Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 30 settembre 2011

Micron Technology, Inc., Reports Results

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

The Idaho State Capitol is the 3rd tallest bui...

Image via Wikipedia

Boise, Idaho. Micron Technology, Inc., (Nasdaq:MU) today announced results of operations for its fourth quarter and 2011 fiscal year, which ended September 1, 2011. For the fourth quarter, the company had a net loss attributable to Micron shareholders of $135 million, or $0.14 per diluted share, on net sales of $2.1 billion. For the 2011 fiscal year, the company had net income attributable to Micron shareholders of $167 million, or $0.17 per diluted share, on net sales of $8.8 billion. Cash flows from operations were $2.5 billion for fiscal 2011. The results for fiscal 2011 compare to net income of $1.85 billion, or $1.85 per diluted share, on net sales of $8.5 billion for the 2010 fiscal year. The trial phase of the Rambus antitrust case that was heard in the San Francisco Superior Court ended on September 21, 2011 and the jury is currently deliberating the verdict. The company is unable to predict the outcome of this suit and is unable to reasonably estimate the range of possible loss. An unfavorable outcome could have a material adverse impact on the company’s results of operations for the fourth quarter of fiscal 2011. The company’s consolidated gross margin declined to 15 percent for the fourth quarter of fiscal 2011 from 22 percent for the third quarter of fiscal 2011 due primarily to significant declines in DRAM average selling prices. Revenue from sales of NAND Flash products was 11 percent higher in the fourth quarter of fiscal 2011 compared to the third quarter of fiscal 2011 due to a 40 percent increase in sales volume partially offset by a decrease in average selling prices. Revenue from sales of DRAM products was 12 percent lower in the fourth quarter of fiscal 2011 compared to the third quarter of fiscal 2011 due to the declines in average selling prices partially offset by an increase in sales volume. Sales of NOR Flash products were approximately 17 percent of total net sales for the fourth quarter of fiscal 2011. Cash flows from operations for the fourth quarter of fiscal 2011 were $354 million. During the fourth quarter of fiscal 2011, the company invested $928 million in capital expenditures. In addition, during the fourth quarter, the company issued $690 million of convertible debt and repurchased $150 million of its common stock. The company ended the quarter with cash and short-term investments of $2.2 billion. For all of fiscal 2011, the company invested approximately $2.9 billion in capital and paid down its debt by a net amount of approximately $260 million. The company will host a conference call today at 2:30 p.m. MDT to discuss its financial results. The call, audio and slides will be available online at http://investors.micron.com/events.cfm. A webcast replay will be available on the company’s website until Sept. 29, 2012. A taped audio replay of the conference call will also be available at (404) 537-3406 (conference ID: 11557620) beginning at 5:30 p.m. MDT today and continuing until 5:30 p.m. MDT on Thursday, Oct. 6, 2011. Micron Technology, Inc., is one of the world’s leading providers of advanced semiconductor solutions. Through its worldwide operations, Micron manufactures and markets a full range of DRAM, NAND Flash and NOR Flash memory, as well as other innovative memory technologies, packaging solutions and semiconductor systems for use in leading-edge computing, consumer, networking, embedded and mobile products. Micron’s common stock is traded on the NASDAQ under the MU symbol. To learn more about Micron Technology, Inc., visit http://www.micron.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

WWF says no to tiger protection

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Forestry

Image by Plan for Opportunity via Flickr

A cable published by Wikileaks from the US embassy in Jakarta has demonstrated one thing: WWF cares more about blacklisting companies than saving animals.
The cable revolves around a tiger conservation program that the US-based Wildlife Conservation Society (WCS) had initially planned to undertake with the Indonesian forestry and paper producer, Asia Pulp and Paper (APP). WCS had planned to train APP staff in assessing tiger populations and undertaking best management practices for conserving tiger populations. According to the cable, APP was responsible for 1.2 million hectares of forest land. But WWF effectively told WCS to walk away from the agreement, despite the protestations of WCS staff, who believed that abandoning the project would have a negative impact on tiger populations. But why would WCS agree to WWF’s demands? Conservation, like anything else, requires large sums of money. WWF is the world’s largest environmental organization. It often partners with WCS, and WWF is in control of the purse strings more often than not. WWF and APP originally commenced joint work on APP’s forestry concessions in 2003. The two groups set out a sustainability action plan with an agreed set of targets. But late in 2003 the agreement fell apart. According to the cable, the falling out was over methodologies and projections. Since then, WWF has lobbied hard against APP, targeting both its customers and the press. WWF went one step further in 2007, lobbying FSC to alter to its rules so that APP could no longer use its certification standard. An analysis of the WWF strategy indicates that this was less about APP changing its habits than a concerted effort to capture the supply chain for paper products. Indonesia has emerged as one of the world’s most competitive large paper producers. The largest Indonesian paper producer is APP. FSC’s ‘dropping’ of APP meant that FSC supporters – such as Greenpeace – could shut APP out of the supply chain simply by lobbying for companies to use Forest Stewardship Council (FSC) paper. This supply chain strategy may have some success in parts of the developed world, where the demand for ‘Green’ products is high. An incarnation of this is currently being seen in Australia, with the emergence of a Greenpeace-backed group called ‘Markets for Change’ (MFC). MFC’s current ambition is to pressure Australia’s largest retailers to cease buying products made from native Australian hardwoods. Such a strategy is less likely to have less success in places like China or India, where habitat conservation is a luxury few companies and consumers are willing to pay for. Yet it is in these markets where growth is occurring. Demand for paper products has flat lined in the Western world. Excess capacity is being shut down. Demand for products without Western sustainability standards will continue to grow in emerging markets. The likely result for an organization like WWF is that it will have difficulty curbing demand for low-cost product and these markets; at the same time, it will have walked away from a legitimate and well-informed attempt to conserve tiger populations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

CIGI experts contribute to Brookings high-level panel

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

The International Monetary Fund (Headquarters ...

Image via Wikipedia

Waterloo, Canada The Financial Stability Board (FSB) should expand its scope, its geographical diversity and institutional capacity, and adopt a bottom-up approach to regional consultation, a high-level panel has concluded. The Brookings-led panel of 14 of the world’s top financial stability experts features former finance ministers and central bank governors from Colombia, Spain, Thailand and Uganda, and includes CIGI Chair in International Political Economy Eric Helleiner and CIGI Senior Fellow Bessma Momani.
The panel put forth 12 recommendations for the FSB in seven keys areas: mandate, chair, staff, legal personality, regional consultative groups, transparency and evaluation. Among its recommendations, the panel urges the FSB to expand its framework for cooperation with the International Monetary Fund (IMF) to include the regulation of cross-border capital flows. The panel also suggests the FSB appoint a nominating panel and develop clear procedures for selecting its chair. It also calls for a substantial expansion of FSB staff in a manner that reflects “the broad geographical and institutional diversity” of its membership.
To enable the FSB to better implement these reforms and give the FSB an independent legal personality, the panel recommends the Board adopt “the most favorable and flexible corporate form offered by domestic law in a convenient national jurisdiction.” The panel also suggests the FSB’s regional consultative groups be determined through a bottom-up approach in a move toward universal membership.
“Participating in the panel provided a fascinating opportunity to hear diverse views from around the world, and to work toward common positions, regarding the governance of this new, yet vitally important, institution in the global financial architecture,” Eric Helleiner said.
The Financial Stability Board was created at the height of the global financial crisis as a successor to the Financial Stability Forum—a group of finance ministries, central banks’ supervisory and regulatory authorities, and international financial bodies formed in 1999 to monitor and promote global financial stability. With a broadened mandate, a stronger institutional basis and enhanced capacity, the Financial Stability Board is now responsible for strengthening global financial supervision and regulation. However, despite its growing importance, there is limited knowledge as to how the Financial Stability Board operates, how it is governed and how it will effectively carry out the responsibility of ensuring global financial stability.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

What a Chemist can Contribute

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Camerino

Image by Matito via Flickr

October 4th 2011 Palazzo Ducale – Sala degli Stemmi Conference Program
9.15 Opening Session Prof. Fulvio Esposito Rector UNICAM, Prof. Flavio Corradini, Vice Rector for International Research and Technology Transfer – Next Rector UNICAM, Prof. Roberto Ballini Director School of Science and Technology UNICAM
9.30 New materials by miniemulsion process Prof. Katharina Landfester Max Plank Institute for Polymer Research Mainz (Germany).
10.15 Break for discussion
10.25 Adhesives-what a chemist can do…Dr. Ciaran McArdle, Head of Advanced Technologies HA-AR, Henkel Technology Center (RD & E) Dublin (Ireland).
11.10 Break for discussion
11.20 New hyperbranched urethane acrylates Dr. Branko Dunjic, Cleaner Production Centre of Serbia, Technology and Metallurgy Karnegijeva (Belgrade).
12.15 Closing Remarks

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Hold Your Hoses!”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

The building of the European Parliament in Bru...

Image via Wikipedia

Kink in UK’s ‘Trojan Hose’ geoengineering experiment, as European Parliament signals its opposition to planet-tinkering Opponents of proposals to “geoengineer” the planet have two reasons to celebrate this week.
Firstly, ETC Group has learned that UK scientists, in the midst of controversy, are on the cusp of postponing an imminent test of an experimental hose (dubbed the “Trojan Hose” by opponents) designed to deliver sulphur dioxide to the stratosphere as a way to engineer a cooler planet. The test had been scheduled for October; on Monday, 60 groups from around the globe sent an open letter to the UK government and the research councils involved expressing their opposition to the experiment. No public announcement of the decision has been made and details must be clarified, but an undeniable lack of prior stakeholder engagement is the likely reason for the delay.
Secondly, the European Parliament meeting in Strasbourg on Thursday adopted a resolution expressing “opposition to proposals for large scale geoengineering” – the first time the European legislature has commented on the matter. The resolution aims at developing a common EU position ahead of next year’s United Nations Conference on Sustainable Development (Rio+20). The resolution also called for the establishment of “capacity within the UN system to monitor, evaluate and provide information about new technologies.” The Parliament’s call echoes recent calls from civil society, which stress the crucial need for strong participation in technology evaluation from social movements and civil society, especially those people potentially affected.
ETC Group, which spearheaded the international campaign against the ‘Trojan Hose’ test, cautiously welcomed the decision. ETC Group’s Diana Bronson warns, “We are glad to see the geoengineers coming off their high hoses, recognizing that genuine consultation is needed. However, we must be clear about what constitutes stakeholder engagement when it comes to re-jigging the planet: All people and all governments have a stake in this decision, and the only legitimate forum for decision-making is the United Nations.” Commenting on the European Parliament resolution, ETC Group’s Executive Director Pat Mooney, added, “We are pleased that Members of the European Parliament have put geoengineering forward as an issue for the Rio+20 Summit to take on. No geoengineering experiments should go ahead before a global debate takes place.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Casinò: se smettessimo di giocare?

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Casino Velden Panorama

Image by geek7 via Flickr

“Sarebbe davvero il caso di ‘smettere di giocare’!” E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), citando la pubblicità di Sisal Casinò, pubblicata negli ultimi giorni sui principali quotidiani italiani. La reclame fa indirettamente riferimento al decreto sul gioco d’azzardo che, entrato in vigore lo scorso luglio, consente ai giocatori di puntare soldi veri e non più il semplice gettone prepagato, come succedeva in passato. “Abbiamo già espresso le nostre perplessità su questo tentativo dello Stato di far cassa approfittando della illusoria speranza dei giocatori -afferma il Segretario generale- ma questa pubblicità, che si permette anche il lusso del doppio senso, è offensiva, soprattutto nei confronti di quanti hanno dei seri problemi con il gioco”. “Sono ben noti i rischi che corrono coloro che sfidano la dea bendata senza capire quando è il momento di fermarsi” -sostiene Massimiliano Dona, che prosegue: “appare, dunque, ipocrita l’atteggiamento dello Stato che, con la mano destra moltiplica le occasioni di gioco e con la sinistra promuove campagne per la prevenzione e il contrasto delle ludopatie”. “Ci rendiamo conto che il mercato di poker, dadi e roulette genera un giro d’affari di svariati milioni di euro che fanno comodo alle nostre casse -conclude l’avvocato Dona- ma così pagano ancora una volta i cittadini”. La nostra Unione Nazionale Consumatori ha denunciato la pubblicità dei Casinò on line di Sisal all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e all’Istituto di Autodisciplina pubblicitaria.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Poker: la AGCC revoca la licenza a Full Tilt

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

poker is a happy thing

Image by dcJohn via Flickr

Londra. La Alderney Gambling Control Commission ha revocato con effetto immediato la licenza a Full Tilt Poker e alle sue società controllare Vantage Limited, Filco Limited e Oxalic Limited. Dopo sei giorni di udienza per la red room è arrivata la “stangata”. La licenza era stata sospesa dalla Commissione lo scorso 29 luglio. La decisione della AGCC, come si legge su Agipronews, è stata accompagnata da un comunicato nel quale si legge che “FTP ha più volte fuorviato la Alderney sulla propria integrità operativa, fornendo dati sulla liquidità di denaro non effettivamente a disposizione della società”.
Ciò non vieta però a FTP di riattivarsi con un altro management. Gli irrisolti reclami dei giocatori nei confronti di Full Tilt diventeranno ora di competenza della polizia e delle autorità civili statunitensi, visto che la AGCC non ha più giurisdizione in materia. La licenza della Orinic Limited, l’ultima società controllata di FTP in ordine di tempo, rimane tuttora sospesa.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattie rare

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Medicina, Epidemiologia, Patologia, Malattie, ...

Image via Wikipedia

“E’ necessario un documento normativo che riassuma e integri le norme attuali in materia di malattie rare, che tenga conto delle specificità e delle criticità riscontrate nel settore”. Questa la dichiarazione del ministro della Salute, Ferruccio Fazio, nel corso del convegno Autorizzazione Temporanea di Utilizzo:“Carenze Legislative e Tutela del Diritto alla Salute” che si è svolto a Roma. Un’autorevole presa di posizione, che sottolinea l’importanza di tutelare i pazienti che hanno una malattia rara. Come sottolineato dai relatori del Convegno, l’ATU, Autorizzazione Temporanea di Utilizzo dei farmaci orfani o salvavita, consente un aiuto reale a circa 2 milioni di malati nel nostro Paese, colpiti dalla carenza di strutture e farmaci adeguati. Esperti del Settore, Società Scientifiche e rappresentanti di associazioni dei malati hanno esaminato gli aspetti legislativi, i progressi della ricerca scientifica, ribadendo l’importanza di questa tematica che l’Associazione “Giuseppe Dossetti: i Valori” http://www.dossetti.it , segue da più di dieci anni. Si è fatta portavoce delle istanze dei malati, presentando in Senato la mozione 1-00232, il 10 febbraio 2010, che ha avuto un sostegno da quasi tutti i gruppi (Pd, Pdl e altri) e un DDL il 3 maggio 2010.
Molto seguito l’intervento della dottoressa Françoise Rossi, Direttore scientifico e Regolatorio di LFB – SA, che ha spiegato il sistema dell’Autorizzazione Temporanea di Utilizzo vigente in Francia: prevede l’uso di un farmaco orfano e/o destinato alla cura di malattie rare o gravi, prima ancora che abbia ottenuto l’autorizzazione all’immissione in commercio, purché sia in fase di sviluppo e non ci sia una valida alternativa terapeutica con un altro regolarmente autorizzato. Tale norma consentirebbe ai pazienti di poter assumere tali farmaci con largo anticipo rispetto ai tempi necessari alla conclusione degli studi clinici ed all’ottenimento dell’autorizzazione alla commercializzazione.“In Francia – ha spiegato la dottoressa Rossi – l’ATU è applicata già da 15 anni e ne beneficiano 10 mila pazienti all’anno, sia in forma nominativa, su richiesta del singolo paziente, sia con un’autorizzazione di gruppo per malati che soffrono di una determinata patologia”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riconoscimento dello Stato palestinese

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Gazastreifen Karte

Image via Wikipedia

I deputati europei considerano legittima la richiesta di riconoscimento dello Stato palestinese e, in una risoluzione approvata giovedì, chiedono ai governi dell’UE di assumere una posizione comune al riguardo. I deputati ritengono, tuttavia, che il riconoscimento debba essere il risultato di negoziati in seno all’Assemblea Generale ONU. Il testo approvato afferma “l’indiscutibilità tanto del diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione e a un proprio Stato sovrano quanto del diritto di esistenza dello Stato d’Israele entro frontiere sicure”.
Il Parlamento ha ribadito il sostegno per la soluzione dei due Stati sulla base dei confini del 1967, con Gerusalemme capitale di entrambi gli Stati, e chiesto la ripresa senza indugi dei negoziati. La risoluzione sottolinea che “non dovrebbero essere accettate modifiche ai confini precedenti al 1967, anche per quanto riguarda Gerusalemme, se non quelle concordate tra le parti”.
Il Parlamento chiede all’Alto rappresentate per gli affari esteri Ashton e agli Stati membri di raggiungere una posizione comune sulla richiesta palestinese per evitare divisioni. I deputati sottolineano anche che la comunità internazionale dovrebbe confermare l’impegno a garantire la sicurezza d’Israele.
Il Parlamento chiede al governo israeliano di fermare la costruzione e l’ampliamento degli insediamenti in Cisgiordania e a Gerusalemme est e insiste sulla necessità di trovare un accordo su una tregua definitiva che eviti lanci di missili dalla Striscia di Gaza verso Israele.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ministro Romano e la Pac

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

The Brussels Parliament building

Image via Wikipedia

“Una relazione oberata di termini come ‘preoccupazione’, ‘timore’, ‘insoddisfazione’, con argomentazioni e cifre che tutti noi conosciamo da mesi e mesi, ma nessuna novità. Il Ministro Romano non ha fatto alcun cenno alle azioni concrete, alle alleanze da stringere in sede comunitaria, alle proposte alternative a quelle formulate dalla Commissione da avanzare a Bruxelles; si continua a macinare il solito brodo di intenti senza un minimo passo in avanti”. Con queste parole Susanna Cenni, parlamentare Pd commenta l’audizione del Ministro Romano sulla Pac avvenuta questa mattina in Commissione Agricoltura, durante la quale la deputata toscana è intervenuta per il gruppo del Partito democratico. “Il ministro – continua Cenni – non può venire qui a registrare un iter, dovrebbe piuttosto illustrare azioni fattive. Sembra quasi che la legislatura inizi adesso. La realtà è che il nostro Paese ha brillato in questi anni per assenza, mancanza di idee e di autorevolezza, che sappiamo invece essere fondamentali per poter incidere nelle fasi di proposta e ancor più in quelle di negoziazione. L’agricoltura è in grande difficoltà, il Paese è sull’orlo del baratro e non c’è alcun segno di una reazione a sostegno del sistema agricolo e delle imprese, né sul negoziato europeo, né nel suo rendiconto dei primi 6 mesi di attività. Se ci sono proposte in termini di semplificazione nell’accesso a Pac e sviluppo rurale, se esiste una base di discussione sui confini tra le risorse destinate alle Ocm e quelle, negli stessi settori, destinati allo sviluppo rurale, sul numero delle misure attivabili, sul peso e sulle modalità di attuazione del greening, ce lo dica. Non dubitiamo del lavoro dei tecnici del Mipaf, ma vorremmo conoscere quali relazioni e alleanze adeguate sta costruendo il Ministro in Europa, e speriamo davvero nell’Europa, anche perché ci permettiamo di dubitare che tra le presunte imminenti decine di misure per la crescita che a parole il Premier evoca, figurino proposte serie per far crescere l’agricoltura”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Bce e governo sotto dettatura

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

International Monetary Fund's Managing Directo...

Image via Wikipedia

“La lettera firmata da Jean-Claude Trichet e Mario Draghi che la Banca Centrale Europea inviò al Governo italiano il 5 agosto scorso, oggi pubblicata dal Corriere della Sera, dimostra quanto le manovre economiche di Berlusconi e Tremonti siano state letteralmente dettate dal potere finanziario europeo”, commenta Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo Nazionale USB. “Una ingerenza senza precedenti, una imposizione pesantissima che riguarda i contenuti, il metodo ed i tempi di attuazione e che prescrive addirittura la modifica della stessa Costituzione italiana”. “Il capitolo del lavoro – denuncia il dirigente USB – è talmente particolareggiato da rappresentare un vero e proprio elenco dei desideri di Confindustria. In gran parte questi sono già realizzati attraverso l’ormai famigerato art.8, che esalta proprio quell’accordo del 28 giugno la cui ratifica è stata recentemente sottoscritta da Confindustria, Cisl e Uil e dalla Cgil, la quale ha così smentito la sua stessa partecipazione allo sciopero del 6 settembre” Prosegue Tomaselli: “Altri aspetti, che non sono stati immediatamente recepiti dal governo Berlusconi, sono in discussione da mesi negli ambienti governativi, politici ed economici, dalle pensioni ai licenziamenti. A ciò si aggiunge la riforma che dovrebbe essere approvata dall’Ecofin il 4 ottobre e che impone all’Italia di ridurre ogni anno del 5% la parte del debito eccedente il 60% del Pil. Ciò si tradurrebbe in una tassa sugli italiani di 50 miliardi l’anno, che andrebbero ad aggiungersi agli 80 miliardi di interessi da pagare ed alle certe misure restrittive che, in un periodo di crisi, accompagneranno ogni legge finanziaria annuale”. “Tutto ciò è assurdo – incalza il dirigente USB – anche dal punto di vista strettamente economico, e rende ancor più credibile e necessaria l’esigenza di non pagare il debito e di prevedere misure di modifica sistemica che colpiscano non soltanto i grandi patrimoni, ma i meccanismi finanziari che hanno determinato la crisi attuale, anche attraverso la nazionalizzazione delle banche e delle attività economiche strategiche per il paese”. Conclude Tomaselli: Per questi motivi è indispensabile dare seguito alle mobilitazioni sindacali messe in campo in questi mesi da USB, che hanno visto la forte partecipazione allo sciopero del 6 settembre e che attraverseranno tutte le iniziative che si moltiplicheranno in questi giorni, compresa quella del 1° ottobre a Roma contro il pagamento del debito, e sino alla grande manifestazione nazionale del 15 ottobre”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olio di qualità

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Olio Extra Vergine Tesorino

Image by BAIA via Flickr

E’ possibile stimare le quote di qualità del settore oleico-oleario? Cosa caratterizza un olio di qualità? Quanta parte dell’economia del settore oleico, e quindi del PIL, è riconducibile alla qualità e come tale può essere misurata e monetizzata?
Sarà possibile rispondere a queste domande grazie alla convenzione, firmata a Roma, fra Tiziano Zigiotto, Presidente dell’INEA e Ermete Realacci, Presidente della Fondazione Symbola. La convenzione consentirà di ricercare il Prodotto Interno Qualità (PIQ) per il settore oleario sia valutando il peso della qualità come strumento di competitività e di differenziazione del prodotto sul mercato e sia individuando i punti di debolezza lungo la filiera, permettendo così di avviare azioni di qualificazione o attività di controllo specifiche per elevare gli standard di qualità. Questa attività rappresenta la prima applicazione settoriale del PIQ, lo strumento promosso da Fondazione Symbola e Unioncamere
Il PIQ intende qualificare il PIL del settore olivicolo -oleario, estraendone la componente più pregiata della filiera con l’obiettivo di individuare importanti spazi di miglioramento. Del resto, la qualità costituisce un indubbio elemento di forza delle produzioni italiane, sul quale le nostre piccole e medie imprese hanno continuato a puntare per contrastare le difficoltà legate alla crisi. Ma la qualità, in questa fase più che mai, deve essere anche accompagnata da innovazione costante ed efficienza produttiva. Ecco perché è indispensabile intervenire per il rafforzamento delle relazioni tra le aziende e tra queste e i soggetti istituzionali e garantire lo sviluppo delle condizioni di contesto necessarie a crescere di più. Questa attività, che l’INEA sta svolgendo in collaborazione con l’Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi (ICQRF) del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, rientra nell’ambito del progetto di ricerca relativo all’Attuazione del piano oleicolo-oleario commissionato dal MiPAAF.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tobin tax

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Durão Barroso

Image via Wikipedia

“La proposta ufficiale di adozione di una tassa sulle transazioni finanziarie annunciata ieri dal presidente Barroso è una notizia fondamentale, non solo dal punto di vista finanziario, ma anche riguardo il modo di concepire il ruolo dei mercati nel sistema economico. Il governo abbandoni ogni reticenza e, per una volta, si tenga al passo con il resto d’Europa”. E’ quanto chiedono in una nota Andrea Sarubbi e Silvana Amati, del Partito democratico, primi firmatari di due proposte di legge trasversali sulle transazioni finanziarie depositate rispettivamente alla Camera ed al Senato in sostegno alla Campagna ZeroZeroCinque promossa dall’associazionismo. “Sembra passata un’era geologica da quando, fra lo scetticismo generale, presentammo le nostre proposte di legge. In realtà, non è trascorso neanche un anno ma il mondo è completamente cambiato. Ci auguriamo che cambi anche l’ostinazione del governo, e del premier Berlusconi in particolare, verso l’adozione di questa misura. E’ possibile dare un segnale forte che valorizzi il lavoro fatto sin qui in Parlamento calendarizzando immediatamente il provvedimento: le firme raccolte nella maggioranza a sostegno delle nostre proposte di legge dimostrano che nel centrodestra l’argomento è tutt’altro che tabù”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Futuro della neurologia italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

Neurología de Nobel 4

Image by Explora Proyectos via Flickr

Roma 4 Ottobre 2011 dalle ore 9:30 Sala Conferenze Palazzo ex Albergo Bologna Roma. Senato della Repubblica, Via di Santa Chiara 4/A L’evento vedrà riuniti, da un lato, i rappresentanti della prestigiosa Società Scientifica e dall’altro, interlocutori Istituzionali e rappresentanti dell’industria farmaceutica. Insieme daranno vita ad un momento di riflessione e di dibattito sul futuro della neurologia in Italia, alla luce delle contrastanti esigenze e delle varie istanze implicate.Interverranno:
• Prof. Antonio Federico – Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Comportamento, Università degli Studi di Siena- Presidente SIN
• Prof. Giancarlo Comi – Dipartimento di Neurologia, Istituto Scientifico Universitario San Raffaele, Milano
• Prof. Carlo Caltagirone – Dipartimento di Neurologia, Fondazione IRCCS Santa Lucia, Roma
• Prof. Giuseppe Micieli – Dipartimento di Neurologia d’Urgenza Fondazione IRCCS Istituto Neurologico C. Mondino, Pavia
• Prof. Fabrizio De Falco – Unità Operativa di Neurologia, Ospedale Loreto, Napoli
• Prof. Leandro Provinciali – Dipartimento di Scienze Neurologiche, Università Politecnica delle Marche, Ancona
Prenderanno parte alla Tavola Rotonda:
• On. Maria Stella Gelmini – Ministro dell’Istruzione, Università, Ricerca
• On. Antonio Tomassini – Presidente Commissione Sanità del Senato
• On. Daniele Bosone – Vicepresidente Commissione Sanità del Senato
• On. Igazio Marino – Membro Commissione Igiene e Sanità del Senato
• On. Giuseppe Palumbo – Presidente Affari Sociali Camera dei Deputati
• Prof. Andrea Lenzi – Presidente del Consiglio Universitario Nazionale
• Dr. Massimo Scaccabarozzi – Presidente di Farmindustria
La Società Italiana di Neurologia conta tra i suoi soci più di 3000 specialisti neurologi ed ha lo scopo istituzionale di promuovere in Italia gli studi neurologici, finalizzati allo sviluppo della ricerca scientifica, alla formazione, all’aggiornamento degli specialisti e al miglioramento della qualità professionale nell’assistenza alle persone con malattie del sistema nervoso.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Macfrut di Cesena 2011: Agrumi in Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

agrumi di Sicilia

Image by giopuo via Flickr

Cesena dal 5 al 7 ottobre Macfrut di Cesena 2011 In Sicilia gli agrumi fanno squadra. Per la prima volta insieme, riuniti sotto un unico “marchio ombrello regionale”, quello del Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia (Ads), cinque Consorzi di tutela Dop e Igp (Arancia rossa di Sicilia e Arancia bionda di Ribera, Mandarino “Tardivo di Ciaculli”, in attesa di riconoscimento, e Limone Interdonato di Messina e Limone di Siracusa) parteciperanno alMacfrut di Cesena 2011, la maggiore rassegna ortofrutticola del Mediterraneo, in programma nella città romagnola  prossimi (Padiglione A, stand 83) per presentare una innovativa e inedita strategia di distribuzione nei Mercati Ortofrutticoli delle produzioni siciliane di eccellenza Dop, Igp e biologiche. La partecipazione del Distretto Agrumi di Sicilia al MacFrut – tre giorni fitti di incontri fra buyers italiani e stranieri, grossisti, operatori dei mercati ortofrutticoli e della Gdo (la grande distribuzione organizzata) – è sostenuta dall’Assessorato regionale alle Risorse Agricole e Agroalimentari guidato da Elio D’Antrassi che interverrà al workshop del 6 ottobre dedicato alla nuova strategia di distribuzione.
Evento di punta della tre giorni del Distretto AdS al Macfrut di Cesena sarà il workshop dedicato al tema della distribuzione dei prodotti di qualità attraverso la rete dei mercati ortofrutticoli. L’appuntamento è per giovedì 6 ottobre, alle 17.00 (Sala delegazioni A e B). Coordinati da Roberto Della Casa, docente di Marketing Agroalimentare presso Università di Bologna, la presidente Federica Argentati insieme ai presidenti dei Consorzi di Tutela Alessandro Scuderi (Arancia Rossa),Giuseppe Pasciuta (Bionda di Ribera), Attilio Interdonato (Limone Interdonato), Fabio Moschella (Limone di Siracusa),Giovanni D’Agate (Mandarino di Ciaculli) illustreranno a buyers, operatori e addetti del settore agroalimentare, l’innovativa proposta. Alla tavola rotonda interverrà anche l’assessore regionale Elio D’Antrassi che porterà al dibattito un importante contributo sia istituzionale che tecnico grazie alla sua profonda conoscenza del mondo ortofrutticolo nazionale e internazionale.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

People of Europe, rise up!

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2011

fattorie sociali

Image by Arca Coop via Flickr

Roma Sabato 15 ottobre La manifestazione partirà alle ore 14.00 da Piazza della Repubblica e arriverà a Piazza San Giovanni. La giornata del 15 ottobre vedrà mobilitazioni in tutta Europa, nel Mediterraneo e in altre regioni del mondo, contro la distruzione dei diritti, dei beni comuni, del lavoro e della democrazia compiuta, con le politiche anticrisi, a difesa dei profitti e della speculazione finanziaria. Le persone non sono un debito. Anche in Italia è già stata raccolta da tanti soggetti organizzati, alleanze sociali, gruppi informali e persone che hanno dato vita al Coordinamento 15 ottobre . Non vogliamo fare un passo di più verso il baratro in cui l’Europa e l’Italia si stanno dirigendo e che la manovra del Governo continua ad avvicinare. Vogliamo un’altra economia, un’altra società e una democrazia vera. Il Coordinamento 15 ottobre si mette al servizio della riuscita della mobilitazione. Curerà unitariamente le caratteristiche, la logistica e l’organizzazione della manifestazione nazionale di Roma e ne definirà le sue parti comuni. Il suo obiettivo è favorire la massima inclusione, convergenza, convivenza e cooperazione delle molteplici e plurali forze sociali, reti, energie individuali e collettive che stanno preparando e prepareranno la mobilitazione con i propri appelli, le proprie alleanze, i propri contenuti.
Il Coordinamento 15 ottobre invita a costruire in tutto il territorio la partecipazione italiana alla giornata europea e internazionale “United for global change” e a convergere nella giornata nazionale di mobilitazione a Roma.

Posted in Estero/world news, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »