Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 2 dicembre 2011

Farmacovigilanza su errore

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Dei 18mila i casi di esposizione pericolosa a farmaci rilevati annualmente dal Centro antiveleni (Cav) di Milano, circa il 17% riguarda casi di errore terapeutico mentre il 3% presenta un quadro clinico riferibile a reazione avversa. È quanto emerge da uno studio pubblicato su una rivista dell’Istituto superiore di sanità, in cui viene proposto anche un progetto nazionale di farmacovigilanza sull’errore terapeutico. I 18mila casi di esposizione ai farmaci rappresentano il 40% circa della casistica complessiva esaminata, su richiesta di utenti ospedalieri ed extra ospedalieri dislocati sul territorio nazionale. L’analisi dei dati del Cav di Milano ha permesso di rilevare alcune problematiche emergenti e stimolato l’avvio di un piano regionale per la farmacovigilanza di errori terapeutici e reazioni avverse, cui hanno contribuito nel 2010 anche i Centri di Bergamo e Pavia. Con gli strumenti operativi messi a punto si è ora pronti a implementare un analogo piano di farmacovigilanza di rilevanza nazionale, il Farvicav. A tal fine è stato predisposto un sito web cui possono accedere direttamente gli altri Centri collaboranti per inserire i dati, mentre le informazioni acquisite dal database centralizzato sono condivise con l’Iss, che ha il compito di analizzarli e redigere rapporti annuali. Attualmente hanno aderito al progetto, oltre alla Lombardia, anche Campania, Puglia, Toscana e Friuli-Venezia Giulia. Si prevede che il sistema Farvicav sarà in grado di rilevare su base annua informazioni su circa 3.500 casi di errori terapeutici e 800 di reazioni avverse.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Roberto Gabellini: Pescatori d’Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Pescatori d’Italia Storie sul bordo del mare Storie di vita raccontate dai volti di pescatori delle coste italiane. Ritratti dove ogni ruga è un ricordo scavato dal mare. Un viaggio, dal Veneto alla Liguria, passando per Sicilia e Sardegna per scoprire imprese quotidiane che trascinano dentro un mondo fatto di albe e notti in barca, di ami, di lampare, di reti. Un omaggio che sa di salmastro dedicato a un mestiere antico troppo spesso dimenticato. Pagine 70 Euro 14,00 Codice 18295R EAN 978-88-425-4944-4

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Geologi e difesa territorio

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

“I geologi sono disponibili ad un’ azione di “volontariato” in difesa dell’ambiente aderendo al progetto di Legambiente, a tutela del territorio e della sicurezza dei cittadini. E’ chiaro però che non possiamo dare ai giovani una sensazione di costante precariato, ma dobbiamo investire su di loro per formare una coscienza del territorio”. Lo ha affermato, Gian Vito Graziano , Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi , sposando pienamente il progetto di Legambiente riguardante la realizzazione del “Servizio volontario per la prevenzione del rischio idrogeologico” “In questi giorni , proprio dalle zone alluvionate , dalla Liguria , dalla Sicilia , dalla Toscana – ha proseguito Graziano – sono arrivate immagini particolarmente significative . Abbiamo visto tanti giovani che erano all’opera e abbiamo visto il come si sia mobilitata la parte migliore del Paese con volontari intervenuti per dare una mano . Questi ragazzi hanno scavato il fango , hanno aiutato a pulire e sono intervenuti anche nelle situazioni più delicate dando una mano importante . Credo che l’Italia debba cominciare da loro . Credo che questo Paese abbia il dovere di investire in questa nuova generazione, che vuole conoscere e sapere, ma che soprattutto è capace di creare nuovi modelli di comportamento che sensibilizzino tutta l’opinione pubblica al rispetto per l’ambiente. Dunque il Consiglio Nazionale dei Geologi aderisce al progetto di Legambiente di mobilitazione temporanea di 10.000 giovani in difesa e per la manutenzione dei nostri corsi d’acqua, necessariamente supportati e coordinati dagli esperti del territorio. Alluvioni , frane , dissesto idrogeologico : dovremo ormai convivere con questi eventi climatici estremi che come detto anche da Vittorio Cogliati Dezza, non sono più fenomeni eccezionali. Dovremo conviverci così come accade in altri Paesi. Dobbiamo iniziare dai giovani rendendoli parte attiva di una rete del volontariato in difesa del territorio”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Farmindustria: innovazione a rischio

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

I continui tagli alla Sanità potrebbero mettere a rischio gli investimenti in Ricerca e Sviluppo in Italia. Lo ha affermato Maurizio de Cicco, Amministratore Delegato di Roche e vicepresidente di Farmindustria, a margine di un convegno sulla medicina personalizzata a Basilea. «Il difficile quadro economico e un contesto italiano che troppo spesso risponde alle esigenze di contenimento della spesa con interventi di breve periodo e non con misure strutturali» ha affermato De Cicco «possono disincentivare gli investimenti in ricerca e sviluppo». Sotto accusa sono, secondo l’amministratore delegato, i provvedimenti contenuti nell’ultima manovra che fanno gravare in parte sulle aziende i deficit delle Regioni sulla spesa farmaceutica innovativa. La situazione italiana potrebbe portare a disparità tra pazienti europei e italiani. «Siamo molto legati all’Italia, ci siamo da decenni e vogliamo restare a lungo, ma siamo anche preoccupati per la situazione» aggiunge Severin Schwan, amministratore delegato dell’azienda farmaceutica. «In questo momento in Italia si parla solo di deficit, e non di innovazione, e questo é sbagliato» ha aggiunto «in tutta Europa il mercato dei farmaci sta diminuendo, mentre quello dei paesi emergenti cresce, e anche le risorse si spostano verso est. In Cina noi siamo considerati parte della soluzione ai problemi di salute pubblica, qui invece parte del problema, perché si guarda solo ai costi. Di questo passo si rischia di perdere il treno dell’innovazione».(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci: fascia C e liberalizzazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Fascia C con la valigia in mano, in procinto di uscire dalla farmacia. È il tam tam che da ieri circola per corridoi e scale dei palazzi romani, un’anticipazione di quello che lunedì il governo varerà nella Manovra da 25 miliardi. Voci da registrare con la dovuta cautela perché non è la prima volta che i tamburi della liberalizzazione si mettono a suonare – i titolari ricordano ancora i brividi di quest’estate – ma stavolta il rimbombo è particolarmente forte. Aveva acceso qualche lampadina l’articolo con cui ieri mattina Il Sole 24 Ore passava in rassegna le strade che il governo stava esplorando: in tema di farmacie revisione della Pianta organica, interventi non meglio specificati sulla fascia C e comunali. Poi, nel pomeriggio, un tam tam di voci che dà per quasi certa la liberalizzazione della fascia C. O almeno, questo dicono altre voci, la proposta lunedì in Consiglio dei ministri arriva di certo, sponsor l’ex Garante dell’Antitrust Antonio Catricalà (nella foto), e poi lì si vedrà l’accoglienza da parte dei Ministri (Balduzzi compreso). Intanto, contro la deregulation si mobilitano le aree cattoliche dei farmacisti, preoccupate che stupefacenti e pillola del giorno dopo possano prendere la strada dei corner Gdo e degli esercizi di vicinato. «I politici che ritengono di poter applicare ai farmaci le regole del mercato dovrebbero vergognarsi» tuona Piero Uroda, presidente dell’Ucfi (Unione cattolica farmacisti italiani) «i consumatori non sono così consapevoli e informati come questi signori credono. E il rischio, sulla contraccezione, è quello di favorire un uso distorto della pillola che come cattolici ci preoccupa fortemente». «Le farmacie» aggiunge Giuseppe Fattori, presidente del Nobile collegio chimico farmaceutico «garantiscono un sistema di controllo sull’accesso al farmaco etico e stupefacente e sul ritiro in caso di emergenze che rappresenta una tutela mirabile della salute pubblica. Mi chiedo se altri canali siano in grado di assicurare lo stesso livello di vigilanza». (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biotecnologia: pancreas artificiale e cura del diabete di tipo 1

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

FDA outlines flexible approaches for artificial pancreas system clinical trials, product approvalsL’FDA (l’ente statunitense per il controllo sui farmaci e gli alimenti) delinea approcci flessibili per la sperimentazione del “pancreas artificiale” Agency provides options for device designs and studies Passi importanti per la regolamentazione della cura del diabete di tipo 1 arrivano dagli USA. Lo segnala Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”.
L’FDA, The US Food and Drug Administration today issued draft guidance designed to help investigators and manufacturers as they develop and seek approval for artificial pancreas device systems to treat type 1 diabetes.l’agenzia federale statunitense per il controllo sui farmaci e gli alimenti, nella giornata di ieri ha individuato le linee guida di indirizzo per i ricercatori e produttori relative allo sviluppo e alle richieste di approvazione per i sistemi di “pancreas artificiale” utili per il trattamento di una malattia che coinvolge milioni di persone nel mondo.
To facilitate development of this novel product in an evolving area, the draft guidance provides flexible recommendations for design and testing that meet statutory requirements for safety and effectiveness.Per facilitare lo sviluppo di questo nuovo dispositivo in un settore in continua evoluzione, il progetto di orientamento offre suggerimenti flessibili per la progettazione e la sperimentazione in grado di soddisfare i requisiti di legge relativi alla sicurezza e l’efficacia.
For example, the draft guidance provides for flexibility in choice of study endpoints, number of patients to be studied and the length of the clinical trial. “The FDA is focused on improving the process for the study and approval of artificial pancreas systems, and developed this guidance to provide maximum flexibility to manufacturers seeking to bring this device to US patients,” said Jeffrey Shuren, MD, director of the FDA’s Center for Devices and Radiological Health.L’FDA con quest’azione dimostra così particolare attenzione al miglioramento ed a un’accelerazione del processo per lo studio e l’approvazione di sistemi di pancreas artificiale, avendo realizzato queste linee guida per offrire la massima flessibilità ai produttori che cercano di introdurre questo nuovo dispositivo per i pazienti degli Stati Uniti ed avendo compreso come questo prodotto potrebbe cambiare la vita di milioni di americani affetti da diabete.
Il Type 1 diabetes is a serious, chronic condition in which the pancreas produces little or no insulin, a hormone needed to properly control blood glucose (sugar) levels.diabete di tipo 1 è una grave malattia cronica a causa della quale il pancreas o non produce o la produce in maniera insufficiente insulina, un ormone necessario per il controllo dei livelli di glicemia (zucchero) nel sangue. People with type 1 diabetes must monitor their blood sugar using a glucose meter throughout the day, calculating how much insulin is needed to lower their blood glucose levels, and administering the necessary dose using a syringe or insulin pump to deliver insulin into subcutaneous tissue.Le persone affette da diabete di tipo 1 devono monitorare costantemente la glicemia utilizzando un misuratore di glucosio nel corso della giornata, calcolando la quantità di insulina necessaria per abbassare i loro livelli di glucosio nel sangue ed utilizzando una siringa per somministrarla nel tessuto sottocutaneo.
An artificial pancreas system does not involve synthetic or artificial tissue or organs.Il sistema di pancreas artificiale non coinvolge né tessuti sintetici o artificiali né nuovi organi da trapiantare, ma Instead, it combines two medical devices, an insulin pump and a continuous glucose monitor or CGM that receives information on glucose levels from a sensor placed under the patient’s skin.combina due dispositivi medici, una pompa di insulina ed un chip CGM che attraverso un sensore posto sotto la pelle del paziente monitora continuamente i livelli di glucosio nel sangue. The pump and CGM work together, monitoring the body’s glucose levels and automatically pumping appropriate doses of insulin as determined by a computer algorithm.La pompa e il CGM lavorano in sinergia attraverso il monitoraggio dei livelli di glucosio del corpo e l’automatico pompaggio di dosi appropriate di insulina come determinato da un algoritmo informatico.
While not a cure, an artificial pancreas could reduce dangerous high and low blood sugars, providing a better quality of life for those with diabetes and lowering the risk for future diabetes-related complications.Pur non essendo una vera e propria cura definitiva, il “pancreas artificiale” potrebbe ridurre i pericolosi picchi di glicemia alta e bassa, offrendo una migliore qualità della vita per le persone con diabete e riducendo il rischio per le complicazioni future legate al diabete.
The guidance recommends a three-phase clinical study progression so that studies may move to an outpatient setting as quickly as possible.La guida raccomanda tre fasi di progressione degli studi clinici in modo che si possa passare a un ambiente ambulatoriale il più velocemente possibile. To further streamline clinical studies, the guidance suggests ways sponsors may leverage existing safety and effectiveness data for components that may make up an artificial pancreas system, as well as data gathered from clinical studies conducted outside of the USPer snellire ulteriormente la fase di ricerca, i nuovi protocolli della FDA, danno ampio rilievo alla sicurezza dei dati esistenti e quelli relativi all’efficacia dei componenti del sistema del pancreas artificiale, nonché i dati raccolti dagli studi clinici condotti al di fuori degli Stati Uniti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Innovazione nel trattamento del dolore cronico severo

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Si terrà domani a Roma, un Convegno, presso il Centro Congressi Fontana di Trevi, Sala Loyola, che vedrà coinvolti oltre 200 medici tra ortopedici, fisiatri e reumatologi. Verranno approfonditi gli aspetti relativi all’attuale gestione e trattamento del dolore cronico in Italia e sarà anche l’occasione di approfondimento sulle caratteristiche farmacologiche e cliniche di Tapentadolo (Palexia®), la prima vera innovazione farmacologica, dopo 25 anni, in ambito di terapia del dolore. Il dolore cronico è una patologia che coinvolge una fetta rilevante della popolazione: secondo i risultati di una recente indagine, circa il 20% degli europei soffre di dolore cronico, di cui quasi un quarto in forma severa. In particolare in Italia si stima che la prevalenza del dolore cronico sia del 26%, percentuale cui corrispondono circa 15,6 milioni di persone, dove il mal di schiena (LBP) ha l‘incidenza più elevata, seguito dai dolori osteoarticolari. Come spiega Stefano Coaccioli, Professore Associato di Medicina Interna dell’Università di Perugia e Presidente della Fondazione Procacci “il dolore cronico degenerativo se non adeguatamente valutato e non opportunamente trattato, peggiora la qualità di vita del paziente, modificandone in peggio alcune funzioni d’organo e di apparato, impedendone la possibilità di fare fisioterapia e quindi riabilitazione”. Nonostante oggi, con la Legge 38/2010, la gestione del dolore cronico in Italia sia nettamente migliorata, la malattia è ancora sottostimata e spesso non adeguatamente trattata con pesanti ripercussioni sulla qualità di vita dei pazienti affetti. “L’arrivo di Tapentadolo è stato studiato specificatamente per i pazienti con artrosi, dolori osteoarticolari e lombalgie croniche, avendo un’ottima efficacia e profilo di tollerabilità, migliorando la compliance del paziente al trattamento”. Chiarisce Flaminia Coluzzi, Professore Dipartimento di Scienze e Biotecnologie Mediche Chirurgiche Unità di Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore ‘Sapienza Università di Roma’. “I dati oggi disponibili dimostrano una spiccata attività analgesica di Tapentadolo, con il suo doppio meccanismo di azione (MOR-NRI) agisce contemporaneamente sul sistema oppioide e sul quello noradrenergico, avendo quindi la capacità di controllare entrambe le componenti del dolore cronico: nocicettiva e neuropatica”. Tiene a precisare la Professoressa Mariagrazia Grilli, Docente di Farmacologia presso la Facoltà di Farmacia dell’Università del Piemonte Orientale.
Il Gruppo Grünenthal è un’organizzazione indipendente, a conduzione familiare a carattere internazionale di ricerca farmaceutica con sede ad Aquisgrana, in Germania. Forte della sua posizione unica nel trattamento del dolore, ha come obiettivo quello di diventare l’azienda leader nell’innovazione terapeutica mantenendo sempre al centro le esigenze del paziente. Complessivamente, il Gruppo Grünenthal ha filiali in 36 paesi in tutto il mondo. I prodotti Grünenthal sono venduti in oltre 100 paesi e circa 4.900 sono i dipendenti che lavorano per il Gruppo a livello globale. Nel 2010, Grünenthal ha raggiunto un fatturato di circa 910 milioni di €. Per maggiori informazioni: http://www.grunenthal.com

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tecnologia a servizio della sicurezza idraulica

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Il rilancio della tecnologia sul territorio a favore della sicurezza idraulica nel bacino mantovano: questo, in sintesi, quanto si prefiggono due progetti approvati dal Consorzio della bonifica Burana (con sede a Modena) nell’ambito del PSR (Programma Sviluppo Rurale) 2010/2013 della Regione Lombardia.L’ente consortile della Burana comprende diverse aree sia in Emilia Romagna che in Lombardia e conta, sul territorio di pianura, oltre duemilacento manufatti di regolazione delle acque attraverso i canali consorziali: di questi, oltre seicento ricadono nel territorio mantovano. Due i progetti in fase di attuazione: il primo è la realizzazione di un sistema coordinato di telecomando e telecontrollo dei numerosi “sostegni idraulici” (paratoie, chiaviche), nonchè di alcuni impianti idrovori per ottenere una più veloce regolazione idraulica degli afflussi e dei livelli idrici; il secondo è la gestione di questo processo dalla centrale, dirigendolo a distanza in automatico attraverso un software, che regola le manovre in base ai livelli idrici. Il centro operativo sarà a Bondeno, dove ha sede il nucleo operativo per la gestione e la manutenzione del territorio mantovano, mentre il centro di supervisione direttivo sarà nella sede centrale dell’ente consortile a Modena.Nell’impianto idrovoro di Sabbioncello (Quingentole) ci sarà, inoltre, un sistema di comunicazione interna (postazione computerizzata e server di sistema) per la gestione del medesimo e la programmazione dell’impianto Ubertosa (Concordia sulla Secchia). L’importo complessivo dei lavori è di 850.000 euro per l’elettrificazione e di 500.000 euro per il telecontrollo (il 30% finanziato dal Consorzio della bonifica Burana).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recupero della cultura del territorio

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

“Mentre appare scontato che l’annuale Conferenza Mondiale sui Cambiamenti Climatici, in corso di svolgimento a Durban, non approderà a sostanziali risultati concreti, le conseguenze meteorologiche di un disequilibrato sviluppo sul Pianeta sono ormai evidenti a tutti, anche in Italia, ormai sede di ripetuti e tragici eventi alluvionali. Di fronte alla estremizzazione degli eventi atmosferici, i consorzi di bonifica, in attesa del più volte richiesto Piano Straordinario Nazionale di Manutenzione del Territorio, mettono la loro, concreta esperienza a disposizione delle comunità.” A ricordarlo è stato Massimo Gargano, Presidente ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni).“L’opportunità – ha proseguito Gargano – sono le carte del rischio idrogeologico, patrimonio di ciascun ente di bonifica e la cui consultazione deve diventare indispensabile pri-ma dell’acquisto di un immobile o della individuazione del proprio domicilio: si possono così evitare le zone critiche. Un altro aspetto importante è la conoscenza delle antiche toponomastiche, oggi spesso abbandonate. Aree tradizionalmente denominate “Basse”, “Palu’ ”, “Laghi”, “Melma”, “Pantano”, “Acquette” e via dicendo, secondo le più diverse accezioni locali, indicavano zone di conclamata criticità, dimenticata in nome di un’irresponsa-bile urbanizzazione, di cui oggi sono evidenti le conseguenze. Recuperare la “cultura del territorio” – ha concluso il Presidente A.N.B.I. – dovrà essere ulteriore oggetto di confronto fra consorzi di bonifica ed Amministrazioni locali, in nome della positiva collaborazione in atto, sancita, a livello nazionale, dai Protocolli d’Intesa con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e U.P.I. (Unione Province Italiane).”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Libro: Glenans

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Corso di navigazione, Nuova edizione 2011 La bibbia dei velisti in una nuova edizione riveduta e aggiornata. Dal 1961 il Corso di navigazione dei Glénans si è imposto come il manuale di riferimento per tutti gli appassionati del mare, dal principiante al diportista esperto, senza dimenticare l’istruttore, il regatante, il curioso e i professionisti del mare. Frutto dell’esperienza e della passione per il rinnovamento che l’associazione «les Glénans», la più importante scuola di vela e di crociera d’Europa, continua ad accumulare da più di cinquant’anni nelle acque di Atlantico e Mediterraneo. Uno strumento indispensabile con tutte le informazioni necessarie su attrezzatura, vele, tecniche, meteo, sicurezza.
Pagine 1056 Euro 63,00 Codice 18294P EAN 978-88-425-4939-0

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea del sindacalismo conflittuale

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Roma, 3 dicembre Teatro Ambra Jovinelli, via Guglielmo Pepe 43, ore 09.00 – 14.00 L’Unione Sindacale di Base, insieme a Cib-Unicobas, SlaiCobas, USI e Snater, chiama i lavoratori, i delegati sindacali, gli studenti e tutti coloro che stanno subendo le conseguenze della crisi, delle misure dell’Unione Europea, del governo Berlusconi e di quello Monti, a discutere e confrontarsi in un’Assemblea nazionale che si terrà il 3 dicembre a Roma,  “Se è comprensibile il senso di liberazione che gran parte degli italiani sta dimostrando rispetto alla fine della compagine berlusconiana, il consenso quasi unanime delle forze politiche e della stampa al nuovo Governo non trova assolutamente d’accordo le forze sindacali conflittuali”, spiega, per l’Esecutivo nazionale USB, Fabrizio Tomaselli. “Monti non è un ‘salvatore della patria’ – evidenzia Tomaselli – e non riusciamo a vedere il suo ruolo distinto dalle banche, dalla finanza e dai poteri forti internazionali. Noi non ci stiamo a far pagare la crisi ed il debito a chi da anni vede ridursi lo stipendio, la pensione, il lavoro ed i diritti, mentre poche centinaia di soggetti a livello internazionale vedono aumentare spropositatamente i loro profitti. Non ci stiamo a delegare alla BCE e ad un governo mai eletto dal popolo il futuro di milioni di donne e uomini di questo paese; non ci stiamo a delegare a Cgil, Cisl e Uil, insieme a Passera e altri ex banchieri, il diritto, il salario e l’occupazione sui posti di lavoro”. Conclude il dirigente USB: “Il 3 dicembre ci riuniremo dunque in Assemblea, per costruire l’opposizione sindacale e sociale al governo delle banche e dell’Unione Europea, contro ogni patto con padroni e governo, per la democrazia e il pluralismo sui posti di lavoro, per costruire sin dai giorni successivi il percorso che, a partire dai territori e dai posti di lavoro porterà ad un grande sciopero generale”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Pacchetto Latte e Pacchetto Qualità

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Bruxelles. Continua senza sosta l’attività di Aicig al Parlamento Europeo di Bruxelles per supportare gli interessi dei Consorzi di tutela nell’ambito dell’evoluzione normativa comunitaria.
Il Consiglio Direttivo di Aicig ha incontrato diversi parlamentari per insistere nuovamente sulle richieste avanzate dai Consorzi italiani. Il punto più dibattuto, oltre al riconoscimento del ruolo dei Consorzi in ambito europeo e la definizione di un sistema di protezione ex-officio sull’intero territorio comunitario (argomenti ormai condivisi), resta l’inserimento nelle future normative di una disposizione che permetta ai Consorzi di tutela di regolamentare i volumi produttivi per trovare un equilibrio tra domanda e offerta. Il primo incontro si è tenuto con l’onorevole Herbert Dorfmann, sempre attento alle questioni legate alle produzioni Dop e Igp, che ha confermato il proprio impegno nel supportare le richieste nazionali. Successivamente Aicig, con il coordinamento dell’onorevole Giancarlo Scottà, si è confrontata con la relatrice del Pacchetto Qualità, l’onorevole Garcia Peretz.
Entrambi gli incontri hanno dato esiti più che positivi, confermando la grande sensibilità degli interlocutori rispetto alle richieste avanzate dai Consorzi italiani. “L’Italia, leader non solo come numero di prodotti riconosciuti ma anche in termini di fatturato (rappresenta infatti circa il 70% dell’intero valore delle produzioni Dop e Igp europee) – dichiara Mario Cichetti, consigliere AICIG – deve avere il giusto peso nell’ambito della definizione delle regole. Le nostre produzioni sono un traino per l’intero sistema Dop e Igp comunitario e le nostre esigenze non possono essere trascurate dal legislatore; se così fosse siamo pronti a mettere in discussione l’intero sistema che evidentemente non rappresenta gli interessi delle nostre imprese”.“Da oltre due anni stiamo lavorando a pieno regime per fornire agli uffici della Commissione e del Parlamento tutte le motivazioni giuridiche a supporto delle nostre richieste – prosegue Stefano Fontana, Consigliere AICIG – siamo ora giunti alle discussioni finali e ci aspettiamo un epilogo positivo. Fondamentale in tutto questo lungo percorso il ruolo di Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Security: social network e cloud sotto i riflettori delle aziende

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Le problematiche di sicurezza si sono molto evolute rispetto ai decenni scorsi: dall’hacking mirato a danneggiare i sistemi si è passati alla diffusione di malware attraverso i social network allo scopo di sottrarre informazioni. Una recente ricerca internazionale, condotta da Dynamic Markets (1.000 manager e 1.000 dipendenti non It in Usa, Uk, Canada e Australia), rileva infatti che 20% degli intervistati ha visto informazioni riservate pubblicate sui social network. Oggi il pericolo maggiore è costituito dagli Advanced Persistent Threat (Apt), azioni condotte in modo paziente, sofisticato e organizzato, sfruttando tipi diversi di vulnerabilità e tramite una composizione di varie tecniche d’attacco.
A questo trend si aggiunge la diffusione dei nuovi modelli di delivery dei servizi It, fenomeno che ha un impatto diretto sulla sicurezza: la diffusione del cloud, per esempio, alimenta l’aspettativa di un miglioramento della sicurezza (questa l’opinione dell’87% degli addetti e Cio, secondo una recente ricerca internazionale condotta da Applied Research su 5.300 c-level e It manager in 38 paesi), sebbene proprio la sicurezza rappresenti la maggiore fonte di perplessità nei confronti dell’infrastruttura “as a service”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dopo i ribassi del mercato, Romeo aggiunge al portafoglio titoli dei gestori finanziari e industriali

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2011

Londra Lauren Romeo, capo gestore del fondo Legg Mason Royce Smaller Companies Fund, domiciliato a Dublino, con 573,85 milioni di dollari in gestione*, ha rafforzato l’esposizione del portafoglio a titoli azionari di società dei comparti gestione finanziaria e industriale, al fine di trarre vantaggio dalle basse quotazioni conseguenti a un turbolento terzo trimestre dei mercati.Romeo, gestore del portafoglio di Royce Associates, la sussidiaria Legg Mason specializzata in small-cap, ha aggiunto al portafoglio nelle ultime settimane otto nuovi titoli azionari, tra cui due del settore industriale e due gestori di asset, Lazard e Affiliated Managers Group.Romeo ha aggiunto al portafoglio anche due nomi del settore industriale: AZZ Corporation, che offre servizi di galvanizzazione dell’acciaio negli Stati Uniti ed è fornitore globale di macchinari elettrici usati per la generazione, la trasmissione e la distribuzione dell’energia; e Flowserve, un leader globale del settore pompe, valvole e sigilli, in particolare quelli utilizzati in specifici processi industriali di settori quali il petrolio, il gas e i petrolchimici.Romeo ha posizionato il portafoglio anche nell’azionario dei settori sanitario, minerario, tecnologico e del consumo discrezionale.“Nel settore sanitario abbiamo aggiunto il titolo Bio-Rad Laboratories, un fornitore di strumenti innovativi per i mercati dei diagnostici clinici e per la ricerca sulla vita. Un 60% circa dei suoi utili proviene dai reagenti e da altri prodotti rivolti al consumo che tendono ad avere una domanda costante”, aggiunge Romeo. “Un altro titolo è Pretium Resources, la società mineraria con sede in Canada, la cui attività si concentra sull’esplorazione e lo sviluppo di un territorio detenuto al 100% nella British Columbia, che è per grandezza la quinta regione al mondo più ricca per oro non ancora sfruttato. I risultati delle perforazioni hanno finora indicato la presenza di oro di alta qualità e di ampie falde in profondità. L’Ad subentrato recentemente conosceva già il progetto Pretium e ha già dimostrato le sue capacità ricoprendo l’incarico di Ceo di Silver Standard, un titolo detenuto da tempo da Royce (e dal fondo Legg Mason US Smaller Companies Fund).
Tra le altre nuove posizioni, si annoverano Zebra Technologies, una società leader nel mondo nella produzione di stampanti di codici a barre, che detiene una quota di mercato del 30% circa. Posizionata invece nel settore del consumo discrezionale, un’altra nuova acquisizione è Steiner Leisure, il più importante fornitore di servizi per i centri benessere sulle navi da crociera. “Steiner ha contratti a lungo termine con le principali linee marittime di crociera che generano per questa società una sorta di utile annuo fisso”, dice il gestore.
In generale, Romeo è dell’avviso che le opportunità offerte dalle società a bassa capitalizzazione degli Stati Uniti, in particolare quando si tratta di attività di qualità sottovalutate nonostante le buone prospettive di crescita, continuino a superare quelle offerte dal settore a grande capitalizzazione.
Legg Mason è una società di gestione di investimenti globale che gestisce asset per un totale di 629 miliardi di dollari Usa al 31 ottobre 2011. La società offre una gestione attiva degli asset in molti dei principali centri di investimento del mondo. Legg Mason ha la sua sede centrale a Baltimora, Stati Uniti, ed è quotata presso il New York Stock Exchange (codice: LM).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »