Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 12 novembre 2011

Oggi in Parlamento domani al Governo

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

La sintesi di queste ultime 48 ore che dovrebbero concludersi alla salita sul colle del Presidente del Consiglio, per rassegnare le dimissioni, è carica di suspense. Tanto per cominciare non tutti credono alla “correttezza istituzionale” di Berlusconi e prova ne è che ha cominciato a formulare una proposta di esecutivo a guida Alfano o Letta con l’appoggio del Terzo polo al che gli ha risposto a stretto giro di posta Casini dicendogli senza giri di frase che lui non ci sta a certi giochetti. Ha riprovato a convincere i suoi per far votare la manovra con un consenso che superi la maggioranza assoluta della Camera per poi andare dal presidente della Repubblica a dirgli che ha ricomposto il suo default numerico e può, quindi, continuare a governare. Gli ha dato una mano Emilio Fede il quale ha giurato sulla inossidabilità del suo “capo” tanto da mettere in gioco la sua permanenza alla rete mediaset se accadesse il contrario. I bookie londinesi, è notizia di poco fa, hanno rimesso in gioco la candidatura di Berlusconi in tempi brevi e ciò significa, in ultima analisi, rendere dura la vita del nuovo governo e condizionarlo passo dopo passo da veti incrociati. E tutto quindi, tra prima o in corso d’opera, tende a un rimescolamento delle carte tanto che non è escluso, alla fine, che la stessa compagine del possibile governo Monti venga snaturata con l’inclusione di personaggi che di tecnico potrebbero avere solo il pretesto. A questo punto dovremmo dare ragione all’Antonio Di Pietro, della prima ora, che all’idea di un possibile “inciucio” preferiva le elezioni anticipate. Insomma, per farla breve, un Berlusconi ce lo avevamo e saremo destinati ad averlo ancora per molto in avvenire e, per giunta, con la certezza che in un paese di allocchi lui, che allocco non è, può ancora farcela e persino alla grande. Per buona pace dei suoi avversari. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Radioattività: allarme in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Aria Radioattiva

Image by ЕленАндреа via Flickr

L’agenzia nucleare dell’ONU ha comunicato che la Repubblica Ceca, ha segnalato di avere rilevato bassi livelli di radioattività nell’aria .L’AIEA crede che, gli attuali livelli delle tracce di iodio 131 che sono state misurate, sono tali da mettere in pericolo la salute pubblica e non sono causati dall’incidente nucleare di Fukushima Daiichi in Giappone. Nel comunicato ha sottolineato che lo iodio 131 era un radioisotopo di breve durata con una probabilità di decadimento radioattivo di circa otto giorni.L’autorità di sicurezza nucleare ceca, ha informato che era stato rilevato, sin dalla fine di ottobre, lo iodio radioattivo-131 da un certo numero di stazioni che effettuano il monitoraggio, dandone informazione all’AIEA perchè indagasse sull’identità della fonte.La Dr. Dana Drabova, responsabile dell’agenzia della Sicurezza nucleare della Repubblica Ceca, ha comunicato che, molto probabilmente, lo iodio potrebbe essere fuoriuscito durante la produzione dei radiofarmaci.Ha aggiunto che quasi certamente che, la fonte di rilascio di materiale radioattivo, è all’estero ma certamente non proviene da una centrale nucleare,. Secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” potrebbe non trattarsi di una coincidenza dato che nei giorni e settimane dopo l’incidente del Giappone, in Islanda e in altre parti d’Europa, così come negli Stati Uniti. sono state rilevate minuscole quantità di iodio-131 rilasciato dalla centrale nucleare di Fukushima.Contestualmente l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) da subito, ha innalzato la gravità dell’incidente alla centrale nucleare di Fukushima. Dal quarto al quinto livello della scala Ines. Che cosa significa? Questo vuol dire che c’è stato un rilascio di materiale radioattivo tale da mettere in pericolo la salute pubblica, un pesante danneggiamento del nocciolo del reattore della centrale.Le conseguenze dell’incidente si fanno quindi da locali a più ampie. E’ utile che l’Unione Europea faccia conoscere all’opinione pubblica se l’evento di Fukushima possa avere avuto ripercussioni sul territorio europeo e quindi anche su quello italiano

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sardinia film festival

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Church of St. Nicholas in Sassari, Sardinia, Italy

Image via Wikipedia

Il Consiglio Direttivo del Cineclub Sassari Fedic, su proposta del presidente Carlo Dessì, ha votato all’unanimità di affidare l’incarico di Presidente della VII° edizione del SardiniaFilmFestival Sassari 25/30 giugno 2012 ad Angelo Tantaro Presidente dello storico Cineclub Roma Fedic e già Presidente di filmVideo Montecatini Cinema. “Sono contento di prendere parte come Presidente di un festival che ha il coraggio di osare nelle scelte culturali. Ringrazio il Cineclub Sassari per l’unanimità nella decisione di affidarmi l’incarico. Nelle prossime settimane definiremo con Dessì e Maciocco le decisioni artistiche del festival. Invito sin da adesso tutti gli Autori di cortometraggi a seguirci, anche sul sito, al fine di garantirci, con le loro opere, la partecipazione alla prossima Edizione”. Carlo Dessì, cofondatore del Sardiniafilmfestival lascia la presidenza del Premio dopo VI Edizioni “in ottima salute” per dedicarsi a tempo pieno alla presidenza del Cineclub Sassari Fedic. Continuerà a seguire l’evento come patron in modo da avere più tempo per coordinare tutti gli altri progetti nati a seguito del successo dell’attività culturale del Cineclub come per esempio l’iniziativa per la nascita della cittadella del cinema nell’ex mattatoio di Sassari recentemente ristrutturato; per organizzare presso le scuole i corsi di alfabetizzazione all’immagine. Anche quest’anno Il festival verrà realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Provincia e del Comune di Sassari, della Fondazione Banco di Sardegna e di altri partner privati. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Università di Sassari, il Coordinamento Servizi Bibliotecari, il Nuovo Circolo del Cinema, la Cooperativa 9 Muse, il Cineclub Sorso. Il festival, sin dalla prima edizione del 2006 ha ricevuto molti riconoscimenti di interesse da parte del pubblico non solo proveniente dalla Sardegna ma da parte di tante Nazioni presenti con cortometraggi di valore che hanno saputo raccontare e condividere con il pubblico, il loro punto di vista sul mondo. http://www.sardiniafilmfestival.it (VII sardinia film festival)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dire giovani, dire futuro

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

WWF Logo

Image by ponChiang via Flickr

Il Festival si è tinto di verde nella penultima giornata di Diregiovani Direfuturo, con l’attrice Miriam Catania che ha presentato nel teatro centrale il suo primo cortometraggio “We want a future – Non lasciare che sia il passato a decidere come sarà il tuo futuro”, dedicato ai 50 anni del WWF. “Credo che i giovani non debbano farsi trovare impreparati- ha dichiarato l’attrice- quando arriverà l’occasione della loro vita”. Tanti gli applausi, mentre dietro di lei si preparavano i giovani circensi con tutù, nasi rossi ed una grande batteria a scandire il tempo.
A salutare i giovani anche il giornalista e conduttore Tiberio Timperi, pronto a ricordare che “nella vita di ogni giorno serve un po’ di tutto, ma soprattutto bisogna mettersi alla prova seguendo le passioni!”.
Tra gli artisti della giornata al Festival, anche l’attrice de ‘I Cesaroni’, Roberta Scardola. Attesi per domani, invece, il presidente del Senato, Renato Schifani, ed il presidente dell’Unicef Italia, Vincenzo Spadafora che con il testimonial Kledi Kadiu salirà sul palco per presentare ai ragazzi le attività e le campagne della nota associazione umanitaria.
Tra gli altri ospiti di domani, Alessandro D’Orazi cantautore e fondatore del gruppo “Ciao Rino” e la giovane cantante Federica Baioni che ha firmato da poco il suo primo cd. Perché anche i bambini autistici possano “Direfuturo”, domani l’IdO presenterà al Festival il convegno “Autismo infantile. La centralità della diagnosi precoce per un progetto terapeutico mirato”, in programma domani presso il Palazzo dei Congressi dalle ore 8.45 alle ore 17. Verranno mostrati i risultati dei due progetti noti come “Tartaruga”, attivo a Roma dal 2004, e “La centralità della diagnosi precoce nell’autismo infantile”, co-finanziato dalla Fondazione Telecom Italia a marzo 2011. La prima iniziativa propone nel trattamento del disturbo autistico un approccio basato sulla motivazione, mentre la seconda coinvolge la scuola e i pediatri in percorsi di formazione finalizzati all’individuazione dell’autismo fin dalla più tenera età.(Rachele Bombace)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Today is Veterans Day

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Veterans Day 2011

Image by BusNikon "Take a picture it will last longer" via Flickr

Yesterday, the Senate passed the President’s jobs plan to help veterans find work after returning home. It’s a huge victory for the men and women who served with honor and distinction, and in many cases put their lives on the line for us. So let’s join the Senate in honoring veterans today — write a quick note to say thank you. We’ll be sharing some of your words on our blog and social networks this weekend. This wouldn’t have happened without your persistence and the President’s refusal to take no for an answer. That’s why he insisted on Congress voting on parts of the American Jobs Act — one by one — until they finally did the right thing.The two bills that the Senate passed yesterday, the Returning Heroes and Wounded Warrior Tax Credits, will give businesses up to $9,600 back for hiring veterans who are out of work or who have service-related disabilities. That’s on top of new career resources that the President announced this week to support the more than 850,000 unemployed veterans living here at home, and more than a million returning from Iraq and Afghanistan in the next few months and years. One of the highest duties we share as Americans is to serve the men and women who’ve served us. We simply couldn’t wait for these commonsense steps to help our veterans. And thanks to Democrats and Republicans in the Senate putting country before party, we won’t need to.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

News from the Competition: South Africa

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

South Africa - Satellite image - PlanetObserver

Image by PlanetObserver via Flickr

Every few years South Africa produces enough corn to compete for export sales. The latest statistics from the South African Grain Information Service show that in the May-April 2010/11 marketing year South Africa exported 1.05 million metric tons (41 million bushels) of white corn and 1.02 million metric tons (40 million bushels) of yellow corn.Most of the white corn was exported to Sub Saharan Africa with 613,080 mt (24 million bushels). South Korea was the largest overseas purchaser at 203,087 mt (8 million bushels). Other buyers included Italy, Mexico and Pakistan. South Korea was the largest single buyer of yellow corn (610,721 mt/24 million bu) compared to Sub-Saharan Africa at 129,137 mt (5 million bu) and smaller sales to Japan, Taiwan, Spain, Protugal and Kuwait.In the current marketing year (May–October 2011), South African corn exports have included more than 1 million mt (39.4 million bushels) of white corn and 650,000 mt (25.5 million bu) yellow corn. As the main buyer of white corn, Mexico purchased 701,279 mt (27.6 million bu) with smaller sales to Italy, Korea and Venezuela. South Korea is the leading purchaser of yellow corn (302,259 mt/11.9 million bu) followed by Taiwan (161,550 mt/6.4 million bu). Meanwhile, concerns are being raised that production forecasts may be too optimistic and that South Africa could face a very tight stocks situation from January through April, especially for white corn.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

The Council Takes on the 2011 NAFB Trade Talk

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Grain elevators

Image by billjacobus1 via Flickr

Today, November 10, 2011, the U.S. Grains Council participated in the NAFB Trade Talk Show, the centerpiece event of the 67th Annual NAFB Convention. Over 100 broadcasters were on site to gain issue perspectives from key players in the agricultural community.Wendell Shauman, USGC Chairman, and Thomas C. Dorr, USGC President and CEO, represented the Council to discuss current trade issues on the Council’s radar, including the free trade agreements, China’s record corn crop and the value of international trade.This is an opportunity at the local and regional level to reach new audiences through NAFB’s member stations and networks.Council Begins Lower-Oil DDGS Education EffortsAs more U.S. ethanol plants add oil extraction capacity either at the front end or back end of their processes, the supply of lower-oil distillers dried grains with solubles (DDGS) is increasing, and with it, the need to educate foreign DDGS users about its different characteristics.“The lower oil content means a difference in how this DDGS will perform in livestock rations,” explained Sean Callanan, USGC manager of programs. “The Council has spent a lot of resources on building an international market for DDGS. Now we’re taking steps to educate people about lower-oil DDGS.”In a first step, Council international directors who administer DDGS programs and international DDGS nutritionist consultants met in Minneapolis last week with ethanol and DDGS industry contacts and leading U.S. livestock nutritionists to discuss lower-oil DDGS.“For many of the attendees, this was the first they had heard about lower-oil DDGS,” said Callanan.The two-day program began with an exploration of ethanol industry dynamics, including the differing financial successes of plants with and without oil extraction. At one time, DDGS oil content was 10-15 percent , but as extraction becomes more efficient, oil-content is likely to be much lower.Nutritionists from the swine, beef, dairy and poultry industries reported that only preliminary data is currently available for feed formulations with lower-oil DDGS, but new testing is already under way. When research results are available beginning next February, the Council will determine its next steps, including possible conference calls or webinars.“As this newer form of DDGS moves into the marketplace, we want to make sure our customers aren’t surprised by the difference in its performance,” said Callanan. “We will need to begin re-educating them about what to look for and how to recalibrate feed formulas for different levels of oil in DDGS.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

News from the Competition: Ukraine

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Wheat in the Hulah valley, 2007

Image via Wikipedia

U.S. exports are likely to face strong competition from Ukrainian corn and feed wheat exports, reported Cary Sifferath, USGC regional director. “With a record corn crop this year and plenty of feed quality wheat to sell, I would now say Ukraine will have 10 million metric tons (394 million bushels) to as much as 12 mmt (473 million bushels) of corn and 7 mmt (257 million bushels) of feed wheat available for export,” he said.Ukrainian farmers are using inputs like fertilizer more aggressively to increase yields. Capital spending on port facilities and export capacity is also increasing as multinational exporters invest in the region, but Sifferath warns that rail and export facilities could still prove a bottleneck for moving such grain volumes.“It wasn’t that long ago that the multinational grain companies were wondering if Ukraine was a safe place to invest in facilities, since the government can restrict exports, as it did in 2010,” he explained.In October, Ukrainian President Viktor Yanukovich cancelled export duties for wheat and corn that had been imposed in July, and Ukrainian officials have talked of exporting 27 mmt of grain in 2011/12.Much of Ukraine’s corn and feed wheat is likely to go to the Mediterranean region, to Israel, Syria, as well as the North African and E.U markets. Sifferath suggested, “Israel has been a big feed wheat user in the past and is likely to be a big buyer because of low transportation costs from the Black Sea.”“Egypt, Algeria and Morocco are restricted from importing wheat for feed use, and sales to the EU’s Mediterranean nations will depend on pricing.”“We know the Japanese and Taiwanese have purchased some Ukrainian corn,” Sifferath said, “and Ukrainian feed wheat may have traded into Southeast Asia.” He noted that feed wheat could also go to South Korea and even China, if the Chinese choose to buy wheat instead of corn to build their grain reserves. There has also been speculation about yellow corn sales to South Africa.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Il valore della lealtà

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Tra le tante associazioni sportive che operano sul territorio ho conosciuto il Panathlon International di Pavia, una realtà fondata nel 1951, composta da affermati professionisti delle competizioni, da semplici amanti dello sport, da persone disposte a dare il proprio contributo e la propria disponibilità affinché lo sport con le sue regole possa diventare sempre più occasione di incontro, di coesistenza, di rafforzamento delle relazioni, dentro percorsi interculturali praticabili nella molteplicità di convinzioni e punti di vista, nel rispetto delle differenze, dei diritti fondamentali di ogni essere umano. A parte i volti noti grazie alle medaglie conquistate sul campo, tanta gente anonima, ma attenta alle sfumature, ai contorni, alle parole da fare diventare un vero e proprio motto “ludis jungit” uniti nello sport, come dovrebbero essere tutti i popoli e tutte le genti, nello sport che apre i cancelli e non per mantenerli chiusi.Il Panathlon non è solamente un associazionismo socialmente utile, con una espressione culturale e l’altra conviviale per soci e amici, è piuttosto una rampa di lancio per spiegare ai giovani l’importanza di valori come amicizia, cultura, etica e azione, nello sport come nella vita, perché domani saranno chiamati a dare quanto è nelle loro capacità, onore e amore al proprio paese, o più semplicemente per diventare adulti davvero.Il Panathlon è l’unica organizzazione mondiale di promozione umana nello sport che ha quale obiettivo principale la difesa dei principi etici, la moralità nello sport e nella comunità.Il Presidente Lorenzo Branzoni con poche parole ha ribadito il valore della lealtà e del fair play sportivo, qualunque sia il ruolo che un cittadino ricopre, fosse anche quello di spettatore, di ragazzo in azione su un campo di calcio, su una pista, in una piscina, e verrebbe da dire anche in una classe di una scuola qualsiasi, alla fermata dell’autobus, in famiglia, all’oratorio, dove ciascuno dovrebbe sentirsi impegnato a rispettare se stesso e l’altro, a non ritenere gli altri occupanti di una dimensione assoggettata, annullando di fatto il valore insito in ogni persona,Ho ascoltato l’intervento dell’ospite d’onore della serata, il Prof. Marco Rossi docente di psichiatria e sessuologia clinica dell’Università degli Studi di Pavia, il quale ha spiegato i benefici che derivano dallo svolgere attività sportiva, scegliendo discipline anche diverse tra compagni, tra coniugi: dandosi tempi differenti, è possibile avere sempre qualcosa da dirsi, da raccontarsi, da condividere, da consegnare alla storia della propria relazione.E quando si arriva a una certa età bisogna continuare a fare sport, infatti farlo non è prerogativa solamente dei giovani. Lo sport come veicolo educativo, per chi lo fa, per chi lo insegna, per chi impara, promovendo l’ideale panathletico che fonda le sue convinzioni e il suo entusiasmo nel rispetto delle regole, nell’esplicitare il meglio attraverso un volontariato capace di raggiungere gli scopi prefissi, ricercando l’amicizia, il rispetto tra tutti coloro che si avvicinano a questa realtà umana, affinché lo sport sia considerato e vissuto come elemento di cultura degli uomini e dei popoli, da proporre soprattutto ai più giovani, con un comportamento esemplare anche durante una competizione, e non solo quando lo si pratica.(Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »