Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 27

Archive for 14 settembre 2011

Manovra approvata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Roma - Palazzo di Montecitorio (facciata poste...

Image via Wikipedia

Con 316 voti a favore e 302 contrari la Camera approva la manovra finanziaria. Si completa, in questo modo, il secondo breve iter di un passaggio parlamentare che lascia l’opinione pubblica interdetta. Lo è per il semplice motivo che non tutti hanno percepito la gravità delle misure assunte e, soprattutto gli effetti devastanti sulla spesa delle famiglie e, in primo luogo, per i redditi medio basssi che si troveranno ad affrontare a breve una sequela di aumenti a partire dai trasporti (a Roma ad esempio, il prezzo del biglietto dell’autobus avrà un incremento del 50% mentre l’addizionale irpef raggiungerà il massimo consentito per le amministrazioni locali). Ciò vuol dire per coloro, pensionati compresi, che percepiscono retribuzioni o pensioni inferiori alle 1500 mensili oltre ad aver messo in conto una perdita del potere d’acquisto negli ultimi tre anni del 40% dovranno subbire un ulteriore decremento del 10%. Si sta ripetendo sino all’infinito che è una manovra necessaria e che l’Europa approva, (ma lo fa sull’ammontare della cifra e non certo sul merito delle misure) ma si sottace che essa va a gravare soprattutto i redditi da lavoro dipendente e sui pensionati, ovvero le fasce sociali più deboli. Poco o nulla è stato fatto per incidere di più sui redditi medio bassi, sulla lotta all’evasione, se non con dichiarazioni di principio, ma prive di valore pratico (anche se si sbandiera che nel 2010 sono state recuperati 10 miliardi di evasioni ma si tralascia di dire che 4 di essi sono stati ricavati dallo scudo fiscale e che, anche in questa circostanza sarebbe stato necessario fare di più e se avessimo imitato la Francia e la Gran Bretagna invece del misero 5% di prelievo avremmo potuto chiedere il 15-20% e incassare qualcosa come 20 miliardi.) E ultimo, in ordine di tempo, vi è il disegno di legge governativo per l’abolizione delle Province che è stato una vera e propria presa in giro: in pratica si abolisce la parola “provincia” e si mette al suo posto un’altra, secondo la logica gattopardesca del tutto cambiare per nulla cambiare. E questo non è tutto, purtroppo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciopero sindaci: Alemanno aderisce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Gianni Alemanno, Mayor of Rome.

Image via Wikipedia

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, aderirà il prossimo 15 settembre allo “sciopero” dei sindaci indetto dall’Anci contro i tagli agli Enti Locali contenuti nella Manovra bis. Alle 9.20 di giovedì, davanti all’Anagrafe centrale di Via Petroselli 50, il Sindaco, la Giunta e i delegati di Roma Capitale, come gesto simbolico di protesta, distribuiranno ai cittadini i documenti dell’Anci che spiegano nei dettagli la protesta contro gli effetti della manovra del Governo e le iniziative e le proposte messe in campo in difesa delle città.
Il Sindaco ha scritto oggi al Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, per informarlo della riconsegna al Governo delle deleghe sull’anagrafe, ai sensi dell’articolo 54 del d.lgs.n.267/2000.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra incostituzionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

La Costituzione non è un’opinione, la Carta si rispetta sempre, non si invoca solo quando fa comodo. E la manovra è chiaramente incostituzionale. Per questo invitiamo tutte le opposizioni a sostenere la pregiudiziale di costituzionalità che abbiamo presentato. Questa sgangherata manovra, di tagli e balzelli iniqui, è piena zeppa di norme incostituzionali e questo significa che la loro futura bocciatura produrrà tanti buchi nei saldi di bilancio. Basti pensare al contributo di solidarietà chiesto ai soli dipendenti pubblici. Tutti faranno ricorso, tutti lo vinceranno e lo Stato subirà oltre al danno la beffa di dover restituire i soldi, maggiorati di interessi e spese legali. Complimenti, proprio un bell’affare. E poi ci stupiamo se con questi geni dell’economia al governo tra un po’ il nostro debito sarà comprato dallaCina… Ma torniamo a noi, se questa pregiudiziale venisse accolta, avremmo due effetti: il primo è che riscriveremmo una manovra migliore e, per quanto ci riguarda, ci impegniamo ad approvarla in 72 ore tra Camera e Senato e se serve anche di sabato e domenica. La seconda è che il giorno dopo il governo che si è fatto battere in Aula sulla finanziaria, se ne dovrebbe andare a casa. E questo sarebbe il segnale più forte e positivo che potremmo dare ai mercati finanziari. Non è più possibile presentarsi all’estero con la faccia ceronata di Berlusconi, che ormai è trattato dagli altri capi di Stato come un clown, esponendo ogni giorno di più l’Italia al ridicolo. Oggi si dedica all’Ue. Prima a Bruxelles, poi a Strasburgo, dove il presidente del parlamento europeo Buzek dedicherà al nostro premier ‘due minuti’. Due minuti di vergogna per tutto il Paese e per tutti gli italiani. Anche all’inizio degli anni ’90 l’Italia visse una pesante crisi economica e l’ingresso nella moneta unica era tutt’altro che scontato. Ma all’epoca il presidente del Consiglio si chiamava Carlo Azeglio Ciampi. Ed era un leader riconosciuto e credibile. Oggi c’è Silvio Berlusconi, cui il New York Times dedica un editoriale: the agony and the bunga bunga serve spiegare il titolo? Non credo. Ma che vergogna. (fonte ufficio stampa Idv)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “New York – A Glimpse in the Puddle”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Milano dal 12 al 25 ottobre. Galleria Francesco Zanuso Un riflesso nella pozzanghera” di Monica Castiglioni al suo esordio come fotografa e curata da Francesca Alfano Miglietti.
L’artista, nota designer per la creazioni di gioielli, presenterà una rassegna di oltre 40 fotografie (di diverse misure e in edizioni limitate), scattate dopo una giornata di pioggia nelle strade del quartiere Tribeca di New York. Una New York fotografata così tante volte da perderne il conto, oggi ci viene rappresentata in una modalità inedita: vista nel riflesso di una pozzanghera, dove si specchiano vecchi palazzi, fabbriche … E’ importante evidenziare che nessuna fotografia è stata manipolata o ritoccata: sono la fedele rappresentazione di ciò che ha catturato l’obiettivo della macchina fotografica, come se fossero state “colte sul fatto”. Sono immagini non cercate ma trovate: in modo del tutto accidentale, semplicemente camminando, prestando maggior attenzione a ciò che ci circonda.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Funghi: come riconoscerli?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

The mushroom Polyporus squamosus Huds. ex Fr. ...

Image via Wikipedia

Stiamo entrando nel periodo di maggior raccolta dei funghi. Questa attività, che si associa al piacere del contatto con la natura e delle passeggiate nei boschi, richiede di osservare alcune regole per la sicurezza. Una conoscenza inesatta delle caratteristiche dei funghi può essere causa di intossicazioni anche molto gravi.
Nell’Asl 11 è attivo lo sportello micologico dove viene svolto un servizio gratuito di consulenza ai cittadini per il riconoscimento delle specie fungine. Il servizio gratuito di riconoscimento dei funghi è attivo dal 15 settembre al 15 dicembre 2011 e si svolge nelle sedi di: Empoli presso il Centro direzionale Asl 11, in via dei Cappuccini n. 79 (tel. 0571 704800); il lunedì ore 14.00-16.00, il mercoledì ore 14.00-16.00 e il venerdì ore 14.00-16.00); San Romano in piazza della Costituzione n. 1 (tel. 0571 704753 -0571 704727; il martedì ore 12.00-14.00 e il giovedì ore 12.00-14.00). Al di fuori di questi orari e nei rimanenti mesi dell’anno i funghi potranno essere controllati su appuntamento con gli ispettori micologi (tel. 0571 704800).
Si riportano infine alcune semplici regole che possono evitare spiacevoli inconvenienti legati al consumo di questo delicato alimento:
1. I funghi riconosciuti commestibili devono essere conservati in contenitori rigidi ed aerati e in luogo fresco.
2. Non devono essere utilizzati per il consumo: gli esemplari troppo vecchi, intrisi di acqua per la pioggia o congelati per la bassa temperatura; i funghi in cui è evidente la presenza di larve, parassiti o segni di alterazione; i gambi che si presentano particolarmente tenaci e fibrosi.
3. Il consumo e le operazioni di conservazione devono avvenire nel più breve tempo possibile. Se non vengono cotti lo stesso giorno della raccolta è consigliabile pulirli senza lavarli e riporli in frigo con gambo rivolto verso l’alto. Il tempo di conservazione deve essere breve.
4. I funghi devono essere lavati interi, in acqua fredda ed asciugati prima di essere affettati e cucinati.
5. Tutti i funghi freschi, tranne rarissimi casi, devono essere consumati previa adeguata cottura.
6. Consumare crude le pochissime specie consigliabili ed in piccole quantità solo se perfettamente conservate, freschissime e giovani.
7. Talune specie prima di essere cotte hanno bisogno di una prebollitura. L’acqua della bollitura deve essere gettata.
8. I funghi vanno utilizzati in piccole quantità.
9. Si sconsiglia di consumare funghi alle donne in gravidanza o in allattamento, ai bambini (per la difficile digeribilità), agli anziani debilitati, alle persone con particolari intolleranze o disturbi gastrointestinali, epatici e renali.
10. Consumare funghi in quantità ragionevoli senza eccedere nell’uso di grassi per condimento (pasti abbondanti e ripetuti sono l’anticamera delle indigestioni).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensionati: effetto Menenio Agrippa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Pensionati

Image by Monica Arellano-Ongpin via Flickr

La vita si allunga e gli anziani diventano vecchi e I vecchi incartapecoriscono ma stentano a morire, semmai si ammalano e rischiano di diventare non autosufficienti. E’ questo il triste primato della nostra contemporaneità tra progresso della scienza e limiti della crescita. In tale quadro decadente, per motivi anagrafici, si innesta la logica del turn-over generazionale che sta diventando una sorta di conflitto tra giovani e meno giovani per via delle risorse che si riducono, che sono male distribuite, che suscitano avidità ed egoismi. L’ultimo effetto perverso lo abbiamo con la recente manovra di aggiustamento dei conti pubblici dove l’anello più debole, su cui si sono accaniti i nostri governanti, sono stati i pensionati che, per loro stessa natura, sono anziani, ancorché vecchi. A questo punto se consideriamo che la generazione degli over raggiunge circa il 20% della popolazione italiana mi chiedo se non sia una fetta ragguardevole per un gesto clamoroso e fortemente incisivo se insieme seguissero l’iniziativa del loro eminente antenato Menenio Agrippa, uomo noto per le sue opinioni moderate, ma altrettanto deciso nei suoi convincimenti, che guidò la secessione sul Monte Sacro dei plebei nei confronti dei patrizi nel 493 a. C. Ma per andare dove? Qui esce dal cappello del prestigiatore una trovata tra provocatoria e seria con l’idea di costruire delle “Cittadelle del sapere” in terra d’Africa prendendo in affitto vaste aeree in Algeria, Tunisia e Libia per costruirvi insediamenti urbani da offrire agli anziani per vivere una nuova esperienza, per mettere a frutto il loro sapere intellettuale e manuale e per essere sostenuti dalla popolazione locale ricambiando l’ospitalità con l’insegnamento. Solo così i figli potrebbero riconoscere l’utilità di quei padri, nonni e persino bisnonni, che si accompagnano ai nipoti, che sfaccendano in casa, che danno una continuità al concetto di famiglia. Forse solo allora l’apologo del ventre e delle membra di Menenio potrebbe avere un suo valore nelle coscienze di tutti, governanti compresi, ovviamente. Per dire historia magistra vitae. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trivellazioni offshore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Offshore Windenergie im Emder Hafen.jpg

Image by JeltoB via Flickr

Bruxelles Parlamento europeo. La ricerca tramite perforazioni di gas naturale o petrolio nei mari europei dovrebbe essere autorizzata solo dopo che l’impresa interessata abbia presentato un piano d’emergenza adeguato e dimostrato di avere fondi sufficienti per riparare a un eventuale piano ambientale, secondo quanto previsto da una risoluzione adottata martedì dal Parlamento. I deputati propongono che, prima di ogni operazione di trivellazione, gli uffici competenti nazionali vaglino e approvino un piano d’emergenza specifico, in grado di identificare rischi e causalità, valutare l’impatto ambientale e predisporre una strategia d’intervento in caso d’incidente. Il testo approvato dall’Aula, con 602 voti a favore, 64 contrari e 13 astensioni, vuole contribuire alla stesura di una proposta legislativa che la Commissione presenterà in autunno.
La risoluzione contiene la richiesta che tutte le imprese di trivellazione per gas e petrolio dimostrino, durante la procedura per ottenere la licenza, di avere in cassa fondi sufficienti per rimediare a un eventuale danno ambientale. I deputati propongono anche che il principio del “chi inquina, paga” e quello di “rigorosa responsabilità”, previsti nella direttiva europea sulla responsabilità ambientale, si applichino a qualsiasi danno inferto alle acque e alla biodiversità, anche nel caso di perforazioni in mare aperto. Pur esprimendo dubbi sulla necessità di creare un “controllore dei controllori” a livello UE per tutte le operazioni offshore, sottolineando il rischio di impoverire le già scarse risorse delle autorità nazionali competenti, i deputati si sono detti d’accordo sul bisogno di un coordinamento europeo in caso d’incidente ambientale, da affidare all’Agenzia europea per la sicurezza dei mari (AESM).
I deputato propongono infine che i lavoratori dipendenti dovrebbero poter denunciare i rischi alla sicurezza alle autorità competenti in forma anonima, in modo da essere tutelati da eventuali intimidazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Strategia antiterrorismo in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Terrorism forum on the European Parliament (St...

Image via Wikipedia

Il voto della risoluzione che chiedeva una valutazione completa delle misure antiterrorismo intraprese in Europa dopo l’11 settembre è stato rinviato, su richiesta della relatrice Sophie In’t Veld (ALDE, NL). Nel progetto di testo si chiedeva una valutazione completa dei costi, dell’efficacia e dell’impatto delle politiche antiterrorismo sulle libertà civili. “Sembrerebbe che le posizioni si siano spostate e siano aumentate le controversie intorno a questa relazione”, ha dichiarato la relatrice Sophie In’t Veld, chiedendo più tempo per raggiungere una posizione più forte del Parlamento europeo su questo tema. La decisione di rinviare la votazione è stata approvata con 400 voti favorevoli, 268 contrari e 6 astensioni. Il progetto di risoluzione sarà ora riesaminato dalla commissione per le libertà civili. Il testo proposto dalla commissioni per le libertà civili invitava la Commissione europea a “valutare integralmente” il costo, l’efficacia e l’impatto sulle libertà civili delle misure antiterrorismo adottate nell’UE dopo l’11 settembre.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2nd European Day of Languages

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Toronto on Friday, September 23, 2011 2ndEuropean Day Promoting the lifelong language learning and stressing the importance of intercultural understanding are the main objectives of the events associated with the European Day of Languages.Acting as promoters of plurilinguism in the GTA, the Goethe-Institut Toronto, Alliance Française de Toronto, Istituto Italiano di Cultura Toronto and Spanish Centre Toronto and the collaboration of the Polish Consulate in Toronto. The collaborative event will offer a series of linguistic and other enjoyable activities. Come and join us to celebrate the diversity of languages. Participate in our sample classes, enjoy a flamenco presentation and win a language course in our raffle.
The Italian Cultural Institute, Cultural Section of the Consulate General of Italy in Toronto, is a centre for cultural and academic activities, a school of Italian language and civilization, a source of information about contemporary Italy, its regions and its multilayered cultural heritage as well as a venue for art exhibitions, lectures, films, and video screenings.
It provides the opportunity for cultural collaboration between Italian and Canadian organizations and individuals, in order to facilitate exchange in the field of theatre, music and cinema. It offers information and logistical support to both Italian and foreign public and private operators interested in Italian cultural events in Canada. The Institute supports initiatives which favor intercultural and multilateral dialogue based on the principles of democracy, reciprocal respect and international solidarity. Detailed information about the activities organized by the Italian Cultural Institute of Toronto is available on the following website:www.iictoronto.esteri.it

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expose the attacks

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

Barack Obama signing the Patient Protection an...

Image via Wikipedia

If you’re someone who cares about seeing a campaign focused on substance between now and November 2012, I need you to become a part of one of our most important teams. It’s called AttackWatch.com, and it launches today. Here’s the deal: We all remember the birth certificate smear, the GOP’s barrage of lies about the Affordable Care Act, and the string of other phony attacks on President Obama that we’ve seen over the past few years. There are a lot of folks on the other side who are chomping at the bit to distort the President’s record. It’s not a question of if the next big lie will come, just when — and what we’re prepared to do about it. AttackWatch.com is exactly what it sounds like: a resource that allows us to nip these attacks in the bud before they show up on the airwaves and in emails — and then fight back with the truth. By signing up, you’ll be on the front lines — you’ll hear about false claims as soon as they come up, and we’ll count on you to spread the truth to your friends and personal networks and let us know about new smears whenever you hear them. I remember the smears from 2008 well, and I’m sure you do, too. They didn’t just attack Barack Obama and Joe Biden. They went after everything this movement is built on, and everyone who supports it. This time, they’re not just out to personally attack the President — they’re also out to mislead Americans about the record of accomplishments that he’s compiled. Just the other day, a Republican financier actually quoted Saddam Hussein in telling a group of millionaire donors that defeating President Obama will be “the mother of all wars.” We’re launching AttackWatch.com today to make sure we’re ready for the attacks we know are coming — and armed with the ability to fight back quickly.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mannheimer: Berlusconi Tentenna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2011

No al berlusconismo.

Image via Wikipedia

Il Pdl diviso tra chi insiste nella difesa ad ogni costo del premier Silvio Berlusconi e chi, invece, ribatte sulla necessità che si faccia da parte. Bersani e il Pd alle prese con il calo di consensi legato al contraccolpo del caso Penati in un generale quadro di sfiducia dei cittadini nei confronti della classe dirigente: “Una sfiducia generale dagli esiti imprevedibili”. E che non ha risparmiato nessuno. Renato Mannheimer, direttore dell’istituto demoscopico Ispo, fa il punto della situazione sullo scacchiere politico nazionale alla ripresa dell’attività parlamentare dopo la pausa estiva, rilasciando un’intervista esclusiva al giornale online Clandestinoweb.com. “Berlusconi tende ad assumersi sempre meno le proprie responsabilita’ proprio quando, invece, avrebbe l’occasione di mostrarsi uomo di Stato – spiega –. Appare invece tentennante e indeciso, perdendo una grande occasione per recuperare terreno (nei sondaggi, ndr) e rafforzare il suo ruolo e la sua immagine”. Inoltre, il dibattito tra pro e contro la ricandidatura dell’attuale premier a Palazzo Chigi alle prossime politiche contribuisce ad aggravare la conflittualita’ interna: “Crea incertezza e confusione, accentuando ulteriormente il calo di elettori, che di sicuro non si sposteranno verso il centrosinistra, ma magari si rifugeranno nell’astensionismo”. Nel Pd la situazione non è migliore e il caso Penati ha avuto un contraccolpo negativo. Un caso che, secondo Mannheimer, “ha decretato il crollo dello stesso Bersani nei consensi, aiutando l’Idv e il Movimento 5 stelle ad erodere punti e gradimento tra gli elettori di centrosinistra. Potremmo dire che oggi il Pd ha un tasso di popolarita’ quasi inferiore a quello del governo per la sua incapacita’ di reagire e di proporre: paga il fatto di restare inerte quando dovrebbe avanzare proposte. Piu’ in generale il Pd e Bersani scontano la propria incapacita’ di dirigere”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »