Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 15 ottobre 2011

Governo: un tramonto a lungo atteso

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

La crisi que la paguin els rics 4

Image by Jose Téllez via Flickr

Riprendo sia pure per sommi capi quanto è stato scritto dalla “redazione terza repubblica” (n°33 del 15/10/2011) a margine del voto di fiducia, che il governo, a differenza di un altro 14, ma del dicembre del 2010, che ha portato a “quota 316” contro i 314 di allora i consensi. Niente di nuovo e di diverso, ovviamente. “Semmai, si fa osservare, i problemi li ha avuti il centro-sinistra, che si ritrova con la gatta da pelare dei radicali, verso i quali avere stizza significa misurare tutta la propria impotenza”.
La situazione che è venuta a crearsi è surreale come avevamo già evidenziato alcuni mesi fa. Questo perché, e oggi lo confermano quelli della redazione di Terza repubblica: “Berlusconi e il suo esecutivo erano e sono politicamente morti anche prima dell’ennesima fiducia. Lo sono da molti mesi, almeno da quando dovettero ricorrere ai cosiddetti “responsabili” per avere i numeri in parlamento”. E ciò non di meno nessuno sembra riuscire a dare la spallata decisiva.
Un altro aspetto che mi trova sulla stessa lunghezza d’onda da Terza repubblica è nell’annotare l’atteggiamento delle opposizione che “non hanno saputo fare altro, in questi mesi, che ripetere stancamente il ritornello quotidiano “Berlusconi si deve dimettere” e ogni tanto tentare di mandare al premier un “cartellino rosso” che il voto di fiducia ha puntualmente respinto al mittente” (e siamo già a 51 voti di fiducia in tre anni). In altri termini le parti si sono impantanate in una “guerra di posizione” dalla quale ognuno tenta mosse difensive ma non risolutive.
Ciò che paralizza entrambi gli schieramenti è la logica dello hic sunt leones. Nel Pdl e nella Lega si chiedono: ma reggeranno questi partiti al dopo dei loro leader? Non si scioglieranno come neve al sole e come è già accaduto alla D.C.? E mentre le giovani leve scalpitano ma temono di staccare la spina il loro rischio è quello che alla fine possono ritrovarsi “con una mano davanti e l’altra dietro” poiché se in passato una soluzione al cambiamento è stata offerta da “mani pulite” oggi non è tanto la magistratura a fare da protagonista ma la crisi internazionale che incombe. Non vi è dubbio che in tutto questo vi è il problema di una leadership credibile e alternativa a Berlusconi nel centro-destra. E’ come dire che il leader maximo abbia fatto di tutto per circondarsi di mediocri cosi come potrebbe fare una bella ragazza che per esaltare di più la sua avvenenza si accompagni con amiche bruttine. E la prova ne è che basta un invito a pranzo con il capo che anche la più ardita delle proteste finisce, come dicono i toscani in “brodo di giuggiole”.
E qui i limiti del dentro-destra ai quali dobbiamo aggiungere quelli che starnazzano al centro-sinistra dove non mostrano minimamente d’essere credibili e lasciando percepire all’opinione pubblica una tregua opportunistica legata al contingente ma pronta ad infrangersi nel dopo Berlusconi. E qui ci risiamo con un “Bersani che sa bene che andare alle elezioni significherebbe due cose: sciogliere subito quel nodo delle alleanze fin qui rinviato; rischiare di fare la fine di Occhetto, che nel 1994 partì con un enorme margine di vantaggio e la sicurezza (sicumera) di vincere, e poi si ritrovò sconfitto dal debuttante Berlusconi. Se a questo si aggiunge che le opposizioni non sono riuscite a raggiungere uno straccio di convergenza su una legge elettorale alternativa al porcellum e il Pd si è dovuto accodare al referendum pro ritorno del mattarellum – avendo nel frattempo sciaguratamente affossato quello promosso da Passigli pro sistema tedesco – e quindi si ritroverebbero nel caso di un governo che deve portare a termine la legislatura o anche solo portare al voto, e dunque con il compito primario di cambiare il sistema elettorale, a non sapere che pesci prendere, e invece nel caso di elezioni anticipate cui ci porterebbe lo stesso Berlusconi, a dover affrontare le medesime con la legge attuale. Una prospettiva negativa nell’uno come nell’altro caso”. A questo punto tutti siamo convinti che occorre dare una “scossa” al sistema paese che si è avvitato su se stesso, ma per farlo significa rottamare almeno l’80% dell’attuale classe politica a tutti i livelli di responsabilità. E questo ci fa ritornare all’attuale situazione di stallo la cui sola novità sta nella logica gattopardesca: tutto cambiare per nulla cambiare. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barley Exports to Japan

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

The most important crop is Barley

Image via Wikipedia

U.S. barley exports to Japan have declined since 2008, when Japan imported around 400,000 metric tons (18 million bushels). However, this year the U.S. Grains Council organized a Japanese barley trade team to travel to Washington, Idaho, Montana and North Dakota to rebuild and the trade relationship between Japanese buyers and U.S. producers and suppliers. During a farm visit in Idaho, the team learned about crop rotation practices and had the opportunity to see a new high yield feed barley variety that had been freshly harvested. The tour also included visits at Montana State University and Northern Crop Institute (NCI). These programs provided information on new food-use oriented barley, including high beta-glucan varieties already available on the market and more under development. The team was also briefed on barley food-use development in the United States.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congress for Passage of FTAs

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Free trade areas are a difficult subject. It i...

Image via Wikipedia

The U.S. Grains Council salutes Congress on final passage of the long-stalled free trade agreements with Panama, Colombia and South Korea. These agreements provide significant benefits for U.S. agricultural trade and the U.S. economy by leveling the playing field in markets where U.S. producers have been laboring under an unfair competitive disadvantage. Ratification of the agreements provides for immediate duty-free access for most U.S. goods, creating opportunities for increases in U.S. agricultural exports which will generate economic growth and U.S. jobs. The agreements are expected to generate roughly $13 billion in additional export revenue, with approximately $11 billion of the total flowing to South Korea.“This is great news,” said USGC Chairman Dr. Wendell Shauman. “Our farmer leaders have been working hard with Congressional members to demonstrate the benefits of U.S. agricultural trade. Their hard work has paid off.” Dr. Shauman and Thomas C. Dorr, USGC president and CEO, will travel to Colombia and Panama in the near future for meetings with private sector and governmental leaders aimed at regaining U.S. grain exports to the region. U.S. agricultural exports have lost market share in both countries in recent years because other exporting countries have negotiated their own free-trade agreements, excluding the United States, while the U.S. trade agreements remained stalled. In 2007, for example, Colombia imported 3 million tons of corn with the United States enjoying a 95 percent market share. In 2010, however, imports fell to 700,000 metric tons and U.S. market share shrunk to less than 20 percent.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Japanese Corn Industry

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Men repainting a water tower as a ear of corn ...

Image via Wikipedia

The U.S. Grains Council recently organized a team of Japanese corn industry representatives to travel to the United States for a firsthand look at the high quality crop. “It was encouraging for the corn buyers in the team to see the good condition,” said Tommy Hamamoto, USGC director in Japan. “The U.S. maintains over 80 percent market share in Japan mainly due to the reliable supply of high quality corn. The visits further ensured the industry’s willingness to purchase U.S. corn.” The team visited a Grain, Inspection, Packers and Stockyards Administration (GIPSA) field office to learn about grain quality assurance standards for both domestic and export use. The team also toured the Chicago & Illinois River Terminal Elevator, the CGB Naples elevator and the Zen-Noh export elevator in New Orleans. Finally, the team met with Monsanto to learn about new developments in biotechnology and breeding.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sorghum Harvest Bleak

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Starter Fertilizer Effect on Corn Production

Image by Pro-Soil AG Solutions (Prosoil) via Flickr

Thirty-three percent of the U.S. corn crop has been harvested so far this year, compared to a five-year average of 32 percent, according to USDA’s Crop Progress Report, indicating the harvest is right on schedule. Corn condition for the 18 states surveyed, representing 94 percent of the U.S. corn crop, is reported at 53 percent in the good to excellent range. Nebraska reported 19 percent harvested compared to the 20 percent five-year average. This trend is also seen in other states including Illinois, with 49 percent harvested compared to the 46 percent five-year average, and South Dakota, with 18 percent harvested compared to just 14 percent harvested five-year average. According to U.S. Grains Council At-Large Director Alan Tiemann, a corn farmer in Seward, Neb., “The crop in Nebraska is looking good. A rainy past few days has slowed progress a bit but overall yields are good and moisture is about where you want it to be, around 15 percent. Quality is looking good and I’m anxious to get back out as soon as the field dries.” News is bleak for Texas sorghum farmers in the panhandle, however, with only 50 percent of planted acres deemed worthy of harvest.
Of the 11 states surveyed, which represent 99 percent of the planted acres, the harvest is reported at 37 percent compared to the 43 percent five-year average, with 60 percent being in good to excellent condition.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

USGC Congratulates Congress for Passage of FTAs; Now the Work Begins

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

United States Department of Agriculture buildi...

Image via Wikipedia

Washington, D.C., The U.S. Grains Council salutes Congress on final passage of the long-stalled free trade agreements with Panama, Colombia and South Korea. These agreements provide significant benefits for U.S. agricultural trade and the U.S. economy by leveling the playing field in markets where U.S. producers have been laboring under an unfair competitive disadvantage. Ratification of the agreements provides for immediate duty-free access for most U.S. goods, creating opportunities for increases in U.S. agricultural exports which will generate economic growth and U.S. jobs. The agreements are expected to generate roughly $13 billion in additional export revenue, with approximately $11 billion of the total flowing to South Korea. “This is great news,” said USGC Chairman Dr. Wendell Shauman. “Our farmer leaders have been working hard with Congressional members to demonstrate the benefits of U.S. agricultural trade. Their hard work has paid off.” Dr. Shauman and Thomas C. Dorr, USGC president and CEO, will travel to Colombia and Panama in the near future for meetings with private sector and governmental leaders aimed at regaining U.S. grain exports to the region. U.S. agricultural exports have lost market share in both countries in recent years because other exporting countries have negotiated their own free-trade agreements, excluding the United States, while the U.S. trade agreements remained stalled. In 2007, for example, Colombia imported 3 million tons of corn with the United States enjoying a 95 percent market share. In 2010, however, imports fell to 700,000 metric tons and U.S. market share shrunk to less than 20 percent. The U.S. Grains Council is a private, non-profit partnership of farmers and agribusinesses committed to building and expanding international markets for U.S. barley, corn, grain sorghum and their products. The Council is headquartered in Washington, D.C., and has 10 international offices that oversee programs in more than 50 countries. Financial support from our private industry members, including state checkoffs, agribusinesses, state entities and others, triggers federal matching funds from the USDA resulting in a combined program value of more than $28.3 million. The U.S. Grains Council does not discriminate on the basis of race, color, national origin, sex, religion, age, disability, political beliefs, sexual orientation or marital/family status. Persons with disabilities, who require alternative means for communication of program information, should contact the U.S. Grains Council.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il Parlamento e il popolo sovrano

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Giorgio Almirante

Image via Wikipedia

I radicali da una parte e l’on.le Americo Porfidia dall’altra hanno stigmatizzato l’atteggiamento delle opposizioni che hanno disertato l’aula per non ascoltare la dichiarazione del Presidente del Consiglio. I primi hanno usato parole nobili richiamandosi al rispetto dell’uomo ed evocando un precedenti allorchè l’aula fu desertificata durante l’intervento dell’on.le Giorgio Almirante segretario dell’allora Movimento sociale italiano. In quella circostanza solo i radicali fecero eccezione. Il riferimento non è, tuttavia, piaciuto ad alcuni esponenti del Fli che si sentono idealmente eredi di quel partito. Per costoro è quasi offensivo fare un paragone tra Almirante e Berlusconi e detto francamente questa contrarietà è condivisibile. Almirante era un galantuomo. Molti politici di segno opposto lo stimavano e ho sentito personalmente l’on.le Andreotti osservare che se Almirante fosse stato di un altro partito di certo sarebbe diventato ministro. Oggi i ministri e i sottosegretari si scelgono per altri meriti: O tempora! O mores!. Per quanto riguarda le esternazioni dell’on.le Porfidia potremmo limitarci ad una battuta: chi semina vento raccoglie tempesta. Le istituzioni meritano, indubbiamente, rispetto, ma il rispetto si conquista attraverso l’opera di chi è preposto a tali incarichi. Non sono figure astratte che si muovono per virtù divina ma si identificano invariabilmente con coloro che le rappresentano. Ecco perché il giudizio critico che da più parti si scarica sul Parlamento, restando alla fattispecie, non necessariamente si riferisce al contenitore ma al contenuto e se questo contenuto è deteriorato logica vorrebbe che si rinnovasse per evitare che anche l’involucro finisse con l’essere danneggiato. Se ciò non avviene, non dobbiamo qui coprirci il capo di cenere e stigmatizzare le persone che non c’entrano in questo dissacramento, cerchiamo invece di togliere le istituzioni dall’imbarazzo di una coabitazione tanto compromettente. E se non siamo capaci allora ciò che è accaduto qualche giorno fa è pienamente giustificato anche se taluni promotori lo hanno fatto per calcolo e non per fede e rispetto per le istituzioni. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Olio lubrificante rigenerato

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Olio Nuovo 2007

Image by Giampiero Mariottini via Flickr

A partire dal 13 Ottobre 2011, ATA S.p.a di Savona – la società che si occupa della raccolta, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti nel capoluogo di provincia ligure- utilizzerà olio lubrificante rigenerato a bordo di un proprio mezzo, nell’ottica di accrescere e diffondere la cultura della rigenerazione e l’importanza del riciclo come possibilità concreta di sviluppo sostenibile. Si tratta del primo esperimento del genere in Italia, reso possibile grazie alla firma, avvenuta questa mattina sotto la regia dell’Assessorato all’Ambiente, di un protocollo d’intesa tra Viscolube, azienda italiana leader nella riraffinazione degli oli usati, e ATA.
La sperimentazione prevede un test in cui verranno messe a confronto, per una durata di esercizio di 10.000 km o 1 anno, le prestazioni di un automezzo ATA adibito alla raccolta dei rifiuti che utilizzerà olio formulato con base rigenerata (cioè proveniente da un processo di rigenerazione dell’olio usato) con le prestazioni ottenute da un analogo veicolo che utilizzi olio lubrificante “tradizionale” (cioè “vergine”, con base lubrificante di prima raffinazione). Il test consentirà una valutazione comparata volta a dimostrare che il lubrificante rigenerato possiede caratteristiche equivalenti ai lubrificanti ottenuti da cicli produttivi di prima raffinazione e garantisce ai motori prestazioni analoghe, con evidenti vantaggi ambientali.
Una volta accertato che le prestazioni del mezzo in cui è stato utilizzato l’olio rigenerato non risultino inferiori a quelle del mezzo che utilizza olio vergine, ATA si impegna a fare in modo che le successive forniture di olio minerale siano costituite per una percentuale pari ad almeno il 25% di olio rigenerato, estendendo l’impiego dell’olio rigenerato all’intero parco mezzi. L’olio rigenerato proviene dall’impianto della ditta Viscolube, con criteri di qualificazione ambientale idonei per mettere in atto una strategia di sviluppo sostenibile. Infatti, le basi rigenerate Viscolube rispettano i requisiti delle Direttive Europee 2004/17/EC e 2004/18/Ec in materia di Green Public Procurement e hanno concluso con esito positivo l’istruttoria tecnica relativa alla domanda di iscrizione al Repertorio del Riciclaggio ai sensi del DM 203/2003. Viscolube si impegna a condividere e promuovere con le Amministrazioni aderenti ai protocolli, la sperimentazione e la comunicazione ai cittadini sull’uso degli oli lubrificanti formulati con basi rigenerate.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I libri come opere d’arte

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Ancient books, with a parchemint cover. Photog...

Image via Wikipedia

Non solo per i contenuti ma anche per la veste grafica. E’ questa la filosofia cui si ispira Scripta Maneant, casa editrice fondata nel 2007 da Giorgio Armaroli e Raffaele Martena. Direttore editoriale Federico Ferrari. La crescita vertiginosa è la conferma della validità della formula. Tra agenti e dipendenti, oggi lavorano per Scripta Maneant 56 persone. Dopo l’ ufficio di Bologna, ci sono state altre aperture: Reggio Emilia, Milano, Roma, Padova e Firenze. All’inizio del 2011 Scripta Maneant è stata premiata dal Presidente della Repubblica Italiana con speciale Medaglia Presidenziale per la pubblicazione del volume Bandiera Madre, considerato il più completo studio relativo al nostro Tricolore.
Il successo ottenuto in Italia ha messo le basi per l’espansione internazionale: Raffaello Universale è stato pubblicato in edizione francese. Leonardo Infinito e Michelangelo Assoluto usciranno in versione slovena. Al salone del libro di Francoforte viene presentato il nuovo volume su Michelangelo e presentata la collanaRinascimento Sublime per i mercati russo e cinese. Di questa collezione, oltre al Michelangelo Assoluto, farà parte un volume dedicato a Caravaggio.
Nel corso della rassegna tedesca viene presentata anche la Bibbia di Venezia. Si tratta di un ambizioso progetto in collaborazione con Marcianum Press, il gruppo editoriale della Fondazione Studium Generale Marcianum-Patriarcato di Venezia. Nell’opera, sempre di grande formato sono proposti i tesori musivi della Basilica di San Marco in un percorso indicato da un comitato scientifico designato dalla Procuratoria di San Marco, il plurisecolare organo di conservazione della Basilica.
Una ulteriore novità è rappresentata da due volumi a cura del fotografo Sandro Vannini, stretto collaboratore del più grande egittologo del mondo, Zahi Hawass. La serie, chiamata “Egitto segreto” cominciata con A Secret Voyage, continua con spettacolari riproduzioni fotografiche dedicate ai tesori nascosti e spesso mai visti prima, dell’antico Egitto. I temi delle due opere saranno i segreti delle piramidi e l’arte di Tutankhamon. Tra le novità d’autunno viene presentato a Francoforte anche il volume Corporate Identity, nuova uscita della collana “Monografie Tematiche di Architettura”. Realizzata in collaborazione con The Plan Editions, la collana pubblica progetti internazionali, recentissimi, con numerosi dettagli tecnici e servizi fotografici spettacolari.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La memoria dei giochi di strada

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Roma-via dei fori imperiali

Image via Wikipedia

Roma 23 ottobre 2011, ore 10.00 – 17.00 Via dei Fori Imperiali sarà anche quest’anno il teatro di un evento senza precedenti, volto a riproporre a tutti i romani e ai turisti presenti nella Capitale alcuni degli sport e delle attività ludiche che la tradizione popolare ha tramandato fino ai giorni nostri. L’intento è quello di raccogliere in un’unica e prestigiosa sede tutti quei giochi, alcuni dei quali divenuti vere e proprie discipline sportive, che affondano le radici nel tempo. È giusto non disperdere certi valori e necessario riproporre tante attività, spesso dimenticate, al grande pubblico, portando a conoscenza dei più giovani, soprattutto di quelli nati e cresciuti nelle città, l’esistenza storica di attività ludico-sportive che in passato costituivano, oltre che momento di svago, un motivo di aggregazione e che vedevano la partecipazione di più comunità, intese come differenti paesi o anche come differenti rioni del medesimo paese.
La manifestazione ha individuato alcuni giochi popolari che sono arrivati fino ai giorni nostri ed intende proporli in piazza perseguendo un duplice obiettivo : il primo didattico, affidando agli specialisti e agli atleti, che praticano tali discipline ancor oggi, il compito di mostrare al pubblico tutti i risvolti tecnici e le bellezze della specialità; il secondointerattivo, consentendo a tutti coloro che vorranno cimentarsi, di provare direttamente a giocare. Saranno allestite, lungo la storica strada, stand ed aree sportive interattive nelle quali si potranno cimentare non soltanto i praticanti delle varie specialità, ma tutti coloro che vorranno intervenire, sotto l’attenta guida di esperti istruttori dei vari giochi. Tra i tanti giochi individuati, qualche esempio: carrettini, pattini a rotelle, monopattino, minitango, tamburello, calcio balilla, badminton, biliardo, bocce, corsa con il sacco, ciclo tappi, chiodo bucato, salto della corda, caccia al tesoro, ruba bandiera, tennis trainer, scacchi, scherma antica, tiro con la balestra, tiro alla fune, morra, lancio della ruzzola, freccette …
Durante tutta la giornata, verrà istituito il Forum Internazionale della Cultura Ludica (presso il Cortile Mercato Vecchio) dove il pubblico potrà incontrare numerose associazioni che si occupano di questo settore per approfondire i temi della cultura ludica tradizionale e dove saranno presenti giocatori, studiosi e autori di libri legati a queste tematiche.
Numerosi saranno gli ospiti che racconteranno le loro esperienze, riflessioni ed implicazioni del gioco, partendo la loro proprio vissuto: Daniela Perco (direttrice del Museo Etnografico della Provincia di Belluno), Lino Abbati (responsabile dell’Associazione Amici di Ettore Guatelli), Lodovico Patelli (Museo Cavellas), Gabriele Di Stasio (autore del libro Torri di uomini in Basilicata), Giancarlo Tavella (Associazione Bijè), Ana Rosa Jaqueira (docente dell’Università di Coimbra),Paulo Coelho (docente dell’Università di Coimbra), Abdelkader Abassi (presidente della Fédération Algérienne des JST), Gholamreza Jafari (presidente della Federation Tribal & Rural Sport), Liu Su-I (presidente della Fédération de Rope Skiping e docente dell’Università di Taipei), Raúl A. Rodriguez (presidente della Asociación Panameña de Deportes y Juegos recreativos tradicionales), Erica Boschiero (cantautrice e cantastorie), Paolo Cossi (scrittore e disegnatore), Erik De Vroede (direttore del Museo Sportimonium), Joseph Rashidi Salumu (presidente della Fédération Kabubu du Congo), Ezzedine Bouzid (presidente onorario della Fédération Algérienne du Sport pour tous),Anders Bengtson (Grytgöls ik Swedish Varpa Association) e Somporn Gomaratut e Chuckchai Gomaratut (membri della Federazione di Gioco tradizionale della Tailandia).
Parteciperà al Forum anche Aejest, Association Euroéenne des Jeux et Sports Traditionelles, che ha come obiettivo lo sviluppo e la pratica del gioco tradizionale, insieme al riconoscimento dei valori veicolati da giochi e sport tradizionali in generale.
Sarà riservata uno spazio anche a ITSGA (International Traditional Sports and Games Association), l’associazione fondata l’11 luglio 2009 presso Aranda de Duero (Spagna).

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Schengen: “Bulgaria e Romania non devono diventare ostaggio d’istanze populiste”

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Member of the European Parliament Jerzy Buzek ...

Image via Wikipedia

Bruxelles, Parlamento europeo. Gli Stati membri dovrebbero evitare populismi nazionali e consentire l’ingresso di Bulgaria e Romania nell’area Schengen, prendendo in considerazione esclusivamente i criteri esistenti. Questa è la posizione del Parlamento approvata giovedì in una risoluzione che invita il Consiglio europeo ad adottare le misure necessarie per consentire a entrambi i paesi di entrar a far parte dell’area senza frontiere. In seguito alla decisione dei governi olandese e finlandese del 22 settembre di bloccare la richiesta di Romania e Bulgaria di far parte della zona Schengen, il Parlamento ha votato a larga maggioranza per ribadire il sostegno a includere entrambi i Paesi nell’area Schengen. Bulgaria e Romania “hanno entrambi soddisfatto tutti i criteri” per aderire, insistono i deputati e hanno pienamente attuato le regole di Schengen, che è “l’unico prerequisito alla loro adesione” all’area. Il Parlamento sollecita tutti gli Stati membri a decidere sulla loro adesione “sulla sola base dell’acquis e delle procedure di Schengen”. Criteri addizionali non possono essere imposti a questi due paesi, sottolinea sempre il PE, chiedendo ai governi nazionali di onorare i propri impegni e di “non dare la priorità al populismo nazionale”. I deputati hanno invece respinto un emendamento che chiedeva alla Commissione di presentare proposte per rafforzare la zona Schengen incorporando nella legislazione comunitaria nuovi criteri d’adesione su criminalità e corruzione.
“La Bulgaria e la Romania meritano di far parte dell’area Schengen. Hanno soddisfatto tutti i criteri. I loro confini sono sicuri. Chiedo a tutti gli Stati membri i prendere la decisione di allargare Schengen a Romania e Bulgaria solo sula base dell’aquis comunitario e le procedure esistenti. La Bulgaria e la Romania dovono poter contare sulla solidarietà e la correttezza dei partner europei”, ha detto il Presidente del PE Jerzy Buzek.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il marketing dei test genetici

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Animation of the structure of a section of DNA...

Image via Wikipedia

Negli ultimi anni, la possibilità di analizzare l’intero genoma umano ha alimentato un nuovo mercato, dove potenziali consumatori sono tutti coloro che desiderano scoprire i segreti scritti nel proprio Dna. Basta raccogliere in uno stick un campione della propria saliva per avere, grazie a un test a distanza, informazioni sul rischio di ammalarsi nel corso della vita. È quanto promettono molte aziende che attraverso internet offrono, direttamente ai consumatori, test genetici per diagnosticare e predire l’insorgenza di malattie neurologiche, ma non solo, al costo di poche centinaia di euro. Un passo avanti verso la medicina personalizzata o un nuovo business? Quanto sono affidabili le analisi del nostro patrimonio genetico? Quali sono le strategie usate dalle aziende per vendere questi prodotti? E siamo realmente pronti a interpretare, senza l’opportuna consulenza medica, la stima di rischio correlata a eventuali mutazioni del nostro Dna? Sul nuovo numero del Journal of Science Communication della Sissa di Trieste si parla di marketing dei test genetici: grazie al contributo di esperti di biomedicina e di comunicazione, Jcom cerca di far luce sugli aspetti medici, etici e sociali della questione e di svelare le dinamiche e le strategie di mercato delle imprese che vendono direttamente ai consumatori, in qualche caso senza fornire un servizio di counseling medico scientifico, speranze e informazioni, a volte utili a volte scientificamente discutibili. Contribuiscono alla riflessione Timothy Caulfield, direttore di ricerca del gruppo Health Law and Science Policy dell’Università di Alberta, in Canada;Marina Levina, del Dipartimento di comunicazione dell’Università di Memphis, e Roswell Quinn dell’University of Utah Medical Centre; Pascal Ducournau, docente di sociologia al Centro universitario Jean-François Champollion in Francia, e l’antropologa sociale Claire Beaudevin; Jenny Reardon, docente di sociologia al Center for Biomolecular Sciences all’Università della California di Santa Cruz, e Donato Ramani e Chiara Saviane, del Laboratorio Interdisciplinare della Sissa.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi poteri d’inchiesta per gli eurodeputati

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

El Parlamento Europeo aprueba la Tasa Robin Hood

Image by Gaiux via Flickr

Bruxelles. Parlamento europeo. La Commissione Affari Costituzionali ha approvato nuove norme per rafforzare l’esercizio del diritto d’inchiesta del Parlamento europeo includendovi il diritto di condurre indagini sul campo, citare testimoni, richiedere documenti e relazioni di esperti. Traendo spunto dalle nuove competenze politiche conferitigli dal Trattato e dalle sue precedenti commissioni d’inchiesta, i deputati ritengono che gli attuali poteri d’inchiesta del Parlamento siano limitati e che, quindi, dovrebbero essere estesi per permettergli di esaminare approfonditamente le presunte violazioni o i casi di cattiva amministrazione nell’applicazione del diritto comunitario. Il rapporto, redatto da David Martin (S&D, Regno Unito), invita il Consiglio e la Commissione a concordare una serie di modifiche dell’attuale diritto di inchiesta del Parlamento europeo, includendo nuove disposizioni in materia di sanzioni e di cooperazione con le autorità locali.
Il diritto d’inchiesta è un elemento importante dei poteri di sorveglianza e, a tal fine, secondo gli eurodeputati, alle commissioni d’inchiesta dovrebbe essere consentito di condurre indagini sul campo, anche ricevendo aiuto e assistenza da parte delle autorità nazionali, chiedere documenti, citare testimoni, sentire funzionari e altri agenti dell’Unione o degli Stati membri e chiedere relazioni di esperti. Se lo ritiene necessario, la commissione d’inchiesta deve poter citare come testimone chiunque sia residente nell’Unione europea. Ai testimoni, preventivamente informati dei loro diritti e obblighi, potrà essere richiesto di prestare giuramento pur mantenendo sia il diritto di rifiutare, sia le altre forme di tutela garantite, in casi analoghi, dalla propria legislazione nazionale.
Secondo le nuove norme, gli Stati membri dovranno prevedere sanzioni per chi si rifiuta di testimoniare o di fornire, senza giustificato motivo, i documenti richiesti, chi fornisce falsa testimonianza e chi corrompe i testimoni.
Secondo le nuove disposizioni introdotte dal Trattato di Lisbona, la nuova proposta di regolamento del Parlamento europeo, per entrare in vigore deve ricevere l’approvazione della Commissione europea e del Consiglio. Una volta completata tale procedura, il regolamento diviene immediatamente applicabile in tutti i Paesi membri.
Dal 1995, quando l’esercizio del diritto di inchiesta è stato introdotto, il Parlamento ha istituito tre commissioni di inchiesta: per indagare sulle frodi in materia di IVA e di dazi doganali in regime di transito comunitario (1995), per la crisi dovuta alla malattia della mucca pazza (ESB) (1997), e per la debacle finanziaria della compagnia di assicurazione “Equitable Life”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Peoples of Europe, rise up!

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Roma - Via dei Fori Imperiali vista dal Vittoriano

Image via Wikipedia

Roma 15 ottobre – Partenza ore 14.00 da Piazza della Repubblica Ci siamo. Oggi è la giornata globale di mobilitazione che ha adottato come slogan “united for global change/uniti per il cambiamento globale”. Non solo in Italia e in Europa ma in tutto il mondo milioni di persone si mobiliteranno contemporaneamente: saranno infatti oltre 800 le manifestazioni che riempiranno le strade e le piazze di 719 città di 71 paesi sparsi nei 5 continenti per rivendicare diritti e politiche sociali a sostegno dei giovani, dell’occupazione, del welfare contro le misure di austerity imposte dagli organismi finanziari internazionali con il beneplacito dei governi nazionali.
Da questa notte diverse centinaia di autobus da oltre 70 città di tutto il paese partiranno per raggiungere la capitale, dove nel pomeriggio di sabato si snoderà il grande corteo unitario.
L’appuntamento è per le ore 14.00 a Piazza delle Repubblica. Il corteo attraverserà via Cavour, via dei Fori Imperiali, via Labicana e via E.Filiberto prima di raggiungere piazza San Giovanni. A San Giovanni saranno allestiti diversi speakers’ corner per dare ai manifestanti la possibilità di prendere parola. Dal punto voce principale si susseguiranno i rappresentanti delle principali lotte in corso in Italia, dai cassintegrati della Fiat, agli studenti, ai precari, ai lavoratori dello spettacolo, alle vertenze in difesa del territorio e dei beni comuni.
In Italia l’appello internazionale è stato raccolto da tanti soggetti organizzati, alleanze sociali, gruppi informali e persone che hanno dato vita al Coordinamento 15 ottobre. La grande manifestazione nazionale non sarà che una tappa della ripresa di spazio pubblico di mobilitazione permanente, necessario per cambiare l’Italia e il nostro continente e restituire democrazia, partecipazione, diritti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »