Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 13 giugno 2011

Referendum: affluenza alle urne

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

“La curva torna a salire alle ore 22 si è superato la soglia del 40% che è quella che proietta per domani alla chiusura delle urne un dato tra il 53% e il 56% confermando la prima proiezione delle 12. Naturalmente la proiezione non tiene conto dei dati relativi agli italiani all’estero che saranno resi noti domani alle chiusura delle urne. Non pare che ci siano particolari differenze tra i quattro quesiti che appaiono veramente ad un passo dal clamoroso risultato che non si registrava in Italia dal 1995. È evidente che il clima nel nostro Paese è cambiato con grandissima rapidità, stiamo assistendo ad una rivoluzione nell’opinione pubblica che cambierà le chiavi di lettura con le quale si legge la nostra società”. L’ha detto il direttore di Crespi Ricerche, Luigi Crespi, al giornale online Clandestinoweb.com. ulteriori notizie qui

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Roma 13/6/2011 Ore 11.00: Stazione linea B Eur Fermi – piazza Enrico Fermi Il sindaco, Gianni Alemanno, interviene insieme all’assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma, all’inaugurazione della nuova biglietteria della stazione metro Eur Fermi.
Ore 17.30: Palazzo Ruspoli – via del Corso 418 Il sindaco, Gianni Alemanno, interviene all’inaugurazione della mostra d’arte “Women Create Life”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca: il bere responsabile

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Quindici università, 6 enti di ricerca, 32 gruppi impegnati a livello internazionale negli studi sugli effetti del consumo moderato di alcol. Sono questi i numeri principali del seminario scientifico sul bere responsabile nella dieta mediterranea e nello stile di vita italiano, si è svolto nella Certosa di Pontignano, Siena, il 10 e 11 giugno. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di discutere le più recenti evidenze scientifiche della Ricerca italiana sul consumo moderato del vino e delle altre bevande alcoliche nel contesto della Dieta mediterranea e dello stile di vita italiano.
Frutto della collaborazione tra il gruppo “Umberto Pallotta Vino e Salute” dell’Accademia italiana della vite e del vino, l’Accademia dei Georgofili, l’Università Cattolica di Campobasso e le Università di Ancona e Siena, il supporto di Enoteca Italiana e di Federvini, l’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Ministero della Salute e della Società Italiana di Nutrizione Umana. “Nonostante la congiuntura economica non favorevole abbia delle ripercussioni anche sul mondo della ricerca, l’Italia resta comunque ai vertici degli studi sull’alcol e sulla dieta mediterranea – commenta il professor Francesco Orlandi dell’Università di Ancona, tra i promotori del seminario scientifico – tuttavia è incoraggiante constatare che il mondo della produzione e quello della ricerca si siano trovati intorno a un tavolo all’insegna della scienza e dell’interdisciplinarità. Anche per questo voglio ringraziare pubblicamente tutti i ricercatori intervenuti così come gli enti che hanno reso possibile la realizzazione di questo importante convegno”.
Nel suo indirizzo di saluto, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Siena Angelo Riccaboni, che ha ospitato l’iniziativa alla Certosa di Pontignano, ha sottolineato l’importanza dello stile di vita italiano anche per la sua capacità di attrarre le migliori intelligenze internazionali.
“Chi dall’estero viene a studiare in Italia lo fa non solo per la qualità dei nostri atenei ma anche per il nostro stile di vita, fatto di cultura, tradizioni ed enogastronomia unici al mondo”.
Gli abstract dei lavori discussi al seminario saranno pubblicati su un supplemento speciale della rivista scientifica European Journal of Nutrition.
È stata annunciata infine la costituzione di un gruppo di contatto permanente per un continuo scambio informatico tra i ricercatori sull’attualità scientifica e per iniziative volte a migliorare la ricerca e l’informazione sul tema alcol e salute.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovani oggi e lavoro

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Parma Sala Baganza 17 giugno 2011 – Ore 21.00 Centro Feste Forum tra giovani e meno giovani su Cultura del lavoro: come sta cambiando e come sfida le nuove generazioni ad una diversa elaborazione. Con il contributo di vecchi e nuovi lavoratori e di: Angela Calo’ – Segretaria Confederale Cisl Matteo Galloni – Responsabile Gruppo Giovani Cgil Parma Paolo Graziano – Docente Associato Bocconi Lorenzo Pietralunga – Giornalista La Sera Di Parma

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Crisi Libica: i passi falsi dell’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

“Il sistema imprenditoriale italiano apprezza le parole di chiarezza del Ministro Maroni, improntate ad una soluzione finalmente diplomatica della crisi in Libia. Attende però che altri membri del Governo, come il Ministro allo sviluppo Economico Romani ed il Presidente del Consiglio Berlusconi, inizino concretamente a tutelare le centinaia di imprese italiane enormemente danneggiate da questa guerra attraverso dichiarazioni ma soprattutto azioni risolutive”, dice l’ing. Alfredo Cestari, presidente della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale-Unioncamere. “Il dato certo è che oggi, a quattro mesi dall’inizio della rivolta, il prezzo della scelta interventista italiana lo continuano a pagare gli abitanti di Lampedusa e della Sicilia per il grave danno all’economia turistica ed alla qualità della loro vita (con gli spot governativi non si maschera certo la drammaticità di una realtà che è sotto gli occhi di tutti) e gli imprenditori italiani, fino allo scorso anno molto ben voluti in Libia, costretti ad abbandonare insediamenti, lavori avviati e radicati senza che il nostro Governo avesse intanto preparato soluzioni e percorsi che attutissero gli effetti della grave crisi conseguente. Da allora migliaia di posti di lavoro sono stati persi, migliaia di professionisti hanno visto interrotte bruscamente le collaborazioni, molte imprese di import-export o che avevano nella Libia e nel Maghreb i loro mercati di riferimento sono finite sull’orlo del fallimento e, nel suo complesso, il sistema-Italia ha perso miliardi di euro”. Continua: “A tre mesi dall’inizio delle ostilità è chiaro che è fallito l’obiettivo guerra-lampo. Uno degli otto Paesi impegnati militarmente, la Norvegia, ha annunciato il ritiro dalla missione; un grande Paese come la Germania continua a tenersi fuori, altri come la Turchia e la Russia si sono offerti come mediatori (ruolo che invece fin dall’inizio avrebbe dovuto svolgere l’Italia), il Brics e l’Unione Africana, compatti, condannano l’intervento militare mentre gli Usa, attraverso il segretario di Stato alla Difesa Gates, affermano che ‘è dolorosamente evidente che le lacune di investimenti e di largo consenso politico hanno il potenziale di compromettere le possibilità di condurre una campagna militare integrata, efficace e duratura’ e che ‘alcuni Paesi attraverso questa guerra vogliono investire politicamente ed economicamente a favore dei vitali interessi dell’Europa ed altri preferiscono sostenere solo operazioni umanitarie’. Tutto mentre la protesta anti italiana si allarga nel resto d’Africa attraverso la Nigeria”. “Alla luce di tali accadimenti alle imprese italiane ancora oggi sfugge la strategia governativa alla base di una scelta interventista tanto radicale in un Paese con cui l’Italia intratteneva intensi rapporti di natura economica, finanziaria, imprenditoriale ed industriale. Sono però tremendamente chiari gli effetti immediati e quelli futuri: altri Governi interventisti hanno già firmato pre-accordi per il prossimo utilizzo delle risorse naturali e per l’acquisizione di quelle enormi fette di mercato fino a quattro mesi fa appannaggio delle imprese italiane. Il Governo pensi alle sue imprese, cessi le ostilità militari ed inizi un serio percorso diplomatico di ricostruzione dei rapporti tra Italia e popolo libico”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Competitività e tecnologie

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Sembra naturale che i giovani siano più portati ad assimilare meglio le novazioni tecnologiche in atto e, in primo luogo, il loro sistema evolutivo rispetto agli “anziani”. Ma questo non è tanto la conseguenza di una legge anagrafica quanto di una cultura che tende a definire la conoscenza entro e solo in taluni ambiti scolastici e a spingere gli altri a vivervi di rendita. Tutto questo rischia di far diminuire la competitività del sistema Paese a fronte di una popolazione che tende ad invecchiare senza potersi avvalere di una adeguato turn over per la ridotta natività. Una alternativa potrebbe solo venire da un maggiore impegno nella formazione tecnologica successiva all’età scolare sia pure praticata per tipo d’impegno. In altri termini manca una visione globale del come impegnare il capitale umano a seconda delle necessità ed anche delle capacità ricettive di ciascun soggetto. Quando ci capita di incontrare taluni giovani funzionari di qualche ministero e ci sorprendiamo di notare che pur disponendo di un pc sul loro tavolo di lavoro ci confessano che ne fanno un uso limitatissimo confessando di non saperlo adoperare, ci chiediamo se tale limitazione sia il frutto di una istruzione scolastica inadeguata o di pigrizia personale nei confronti del nuovo e del diverso. Sta di fatto che si dovrebbe partire dal convincimento che l’uso del pc non è una diminutio per il funzionario e che esso vada riservato alla segretaria o alla copisteria, ma che è uno strumento oltremodo sofisticato e non certo strumentalmente sostitutivo della macchina da scrivere solo perché ha una tastiera. Molto potrebbero fare le istituzione se a cominciare dai loro funzionari si prevedesse come curricolo la conoscenza approfondita dell’informatica applicata ai sistemi operativi più d’uso corrente. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I super-ricchi in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

L’indagine 2011 sulla ricchezza individuale promossa da Expo Luxe (www.expoluxe.it) rivela che gli italiani con un patrimonio finanziario netto superiore ai 500 mila euro sono 703 mila e tra questi i «super-ricchi» con un patrimonio superiore al milione di euro sono 250 mila. Tra i «super-ricchi» che, casa di proprietà esclusa, superano il milione di euro vi sono poi i «molto-ricchi» (fino a 10 milioni di euro) che secondo la ricerca di Expo Luxe sono quasi 237 mila e gli «ultra-ricchi» (oltre 10 milioni di euro) che sono circa 14 mila. Expo Luxe, che dal 14 al 18 settembre 2011 celebrerà la seconda edizione de «Il Salone del Lusso di Roma» (info: 06 89.67.17.01) organizzato da AJCOM e dal magazine dedicato al mondo del lusso”World & Pleasure”, ha ricategorizzato adattandole alla realtà italiana le variabili che definiscono a livello internazionale gli High Net Worth Individual (HNWI), espressione comunemente usata nel mondo del lusso e della finanza internazionale per indicare le persone che possiedono un elevato patrimonio netto. Così la categoria degli High Net Worth Individual (oltre un milione di dollari negli Usa) confluisce in quella dei «ricchi» che nell’indagine di Expo Luxe, la cui mission è quella di promuovere il lusso quale motore dell’economia, sono quelli con un patrimonio finanziario netto superiore ai 500 mila euro, casa di proprietà esclusa, e in Italia sono appunto 703 mila. Ma se si considerano anche il valore degli immobili il numero totale dei ricchi in Italia supera il milione e 600 mila persone. Nello studio firmato Expo Luxe i Very High Net Worth Individual (sopra i 5 milioni di dollari) diventano equivalenti in Italia ai «molto-ricchi» (da 1 a 10 milioni di euro) e gli Ultra High Net Worth Individual (sopra i 50 milioni di dollari) diventano equivalenti agli «ultra-ricchi» (sopra i 10 milioni di euro). Le due categorie messe insieme costituiscono la categoria dei «super-ricchi». (www.expoluxe.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mondo cattolico, terzo settore e comunità

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Roma 14 giugno ore 9,30-13,30 SGM Conference Center, via Portuense 741 si tiene il il rapporto con il mercato in tempi di crisi”. Saranno presentati i primi risultati di una ricerca e il nuovo progetto SEVICOL- Il port@le al servizio delle comunità. Tra i relatori: Elio Costantini- Presidente Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport Suor Bartolomea Teresina Carena, amministratore delegato Fondazione SGM Enzo Rappazzo Direttore FOE- Deerezaione Opere Educative Dott. Paolo Agnesi- Responsabile degli Acquisti per la Fondazione Opera San Camillo che gestisce le 13 strutture “camilliane” della provincia Lombardo – Veneta. Don Fulvio Dettoma-Parroco di Cossato (BI), membro CdA del bisettimanale “Il Biellese”, Consigliere dell’organo di indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Direttore dell’ufficio diocesano Pellegrinaggi e Turismo (U.P.E.T), Presidente della “Casa di Riposo Gallo” in Cossato (BI).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La giustizia una misura che non esiste

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

La Società civile ha dettato diverse norme di tutela, per garantire un rapporto di convivenza, che non spinga gli uni contro gli altri in una lotta continua di sopraffazioni e violenze. E’ un giusto criterio di equità che è affidato ad una serie di norme che noi definiamo leggi e le lasciamo legiferare, per crearne di nuove o per modificare le esistenti, ad una assemblea di rappresentanti del popolo che chiamiamo Parlamento. Dobbiamo, presumere, a questo punto di trovarci al cospetto di una società perfetta o in continuo stato di perfezionamento, ma non è così, purtroppo. Non esiste, in pratica, alcuna garanzia per l’essere umano che dentro una società costituita da tante e varie regole di comportamento civile e democratico si possa vivere in pace e in serenità. Pensiamo, ad esempio, a quei campioni di Paese che, per definizione, si possono classificare “democratici” come negli Usa e nella stessa Gran Bretagna, Da essi vi sono tanti, probabilmente, troppi segnali non confortanti. Eppure dentro le loro impalcature si regge un maldestro sistema fatto di poche o nulle garanzie per i non abbienti, con un welfare ai limiti della sopravvivenza e con aree consistenti di povertà e di emarginazione. La giustizia, non dimentichiamo, si regge su piedi che hanno i loro punti appoggio non solo nelle aule dei tribunali ma anche nel sociale, nel rispetto dei diritti civili, nel garantire la salute e il lavoro a tutti. Sono tutte premesse che evitano di ricacciare l’essere umano nel vortice delle sopraffazioni private e pubbliche e che generano propositi di rivolta e di disobbedienza civile o di sfiducia nelle istituzioni. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infotraffico sui cellulari a Lignano

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Dieci info point con le informazioni in tempo reale e una serie di impianti wi-fi e bluetooth per far arrivare le notizie sul traffico direttamente sui cellulari di nuova generazione. 650 mila euro l’investimento complessivo Conoscere in anticipo le condizioni di viabilità, relativamente alla rete autostradale e alla Strada Regionale 354, per decidere quando partire, utilizzando il cellulare o seguendo gli aggiornamenti forniti dagli Infopoint. Da oggi, a Lignano, si può, grazie a un nuovo servizio informativo per i turisti e gli ospiti della località balneare. Dieci infopoint (schermi hi tech da 40 pollici, a led, con pc integrato) installati a Lignano Sabbiadoro alla Terrazza mare, negli uffici di Spiaggia 1 ter, 6,10,17, in piazza Fontana e in Municipio; a Lignano Riviera (ufficio spiaggia campeggio Pino Mare) e a Lignano Pineta (Tenda bar, Terme), affiancati a cinque impianti BlueTooth e Wi-Fi (a cui prossimamente se ne aggiungeranno altri) per diffondere tutte le informazioni sul traffico, gratuitamente e in tempo reale. Sono gli “strumenti” attraverso i quali Autovie Venete e Friuli Venezia Giulia Strade, Il servizio,unico in Italia, è stato presentato oggi (domenica 12 giuno) agli imprenditori, riuniti alla Terrazza Mare di Lignano dall’assessore regionale alla viabilità Riccardo Riccardo, affiancato dal presidente di Fvg Strade Giorgio Santuz, dal direttore operativo di Autovie Enrico Razzini, dal sindaco della località balneare Silvano del Zotto e dal consigliere regionale Daniele Galasso. Il collegamento stradale fra il casello di Ronchis (Latisana) e la località balneare, sarà monitorato utilizzando una rete di 18 telecamere e sensori, esattamente come avviene per l’autostrada. Questo permette di raccogliere e trasmettere i dati al Data Center e successivamente al Centro Radio Informativo di Autovie Venete da dove, “tradotti” in informazioni, sono pubblicati sui pannelli a messaggio variabile, sul sito di Friuli Venezia Giulia Strade, su quello di Autovie Venete, sui vari Infopoint, negli impianti Bluetooth – WI-FI e diffusi dal Centro informativo Viaggiando attivo ventiquattro ore su ventiquattro. A ciò si aggiunge il nuovo servizio di messaggistica (già in funzione anche nell’area di servizio di Gonars Nord dal febbraio di quest’anno), sviluppato in collaborazione con la società udinese “E-Moz”, alla base del quale c’è la tecnologia Bluetooth e WI-FI: sono modalità in grado di far dialogare e interagire fra loro dispositivi diversi (telefoni cellulari, notebook, computer portatili, smartphone) senza la necessità di collegamenti via cavo. Nelle aree coperte dal servizio, segnalate da apposite “paline” con le “istruzioni per l’uso”, l’utente riceve un messaggio sul suo cellulare (che, naturalmente, deve essere dotato del dispositivo bluetooth e/o WI-FI) con il quale gli viene chiesto se desidera ricevere informazioni. Un passaggio indispensabile per rispettare la legge sulla privacy. Alla riposta affermativa, il sistema provvede a inoltrare l’informazione. “Obiettivo del sistema che ha richiesto un investimento di circa 650 mila euro – ha detto Riccardi – è quello di aumentare la sicurezza dei viaggiatori, fornendo loro informazioni sempre più aggiornate a capillari sulle condizioni di viabilità”. “La strada regionale 354, essendo un’arteria strategica dal punto di vista turistico – ha sottolineato il presidente di Fvg Strade Giorgio Santuz – durante l’estate sopporta un carico di traffico molto elevato soprattutto durante i fine settimana. Poter diffondere le informazioni agli utenti sulla sua percorribilità, in tempo reale, significa consentire agli utenti di modificare il tragitto o di effettuare una sosta in attesa che il traffico cali, piuttosto che affrontare la coda”. Il progetto, in ogni caso è una sorta di “primo tassello di una collaborazione che potrà estendersi, in futuro, anche ad altre strade – ha sottolineato Riccardi – perché quando parliamo di viabilità e sicurezza, non possiamo ragionare per compartimenti stagni, ma dobbiamo prendere in considerazione tutto il territorio attraversato”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I temi economici dell’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Essi in primo luogo individuano due concetti di libertà: libertà di concorrenza e libertà della concorrenza nel mercato interno emergente. Il tutto per rendere sostenibile, in primo luogo, il rispetto dell’ambiente e per una crescita economica equilibrata sulla stabilità dei prezzi a fronte di un coordinamento delle politiche economiche sociali, occupazionali e territoriali fondato sulla solidarietà degli Stati membri. Tali politiche possono rientrare solo attraverso adeguate azioni interne ed esterne. Appartengono al primo caso la sfera del mercato interno, la politica economica e monetaria e le altre politiche settoriali. Nel secondo occorre consolidare una politica economica comune, la cooperazione allo sviluppo e la cooperazione economica, finanziaria e tecnica con i paesi terzi. In buona sostanza possiamo dire che per adottare una politica economica “fondata sullo stretto coordinamento delle politiche economiche degli Stati membri, sul mercato interno e sulla definizione di obiettivi comuni, condotta conformemente al principio di una economia di mercato aperta e in libera concorrenza” occorre favorire una efficace allocazione delle risorse, sul versante della politica monetaria e del cambio e deve implicare il rispetto di principi direttivi identificati con quello di prezzi stabili, finanze pubbliche e condizioni monetarie sane e di una bilancia dei pagamenti sostenibile. Ma come si fa, a prescindere da quanto enuncia il Trattato – Costituzione europea, a conciliare i principali obiettivi monetari e finanziari dell’Unione sulla stabilità dei prezzi, il pareggio di bilancio e l’andamento ordinato della spesa pubblica se ognuno degli Stati membri rema per proprio conto indifferente alle politiche di gruppo? Non solo. La Costituzione economica europea non attribuisce una competenza esclusiva all’Unione nei settori economico-finanziari e lascia immutata la competenza esclusiva degli stati membri fatti salvi quattro dei cinque settori conferiti dalla Costituzione alla competenza esclusiva dell’Unione: 1) l’unione doganale; 2) la definizione delle regole di concorrenza necessarie al funzionamento del mercato interno; 3) una politica monetaria per gli Stati membri la cui moneta è l’euro; 4) una politica commerciale comune. Ma anche queste competenze si scontrano con strumenti legislativi comunitari farraginosi in un quadro di riferimento estremamente variegato e complesso e che non si presta ad essere agevolmente ricondotto ad un contesto caratterizzato da organicità e sistematicità. Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

International Rome polo challenge

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Roma. E’ stato il team svizzero, sponsorizzato dalla Unkut Polo, ad aggiudicarsi il primo posto nel quadrangolare contro Italia, Russia e USA allo “International Rome Challenge”, il torneo disputatosi ieri sui prati dell’Acquedotto Romano Polo Club. Alla Russia, squadra con minor handicap quindi più debole, sono stati assegnati tre gol di vantaggio che però non sono serviti per portare a casa il risultato ma un terzo posto davanti agli USA guidati da Massimo Elser. Sul secondo gradino del podio è salito invece il team italiano, rappresentato dal gruppo Harpa Italia, autore di un’ ottima prestazione con un totale di 5 goal realizzati. In campo si sono affrontati giovani promesse del polo come Ugolino Bourbon per il team italiano, Polina Nazarova per quello russo del Vladi Real Estate e Peter Elser per quello svizzero. Tra le azioni di gioco più spettacolari, da segnalare quelle di Marco Elser per la Russia. Ad assistere al torneo, non sono mancati ospiti d’eccezione come il ministro della Cultura della Repubblica Cecena, Giorgenbaev Muxtar, il console della Repubblica del Kazakistan, i rappresentanti dell’ambasciata russa e Bocharnikov Gennadiy, direttore generale di Aeroflot, la compagnia aerea russa tra le più grandi al mondo. Il format “Vladi International Rome Polo Challenge” sarà infatti il modello di riferimento per un nuovo progetto, intrapreso con l’associazione VLADI POLO, che consentirà il gioco del polo sulle nevi del Kazakistan, una novità assoluta nella storia di questo Paese.
La manifestazione, realizzata con formula “family day”, è stata promossa dall’Associazione VLADI POLO in collaborazione con il Ministero della Gioventù e con il patrocinio del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con Delega allo Sport On. Rocco Crimi, dell’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio, della Provincia di Roma, di Roma Capitale e delComune di Monte Compatri.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cultura tra passato e presente

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Esiste un problema di ordine culturale e psicologico non meno grave dei problemi posti dallo sviluppo della scienza contemporanea e della critica storica. Il dramma del nostro presente sta tutto qui con giovani che non riescono più a volgere lo sguardo al passato ma che si crogiolano con il loro presente e persino negando un ruolo chiave al loro futuro. Vivere e godere i frutti del presente sembra essere una parola d’ordine che ha un suo innegabile fascino. Con ciò si vogliono spezzare i legami con un passato e disconoscerne il suo primato nella continuità, prima ancora che nella tradizione, per affermare quei valori deformanti del capitalismo e del consumismo che rendono, in pratica, più aspri e conflittuali i rapporti non solo generazionali ma di vita in comune. Ci riferiamo, nello specifico, a quei giovani dell’abbandono scolastico, che si stordiscono con le droghe leggere o pesanti che siano, che si abbandonano a gesti teppistici, a violenze di genere. Cosa essi possono sapere della cultura moderna, delle libertà civili, degli ordinamenti democratici? E’ un ritorno all’analfabetismo di nuova formulazione che non si identifica con il non saper scrivere e leggere ma nel non conoscere o riconoscere i sentimenti che sono generati da un vivere comune fondato su determinati valori che trovano la loro continuità dal passato proprio perché non sanno di vecchio ma semmai di eterno. Sono deformazioni che i giovani se le portano nel loro Dna non sapendo più distinguere un evento sportivo sano ad uno deformato dalla violenza e dal teppismo, dall’istruzione come base per una ricerca sistematica del sapere a vantaggio di una devianza aberrante degli stessi insegnamenti. E’ una strada che si trasforma in un vicolo cieco al di là del quale non vi sono sbocchi possibili. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sportello sociale per minori e giovani

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Roma, 13 giugno nella Sala del Carroccio del Campidoglio l’evento conclusivo del progetto “Sportello Sociale per minori e giovani adulti a rischio penale”, finanziato dalla Regione Lazio, attuato dall’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze ed affidato per la sua realizzazione, con bando pubblico, all’associazione di promozione sociale A.R.C.A.T. Lazio. Al convegno parteciperanno Luigi Maccaro, Presidente Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze e Massimo Canu, Direttore Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, esponenti della dirigenza dei Sert, esperti del settore pubblico e privato, rappresentanti del mondo accademico, nonché i responsabili del progetto. Il Convegno intitolato “Sportello Sociale per minori e giovani adulti a rischio penale : Riflessioni e stimoli per il futuro”, avrà il compito di illustrare gli esiti del attività progettuale messa in atto, con l’ausilio dei responsabili di progetto e degli operatori coinvolti. I destinatari dell’iniziativa, indirizzata alla cittadinanza romana, sono stati i minori e i giovani adulti, dai 14 ai 21 anni, con problemi di tossicodipendenza ed eventualmente di giustizia connessi a tale problematica. Il progetto si è dipanato attraverso una serie di attività strutturate lungo tutto l’arco della settimana, che variano dagli incontri di mutuo aiuto a quelli informativi sulle tematiche della tossicodipendenza, alle giornate di studio passando per le attività sportive.
Lo Sportello ha previsto, inoltre, una necessaria integrazione e coinvolgimento delle famiglie, anche nelle attività giornaliere, al fine di poter affrontare più efficacemente le carenze comunicative all’interno dei vari sistemi familiari, così da valorizzare al meglio i punti di forza di ciascun componente.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Two Faces of Persecution in Fascist Italy

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

New York, NY June 27 – 1:00 pm 92Y, 1395 Lexington Avenue, Free admission The vicissitudes of Italian and foreign Jews under Fascist rule have been the object of in depth studies but are still often presented as contradictory aspects of the same history. Today, thanks to a broad range of interdisciplinary research we are able to present a more cohesive picture of those years. Davide Rodogno and Donato Grosser will map the movements and fate of Jews residing in Italy and in Italian occupied territories between 1933-1945, examining the diverse levels of solidarity and persecution encountered. The conversation will have as points of departure the perspective of Italian civil and military authorities (Rodogno) and the work of Jewish relief organizations (Grosser).
Davide Rodogno, is a research professor at the International History and Politics Department & School of History, St. Andrews. He is the author of Fascism’s European Empire, Cambridge University Press, 2006. His studies focus on transnational history of International Associations and International Non-Governmental Organizations since 1770. History of human rights and humanitarian law. Displacement and Replacement of populations in inter-war Europe. Comparative history of empires. The myth of the new man in Europe, Israel and the United States. Further details.
Donato Grosser, (b. 1946) is the son of Bernardo (Berl) Grosser and Vittoria (Rina) Grosser. His father fled to Italy from Poland and became the secretary of the Jewish relief agency Delasem. Mr. Grosset has a B.A. in Economics from Hebrew University Jerusalem (1968), and an MBA in Management from NYU (1972). He and his wife Chana Stern have two children and five grandchildren. Mr. Grosser is the publisher of Segulat Israel, the Italian Journal of Halacha and Jewish Thought. Alessandro Cassin, Deputy director of Centro Primo Levi

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Wine & Food Festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

New York City Wine & Food Festival presented by Food & Wine, September 29 – October 21 The website is now live for the 2011 Map out your Festival weekend, plan your itinerary, share your favorite events with your friends, book your hotels and flights and much more at nycwineandfoodfestival.com! Presale for AMEX cardholders begins Monday, June 6 through Sunday, June 19 and general ticket sales begin on Monday, June 20 so plan your weekend now! 100% of the net proceeds from the NYCWFF benefit the Food Bank For New York City, fighting hunger in the five boroughs; and Share Our Strength®, a national nonprofit working to end childhood hunger in America. In 2010, the Festival raised more than $1.2 million for these charities, helping them better provide for those they serve and closing the gap on hunger in our country. Now in its fourth year, the NYCWFF continues to take New York City to new culinary heights with no shortage of events to satisfy everyone’s tastes.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

The psychological impact of food allergy

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Istanbul/Zurich. Perceived quality of life is worse for those with food allergy than those with diabetes because they live in a state of uncertainty, new research shows. Dr Anthony Dubois of the Beatrix Children’s Hospital, The Netherlands, used a new psychological test to measure ‘health-related quality of life’ (HRQL) of food allergic patients, and compared them with those with type I diabetes. Measuring the impact of food allergy in psychological terms is difficult because most patients have no physical symptoms most of the time, and death rates from allergy are low. “Hence there is a particular need for measurement of quality of life to assess the impact of food allergy in psychological terms,” said Dr Dubois today at the Congress of the European Academy of Allergy and Clinical Immunology in Istanbul. This new test can be used on people of all ages and is available in many languages, and aims to assess quality of life in food-allergic individuals, but also look at the impact of accurate diagnosis using ‘food challenge’ tests (where an individual is exposed to different foods and any allergic response monitored), and subsequent management of their condition. “The studies show that uncertainty is a source of diminished quality of life in food allergic patients, and accurate diagnosis with challenge testing improves HRQL,” said Dr Dubois. Carrying an adrenaline auto injector might help, because it has the potential to reduce perceived uncertainty in people with food allergy and improve their HRQL. “Understanding these effects will allow us to treat patients’ food allergy in a way which optimizes their willingness to follow the safety rules and their HRQL as well,” he explained. HRQL is also important because it can tell us what the ’cost’ of food allergy is to the patient which cannot be measured in dollars and cents. Comparing different therapies for allergy in terms of their effectiveness and economic cost – and impact on quality of life is an important area and will be a focus of future study.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »