Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Ex-Parlamentari e Unità d’Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

Torino mercoledì 15 giugno, nell’ambito dell’assemblea è in programma una celebrazione del centocinquantenario presso il Centro Incontri della Regione Piemonte, in corso Stati Uniti. Alla vigilia della cerimonia, l’Associazione ha riunito il proprio Direttivo nella Sala Consiglieri di Palazzo Cisterna, sede della Provincia di Torino. Il saluto ufficiale dell’Ente ai parlamentari è stato portato dalPresidente Antonio Saitta e dal Presidente del Consiglio Provinciale, Sergio Bisacca. Ringraziando la Provincia do Torino per l’ospitalità, il Presidente dell’Associazione ex Parlamentari della Repubblica,Gerardo Bianco, ha ricordato il ruolo fondamentale di Torino e del Piemonte nelle vicende risorgimentali e nel movimento unitario. Ha sottolineato inoltre l’importanza fondamentale della figura di Cavour e la sua concezione, tuttora valida, del rapporto tra esecutivo e Parlamento. Il Presidente Saitta ha messo l’accento sul contributo degli esuli politici alla costruzione di una classe dirigente nazionale, che a Torino si formò e consolidò nel decennio pre-unitario, potendo contare sulle libertà garantite dallo Statuto Albertino e sul clima democratico che si respirava nel Parlamento e nella società civile piemontese. Saitta ha poi sottolineato che a Torino ed in Piemonte la cittadinanza sta vivendo le celebrazioni del centocinquantenario con grande orgoglio e partecipazione, esponendo le bandiere ai balconi delle case, visitando le grandi mostre celebrative, partecipando agli eventi come i raduni militari e indossando i braccialetti tricolore inizialmente destinati solo ai diciottenni. “La vostra presenza a Torino ci onora, perché ci ricollega alla nostra storia” ha affermato Saitta rivolgendosi ai parlamentari. “Il tricolore, ha concluso il Presidente della Provincia – è diventato un segno di identità e di desiderio cambiamento: un cambiamento di cui i giovani devono essere i protagonisti, così come avvenne nel Risorgimento, nella Resistenza e in tutte le altre vicende importanti e positive della nostra storia unitaria”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: