Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 giugno 2011

I 10 punti di Namir per il rilancio economia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

• PRIMO – cambiare la costituzione europea che č stata realizzata tutta in favore degli industriali e a svantaggio degli operai.
• SECONDO – stabilire uno stipendio minimo e uno massimo da dare agli operai, valido in tutta europa. questo taglierebbe la gambe alle industrie che chiudono nel proprio paese in italia o altrove, per andare a produrre in un altro paese dove gli operai si pagano quattro soldi, vedi la 500 fiat in polonia. detassare i salari stabiliti, per determinare l’acquisto dei prodotti.
• TERZO – regole e trasparenza sulla pubblica amministrazione e pubblicazione delle spese in dettaglio, sui vari siti internet di appartenenza. perche’ nella pubblica amministrazione non pesa economicamente chi ha un contratto indeterminato, ma i vertici e gli appalti. i vertici, cioè i direttori i presidenti delle USL – INAIL – INPS – eccetera, sono solitamente i trombati dalla politica e prendono stipendi intorno ai 10 mila euro al mese. con gli appalti ci guadagnano solo loro e la ditta appaltatrice, mentre i precari che ci lavorano vengono sottopagati e non possono organizzare il proprio futuro.
• QUARTO – diminuire i prezzi affinché le persone ricomincino a comprare e recuperare l’evasione fiscale con la quale in dieci anni si potrebbe cancellare il debito pubblico.
• QUINTO – riqualificazione delle industrie e ricerca sui prodotti di qualità, in modo tale che ne i cinesi ne altri riescano a copiarli se si mantiene in regime l’evoluzione continua dello stesso prodotto.
• SESTO – fare come fanno tutti i paesi europei e occidentali, favorire la ricerca e l’istruzione.
• SETTIMO – impostare nel nostro paese un vero e proprio piano affinché non si privatizzi il patrimonio artistico ma venga rilanciato favorendone nella crescita posti di lavoro.
• OTTAVO qualsiasi privatizzazione in atto deve portare benefici al resto del paese e contenere in modo chiaro un tetto minimo e massimo del guadagno da offrire agli appalti. ad esempio l’acqua; si appaltavano i servizi, lo stato incassava subito le entrate, e agli appaltatori veniva concesso un massimo di guadagno del sette per cento da ricavare sulle bollette senza che questi offrissero nessun servizio sulle condutture. quelle erano e quelle rimanevano. e queste non sono privatizzazioni per il bene del paese.
• NONO – il sistema bancario deve assicurare prestiti ad industrie di cui hanno fiducia, le banche devono abbassare i tassi di interessi sui mutui e sui prestiti e soprattutto devono investire in percentuale adeguata all’interno del proprio paese. occorre inoltre controllare adeguatamente i prodotti immessi in borsa in modo da non creare rischi finanziari e gravi perdite non solo al privato ma all’intero paese.
• DECIMO – vanno realizzate dei sistemi che rendano le tasse adeguate alle rendite. Ora in linea generale questi punti andrebbero approfonditi, ma sono anche le analisi fondamentali
per poter rilanciare i paesi e ammorbidire la crisi, e risolverla definitivamente.
La domanda fondamentale che nasce spontanea è : Perche’ non lo fanno? a cosa mirano realmente? Per maggiori dettagli e per la firma del manifesto vedere: http://www.namir.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Pontida le perplessità di un italiano

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Lettera al direttore. Che la Lega sia ormai a corto di argomenti forti per rimotivare il proprio popolo e risalire la china dopo la pesante sconfitta delle elezioni amministrative lo ha dimostrato, oserei dire plasticamente, con la penosa sceneggiata andata in onda oggi a Pontida avente a tema il trasloco di alcuni ministeri al nord. Più che la giornata del rilancio, a me è sembrata, quella svoltasi sul prato pontidiano, una sorta di autocelebrazione del fallimento della missione storica del Carroccio e dei suoi pretoriani. Come si può interpretare diversamente la pretesa, per un partito che su “Roma ladrona” ha fondato il suo successo in questi anni, di portare in casa propria pezzi di quella “Roma” su cui tanto si è imprecato e spergiurato? È un’allegoria, ovviamente. Ma rende bene l’idea dello sbandamento che ha colpito l’Umberto e i suoi accoliti. Lega “romana” e ministeriale, si potrebbe aggiungere, stando ancora sul terreno del paradosso. C’è però un’altra questione, cui la giornata di oggi drammaticamente rimanda: quella del rapporto di compatibilità tra talune sortite dal sapore eversivo e le cariche istituzionali che si ricoprono. Domanda: il ministro Bossi, ma anche i ministri Maroni e Calderoli, col siparietto sul trasferimento a Monza dei loro dicasteri, hanno obbedito alla norma costituzionale, ovviamente prescrittiva e cogente, che impone a coloro cui sono affidate pubbliche funzioni di “adempierle con disciplina e con onore”, dopo averlo giurato nelle mani del Capo dello Stato? (Luigi Pandolfi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Quel capopopolo di Renzo Tramaglino

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

La lega ti difende e ti perdona (forse)

Image by AdrianoIt via Flickr

Il discorso di Bossi va interpretato, in tutti i sensi, perchè se qualcosa è mancata è la chiarezza. Manca la chiarezza se si prescinde da una verità che sta sotto gli occhi, ma nessuno vuole vedere. La Lega ha perso in tre circostanze: amministrative, ballottaggi e referendum, è come una spa che in borsa perde il 20% perchè gli azionisti hanno perso fiducia. Allora bisogna recuperare, ma non fiducia, bensì consensi elettorali per ridare fiato alla quotazione. Non si tratta più di un discorso politico, bensì economico e finanziario. A chi gioverebbe un rilancio della Lega sul piano elettorale? Non a Bossi, nè ai “colonnelli”; per loro servirebbe un rilancio politico, che non possono e non sanno organizzare, chiusi come sono nella demagogia delle parole. Ma gioverebbe all’investitore istituzionale che, acquistando lo stemma e lo statuto della Lega, ha acquistato anche la sua dimensione elettorale; ma se crolla tale dimensione, allora si è trattato di un pessimo investimento. Ecco organizzata la sceneggiata di Pontida, farcita di minacce ben ponderate, ma unitamente a rassicuranti progetti futuribili che nulla lasciano intravedere circa la tenuta di questo governo. La base leghista adesso starà certamente riflettendo quanto è stata ulteriormente presa in giro dal “capo”, con progetti ad affetto utili solo a ricolmare i vuoti elettorali che si sono aperti come conseguenza di un terremoto irreversibile. Per il resto rimando al Manzoni e alla sua descrizione di quel capopopolo di Renzo Tramaglino. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Bersani ringrazia Bossi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Pierluigi Bersani

Image by PD Cagliari via Flickr

Se fossi Bersani – scrive nel suo editoriale il direttore della Fidest – ringrazierei Bossi non una volta ma più volte. Lo ringrazierei perchè visto dalla parte strettamente elettorale le recenti amministrative e i referendum hanno affossato il Pdl e lanciato un segnale eloquente alla Lega. Ora quest’ultima cerca d’ignorarlo e così facendo colerà a picco alle prossime elezioni. Tuttavia come cittadini, come persone responsabili resta l’amaro in bocca. Questo governo è agonizzante per l’esclusivo merito del suo presidente del consiglio. Lo afferma anche Renato Mannheimer,direttore dell’istituto demoscopico Ispo, che intervistato dal Clandestinoweb non ha dubbi nel rilevare il calo dei consensi popolari per il Pdl ma soprattutto per il suo leader. Ma Mannheimer annota qualcosa di più parlando dei leghisti. Infatti dice: “Non dimentichiamo che i dubbi che sono emersi all’interno delle fila della Lega Nord sono in fondo l’effetto della diminuzione di fiducia da parte dei leghisti nei confronti dell’esecutivo, e questo è accaduto per ciò di cui parlavamo sopra, ovvero per l’inerzia del Governo”.. Ora Bossi da Pontida ha cercato di esorcizzare quest’umore così forte e pressante ventilando l’idea di voler cercare il male minore e afferma: “se oggi andiamo alle elezioni perderemo di sicuro”. E allora è solo una questione di poltrone? E’ solo il mantenimento di uno status quo? Perché Bossi non ha detto che i soldi si possono trovare non attraverso una partita di giro come il trasferimento dei ministeri che, comunque, sono costosi ovunque si trovino, ma riducendoli mentre il suo compagno di cordata li allarga e moltiplica i sottosegretari per rabbonire i suoi nuovi sostenitori in parlamento? Perchè non ha detto che si possono abolire le province? Perchè non ha detto che si possono ridurre i parlamentari e gli amministratori locali? Perchè non ha detto che si deve rinunciare al rimborso ai partiti per le spese elettorali così come è stato sancito da un referendum di qualche anno fa? Perché non si fanno leggi per far emergere il lavoro in nero? Perchè non si fanno leggi per una più seria e convinta lotta all’evasione fiscale? Il perchè ve lo diciamo noi: i privilegi sono duri a morire e i ladroni non sono una prerogativa nè dei romani nè degli altri ma peggio dei ladroni vi sono quelli che vedono e non fiatano. (comunicato redazione Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Veregra street festival n.2

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Montegranaro (Fermo) 20 – 26 Giugno 2011 Il festival inizierà in maniera solenne alle 21.15 in Piazza Mazzini con un taglio del nastro che, oltre a sancire l’inizio della kermesse, sarà l’occasione per ricordare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. “Vista l’importanza che la manifestazione sta riscuotendo in ambito europeo e la tanta gente che sicuramente accorrerà per la serata- spiega l’assessore alla cultura del Comune di Montegranaro Graziano Di Battista- abbiamo ritenuto opportuno legare il Veregra Street alla ricorrenza dell’anniversario dell’Unità nazionale. Inoltre abbiamo voluto omaggiare la manifestazione con una piccola cerimonia ufficiale alla quale saranno presenti oltre al sindaco Gismondi, il prefetto di Fermo Sua Eccellenza Emilia Zarrilli, il presidente della Provincia Fabrizio Cesetti e il sindaco della città capoluogo Nella Brambatti”.
Il primo artista ad esibirsi sarà poco dopo le 21.15, presso il portico di Via Gramsci, Marco Raparoli, che proporrà uno spettacolo in cui teatro di figura e numeri circensi si mescolano con esiti esilaranti. Alle 21.30 in Piazza Mazzini (lato giardino) toccherà ai “Fivequartetrio”, il più dirompente e famoso trio di acrobati-attori italiani. Presenteranno un mix di incontenibile estro e vivacità fatto di palo cinese, acrobatica, giocoleria di elevato livello. Alle 22 nello spazio di Viale Gramsci davanti al Teatro La Perla partirà l’incredibile performance al monociclo di Borlazzi, “l’Unicycle Dream Man”. Alle 22.15 sarà la volta dei francesi Envol Distratto che proporranno “Le Lac du Cigne”, uno spettacolo dal ritmo serrato, fortemente clownesco e comico. Contemporaneamente in Piazzetta delle Erbe partirà Lullo Mosso con il suo “Mototrabbasso” uno strumento-veicolo con il quale l’artista presenterà un divertente viaggio fra le musiche del mondo. A seguire lo spettacolo di Piero Massimo Macchini “Brainstorming”, una coproduzione Veregra Street-Improvvivo che esalterà le doti di trasformista dell’attore fermano. Da non perdere lo spettacolo “Tri Quarter” proposto da I Circondati, una coppia di clown che utilizzano come ingredienti della loro esibizione la musica, l’acrobatica, la giocoleria e la pantomima. Da Viale Gramsci partirà la performance itinerante del gruppo “Pata Pata Clown”, una marching band formata da giovanissimi percussionisti formatasi all’interno del Clown & Clown Festival di Monte S. Giusto. La serata proseguirà alle 22.45 in Piazza Mazzini (lato chiesa) con “Mio zio il gobbo” del tedesco Dado. Uno spettacolo dalla forte impronta musicale dove l’artista utilizzerà i suoi incredibili strumenti. Il palco di Piazza San Serafino ospiterà alle 23 la compagnia “C’èchic’ha” che presenterà uno spettacolo fatto di pantomima, danza ed evoluzioni aeree intitolato “Respiri sotto la terra”. Per chiudere, alle 23.45 nello spazio del Dopofestival allestito presso il Campo dei Tigli, il gruppo dei “Gattamolesta” abili nel presentare un cocktail musicale multietnico che inviterà a danzare e a chiudere in allegria questa prima giornata di festival.
A partire dalle 16.30 il laboratorio per bambini curato dall’Associazione “Il Gufo Anacleto”. Operativo sin dal tardo pomeriggio lo spazio “Etnika” (p.zza Leopardi) con laboratori di capoeira, percussioni e danza, spettacoli e jam session. Aperti anche a partire dalle 20 i numerosi punti di ristoro con specialità enogastronomiche tipiche e street food e le due mostre allestite per questa edizione. (fivequartettrio, take that.)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pontida, la Lega e la fiducia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Il raduno annuale della Lega Nord a Pontida avrà effetti sul Governo? La fiducia nel premier, registrata in questi giorni in forte calo da tutti gli istituti demoscopici, potrebbe subire un ennesimo duro colpo? Il giornale online Clandestinoweb lo ha chiesto al professor Renato Mannheimer, direttore dell’istituto demoscopico Ispo.
Professor Mannheimer, la fiducia in Berlusconi è registrata da tutti in forte calo. Quali sono i motivi secondo lei?
“Credo che soprattutto conti l’impressione di inerzia del Governo, il fatto che i cittadini percepiscano fortemente questa inattività. Più che i problemi personali del premier, insomma, adesso incide molto l’inoperatività della maggioranza e il fatto che non siano state mantenute le promesse fatte nel corso della campagna elettorale”.
L’incontro di Pontida a suo parere potrebbe sortire qualche effetto sulla figura del premier e sulla fiducia accordatagli dagli italiani?
“Potrebbe accadere. Non dimentichiamo che i dubbi che sono emersi all’interno delle fila della Lega Nord sono in fondo l’effetto della diminuzione di fiducia da parte dei leghisti nei confronti dell’esecutivo, e questo è accaduto per ciò di cui parlavamo sopra, ovvero per l’inerzia del Governo”.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pontida: Il “topolino” di Bossi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Pontida, Bergamo, Italia

Image via Wikipedia

“Bossi a Pontida ha partorito un piccolo topolino padano”. E’ il commento dell’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, dopo il discorso del leader del Carroccio Umberto Bossi. Secondo Serracchiani “Bossi ha ragione quando dice che oggi vincerebbe il centrosinistra, ma sbaglia di grosso se pensa che in futuro le cose possano andare meglio per lui e Berlusconi, perché ciò che è sempre più insopportabile ai cittadini elettori è la natura stessa dell’accordo di potere che sta alla base del Governo e della sua politica. Le condizioni di Bossi a Berlusconi e Tremonti per tirare avanti – ha sottolineato – non sono in nulla diverse dalla bassa cucina della prima Repubblica. La sostanza è che il patto con Berlusconi per ora non si discute, che il Governo va avanti e che il popolo della Lega deve continuare a ingoiare tutto quanto, dal bunga bunga alla balla dei ministeri al nord alla crescita zero. Se queste sono le prospettive con cui i dirigenti della Lega pensano di rassicurare il nord – ha concluso Serracchiani – alle prossime elezioni avranno brutte sorprese”.(Giancarlo Lancellotti)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Pontida: Quando la montagna partorisce il topolino

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Umberto Bossi

Image via Wikipedia

Niente di più collimante questo detto al raduno di Pondida della lega. Si è fatto un gran clamore alla vigilia e ora ci troviamo solo con pronunciamenti di principio ma privi di sostanza. Tutto ciò che la Lega chiede al Governo è solo motivo di disunione nella società civile per mettere il sud contro il nord, gli immigrati contro gli autoctoni, per favorire maggiori spese trasferendo i ministeri da Roma in Lombardia come se questo servisse a qualcosa. E c’è persino chi applaude. Noi che abbiamo sempre criticato talune rappresentanze faraoniche delle regioni, nord compreso, a Roma e a Bruxelles e che in periodi di vacche magre dovrebbero se non proprio essere chiuse almeno limitate all’osso, ora ci sentiamo presi in giro dall’idea di “rappresentanze ministeriali” fonte di risparmi e di maggiori guadagni per le popolazioni locali. Dove lo vedono questo profitto è proprio il caso di chiederlo. La nostra critica è anche un’altra e da tempo lo affermiamo. Al centro di Roma prolificano gli uffici che fanno capo alla presidenza del consiglio. Sono dislocali in vari palazzi e ciò significa il moltiplicarsi del personale di sorveglianza, il costo degli affitti, la manutenzione e via di questo passo. Avevamo sostenuto che potrebbero per lo meno ridursi al 50% introducendo una efficace razionalizzazione dei servizi, l’introduzione dell’homeworking, un potenziamento degli apparati tecnologici e, non certo ultimo, lo sfoltimento delle varie segreterie di ministri e sottosegretari, cosiddetti “senza portafoglio”. Ma siamo andati anche oltre proponendo la costituzione di un dipartimento, a costo zero, per l’individuazione e il recupero degli edifici pubblici in stato di abbandono sia per alienarli sia per destinarli ad altri usi. E le inchieste condotte tempo fa da una nota trasmissione televisiva non ha mancato di farci vedere edifici costruiti e abbandonati per motivi inspiegabili e che dovevano essere ospedali, carceri, centri culturali ecc. E queste costruzioni, per buona pace dei leghisti, non sono allocate solo al deprecato Sud ma anche al Nord. E allora smettiamola di prenderci in giro. Vogliamo rendere l’Italia virtuosa? Facciamo le riforme che ci fanno risparmiare e che sono popolari come la riduzione del 50% dei parlamentari e delle amministrazioni locali. Come l’abolizione o la drastica riduzione dei rimborsi per spese elettorali ai partiti come lo sanciva, per altro, un referendum di qualche anno fa. Riduciamo i ministeri riportandoli ai 20 di qualche anno fa e i sottosegretariati a non più di 40. Riserviamo un palazzo così recuperato per assegnarlo a sede di rappresentanza romana delle regioni evitando, in tal modo, le spese che ora si accollano per tali incombenze. Cerchiamo di ridurre, semplificare, armonizzare, razionalizzare l’apparato pubblico e di rappresentanza invece di cercare disperatamente poltrone d’assegnare ad amici e ad amici degli amici e subordinati. Ma se ciò accadesse la prima vittima sarebbe il governo Berlusconi ed è questo che la lega non vuole e i leghisti fanno la fine delle tre scimmiette: si coprono gli occhi, si turano le orecchie e mettono il bavaglio davanti alla bocca: in queste cose tutto il mondo è paese. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi dei diritti umani in Iran

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Londra. La situazione dei diritti umani in Iran è stata discussa durante un seminario che si è volto nel Parlamento del Regno Unito. La tavola rotonda, alla quale hanno partecipato membri del Parlamento, esperti e attivisti dei diritti umani, è stata ospitata dagli Amici pluripartitici dei baha’i del Parlamento inglese e dai gruppi per i diritti umani United4Iran e Christian Solidarity Worldwide (CSW).
La dottoressa Ghanea ha detto che il governo iraniano è «un motore di intolleranza, odio e persecuzione», facendo notare che la sistematica campagna di persecuzione religiosa contro i baha’i e la vessazione, l’imprigionamento e la tortura subiti da tutte le minoranze o da persone vulnerabili sono «istigati e perpetuati» dalle autorità. I bambini sono umiliati e maltrattati nelle scuole, ha aggiunto, «non dagli altri bambini, ma per istruzione delle autorità governative e dagli insegnanti».
L’attivista per i diritti delle donne, avvocato Shadi Sadr, che è stata messa in prigione in Iran, ha parlato della difficile situazione delle donne nelle carceri. Esse sono «private di molti diritti che spettano loro… secondo la legge internazionale… e le leggi dell’Iran», ha detto. La signora Sadr ha parlato dell’estrema violenza esercitata contro le donne in carcere durante gli interrogatori che, suscitando molte paure, impedisce l’attivismo delle donne nel paese.
Ricordando il calore e l’ospitalità degli iraniani durante le sue visite al paese, Mike Gapes, già membro del comitato parlamentare per gli affari esteri del Regno Unito, ha messo a confronto il comportamento del governo iraniano negli interessi della «sicurezza» con una «società giovane, dinamica e vibrane» che vuole «entrare in relazione con il mondo». La sicurezza dell’Iran sarà garantita solo quando il governo iraniano avrà riconosciuto tutti i suoi gruppi etnici e religiosi e avrà dato loro pari diritti, ha detto il signor Gapes. «La massima sicurezza è la sicurezza umana», ha detto.
Kishan Manocha, direttore dell’Ufficio degli affari pubblici della comunità baha’i del Regno Unito, ha concluso che il seminario «sottolinea le dimensioni della crisi dei diritti umani in Iran e ci ricorda che non sono solo i baha’i a essere sottoposti a costanti violazioni dei diritti umani, ma anche altre minoranze religiose, le donne, i giornalisti e altri». 833_01

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ Italia legalità: da Palermo a Roma e viceversa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

L’associazione “E’ Italia legalità” ha avuto il suo battesimo romano sabato 18 giugno a partire dalle ore 15. L’incontro si è tenuto presso il Centro Congressi di Via Cavour. Vi hanno risposto numerosi partecipanti provenienti da tutte le parti d’Italia. A fare gli onori di casa, oltre al presidente dell’associazione Girolamo Foti, il suo vice Filippo Scicchitano, il segretario amministrativo avv. Leonardo Bitti, il coordinatore Davide Salma, il portavoce Filippo Tettoia, i responsabili dell’associazione delle diverse regioni italiane. Il meeting era coordinato da Roberto Peretti. Ospite d’onore è stato l’on.le ing. Ferdinando Russo, già parlamentare e sottosegretario agli Interni che ha tenuto un applaudito discorso sul ruolo dell’associazionismo sociale e sullo spirito che esso promana nella società civile. Sono seguiti numerosi interventi tra i quali quello di Marco Votano, presidente dell’Angi, del prof. Corrado Tocci, del dott. Giovanni Menni, presidente Idea e Legalità, dell’avv. Giacomo Crovetti, esperto in diritto militare e del dott. Luca Frongia, presidente Asso Interforze. Sono seguiti altri interventi del pubblico presente in sala.
Ora ci aspettiamo che l’associazione che si dichiara apartitica dispieghi con maggiore incisività le sue forze sul territorio nazionale per rappresentare gli interessi condivisi nel sociale, nella tutela dei legittimi interessi delle categorie più deboli con dibattiti e convegni intesi a stimolare la classe politica sul terreno delle risposte concrete alle attese della gente. Ci sarà anche un impegno formativo indirizzato alle scuole di ogni grado e livello affinchè i giovani prendano sempre più coscienza dell’aspetto sociale e civile della società italiana. Vi è stato, soprattutto da parte del presidente Foti, un forte richiamo ai valori espressi dai due magistrati simbolo: Falcone e Borsellino e dai quali intende attingere gli insegnamenti e la guida spirituale.
Ora che l’associazione ha avuto il suo “battesimo Romano” i vecchi e nuovi associati non possono fare altro che rimboccarsi le maniche e guardare avanti nell’affermazione di quel modello di vita che intendono risaltare e che è nelle attese di tutti coloro che si sentono non rappresentati nelle istituzioni e nella politica ma che costituiscono la stragrande maggioranza del Paese. (servizio Fidest)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La partenza e il ritorno: Dino Campana

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Parma 20 giugno 2011 – ore 21,00 Cortile Biblioteca Civica, Vicolo S.Maria 5 POIESIS – La partenza e il ritorno: Dino Campana Voci: Paola Ferrari, Raffaele Rinaldi Musiche: Vincenzo Falvo, Selezione testi, drammaturgia: Paola Ferrari A cura di Associazione Culturale Istriomania e Libreria Feltrinelli Ingresso libero. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nell’Oratorio Novo della stessa Biblioteca Civica Un viaggio tra vissuto, vagabondaggi poetici e amorosi di Dino Campana, poeta che sfugge ad ogni possibile classificazione o definizione tanto è vasto il campo in cui si esprime la sua arte. Pazzo, visionario, orfico, vagabondo? Queste sono solo alcune delle definizioni attribuite a questo autore, ma nessuna capace di abbracciare pienamente la sua vita e la sua opera. La sua poesia è moderna, e tuttavia è piena di richiami dannunziani e leopardiani e di rimandi ai classici. Ricca di musicalità, in un fluire di versi dove l’ordine sintattico è sconvolto in vari modi e la cui coerenza si raggiunge solo sacrificando ogni plausibile significato. Basta solo lasciarsi trasportare dalle suggestioni, sollecitate da una scrittura che, come ha definito Emilio Cecchi, è una scossa elettrica, un atto esplosivo: “l’atto del poetare di Campana proveniva in lui da un incanto di realtà schiettissimo”. Nato a Marradi (Firenze) nel 1885 Dino Campana ha vissuto una giovinezza travagliata che lo porta ad interrompere gli studi di chimica pura all’università di Bologna. Dopo un ricovero al manicomio di Imola (1906) inizia una serie di vagabondaggi, sperimentando ogni sorta di mestieri: percorre l’Italia in treno e a piedi, passa le Alpi, va in Svizzera, Francia, Belgio, percorre l’Argentina, torna a Marradi, riparte. Negli intervalli della sua vita errante scrive e riscrive il libro che avrebbe dovuto costituire il significato ultimo della sua esistenza. Nell’autunno 1913 porta a Firenze, per consegnarlo a Soffici e Papini il quadernetto dei suoi Canti orfici, ma nella primavera successiva è costretto a riscriverli perché Soffici ha perduto il manoscritto. Li fa stampare privatamente da un tipografo di Marradi. Continua a viaggiare. Nel 1916 conosce la poetessa Sibilla Aleramo e inizia con lei una profonda, passionale, tumultuosa relazione, testimoniata da un intenso carteggio. Il loro doloroso viaggio chiamato amore ha fine definitivamente davanti al cancello del manicomio di San Salvi (Firenze) dove, nel gennaio 1918, Campana viene internato e dove resterà fino alla morte (marzo 1932). (istriomania)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra: Pluralismi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Roma 21 giugno – 8 luglio 2011 RossoCinabro Via Raffaele Cadorna 28 opening martedì 21 giugno ore 12:00 aperto da lunedì a venerdì 11:00 – 19:30. Proseguono gli incontri con nuovi artisti di talento, all’insegna di un’offerta artistica molteplice e diversificata, che RossoCinabro dopo due anni di attività e più di 70 mostre, offre ai suoi estimatori, analizzando di volta in volta i diversi territori del contemporaneo, talvolta distanti tra loro, conducendoli nei loro percorsi attraverso le opere presentate secondo chiavi di lettura diverse e spesso inedite. L’esposizione, quindi, come strumento insostituibile di conoscenza e formazione che abbraccia molti aspetti dell’espressione artistica dalla pittura, alla scultura, alla fotografia. Il progetto di In Contemporanea si basa proprio su questa varietà di stimoli, con lo scopo di avvicinare il pubblico, in maniera consapevole e graduale al mondo dell’arte e delle gallerie. Gli incontri del progetto prevedono oltre l’esposizione delle opere, giornate di incontro con gli artisti che di volta in volta saranno disponibili a presentare e spiegare le loro opere al pubblico di passaggio. Il pluralismo di per sé negando l’esistenza di una verità universale ed oggettiva è probabilmente una delle caratteristiche più importanti e più tipiche delle società moderne, e sarà sempre più un elemento propulsore del progresso anche in campo artistico, oltre che scientifico ed economico. Quest’attività di promozione, aperta a tutte le forme di espressione e basandosi sul pluralismo delle scelte, intende garantire la molteplicità dell’offerta e quindi coinvolgerà anche in futuro artisti sempre diversi. Nuove proposte di: Andrea Angeletti, Carolina Barbolla, Susanna Casale, Rosalorenza, Claudio Sireci, Livio Squeo. La mostra è curata da Cristina Madini immagine guida. ‘Jack di legno’ penna bic e acrilico su tavola 70×100 di Livio Squeo http://www.rossocinabro.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Vittorio Sgarbi premio «AcquiAmbiente»

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Acqui Terme 19 giugno alle 17,30, nella cornice di Villa Ottolenghi, la celebre acropoli delle arti aVittorio Sgarbi riceverà il «Premio AcquiAmbiente», bandito e organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Acqui Terme, con il patrocinio del Ministero all’Ambiente, della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria e con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio. Questa la motivazione del premio assegnato al Sindaco di Salemi: “Ha saputo porsi e proporsi, con intelligenza, passione e spirito critico, come “segno di contraddizione” nel dibattito culturale italiano, andando all’assalto di ogni consolidato sistema di potere, per difendere il cuore vivo e pulsante dell’identità italiana. Per tutelare un patrimonio di bellezze naturali e artistiche spesso oltraggiato dall’azione congiunta dell’ignoranza, del pressappochismo e delle speculazioni politiche e affaristiche, e per rilanciare con veemenza l’immagine di un Paese unico al mondo per i segni tangibili delle civiltà che lo hanno plasmato, in una varietà di paesaggi in cui natura e cultura mostrano di aver proceduto di concerto, per fondare un ambiente e darne ai posteri concreta testimonianza. Di questa eredità, che viene “dal lontano” e “dal profondo”, Vittorio Sgarbi ha voluto farsi carico, nulla risparmiando al suo impegno di cittadino e di intellettuale, perché, nel piccolo come nel grande, la tutela del passato non sia sacrificata all’incompetenza e al malaffare, e nemmeno sia intesa come pura conservazione museale, ma diventi bandiera di un primato da rivendicare, con l’effervescenza di una tensione creativa e di una azione/provocazione capaci di postulare l’avvento di una Grande Politica dell’Ambiente”. Ha catalizzato, negli ultimi tempi, l’attenzione dell’opinione pubblica la sua presa di posizione contro l’ossessiva, indiscriminata ed esagerata proliferazione di impianti di energia eolica e solare per il loro impatto distruttivo sul paesaggio, in particolar modo in aree note, che rappresentano eccellenze del patrimonio artistico e culturale italiano, preservando dagli scempi delle gigantesche pale eoliche e degli impianti fotovoltaici il suggestivo paesaggio di Salemi e dei parchi archeologici di Segesta e Selinunte. La concretezza e l’efficacia dei suoi interventi, volti alla denuncia dei crimini contro l’ambiente e l’umanità tutta, meritano il riconoscimento del nostro Premio»
Verranno assegnati inoltre un premio ad Alessandra Montrucchio per la sezione «Opere a stampa» autrice del libro «Epoi la sete» (Marsilio) che affronta l’angoscioso tema del progressivo esaurirsi delle risorse idriche, e a Federica Spina con una tesi di laurea sul tema «Applicazione biotecnologica di funghi per la decolorazione e la detossificazione di reflui industriali» dell’Università degli Studi di Torino.
La medaglia Presidenziale, assegnata al «Premio AcquiAmbiente» dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano, sarà conferita all’azienda «Oscar Tintori» che, rinverdendo i fasti dei giardini medicei di Boboli e di Castello e delle limonaie di Venaria Reale ha, dalla fine degli Anni Sessanta, reinventato e lanciato, non solo in Italia ma in tutta Europa, il gusto per gli agrumi ornamentali in vaso.
Un riconoscimento speciale sarà assegnato ad Alberto II di Monaco per il suo impegno nel perseguimento di una corretta politica ambientale confermato dalla Fondazione che porta il suo nome: tale Fondazione sostiene più di 150 progetti a favore del controllo dell’evoluzione ambientale e della protezione di specie a rischio di estinzione a causa dei cambiamenti climatici. (sgarbi vittorio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto Italiani nel Mondo 2011

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Roma, martedì 21 giugno 2011, ore 11.00 via Rieti, 11-13 – Piazza Fiume presso Auditorium di via Rieti 52 autori, 46 capitoli, 512 pagine Proiezione Video di TV2000 “Rapporto Migrantes 2011” Il video sarà presentato dal Direttore delle News di TV2000 Dott. Stefano De Martis Presentazione del VI Rapporto Migrantes Dott.ssa Delfina Licata – Capo Redattore Rapporto Italiani nel Mondo
Interventi a commento del Rapporto Migrantes Dott. Piergiorgio Sciacqua – Co-presidente EZA (Centro Europeo sulle Questioni dei Lavoratori) Dott. Alberto Tafner – Presidente Associazione “Trentini nel Mondo” Cons. Marilina Armellin – Capo Uff. IV della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie (Ministero Affari Esteri) Conclusioni Mons. Giancarlo Perego – Direttore Generale “Fondazione Migrantes” Coordinamento Dott. Franco Pittau – Referente Scientifico Caritas/Migrantes.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Thomas Biagi a Donington

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Donington Park (Regno Unito) 18/06/2011 – Prove ufficiali in difesa per Thomas Biagi a  nel quinto round della Superstars Series, valido esclusivamente per la classifica internazionale. La giornata era iniziata in modo positivo per il campione in carica, autore del secondo tempo nel primo turno di prove libere (1’34.528) a dispetto dei 60kg di zavorra sportiva a bordo della sua BMW M3. Nelle libere due, terminate per lui nuovamente al secondo posto, la pioggia caduta nella zona del circuito inglese dopo l’inizio della sessione aveva invece richiesto alcuni interventi per adattare il setup alle condizioni di minor aderenza offerte dall’asfalto bagnato. Il mutevole clima inglese ha però risparmiato le prove ufficiali, disputate su pista asciutta, dove nonostante il grande lavoro dei tecnici del Team BMW Italia la vettura non ha purtroppo offerto le stesse performance del mattino, rendendo impossibile per Biagi andare oltre il settimo tempo (1’35.114).
Il programma di oggi 18 Giugno (ora italiana, GMT+2) 11.40: Gara 116.40: Gara 2 Le due gare saranno trasmesse in diretta. (Thomas Biagi)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Un’aquila per L’Aquila”

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Potenza Picena. E’ giunta in elicottero a “L’Antico Uliveto”.Tutti con il naso all’insù per ammirare la scultura in volo posizionata poi nel terrazzo della struttura che ospita un agriturismo, un centro benessere e congressi, una locanda e bar caffetteria. Uno spettacolo davvero unico ed entusiasmante che al momento della posa dell’opera è stato accompagnato da un lunghissimo applauso. Non capita tutti i giorni di assistere ad un simile evento. Evento che ha ottenuto un grande successo. C’era il sindaco di Potenza Picena, Sergio Paolucci, che ha portato il saluto della città sottolineando di essere grato agli organizzatori per aver scelto proprio il suo comune per l’iniziativa. Presenti anche molti rappresentanti di istituzioni aquilane. Durante la cerimonia, condotta da Carla Passacantando, sono intervenuti l’assessore alla ricostruzione dei beni culturali del comune dii L’Aquila, Vladimiro Placidi; il vice commissario per la tutela dei beni culturali, Luciano Marchetti; l’avvocato distrettuale Maria Grazia Lopardi, dell’Avvocatura dello Stato di L’Aquila. E tutti hanno ribadito che la fase di ricostruzione dovrà essere breve. Dell’arte del maestro Gentili ha invece parlato il critico d’arte Gabriele Simongini. Al termine è stata inaugurata la personale dell’artista allestita nelle sale della struttura ed all’esterno fino al prossimo 30 giugno. In mostra ci sono venticinque opere dello scultore di cui tre di grandi dimensioni: “Il terrorismo”, “Pane”, “Charlot”. Nell’occasione, inoltre, è stata ufficializzata la collaborazione organizzativa ed operativa di “Italia Mirabilis”, prestigiosa associazione onlus presieduta da Salvatore Italia. Alla manifestazione di Potenza Picena ha partecipato il vice presidente Francesco De Santis. L’opera prima di giungere a “L’Antico Uliveto” è stata ospitata nel cortile del palazzo del Rettorato dell’Università Politecnica delle Marche di Ancona dove ha ottenuto grandi consensi di pubblico. Tanti sono stati i visitatori, provenienti anche dall’estero, che sono rimasti affascinati dall’opera. A dirlo è stato lo stesso rettore Marco Pacetti nel corso della breve cerimonia che si è tenuta al palazzo del Rettorato prima della partenza della scultura in elicottero per Potenza Picena. La prossima tappa per “Un’aquila per L’Aquila” è fissata per il 6 luglio. L’opera partirà, sempre in elicottero, per raggiungere il capoluogo abruzzese. A L’Aquila è prevista una cerimonia nel corso della quale verrà presentata l’opera da Aldo Forbice, conduttore di Zapping di RAI Radio 1. Un evento dietro l’altro, ognuno con la propria unicità, per una scultura, simbolo della città ferita dal terremoto, che verrà battuta in un’asta benefica. Il ricavato sarà devoluto per la ricostruzione del patrimonio artistico di L’Aquila, tramite l’Ufficio del vice commissario per la tutela dei beni culturali nel territorio colpito dal sisma, con l’intenzione di riservare una quota economica anche all’Istituto cinematografico “La Lanterna Magica” con vice presidente Goffredo Palmerini che dell’Abruzzo è uno dei più impegnati ambasciatori nel mondo. L’iniziativa è stata sposata da tre aziende storiche nel proprio territorio di origine Cimini Gruop, Impresa Antonio Cargini, Cipef, attualmente impegnate nella ricostruzione di L’Aquila e dei comuni colpiti dal terremoto del 6 aprile 2009. Si vuol tenere accesa una luce di speranza affinché non si dimentichi la popolazione abruzzese colpita dalla tragedia che, nonostante tutte e difficoltà di ogni giorno, ha ancora la forza di andare avanti. (Giuseppe Gentili) (DSC_5949.JPG, DSC_6223.JPG)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro-Terapia con Ilva Fontana

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Belvedere Langhe (CN) da Venerdì 15 a Domenica 17 Luglio 2011 Venerdì ore 20-22 Sabato e domenica 10-12-16-18 corso di teatro-terapia sul comico aperto a persone di tutte le età, anche senza esperienza teatrale. In questo corso ci si serve del teatro per produrre degli effetti benefici sui partecipanti attraverso i meccanismi di base del teatro (improvvisazione, visualizzazione, rilassamento, concentrazione, esercizi con la musica ecc.) cercando di conoscere e valorizzare le caratteristiche personali con una sensazione finale di benessere e appagamento, imparando ad analizzarsi ed accettarsi in modo nuovo.
Ilva Fontana è nata nel 1965, maturità linguistica,studi al DAMS di Bologna,Ilva Fontana ha alle spalle due decenni di attività come operatore culturale nel teatro, nel cinema, nella pubblicità e in altre espressioni artistiche. Ha frequentato corsi di recitazione, dizione, mimo, pubblicità, organizzazione dello spettacolo, regia,scenografia ecc.
Istituto Healing Sound Onlus, con sede a Belvedere Langhe, è nato nel 1982 con la volontà di Maria Rosa Bersanetti ricercatrice spirituale, già collaboratrice di diverse associazioni buddhiste presenti in Italia e tra i fondatori del centro Maitri di Torino, con la guida spirituale di Ghesce Campa Lodro. L’Edificio ora sede dell’istituto allora era di proprietà del padre di Maria Rosa Bersanetti è stato un podere agricolo appartenuto alla casa Sabauda primo Re d’Italia Vittorio Emanuele II di Savoia, ed è stato l’antico granaio dove si è sempre svolto la vita del Paese di Belvedere Langhe. Per altri dettagli: http://www.twimc.it/?p=6947 (teatro terapia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La realtà interiore dei ritratti di Colletto

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Sanremo Sino al 17 luglio al Nyala Suite Hotel (via Solaro, 134). mostra del giovane artista torinese Gabriele Colletto L’anima ritratta. La dottoressa Giorgia Cassini, curatrice dell’esposizione, ha illustrato al pubblico presente i ritratti esposti sottolineando la coesistenza di aspetti ipnotici, colti sempre con sensibilità sociale, e l’alternanza di concreta evidenza e illusione di rappresentazione. Ritratti fotografici che, efficacemente posti uno accanto all’altro in serie, rendono ancora più lampante il grande impatto visivo della pittura pulita di Colletto, sorretta cioè in ogni momento dalla padronanza del colore e del tratto. Una pittura capace di andare oltre le fattezze fisiche per esplorare il profondo. La serie di Lila ne è un chiaro esempio (foto allegate), dove l’attenzione per il dettaglio diventa straordinario strumento per comprendere la realtà intima della donna: la sua anima. La mostra è visitabile tutti i giorni, dalle ore 10 alle 19. Ingresso libero. (pubblico, lila)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omaggio a Walter Madoi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Parma 19 giugno 2011 alle ore 11 nella Chiesa di Sesta Inferiore Parrocchia di San Rocco Sesta Inferiore Parrocchia del Corpus Domini. verrà celebrata una Santa Messa da Don Marco Uriati, Parroco della Chiesa del Corpus Domini, magistralmente affrescata dal compianto Walter Madoi negli anni Sessanta, come avvenne – sempre per mano creativa di Madoi – nella Chiesa di Sesta Inferiore. Walter Madoi nasce a Collecchio (PR) il 26 marzo 1925, è il più giovane di tre fratelli e proviene da una famiglia antifascista. Suo padre è infatti un vecchio socialista perseguitato dal regime. Passa l’infanzia tra Parma, dove nel frattempo si sono trasferiti i genitori, e Pieveottoville (Zibello), ospite di alcuni parenti, dove impara ad amare il Po e la sua gente. Studia all’istituto d’arte di Parma e frequenta le Accademie di Belle Arti di Bologna e Brera; a 15 anni vince un premio nazionale di pittura, il primo di una lunga serie di prestigiosi riconoscimenti: a 17 anni allestisce la sua prima mostra personale. A 18 anni imbraccia il fucile e prende “la via dei monti’ con il fratello Giovanni: l’esperienza partigiana, condotta sul M. Penna e nel Tizzanese, solca profondamente la sua esistenza e lascia tracce indelebili anche nella sua sensibilità di artista.
L’affresco della Crocefissione nella chiesa di Sesta Inferiore. Sulla parete destra campeggia la grande Crocefissione: il Cristo e la Madre, i due ladroni su uno sfondo desolato che ben simboleggia la solitudine e l’abbandono di questo momento di morte. Si noti la compostezza del Cristo, la rassegnata desolazione della Madre e lo sguardo di speranza del buon ladrone in contrasto con il terrore scomposto del ladrone non pentito. Sulla parete sinistra una piccola folla di persone, quasi tutte con il volto di abitanti del paese, assiste al dramma che si sta compiendo davanti ai loro occhi. Occhi pieni di sgomento o di rassegnazione, di incredulità o di angoscia. Sul nero sfondo dell’abside, simbolo di morte e di paura, guizza la luce della Resurrezione che avvolge l’altare dell’Eucarestia. Essa infatti, per i credenti, è il segno e lo strumento della vittoria definitiva di Cristo sulla morte. Sulla destra dell’abside spicca il ritratto dell’Arcivescovo di Parma Mons. Evasio Colli; sulla sinistra si scorge l’autoritratto dell’Artista. (madoi, chiesa di sesta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra: Giorgio Griffa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Roma Dal 22 giugno al 20 luglio 2011 Dalle 15 alle 20 – domenica e lunedì su appuntamento Galleria Marino Salita di San Sebastianello 16b (Piazza di Spagna) Inaugurazione mercoledì 22 giugno ore 18.30 Saranno esposte, tra le altre, alcune opere del ciclo Sezione Aurea, che guarda a quel numero irrazionale senza fine (1,618033988… ) formalizzato per la prima volta da Euclide nel IV secolo a.C. per indicare il calcolo in base al quale dividendo un segmento in due parti, l’intero sta al maggiore come il maggiore sta al minore. Il risultato di questo rapporto è indice di armonia, equilibrio ma anche ignoto e meraviglia fin dai tempi antichi. Griffa accosta a queste cifre linee verticali, orizzontali, curve, oblique.
Nel 2009 la Galleria Marino, di Giuseppe Marino, ha esposto le opere di Griffa in una personale. Nel 2010 ha curato le seguenti mostre di Griffa: Museum of Baotou, Inner Monglia; Beijing Gehua Art Gallery; Taiwan Baguashan Art Gallery. Dal 25 giugno al 30 ottobre 2011 le opere di Giorgio Griffa appartenenti alla Collezione del MACRO di Roma saranno esposte nella nuova ala degli spazi del MACRO.
Giorgio Griffa è nato nel 1936 a Torino, dove vive. (griffa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »