Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Difesa-sicurezza: tagli comparti

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2011

NOCS of the Italian Police

Image via Wikipedia

“La notizia che ieri il Ministro della difesa La Russa ha voluto anticipare sulla firma del dpcm con il quale dovrebbero essere – a suo dire – compensati i tagli di bilancio e i blocchi degli stipendi e degli avanzamenti di carriera del personale dei comparti difesa e sicurezza è solo l’ennesima “presa per i fondelli”.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Pdm – “E’ da quando La Russa e il suo amico senatore Gasparri hanno inventato la “burla” del fondo perequativo facendolo passare come la grande soluzione per riconoscere la specificità dei militari e dei poliziotti che noi del Pdm gli ripetiamo che per escludere dall’ambito di applicazione dell’articolo 9, comma 1 del decreto-legge n. 78 del 2010, poi convertito nella legge n. 122 del 2010, le peculiari indennità e gli istituti di progressione economica correlati allo status e alla specificità del personale del comparto sicurezza e difesa del Corpo nazionale dei vigili del fuoco servirebbero più di 2 miliardi di euro per il triennio 2011-2013. Questi soldi – prosegue Comellini – sappiamo che non ci sono e che non ci potranno essere a meno che La Russa si convinca, per il bene del Paese, a rinunciare all’acquisto dei 131 caccia JSF, oppure ad attuare l’unificazione delle forze di polizia. Queste sono le due proposte costruttive che noi del Pdm gli sottoponiamo da tempo come valide soluzioni soluzioni, condivise dagli italiani e dal personale delle Forze di polizia perché, se attuate, renderebbero immediatamente disponibili importanti risorse economiche per circa 7 miliardi di euro, che sarebbero ampiamente sufficienti a coprire le necessità del personale dei Ministeri della Difesa e dell’Interno. Tuttavia però – conclude Comellini – continuo a notare che La Russa preferisce gli interessi e i vizi dei generali tanto a acquistargli delle Maserati blindate per farli scorrazzare più comodi e sicuri in giro per il Paese. Alla faccia della crisi e dei sacrifici che ogni giorno il Governo chiede agli uomini e donne in divisa.” Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: