Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Business Forum Corea

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2011

Udine fino al 7 luglio per i settori nautica, logistica, costruzioni (focus su arredo), meccanica e agroalimentare (focus su vitivinicolo) incontri che si terranno fino a giovedì 7 nella sede di Friuli Future Forum, con focus sulla meccanica (martedì 5 luglio), le costruzioni e l’arredo (mercoledì 6 luglio) e l’agroalimentare e vitivinicolo (giovedì 7), dopo l’anticipazione di questa mattina in Cciaa di Trieste sulla nautica e la logistica. Tutti settori primari, ha confermato lo stesso ambasciatore, «in cui intensificare gli scambi, che hanno avuto un’accelerazione negli ultimi due anni – ha precisato – e che sono senz’altro facilitati dall’ottima reputazione dell’Italia e del made in Italy, in costante ascesa in Corea del Sud». Un Paese con un Pil cresciuto del 6,2% nel 2010 e già del 4,5% in questa porzione di 2011. Un Paese che ha ripreso a investire e che, proprio da luglio, sta vivendo l’entrata in vigore dell’Accordo provvisorio sul libero scambio con Unione Europea, che porterà entro cinque anni all’abolizione dei dazi sul 97% dei prodotti scambiati. E’ la Repubblica di Corea, la nuova meta che la Camera di Commercio di Udine ha aggiunto, da quest’anno, all’offerta d’internazionalizzazione per le sue Pmi, attraverso un progetto triennale portato avanti assieme al sistema camerale del Fvg e cofinanziato dalla legge regionale 1/2005. Tra le occasioni di vantaggio, l’ambasciatore ha ricordato, oltre all’Accordo di libero scambio, «anche la missione di sistema Italia-Corea e l’Esposizione internazionale che si terrà a Yeosu nel 2012 e che vede la rappresentanza italiana tra le posizioni migliori: ecco il terreno favorevole in cui s’innesterà la vostra missione in ottobre», ha detto. Il contesto è rafforzato dai dati di interscambio, che vedono la provincia di Udine, in particolare, riprendere sul fronte dell’export, che tra 2009 e 2010 ha segnato un +11%. Tra i prodotti più esportati risultano i macchinari per impiego generale (25% dell’export), seguiti dai mobili e dai complementi dell’arredo (19,5%) e macchine per impieghi speciali (17%). L’export di prodotti alimentari si attesta attorno al 3%, ma le possibilità di crescita paiono sensibili, anche considerando un progressivo mutamento dei gusti dei coreani, che sempre più dimostrano di apprezzare la cucina italiana, ma anche di voler abbinare i vini italiani alla cucina locale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: