Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Autovie venete: traffico estivo

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Maggio 2011

Il tratto autostradale della A4, nella sola direzione Trieste – Venezia, in una giornata di traffico medio registra un passaggio di mezzi pesanti che oscilla fra 18 e 19 mila unità. Il 3 giugno, data successiva alla Festa della Repubblica, ne registra 24 mila. L’incremento, che inevitabilmente provoca rallentamenti anche significativi alla circolazione autostradale, è dovuto al fatto che i mezzi pesanti, dopo lo stop festivo, partono contemporaneamente soprattutto da oltre confine. “Un elemento di criticità – ha spiegato il presidente di Autovie Venete Emilio Terpin durante la conferenza stampa che ha avuto luogo oggi (sabato 28 maggio) a Palmanova – che va ad aggiungersi all’aumento dei transiti di mezzi leggeri caratteristici dei primi week end estivi e dei “ponti”, come quello in programma la prossima settimana”. Il periodo compreso fra martedì 31 maggio e domenica 5 giugno, dunque, si presenta come una sorta di prova generale degli esodi estivi, ogni anno più intensi. Affiancato dal presidente di Fvg Strade Giorgio Santuz e dai Comandanti delle sezioni di Udine e di Venezia Giuseppe Stornello e Rocco Sardone, Terpin ha messo in rilievo il costante incremento del traffico, nei primi mesi del 2011, su tutta la rete. “Un trend iniziato già nel 2010 – ha sottolineato – con 43 milioni 164 mila 677 di veicoli transitati sulla A4, sulla A23 e sulla A28 (+ 3,10% rispetto al 2009) e proseguito nei primi quattro mesi di quest’anno, tutti caratterizzati da un segno positivo. Più 13,5% in gennaio (3 milioni 330 mila 387 transiti a fronte dei 2 milioni 934 mila 974 del 2010); più 13,3% in febbraio (da 2 milioni 828 mila 114 transiti registrati nel 2010 a 3 milioni 203 mila 806 nel 2011); più 11,4 in marzo, più 14% in aprile”. I picchi, logicamente, si verificano nel periodo estivo. “Nel 2009, prendendo in considerazione il periodo compreso fra l’ultimo week end di maggio e il primo del mese di settembre – ha detto Terpin – il volume di traffico complessivo nelle sole giornate di venerdì, sabato e domenica, è stato pari a 6 milioni 407 mila 679 veicoli. L’estate successiva, il 2010, il volume ha raggiunto quota 6 milioni 500 mila 515 e per quest’anno prevediamo un’ulteriore crescita. L’instabilità del Medio Oriente e una situazione economica non ancora stabilizzata, infatti, rendono più appetibili le località turistiche dell’Alto Adriatico e della Dalmazia, per raggiungere le quali uno degli itinerari principali passa proprio attraverso il Veneto e il Friuli Venezia Giulia”. La rete autostradale gestita da Autovie Venete è decisamente sottodimensionata e questo comporta inevitabilmente rallentamenti e disagi che la Concessionaria affronta con il potenziamento del personale in strada, di quello in servizio al Centro Radio Informativo con un rafforzamento della reperibilità per i tecnici degli impianti tecnologici e con l’apertura, dal mese di luglio, di due piste in più in uscita alla barriera di Trieste Lisert. “Agli utenti – ha aggiunto Terpin – chiediamo di informarsi prima di partire, utilizzando tutti gli strumenti di cui disponiamo: dal sito web con cartografia interattiva e informazioni in tempo reale, al risponditore automatico 0432- 925 111 (20 linee e aggiornamenti ogni 15 secondi), al Centro Informativo Viaggiando (89 24 89) Per far conoscere questi strumenti è stata pianificata una campagna pubblicitaria sui principali quotidiani del Fvg e del Veneto e da metà giugno partirà, sulle principali emittenti delle due regioni, “l’informatraffico”, un rubrica settimanale di servizio”. Fondamentale, in questo contesto, la collaborazione fra Autovie e Friuli Venezia Giulia Strade soprattutto per il monitoraggio del traffico sulla strada regionale 354 che dall’uscita di Ronchis-Latisana porta a Lignano (10 info point saranno installati proprio nella località balneare) e con la Polizia Stradale “il cui prezioso lavoro è determinante – ha sottolineato Terpin – perché gestire le criticità senza il loro supporto sarebbe impossibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: