Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 4 novembre 2011

The Other Art Fair

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

London 25 November at the Bargehouse in London’s South Bank.This autumn, London will see the launch of a new and unique Contemporary art fair to be held at The Bargehouse on Southbank. Beginning on 25 November, The Other Art Fair will provide a platform unlike any other for artists, collectors and gallerists to connect directly.A carefully selected array of 100 emerging artists has been chosen to display works and sell them directly to the public. The fair aims to give emerging artists, as yet unrepresented, an exclusive opportunity to promote their work and ideas. As the artists will gain all the proceeds from the sales they make, collectors are being encouraged to come to the fair prepared to negotiate. It will provide them with the chance to gain insight into their purchases, as they will be able to discuss the meaning and creative process of the works with the artists.Hundreds of artists applied to participate in the fair via the website before being whittled down to 100 of the most exciting new and unsigned artists. Works on sale will range from urban designs in spray-paint by Paul Larricart to the haunting seascapes of Emma Kemp. Other highlights will include sculptures by Ting Tong Chang, constructed from reclaimed materials such as shopping trolleys; whilst Twinkle Troughton will present her wickedly satirical canvases. The art on display at The Other Art Fair has been chosen by a committee with a widespread expertise in contemporary art. Ranging from writers and curators, to journalists and artists, their combined experience of dealing with artists and collectors is sure to help maximise this opportunity for emerging talent to gain recognition. Charming Baker commented that “The Other Art Fair is a wonderful door-opener for some major new talent.’’ His example of operating as an unsigned but highly successful artist will act as an inspiration for artists and collectors looking to forge new connections for themselves.http://www.theotherartfair.com/

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Somalia: offensiva militare del Kenya

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Ruins of Qa’ableh, Somalia.

Image via Wikipedia

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) attacca duramente il governo del Kenya che con la sua offensiva militare contro le milizie radical-islamiche Al-Shabaab ha messo in pericolo gli aiuti umanitari per oltre tre milioni di persone affamate nella Somalia centrale e meridionale. L’APM sottolinea che la protezione e l’assistenza umanitaria alla popolazione civile devono avere la massima priorità. La popolazione affamata è terrorizzata dai bombardamenti aerei e rinuncia anche a fuggire all’estero alla ricerca di cibo e protezione. L’attacco missilistico lanciato domenica scorsa dall’aviazione keniota ha colpito un campo profughi della città di Jilib uccidendo 5 civili (tra cui tre bambini) e ferendo altre 52 persone.Almeno 31 dei feriti sono bambini e non combattenti delle milizie Al-Shabaab. Il governo del Kenia nega ogni responsabilità per l’attacco aereo e accusa i miliziani di fare “propaganda” ma i collaboratori delle organizzazioni umanitarie straniere presenti confermano l’attacco aereo e il ferimento dei profughi.Ancora un volta un paese straniero combatte una guerra su territorio somalo, senza alcun riguardo per la popolazione civile. Già l’esercito etiope fu accusato di aver commesso gravi crimini di guerra e contro l’umanità durante l’occupazione della Somalia centrale tra il 2006 e il 2009.Tre settimane fa il Kenia ha avviato la sua offensiva militare nella Somalia meridionale. Da allora il numero dei profughi per fame che cercavano aiuto nel paese confinante è drasticamente sceso. Se prima dell’offensiva circa 3.400 profughi cercavano settimanalmente riparo in Kenia, dopo l’avvio dell’offensiva il loro numero è sceso ad appena 100.Le persone affamate soffrono anche le misure coercitive delle milizie Al Shabaab che a partire da fine ottobre hanno deportato oltre 27.000 profughi prelevandoli a forza dai campi profughi della regione del Lower Shabelle per riportarli nelle loro regioni di provenienza dalle quali erano scappati. Per sostenere l’apparenza di normalità, le milizie pretendono che la popolazione resti nei propri villaggi a lavorare i campi, ma la gente non ha provviste alimentari e senza aiuti alimentari non può sopravvivere fino ai prossimi raccolti. La deportazione dei profughi da parte delle milizie Al Shabaab costituisce una grave violazione del diritto umanitario.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“International School of Ethology”

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

A view from Erice to Favignana and Marettimo.

Image via Wikipedia

Erice 6 novembre “International School of Ethology” di Erice, diretta dai Proff. Danilo Mainardi e Stefano Parmigiani, in corso di svolgimento fino a domenica. Unico italiano tra i “teachers” e co-organizzatore del convegno è il Prof. Andrea Sgoifo, professore associato di Fisiologia e responsabile del Laboratorio di Fisiologia dello Stress presso il Dipartimento di Biologia Evolutiva e Funzionale dell’Università di Parma, che parlerà degli effetti dello stress sociale sul cuore. Il tema è di estrema attualità. E’ ormai appurato e universalmente riconosciuto che i fattori di stress – soprattutto quelli di natura psicologica che si presentano in forma cronica – hanno un ruolo significativo nell’insorgenza e nella progressione di innumerevoli patologie umane. Da qui, l’importanza di estendere le nostre conoscenze sui substrati biologici di questa relazione, per meglio prevenirne e fronteggiarne le conseguenze sulla salute.
Gli speaker del workshop tratteranno temi che spaziano dalla definizione del concetto di stress, ai metodi per misurarlo, dall’impatto dello stress nel periodo fetale al ruolo del sistema immunitario, dagli effetti sull’apparato cardiovascolare a quelli sul metabolismo e sulla memoria.Questo workshop è specificamente indirizzato a giovani ricercatori di tutta Europa (dottorandi e post-doc), che hanno da poco intrapreso la carriera di ricerca e che avranno così modo di discutere sugli avanzamenti più recenti in biologia e patologia dello stress con alcuni tra i massimi esperti mondiali del settore.
Oltre al sostegno e all’ospitalità del Centro Ettore Majorana per la Cultura Scientifica di Erice, l’evento si svolge nell’ambito delle attività previste dallo “Eurostress Program”, finanziato dalla European Science Foundation.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AfricaCom Conference & Exhibition 2011

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Digital Terrain Model Generator + Textures(Map...

Image via Wikipedia

Città del Capo Sudafrica si terrà tra il 9 e 10 Novembre 2011, a Città del Capo Sudafrica.AfricaCom Conference & Exhibition 2011 AfricaCom è il principale evento di comunicazione in Africa, con una partecipazione senza eguali più di 5.000 professionisti. È un evento pieno di interattività ed opportunità di networking, capace di riunire i principali attori dell’ecosistema. AfricaCom riassume in pieno il boom del mercato delle comunicazioni, pronto ad alimentare la sua crescita economica e sociale. Questo sarà il primo anno di partecipazione di WiTech all’AfricaCom durante il quale l’azienda presenterà il suo portafogli di servizi e soluzioni che includono TEA|WiMAX e TEA|LTE – una famiglia completa di strumenti di analisi di business case, TelcoGIS – un web-based GIS per il supporto delle operazioni avente un’applicazione di copertura innovativo, WROP- una piattaforma carrier-grade e all’avanguardia per la gestione degli accessi ed dei servizi, e Wi-Fi Cloud- una soluzione chiavi in mano specificatamente progettato per fornire servizi Wi-Fi gestiti. Commentando la partecipazione di WiTech all’AfricaCom, Andrea Calcagno, fondatore e CEO dell’azienda, ha dichiarato “Siamo davvero entusiasti di partecipare! Vogliamo espandere la nostra presenza internazionalmente ed il mercato Africano ci sembra un punto strategico. Crediamo che questo evento sarà il primo, importante passo per stabilire relazioni win-win di lungo termine con gli operatori Africani ed i fornitori che possono beneficiare delle nostri soluzioni e servizi.” WiTech sarà rappresentata all’AfricaCom da senior executive ed esperti in materia. Per fissare un incontro durante e/o ai margini di questo evento o per ulteriori informazioni, contatta Armida Kaloti all’indirizzo email armida.kaloti@witech.it e vi risponderà al più presto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il microcredito come fattore di sviluppo

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

no compassion

Image by Giulia Riccobono via Flickr

Nei paesi in via di sviluppo tante famiglie vivono con i proventi delle loro piccole imprese. Spesso, però, hanno difficoltà ad accedere al prestito bancario e questo ostacolo impedisce l’avvio e la crescita delle loro attività.
I programmi di microcredito, in questi anni, hanno rappresentato una soluzione al problema e hanno permesso l’accesso ai servizi finanziari anche a persone che vivono in condizioni di povertà ed emarginazione.
Di questo si è parlato  nel convegno dell’Università Europea di Roma, “Il microcredito come fattore di sviluppo”, moderato da Padre Paolo Scarafoni LC, Rettore della stessa università.
Nel suo intervento introduttivo la Prof.ssa Matilde Bini, Coordinatrice dell’Ambito di Economia dell’Università Europea di Roma, ha spiegato che il microcredito consiste in “piccoli prestiti, quelli che le banche non trattano, erogati a fronte dell’assenza di un deposito o di garanzie reali. Sono i prestiti per gli ultimi della Terra. Secondo lo schema più noto, i prenditori del prestito si impegnano a onorare il debito collettivamente: sono cioè responsabili l’uno con l’altro, prima ancora che con l’istituto che eroga il microcredito. Dal successo del progetto imprenditoriale e dalla restituzione di tutti i prenditori dipende la possibilità di accedere a un nuovo piccolo prestito. Il sistema è quindi basato essenzialmente sulla fiducia, sulla libertà, sulla responsabilità di ciascuno. Al centro vi è la persona, che come tale e non come individuo, è costitutivamente in relazione con gli altri. Si tratta di una nuova prospettiva per un’economia al servizio della persona”.Il Prof. Fulvio Milano, Docente di Finanza Aziendale presso l’Ambito di Economia dell’Università Europea di Roma, ha spiegato che il microcredito interviene “con organismi di credito specializzati, situati nei paesi poveri e promossi dai paesi sviluppati, che rendono ‘bancabili’ le situazioni personali non bancabili con i criteri tradizionali”. “I risultati concreti di questa attività – ha ricordato il Prof. Milano – sono assai soddisfacenti, poiché il tasso di rimborso è altissimo, ben il 97% (con una ‘sofferenza’ quindi del 3%, quando in Italia i crediti in sofferenza sono il 10% del totale prestiti)”. Il Prof. Daniele Ciravegna, Ordinario di Economia Politica presso l’Università degli Studi di Torino, ha sottolineato l’importanza dell’attenzione alla persona come caratteristica positiva e virtuosa del microcredito, basata su valori fondamentali come la cultura dell’accoglienza, dell’ascolto e dell’accompagnamento. Il tutto grazie al sostegno di tanti volontari qualificati che mettono a disposizione degli altri la loro esperienza.
Il Dott. Pietro Masci, già Direttore dell’ufficio Mediterraneo e Balcani della BEI e già vice-Direttore dell’ufficio infrastrutture e finanza del Banco Interamericano di sviluppo, ha spiegato che “il microcredito emerge come risposta alla domanda di credito dei micro-imprenditori, stimati in oltre 90 milioni in tutto il mondo con un potenziale di oltre 2 miliardi, che dimostrano iniziativa, disciplina e capacità di pagamento. La micro finanza include, oltre al credito, altri servizi finanziari come depositi, risparmi e assicurazioni. In questo senso il ruolo della micro finanza è cruciale per rompere il cerchio vizioso della povertà”. Il convegno dell’Università Europea di Roma è stato aperto da un saluto dell’On. Mario Baccini, Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito, che ha definito il microcredito “una speranza nella lotta alla povertà e all’emarginazione”. L’incontro si è tenuto nell’ambito delle attività collegate alla mostra “Amazzonia una diversa prospettiva”, realizzata dall’Associazione Impegnarsi Serve Onlus con l’obiettivo di offrire un percorso di sensibilizzazione alle tematiche dell’ambiente in un’ottica interculturale, ispirandosi ai principi di solidarietà e di sviluppo integrale dell’uomo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

The 40th UAE National Day celebrations

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Abu Dhabi skyline

Image via Wikipedia

Dubai, naseba seven – a week-long test of endurance which will see Scott Ragsdale attempt seven iron-distance triathlons across the seven Emirates of the UAE in seven consecutive days – has been officially incorporated in to the 40th UAE National Day celebrations programme.The seven-day challenge is endorsed by the country’s leading body for all sporting and youth-related activities, the UAE General Authority of Youth and Sports Welfare, as it complements their ‘live a healthy lifestyle’ campaign. Municipality of Abu Dhabi City, the Main Partner for the challenge, and Abu Dhabi Sports Council are amongst some of the UAE bodies that have extended their support for naseba seven.naseba seven starts in the Emirate of Fujairah on November 24th and concludes in Abu Dhabi on November 30th. In the ensuing three weeks, Scott will participate in a number of local activities designed to encourage individuals to focus on pursuing their aspirations and goals. These include school and other public visits where the ultimate aim is to have a positive impact.This week he planned to complete his third test week in Fujairah – effectively a practice run for naseba seven. The purpose of this final test week was to simulate the challenge and ensure Scott is fully prepared both mentally and physically.However on day four Scott crashed whilst cycling on a main road, sustaining injuries to his hip, shoulder and hand. As he hit the hard, dusty surface he suffered a blow to his head which split his helmet. As a precautionary measure he was taken to Fujairah hospital – with results later confirming he had not suffered a concussion. Following the incident Scott explained: “My leg is stiff and I won’t be able to train for several days and probably won’t be able to run for a week. This just adds to the challenge because when you fall down you just have to get back up and keep on climbing.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Fecondazione eterologa

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

fecondazione in vitro

Image by vignettando con Dario Levi via Flickr

E’ stata resa pubblica la decisione della Grande Camera della Corte di Strasburgo che ritiene non sussistere la violazione dell’art.8 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (EDU) da parte dell’Austria e della sua normativa sulla fecondazione assistita, che consente solo la donazione di gamete maschile in vivo, e non in vitro, e fa divieto della donazione di gamete femminile. Costituite nel procedimento anche due associazioni di pazienti italiane: l’Associazione Hera Onlus di Catania e la SOS Infertilità di Milano. “Se oggetto della Corte di Strasburgo fosse stata la legge italiana – ha affermato Francesco Gerardi, Presidente Associazione di Pazienti Hera – probabilmente l’esito sarebbe stato diverso: la legge 40 vieta in assoluto la donazione di gamete e non ammette deroghe e possibilità intermedie come nel caso austriaco. La legge austriaca infatti consente la donazione di gamete maschile in vivo. La Corte ha riconosciuto nuovamente che il diritto a crearsi una famiglia e ad avere bambini con la fecondazione in vitro rientra ed è sotto la protezione dell’art. 8 della Convenzione Edu, che concerne il rispetto della vita privata e famigliare. Se nel caso dell’Austria tale diritto è parzialmente tutelato, in Italia non è ancora così dato il divieto assoluto di eterologa.”
Il collegio di difesa dell’Associazione Hera Onlus di Catania e della SOS Infertilità di Milana, che hanno sostenuto le coppie austriache, era costituito dall’Avv. Maria Paola Costantini del Foro di Firenze e dalla Prof. Marilisa D’Amico del Foro di Milano e Ordinario di Diritto Costituzionale all’Università Statale di Milano (nel collegio anche i colleghi avv. Sebastiano Papandrea, Massimo Clara, Cesare Pitea). Le Associazioni italiane di pazienti nel procedimento di Strasburgo
“Il fatto che la Corte inviti esplicitamente tutti i Paesi aderente alla CEDU ad adeguarsi ai cambiamenti della società – affermano l’Avv. to Maria Paola Costantini e la Prof. ssa Marilisa D’Amico – è un chiaro monito all’Italia. Ora ci sono i casi portati davanti alla Corte Costituzionale italiana, una coppia siciliana e una milanese con problemi gravi di salute (menopausa precoce e sterilità maschile genetica), profili differenti rispetto alla vicenda austriaca, per i quali si chiede l’eliminazione delle discriminazioni oggi esistenti tra coppie infertili dal punto di vista sanitario ed economico e il riconoscimento di un diritto di autodeterminazione e di scelta sulla propria vita famigliare. La modifica della Legge 40 su questo punto risponderebbe ai criteri di ragionevolezza e di tutela peraltro indicati nella pronuncia di Strasburgo.
Avv. Maria Paola Costantini e Prof. Marilisa D’Amico

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La Foresteria Sapienza apre le porte agli studenti migliori

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

La Sapienza University in Rome is Europe's lar...

Image via Wikipedia

Roma 7 novembre 2011 ore 10.30 Palazzo Baleani Corso Vittorio Emanuele II 244, ore 12.30 Foresteria Via Volturno 42 gli studenti vincitori del bando per l’accesso alla Scuola superiore di studi avanzati della Sapienza saranno ufficialmente accolti dalle autorità accademiche nella nuova sede residenziale di via Volturno. Alle 12,30 il rettore Luigi Frati consegnerà ai 16 ragazzi che frequenteranno la scuola di eccellenza nel 2011-2012 le chiavi delle camere della Foresteria Sapienza. L’appuntamento sarà preceduto alle ore 10,30 dalla cerimonia di apertura delle attività della scuola presso la sede di Palazzo Baleani. Nel corso della giornata sono previsti gli interventi del Rettore Luigi Frati, del Direttore della Scuola Alessandro Schiesaro, del Direttore Generale Carlo Musto D’Amore. La Lectio magistralis dal titolo “Il volo degli storni nei cieli di Roma” sarà tenuta da Giorgio Parisi. La Foresteria dispone di 38 camere, di cui 19 singole e 19 doppie, per un totale di 57 posti letto e 3 mini appartamenti di cui uno per disabili. Oltre agli studenti della Scuola superiore di studi avanzati la foresteria è destinata a residenza per attività istituzionali, conferenze e seminari di carattere nazionale o internazionale e ospiterà professori, ricercatori, visiting/professor/scientist, studenti borsisti, assegnisti, dottorandi, personale tecnico amministrativo di altri atenei italiani e stranieri oltre alle autorità invitate dalle strutture dell’Ateneo. L’attività di supporto alla gestione del servizio sono state affidate, per il prossimo triennio, alla Fondazione Pier Giorgio Falciola.
La Scuola superiore di studi avanzati è finalizzata al progresso della scienza e alla valorizzazione dei giovani secondo criteri di merito. Possono partecipare annualmente al concorso per l’accesso alla Scuola studenti immatricolati alla Sapienza al primo anno che abbiano superato l’esame di maturità con un punteggio pari o superiore a 95/100. Per l’anno accademico 2011-2012 sono stati selezionati 16 studenti provenienti da diverse regioni italiane. La Scuola offre agli studenti percorsi e attività formative complementari a quelli previsti dagli ordinamenti, finalizzate a promuovere le capacità degli studenti, attraverso l’arricchimento scientifico e culturale anche in senso interdisciplinare. I percorsi formativi sono articolati in quattro aree accademiche: scienze giuridiche, politiche economiche e sociali, scienze della vita, scienze e tecnologie, studi umanistici.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recent News from the Green Movement

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Aerial view of the White House in Washington, D.C.

Image via Wikipedia

Conservatives often accuse the Obama administration of “picking winners and losers.” After bailouts and the Solyndra debacle, it’s pretty clear that the government does no such thing: it only picks losers. This has become even more apparent after Beacon Power Corp., which received a $43 million U.S. Energy Department loan guarantee, filed for bankruptcy. This merely highlights the administration’s sheer folly of throwing good money after bad at an ideological agenda that bears no positive economic outcome. And it looks like people are taking notice—in the United Kingdom. The British government appears to have remembered that propping up zombie companies with subsidies didn’t work in the 1970s and is unlikely to work now. Yes, the British government is cutting subsidies to manufacturers of solar panels. Will President Obama follow suit?Most of us will admit that we’ve watched the news coverage of “Occupy Wall Street,” primarily as an apt substitute for our favorite comedies. But in addition to the college drop-outs, OWS is being spearheaded by the Alliance for Global Justice, an organization that seeks to spread pro-Chavez propaganda in the U.S. and even close down the pro-democracy efforts of the bipartisan National Endowment for Democracy. But just when you were about to take them seriously, do feel free to take a look at their 990 form where they claim their purpose is the “Education of human, enviormental (sic) and worker rights.” For the time being, international capitalism appears safe.Given that the United Kingdom is now a net importer of energy and is sourcing much of its energy from Russia and the Middle East, you would think that the good folks across the pond would be overeager to tap into a NATO allies’ vast energy assets. Not so. Well, as long as you’re Greenpeace. Greenpeace is putting the British government under pressure after ministers called for greater consultation amidst the European Union’s moves to ban Canadian oil sands imports. Unlike Greenpeace, it would appear that some members of the British government actually like the prospect of tapping a secure source of energy. But if the EU moves to ban oil sands imports, the Canadian government has already suggested that they will not hesitate to “defend its interests,” a clear indication that retaliatory measures may be afoot. For those of us following energy policy, many journalists have written so creatively about the Keystone XL Pipeline that most award-winning fiction writers would be proud. But even after environmental activists picketed the White House and launched legal action, the pipeline still looks set to go forward. In order to mitigate some of the ludicrous claims being made by radical groups, Reason published a fascinating piece that closely dissects some of the key arguments against the pipeline. In addition to the obvious economic benefits, the piece completely destroys accusations that the pipeline would destroy drinking water in Nebraska. Obviously more obstacles are in the way, notably some last gasp efforts in Nebraska’s legislature. However, with nothing but vacant scare tactics to back up their arguments, it’s only a matter of time before the authorities completely dismiss the case being offered by radical environmentalists. Be sure to look out for our next newsletter as we uncover the dirty tricks and stealth campaigning of some of the world’s most notorious environmental activists.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Luton Council Embraces FSC, Wastes Taxpayer Money

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Luton Town Hall

Image via Wikipedia

It’s a little odd. Most of the British news stories that have made it across the Atlantic in the last year have either related to the Royal Wedding or to the coalition government’s budget cuts. According to most reports, the Brits have been tightening their belts due to the fiscal mess that the coalition government inherited from their socialist predecessors. But it seems that not everyone in Britain is getting the message. Luton Borough Council, a local government outside of London, has just pledged that, after pressure from WWF, it will commit “to buy only wood products such as paper, furniture, fencing and doors that come from recycled and certified sources such as Forest Stewardship Council (FSC).” Given that FSC’s entire purpose is to inflate costs and protect market share for Western companies, Luton’s residents should be infuriated. In an age of austerity when local services are being cut, residents of Luton will have to pay so their elected councilors can have new – and expensive – furnishings.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 5 Comments »

Watch Out Mickey; Are You The Next Gibson?

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Alice_plays_musical_chairs

In referring to the federal government’s ongoing war against Gibson Guitar, last week’s newsletter noted that Gibson’s history of embracing the radical forestry standards set by green groups had clearly gotten it nowhere. In fact, to say the very least, Gibson’s propensity to accede to radical green demands clearly only just emboldened them. And where has it got Gibson? Under federal investigation. One could also say the same about Disney, who as you will remember, was subjected to a campaign by Greenpeace, Rainforest Action Network and other green groups because they purchased paper products from sources that were not endorsed by the flawed Forest Stewardship Council (FSC).Well, having raised the white flag once, Disney again finds itself under attack from the Mateel Environmental Justice Foundation, which claims Disneyland exposes “children to lead at some of the theme park’s most popular attractions.” Of course, Disney has disputed the allegations, but from research, it’s pretty clear that Mateel thrives from filing lawsuits, particularly those related to California’s Proposition 65, a law that’s widely regarded as a gift to progressive activists and trial lawyers. What can you say, though? Obviously the last thing Disney should do is cede yet more ground to radical environmental groups—they must fight back against these frivolous accusations. Unfortunately after raising the white flag last time around, Disney is more susceptible to attacks from radical green groups. Hate to say it, but we told you so.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Papua New Guinea: Deport Greenpeace

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Mount Tarvurvur in Papua New Guinea

Image via Wikipedia

Imagine you’re a landowner in the Corn Belt and one afternoon a group of environmentalists decide to enter America illegally, trespass on your property, and block I-29 used to bring your corn to the local grain co-op. If this sounds absurd or farfetched, it’s not. In recent weeks, the people of Papua New Guinea, the poorest country in the Pacific, have found their country invaded by Greenpeace along with their warship, the Esperanza. In Pomio, East New Britain, thousands of landowners turned out to protests against Greenpeace’s attempts to stop the harvesting of wood for local industry and shipping to customers overseas, a move that would have devastating consequences for the local economy. Not surprisingly the local community in Pomio has inundated The National, a popular local newspaper, with complaints about Greenpeace’s invasion and flagrant abuse of Papua New Guinea’s sovereignty. Greenpeace’s actions are supported not least by a cabal of sympathizers and eco-activists that receive money from the U.S. Government. Responsible Asia Forestry and Trade (RAFT), a program of the U.S. Agency for International Development (USAID) and managed by the World Wildlife Fund (WWF), sends U.S. taxpayer funds to poor countries to encourage them not to engage in global trade. In 2009 and 2010, Papua New Guinea received $335,000 and $190,000 respectively from RAFT. That’s more than half a million dollars to prevent commercial forestry. But the problem is much more widespread and expensive. Rather than supporting global pro-market initiatives, USAID gave $10 million to WWF in 2009, then added an additional $30 million to WWF this year so that the group could further its dogma of conservation-at-all costs, this time in Nepal. For an agency that purportedly serves to support economic development, funneling taxpayer-funded aid to developing countries to slow forest land development undercuts USAID’s mission.All of this threatens to disrupt an economic miracle. Papua New Guinea’s economy is thriving, with some analysts predicting that the country could see GDP growth forecast for 2011 from 8 percent to a very strong 9.3 percent. Thanks in part to a thriving oil and natural gas sector, as well as continued robust trade ties with Australia, Papua New Guinea, according to one analyst, “now stands on a junction of change and social revolution on the basis of having a major resource project such as PNG LNG developing in the country and a range of other mining projects as well.” It’s time for the people of Papua New Guinea and the government to do what Indonesia has just done—deport and blacklist Greenpeace from ever coming back into the country.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Greenpeace Rebuked by Virginia’s Lt. Governor Bill Bolling

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Greenpeace's Rainbow Warrior arrives in Bali f...

Image via Wikipedia

As Virginians look to celebrate “Job Creator Appreciation Month” in November, Greenpeace and other radical environmental activists are doing all that they can to undermine the state’s business environment by pressuring some of the country’s largest retailers to stop sourcing paper products from the Mercury Paper Company, a Strasburg, VA-based employer. Luckily, Mercury has a robust advocate in Virginia’s Lieutenant Governor Bill Bolling, who has written to the CEO of Wal-Mart calling on his company to reject Greenpeace’s efforts to undermine a company that has invested $21 million in the state. In his letter, Bolling highlights the fact that Mercury’s “reputation has been unfairly and inaccurately attacked by Greenpeace. However, this is nothing new. Greenpeace has a well known reputation for providing misinformation in an effort to impose its ideological beliefs on the policies of a major American retailer.” This statement was later picked up by Trixie Averill, state director of Americans for Prosperity Virginia, who attacked Greenpeace’s “baseless smear campaigns everywhere in the world.”For those of us familiar with Greenpeace’s perpetual attempts to coerce the private sector and kill jobs, this is nothing new. But during a time when the economy is still extremely fragile, it’s nothing short of reckless for Greenpeace to attempt to destroy Mercury’s reputation and intimidate its clients. Mercury should be fighting and defending market share based on the quality of its products—not on the whims of irresponsible green campaigners. Virginia’s Governor Bob McDonnell has declared November “Job Creator Appreciation Month,” a fitting tribute to the “150,000 employers in Virginia responsible for 2,940,200 private sector jobs.” Since entering office in January 2010, Governor McDonnell has quickly gained a reputation as an individual who supports pro-growth policies as the most suitable measures to create jobs. These are views also held by Lt. Governor Bolling, who is a potential successor to Governor McDonnell when his term expires. The Lt. Governor’s recent demonstration of leadership to support Mercury Paper is a worthy example of Virginia’s goal to increase private sector jobs.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Marek Belka, Becomes Development Committee Chairman

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Marek Belka

Image via Wikipedia

Washington.The World Bank/IMF Development Committee announced that Mr. Marek Belka, President of the National Bank of Poland, was selected as its new chairman. He replaces Mr. Ahmed bin Mohammed Al Khalifa, Minister of Finance of Bahrain.
Mr. Belka was appointed President of the National Bank of Poland in June 2010. Previously, he was Director of the European Department at the International Monetary Fund for two years. From 2006 to 2008, he was Executive Secretary of the UN Economic Commission for Europe. In 2003, he served first as Chairman of the Council for International Coordination for Iraq (responsible for international aide coordination) and later as Director of Economic Policy (responsible for the preparation of economic reforms in Iraq). Mr. Belka served as Deputy Prime Minister and Minister of Finance of Poland in 1997 and in 2001-2002. He served as Prime Minister of Poland in 2004-2005. Mr. Belka has a Ph.D. and a post doctoral degree in economics from the University of Lodz and was a Research Fellow at Columbia University, University of Chicago and London School of Economics. He has authored several books and articles on socio-economic issues. He is a member of Polish Academy of Sciences.The Development Committee has 25 members, for the most part Finance or Development Ministers, who represent the 187 members of the Bank and the Fund. The Committee advises the Boards of Governors of the Bank and Fund on critical development issues.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Time collection a tutto colore per i nuovi orologi U.S. Polo Assn

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Mahatma Gandhi docet: “Dobbiamo far il miglior uso possibile del tempo libero”. Pensiero pienamente condiviso dai giocatori di polo che riescono a divertirsi in squadra cimentandosi in sfide autentiche all’insegna dello spirito di gruppo e della sana competizione. Insomma, sportivi con la “S” maiuscola capaci di dar vita a spettacoli straordinari in sella ai loro cavalli, muniti esclusivamente di mazze di bambù pronte a colpire ribelli palle di legno. Non a caso, s’ispira all’eleganza senza tempo di questo gioco d’elite uno dei brand storici americani: U.S. Polo Assn., nato nel 1890 come casa d’abbigliamento, ma che negli anni ha allargato i propri orizzonti cimentandosi con borse, accessori e orologi casual e raffinati al tempo stesso: un concentrato puro di sport urban city style. Una vera novità la Time collection Fall/Winter 2011-2012, con protagonista indiscusso il colore. Di scena, nuance vitaminiche che vedono in pendant ghiera, quadrante e cinturino declinati dall’arancio al rosso passando per il giallo, ben due tonalità di blu, il marrone, il bianco, il grigio e il nero. Ricercati e molto curati i dettagli, come la “marchiatura” del logo, che raffigura due giocatori a cavallo, sia sul cinturino in pelle che all’interno del quadrante ton sur ton. Un orologio sportivo, ma di gran classe, dunque, da sfoggiare ovunque ed in qualsiasi occasione anche per regalare brio ad un abito troppo serioso. Un gioiellino esclusivo pronto a regalare charme e spirito di appartenenza ad uno sport d’all’incredibile allure a chiunque l’indossi spendendo appena 99 euro.
Bruno Nardelli, classe 1973, è l’uomo che ha portato al successo il marchio Liu Jo Luxury, una delle realtà più di tendenza nel mondo dell’orologeria e del gioiello in argento 925 per le donne tra i venti e i cinquant’anni. Il marchio è stato sviluppato dalla Nardelli Luxury, società licenziataria del marchio Liu Jo, di cui Nardelli è amministratore unico e socio assieme al fratello Domenico. Dal 2011 U.S. Polo Assn., lo storico marchio americano della prima associazione di squadre di polo degli Stati Uniti, si è affidata/o alla società guidata da Nardelli per la conquista del mercato italiano degli orologi. (color sport)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il riciclaggio nel mercato dell’oro

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Crystaline Gold

Image via Wikipedia

Si è svolta la conferenza stampa convocata da ANOPO, l’Associazione Nazionale Operatori Professionali Oro, in collaborazione con AIRA, l’Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio, per discutere dei problemi relativi alla regolamentazione del settore, ai fenomeni del riciclaggio e ai casi delinquenziali correlati con la categoria dei “Compro Oro”.La conferenza ha voluto fare luce sulle attuali criticità del mercato dell’oro e su traffici illeciti che ruotano intorno ad esso, nella regione Lombardia e nel più ampio panorama nazionale, illustrando le ultime novità nel settore e presentando una proposta di legge di modifica del settore oro.È emerso che l’attuale legge che regolamenta il mercato, la “Nuova disciplina del mercato dell’oro, anche in attuazione della direttiva 98/80/CE del Consiglio, del 12 ottobre 1998”, emanata con Legge 17 Gennaio 2000, n. 7 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21 gennaio 2000, non viene rispettata e, inoltre, non è più sufficiente per salvaguardare la professione e tutelare i cittadini.Negli ultimi anni, inoltre, si è assistito ad una affermazione massiccia su tutto il territorio nazionale di negozi comunemente denominati “Compro Oro”, specializzati nell’acquisto di preziosi da parte di privati cittadini. Purtroppo però moltissimi gestori di questi negozi assumono in toto le funzioni e le competenze commerciali proprie di un operatore professionale, pur non rispettando minimamente i requisiti imposti dalla legge, operando quindi in modo del tutto abusivo. Si pensi al forte incremento del fenomeno: solo ad aprile di quest’anno i compro oro erano 20.000, mentre oggi sono già 28.000. Si sta quindi assistendo ad un incremento esponenziale e galoppante del fenomeno, mentre gli operatori professionali regolarmente iscritti alla Banca d’Italia sono attualmente pari a 346 (dato di aprile: 291).Il giro d’affari medio di un negozio Compro Oro si può stimare intorno ai 500.000 euro annui, il che vuol dire che il giro d’affari totale è pari a 14.000.000.000 euro (si consideri la stima del mese d’aprile di quest’anno pari a 7 mld di euro, che significa 300-350.000 mila euro annui per negozio). Se inoltre si osserva che il prezzo di vendita dell’oro è salito in soli 6 mesi da 30 euro al grammo a 40 euro e ci si focalizza su questi altissimi numeri, si può immaginare come questo settore faccia gola alle associazioni mafiose ed alla criminalità organizzata.Proprio per questo le indagini di polizia, guardia di finanza, etc hanno portato alla luce come il 60% di questi negozi siano soggetti ad attività delinquenziali come riciclaggio ed evasione fiscale, e, di questi, un buon 20% (rimanendo bassi con le stime) sia coinvolto in associazioni di criminalità organizzata.“Se consideriamo questi dati possiamo notare che ci si trova davanti ad una filiera di commercio illegale. – ha spiegato Andrea Zironi, Presidente Anopo – Nella sola Lombardia sono presenti 7000 negozi Compro Oro, il 30% di quelli nazionali che coprono un giro d’affari totale di 42 milioni di euro. Considerando che il 20% di essi svolge attività delinquenziali, possiamo raggiungere la cifra approssimativa di 8milioni e 400 mila euro di economia sommersa. Se la Legge rimane invariata, il comparto lecito e legale scomparirà in favore dell’illegalità – ha continuato Zironi – Con la crisi economica la vendita dei propri beni di famiglia è diventata uno dei pochi salvagente per le famiglie italiane. Per questo non è possibile permettere che tale settore venga inquinato, è importante tutelare questo settore.”
La proposta di Legge AIRA-ANOPO si articola in punti precisi e dettagliati. Prima di tutto, si auspica una maggiore regolamentazione che si basi su registri completi, dettagli fotografici e documenti inerenti alla merce e ai suoi venditori;l’ obbligatorietà della ricevuta fiscale (al momento non obbligatoria se non su richiesta). In secondo luogo, la proposta intende estendere a tutti i soggetti operanti nel settore oro i presidi antiriciclaggio della normativa D.lg 231/2007 e le successive modifiche, considerando soprattutto la limitazione dell’uso del contante. “Si vuole far presente, che nonostante i limiti di legge imposti sull’uso del contante, i negozi compro oro smuovono ingenti quantità di denaro liquido che superano il limite minimo imposto per legge pari a 2500 euro – ha continuato Razzante anche Consulente della Commissione Antimafia, cui ha già inoltrato la proposta” – Per tutelare anche i cittadini, oltre che ridurre il potenziale fenomeno del riciclaggio, nella proposta chiediamo il divieto del pagamento in contante da parte di esercenti che acquistano oro per importi pari a quelli previsti dalla legge”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Carnevale Romano e Fieracavalli di Verona

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Ieri mattina è stata inaugurata alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole Saverio romano la 113ma edizione della Fieracavalli.
Da ieri, 3 novembre, a domenica 6 il Carnevale Romano sarà presente a Verona con la mostra fotografica “Carnevale Romano: Rinascita di una tradizione”, a cura di Marco Lepre, e con un omaggio equestre ideato dall’Accademia del Teatro Equestre ed interpretato dalla campionessa francese di dressage Alizee Froment e dal campione di doma vaquera italiano, Gianluca Coppetta, che si svolgerà nell’ambito del Galà d’Oro di Verona, quest’anno dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia.
La quarta edizione del CARNEVALE ROMANO – evento promosso dall’ Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e dal Comitato per il Carnevale Romano, costituito in seno alla Commissione Cultura, con la collaborazione del delegato al Turismo, Antonio Gazzellone – si svolgerà dall’11 al 21 febbraio 2012.“Essere arrivati a Verona grazie al Carnevale Romano – dichiara il presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale e presidente del Comitato Carnevale Romano, Federico Mollicone – è un altro grande risultato raggiunto da Roma Capitale e rappresenta uno di quei traguardi strategici per lo sviluppo e per la promozione turistica della città”. All’incontro di oggi sono intervenuti il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il vice sindaco di Verona, Vito Giacino, il presidente della Provincia di Verona, Giovanni Miozzi e i vertici di Verona-Fiere. (ing046,117)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Trentofilmfestival festeggia la 60° edizione

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

Trento, Italy, seen from northwest, with Monte...

Image via Wikipedia

Dal 26 aprile al 6 maggio 2012 Trento ospiterà nuovamente la rassegna cinematografica internazionale dedicata alla montagna. Dopo i grandi numeri della scorsa edizione, quella del sessantesimo già si prospetta maestosa, sia per gli appuntamenti sia per gli ospiti che parteciperanno. Protagonista indiscussa: la montagna, in tutte le sue forme. Una grande festa dunque, che partirà ufficialmente il 26 aprile, per concludersi domenica 6 maggio 2012. Dai cortometraggi ai documentari, ai lungometraggi, passando per l’antico piacere di leggere un libro: l’anima dell’edizione 2012 del Trentofilmfestival mescolerà adrenalina e meraviglia, riproponendo quel mix di emozioni che da ormai sessant’anni sono di casa a Trento. I film-maker di tutto il mondo, (quasi 360 quelli che hanno partecipato nel 2011), sono quindi chiamati nuovamente a impugnare la propria telecamera, per raccontare e documentare il meraviglioso mondo della natura d’alta quota, cercando di catturarne silenzi e segreti nei quali immergersi durante i giorni della rassegna. Tutte le pellicole che saranno prodotte, verranno giudicate da una giuria di livello internazionale, che avrà l’arduo compito di assegnare i prestigiosi premi che compongono il palmarés del festival.
Per iscrivere le proprie opere al 60° TrentoFilmfestival (docufilm, corti, lungo e mediometraggi, fiction), il termine ultimo è il 31 gennaio 2012 per le opere prodotte nel 2010 e nel 2011. Per quelle prodotte nel 2012 è invece il 29 febbraio 2012. Per conoscere il regolamento dell’edizione 2012, sarà sufficiente accedere al sito internet della manifestazione www.trentofestival.it.
Non solo video al TrentoFilmfestival: il 26 aprile 2012 scatterà anche la 26a edizione di “MontagnaLibri”, la rassegna internazionale dell’editoria di montagna, da più di un quarto di secolo interamente dedicata a chi mette nero su bianco l’emozione unica scaturita dalle grandi “cattedrali della terra” e dai “giorni grandi” (l’espressione  è  dell’indimenticabile Walter Bonatti da poco scomparso) vissuti sulle più difficili pareti.  Anche il regolamento dell’edizione 2012 di MontagnaLibri è scaricabile all’indirizzo www.trentofestival.it.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oxfam welcomes Gates report: brief analysis

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

President Barack Obama and First Lady Michelle...

Image via Wikipedia

Oxfam spokesperson Luc Lampriere said: “Gates makes a timely message that there will be no lasting global economic recovery without tackling poverty. He brings much-needed impetus and ambition to a Summit nearly paralyzed by Europe’s woes.”“Gates puts development back into the spotlight by showcasing both traditional aid and smart new ideas like a Financial Transation Tax, a charge on shipping emissions and corporate transparency.”“Gates piles the pressure on rich countries to deliver their aid promises. It is shocking that they are cutting this lifeline to the poorest. And he is specifically pressurising the Europeans to ensure their Financial Transaction Tax is used to help the poor and the planet. We hope Angela Merkel is listening.”“Gates highlights how aid has driven growth and development over the past 50 years and is just as vital now. Cutting aid today – and not pursuing innovative sources of finance – will undermine global recovery while doing little to balance rich country budgets.”“Gates’ enthusiasm for a Financial Transaction Tax and a carbon charge on shipping and aviation should encourage champions like France, Germany, and Brazil and convince sceptics like Canada, UK and the US. We fully support Gates’ call that the lion’s share of this revenue should flow to fight poverty at home and abroad, and tackle climate change.”
“Gates makes a welcome call for G20 countries to endorse legally binding transparency requirements for companies listed on their stock exchanges. Oxfam agrees wholeheartedly, and would add that the G20 must get serious about tax havens, which cost developing countries billions in lost tax revenue.” “G20 leaders must act boldly and swiftly in order to make the reasonable and feasible ideas contained in the Gates report a reality.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »