Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

La scatola vuota del sesso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Dietro una società dal maschile fragile, madrecentrica, apparentemente instupidita nell’usare sesso e seni per vendere o scambiare qualsiasi tipo di oggetto o servizio c’è un motivo ben preciso. Un motivo culturale e sessuale. Generazioni di madri, nonne, sorelle e zie, hanno cresciuto figli maschi e femmine in modo univoco e distorto, senza possibilità di accesso per il maschile, per la figura del padre. L’uomo relegato al fuori, marginale o a garantire lo status delle cose. In pratica i maschi sono cresciuti senza mai un approccio consapevole al sesso, dall’anatomia alla psicologia del sesso, niente (eppure così fondamentale come si è visto da Freud in poi). Da quando sei piccolo ed inizi a vedere le prime forme, mezzi nudi, seni, strip, e quant’altro, dentro la tua testa asessuata di 4-5 anni inizi a farti domande, ad essere curioso, poi dubbi, emotività, si va creando un grande punto interrogativo, una “scatola nera e vuota” nel tuo inconscio (nella tua mente) che è la sessualità. Ma nessuno spiega niente. E intanto tu continui ad interessarti, sempre più, inizi a provare prime forme di soddisfazione, piacere, nutrimento, bisogno, quel punto interrogativo, quel vuoto inizia a riempirsi di cose e dare forma alla tua idea di sesso, alle tue pulsioni, ma tu ancora non sai cosa è la sessualità, perchè la società la nega o la critica.. ma non la spiega. Piano piano inizi a fare fantasie, i sogni ad occhi aperti la sera prima di dormire, inizi a desiderare fortemente quelle situazioni, quelle donne o ragazze ben più grandi che hanno quelle cose, di cui non ti parlano (e nessuno ti parla) ma che sempre, più o meno velatamente, ti mostrano, come ti chiamassero (ed infatti è così, un messaggio viene inviato ma tu non lo sai decodificare). Quando arrivi alla pubertà oramai sono anni e anni che sogni, immagini, ti emozioni, desideri, ed ora inizi a capire (sempre per mezze parole, magari tra i banchi di scuola “oh.. quello si è fatto quella!”) che è arrivato il momento per te di fare quel qualcosa che non sai bene cosa. Al tuo desiderio ora enorme ed ossessivo si somma la pressione ed imbarazzo di non saper cosa fare, ma la tua vita è condizionata fortemente, a volte ti puoi sentire schiacciato. Allora (stile coscienza di Zeno) tutte le ragazze diventano in un certo ordine tuo target, a volte ti va bene a volte trovi una che le tue immagini inconsce le conosce ed inizia ad usarti clamorosamente, dal passaggio in motorino fino più da grande al collier e la villa al mare. Il messaggio sessuale è valutato oggi più di quanto vale proprio perchè ancora nessuno l’ha decodicato, e ridato alla sessualità il giusto spazio e posto che gli spetta. Questioni di potere, business, narcisismo. Dall’industria del porno fino alle donne predatrici in crescita tutto si basa su queste immagini inconsce, nate, cresciute e coltivate nella “scatola nera e vuota” che è l’assenza di educazione al sesso ed alla psiche (che dovrebbe iniziare sin da piccoli), un vuoto educativo consapevole volto all’uso comodo, indiscriminato e strumentale dell’uomo adulto. (M. Rossi)

Una Risposta a “La scatola vuota del sesso”

  1. Aldo Cannavò said

    Il sesso è un dono naturale,rivolto alla riproduzione.Quindi dovrebbe evolversi naturalmente,senza particolari insegnamenti,oltre che alle risposte alle domande che da bambino si fanno ai genitori,al momento giusto. L’attuale società maniacosessuale,tempesta la fantasia dell’adolescente,creando uno stimolo dannoso al suo sviluppo morale equilibrato.Spingendolo ad esperienze sessuali precoci,spesso omosessuali, che ne condizionanno il suo orientamento futuro.Concorre pure la perdita d’identità del padre e della madre,che non sono più riferimento psicologico per il giovane e la giovane.Questa situazione,con altre componenti varie,determina il moltiplicarsi di molti gay.Persone fisicamente ed intellettualmente normali,che sessualmente si orientano in modo diverso dalla loro natura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: