via an enormous and mazy underwater cave system, the curing lake is connected with the Mediterranean Sea and legends say that some innocent divers have been swallowed by the labyrinth. (DT_110519)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iniziative imprenditrici laziali

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

«Giardininterrazza è un’iniziativa fortemente voluta da un gruppo di donne che si sono lanciate con entusiasmo in un progetto imprenditoriale di qualità e innovativo per la città. Vogliamo favorire l’impegno dell’imprenditoria femminile, una componente più che vitale e importantissima dell’economia capitolina: quella di Roma è una delle aree italiane con più imprese create e guidate da donne, di cui molte anche straniere, e con un tasso di crescita più che positivo. Ora l’obiettivo è di creare un tessuto produttivo ancora più favorevole e, per questo, occorre portare avanti e potenziare la sinergia con associazioni e imprenditori locali anche proponendo eventi promozionali e iniziative come appunto Giardininterrazza. Questo appuntamento, che coinvolge commercianti e artigiani romani ed esperti nella decorazione del verde urbano, può inoltre offrire nuove proposte a favore del paesaggio delle città e della qualità di vita non solo a Roma, che con i suoi giardini pubblici e storici è una delle capitali più verdi d’Europa, ma anche nelle altre grandi metropoli internazionali». Lo comunica l’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni a proposito dell’iniziativa “Giardininterrazza” dedicata al verde urbano e al design da esterni in corso all’Auditorium di Roma e che si conclude oggi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Blitz Nas nei centri estetici

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Il blitz compiuto dai Nas in alcuni centri estetici tra Venezia e Treviso, e che ha portato al sequestro amministrativo di due esercizi di Mestre gestiti da cinesi, riacutizza l’allarme sull’imprenditoria fuorilegge dagli “occhi a mandorla”. Il dilagare del fenomeno, più volte segnalato da Confartigianato Provinciale di Venezia, viene stigmatizzato da Dante Simionato, presidente della categoria acconciatura ed estetica aderente all’associazione. “Innanzitutto voglio complimentarmi con le forze dell’ordine per l’efficacia dell’operazione e per il lavoro che svolgono costantemente sul territorio – dichiara Simionato – Questo dimostra come vada sempre tenuta alta l’attenzione sulla concorrenza sleale e l’abusivismo, vera e propria piaga nel nostro settore e che più volte come associazione abbiamo denunciato. I controlli devono essere particolarmente attenti proprio nei confronti di quelle nuove attività di acconciatura ed estetica, avviate nella maggior parte da cittadini cinesi, ormai presenti in molti comuni. In particolare, come dimostrano le irregolarità riscontrate nei due esercizi di Mestre posti sotto sequestro, va sempre monitorata la presenza dei requisiti di qualificazione professionale del titolare, la presenza del responsabile tecnico, le prescrizioni igienico-ambientali dei locali e degli strumenti di lavoro e, soprattutto, la conformità dei prodotti usati in queste aziende secondo quanto prevede la legge 713/1986 sulla sicurezza dei prodotti cosmetici”. Perché allora molti cittadini continuano ad affidare la cura del proprio corpo a centri estetici e a saloni di bellezza gestiti da cittadini cinesi? “Perché questi esercizi propongono prezzi ultracompetitivi – chiarisceSimionato -: ad esempio, da un acconciatore cinese, uno shampoo + taglio capelli costa 8 euro a fronte dei 16-20 euro applicati dai negozi ‘regolari’. Prezzi così bassi da essere improponibili per una salone che rispetta le regole, sia dal punto di vista fiscale sia da quello contributivo e retributivo, nonché in rispetto alle norme sulla salubrità e sicurezza dei prodotti. Tutto ciò fa pensare, e anche gli ultimi fatti ci danno ragione, che in molti esercizi gestiti da extracomunitari vi possano essere situazioni di irregolarità non trascurabili e soprattutto pericolose per la clientela che si affida a questi operatori. Nessuna contrarietà ovviamente a nuovi saloni da chiunque gestiti, ma sempre e comunque nel rispetto della legge per una leale concorrenza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parmalat e Goldman Sachs: un rapporto particolare

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Perché tra tutti i possibili advisor finanziari, nazionali ed internazionali, la Parmalat ha incaricato proprio la banca d’investimento americana Goldman Sachs di valutare la fairness option, cioè il parere di congruità sul prezzo dell’Opa lanciato dalla francese Lactalis? Non riusciamo trovare una risposta razionale. Lungi da noi l’intento di proporre alcun candidato alternativo o concorrente. La scelta della Goldman Sachs è comunque sorprendente. Essa, come è noto, è al centro di indagini per i suoi comportamenti speculativi e non corretti soprattutto alla vigilia e nelle fasi calde della più grave crisi finanziaria di tutti i tempi. Due dettagliatissime indagini sulle cause del collasso finanziario condotte dalle competenti commissioni d’inchiesta americane hanno identificato la GS tra le principali “fucine” del rischio e dei default. Il cosiddetto Rapporto Levin della Commissione Permanente per le Indagini del Senato Usa dedica più di 250 pagine all’analisi dei comportamenti della citata banca d’affari. Esso segnala ben 12 casi di conflitto di interesse. Il primo riguarda le posizioni al ribasso assunte all’insaputa di tutti contro i titoli da lei “impachettati” per differenti clienti. Si trattava dei derivati Cdo, chiamati Hudson, Anderson e Timberwolf, legati ai mutui subprime e alle ipoteche immobiliari. Nel 2007 intascava da queste operazioni un profitto di ben 1,7 miliardi di dollari mentre invece i detentori dei titoli vedevano il loro valore crollare anche per l’effetto di questi giochi speculativi. La Goldman Sachs non aveva rivelato l’inserimento in alcuni specifici Cdo offerti ai clienti anche di derivati Cds da lei controllati per 1,2 miliardi di dollari. Evidentemente l’intento era quello di trasferire ad altri i titoli a rischio in suo possesso. Nel caso del Cdo sintetico Abacus, la GS permise ad un cliente, l’hedge fund Paulson & Co. Inc, di selezionare i sottostanti (asset) di un Cdo, ben sapendo che lo stesso cliente era impegnato in operazioni al ribasso sul titolo. Poi sollecitò gli investitori a comprare pur consapevole che essi avrebbero perso alla grande. Naturalmente la GS ottenne laute commissioni e l’hedge fund incassò 1 miliardo di dollari. La stessa banca, che era stata nominata e profumatamente pagata come “agente liquidatore” di alcuni titoli in caduta libera, ritardò deliberatamente le operazioni facendo perdere somme enormi ai loro detentori. Essa ha inoltre nascosto informazioni. Ha venduto titoli sopravvalutati che subito dopo venivano svalutati. Sempre secondo la Commissione del Senato Usa, ha posposto interventi finanziari per i quali si era impegnata. Ha celato spesso le proprie intenzioni di giocare al ribasso sui titoli che piazzava ai clienti a prezzi esorbitanti. Il Rapporto si basa su decine di migliaia di pagine di documenti ufficiali portati a riprova delle accuse. Il ruolo della GS, insieme a quello degli altri primi attori di Wall Street, è al centro anche delle analisi della “Commissione nazionale Angelides” sulle cause della crisi economica e finanziaria negli Usa. Anche in questo rapporto vengono esposte le speculazioni al ribasso “nascoste” fatte su titoli a rischio e di bassa qualità che la GS metteva sul mercato. La sua strategia fu ammessa da un alto dirigente che aveva invitato l’intera struttura della banca a un aggressivo collocamento di tali titoli tra gli investitori. “Vogliamo essere nella posizione di trarre vantaggio quando il mercato andrà in distress (cioè in fibrillazione e in perdita)”, così egli affermava. Quando nel caso specifico del Cdo Abacus 2007-AC1 la Security Exchange Commission, la Consob americana, l’accusò di frode, la GS nel luglio scorso fu pronta a pagare senza battere ciglio 550 milioni di dollari di multa pur di chiudere il caso e sottrarsi all’attenzione della pubblica opinione. In Europa si acuisce il problema del debito pubblico greco, sul quale qualcuno gioca sporco tanto da paventare lo sganciamento della Grecia dall’euro. Si dimentica però il ruolo svolto dalla GS e dalle altre banche americane e internazionali, in evidente combutta con le istituzioni elleniche per mascherare i buchi di bilancio con operazioni in derivati finanziari, su cui la Fed e la Sec all’inizio del 2010 avviarono delle indagini. Spregiudicatamente le stesse banche si sono poi buttate a speculare sul default della Grecia! Detto questo, non è certamente nostra intenzione individuare la GS come la sola causa di una crisi che abbiamo sempre definito sistemica. Nei confronti della Parmalat la GS ha da tempo avuto un occhio attento. Stando ai resoconti riportati anche sulla nostra stampa nazionale, la GS aveva nel luglio 2008 il 2.015% delle azioni di Collecchio. La quota era poi salita fino al 4,92% per poi scendere a 1,995% a fine 2010. Dal 1999 l’amministratore delegato della GS fu Henry Paulson. Lasciò il posto nel 2006 per diventare ministro del Tesoro americano. Fu lui a finanziare il salvataggio delle banche e a lasciare che l’economia sprofondasse nella crisi. Certo che la Goldman Sachs deve avere ancora molti santi protettori in paradiso, anche nei cerchi dove si parla italiano. (Di Mario Lettieri* e Paolo Raimondi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il valore della legalità

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Napoli. Il mese si apre oggi nella sede della Fondazione al Maschio Angioino quando tra le 11 e 30 e le 13 e 30 Lucia Valenzi ha presentato ai cittadini e ai potenziali sostenitori interessati i risultati del primo step di “Bell’e Buon’. Nessuno escluso”: il progetto per il sociale della Fondazione Valenzi realizzato con l’Associazione Un’Ala di Riserva e con il sostegno della Fondazione Banco Napoli per i bambini disagiati e immigrati di Licola (Pozzuoli).
Il 23 Maggio alle 11 e 30 nella sede della Fondazione sarà presentata la ricerca “Come partorire un Mammut” sul progetto realizzato alle Vele di Scampia. Saranno presenti anche Maurizio Braucci e Goffredo Fofi.
Il 25 maggio i primi risultati del progetto “Bell’e Buon’. Nessuno escluso” saranno presentati alle famiglie e agli attori economici e sociali del territorio, dagli operatori dell’associazione Un’Ala di Riserva, con una mostra fotografica e la visita ai laboratori sperimentali alle 14 e 30 nella sede dell’VIII Circolo Didattico di Licola (Piazza S.Massimo Pozzuoli). La mostra resterà aperta sino al 15 giugno.
Il 21 Giugno alle 11 e 30 nella sede della Fondazione si svolgerà la presentazione dei risultati del progetto “Anziano fragile” realizzato da AUSER in tre quartieri di Napoli. Prenderanno parte tra gli altri il vicepresidente vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella e Giuliana Caruso presidente Auser Napoli Centro e Raffaele Picilli, fundraiser e presidente del Centro Studi sul Non Profit.
“In occasione della presentazione delle iniziative della Fondazione Valenzi per il sociale e, in particolare, delle significative esperienze con il Centro Mammut di Scampia e con l’Associazione Auser, desidero rappresentare il vivo apprezzamento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per la meritoria attività volta all’integrazione, al recupero sociale e all’affermazione del valore della legalità.” Inizia così il messaggio del Consigliere per la Stampa e la Comunicazione del Presidente Napolitano Pasquale Cascella inviato questa mattina dal Quirinale in occasione della presentazione del Primo Mese per il Sociale della Fondazione Valenzi, l’istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983.Il programma di eventi dedicato al tema “Perché le Istituzioni abbandonano i deboli al rischio?”è stato presentato questa mattina a Napoli nella sede della Fondazione al Maschio Angioino dalla Presidente Lucia Valenzi e dal Segretario Generale Roberto Race, dal Presidente del Centro Studi sul No Profit Raffaele Picilli, dal Presidente di Auser Napoli Giuliana Caruso e Chiara Ciccarelli del Centro territoriale Mammut di Scampia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La bellezza dell’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Roma. «All’Opera per raccontare la bellezza del nostro Paese». Così l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani Gianluigi De Palo, intervenuto ieri alla chiusura del progetto “La Scuola all’Opera”, curato dal Dipartimento Didattica del Teatro dell’Opera di Roma in collaborazione con l’Assessorato, giunto alla sua sesta edizione. Circa 7000 studenti provenienti da 78 scuole elementari e medie inferiori su tutto il territorio del Lazio, hanno preso parte al progetto di quest’anno e, dopo aver imparato a conoscere storie, personaggi e costumi de “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, l’hanno portata in scena con uno spettacolo-laboratorio al Teatro Nazionale nelle scorse settimane, con un totale di 9000 spettatori paganti tra studenti e genitori. «Spesso pensiamo che l’opera sia una cosa noiosa e da adulti. Invece, questo progetto in collaborazione con il Teatro dell’Opera, cui intendiamo dare seguito, ci insegna a osare e ci dimostra che i bambini hanno l’istinto della bellezza, qualcosa di ancestrale, che va sostenuto in tutti i suoi linguaggi».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Volti e colori del Darfur”

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Firenze, Ieri, 21 maggio, ore 15 alla Fortezza da Basso nell’ambito della rassegna internazionale Terra Futura, manifestazione che mette al centro le tematiche e le buone pratiche della sostenibilità sociale, economica e ambientale, è stato presentato il libro ‘Volti e colori del Darfur’ – Edizioni Gorée – di Antonella Napoli, giornalista e africanista nonché presidente di Italians for Darfur, organizzazione promotrice in Italia della campagna di sensibilizzazione per i diritti umani in Sudan. L’opera, un viaggio tra i rifugiati nei campi profughi del Darfur, raccoglie le testimonianze dei sopravvissuti alle violenze dei janjaweed, milizie arabe sanguinarie che dal febbraio 2003 massacrano il popolo darfuriano, e delle principali vittime di questo conflitto: le donne.
A cura di Terra Futura e dell’associazione Leggere i Diritti, in collaborazione con Salone del Libro di Torino, la conferenza è stata l’occasione per un dibattito sull’onda delle rivolte in Nord Africa e in Medio Oriente. Oltre all’autrice era presente Cecilia Strada, presidente di Emergency a cui sono devoluti parte dei proventi della vendita del libro.
Trenta scatti, realizzati e selezionati dalla presidente di Italians for Darfur che raccontano momenti di vita quotidiana, spesso ai limiti della sopravvivenza, nei campi profughi della regione sudanese che vive la più grave e complessa emergenza umanitaria attualmente in corso nel mondo.
Antonella Napoli nasce il 9 gennaio 1972 a Salerno, dove studia e si forma fino all’esame di Stato in Giornalismo. Dopo un’esperienza radiofonica e televisiva passa alla carta stampata, mantenendo sempre alto il baluardo della promozione e la difesa dei diritti umani. Vive per alcuni anni tra Londra, New York e Milano per poi stabilirsi a Roma, dove risiede e lavora. Il reportage “Andata e ritorno dall’inferno del Darfur”, realizzato da giornalista indipendente in Darfur, è stato presentato al concorso “Ilaria Alpi”, edizione 2008.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dialogo con le religioni

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

“Ho molto apprezzato le parole pronunciate del Presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici ieri mattina in Piazza del Campidoglio durante la cerimonia del premio Stefano Gaj Tachè, giovane ucciso nel 1982 nell’attento alla Sinagoga di Roma. Aprirsi al dialogo con il mondo islamico per combattere ogni forma di fanatismo e per abbattere le differenze, è un invito al dialogo molto importante che tutti noi dobbiamo raccogliere. Queste parole giungono a pochi giorni dall’inizio della settimana della cultura islamica promossa da Roma Capitale che il Sindaco Gianni Alemanno presenterà quest’oggi. Roma ha la forza, il ruolo e le peculiarità per rilanciare il tavolo per il dialogo interreligioso, un percorso che va ripreso e che può trovare a Roma la sua sede ideale. Da sempre la nostra città rappresenta il luogo di incontro, sottolineo pacifico, tra culture, tradizioni e religioni diverse, per questo dobbiamo dar vita ad un nuovo corso basato sul dialogo e il rispetto delle differenza affinchè esse siano momento di confronto e non di scontro, solo così potremo gettare le basi per una pacifica convivenza e lottare insieme contro ogni forma di fanatismo e intolleranza”. Questo quanto dichiara Federico Rocca Consigliere del PdL di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizio civile in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

“Il servizio civile ha portato una ventata di freschezza alla nostra struttura”. Con queste parole Alberto Sera, Vice Presidente dell’Ital, ha salutato i 39 volontari di servizio civile riuniti ieri a Roma per il Convegno organizzato dal Patronato su “Il Servizio Civile e l’Immigrazione”. In numerosi si sono presentati a questo primo appuntamento che ha radunato giovani volontari in servizio per il progetto Ital “Nuovi cittadini: punti di integrazione” ed ex volontari di progetti ormai conclusi. Giovani che si sono raccontati ad una platea di coetanei, ragazzi che hanno fatto della propria esperienza un solido bagaglio professionale. Un percorso fatto di “esperienza e pazienza” quello raccontato da Monica Lavinia Balaj, ora operatrice Ital di Trento, un vissuto che ha permesso a Giovanna Deidda di Cagliari di passare “dai testi universitari ai volti delle persone”, “un’opportunità formativa preziosa” quella raccontata da Luisa Cannavicci di Ascoli Piceno. Vecchi racconti che riscoprono la quotidianità del servizio civile, quotidianità che sta vivendo a Padova Sabrina Bergamin che racconta le sue giornate come “un susseguirsi di storie e vissuti che si incontrano” colloqui che stimolano molti di loro a trovare soluzioni e strade innovative come quelle raccontate da Nicola Ippolito di Bari. “Energia, ottimismo ed entusiasmo” arriva a chi da lontano segue costantemente il lavoro dei volontari. Arriva a Sara Bertarelli, dell’Ital Nazionale, che nella sua introduzione al convegno parla a loro, ai ragazzi “pieni di idee e proposte concrete”.
Di partecipazione e integrazione ha parlato anche il Presidente dell’Archivio dell’Immigrazione, Massimo Ghirelli, spiegando alla platea che “è importante occuparsi di integrazione” e spiegando che la stessa “non deve essere rivolta agli immigrati, ma a noi, alla nostra integrazione con il resto del Mondo”. Per Gihirelli “il Mondo di oggi è Erasmus e l’immigrazione dovrebbe diventare un grande Erasmus”.
In rappresentanza del servizio civile nazionale è intervenuto Raffaele De Cicco, Direttore dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, che ha spiegato ai partecipanti come “il servizio civile sia un vero e proprio strumento di salvaguardia della democrazia, non solo di coesione sociale”. Il Direttore nel suo intervento ha tratteggiato il rapporto tra “servizio civile, immigrazione e globalizzazione” evidenziando un’identità ben precisa del servizio civile e inserendola nella discussione tra Patria e Nazione. “Un’identità” ha detto tra l’altro De Cicco “che deve essere pronta ai cambiamenti della società e che quindi non può essere più quella degli obiettori di coscienza”.
A concludere i lavori della giornata Guglielmo Loy, Segretario Confederale Uil, che rivolgendosi ai ragazzi in platea ha spiegato “che questo anno di servizio civile li ha portati al centro di un crocevia, di un forte cambiamento, di un anno fatto di incombenze, di un processo molto ampio che ha portato ad un mutamento tra continenti e culture”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Giovani e idee d’impresa

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2011

Roma. Nell ambito della manifestazione è stato bandito il concorso Vinci con il franchising che ha messo in palio 10.000 euro alla migliore idea di impresa. L’idea vincitrice è una proposta di cook sharing, presentata da Maria Simonetta Sciandivasci. Il contest ha riscosso notevole successo, a riprova del forte e radicato desiderio di fare impresa dei giovani romani. I 100 finalisti per la maggior parte risiedono nel Lazio, hanno tra i 18 ed i 37 anni ed il 67% viene da forme di precariato, come anche la vincitrice. Il contesto economico della Capitale sembra, però, essere ostile ai giovani. Il tasso di disoccupazione giovanile è aumentato ancora rispetto allo scorso anno, superando il 30%, al di sopra della media nazionale che si attesta al 27,8%. Tra le principali paure denunciate dai giovani che vogliono fare impresa c è il timore di non riuscire ad aver
accesso al credito e il rischio di rimanere bloccato dal sistema burocratico. Nonostante i numeri, il 64% degli intervistati dichiara di essere ottimista riguardo al proprio futuro lavorativo, una percentuale che stupisce, soprattutto se confrontata con quella degli anni precedenti.
Ieri al RomExpo Franchising sì è continuato a parlare di giovani e impresa nell ambito del workshop Franchising come risorsa per i giovani imprenditori , durante il quale sono state illustrate non solo le opportunità che questo settore offre ai giovani, ma anche il valore aggiunto che questi ultimi hanno da offrire. All incontro era presente anche il professor Paolo Grassi, docente di diritto europeo all Università di Teramo e titolare della catena di studi legali Grassi, che ha illustrato un esempio di successo del binomio franchising giovani. Il franchising appartiene ai giovani – ha dichiarato il professore bisogna dare loro fiducia, credere nelle loro capacità. Il franchising degli uffici legali del prof. Grassi è partito proprio da questa fiducia. Ogni anno accolgo nel mio studio romano alcuni studenti per il praticantato. Una volta terminato, il periodo, alcuni restano nel mio ufficio, altri tornano nelle loro città. Una volta lì, offro loro la possibilità di usare la mia insegna, e con essa, la mia reputazione, o di inserire all interno di un ufficio che portasse il loro nome una sede dislocata dell Ufficio legale Grassi. Il sistema del franchising minimizza i rischi di impresa, ma non li annulla del tutto. Prima di decidere di intraprendere questo percorso è importante approcciarsi bene nei confronti del mercato e maturare una conoscenza approfondita del franchisor.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »