Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Milano: … con la presenza di persone sagge e forti…

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2011

Paderno Dugnano - Cardinale Tettamanzi alla Cava

Image by bibendum84 via Flickr

Nella giunta di Giuliano Pisapia a Milano potrebbe entrare anche il terzopolista Bruno Tabacci. Conoscendo la libertà di pensiero di Bruno Tabacci, mi viene proprio difficile intuirlo come un fomentatore infiltrato di Al-Qā’ida ( القاعدة ) , come vorrebbe Berlusconi, in uno dei tanti suoi incubi notturni e diurni. Piuttosto mi sarebbe piaciuto vederlo candidato a Sindaco di Milano, ma capisco adesso che avrebbe corso il rischio di… essere eletto con l’appoggio di larghi strati del PdL che ne avrebbero tentato il condizionamento. Accade così l’inverso di ciò che indica l’adagio popolare: Uscito dalla finestra ecco che l’on Tabacci rientra dal portone, perché una sua presenza nella giunta Pisapia ne caratterizzerebbe il percorso indirizzato al bene comune di una città come Milano, diventata la base logistica dell’economia creativa e finanziaria, collocandosi agli antipodi della concreta economia del lavoro.
In uno degli incontri che ho avuto la fortuna di avere con Bruno Tabacci, mi disse che i miei interventi scritti alternativi alla “politica” della religione vaticana, gli apparivano esagerati… Nell’ultimo incontro, sempre a Caltanissetta, dove viene spesso per intrattenere con il suo consueto garbo attenti ascoltatori, si corresse e riconobbe che “forse hai ragione”. Fu alla luce dalla mia affermazione circa l’operato del cardinale Tettamanzi, che in una sola frase scrisse l’epitaffio del berlusconismo.
Milano è in una fase di cambiamento e credo che resterà degna della sua storia. La città è chiamata oggi ad essere coraggiosa e a camminare in termini positivi, restando sempre fedele alla sua tradizione, con la presenza di persone sagge e forti che non avvieranno la città verso il viale del tramonto, ma verso il viale della primavera. E ancora:
Non si può non vedere la differenza tra chi guarda al futuro con speranza e chi invece guarda al futuro con paura. Tra chi vuole vederci sperare e costruire un domani migliore e chi vuole restare aggrappato all’oggi senza un minimo di lungimiranza. Con la presenza di persone sagge e forti…. Credo proprio che Tettamanzi (il pontefice mancato), fosse già al corrente dei progetti futuribili di Pisapia: rafforzare la giunta meneghina con la competenza e l’onestà di uno dei pochi politici credibili. (Rosario Amico Roxas)

Una Risposta to “Milano: … con la presenza di persone sagge e forti…”

  1. Rosario Amico Roxas said

    H. 18,30
    Ricevo la conferma che l’on Bruno Tabacci la parte della giunta Pisapia, con delega alla finanza. Non è stato indicato il vice-sindaco, perchè Pisapia desidera che il nome venga indicato dai componenti la giunta.
    Si “spuntano” le armi del cavaliere che non potrà accusare di estremismo la giunta milanese, senza confessare che il suo astio è prevalentemente personale.
    L’avv.Pisapia, infatti, è stato e continua ad essere l’avvocato di De benedetti, ed ha ottenuto in primo grado la condanna del cavaliere al pagamento di 750 milioni di euro per la rapina del lodo Mondadori.
    Ora si aspetta il secondo grado, che aggraverà la precedente condanna, non fosse altro per l’accumulo degli interessi, il lucro cessante oltre al danno emergente già quantificato.
    De Benedetti ha annunciato che con i quattrini del cavaliere acquisterà “la 7”, richiamerà i conduttori che Berlusconi odia e farà una concorrenza spietata a Mediaset, che già versa in brutte acque, essendo scesa nelle quotazioni in borsa da 5,75 a 3,24, cioè alla soglia di un’OPA che Murdock lancerà se scende sotto i tre punti.
    Se perde anche i referendum, le azioni di Berlusconi diventeranno carta straccia, senza che ci siano guerre in vista dove mandare il nostri soldati per lucrare finanziamenti americani, come accaduto per l’irak di Bush .
    Il cavaliere sosterrà che mediaset non deve essere combattuta perchè produce lavoro per 12.000 persone e cercherà di attingere nelle casse pubbliche.
    Sulla stessa linea, allora, bisognerà impedire la lotta alle mafie, perchè danno lavoro a decina di migliaia di giovani, tra spacciatori, esattori del pizzo, killer…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: