Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 6 settembre 2011

Bilancio positivo per il Team Lucidi Motors

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Nelle prove ufficiali di sabato Eddie Cheever con il terzo miglior tempo (1’11.965) aveva portato la sua Dallara in seconda fila nella griglia di partenza di gara uno. Leggermente più attardati invece i suoi compagni di squadra, con Guerin ottavo e poleman di gara due (1’12.066), seguito da Giovesi (1’12.105). La prima corsa non ha regalato particolari colpi di scena: Cheever con una prestazione esente da errori ha mantenuto la terza posizione dal primo all’ultimo giro, mentre Giovesi ha chiuso settimo. Una toccata con un avversario ha invece condizionato la prestazione di Guerin, costretto ad una sosta ai box per la sostituzione del musetto e solo dodicesimo al traguardo. La pioggia caduta dopo il via ha reso invece particolarmente emozionante gara due, con tutti i piloti rimasti comunque su gomme slick: in condizioni di scarsa aderenza Giovesi si è reso protagonista di una travolgente rimonta che giro dopo giro lo ha portato dal nono posto di partenza alla seconda posizione finale. Podio importante anche per Guerin, terzo, mentre Cheever ha chiuso al quinto posto. Nella classifica assoluta Giovesi è ora settimo con 67 punti, a 19 lunghezze dal leader, seguito da Cheever a quota 56, mentre Guerin è decimo con 34. Il Campionato Italiano Formula 3 tornerà in pista il prossimo 18 Settembre a Vallelunga.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto a trazione integrale

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Carrara nel week-end del 14/16 ottobre.Yokohama annuncia la partecipazione alla prossima edizione della fiera dedicata al mondo del fuoristrada e dei SUV “4×4 Fest”. Yokohama esporrà in primo luogo la linea Geolandar, pneumatici destinati a tutti i moderni modelli di vetture fuoristrada e SUV: in primis, il Geolandar G012 A/T, modello polivalente per eccellenza, poi il disegnoG051 H/T (Highway Terrain), indicato per una guida stradale e autostradale, e il Geolandar G001 M/T (Mud Terrain), studiato invece per un uso estremo, da fuoristrada puro.
Insieme alla gamma Geolandar, Yokohama proporrà anche il prodotto di punta dedicato ad un uso prettamente stradale e destinato ai SUV più potenti e performanti: l’ADVAN Sport V103B. Infine, sarà esposto anche l’ADVAN S.T., pneumatico polivalente per i SUV del segmento medio-alto. Oltre a questi modelli Yokohama mostrerà anche Parada Spec-X, destinato a incontrare le esigenze di personalizzazione degli utenti di SUV moderni e prestazionali grazie al suo look accattivante e ad un battistrada capace di dare prestazioni elevate in termini di controllo, tenuta di strada in curva, direzionalità e grip. Non mancheranno i pneumatici winter per SUV e 4×4: Yokohama V902, il top di gamma, e il 4×4 puro Yokohama Geolandar G071, studiato per un uso prettamente invernale dei 4×4. Yokohama sfrutterà l’importante palcoscenico di Carrara per presentare anche due nuovi invernali con “mescola nordica” la cui gamma presenta misure 4×4 e Suv: Iceguard IG30 e G073. Data la sempre maggior richiesta di prodotti specializzati, da quest’annoYokohama commercializzerà anche questi pneumatici spiccatamente invernali: Iceguard identifica infatti una famiglia di modelli adatti all’uso in zone montane che mantengono condizioni climatiche rigide, con fondi spesso innevati o ghiacciati.
Come da tradizione, Yokohama e MAK saranno anche impegnate, grazie alla collaborazione con la scuola di pilotaggio del Ciocco Centro Motori, nell’area esterna della fiera: le vetture della scuola che coinvolgeranno i visitatori in giri in pista e prove di guida off-road saranno equipaggiate infatti con pneumatici Yokohama e ruote MAK. Lo stand Yokohama/MAK sarà come di consueto all’interno del Padiglione C.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Razzismo in Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

razzismo

Image by ˙·٠ •●★Libera Strega ★●•٠·˙ via Flickr

Suona in tutta Europea sulla scia delle recenti atrocità commesse in Norvegia da Anders Behring Breivik, il campanello d’allarme per la minaccia della crescita di gruppi estremisti di destra. Una delle cause per cui questo preoccupante fenomeno sta trovando fertile terreno in questo particolare momento storico è la crisi economica che affligge quasi tutte le nazioni del Vecchio Continente. Il crescente timore è che gli elettori spaesati dalle difficoltà dei governi nell’affrontare la recessione, siano sempre più attratti da partiti di estrema destra, molti dei quali hanno costruito i propri consensi sulle politiche anti-immigrazione e sull’alimentazione dell’odio nei confronti dei musulmani e stanno ampliando i propri contatti anche attraverso internet dove sono presenti diversi forum di militanti e simpatizzanti di queste forze xenofobe. Basti pensare che nella ricca Norvegia, il partito del progresso di destra ha raccolto il 23 per cento dei voti alle ultime elezioni. E un recente sondaggio ha fatto emergere che la metà dei norvegesi è favorevole ad una forte limitazione dell’immigrazione. Questo non era ritenuto sufficiente per lo stesso Breivik, il quale riteneva che la deportazione forzata dei musulmani doveva e dovrebbe essere la politica adottata dal governo. Il trentaduenne norvegese ha reso noto il suo pensiero in un documento di 1.500 pagine che ha redatto prima di intraprendere la sua serie di omicidi e che ha inviato via mail ai suoi contatti da cui è stato possibile evincere i suoi rapporti anche con i gruppi di estrema destra inglese. Ma di tali organizzazioni e partiti ormai se ne trovano un po’ ovunque in Europa: oltre all’Inghilterra, per passare dai Paesi Bassi, alla Russia e sino all’Austria. Ciò che preoccupa alcuni esperti è che i neonazisti avrebbero imparato dagli errori del passato per costruire il sostegno pubblico all’interno dei principali partiti nazionali.
Nella circostanza tra gli esponenti delle varie nazioni sarebbero comparsi anche dirigenti della Lega Nord, componente fondamentale dell’attuale governo. È inutile dire che tale circostanza conferma l’interesse del partito della Padania, o almeno di una parte della sua classe dirigente, verso l’odiosa tematica del razzismo e dell’intolleranza. (Giovanni D’Agata)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto visa Europe

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Nel secondo trimestre del 2011, la spesa per i consumi è cresciuta del 2,5% anno su anno, confermando il 2,5% del primo trimestre di quest’anno. La prima metà del 2011 testimonia quindi la maggior crescita nella spesa per i consumi degli ultimi 5 anni, ma i recenti eventi nell’Unione Europea fanno pensare che il resto dell’anno possa essere meno positivo. I livelli di spesa sono cresciuti progressivamente per sette trimestri, con la più alta crescita nel Q2 da parte dell’Europa Centrale e dell’Est con valori a due cifre in Lettonia (12,6%) ed Estonia (10,2%). Crescite importanti sono state anche registrate in Repubblica Ceca (8,9%), Polonia (7%), Slovacchia (6,6%) e Lituania (6,5%). Tra le più importanti economie dell’Unione Europea, la crescita più modesta si registra in Francia (2,6%) e Germania (3,4%), mentre la Spagna ha fatto registrare un incremento maggiore rispetto a quanto ipotizzato (4,3%). Per quanto riguarda il nostro Paese, i consumi rimangono invariati rispetto al trimestre precedente. I consumatori dei paesi dell’Unione Europea con più problemi economici, inclusi Portogallo e Irlanda, hanno comprensibilmente prodotto una contrazione della spesa per i consumi. Stabili, invece, i consumi in Grecia, nonostante un lungo anno di severa contrazione economica e austerità. http://www.visaeurope.com/en/newsroom/reports/latest.aspx

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia: cancelli tutte le ipoteche

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

La riscossione dei tributi, spesso vessatoria, da parte di Equitalia, dichiara Pietro Giordano Segretario Generale di Adiconsum, rischia di mettere in ginocchio molti consumatori, le imprese, i lavoratori autonomi onesti che hanno sempre pagato le tasse. La dimostrazione delle difficoltà si famiglie e imprese è dimostrata da oltre il milione di rateizzazioni, per 15 miliardi di euro complessivi, richieste da contribuenti in difficoltà. Il costo per il contribuente in difficoltà, è enorme, se lo applicasse una banca sarebbe immediatamente denunciata per usura. Con l’iscrizione a ruolo gli interessi circa il 6%, l’aggio di circa il 5% che può arrivare anche al 9% e in caso di ulteriore mancato pagamento una sanzione pari al 30% di quanto non pagato. Quando è lo Stato direttamente ad essere creditore il tasso di interesse per i contribuenti è del 2%. I miglioramenti introdotti con il “decreto sviluppo” vanno nella giusta direzione ma sono insufficienti. Va abbassata almeno a mille euro la tracciabilità dei pagamenti in contanti, così come vanno tassati quei beni di lusso, che sono troppo spesso in possesso di grandi evasori o in società di comodo, magari con sede legale in paradisi fiscali. Bisogna, continua Giordano, normare la non pignorabilità della prima casa o dell’auto se esse sono indispensabili per l’attività lavorativa, per la mobilità portatori di handicap o per la ridotta mobilità di componenti il nucleo familiare. Per Adiconsum la rateizzazione massimo 72 rate può essere insufficiente; è necessario che le rate siano commisurate all’effettiva capacità di pagamento. Equitalia deve farsi carico della cancellazione di ipoteche iscritte. Necessario, prosegue Giordano rivedere tutti costi: tasso d’interesse, aggio, sanzioni esageratamente alte. Adiconsum dice basta a comunicazioni burocratiche e ciniche come la semplice lettera di comunicazione ai consumatori e chiede una reale riforma in tema di reclami. Equitalia, troppo spesso, si autoassolve dichiarandosi semplice ente riscossore. Adiconsum chiede subito una commissione di conciliazione e che i reclami possano essere effettuati e risolti direttamente con Equitalia, evitando perdita di soldi e di tempo ai contribuenti e realizzando lo strumento della conciliazione paritetica tra associazioni dei consumatori e Equitalia. In una situazione così caotica, con le difficoltà oggettive dei contribuenti a pagare i propri debiti e tenendo conto della necessità di recuperare immediatamente risorse per lo Stato potrebbe essere prevista, insieme ad una reale e forte lotta all’evasione a partire dall’inasprimento delle sanzioni per gli evasori, la possibilità per i contribuenti di pagare, anche ratealmente la sorte capitale del proprio debito con la remissione di tutte le spese accessorie cumulate nel tempo. Ciò consentirebbe allo Stato di avere introiti immediati, perché molti avranno interesse a mettersi in regola dovendo pagare meno di quanto cumulato negli anni, a Equitalia di smaltire un numero elevato di pratiche e di poter operare in maniera migliore e attenta per il futuro, liberando famiglie e imprese dall’incubo di pignoramenti dell’auto o di vedersi ipotecata la propria casa

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: stangata sulle famiglie

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

L’aula del Senato comincia oggi la discussione sulla manovra fiscale bis proposta dal governo che rischia di colpire in modo particolare la famiglia con figli, sia in maniera diretta, con il taglio delle detrazioni per figli a carico, sia in maniera indiretta con l’inevitabile aumento del costo dei servizi.
Le famiglie con figli quindi pagheranno più degli altri il costo della manovra finanziaria proposta dal governo. (tagli alle detrazioni, aumento dell’Iva…) In una situazione in cui (Istat, luglio 2011) avere figli significa essere a grave rischio di povertà, la manovra, così come articolata, aumenterebbe di almeno 2 punti la percentuale di famiglie sotto la soglia di povertà relativa o assoluta. Il Forum (in un documento allegato) propone due interventi di riequilibrio, da eseguire contestualmente alla manovra: riforma dell’Isee per consentire un costo dei servizi locali alla famiglia distribuito in maniera più equa rispetto ai carichi familiari; introduzione immediata del FattoreFamiglia nell’imposizione fiscale generale e nelle addizionali regionali e comunali. Entrambi gli interventi sono ben noti: la revisione dell’ISEE è stata più volte richiesta ed annunciata dal governo; il FattoreFamiglia è già inserito nel Piano per le politiche familiari presentato al governo dal sottosegretariato Giovanardi come principale intervento da attuare. Per finanziare la manovra almeno due interventi sono da subito possibili. Il primo è la riduzione drastica ed immediata dei costi della politica e la razionalizzazione della spesa della pubblica amministrazione. Il secondo è la responsabilizzazione di quel 10% di persone che detiene il 45% delle ricchezze del nostro Paese, chiedendo finalmente un contributo al bene comune.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IBM acquisirà Algorithmics

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

IBM ha annunciato l’accordo definitivo per l’acquisizione di Algorithmics per 387 milioni di dollari, salvo eventuali adeguamenti di prezzo al closing. Algorithmics è una società leader nelle soluzioni per l’analisi del rischio con sede operativa a Toronto, Canada. Il software di analisi del rischio, i contenuti e i servizi di consulenza di Algorithmics sono utilizzati da banche, società di investimento e compagnie di assicurazioni per valutare il rischio, soddisfare i requisiti normativi e prendere decisioni di business più accurate. Algorithmics fa parte del Gruppo Fitch, la cui partecipazione di maggioranza è detenuta da Fimalac, holding con sede a Parigi, Francia. L’acquisizione espande le funzionalità di business analytics di IBM nel settore dei servizi finanziari, aiutando i clienti a quantificare, gestire e ottimizzare la loro esposizione su un’ampia gamma di rischi finanziari, tra cui mercato, liquidità, credito, operativo e assicurativo, oltre a capitale economico e di vigilanza.
Più di 350 clienti, incluse 25 delle prime 30 banche e più di due terzi dei partecipanti al CRO Forum delle principali compagnie di assicurazione, utilizzano il software di business analytics e i servizi di consulenza di Algorithmics. I clienti comprendono The Allianz Group, BlueCrest, HSBC, Nedbank, Nomura, Société Générale e Scotia Capital.
Algorithmics è il fornitore leader mondiale di soluzioni di gestione del rischio. Le organizzazioni finanziarie di tutto il mondo usano il software, la business analytics e i servizi di consulenza di Algorithmics per prendere decisioni di business con piena consapevolezza dei rischi, massimizzare il valore per gli azionisti e soddisfare i requisiti normativi.
Il Gruppo Fitch è un fornitore globale di servizi finanziari, tra cui rating del credito (Fitch Ratings), analisi di mercato e servizi (Fitch Solutions) e soluzioni per la gestione del rischio d’impresa (Algorithmics).
Fimalac, una holding diversificata con sede a Parigi, Francia, è per circa l’80 percento di proprietà del suo Fondatore, Chairman e CEO, Marc Ladreit de Lacharrière.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assistenza disabili: confermati i tagli

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

La Commissione Bilancio ha concluso ieri sera i propri lavori, ignorando gli appelli delle persone con disabilità: nel silenzio pressoché generale sono confermati i 40 miliardi di tagli previsti dalla “riforma” assistenziale e fiscale. Da giovedì pomeriggio a questa mattina oltre 12.000 persone hanno sottoscritto ed inviato ai capigruppo del Senato e alla Commissione Bilancio un appello a sganciare la “riforma” assistenziale da ogni automatico vincolo pregiudiziale di cassa. La “riforma” prevista nelle due manovre, infatti, impone un recupero di 4 miliardi nel 2012, 16 nel 2013, 20 nel 2014. La Commissione Bilancio e le forze politiche si sono sforzate di trovare soluzioni per non sopprimere le Province, per non imporre una tassa di solidarietà, per non incidere sui grandi redditi e patrimoni, ma non hanno attuato nessuna marcia indietro sull’assistenza e quindi sulle mire che colpiranno le persone con disabilità, i bambini, i non autosufficienti, le famiglie. L’invio di mail, promosso dalla FAND (Federazione fra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità) e dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) prosegue ed aumenta di ora in ora, assieme all’adesione a qualsiasi forma ed iniziativa di lotta che contrasti questa manovra e renda evidenti le sperequazioni che genera nella società, nel mondo del lavoro e, soprattutto, nell’assistenza e nei servizi alle persone. La manovra è stata già bocciata dai mercati, rigettata dai Sindaci per i pesanti tagli ai trasferimenti agli enti locali, portatrice di fortissime tensioni nel mondo del lavoro, condannata persino dalla Chiesa per i molti aspetti di forte disequità, lontanissima dalle reali esigenze, istanze ed aspettative del nostro Paese. Tale manovra sarà causa di ancor maggiore esclusione, confinamento, impoverimento di milioni di persone. Da queste persone si alza sempre più forte un appello, per ora, inascoltato. L’assistenza deve essere potenziata, non oggetto di tagli e compressioni di spesa. Si sganci la riforma dell’assistenza dai vincoli di cassa!

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fabio Comisi: “Al solito posto”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Catania, con le sue eccezionalità e le sue contraddizioni, con il suo mare e la sua calura, fa da sfondo alla relazione dei due protagonisti. Fabio vive quella che crede essere “la storia d’amore” della sua vita; si abbandona totalmente al suo partner, accetta le sue assenze e le sue mancanze, provando – inutilmente – a reagire. Marco entra ed esce dalla vita del suo partner in maniera del tutto egoistica, senza preoccuparsi delle conseguenze dei suoi gesti, approfittando quando c’è da approfittare e sparendo quando non c’è niente da prendere. Due uomini con due modi differenti di vivere la stessa storia, corrono su due binari diversi. I rispettivi itinerari saranno fortemente influenzati anche da elementi esterni, in particolare da una lunga e forzata lontananza che potrebbe portare la storia verso la sua conclusione. Edizioni la Zisa, pp. 64, euro 8, (ISBN: 978-88-95709-94-9)
Fabio Comisi nasce a Catania. Trascorre un’infanzia felice fino ai 13 anni allevato da una zia di nome Agata Di Bella, alla sua morte ritorna a vivere con i genitori, trascorrendo una felice giovinezza. Si diploma nell’anno 1982 all’Istituto Classico “Nicola Spedalieri” di Catania e dopo si iscrive all’Università di Roma “La Sapienza,” laureandosi nel 1988 in Scienze Politiche indirizzo Internazionale. L’anno successivo ritorna a Catania e lavora nel sociale. Appassionato di archeologia, storia, letteratura di vario genere e di filmd’autore. Ha partecipato per vari anni proponendo delle favole al premio letterario “H.C. Anderson” di Sestri Levante (Genova). Il romanzo Al Solito Posto è la sua prima opera.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rigassificatore di Porto Empedocle

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Non è bastata neanche la sentenza del Cga a mettere un punto alla controversa vicenda del rigassificatore di Porto Empedocle. Come si ricorderà, lo scorso luglio, i giudici amministrativi di secondo grado hanno ribaltato la sentenza del Tar che, accogliendo un ricorso del comune di Agrigento e di numerose associazioni ambientaliste e di consumatori, aveva bloccato il progetto dell’Enel di costruire un enorme impiano di rigassificazione a pochi chilmetri dalla Valle dei Templi. Ma la sentenza del Cga non ferma l’amministrazione comunale di Agrigento e i cittadini che al mensile il Sud di settembre, in questi giorni in edicola, hanno annunciato la loro prossima mossa: “Non ci arrendiamo. Stiamo preparando un ricorso alla Corte di giustizia europea. In caso di incidente quell’impianto potrebbe creare danni notevoli ai Templi e a tutta la zona che invece dovrebbe puntare sullo sviluppo turistico” dice a il Sud il sindaco della città dei Templi, Marco Zambuto. E intanto il Fai, che qualche tempo addietro si era schierato a favore dell’impianto (che è incluso nella direttiva di Seveso che classifica i siti industriali ad alto rischio) annncia a il Sud una clamorosa retromarcia: “Non sapevo che tra i rischi dell’impianto ci fossero anche queli legati a forti esplosioni” dice a il Sud Giulia Maria Mozzoni Crespi “se è così meglio farlo offshore”. Il Sud ha sentito anche l’Unesco che sull’argomento allarga le braccia: “Certo avrei preferito si facesse altrove” dice Gianni Puglisi che dell’Unesco è il rappresentante in Italia. Sul mensile in edicola tutti i detttagli di una storia controversa e ancora tutta da verificare.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“Green Power” for the Romani in Transylvania

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Memmingen, 05.09.2011 Solar energy distributors Phaesun GmbH from Memmingen/Germany have accomplished the “Green Power” project in August 2011 together with the initiative “Students in Free Enterprise” (short: SIFE) launched by the University of Regensburg. The project supports the Romani population in Romania providing 30 households in the villages Rosia, Nou and Daia in Transylvania with PicoPV systems for off-grid power supply. Phaesun donated the PicoPV systems. They provide a reliable electrical illumination and the possibility to load mobile phones and operate other small electrical applications. The SIFE students have been trained in the installation and reparation of the systems by Phaesun and immediately passed their knowledge on to the local project management inRomania where they could also practise their skills on the spot.
The project partners in Romania include the local administration, the author Eginald Schlattner, as well as two students from Rosia majoring in electrical engineering who are now able to finance their studies by a scholarship and the operation of a charging station. They are responsible for the proper functioning of the systems in the villages and operate central charging stations in grocery stores where households without electricity can reload their mobile phones and lamps with integrated batteries at a small charge.
Phaesun GmbH based in Memmingen/Germany has been specialising in the sale, service and installation of Off-Grid photovoltaic and wind power systems since it was founded in 2001. As one of the world’s leading system integrators of Off-Grid energy systems, Phaesun offers products of all reputable manufacturers in this trade. International project management, purposeful training courses for customers and technical support complete the range of services offered. Phaesun holds a subsidiary in France and can fall back on a worldwide partner and distribution network.
SIFE stands for Students In Free Enterprise and means an international organisation of students which tries to link social commitment with entrepreneurial activity. Since 2009, the SIFE group of the University of Regensburg has been mainly active in Eastern Europe.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »