Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

La memoria dei giochi di strada

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2011

Roma-via dei fori imperiali

Image via Wikipedia

Roma 23 ottobre 2011, ore 10.00 – 17.00 Via dei Fori Imperiali sarà anche quest’anno il teatro di un evento senza precedenti, volto a riproporre a tutti i romani e ai turisti presenti nella Capitale alcuni degli sport e delle attività ludiche che la tradizione popolare ha tramandato fino ai giorni nostri. L’intento è quello di raccogliere in un’unica e prestigiosa sede tutti quei giochi, alcuni dei quali divenuti vere e proprie discipline sportive, che affondano le radici nel tempo. È giusto non disperdere certi valori e necessario riproporre tante attività, spesso dimenticate, al grande pubblico, portando a conoscenza dei più giovani, soprattutto di quelli nati e cresciuti nelle città, l’esistenza storica di attività ludico-sportive che in passato costituivano, oltre che momento di svago, un motivo di aggregazione e che vedevano la partecipazione di più comunità, intese come differenti paesi o anche come differenti rioni del medesimo paese.
La manifestazione ha individuato alcuni giochi popolari che sono arrivati fino ai giorni nostri ed intende proporli in piazza perseguendo un duplice obiettivo : il primo didattico, affidando agli specialisti e agli atleti, che praticano tali discipline ancor oggi, il compito di mostrare al pubblico tutti i risvolti tecnici e le bellezze della specialità; il secondointerattivo, consentendo a tutti coloro che vorranno cimentarsi, di provare direttamente a giocare. Saranno allestite, lungo la storica strada, stand ed aree sportive interattive nelle quali si potranno cimentare non soltanto i praticanti delle varie specialità, ma tutti coloro che vorranno intervenire, sotto l’attenta guida di esperti istruttori dei vari giochi. Tra i tanti giochi individuati, qualche esempio: carrettini, pattini a rotelle, monopattino, minitango, tamburello, calcio balilla, badminton, biliardo, bocce, corsa con il sacco, ciclo tappi, chiodo bucato, salto della corda, caccia al tesoro, ruba bandiera, tennis trainer, scacchi, scherma antica, tiro con la balestra, tiro alla fune, morra, lancio della ruzzola, freccette …
Durante tutta la giornata, verrà istituito il Forum Internazionale della Cultura Ludica (presso il Cortile Mercato Vecchio) dove il pubblico potrà incontrare numerose associazioni che si occupano di questo settore per approfondire i temi della cultura ludica tradizionale e dove saranno presenti giocatori, studiosi e autori di libri legati a queste tematiche.
Numerosi saranno gli ospiti che racconteranno le loro esperienze, riflessioni ed implicazioni del gioco, partendo la loro proprio vissuto: Daniela Perco (direttrice del Museo Etnografico della Provincia di Belluno), Lino Abbati (responsabile dell’Associazione Amici di Ettore Guatelli), Lodovico Patelli (Museo Cavellas), Gabriele Di Stasio (autore del libro Torri di uomini in Basilicata), Giancarlo Tavella (Associazione Bijè), Ana Rosa Jaqueira (docente dell’Università di Coimbra),Paulo Coelho (docente dell’Università di Coimbra), Abdelkader Abassi (presidente della Fédération Algérienne des JST), Gholamreza Jafari (presidente della Federation Tribal & Rural Sport), Liu Su-I (presidente della Fédération de Rope Skiping e docente dell’Università di Taipei), Raúl A. Rodriguez (presidente della Asociación Panameña de Deportes y Juegos recreativos tradicionales), Erica Boschiero (cantautrice e cantastorie), Paolo Cossi (scrittore e disegnatore), Erik De Vroede (direttore del Museo Sportimonium), Joseph Rashidi Salumu (presidente della Fédération Kabubu du Congo), Ezzedine Bouzid (presidente onorario della Fédération Algérienne du Sport pour tous),Anders Bengtson (Grytgöls ik Swedish Varpa Association) e Somporn Gomaratut e Chuckchai Gomaratut (membri della Federazione di Gioco tradizionale della Tailandia).
Parteciperà al Forum anche Aejest, Association Euroéenne des Jeux et Sports Traditionelles, che ha come obiettivo lo sviluppo e la pratica del gioco tradizionale, insieme al riconoscimento dei valori veicolati da giochi e sport tradizionali in generale.
Sarà riservata uno spazio anche a ITSGA (International Traditional Sports and Games Association), l’associazione fondata l’11 luglio 2009 presso Aranda de Duero (Spagna).

Una Risposta to “La memoria dei giochi di strada”

  1. Recommended Resources…

    […]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[…]…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: