Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Berlusconi: l’uomo eterno

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 settembre 2011

Berlusconi-comizio

Image via Wikipedia

Se esiste l’immortalità questa lo dobbiamo ascrivere al presidente del consiglio. Se lasciamo alle spalle la sua vertiginosa ascesa nel mondo degli affari, da “palazzinaro” a patron televisivo e ancora al faccendiere dai mille interessi sempre lucrosi tanto da far dire a un suo critico che è come Creso: dove mette le mani spuntano i soldi, e ci limitiamo alla sua calata in politica dobbiamo dire che gli è andata sempre bene. I suoi avversari ci hanno provato con le diverse indagini giudiziarie, sui suoi trascorsi da faccendiere, e dopo 50 fascicoli aperti da varie procure è sempre lì a farla franca. Ci hanno provato con le elezioni ma anche quando non l’ha spuntata è riuscito a rimontare alla grande. Ora ci sono volute centomila intercettazioni per farlo scoprire un donnaiolo, un intrallazzatore, dalle amicizie non certo cristalline, eppure continua, imperterrito, a dirsi un uomo sereno perché non ha fatto nulla di cui pentirsi. Come non credergli? E, infatti, molti continuano ad osannarlo e ad offendersi se si osa sparlare di quest’uomo che è frutto della provvidenza, come lo ha definito un certo personaggio. Poca importa se la provvidenza è a senso unico: pro domo sua. A questo proposito gli italiani, tra il cinico e il rassegnato, devono aver così ragionato: da che mondo e mondo c’è stato sempre in politica una certa ruberia e tutto sommato l’uno vale l’altro e a comprova hanno pensato al caso Penati che sta minando la credibilità del Pd, maggiore oppositore allo stesso Berlusconi e che da tempo si candida alla sua successione. Ora che è al minimo torico della sua credibilità c’è da giurare che dal suo cilindro di prestigiatore uscirà un’altra trovata per tacitare i più ribelli e ad assicurarsi non solo la governabilità sino al 2013 ma anche di mettere a segno la sua proposta di mandare al Colle il suo amico fidato Gianni Letta, e sicuramente ci riuscirà. La verità di tutto questo? E’ che l’Italia sin dalla costituzione a Stato unitario è risultata un paese ingessato, politicamente ed economicamente. Non riesce a guarire e alla fin fine c’è da credere che non ci tiene poi tanto. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: