Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Una Speranza Per L’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 maggio 2011

Roma 26 maggio 2011 – ore 16.00 Pontificia Università della Santa Croce Istituto Superiore di Scienze Religiose all’Apollinare – Aula “Alvaro del Portillo” P.zza Sant’Apollinare, 49 Dal Sud una proposta per educare alla vita buona del Vangelo In questi tempi di degrado culturale, politico e sociale, sembra più facile alzare la voce per una denuncia, che non cercare strade per una ripresa di vita e di coraggio. Abbiamo celebrato 150 anni di unità nazionale, ma si avverte la fatica e la precarietà di una unità tutta ancora da raggiungere. In queste pagine, il teologo Antonio Staglianò, da più di due anni vescovo della diocesi di Noto (SR), ripercorre i molti interventi della Chiesa italiana e delle Chiese locali evidenziando quegli aspetti relativi al Sud, al suo patrimonio di cultura, di fede e di tradizioni religiose che contribuiscono ad alimentare quella speranza di cui si avverte tutta l’urgenza. Di questo libro si parlerà in un incontro organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Pontificia Università della Santa Croce. Intervengono
• S.E. Mons. Diego Coletti, Vescovo di Como
• S.E. Mons. Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone – S. Severina
• Prof. Giovanni Maria Vian, Direttore de L’Osservatore Romano
Modera Prof. Don Marco Porta, Direttore ISSR all’Apollinare Sarà presente l’Autore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: