Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Libia: affari da multinazionali

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

“Il Governo per il timore di non partecipare alla spartizione del “dopo Gheddafi” si è buttato a capofitto in una guerra, quella contro la Libia, senza ragionare e senza soldi e per questo adesso mette le mani direttamente nelle tasche degli Italiani aumentando le accise sui carburanti” -Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)- “La “manovra” nascosta nelle pieghe del decreto per il rifinanziamento delle missioni all’estero – prosegue- prevede, al comma 3 dell’articolo 10, che i fondi destinati a finaziare la guerra contro la Libia gravino direttamente sulle accise dei carburanti il cui aumento è possibile nella misura massima di 5 centesimi al litro per reintegrare le risorse del “Fondo nazionale di protezione civile” che sono state utilizzate per i raid aerei e i bombardamenti. E’ sconcertante – sottolinea Comellini- che soldi pubblici destinati a realizzare interventi di protezione a favore delle popolazioni italiane colpite da calamita’ naturali, catastrofi o altri eventi straordinari, siano utilizzati per acquistare bombe e missili. Adesso -conclude- il Governo spieghi questa scelta agli Italiani e soprattutto a coloro che il 6 aprile 2009 persero tutto nel terremoto dell’Aquila e ancora oggi vivono in condizioni precarie.” Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: