Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Aiccre: federalismo solidale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 agosto 2011

Le conseguenze della manovra finanziaria 2011 sulle autonomie locali e regionali, il tema al centro del dibattito dell’Ufficio di Presidenza dell’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa – Aiccre, che si è riunito il 30 agosto, presso la sede nazionale dell’Associazione, a Roma. “Ci sentiamo innanzitutto di esprimere solidarietà ai comuni, soprattutto a quelli più piccoli, alle province ed alle regioni che hanno reagito con maturità e senso di responsabilità, con argomentazioni convincenti e propositive. Siamo attenti al fatto che il Governo non si sia arroccato sulle proprie decisioni, ma che abbia prestato orecchio alle voci di tutte le associazioni rappresentanti degli enti locali e regionali e le abbiano in parte recepite.
La questione dell’autonomia finanziaria impositiva è legata agli aspetti istituzionali: infatti l’autentico federalismo si avrà soltanto con un rinnovato Senato che sia espressione delle autonomie e delle Regioni. All’interno delle Regioni deve essere istituito il Consiglio delle Autonomie locali, in modo da non sostituire al centralismo dello stato quello regionale. Così come bisogna analizzare con serenità il ruolo delle province, intorno al quale si è scatenato un dibattito a volte foriero di demagogia e di commenti superficiali. Anche per l’AICCRE non è pensabile continuare a mantenere 110 uffici Inps, 110 uffici Inail, 110 uffici Inpdap e altrettanti sedi dell’amministrazione pubblica: tesoro, entrate, prefetture, questure, lavoro, soprintendenze in tutte le Province. Vanno eliminati gli enti intermedi non legittimati democraticamente tra Comune e Regione, come i Consorzi, gli Enti strumentali, le Agenzie, che costano di soli consigli di amministrazione 2,5 miliardi di euro.
L’AICCRE guarda anche all’Europa e partire da essa per portare a termine riforme che siano rispettose delle singole identità territoriali per un’ integrazione vera con l’Europa. Le proposte dell’AICCRE vanno nella direzione del federalismo, nel convincimento che esso si impone nelle relazioni tra diversi soggetti istituzionali che insieme vogliano cooperare, tanto più quanto maggiore è il numero dei soggetti interessati.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: