Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 19 novembre 2011

Paradossale: lezione di democrazia da Berlusconi

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Berlusconi braccio

Image by Hytok via Flickr

Berlusconi: appoggio a Monti ma situazione fuori canoni democrazia (Da Il Messaggero del 18 nov. 2011.) E Rosario Amico Roxas commenta: “Lezione di democrazia; docente Silvio Berlusconi!Non è una boutade, bensì l’ultimo tentativo dell’ex premier di rimanere a galla della visibilità e proseguire imperterrito nella sua tentazione di apparire ciò che non è mai stato, nè potrebbe diventarlo. Il liberismo, in Italia, imposto dal governo Berlusconi, per affermarsi necessita di un sistema democratico con tendenze populiste. Quando si è affermato, o crede di esserlo, ecco che ripudia il sistema per virare verso il regime, allo scopo di avere l’autorità  (mai l’autorevolezza) di tenere a bada le masse popolari, certamente scontente dell’affermazione liberista che impone sacrifici spalmati sui grandi numeri della popolazione, per favorire i piccoli numeri dei privilegiati. Si impone così l’autoritarismo che rinnega la democrazia parlamentare per instaurare una democrazia della maggioranza parlamentare, non importa come acquisita. Si sa che la carne è debole… per cui in un variegato agglomerato di individui c’è di tutto, anche i corruttibili,  vendibili come i corruttori e i compratori. La maggioranza ottenuta non è quella democratica. Cristo non fu democraticamente arrestato nell’orto degli ulivi, ma fu vittima  dei trenta denari che ancora oggi rappresentano il simbolo della vergogna e dell’umana inconsistenza; così come non fu democraticamente condannato perché una sparuta minoranza, abilmente pilotata, gli preferì Barabba.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Archeologi della Sapienza scoprono a Malta un’agata con iscrizioni cuneiformi del II millennio a.C

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Satellite image of Malta

Image via Wikipedia

Nel corso degli scavi condotti dalla missione archeologica della Sapienza diretta da Alberto Cazzella, con la collaborazione dell’Università di Foggia (Giulia Recchia), è stato rinvenuto un manufatto in agata frammentario con iscrizione cuneiforme. L’iscrizione cuneiforme, interpretata da padre Werner Mayer del Pontificio Istituto Biblico di Roma, risale al XIII secolo a.C. ed è riferibile alla città di Nippur, in Mesopotamia. Si tratta quindi di una presenza del tutto eccezionale in quanto costituisce l’iscrizione cuneiforme del II millennio a.C. trovata più a occidente – come sottolinea la docente di Storia del Vicino oriente Antico, Maria Giovanna Biga. La presenza di un manufatto esotico in agata nel santuario di Tas-Silg negli ultimi secoli del II millennio (tarda età del Bronzo), sicuramente considerato di valore sebbene con una scritta presumibilmente non comprensibile a chi l’aveva ottenuta, fa comunque pensare che il santuario potesse già costituire un punto di riferimento cultuale più ampio rispetto a una scala strettamente locale, come fu poi sicuramente in età fenicia e romana. L’agata, non reperibile in Mesopotamia, doveva essere considerato un materiale prezioso ed è comunque eccezionale il suo uso per realizzare un oggetto votivo. Non sono ancora disponibili analisi sulla sua provenienza, ma i possibili luoghi di estrazione del materiale si trovano sia a oriente della Mesopotamia (India), sia a occidente: è forse solo una coincidenza che nell’antichità fosse conosciuta un’area di estrazione nella Sicilia sud-orientale, presso il fiume Dirillo, dal cui nome greco Achates deriva il termine stesso che ancora utilizziamo per indicare l’agata. Resta comunque aperto il problema di come l’oggetto sia arrivato a Malta: verosimilmente uscì dal tempio di Nippur in seguito a un saccheggio da parte di un popolo in guerra con i babilonesi ed è probabile che da questo arrivò nelle mani di mercanti ciprioti o micenei, che in quel periodo intrattenevano intense relazioni di scambio con la Sicilia e il Mediterraneo centrale in genere; e che questi mercanti abbiano portato l’oggetto dal Vicino Oriente a Malta. Nell’iscrizione un gruppo di persone dedica il prezioso oggetto a forma di crescente lunare, considerato un’immagine del dio della luna Sin, a una divinità della città di Nippur (Ninurta). Ninurta fu per un lungo periodo la divinità principale di Nippur, in seguito sostituita da Enlil, e secondo una tradizione Ninurta era il figlio del dio della luna. Nippur fu un’importante città santa, con molti templi, tra cui quello dedicato a Ninurta, denominato Eshumesha, su cui abbiamo dai testi numerose informazioni. La città fu anche sede di una rinomata scuola di scribi, ai quali dobbiamo numerosi testi letterari. Le ricerche sono rese possibili dalla piena disponibilità della Superintendence of Cultural Heritage di Malta, diretta dal Dott. Anthony Pace. Il santuario di Tas-Silg rappresenta un caso non comune di uso continuativo di un edificio di culto dal III millennio a.C. fino all’età bizantina. Fu tempio megalitico del Neolitico tardo, di cui si conservano tracce rilevanti; fu poi trasformato nella cella di un santuario fenicio-punico, dedicato ad Astarte, come scoprirono le archeologhe della Sapienza Antonia Ciasca e Maria Giulia Amadasi che per prime scavarono il sito negli anni ’60; divenne poi un luogo di culto romano dedicato a Giunone, e infine in epoca bizantina un battistero. Quella di Tas-Silg è una storia di eccezionale longevità paragonabile, dal punto di vista della lunga continuità d’uso di un edificio sacro, al caso della moschea degli Omayyadi a Damasco: quest’ultimo il tempio di un dio della tempesta del I millennio a.C. divenne un luogo di culto dedicato a Giove in età romana, poi una chiesa cristiana e infine una moschea.

I livelli storici del santuario di Tas-Silg sono stati portati alla luce per la prima volta dagli scavi degli anni ’60 della Missione Archeologica Italiana a Malta della Sapienza e dell’Università Cattolica di Milano. Dal 2003 sono stati avviati gli scavi della Sapienza finalizzati all’indagine dei livelli preistorici (III e II millennio a.C.), nell’ambito di una ripresa delle ricerche sul terreno insieme con altre sedi universitarie, che si occupano delle fasi storiche (Maria Pia Rossignani, Università Cattolica di Milano; Grazia Semeraro, Università del Salento).

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La finestra del futuro

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Castello di Barletta - esterno 02

Image by Giovy.it via Flickr

Barletta 18 novembre 2011, a Barletta presso il Castello Svevo, alle ore 17,30, sarà presentato il Libro di Francesco Lenoci “Spalancare la finestra del futuro”, Ed Insieme, settembre 2011.
Il Libro recepisce la lectio magistralis “Discorso ai Giovani nel nome di don Tonino Bello”, svolta da Francesco Lenoci a Molfetta il 18 giugno 2011. Nel Libro si parla di giovani come generazione tradita, la più colpita dalla crisi, dalla disoccupazione, dalla recessione. Eppure l’autore confida nei giovani e li invita, con le parole di don Tonino Bello, a “danzare la vita” senza scoramenti. Li esorta, anzi, a farsi organizzatori della speranza, preparandosi a svolgere ruoli da protagonisti nello sviluppo sociale e civile del Paese, specialmente nel mondo del lavoro, dove occorre essere consapevoli che un bravo imprenditore – allo stesso modo di un bravo comunicatore e di una persona comunque orientata al futuro – “deve sapere, deve saper fare e deve farlo sapere”. La presentazione è organizzata da Rotary Club di Barletta, Rotaract di Canosa e Rotaract di Trani, con il patrocinio del Comune di Barletta e dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano. Porgerà i saluti l’ing. Nicola Maffei, Sindaco della Città di Barletta. Farà l’intervento introduttivo il presidente del Rotary Club di Barletta Mauro Lopizzo.
Relatore sarà il professor Francesco Lenoci, autore del Libro, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e vicepresidente dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano.
Interverranno: il dottor Renato Brucoli, editore del Libro, autore di numerose pubblicazioni su don Tonino Bello e la professoressa Silvia Dipace, che leggerà una meravigliosa preghiera di don Tonino Bello, accompagnata al violino da Maria Teresa De Sanio.
Si segnala altresì che il Rotary Club di Barletta premierà sei studenti del Liceo Classico Statale “Alfredo Casardi” di Barletta, che hanno superato con il massimo dei voti l’esame di maturità.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Servizi ferroviari: il Parlamento mette il mercato unico sui giusti binari

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

"Senza freni"

Image by Diego Menna via Flickr

Per incoraggiare l’ingresso di nuovi operatori ferroviari nel mercato e stimolare l’offerta di servizi di qualità, il Parlamento ha adottato mercoledì, in prima lettura, una riforma della legislazione comunitaria del 2001 sulla liberalizzazione dei servizi ferroviari.”Il sistema ferroviario deve recuperare il ritardo sugli altri mezzi di trasporto. Attualmente, la quota di mercato del trasporto ferroviario di merci nell’UE non supera il 7% ed è limitata all’11-12% per i servizi passeggeri”, ha ricordato la relatrice italiana Debora Serracchiani (S&D) durante un dibattito lunedì. Per realizzare lo spazio unico europeo ferroviario, è necessario rafforzare le regole sulla concorrenza leale, afferma la relatrice, “in particolare per gli itinerari transfrontalieri”, aggiungendo che il testo presentato rispetta il diritto di sciopero e la sicurezza del personale.Un regolatore per assicurare il rispetto delle regole di concorrenza Ogni Stato membro dovrebbe garantire l’indipendenza e l’imparzialità dell’autorità nazionale di controllo per eliminare le pratiche concorrenziali discriminatorie, per quanto concerne le tariffe, l’attribuzione dei binari e consentendo l’accesso ai servizi correlati (come la vendita dei biglietti, gli impianti di riparazione e manutenzione, le stazioni e le stazioni di smistamento, ecc.)
I deputati e la Commissione considerano che la trasparenza finanziaria e la separazione contabile tra perdite e profitti fra gestori della rete e operatori del trasporto che fanno parte della stessa holding è necessaria per garantire lo sviluppo della rete ferroviaria e assicurare che i fondi pubblici non siano dirottati verso attività commerciali.
Pertanto, il Parlamento chiede alla Commissione europea di presentare prima della fine del 2012 una proposta legislativa sulla separazione totale fra gestione delle infrastrutture e dei servizi di trasporto, oltre che sull’apertura dei mercati nazionali del trasporto ferroviario passeggeri alla libera concorrenza.La risoluzione è stata approvata con 526 voti a favore, 80 contrari e 36 astensioni.
Il Consiglio adotterà formalmente entro l’inizio del 2012 la sua posizione comune che sarà esaminata dal Parlamento in seconda lettura, da concludersi in quattro mesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cogefin acquisizione Gio’Style

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Co.ge.fin – Gruppo Colombo ha sottoscritto con Lifestyle Spa in liquidazione, ammessa al concordato preventivo lo scorso 22 settembre, l’accordo per l’acquisto del ramo di azienda di Urgnano specializzato nella produzione e commercializzazione di articoli per l’outdoor e per la casa con i marchi Gio’Style e Or dinett. Tale acquisizione si è perfezionata con la costituzione di una nuova società denominata “COLOMBO SMART PLASTIC SPA”, controllata da Co.ge.fin. Il prezzo di acquisto è stato fissato in € 7.562.000,00 sulla base del valore del magazzino valutato al 31 agosto 2011. L’accordo prevede l’assorbimento immediato di 40 dipendenti e l’impegno ad assorbire il personale dipendente rimasto in forza a Lifestyle Spa in liquidazione al termine del periodo di cassa integrazione di 18 mesi. Sulla base dell’accordo sindacale definito venerdì 28 ottobre, Colombo Smart Plastic potrà usufruire della massima flessibilità nei rapporti di lavoro nella delicata fase di rilancio dell’attività produttiva dello stabilimento di Urgnano potendo, nei primi 18 mesi di cassa integrazione richiesta da Lifestyle, disporre dei lavoratori di volta per volta necessari alle esigenze produttive anche per periodi di breve durata. Co.ge.fin – Gruppo Colombo con sede a Bellusco (MB), attiva dal 1960, è impegnata con successo in molteplici settori: partecipazioni di controllo e collegate in attività industriali, commerciali e immobiliari e partecipazioni finanziarie in società italiane e internazionali nei settori della zincatura a caldo, della produzione di ossido di zinco, nel trattamento di fumi di acciaieria, nello stampaggio di materie plastiche per l’industria e per il settore dell’arredamento, nella distribuzione di arredo bagno e materiale termo sanitario, nella produzione di articoli in plastica per il packaging. Il Gruppo Colombo, con un fatturato consolidato intorno ai €200.000.000 nel 2010, e con circa 370 dipendenti distribuiti nei 14 siti produttivi, intende con questa operazione proseguire sulla strada della diversificazione e della crescita intrapresa fin dalle origini. “Il rilancio dell’azienda di Urgnano e dei marchi Gio’Style e Ordinett rappresenta per noi una sfida importante, in linea con il percorso fin qui seguito dal nostro Gruppo – ha commentato Nicola Colombo, Vicepresidente del Gruppo Colombo e Presidente della NewCo Colombo Smart Plastic SpA – rivolto ad esprimere la sua predisposizione naturale a subentrare in realtà industriali in difficoltà per sviluppare progetti di rilancio e di valorizzazione. L’obiettivo principale è sempre quello di consolidare il business e di partecipare attivamente e in modo duraturo ai processi di sviluppo e di crescita. Ci appassioniamo a rimettere in ordine e rilanciare le aziende che poi diventano sempre parte integrante del nostro mondo”. In terra bergamasca il Gruppo Colombo ha già dimostrato l’efficacia di questo modello, con i progetti Philco di Brembate Sopra, Pontenossa Spa di Ponte Nossa e Ceta Spa di Lallio, storica realtà operante nel settore dei ponteggi per l’edilizia e delle tribune per lo sport, l’ultima operazione in ordine di tempo. “Gio’Style – continua Colombo – si trovava da diversi esercizi in una situazione di incertezza e di difficoltà con due concordati in cinque anni alle spalle e il percorso di riorganizzazione non si presenta semplice. Le basi del nostro progetto sono connesse ad un preciso piano industriale volto al rinnovamento della gamma dei prodotti, alla ridefinizione di alcuni costi di struttura, allo sfruttamento di diverse sinergie di gruppo, al completamento dell’integrazione di Ordinett, nella consapevolezza di avere acquisito due marchi tuttora molto forti sui mercati di riferimento. Il dialogo con le rappresentanze sindacali è stato di fondamentale importanza per la definizione della strategia di rilancio disegnata dal Gruppo Colombo. La massima flessibilità da loro garantita nei primi 18 mesi di attività, i più delicati, permetterà di usufruire in questo primo periodo solo del personale volta per volta necessario in un 2012 che si preannuncia ancora molto difficile sotto il profilo delle vendite. L’operazione si completa con l’acquisto dell’intero compendio immobiliare ( capannone e uffici) da parte di una società immobiliare controllata da Cogefin , acquisto fortemente strumentale al piano di ristrutturazione dell’azienda di Urgnano in quanto garantisce canoni di locazione notevolmente agevolati rispetto a quelli fin qui applicati liberando così risorse utili al progetto aziendale. L’Amministratore Delegato, al quale la proprietà ha attribuito il compito di gestire l’attività aziendale di Urgnano, è Roberto Ronchi, un manager di notevole livello, con esperienze in prima linea su marchi presenti nella grande distribuzione quali Whirlpool e Galbani, e artefice recentemente, in qualità di CEO, del vincente progetto di rilancio del marchio Maserati (Gruppo Fiat). A dimostrazione dell’impegno del Gruppo Colombo verso l’iniziativa Gio’Style/Ordinett, il management ha operato in tempi strettissimi per garantire l’apertura di linee di fornitura da parte di partner strategici del Gruppo al fine di permettere l’immediata ripresa dell’attività produttiva che ripartirà puntuale mercoledì 2 novembre. Co.ge.fin – Gruppo Colombo ha costruito la propria esperienza industriale attraverso un percorso di diversificazione che la vede oggi impegnata con successo in molteplici settori: partecipazioni di controllo e collegate in attività industriali, commerciali e immobiliarie partecipazioni finanziarie in società italiane e internazionali. Dal 1960, anno di avvio dell’attività di zincatura,Co.ge.fin è cresciuta entrando, a metà degli anni Ottanta, nel mercato della produzione di ossido di zinco – di cui è oggi primo produttore italiano e terzo in Europa – e a metà degli anni Novanta, nel settore del trattamento dei fumi di acciaieria per la produzione di ossido Waelz con l’acquisizione dello stabilimento di Pontenossa. Co.ge.fin affianca a una significativa attività di stampaggio di materie plastiche per l’industria e per il settore dell’arredamento, una propria linea di articoli di design for food a marchio Mebel. Il Gruppo opera con grande successo nella distribuzione di arredo bagno e idro-termosanitari e, dall’acquisizione del controllo di Ceta nel 2009, produce e realizza ponteggi per l’edilizia e tribune, palchi e sedute per lo sport e lo spettacolo. Il Gruppo è presente, infine, nel settore dello sport con due Golf Club, uno sport center con piscine, fitness e centro benessere e nel settore immobiliare, la cui iniziativa di maggior prestigio è il recupero architettonico dell’antico Borgo di Camuzzago.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vertice sul clima: l’UE dovrebbe farsi paladino del Protocollo di Kyoto

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Durban Skyline

Image via Wikipedia

L’UE dovrebbe assumere un ruolo guida al vertice ONU sul clima a Durban e battersi per proseguire oltre il 2012 nel taglio di CO2 previsto dal protocollo di Kyoto, sottolinea la risoluzione votata dal Parlamento europeo mercoledì. Inoltre, per i deputati l’economia dell’Unione europea trarrebbe beneficio se puntasse a superare l’attuale 20% previsto di riduzione di gas serra.I negoziati internazionali sul clima sono a un bivio fra stagnazione e progresso: l’UE deve aiutare la creazione di una nuova dinamica a Durban”, ha affermato il Presidente della commissione ambiente e capo della delegazione del Parlamento europeo Jo Leinen (S&D, DE), prima del voto della risoluzione che è stata poi approvata con 532 voti a favore, 76 contrari e 43 astenuti. “La crisi economica non deve essere usata come pretesto per non agire. l’EU dovrebbe sostenere il Protocollo di Kyoto e lavorare con gli altri paesi su una roadmap per garantire un trattato comprensivo sul clima entro il 2015 al massimo”, ha aggiunto Leinen.
La risoluzione afferma che l’UE dovrebbe dare sostegno “pubblico e inequivocabile” al proseguimento del Protocollo di Kyoto, un accordo internazionale vincolante e di riferimento, che impegna i paesi industrializzati a ridurre le emissioni di gas serra. I deputati vogliono evitare un vuoto normativo alla conclusione della fase attuale, in scadenza a fine 2012.
Ricordando le precedenti risoluzioni sul clima, i deputati ribadiscono che l’UE dovrebbe mirare a un incremento del suo attuale obiettivo, fissato al 20% di riduzione delle emissioni per il 2020. Ciò sarebbe nel suo interesse economico, visti i benefici per “posti di lavoro verdi, crescita e sicurezza”.
I deputati invitano l’Unione europea ad assumere un ruolo centrale nella ricerca di un accordo sulle fonti e sulla gestione di un fondo verde per il clima per sostenere i paesi in via di sviluppo, che dovrebbe raggiungere 100 miliardi di dollari annuali entro il 2020.Nuove misure sono necessarie anche per ridurre le emissioni dei trasporti aerei e marittimi (esclusi dal protocollo di Kyoto), e per affrontare i cambiamenti nell’utilizzo del suolo. Di fronte alle sfide di alcuni paesi al di fuori dell’UE, i deputati sostengono fermamente la legislazione approvata nel 2008 per includere, dal 1° gennaio 2012, l’aviazione nel sistema di scambio di emissioni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Dio non è un assicuratore

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Dio non è un assicuratore: ossia Dio ama il rischio e ci invita al rischio; non ne ha paura e ci invita a non averne. Così il fratello del celebre psicanalista Jacques Lacan incrocia i percorsi dell’anima personale e della sua relazione con Dio. Un libro che porta con sé una testimonianza profonda e un pensiero anticonformista di grande modernità.di Marc-François Lacan Edizioni San Paolo Pagine 174 € 14,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Factory School e borse di studio

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Piazza Maggiore, Bologna, Emilia-Romagna, Ital...

Image via Wikipedia

La scuola di formazione d’eccellenza Factory School ha introdotto una serie di sconti e agevolazioni sociali dedicate a chi ha davvero bisogno dei corsi: studenti e lavoratori, fuori sede, con famiglie numerose o reddito basso.
Tra le agevolazioni, l’introduzione di quattro borse di studio per ciascun corso, che coprono fino all’80% del costo, e forti sconti per chi prenota i corsi in anticipo. Per rendere la formazione accessibile a tutte le categorie sociali, i parametri progettati da Factory School per richiedere le borse di studio sono molti: la fascia di età, con scaglioni dai 18 ai 40 anni, il numero dei familiari a carico, l’aver perso uno o entrambi i genitori e il reddito familiare annuo, con fasce che partono al di sotto dei 12.000 euro e arrivano fino a 30.000. Oltre alla prenotazione anticipata, che permette di risparmiare molto sulla quota d’iscrizione, le agevolazioni comprendono la speciale formula week-end: corsi intensivi da 48 ore da seguire per tre fine settimana consecutivi, e speciali convenzioni con hotel e ristoranti limitrofi alle sedi dei corsi.
Factory School è una scuola di formazione di eccellenza con sedi a Padova, Bologna, Milano e Roma. I corsi sono in linea con le richieste del mercato del lavoro grazie a docenti del settore e competenze sempre aggiornate. L’offerta formativa spazia dal Visual Marketing alla gestione di paghe e contributi e prevede attestato e stage con valore legale, confronto diretto col mondo del lavoro e riconoscimenti di Ordini Professionali.
Romano Boscolo, fondatore di Factory School, ha così commentato l’introduzione delle borse di studio: “Anche nella selezione dei corsisti, Factory School punta all’eccellenza. Per questo abbiamo individuato dei parametri che permettano a tutti di mostrare il proprio talento e far valere se stessi, aldilà delle capacità economiche”.Tutte le informazioni su Factory School e sulle agevolazioni per i prossimi corsi in partenza si trovano su http://www.factoryschool.it

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malnutrizione infantile

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

St. Pio of Pietrelcina

Image by Jim, the Photographer via Flickr

Al via una nuova iniziativa internazionale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in aiuto della popolazione del Benin grazie all’intesa siglata con l’Ospedale San Padre Pio di N’Dali, area rurale a nord dello stato africano, a 500 km dalla capitale Cotonou, dove vivono bambini e famiglie bisognose di cure e di assistenza sanitaria soprattutto sul fronte della malnutrizione acuta.L’accordo – che si inserisce nell’ambito dell’intensa attività internazionale del Bambino Gesù a favore dei bambini di ogni continente – prevede la formazione di personale medico per fronteggiare un fenomeno dilagante tra le fasce più povere e a rischio della popolazione: i bambini e le donne. La malnutrizione è stata riscontrata soprattutto nell’etnia Peulh, tribù di seminomadi provenienti dagli altipiani dell’Est Africa. L’Ospedale di N’Dali in Benin – meta in questi giorni della visita del Santo Padre Benedetto XVI – gestito dalla Congregazione Beninese delle Figlie di San Padre Pio e dai frati cappuccini, grazie alla collaborazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sarà in grado di garantire assistenza e cure a una popolazione di oltre 500.000 abitanti e potrà diventare un punto di riferimento prezioso in un Paese segnato da una profonda necessità di strutture sanitarie.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Greenpeace statement on IPCC report on extreme weather events

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

ZOMG thunder & lighting

Image by badcrc via Flickr

Amsterdam. Responding to today’s release of the Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) Summary Report, Managing the Risks of Extreme Events and Disasters to Advance Climate Change Adaptation, Greenpeace International Climate Policy Coordinator Tove Maria Ryding said: “Today’s IPCC report brings home the inescapable fact: that climate change is not only fuelling extreme weather, it is causing an escalation in impacts both on humans and economies, most of which are increasingly being borne by the developing world.” “After two decades of international climate negotiations aimed at reducing emissions, we now have more, not less, greenhouse gases in our atmosphere. We no longer need reports or studies to confirm the need for action; our addiction to fossil fuels is leading us blindly towards a cliff edge. Governments urgently need to both implement adaptation strategies to deal with the unavoidable impacts of climate change, and to rapidly reduce greenhouse gas emissions.” “It is of crucial importance that the world´s poorest nations receive the support they need to adapt to climate change impacts. But there are limits to how high you can build a sea wall, or how strong you can build a structure. Trying to adapt to climate change without dealing global emissions is like mopping the bathroom floor whilst leaving the tap running – dealing with the consequences whilst ignoring the root of the problem.”
“Ministers gathering for climate negotiations in Durban later this month must respond to the international climate crisis by adopting a clear roadmap towards a science-based, global agreement that will ensure all countries take action to dramatically reduce greenhouse gas emissions, and that financial and technical support is delivered to developing countries to help them confront the climate challenge.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Pmi regionali: all’estero in sicurezza

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Udine, Via Mercatovecchio

Image via Wikipedia

Le ultime novità nel campo degli strumenti finanziari assicurativi e promozionali a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese, per agevolarne l’accesso sui mercati esteri. Sono state presentate in un seminario formativo, organizzato dall’Azienda Speciale I.Ter della Cciaa di Udine quale componente della rete Enterprise Europe Network, in collaborazione con lo Sportello regionale per l’Internazionalizzazione (Sprint Fvg). Il workshop tecnico è stato aperto dal vicepresidente camerale Marco Bruseschi e da Alena Terrichova, Referente di Sprint Fvg. «La Cciaa – ha spiegato Bruseschi – vanta una qualificata esperienza nel settore. Proprio venerdì scorso, all’Assemblea Unioncamere, il presidente Paoletti si è fatto portavoce di una proposta che il sistema camerale ha presentato al presidente Tondo: la prossima costituzione di una task force per l’internazionalizzazione, guidata dalle Cciaa con le associazioni di categoria, in grado di operare unitariamente nella massima collaborazione con la Regione. È una via per razionalizzare risorse, non disperderle, aumentare il coordinamento e ritagliare sempre più l’offerta sulle esigenze concrete delle imprese, da parte di enti come i nostri, che da anni si perfezionano su questa linea d’intervento e su cui il sistema regionale può contare».
L’appuntamento con Sprint Fvg ha aggiunto un tassello all’attività di internazionalizzazione, in cui la Camera di Udine eccelle. «Nel 2011 – ha infatti precisato Bruseschi – sono state finora 64 le imprese che hanno partecipato ad attività di “outgoing”; 104 quelle coinvolte nelle iniziative di “incoming”; 373 partecipato alle tante attività seminariali e 22 hanno scelto i “check-up” e le consulenze personalizzate».
Il seminario Sprint ha trattato gli approcci strategici delle aziende, nonché i finanziamenti agevolati per studi di fattibilità e programmi di assistenza tecnica, e pure il finanziamento agevolato per programmi di inserimento sui mercati esteri e il sostegno alla patrimonializzazione delle Pmi esportatrici. Si è parlato poi del credito fornitore con voltura e delle garanzie. A trattare i temi sono stati gli esperti Mauro Zan, Responsabile Area Analisi di Finest, Enrico D’Angeli, del Dipartimento Promozione e Marketing di Simest, e Paolo Palmieri, Senior Policy Underwriter di Sace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova versione della Bibbia dai testi antichi

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Bibbia (2/2)

Image by /Stef_ via Flickr

Due nuovi volumi della collana NVBTA, Cantico dei cantici ed Esdra e Neemia. Entrambi i volumi sono corredati di introduzione, traduzione e commento, oltre che del testo in lingua antica a fronte di una versione italiana attenta a quest’ultimo. Come di consuetudine, annotazioni e commenti sono scanditi secondo due livelli: il primo, filologico-testuale-lessicografico e il secondo, esegetico-teologico. Il testo viene commentato evidenziandone gli aspetti teologici e mettendo in evidenza, là dove lo si ritiene opportuno, il nesso tra Antico e Nuovo Testamento, rispettandone però la reciprocità.
CANTICO DEI CANTICI a cura di Luca Mazzinghi Edizioni San Paolo 128 pagine € 16,00
ESDRA E NEEMIA a cura di Francesco Bianchi Edizioni San Paolo 224 pagine € 27,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo disastro petrolifero in Brasile

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

A view of Rio de Janeiro in the direction of C...

Image via Wikipedia

Mentre in Brasile si delinea l’entità del disastro petrolifero al largo di Rio De Janeiro, Greenpeace rende noto che la piattaforma 706 SEDOC – operante sui tre pozzi di Chevron/Petrobas che stanno sversando petrolio nel bacino di Campos – è di proprietà della Transocean. La stessa impresa che affittava a BP, per mezzo milione di dollari al giorno, la Deepwater Horizon esplosa nel Golfo del Messico il 20 aprile 2010. Il pozzo si trova circa 425 chilometri a nord est di Rio de Janeiro, a 1.160 metri di profondità, ed è per il 51.7 per cento di proprietà di Chevron, per il 30 per cento di Petrobras e per il 18.3 per cento del Japan Petroleum consortium Frade. Nello scorso settembre ha prodotto una media di 82 mila barili al giorno. A dispetto dei tentativi dell’Agenzia Nazionale del Petrolio (ANP) del Brasile di minimizzare, dichiarando uno sversamento di 330 barili di petrolio al giorno, John Amos – Direttore del sito web SkyTruth specializzato nell’interpretazione di immagini da satellite – dichiara che lo sversamento potrebbe essere di 3.700 barili al giorno. Praticamente, dieci volte di più. Secondo i satelliti la macchia ha ormai un’estensione di 2.400 chilometri quadrati, quasi il doppio dell’estensione del comune di Roma. Chevron/Petrobras sostengono che il petrolio fuoriesce da una “frattura naturale” del suolo. Ammesso che sia vero – ma allora non si capisce perché sia stato autorizzato da ANP un progetto per la chiusura d’emergenza dei pozzi – c’è da chiedersi con quale cura sia stata realizzata la Valutazione d’Impatto Ambientale presentata e approvata per queste trivellazioni, che ignora completamente queste “fratture”.
Il problema della valutazione degli impatti delle esplorazioni petrolifere non è solo brasiliano. Greenpeace e molti comitati di cittadini sono preoccupati anche per quel che succede nei nostri mari. Sono di questi giorni le notizie di esplorazioni petrolifere sul versante tunisino del Canale di Sicilia, con esplosioni che i sub dell’Associazione Apnea Pantelleria riferiscono di percepire sott’acqua a circa quaranta chilometri di distanza: l’impatto sulle popolazioni dei cetacei del Canale di Sicilia – che in inverno ospita una numerosa popolazione intorno a Lampedusa – è potenzialmente disastroso.
Da anni Greenpeace diffonde gli scenari del rapporto “Energy [R]evolution” che mostra come rinnovabili ed efficienza sono fondamentali per vincere la battaglia in difesa del clima. L’ultima versione di Energy [R]evolution è uno dei tre scenari di riferimento adottati dall’IPCC – il panel di scienziati che per conto dell’ONU si occupa del clima – per definire il cammino verso un futuro libero da petrolio, carbone e nucleare.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Demi Moore divorzia

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

Ashton Kutcher and Demi Moore

Image by Digitas Photos via Flickr

Stanca dei tradimenti del baby-marito Ashton Kutcher, Demi Moore ha annunciato di aver chiesto il divorzio. “Con grande tristezza e con il cuore pieno di dolore ho deciso di porre fine al mio matrimonio. Come donna, come madre e come moglie ritengo che ci siano certi valori che sono sacri. E’ con questo spirito che ho scelto di andare avanti, per il resto della mia vita”, ha spiegato l’attrice 49enne. E i bookie, come si legge su Agipronews, sono pronti a scommettere che la “cougar” più famosa del mondo si consolerà presto con un nuovo toy boy. Sulla lavagna di William Hill, un fidanzato tra i 31 e i 40 anni si gioca a 2,10, mentre si sale a 2,63 per un boyfriend tra i 21 e i 30 anni. Decisamente poco probabile che l’attrice 49enne scelga un ragazzo sotto i vent’anni (un’ipotesi offerta a 26). La possibilità che invece Demi decida di legarsi a un coetaneo è data a 7,00, seguita in lavagna dallo “sugar daddy” ultracinquantenne, che vale 11 volte la scommessa.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Maria Fosco nominata ”Ufficiale” dal Presidente Napolitano

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

'Shiny Avenues', United States, New York, New ...

Image by WanderingtheWorld (www.LostManProject.com) via Flickr

La vice presidente dell’Italian American Museum di New York, Maria Fosco, originaria di Orsogna (Chieti), è stata insignita dell’onorificenza di “Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana” dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. La notizia è stata accolta con grande orgoglio a Orsogna, il cui sindaco, Alessandro D’Alessandro, si è congratulato con Maria Fosco per la nomina, che «premia un attento lavoro di valorizzazione della cultura italiana negli Stati Uniti d’America e di rafforzamento dei legami culturali tra i due Paesi. L’impegno della dottoressa Fosco – prosegue il sindaco – è la dimostrazione più evidente di come sia rimasta solida l’identità della comunità orsognese negli Stati Uniti, anche tra quanti non sono nati in Italia».
Maria Fosco è infatti nata e cresciuta ad Astoria, nel quartiere Queens di New York. E’ figlia di Filomena e Antonio, emigrati da Orsogna alla fine degli anni Cinquanta. La Fosco ha frequentato l’Hunter College della University of New York e si è laureata nel 1985 in Storia, con specializzazione in Affari Internazionali. Nel 1986 è entrata nello staff dell’Italian American Institute, di cui è oggi vice presidente e membro del consiglio di amministrazione, nella posizione di Director of Administration and Community Programs. Dopo il terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009, Maria Fosco si è impegnata a nome dell’Italian American Institute per raccogliere 110mila dollari da devolvere alle popolazioni colpite dal sisma, consegnati al Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Working towards a strong Social Dimension of Europe 2020

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2011

European Union's Economic and Social Committee...

Image via Wikipedia

Bruxelles from 21st – 23rd November 2011 That is why the Church and Society Commission of CEC and Eurodiaconia[2] are organising a seminar on “Strengthening the Social Dimension in European and National policies – Exploring the Europe 2020 Strategy“. At a time of financial and economic crisis and increasing austerity measures, the Europe 2020 commitment to Smart, Sustainable and Inclusive Growth is in danger. The social dimension of the Europe 2020 strategy is being weakened by the continuing emphasis on growth and austerity as the only way out of the crisis. All stakeholders’ efforts and involvement are needed to overcome this ongoing crisis. Churches and diaconia, active all over Europe and working with the most vulnerable people, have an essential responsibility and a specific role to play in shaping the way out of the crisis, ensuring social safeguards mark out any exit strategy.
This seminar will aim to equip church and diaconal actors to engage in the Europe 2020 process at national and European level. It will be followed by a reception, with Ms. Jean Lambert MEP as key note speaker to address the issue of the contribution of the first European semester to the Europe 2020 strategy. This will be an occasion for church and diaconal actors striving to be actively involved in the Europe 2020 process to meet with representatives of the EU institutions, to discuss further the implementation of the Europe 2020 strategic goals at national level, especially through the employment and poverty targets.
Eurodiaconia is a dynamic, Europe wide community of organisations founded in the Christian faith and working in the tradition of Diaconia, who are committed to a Europe of solidarity, equality and justice.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »