Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Tutto bene “madama la marchesa”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2011

via Flickr”]via della povertà, fabrizio de andrè

Non è la prima volta che annotiamo il “trasformismo” di alcuni politici, nella fattispecie di centro destra, che, un’ora dopo l’approvazione della manovra sono passati, dalle file dei critici, a giustificarla In questo modo ritengono di aver ottenuto un duplice scopo che è stato, prima, nel cavalcare la protesta popolare rubando la scena ai legittimi e convinti oppositori, e che tali continuano ad essere, e poi a rientrare nelle file della maggioranza artefice del provvedimento stracciandosi le vesti e declamando il ritornello della necessità, del sacrificio e quanto altro. A comprova della loro buona fede hanno sbandierato l’approvazione di un ordine del giorno, che vorrebbe stemperare il rigore della legge testè approvata, ma che tutti oramai sanno vale quanto la carta straccia per il governo, come più volte è stato dimostrato in passato, e serve solo per dare un contentino o anche un alibi per chi si accingeva a questo dietro-front strategico.
Noi ai diversi governatori e sindaci avevamo suggerito loro di rimettere il mandato elettivo come forma di protesta rilevante perché non si possono tagliare impunemente risorse vitali per sostenere la parte più debole del paese, ovvero in un settore come quello del welfare, dei trasporti, dell’assistenza sanitaria e della scuola, dopo che già nella precedente manovra sono stati sottratti fior di miliardi di euro. Ci vuole un segnale di discontinuità soprattutto in sede politica se vogliamo che gli elettori, almeno per quel 30% che è intenzionato, per protesta, a disertare le urna, per far capire che la politica è una cosa seria e la sua mediazione non deve restare condizionata dalle lobby che più contano, ma semmai nell’essere capace di riconoscere le istanze delle classi più deboli e di sostenerle con convinzione. Manca in Italia, ma anche nel mondo, l’esigenza di perseguire una seria politica distributiva delle risorse per evitare che abbondino per pochi e manchino per molti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: