Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 1 settembre 2011

Italy Trashing the lifeboat Rome

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Silvio Berlusconi, Italy’s prime minister and escape­artist extraordinary, sparked the †rst of several market panics over Italy’s public debt by vowing to water down an already soggy package of deficit­reduction measures. He was forced to retreat by the resulting turmoil. But the threathe poses to the euro was again made clear this week when he pitched his country’s public finances into further chaos, leaving a hole of at least ¤4 billion­5 billion ($5.8 billion­7.2 billion) in the latest of two emergency budgets designed to get his country out of the fix in which it has been trapped for the past two months. Two things now stand between Italy and a debt crisis vastly more menacing to the single currency than any so far on the euro­zone periphery: support for Italy’s bonds from the European Central Bank (which has bought some ¤30 billion­ worth since mid­August), and a ¤45.5 billion deficit­reduction plan that the ECB demanded in return for its help. When this was unveiled by Mr Berlusconi on August 12th, investors might have been forgiven for thinking that‹bar the odd amendment‹the same plan would be set before parliament. But in Italy nothing is safe from modi†cation, and on August 29th Mr Berlusconi unpicked his package, throwing out the measure he most disliked, a surtax on top incomes in the private sector. (Embarrassingly, the multimil­ lionaire chairman of Ferrari, Luca di Montezemolo, o…ered to pay more tax, saying you have to begin by asking it of those who have most.) To placate Italy’s irate local mayors and governors, Mr Berlusconi lightened the burden of savings they were supposed to have made. Some new measures were put in. The government promised to save money by abolishing the provincial administrations and halving the number of national law­makers. But it said it would do so with con­ stitutional laws, which are notoriously difficult to get approved. The immediate savings would come from postponing the retirement of many Italians by excluding from their pension calculations time spent at university or doing military service. The measure was understandably seen as penalising those who failed to dodge conscription, and simply robbing those who chose higher education (since graduates in Italy have to make a payment to the treasury for their university courses to be counted as time worked). The public looks likely to force Mr Berlusconi into a U­turn that would enlarge still further the hole in his former austerity package. That alone is enough to cast doubt on
the ECB’s readiness to continue buying Italian debt. But there is another factor. As the price of intervention, the bank’s president, Jean­Claude Trichet, and his successor­designate, Mario Draghi, reportedly required not only the pushing through of the package that Mr Berlusconi has just undone, but also a comprehensive programme of privatisation and liberalisation. And, of that, there has never been more than a trace in the government’s plans. (from The Economist)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Anticipazioni “The Economist” di domani

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

This image shows Angela Merkel who is the Chan...

Image via Wikipedia

Nella sezione Europe:
• L’articolo sul caos e le proteste suscitate dalla manovra proposta dal governo Berlusconi; il dilemma è se l’Italia possa davvero affondare l’euro: Trashing the lifeboat.
• L’articolo sulla leadership politica traballante di Angela Merkel e la perdita di fiducia nei suoi confronti: Angst over the euro.
Mentre nella sezione Leaders:
• L’analisi della politica difensiva americana degli ultimi dieci anni alla vigilia dell’anniversario dell’attacco alle torri gemelle: Ten years on.
• L’articolo sulla Libia e la necessità che siano i libici a gestire tutto il processo di liberazione del Paese: Let them get on with it.
• L’articolo che invita a ripensare gli investimenti sull’alta velocità ferroviaria in Gran Bretagna ed Europa: The great train robbery.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terapie razionali per tutti

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

farmaci

Image by ebberod via Flickr

Roma. La Fondazione per la Ricerca Farmacologica ‘Gianni Benzi’ organizza a Roma, dal 1° al 3 settembre 2011, la IV edizione dei Foresight Training Courses, dedicati a dibattere di anno in anno le più recenti novità del Sistema Farmaceutico Europeo con l’obiettivo finale di favorire e consolidare la collaborazione tra l’Europa e le Agenzie del Farmaco nazionali. Quest’anno il Corso punta ad evidenziare le esigenze di Terapie Razionali idonee a coprire i bisogni delle popolazioni più sensibili, ma senza distinzione di età dal neonato all’anziano, delineando le norme, i vincoli e le opportunità per le aziende farmaceutiche che scelgono di investire nello sviluppo dei farmaci per queste popolazioni, specie in quelli più innovativi. Il corso approfondirà pertanto i progressi della metodologia degli studi clinici e di altre tipologie di studi che supportano sia lo sviluppo del farmaco che l’uso post-marketing. Come le altre edizioni, il Corso vedrà la partecipazione, oltre che di rappresentanti dell’EMA, di Esperti in Affari Regolatori, Ricercatori, Medici, Operatori Sanitari, Aziende Private e Pubbliche ed Associazioni di Pazienti.
Maggiori informazioni sul Corso e scheda di registrazione sono disponibili su http://www.fondazionebenzi.org/attivita.php?pr=63

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Guida all’acquisto del “kit scuola”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

zaino tattico

Image by Geomangio via Flickr

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte, dichiara Pietro Giordano Segretario Generale di Adiconsum, e le famiglie, oltre alla già consistente spesa per l’acquisto dei libri di testo, si trovano a dover affrontare l’ulteriore costo del “kit scuola”. Per un set di base composto di zaino (trolley, estensibile o americano), astuccio “triplo” (completo di penne, matita, temperamatite, gomma, pastelli e pennarelli), diario, due maxi quaderni a quadretti e due a righe, quest’anno la spesa può arrivare a sfiorare i 200 €. Tuttavia Gdo e commercio elettronico permettono di confezionare pacchetti alternativi, non griffati, con budget contenuti tra i 35 ed i 65 €. Ecco pertanto di seguito alcuni suggerimenti per la scelta di uno zaino sufficientemente solido e comodo.
• Dimensioni. La taglia deve essere giusta: uno zaino troppo grande non garantisce una buona distribuzione del carico sulla schiena. La base, una volta regolate le bretelle, non dovrebbe scendere al di sotto delle anche.
• Schienale. Preferibili i modelli con base rinforzata e schienale rigido, che permettono di disporre il peso più vicino alla colonna vertebrale, migliorando il baricentro e la distribuzione del carico sulle spalle. Meglio ancora se lo schienale è anatomico e realizzato in materiale traspirante.
• Scomparti. Lo scomparto di separazione interno permette di mantenere il carico più aderente alla schiena anche quando lo zaino non è pieno. Evita inoltre che i libri, muovendosi eccessivamente, possano rovinarsi.
• Bretelle. Le bretelle devono essere larghe e imbottite, in modo da rendere più confortevole il trasporto e distribuendo meglio la pressione sulle spalle.
• Cintura. La cintura addominale è un accessorio utilissimo che, se allacciata correttamente, permette di mantenere lo schienale aderente alla colonna vertebrale e di scaricare parte del peso sul bacino.
• Tessuto. Il tessuto deve essere resistente e a prova di strappo. Meglio se impermeabile, per proteggere i libri in caso di pioggia.
• Maniglia. La maniglia deve essere robusta, facile da impugnare e fissata in maniera di non causare strappi nel tessuto sotto il peso dei libri.
• Trolley. Lo zaino-trolley offre il vantaggio di trasportare il carico trascinandolo. Tuttavia il carrello rende questo tipo di zaino più pesante degli altri, ed è bene quindi utilizzarlo esclusivamente come trolley, evitando il trasporto a spalla.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’imperativo categorico di Jean-Luc Nancy

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Jean-Luc Nancy

Image via Wikipedia

L’imperativo categorico è il testo che segna una vera e propria svolta nel pensiero di Jean-Luc Nancy. L’opera viene realizzata all’inizio degli anni Ottanta, raccogliendo una seria di saggi che Nancy scrive per alcune conferenze. Oltre ai temi principali, quelli della legge e de lgiudizio, il libro affronta la questione spinosa del soggetto (dalla quale prende le mosse quel movimento del pensiero francese che oggi viene ricordato come poststrutturalismo), ma anche la funzione etico-politica della filosofia.L’imperativo categorico rimanda a qualcosa che riguarda l’assunzione di una responsabilità dinanzi al mondo perché, come ci dice l’autore, l’imperativo categorico significa che il concetto di un mondo è indissociabile da quello di un imperativo e allo stesso tempo il concetto di un imperativo puro è indissociabile dal concetto di un mondo. “Ciò che deve essere è un mondo e nient’altro che un mondo deve, assolutamente, essere messo in opera”.
Jean-Luc Nancy (Bordeaux, 1940) è professore emerito di filosofia presso l’università di Strasburgo. Assieme a Jacques Derrida può essere considerato il maggior esponente del decostruzionismo. Di Nancy in Italia sono stati recentemente pubblicati M’ama, non m’ama (2009),Cascare dal sonno (2009), Il peso di un pensiero (2009), Sull’amore (2009), Verità della democrazia (2009) e Corpo teatro (2010).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un tempo berlinese di Mohamed Magani

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Un tempo berlinese racconta la storia di un algerino, emigrato da circa 25 anni in Germania, che ritorna nella sua terra negli anni Novanta, alla vigilia della discesa del paese all’inferno. Dopo che un amico di Berlino gli ha riferito gli echi di un dramma avvenuto in Algeria al tempo in cui si trovava nella Legione Straniera – dramma che a priori avrebbe travolto tutti i componenti di una famiglia – l’emigrato pur avendo rimosso ogni traccia della sua storia naturale, crede di ravvisare nei fatti riportati dall’amico la sorte della sua stessa famiglia, dimenticata e messa da parte per tutto il tempo dell’emigrazione. Deciso ad approfondire, vivrà il ritorno sui binari, e tra un treno e l’altro registrerà e osserverà i primi segni dello sconvolgimento del paese. Finisce così per lasciarsi raccontare la sua stessa biografia da un viaggiatore, un sedicente – o autentico – “amico d’infanzia”, che nella speranza di essere riconosciuto come tale, insegue e assilla la vittima nei vari spostamenti. A costui, però, il protagonista oppone il proprio passato ricostituito a Berlino, il proprio spazio-tempo della memoria.
Mohamed Magani è nato nel 1948 a El Attaf, Algeria. Per molti anni ha vissuto in esilio in Europa come scrittore perseguitato. Attualmente è docente presso l’università di Algeri e presidente del Pen Algeria. (un tempo berlinese)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La notte sotto il gelsomino di Maïssa Bey

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

La notte sotto il gelsomino rappresenta il sogno della donna che lotta e va alla ricerca di se stessa nella routine di una società dove il maschio la fa da padrone. Undici racconti in cui si ritrovano i temi cari a Maïssa Bey: l’amore, la solitudine, la sofferenza e la morte. Ma soprattutto l’Algeria. Donne, figlie, madri, amanti, sorelle che dormono, amano, piangono e muoiono sotto lo sguardo dei loro uomini. Racconti sorprendenti che rapiscono subito il lettore, e lo portano a mettersi nella pelle delle eroine e a percepirne le emozioni più esclusive. Pur toccando temi scottanti e attuali, l’autrice riesce, con il suo stile, ad accordare frasi taglienti e parole che scorrono come un dolce mormorio, senza mai cadere nella ridondanza.
Maïssa Bey è nata nel 1950 a Ksarel-Boukhani, nel sud dell’Algeria. È autrice di romanzi, racconti e opere teatrali, per i quali ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Tra le sue pubblicazioni più importanti Nouvelles d’Algérie (ed. Grasset 1998) per cui ha vinto il Grand Prix de la nouvelle de la Société des gens de lettres ; Surtout ne te retourne pas (ed. l’Aube et Barzakh 2005) che si è aggiudicato il Prix Cybèle; Pierre, Sang, Papier ou Cendre (ed. l’Aube 2008) vincitore del Grand Prix du roman francophone SILA, L’une et l’autre (ed. l’Aube, 2009) e il recente Puisque mon cœur est mort (ed. l’Aube, 2010) trionfatore al Prix de l’Afrique Méditerranée/Maghreb 2010. (bey)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiabe di Capitanata di Daniele Giancane

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Le Fiabe di Capitanata ci riconducono agli elementi originari e identitari del foggiano: la campagna come luogo del lavoro ingrato ma necessario, la presenza di personaggi magici che facilmente appaiono nelle storie (come il monacello), una forte dimensione religiosa che si esprime attraverso i “santi” popolari e quotidiani, colti nella loro umanità piuttosto che nella loro aureola mistica. Si tratta di fiabe di terra che conservano luoghi e proverbi della tradizione popolare di Capitanata, cibi e filosofie del mondo, speranze nel cambiamento e un’aura di incantamento di fronte all’esistenza umana, alle sue infinite possibilità, ai suoi imprevedibili destini. Daniele Giancane, docente presso l’università di Bari, dirige la rivista letteraria “La Vallisa” e collabora a diversi quotidiani e riviste. Autore di molti volumi di critica letteraria, poesia, letteratura e teatro per l’infanzia, è citato nell’enciclopedia La civiltà letteraria a cura di Giorgio Barberi Squarotti. Ha ottenuto il premio di Vuk (Belgrado, 2001) per l’opera di collegamento fra cultura italiana e cultura serba. Suoi scritti sono stati pubblicati in molte nazioni (Serbia, Montenegro, India, Slovenia, Cile, Albania, Canada, Malta, Spagna). Ha curato numerose antologie di poesia e diversi volumi di fiabe dal mondo. (fiabe di capitanata)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storia di un cavallo di Lev Tolstoj

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Uscito per la prima volta nel 1886, questo breve romanzo di Tolstoj racconta la natura umana attraverso una metafora geniale. A parlare infatti è Chlostomer, un cavallo che nessuno vuole perché ha avuto la sfortuna di nascere con un mantello pezzato. Dalla tenera età e dai primi turbamenti amorosi fino alla vecchiaia, Chlostomer ci racconta con tenerezza la sua vita. Con le speranze e i sogni disattesi, le gioie e le sofferenze come inevitabile corollario, la vita del cavallo non si differenzia da quella vissuta da tanti esseri umani. Ma, a differenza degli uomini, vittime della loro ossessione per il possesso, i cavalli affrontano l’esistenza con libertà, affrancandosi dalla schiavitù dell’ansia per il tempo che passa ineluttabile. Così, nonostante “la ragione stava sempre dalla parte di coloro che erano forti, giovani e felici, di coloro che avevano tutto davanti a sé…” Cholstomer vive la vecchiaia e la morte con nobile distacco e intelligente curiosità.
Lev Tolstoj (Jasnaja Poljana, 28 agosto 1828-Astapovo, 20 novembre 1910) è uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi, autore di pietre miliari come Guerra e pace e Anna Karenina. (tolstoj)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anniversario Carlo Alberto Dalla Chiesa

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Palermo, Venerdì 3 settembre 1982, ore 21.00 il nuovo prefetto di Palermo, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, sta andando a cena con la giovane moglie Emanuela Setti Carraro, di scorta li segue un’Alfetta guidata dall’agente della polizia di Stato Domenico Russo. Giunti in Via Isidoro Carini sopraggiungono due motociclette e un’auto che affiancandosi all’A112 del generale aprono il fuoco a colpi di kalashnikov uccidendoli sul colpo. Sul luogo dell’eccidio, un anonimo cittadino lascia un cartello affisso al muro. Poche parole, una frase che in breve fa il giro del mondo: “Qui è morta la speranza dei siciliani onesti”. Carlo Alberto Dalla Chiesa nacque a Saluzzo (Cuneo) nel 1920. Nel 1942 divenne sottotenente dell’Arma dei Carabinieri, si laureò in giurisprudenza e fu uno dei capi della Resistenza nelle Marche. Nel 1946, a Firenze, sposò Dora Fabbo, che rimase compagna silenziosa e fedele del futuro generale per più di 30 anni. Nel 1948 fu inviato con il grado di colonnello in Sicilia dove ebbe le sue prime esperienze nella lotta contro la mafia, arrivando all’incriminazione di Luciano Liggio e, fra il 1966 e il 1973, arrestò 76 capi mafiosi. Nel 1973 venne promosso generale di brigata e trasferito in Piemonte e nel ’77 gli fu affidata la coordinazione degli istituti di sicurezza e di pena. Nel 1978 venne promosso generale con poteri su tutto il territorio e una dipendenza diretta dal Ministero degli Interni fino al 1981 per far fronte alla minaccia del terrorismo. In tre anni riuscì a distruggere l’organizzazione delle Brigate Rosse e grazie ad una serie di pentimenti oggi possiamo sapere la storia completa di tale gruppo eversivo. Nel 1981, quando il pericolo cessò, Dalla Chiesa fu mandato a Palermo dove la delinquenza persisteva, con l’incarico di prefetto antimafia, però i suoi poteri limitati gli impedirono di agire. Il 3 settembre del 1982, mentre tornava dal palazzo della Prefettura del capoluogo siciliano, fu assassinato da killer mafiosi, insieme alla giovane moglie Emanuela Setti Carraro di 31 anni, con la quale il generale era sposato da soli 54 giorni, e all’agente di scorta Domenico Russo.
L’Agente Scelto Domenico Russo nasce a S. Maria Capua Vetere (CE) il 27/12/1950. Quella sera Domenico seguiva con l’auto di servizio, un’Alfetta non blindata, come scorta alla A-112 del Generale e della sua compagna, che vennero trucidati in maniera vile da un commando della Mafia a colpi di Kalashinkov, in quella circostanza, l’auto con a bordo l’autista e l’Agente Russo, venne affiancata da una motocicletta guidata da Pino Greco detto “Scarpuzzedda”, che uccise l’autista e ferì in maniera gravissima il Russo, il quale morì dopo 13 giorni di agonia all’ospedale di Palermo. Domenico lasciava la moglie ed un figlio piccolo.
L’Agente Russo per il suo atto di eroismo venne insignito della Medaglia d’oro al valor civile con la seguente motivazione: “Di scorta automontata per il servizio di sicurezza ad eminente personalítà, assolveva al proprio compito con sprezzo del pericolo e profonda abnegazione. Proditoriamente fatto segno a numerosi colpi d’arma da fuoco esplosi a distanza ravvicinata da parte di alcuni appartenenti a cosche mafiose, tentava di reagire al fuoco degli aggressori nell’estremo eroico tentativo di fronteggiare i criminali, immolando così la vita nell’adempimento del dovere. Palermo, 3 settembre 1982.” (carlo alberto, domenico russo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toronto: riconoscimento a Franco Nero

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Toronto 5/9/2011 L’attore riceverà lunedì prossimo il prestigioso riconoscimento dalla comunità italiana di Toronto in Canada. Sul set di ‘Scorched’ di ‘Law & Order Special Victims Unit’ vestirà i panni di Strauss Kahn. “E’ piaciuto così tanto negli Stati Uniti che hanno deciso di anticipare l’uscita al 21 settembre” rivela con entusiasmo. L’obiettivo dell’Italian Walk of Fame, nata nel 2009, è di riconoscere i risultati, raggiunti dagli italiani sia a livello locale che internazionale in diversi ambiti. E di celebrarli all’interno di una città come Toronto, conosciuta appunto per la sua multiculturalità.
Franco Nero ha appena terminato di girare a New York ‘Scorched’ della serie ‘Law Order Special Victims Unit’, dove veste i panni di un personaggio che “s’ispira alla figura di Strauss Kahn”. Per il piccolo schermo interpreta un candidato primo ministro, la cui carriera politica viene bloccata da una cameriera che lo accusa di averla violentata e lo ricatta per ottenere dei soldi. “L’idea è piaciuta talmente tanto che andrà in onda prima del previsto negli Stati Uniti: verrà trasmessa il 21 settembre sulla NBC Networks Distributions”. Franco Nero, dopo aver letto il copione ha subito capito che era la stessa storia di Strauss Kahn e ha accettato. Certo, il nome del personaggio è diverso, ma non potevano fare altrimenti. Diciamo che molto probabilmente hanno tratto ‘ispirazione’ da quanto accaduto all’ex direttore dell’Fmi. (franco nero)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Energia: Diritti a Viva Voce”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Impianto ad energia eolica presso Osiglia, Lig...

Image via Wikipedia

Parte oggi 1° settembre il progetto “Energia: Diritti a Viva Voce” promosso da 17 associazioni dei consumatori (Federconsumatori, ACU, ADOC, Adiconsum, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela consumatori e utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega consumatori, Movimento Consumatori, Movimento difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) e finanziato dalla Cassa conguaglio per il settore elettrico su disposizione dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas con l’obiettivo di rendere i consumatori più informati e consapevoli in materia di energia e gas. L’esigenza di promuovere questo progetto è nata dalla situazione sopravvenuta alla liberalizzazione del settore energetico, che ha visto l’ingresso di nuovi operatori e quindi di un mercato più ‘movimentato’ favorevole al consumatore ma che in molti casi ha creato criticità, come ad esempio comportamenti commerciali scorretti, situazioni di doppie fatturazioni o semplicemente difficoltà nel passaggio da un venditore all’altro.
I 45 sportelli informativi operativi sul territorio italiano copriranno 16 Regioni e saranno gestiti dalle Associazioni dei Consumatori presenti sul territorio nazionale. Gli operatori degli sportelli forniranno risposte e soluzioni ai clienti finali dei servizi elettrico e gas e saranno in grado di: orientare i consumatori tra le diverse offerte commerciali (anche attraverso l’ausilio del sistema “trova offerte” dell’AEEG); informare ed educare il consumatore sul modo di sfruttare al meglio l’opportunità offerta dalla tariffa bioraria; fornire assistenza per l’ottenimento del bonus sociale gas/energia o il mantenimento dello stesso; supportare il cliente che dovesse trovarsi di fronte ad un problema con il proprio gestore; informare i cittadini consumatori su come controllare i propri consumi quotidiani e promuovere un consumo consapevole.
A questi sportelli e all’App sarà affiancato un servizio di call center, con numero verde gratuito 800 82 12 12 per chiamate da rete fissa, con l’obiettivo di fornire risposte e informazioni ai clienti del servizio elettrico e gas. Il call center sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00-13 e 14-18:00.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Geoitalia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Le Lingotto vu du ciel (Turin), Vincent Debierre

Image via Wikipedia

Torino – 19/23 Settembre – Lingotto “Il no italiano al referendum sul nucleare in Italia rende ancora più importante il bisogno di sviluppare ulteriormente la geotermia e contribuire al mix elettrico 100% rinnovabile in combinazione con tutte le altre fonti rinnovabili. Con il progetto “Atlante geotermico per il Mezzogiorno” il CNR sta predisponendo l’aggiornamento delle informazioni sui sistemi idrotermali e l’identificazione di risorse di nuova concezione nel Mezzogiorno d’Italia. Il progetto internazionale Geoelec (Develop Geothermal Electricity in Europe to have a renewable energy mix), appena lanciato, contribuirà allo studio, guardando il potenziale per l’EGS (Enhanced Geothermal Systems) in Italia. Infatti, nelle poche regioni italiane dove le risorse idrotermali sono limitate, l’EGS permette di produrre elettricità geotermica con la stimolazione della roccia secca”. Lo ha annunciato Dott.ssa Adele Manzella Geofisica, Coordinatrice nazionale dei progetti geotermici del CNR. Il tutto dinanzi ad una platea mondiale rappresentata da 1500 scienziati che giungeranno a Torino da 28 Paesi. Geoitalia è la biennale di Scienze della Terra, quest’anno evento ufficiale per l’Unità d’Italia, organizzata dalla Federazione Italiana Scienze della Terra.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obama: frustrated

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Barack Obama addressing a joint session of Con...

Image via Wikipedia

Letter to editor. Today I asked for a joint session of Congress where I will lay out a clear plan to get Americans back to work. Next week, I will deliver the details of the plan and call on lawmakers to pass it. Whether they will do the job they were elected to do is ultimately up to them. But both you and I can pressure them to do the right thing. We can send the message that the American people are playing by the rules and meeting their responsibilities — and it’s time for our leaders in Congress to meet theirs. And we must hold them accountable if they don’t. So I’m asking you to stand with me in calling on Congress to step up and take action on jobs:
http://my.barackobama.com/Time-To-Act No matter how things go in the weeks and months ahead, this will be an important challenge for our organization. It’s been a long time since Congress was focused on what the American people need them to be focused on. I know that you’re frustrated by that. I am, too. That’s why I’m putting forward a set of bipartisan proposals to help grow the economy and create jobs — that means strengthening our small businesses, giving needed breaks to middle-class families, while taking responsible steps to bring down our deficit. I’m asking lawmakers to look past short-term politics and take action on that plan. But we’ve got to do this together.

Posted in Estero/world news, Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abel Books sbarca in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Cover of "Kindle Wireless Reading Device,...

Cover via Amazon

Amazon, Apple e Google, i tre giganti della rete stanno per varare i loro grandi progetti legati agli ebook. Di fatto nel 2012 assisteremo ad una vera rivoluzione nel mondo dell’offerta di lettori (in testa Kindle) che si alimenteranno di migliaia di libri elettronici. L’Italia negli ultimi mesi è diventato un vero e proprio laboratorio e la nascita di Abel Books dimostra che molti cittadini sono pronti a diventare lettori virtuali. Alcune librerie come BookRepublic accolgono tra i loro scaffali oltre 300 editori e in questi giorni ha fatto notizia la cessione di oltre 1000 ebooks da parte di Mondadori per la messa in vendita su Amazon. Il mercato infatti sta registrando una crescita che entro gennaio 2012 porterà alla vendita di oltre 900 mila libri elettronici, con un giro d’affari stimato in 12 milioni di euro (fonte Corriere della Sera). Al momento in Italia le grandi major editoriali stanno osservando dalla finestra, cercando di difendere le proprie posizioni e concentrazioni tradizionali. L’ebook infatti corrode lo stretto controllo del flusso di mercato, permettendo quindi ad ogni editore di poter avere le medesime possibilità. E di conseguenza per la prima volta gli scrittori potranno tutti partire dagli stessi blocchi di partenza. Abel Books rappresenta in questo una importante novità assoluta, considerato che è una pura casa editrice digitale, che ha costruito una rete di distribuzione di vendita capillare (grazie a Bol di Mondadori, Mediaworld, Rizzoli, Bookrepublic, etc.) e che si presenta con una trasparente gestione editoriale. Il catalogo è prevalentemente formato da saggistica e manualistica per poter diventare supporto a chi intende approfondire argomenti di studio o ampliare la propria conoscenza. Il libro cartaceo non verrà mai sostituito (ridurrà certamente le tirature), ma sarà affiancato dall’ebook che diventerà utile e valido strumento e innovativo compagno di viaggio. Per questo è nata Abel Books.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra economica e ceto medio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Ciao, Italia! – Live from Italy

Image via Wikipedia

“Il Coisp sta costantemente monitorando le schizofrenie delle dichiarazioni della politica. Un Governo che si smentisce ripetutamente su tutto: dalle pensioni ai rincari dell’Iva, attento molto più a non scontentare se stesso che agli interessi degli italiani.
Il “ceto medio” che non può essere toccato, in realtà, è costituito dai parlamentari che grazie ai doppi incarichi (medici, avvocati, professionisti in genere, mai operai) sarebbero gli unici a dover pagare veramente. Chi rappresenta il ceto medio in Italia? Non la Marcegaglia, non i calciatori che hanno scioperato ancora prima che ‘il contributo di solidarietà’ diventasse legge, non le lobby trasversali che vengono cementate dal denaro e che scaricheranno sulle spalle e sulle tasche dei lavoratori statali i sacrifici che non sono disposti a sopportare” dichiara il Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia COISP Franco Maccari. Prosegue Maccari: I Poliziotti e le Forze dell’Ordine, oltre a rimetterci di tasca propria i soldi per comperarsi pezzi di equipaggiamento, codici stradali e spesso anche la benzina per le auto, sono ormai schiacciate ben sotto la soglia della povertà effettiva, con stipendi (già bassi) che perderanno oltre il 12% del potere d’acquisto nei prossimi tre anni. Non si tratta di conflitto di classe ma di equità di trattamento: i Poliziotti sono chiamati di continuo a proteggere i “ricchi” calciatori, i “ricchi” politici che viaggiano gratis sulle auto blu che paghiamo tutti, soprattutto noi. Il contributo di solidarietà dovrebbe essere una tassa sui servizi di ordine pubblico allo stadio, sulle scorte e vigilanze fisse che lo Stato garantisce a migliaia di soggetti, mentre noi andiamo dal calzolaio a risuolare gli anfibi della divisa che non vengono cambiati più da oltre 5 anni. Se i ricchi pagano già molte tasse, come dice la Marcegaglia, figuriamoci i Poliziotti e le Forze dell’Ordine, conclude Maccari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canale Sicilia: no alle trivelle

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Location of Pantelleria

Image via Wikipedia

“Ci associamo alla richiesta inoltrata da Greenpeace al ministro dell’Ambiente affinchè blocchi le esplorazioni nel canale di Sicilia alla ricerca di depositi di petrolio”. La LIPU-Birdlife Italia si dichiara preoccupata per il patrimonio di biodiversità minacciato dai progetti della Audax Energy al largo di Pantelleria. “Da anni – sottolinea Fulvio Mamone Capria, Presidente LIPU-BirdLife Italia – siamo impegnati nella tutela della biodiversità proprio nel canale di Sicilia e nella denuncia dei rischi per gli uccelli marini, in particolare la berta maggiore, che stanno vivendo un periodo di gravi difficoltà a causa dello sfruttamento intensivo del mare e dell’inquinamento. “La tutela di queste aree marine, delicati ecosistemi ricchi di specie animali e vegetali che verrebbero alterati dalle attività di estrazione del petrolio, passa anche attraverso l’istituzione di aree protette. Per questo – conclude – chiediamo al ministro Prestigiacomo di adoperarsi affinchè blocchi le ricerche e istituisca aree protette per la tutela di questi splendidi ambienti marini”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il mondo verde celtico

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Ciotola celto-ligure

Image by CartEssenza via Flickr

Albenga 4 settembre alle ore 17.30 in piazza delle erbe nell’ambito della “Notte verde” organizzata dall’Amministrazione Comunale. Gino Rapa introdurrà l’autore Claudio Porchia accompagnato all’arpa da Claudia Murachelli (ingresso libero).Il libro “Il mondo verde dei Celti” curato da Alfredo Moreschi e Claudio Porchia e pubblicato da Edizioni Zem di Vallecrosia, sarà presentato in collaborazione con i Fieui de Caruggi. Alle 19.00, presso il vicino Palazzo Oddo, è prevista l’inaugurazione della mostra “Il calendario Celtico” di Dino Gambetta e Domenico Musci curata da Claudio Porchia.
(Il mondo verde dei Celti Alfredo Moreschi e Claudio Porchia pagina 110 prezzo 10 euro codice Isbn 9788890451621 Casa editrice Edizioni Zem Vallecrosia)
Un calendario completo di storia, credenze, origine dei nomi, caratteristiche botaniche, utilizzazione farmaceutica e di medicina popolare. I tredici mesi dell’anno lunare, di ventotto giorni ciascuno, iniziano con la Betulla (Olivo per il calendario greco), il Sorbo, il Frassino, l’Ontano (Corniolo), il Salice, il Biancospino (Pero selvatico), la Quercia, l’Agrifoglio (Leccio), il Nocciolo (Noce), la Vigna, l’Edera, il Tiglio, il Sambuco (Mirto).La mostra propone di ogni albero un disegno realizzato da Dino Gambetta insieme ad una scheda con notizie intese a completarne la conoscenza.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

4° Green Med Forum

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Tunisi

Image via Wikipedia

Tunisi, 6 settembre a nella sede dell’APIA (l’Agenzia per gli investimenti nell’agricoltura tunisina), alle ore 11, si terrà la conferenza stampa internazionale di presentazione del 4° Green Med Forum, alla presenza del ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente del governo tunisino Mokhtar Jallali. Lo stesso ministro presiederà la sessione plenaria del congresso, la mattina del 28 settembre e terrà un discorso sulle sfide dell’agricoltura tunisina. Alla conferenza stampa saranno presenti, oltre al direttore generale dell’APIA, Abdellatif Ghedira, il direttore di Green Med Journal, promotore del Forum e i rappresentanti della stampa estera accredita a Tunisi oltre alla stampa tunisina di lingua francese e di lingua araba. Il Green Med Forum è un evento internazionale dedicato all’economia agricola mediterranea finalizzato a promuovere la cooperazione e lo sviluppo, riconosciuto dall’Unione Europea nell’ambito delle manifestazioni di partenariato euro-mediterraneo. Si svolge ogni anno alternativamente in una città della costa sud e della costa nord del Mediterraneo. Sono state toccate Koper, Alessandria d’Egitto e Roma. Quest’anno il Forum si svolgerà a Tunisi, presso l’hotel Ramada Plaza, dal 28 al 30 settembre. Al centro dei lavori le produzioni ortofrutticole e l’olio d’oliva. Si parlerà di qualità, logistica e commercializzazione, investimenti e politica di settore, con attenzione al Paese ospite, uscito dalla “rivoluzione dei gelsomini”, che ha lo sviluppo dell’agricoltura al centro dei suoi programmi. Sono previste presenze importanti a livello di esperti, di imprenditori e di rappresentanti politici. Tra le presenze italiane di rilievo Paolo De Castro, presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, Giuseppe Politi, presidente della CIA, Paolo Bruni, presidente a Bruxelles del COGECA, il presidente di Fruitimprese Gino Peviani, il presidente di UNAPROL Massimo Gargano, il direttore dello IAM-CIHEAM di Bari Cosimo Lacirignola, oltre a un nutrito gruppo di imprenditori. Tra gli esperti di livello internazionale Philippe Binard, segretario generale di Freshfel, Jacques Dasque, segretario generale di AREFLH, l’esperto di logistica Luca Lanini, la ricercatrice dello IAM di Montpellier Fatima El Hadad Gauthier, la ricercatrice Rym Ayadi di MEDPRO-CEPS di Bruxelles e altri. E gli imprenditori saranno i protagonisti dei dibattiti che seguiranno ogni singola sessione. Il Forum sarà preceduto da alcuni seminari su temi diversi il giorno 28, dedicati in particolare alla distribuzione, al settore finanziario e alle coltivazioni biologiche nel Mediterraneo. Sono previsti business to business meeting per l’intero arco dei lavori e visite guidate ad aziende tunisine. Info: http://www.greenmedforum.eu; http://www.greenmed.eu

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’università italiana non beve vino

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2011

Una bottiglia di vino su cinque vendute nell’intero globo è italiana. Un dato confortante in un settore industriale come quello del vino che è trainante di molteplici settori: dal settore agricolo di produzione delle uve, alla raccolta delle uve, al trasporto delle uve, al loro trattamento ed alla loro trasformazione in vino. Un intero universo economico si muove attorno ad una bottiglia di vino. Eppure, pare che la ricerca italiana si tenga a doverosa distanza da questo settore. Non esiste infatti in Italia una “università del vino”, che collabori nella ricerca e nella selezione del vitigno, del terreno adatto al suo impianto, come non esiste una ricerca diretta alla produzione del vino, dei metodi utilizzati, della miscelazione fra vini diversi. Una deficienza che pare pesa allorquando si tratti di vini di qualità (e non di quantità) e si tratti di incidere sul costo della singola bottiglia di vino, elevandolo alla sua qualità produttiva. I vini italiani infatti, concorrono verso prezzi sempre più bassi, vista l’enorme produzione nazionale, favorendo e rendendo più economiche in questo modo, le sofisticazioni e le adulterazioni del vino. Le ispezioni ed i controlli sul vino infatti, sono tutte postume, relative cioè alla verifica dle prodotto già imbottigliato e commercializzato, mentre la collaborazione della ricerca universitaria, offrirebbe l’opportunità di un controllo all’origine del vino e di un controllo diretto durante tutte le fasi della lavorazione come della produzione del prodotto primario: l’uva.Così l’Italia vanta una università (come una scuola) fra le più distaccate dal mondo economico e produttivo e sempre più sede di baronie familiari, parenterali e politiche.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »