Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Cantierizzazione del Terzo valico dei Giovi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2011

Il sottosegretario Mantovani, rispondendo all’interrogazione parlamentare dell’On. Mario Lovelli (PD) in Commissione Trasporti, ha dichiarato che, in caso di mancata definizione “entro un tempo assolutamente breve” dell’intesa fra RFI e General Contractor per la cantierizzazione del Terzo valico dei Giovi, sarà inevitabile investire la Procura regionale della Corte dei Conti “per i profili di danno erariale conseguenti alla mancata realizzazione dell’opera, pur disponendo del relativo finanziamento”. “Per la prima volta il Governo ammette che i cantieri del terzo valico potrebbero non aprirsi proprio, dopo che, a cominciare dall’estate 2008, il ministro Matteoli ne aveva preannunciato più volte l’avvio, fino ad arrivare addirittura ad una “finta”inaugurazione nel febbraio 2010. C’è anche un profilo più preoccupante nella risposta del sottosegretario, laddove si afferma che la definizione del lodo arbitrale in corso fra RFI e COCIV è prevista per il 23 novembre 2012: e nel frattempo cosa succede? C’è il rischio che i soldi già stanziati se ne vadano tutti nelle spese di contenzioso. E’ chiaro che la responsabilità di quello che sta accadendo è tutta del Governo Berlusconi e delle sue scelte errate, a cominciare dall’abbandono della strada maestra della gara europea per realizzare le opere e dalla discutibile decisione di spezzettare i lavori in “lotti costruttivi” senza copertura finanziaria. Dopo la propaganda elettorale, assistiamo ad un impasse totale e ad uno spreco di danaro pubblico su cui la Corte dei Conti dovrà puntare l’attenzione.
Nel frattempo il deterioramento del servizio ferroviario per i passeggeri e per le merci da e verso il Porto di Genova e sulle direttrici interregionali da Torino verso Genova e Roma è sotto gli occhi di tutti.” (On. Mario LOVELLI Deputato PD)

Una Risposta to “Cantierizzazione del Terzo valico dei Giovi”

  1. Molti armatori stranieri dirottano le loro navi per altri porti perchè quando le merci giungono a Genova impiegano poi molto tempo per giungere alla destinazione finale perchè la città non ha strade sufficentemente scorrevoli. Il terzo valico sbloccherebbe l’intasamento viario,permettendo così la maggior affluenza di navi nel porto genovese,con conseguente apporto di lavoro e di ricchezza. I nostri governanti non comprendono l’importanza del terzo valico,la cui realizzazione apporterebbe ricchezza non solo alla città ma all’intero stato.Questa situazione dimostra che siamo governati da persone che non sono all’altezza del loro ruolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: