Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 2 settembre 2011

Italian Cruise Day

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Cruise Ship

Image by Bret Arnett via Flickr

Venezia il 28 ottobre 2011 Italian Cruise Day (www.italiancruiseday.it) é un evento ideato da Risposte Turismo ed organizzato insieme a VTP Events, società interamente partecipata da Venezia Terminal Passeggeri, destinato a diventare annualmente per gli operatori un momento di incontro e verifica del comparto per aggiornarsi e confrontarsi sui modelli di gestione e le tendenze del mercato. Nel corso del forum verrà illustrato alla presenza del mondo dell’industria, di rappresentanti istituzionali e della ricerca scientifica, la prima edizione di Italian Cruise Watch. Un report su serie storiche e previsioni di traffico, valutazioni quantitative e qualitative sulle dinamiche industriali, questioni specifiche e rilevanti per il futuro del settore. Dopo la presentazione del rapporto, la giornata si svilupperà attraverso quattro sessioni di discussione e approfondimento, due in plenaria e due in parallelo, sui temi di più scottante attualità nel dibattito sull’evoluzione del settore: “Il futuro prossimo della crocieristica in Italia”, L’Arte di vendere crociere”, “Mega e Mini ships”, “La crociera fuoriclasse del turismo. Il contributo della crocieristica all’industria turistica ed all’economia del Paese”. Di assoluto rilievo il parterre dei relatori per un incontro che non mancherà di essere oltre che occasione di dialogo anche un’opportunità per stringere nuovi rapporti commerciali. Oltre ai vertici istituzionali dei maggiori terminal crocieristici nazionali hanno già confermato la propria presenza tra gli altri: Giovanni Onorato – Direttore Generale Costa Crociere, Domenico Pellegrino – Direttore Generale MSC Crociere, Gianni Rotondo – Direttore Generale Royal Caribbean Italia, Renzo Iorio – Presidente Federturismo Confindustria, Matteo Marzotto – Presidente ENIT, Francesco Nerli. Presidente Assoporti, Giovanni Spadoni – Presidente MedCruise, Cinzia Renzi – Presidente FIAVET. (Sabino Cirulli http://www.italiancruiseday.it)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce Celebritaly

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

COLUMBUS DAY PARADE  2010   /   Italian-Americ...

Image by asterix611 via Flickr

Promuovere l’Italia e l’italianità negli Stati Uniti al di là di stereotipi e luoghi comuni. Coinvolgere le più importanti realtà italiane nelle manifestazioni culturali e celebrative che ogni anno, in occasione dell’anniversario della scoperta dell’America, vengono organizzate a New York dalla comunità italo americana. Nasce con questi scopi il Comitato Celebritaly (www.celebritaly.org), partner ufficiale per l’Italia della Columbus Citizens Foundation, la Fondazione che si dedica a diffondere la cultura italiana negli Stati Uniti, mantenendo vive lingua e tradizioni degli italiani d’America, finanziando ricerca e borse di studio per gli studenti italo-americani più meritevoli e organizzando nel mese di ottobre le “Columbus Celebrations” che culminano con la celebre parata sulla Quinta Strada.
Promotori di Celebritaly sono Lorenzo Candelpergher (presidente), Alberto Cecchini (vicepresidente), Berardo Berardi (segretario), Benedetta Pasero, Roberto Race e Carla Rodomonte.
Celebritaly nasce come iniziativa di supporto promozionale ed operativo alla Columbus Citizens Foundation, con lo scopo di promuovere e organizzare iniziative culturali, manifestazioni ed eventi, di raccogliere sponsorizzazioni e patrocini, e di portare ai figli e ai nipoti degli antichi migranti un po’ di quell’Italia a cui loro continuano a sentire di appartenere. Gli italo americati, grati delle opportunità che hanno avuto crescendo americani, si sentono più che mai orgogliosi di essere italiani e fanno oggi del “made in Italy” il loro stile di vita: dalle scuole alle vacanze, dagli spettacoli alla musica, dal cibo alla moda e alle automobili.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforma dell’OCM zucchero

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

In questi ultimi due anni l’ANB, dopo la riforma dell’OCM zucchero, ha intrapreso un nuovo percorso per diventare una realtà di riferimento anche in comparti diversi dalla barbabietola da zucchero. I nuovi itinerari di valorizzazione che l’Associazione Nazionale Bieticoltori propone, attraverso i contratti messi a disposizione dalla propria controllataSADA Srl, hanno lo scopo di aggregare le produzioni agricole per recuperare margini di efficienza all’interno delle filiere. Il sistema si completa con la società di brokeraggio Agribroker Europa Srl che ha il compito di offrire ogni giorno opportunità commerciali agli operatori del mercato. “Credo fortemente – dichiara Mario Guidi, Presidente di ANB – che per raggiungere i nostri scopi sia fondamentale poter disporre di informazioni concrete e affidabiliper orientare al meglio le scelte imprenditoriali. Ecco perché, già da un anno, abbiamo realizzato una newsletter settimanale per fornire indicazioni di mercato sulle principali produzioni che sono oggetto delle nostre attività (barbabietole, semi oleosi, cereali). Il successo dell’iniziativa – prosegue Guidi – ci ha stimolati a implementare la nostra proposta sempre con la medesima ambizione di rivolgersi contemporaneamente agli operatori specializzati così come alle aziende agricole di tutte le dimensioni.” Dal 1° settembre, come si legge in una lettera inviata ieri dal presidente Guidi a tutti gli iscritti alla newsletter, l’informazione per le aziende agricole e gli operatori di mercato”si fa in tre”, con tre proposte distinte ma coordinate tra di loro:
1. Una newsletter giornaliera con lo scopo di fornire le quotazioni dei principali prodotti agricoli dei più importanti mercati nazionali e internazionali.
2. Una newsletter quindicinale per spiegare, analizzare e commentare le tendenze e gli scenari in atto.
3. Il tradizionale “bollettino” settimanale di ANB per raccontare le principali iniziative organizzative/sindacali dell’associazione e per gli approfondimenti sulle tecniche colturali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: esodo

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

L’esodo vero e proprio è finito, ma non il traffico intenso sulla rete autostradale di Autovie Venete. Complice il bel tempo ma anche, probabilmente, una diversa distribuzione delle vacanze, lo scorso fine settimana sono stati numerosi gli “ingressi”, soprattutto dal valico di Tarvisio, a conferma che chi può sceglie periodi meno affollati per le ferie. Una tendenza che caratterizzerà anche questo week end, per il quale Autovie Venete prevede flussi di traffico ancora abbastanza sostenuti a cominciare da venerdì 2 settembre, sia in A4 sia in A23, in entrambe le direzioni di marcia. I transiti si intensificheranno durante le ore serali, soprattutto sulla A4 in direzione Venezia e alla barriera di Trieste Lisert. Ancora più intenso, ma senza congestioni, il flusso previsto per sabato 3 settembre. Sulla A4 Venezia Trieste in direzione Venezia, traffico sostenuto durante tutta la giornata, con possibili code in uscita ai caselli di Latisana, San Donà di Piave e San Stino di Livenza. Possibili rallentamenti, in serata, in uscita alla barriera di Trieste Lisert e nei pressi dei nodi di interconnessione. Giornata decisamene più tranquilla quella di domenica 4 settembre, durante la quale prevarranno gli spostamenti di breve e medio raggio, una mobilità locale diretta principalmente verso le località balneari. La “Regata storica” in programma a Venezia, in ogni caso, sarà un evento catalizzatore che contribuirà a mantenere sostenuto il traffico sulla direttrice Ovest dell’autostrada A4. Per quanto riguarda i mezzi pesanti, i divieti di circolazione saranno in vigore dalle 16,00 alle 22,00 di venerdì e dalle sette del mattino alla mezzanotte di domenica. Sul versante dei lavori, un intervento particolarmente impegnativo è in programma per sabato 10 settembre sul raccordo Villesse-Gorizia. Dalle 3 del mattino a mezzogiorno, sarà chiuso il tratto compreso fra gli svincoli di Gradisca d’Isonzo e Villesse, in entrambe le direzioni. I percorsi alternativi, sulla viabilità ordinaria, saranno indicati in loco e sono pubblicati sul sito di Autovie Venete.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra debole, Governo confuso

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

«Stiamo continuando a scherzare con il fuoco. Non è ammissibile che il Governo ancora non sappia come e dove trovare i soldi per la manovra che l’Europa e i mercati ci impongono. Le notizie degli ultimi giorni parlano chiaro: la lotta all’evasione non basta e non dà certezze di recupero di capitali. Mancano gli interventi strutturali sulla crescita e sullo sviluppo imprenditoriale. Che fine hanno fatto i buoni propositi di inizio estate scaturiti prima dall’intervento del Presidente della Repubblica e ripresi seriamente dal Sole 24 Ore con il suo “manifesto” per la ripresa? Dov’è finito il dibattito innescato con le parti sociali a cui tutti avevano guardato con favore? Stiamo ballando sul Titanic e l’orchestra continua a suonare. Il Governo continua a percorrere una strada che non ci porterà fuori dal tunnel della crisi».
Luca Pozzoli, 46 anni, è il presidente di Univendita, l’associazione di categoria che riunisce le più importanti aziende italiane operanti nel campo della vendita diretta a domicilio. Le imprese associate a Univendita contano oltre 55mila collaboratori in tutta Italia e superano il miliardo di euro di fatturato annuo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da che parte vogliamo stare?

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Ciò che sta accadendo in queste ore sa del comico, se non si trattasse di vicende terribilmente serie, con una finanziaria che scompare e riappare diversa ben quattro volte e tuttora non è detta l’ultima, ma in tutto questo andirivieni ogni cosa ruota intorno alle misure fiscali e alla contrazione delle spese sociali e mai riguardo le riforme strutturali. Ciò non significa, ovviamente, ridurre il carico assistenziale e previdenziale della mano pubblica o essere meno garantisti sul fronte dei diritti dei lavoratori, sulla giustizia e sulla minore rappresentatività delle amministrazioni centrali e locali. Significa, semplicemente, che dobbiamo mettere ordine ai nostri conti e cercare di tagliare i rami secchi che in un periodo di vacche grasse avremmo potuto tollerare ma che ora diventano un peso eccessivo. E le riforme si fanno sull’intera filiera e non a pizzichi e bocconi. Pensiamo alla previdenza. Un nostro progetto già anni fa era stato accolto con favore ma con una sola riserva: i tempi non erano maturi. Tradotto dal politichese voleva e vuole significare che la politica non lo gradiva e non lo gradisce perché tutte le riforme che tendono a mettere ordine nel sistema sono invise in quanto si riduce la possibilità da parte di coloro che vi beneficiano impropriamente di trarne lucro personale, sia pure a scapito di altri. Se ci limitiamo, in questa sede, a parlare solo del ramo previdenziale la nostra “rivoluzione” partiva dal presupposto che non si può prescindere dal lavoro e la sua continuità è vitale per ciascuno di noi. La disoccupazione, il sotto impiego, la cassa integrazione, il precariato e il lavoro in nero, sono tutte forme “traumatiche” che vanno ovviate. Da qui l’idea di superare l’idea stessa che vi sia un tempo per il lavoro ed uno per la pensione. Partiamo invece non più da una regola previdenziale e passiamo a quella assicurativa. Se lavoriamo per dieci anni e al termine ci ritroviamo con una rendita pari al 20% della retribuzione media percepita durante tale periodo e che potremmo raddoppiare nel decennio successivo a aggiungervi altri 20% in quelli ulteriori, alla fine e durante tali passaggi potremmo garantirci una tutela economica se il percorso dovesse avere qualche intoppo. Probabilmente per raggiungere questa meta dovremmo avere un’aliquota mensile previdenziale più alta dell’attuale, ma la compensazione potrebbe essere accettata poiché noi parliamo di assicurazione fatta di un mix dove la voce risparmio si ingloba al suo interno. D’altra parte cosa rappresenta per tutti noi la voce risparmio?: la possibilità di assicurarsi un avvenire affrancato da eventuali imprevisti che possono essere lavorativi come di salute per sé e i propri familiari. Così avere la certezza che già dopo dieci anni di lavoro si è titolari di una rendita del 20% del proprio stipendio non è certo la panacea ma un buon inizio per non guardare il futuro senza un soldo in tasca. E dopo 20 anni diventa meglio e via di questo passo. Ma vi è anche un altro aspetto che va considerato: sparisce l’idea che vi sia uno sbarramento, raggiunta una certa età. Si può lavorare e cambiare lavoro per adattarlo alle mutate condizioni fisiche. E’ come un giocatore professionista che appende gli scarpini al chiodo a 35 anni ma non è detto che si consideri un pensionato. Tutt’altro. Farà qualcosa d’altro. E se poi scegliamo una fascia di lavori sedentari che potranno essere assegnati solo agli over sessantenni la filiera si completa. Sembra l’uovo di Colombo ma… ci arriveremo prima o poi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaticano: compensazione Acquafredda

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Roma Aurea

Image by Giovy.it via Flickr

“Nonostante i tempi di ‘magra’ per il bilancio del Comune di Roma, i vantaggi per il Vaticano non mancano mai. L’ultimo è quello riguardante la concessione di 210 mila metri cubi di diriti edificatori, equivalenti a 1.000 appartamenti di circa 90 metri quadrati, che saranno realizzati in aree da individuare successivamente, in cambio della cessione di 60 ettari della Tenuta dell’Acquafredda, situata alle porte di Roma, tra la via Boccea e la Via Aurelia. Tale permuta, in gerco tecnico ‘compensazione’, è stata autorizzata con una delibera consiliare, approvata all’unanimità dei consiglieri presenti, con l’accordo tra PD e PDL e con il silenzio dei gruppi consiliari assenti, durante il mese di agosto, quando l’attenzione dell’opinione pubblica è per ovvi motivi più fievole “. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro della direzione romana del PRC- Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. “Peccato – continua Barbera – che tale operazione di ‘compensazione’ sia, ad avviso di molti, compresa Legambiente, in violazione dell’art. 14 delle norme tecniche di attuazione del PRG che limitano la possibilità di trasferire i diritti edificatori da una zona all’altra di Roma ai soli casi espressamente indicati nel suddetto articolo, in cui ovviamente non sono assolutamente ricompresi i terreni della Tenuta dell’Acquafredda. Per approvare la suddetta delibera sarebbe stato, pertanto, necessario procedere preventivamente ad una variazione delle norme tecniche del Prg, con un iter procedurale lungo e tortuoso, di cui non non c’è traccia. Senza considerare che non è neanche ben chiaro come si sia arrivati a riconoscere diritti edificatori per 210 mila metri cubi di residenziale, pari al valore economico di circa 400 milioni di euro, visto che i terreni che appartengono alla Tenuta dell’Acquafredda erano già classificati dal piano regolatore del 1965 principalmente come zona agricola e solo in parte come servizi pubblici generali”.
“Insomma – conclude Barbera – tale operazione appare come un grosso ‘regalo’ bipartisan del Campidoglio all’Amministrazione del patrimonio della Sede apostolica, di fatto l’immobiliare del Vaticano, in quanto tale permuta è stata non solo attuata in violazione delle norme del Prg, ma appare fortemente ‘squilibrata’ dal punto di vista urbanistico ed economico”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Charles Matton Enclosures

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

London, Press View 8th September 6 – 7pm Private View 8th September 7 – 9pm Open 9th September – 7th October 2011 Tuesday-Sunday 10 – 6pm All Visual Arts, 2 Omega Place. AVA (All Visual Arts) is proud to present the first major retrospective of French artist Charles Matton. Thirty undiscovered boites or enclosures will be installed in a specially constructed labyrinth in Kings Cross. From 1985 until his death in 2008, Charles Matton created mixed media works which defy easy classification. Theatrical, atmospheric, meticulously constructed, his small scale interiors are housed in see through boxes with glass fronts. The miniature spaces represent real world interiors and revisited memories from Matton’s own life, as well as other recognizable places such as Francis Bacon’s studio, or the library of his close friend Jean Baudrillard. The artist also fabricated interiors from his imagination, intended to recreate cherished sensations, such as the loneliness felt in an abandoned hotel corridor or the intimacy of a forgotten and disused library.
Matton and his assistant painstakingly hand-built, painted and sculpted every visible detail to 1/7 scale, from fading wallpaper to broken light sockets. Many of his enclosures of famous artist’s studios: Vermeer, Bacon, Rembrandt, Velasquez, Giacometti, Hopper and Courbet are such direct representations that viewing these boites is almost like making a journey through time. Matton reconstructed the room in which Paul Bowles died as well as Freud’s study, with his personal art collection displayed exactly as it would have been on his desk in 1910, lit by the wintry sun of a February afternoon.
All Visual Arts (AVA) is a new hybrid arts enterprise founded by art expert Joe La Placa and Mike Platt in October 2008. AVA’s goal is to build a major collection of contemporary art by representing and commissioning new work by today’s most exciting international developing artists. (matton)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumori neuroendocrini

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Viagrande (CT), Se ne parla poco perché sono rari anche se aggressivi e in crescita. Sono i tumori neuroendocrini (NETs dall’inglese “neuroendocrine tumors”) la cui incidenza negli ultimi dieci anni è cresciuta del 2%, con una media di 8-10 casi ogni 100mila abitanti, che tradotto significa 2500 nuovi malati all’anno in Italia. Colpiscono gli uomini e le donne e aggrediscono sia adulti che bambini, benché siano più numerosi nella fascia d’età tra i 50 e i 60 anni.“Si tratta di carcinomi le cui cellule hanno caratteristiche comuni alle cellule nervose ed endocrine – spiega il dottor Dario Giuffrida, direttore del dipartimento di Oncologia dell’Istituto oncologico del Mediterraneo di Viagrande, a pochi chilometri da Catania – e sono in grado di produrre sostanze di tipo ormonale o simil-ormonale che possono manifestare sindromi specifiche. Nel 70% sono più diffusi quelli gastro-entero-pancreatici e toracici, ma possono interessare ogni organo e tessuto. Un tempo appartenevano alla categoria dei tumori rari per la loro bassa frequenza ma negli ultimi dieci anni l’incidenza è aumentata notevolmente rispetto ad altri tipi di tumore (mammella, polmone, colon)”. È ancora molto difficile riconoscere un malato con tumore neuroendocrino, perché è un carcinoma silente per anni, che cresce lentamente e spesso diventa metastatico prima di essere sintomatico.
“I sintomi con cui questi tumori si presentano sono spesso aspecifici – commenta il dottor Giuffrida – e ciò può condizionare nel 60-65% dei casi un ritardo nella diagnosi. Circa il 35-40% di questi tumori manifestano una sintomatologia abbastanza specifica ma difficile da interpretare, che può essere data da diarrea, arrossamenti cutanei (flushes) al volto, al collo e alla parte anteriore del torace, accompagnati da tachicardia, vomito e dolori addominali. Quando si presentano questi sintomi e la diagnostica comune non riesce a mettere in evidenza o a chiarire il quadro clinico, alla base ci potrebbe essere un tumore neuroendocrino”.
“Tra i farmaci chemioterapici più attivi ricordiamo la streptozotocina, la dacarbazina, la temozolamide e i derivati del platino. Lo sviluppo di farmaci che hanno meccanismi d’azione molto più selezionati può permettere un’efficacia maggiore e una riduzione della tossicità, tenendo conto che potrebbe essere utile arrivare all’utilizzo di farmaci sulla base di prove di vitalità o di mortalità indotte sulle cellule tumorali. Si potrebbe arrivare a terapie mirate per singolo tumore ma anche per singolo paziente”. Centro oncologico specializzato e punto di riferimento per la Sicilia è l’Istituto Oncologico del Mediterraneo-U.O. Oncologia Medica, conosciuto anche come IOM, che riesce a conciliare eccellenze scientifiche, diagnostiche e terapeutiche con il rispetto del malato e della sua patologia. (p1010)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modifica legge elettorale

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

A prescindere da chi lo propone, sia il sottoscritto che la mia parte politica valutano positivamente l’iniziativa presa a livello nazionale per abolire o modificare la legge elettorale “ Calderoli”, per ridare una volta per tutte ai cittadini la sovranità, attraverso la quale eleggere i parlamentari, archiviando una legge, non a caso definita “porcellum”; che di fatto ha generato un Parlamento di “nominati”, lontano dai cittadini. Noi aderiamo fermamente e concretamente alla raccolta firme perchè siamo sempre più convinti che bisogna restituire la sovranità al Popolo e la possibilità di scegliere i propri rappresentanti in Parlamento. Fin da subito è necessario intraprendere un impegno concreto per cambiare l’attuale legge elettorale nazionale. E’ necessario almeno il ripristino da subito delle preferenze che, vuoi o non vuoi, restano l’unico vero strumento di scelta e di democrazia a favore degli elettori. E’ il momento di farla finita con i tanti politici nominati, salvo qualche rara eccezione, solo in virtù di buoni e probabili servili rapporti con i poteri romani che sicuramente non sono espressione della “cosiddetta democrazia partecipata” .Il recupero del rapporto cittadino-eletto deve essere una vera priorità per riavvicinare al voto i tantissimi elettori delusi da tante personalità politiche che continuano a far prosperare le loro fortune solo su vane promesse. Inutile sottolineare che questa profonda crisi socio economica del nostro Paese, ove ancora c’è ne fosse bisogno, è anche la conseguenza di questa scelta a suo tempo abbastanza scellerata. Per sostenere questa raccolta firme, sono disponibili su tutto il territorio provinciale tutti i nostri Dirigenti e non solo, certi di poter cancellare le tante disfunzioni della normativa vigente. L’obiettivo primario in questo momento è eliminare concretamente le tante aberrazioni del cosiddetto ‘Porcellum’ perchè su un risultato positivo referendario, il Parlamento dovrà approvare prima delle prossime elezioni una legge elettorale che restituisca finalmente agli elettori la possibilità di scelta e garantisca la presenza delle varie culture e tradizioni politiche, a prescindere da quale modello elettorale sarà generato. Bisogna firmare le proposte di Referendum abrogativo perchè da questo importante tassello deve partire il vero cambiamento epocale del nostro Paese. Come è possibile poter fare o continuare a far politica privando il cittadino dello strumento principale piu libero e più efficace per selezionare la propria classe dirigente? Il Popolo deve scegliersi i propri rappresentanti e non delegare alle Oligarchie dei Partiti. Invitiamo i cittadini tutti, al di là dell’appartenenza politica, a partecipare alla raccolta firme per ridare più autorevolezza agli elettori e più dignità alla nostra classe dirigente. (Salvatore Lucà)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gasbarra segretario regionale del PD?

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

L’indicazione di Zingaretti ci trova pienamente d’accordo e conferma quanto sia necessario in questo momento poter contare su una guida che sia espressione del territorio, che abbia acquisito un’ampia esperienza istituzionale e, soprattutto, che abbia un rapporto storico e privilegiato con quelle sacche di elettorato per troppi anni narcotizzate dal berlusconismo. Il riferimento è ovviamente ai cattolici che, di fronte allo stato di confusione in cui versa il governo centrale, la Regione Lazio e il Comune di Roma e del clima del tutti contro tutti, necessitano di un progetto serio ed efficace in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini. Un progetto che sicuramente Gasbarra sarà in grado di garantire in virtù della sua esperienza e delle indubbie capacità. Sia all’esterno, che all’interno del partito. (On. Gianfranco Zambelli, On. Mirko Coratti, On. Maurizio Policastro)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trattamento di ictus

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Glasgow University, Scotland.

Image via Wikipedia

Dalla Scozia ed in particolare dalla Glasgow University, arriva la notizia della prima sperimentazione clinica al mondo di cellule staminali sull’uomo per il trattamento di ictus cerebrale già in grado di passare alla sua fase successiva. Una valutazione indipendente dei primi tre pazienti che avevano avuto le cellule staminali iniettate nel cervello presso l’ospedale generale di Glasgow sud ha concluso che non ha avuto alcun effetto negativo. La valutazione apre la strada affinché la terapia possa essere testata su più pazienti per ottenere un nuovo trattamento su scala globale per l’ictus. La speranza della ricerca in questione in uno stadio così avanzato è che le cellule staminali aiutino a riparare il tessuto danneggiato del cervello. La sperimentazione è portata avanti da un equipe della Glasgow University condotta dal Prof. Keith Muir, il quale si è dichiarato soddisfatto dei risultati ottenuti finora. Già lo scorso anno un anziano è stato il primo al mondo a ricevere questo tipo di trattamento. Da allora è stato provato su due altri uomini. In realtà i pazienti hanno ricevuto dosi molto basse di cellule staminali per testare la sicurezza della procedura. Nel corso dell’anno prossimo, saranno date dosi progressivamente crescenti ad un massimo di nove pazienti – ancora una volta principalmente per valutare la sicurezza della terapia – ma i medici utilizzeranno questo studio clinico per valutare anche l’efficacia del trattamento nelle successive prove, che inizieranno non prima di almeno 18 mesi. Nel mondo, in realtà esistono in numero proporzionalmente crescente di studi clinici tutt’ora in corso relativi a trattamenti che si basano sulle cellule staminali, tra cui uno che è stato avviato lo scorso anno dalla società statunitense Geron per sviluppare un trattamento per la paralisi. Lo sviluppo di trattamenti con le cellule staminali sono tutti ancora in una fase iniziale ed è probabile che passeranno molti anni prima di essere disponibili su larga scala. Gli ictus, secondo la Stroke Association uccidono circa 67.000 persone nel solo Regno Unito ogni anno e costituirebbero quindi la terza causa di morte più comune in Inghilterra e Galles dopo le malattie cardiache e il cancro. A differenza degli altri paesi, l’Italia dopo la sciagurata legge 40 del 2004 che ha dato un duro colpo alla ricerca nel settore, appare quindi in notevole ritardo sullo studio delle cellule staminali che alla luce dei costanti progressi della scienza, secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” appaiono non più solo una speranza nella cura di malattie, tipo quelle che colpiscono il cervello e per combattere i tumori. È auspicabile, quindi, che di là del dibattito etico, anche il Nostro Paese riprenda la strada maestra della ricerca, investendo più risorse anche in questo settore della medicina. (Giovanni D’Agata)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: giornalisti scomparsi in Libano

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

Roma 2/9/2011. Nel 31° anniversario della scomparsa in Libano dei giornalisti Graziella De Palo e Italo Toni, il Sindaco e la Città di Roma li ricordano per il terzo anno consecutivo con due cerimonie: alle ore 9 con la Santa Messa nella Basilica dell’Ara Coeli, officiata da Fratel Massimo Cocci, Rettore della Basilica, alla presenza del delegato del Sindaco alle Politiche per la Sicurezza, Giorgio Ciardi, di familiari e amici; alle ore 10.30 a Villa Gordiani, dove in prossimità dei due viali intitolati alla loro memoria, siti all’interno del parco archeologico della Villa, verrà piantumato un olivo come simbolo di pace e riconciliazione. La tragica vicenda di Graziella De Palo e Italo Toni è stata rievocata dall’Amministrazione capitolina con una serie di iniziative a partire dal 2009 (in particolare con il convegno di due anni fa in Campidoglio intitolato “Graziella e Italo. Una giornata per non dimenticare” e con l’intitolazione dei viali all’interno del parco archeologico di Villa Gordiani, lo scorso anno), ma soprattutto con la richiesta del sindaco Gianni Alemanno al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, di valutare la possibilità di rimuovere il segreto di Stato che gravava sul caso fin dal 1984.
Graziella De Palo nasce a Roma nel 1956. Collabora con “Notizie radicali”, “Quotidiano donna”, “L’Astrolabio”, “i Consigli” e “Paese Sera”, dove pubblica i suoi pezzi più importanti di politica internazione, dedicati al traffico d’armi con i Paesi sottosviluppati del terzo mondo e del vicino oriente. La scomparsa in Libano di una intelligente e acuta osservatrice delle più scottanti realtà e delle contraddizioni del mondo contemporaneo, nonostante la sua giovane età, ha privato il giornalismo italiano di una futura grande protagonista.
Italo Toni nasce a Sassoferrato (An) nel 1930. Redattore de “L’Avanti”, collaboratore di “Paris Match”, dei “Diari di Venezia”, de “L’Astrolabio” e dell’agenzia “Notizie”, lascia la professione di maestro elementare e si trasferisce a Roma. Da sempre interessato alla vicende e alle problematiche del vicino Oriente, viaggia molto nei Paesi dell’area, che conosce perfettamente, e suo è il reportage pubblicato nel 1968 da “Paris Match” che rivela al mondo l’esistenza dei primi campi di addestramento della guerriglia palestinese. Il viaggio in Libano con Graziella De Palo era finalizzato alla raccolta di nuove informazioni e nuovi materiali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo: calo consensi

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2011

“Le continue retromarce del Governo sulla manovra hanno inciso negativamente sul giudizio che gli italiani hanno sul governo, anche perchè viene a mancare l’oggetto su cui poter esprimere un consenso, ovvero viene a mancare l’azione di governo. Possiamo gia’ prevedere che ci sara’ un calo di consenso per i partiti di maggioranza”. L’ha detto il sondaggista Carlo Buttaroni al giornale online Clandestinoweb.com.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »