Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 9 dicembre 2011

From the Durban conference centre

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

English: Habour of Durban Deutsch: Der Hafen v...

Image via Wikipedia

Kumi Naidoo of Greenpeace has been removed from the Durban conference centre and has been banned from the building.
He, along with nine other Greenpeace activists, has had his UN accreditation badge removed, meaning he cannot re-enter the site during the remainder of the UN climate conference. This afternoon Kumi joined scores of campaigners from across the world at a protest in the conference centre, outside the plenary room. During the protest he accompanied Dr Mohaemmed Shareef Environment Minister from the low-lying island country of the Maldives. After over two hours, along with over a hundred people from many different groups including 350.org, Friends of the Earth, AVAAZ, he was escorted out the conference.Before being taken out Kumi said: “We are here to stand with the most vulnerable countries whose basic survival needs have not been met by the men and women in that conference hall. We are here to call upon government minsters to listen to the people and not the polluters. The United States delegation is right now organising, line-by-line, the means by which United Nations member states will be eradicated from the map. We will not tolerate this.”
After being thrown out Kumi added: “While people calling for urgent action to protect the climate and save lives have been thrown out, it is a brutal irony that the US delegation continues to have free reign to continue obstructing any progress. I ask the proud American people, in whose name this is being done, to take just a moment today to consider what they would do if they learned that a conference of powers was plotting to wipe their great nation off the map, because for low-lying islands that is the future they face. “But the United States has allies here, and they are not inconsequential. Obama’s delegation can only destroy this conference if other big polluters join them. I make an appeal here to those nations, do not stand with the U.S. delegation, stand with us, stand with the nations facing eradication.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Province: audizione Saitta

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

“Le disposizioni sull’abolizione delle Province non risanano i conti dello Stato, né riducono i costi della politica. Anzi, aumenteranno la spesa pubblica e causeranno solo disfunzioni e conflitti inutili, proprio in un momento in cui invece tutte le istituzioni dovrebbero essere in prima fila a lavorare per il rilancio del Paese. E’ un dato di fatto, attestato dall’Università Bocconi (di cui il Capo del Governo è preside) e confermato dalla relazione del Governo. Per questo chiediamo lo stralcio immediato”. Lo ha detto il Vice Presidente Vicario dell’Upi Antonio Saitta, Presidente della Provincia di Torino, in Audizione alla Commissione Bilancio della Camera oggi sulle norme ordinamentali di abolizione delle Province contenute nella manovra economica. “Ci sentiamo in divere di fare un appello alla politica – ha detto Saitta – perche’ sulle Province il Governo sta prendendo un abbaglio grave. Ci pare di capire che su questo tema ci sia purtoppo una ragione superiore che di fatto commissaria il Parlamento, impedendo ai parlamentari di agire per il bene del Paese”. “E’ impensabile che il Parlamento non faccia valere le ragioni della buona politica nonostante la consapevolezza, dati alla mano, che questa operazione sia del tutto inutile, costosa, ingestibile e foriera di anni di caos e conflitti istituzionali, come e’ stato affermato perfino dagli stessi deputati della Ccommissione affari costituzionali della Camera”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Pacco bomba direttore Equitalia

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

«Un atto scellerato, vile, i cui colpevoli devono essere identificati al più presto e puniti. Al direttore della filiale di Equitalia, Marco Cuccagna, ferito nell’esplosione, esprimo la massima vicinanza e la solidarietà della cittadinanza e delle istituzioni capitoline. L’ipotesi che possa trattarsi di un gesto non isolato è un invito per tutti a non abbassare la guardia. Confido che l’attività investigativa delle forze dell’ordine, assicurando i responsabili di questo atto terroristico alla giustizia, possa permettere alla città di vivere il Natale in un clima di serenità». Lo dichiara il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, appena appreso del pacco bomba esploso nell’agenzia di Equitalia di Via Millevoi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Collaborazione settore musicale

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

English: Palazzo Farnese in Rome (16th century...

Image via Wikipedia

Roma Venerdì 9 dicembre, Ore 20.15, a Palazzo Farnese,alle ore 20.15, Frédéric Mitterrand, ministro francese della Cultura e della Comunicazione, e Lorenzo Ornaghi, ministro per i Beni e le Attività culturali, firmano una dichiarazione congiunta sulla collaborazione nel settore musicale. La Francia e l’Italia intendono così rafforzare la cooperazione culturale tra i nostri due Paesi, attraverso le stagioni musicali “Suona Francese” e “Suona Italiano” per il 2012, il 2013 et il 2014. Questa volontà condivisa si tradurrà con una maggiore diffusione delle opere musicali francesi ed italiane in Italia e in Francia, un incoraggiamento alla produzione musicale, e infine il perseguimento e l’aumento delle collaborazioni tra scuole e conservatori musicali. La quinta edizione di “Suona Francese” si terrà in Italia dal 1° aprile al 30 giugno 2012, e la seconda edizione di “Suona Italiano” si svolgerà in Francia da settembre a dicembre 2012. La Fondazione Musica per Roma, che sostiene ambedue edizioni, e l’Ambasciata di Francia in Italia operano insieme per il successo delle due stagioni e, più in generale, per la creazione musicale. Posto sotto il patrocinio del Ministero francese della Cultura e della Comunicazione e del Ministero italiano dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, “Suona Francese” è promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia, dall’Institut Français, dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, con il sostegno della SACEM e della Fondazione Nuovi Mecenati. Organizzato sotto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nonché dell’Ambasciata d’Italia a Parigi, “Suona Italiano” è organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, con il sostegno del Ministero francese della Cultura e della Comunicazione, della SIAE e dell’Enel.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia: attentato

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Roma ”Un gesto vile e miope messo in atto da chi non ha a cuore il vero interesse della Nazione e finisce a fare il gioco del potere che a parole sostiene di voler combattere”. Così il presidente di CasaPound Italia Gianluca Iannone commenta l’attentato contro Equitalia messo a segno oggi a Roma. ”L’uso delle bombe è un atto che ci ripugna e che non serve a nulla se non a indebolire l’azione positiva di chi invece si batte ogni giorno nelle strade e nelle piazze contro l’usura legalizzata di Equitalia”, afferma Iannone, che esprime solidarietà al direttore generale ferito dal plico esplosivo. ”Per chi davvero vuole cambiare un sistema che non funziona, il modo di agire è un altro – aggiunge il leader di CasaPound – Cpi, attraverso un sito web (www.fermaequitalia.org), azioni simboliche e
banchetti in tutta Italia, ha già raccolto centinaia di firme per una legge di iniziativa popolare che limiti lo strapotere della società di riscossione dell’Agenzia delle Entrate e ripristini alcuni principi irrinunciabili di giustizia sociale, impedendo ad Equitalia di iscrivere ipoteche su immobili destinati ad abitazione principale per
crediti inferiori al 30% del valore dell’immobile e di pignorare beni strumentali dell’impresa o percentuali di credito superiori al 20% del totale iscritto in bilancio; obbligandola ad applicare il tasso di interesse legale nella rateazioni dei crediti; revocandole la possibilità di condurre indagini finanziarie; diminuendo la percentuale che l’ente guadagna sui piccoli crediti riscossi raddoppiando invece la percentuale sui grandi crediti per incentivarla a perseguire i grandi evasori”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Piemonte: piano dimensionamento scolastico

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Torino

Image by chris-r3i via Flickr

Istituti comprensivi, scuole accorpate e nuovi indirizzi: cambierà fin dal prossimo anno il panorama dell’offerta formativa e della rete scolastica delle scuole di ogni ordine e grado. Dopo le consultazioni e i confronti di novembre con i sindaci e i dirigenti scolastici, avvenuti nel corso delle conferenze territoriali, la Giunta provinciale ha ieri approvato la delibera che definisce la “programmazione delle istituzioni scolastiche della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria sul territorio provinciale”. Nel documento sono confluite e accolte le proposte dei Comuni e dell’amministrazione provinciale, avanzate secondo le normative vigenti che prevedono l’aggregazione in istituti comprensivi per gli istituti dall’infanzia alla scuola secondaria di 1° grado con almeno 1000 alunni (500 per le scuole montane) e l’unificazione di quelli di istruzione superiore per il mantenimento dell’autonomia con un numero di studenti compreso tra i 500 e 900.
Per il primo ciclo di istruzione l’autorizzazione al dimensionamento con la creazione di istituti comprensivi riguarda:
Avigliana (creazione di un istituto comprensivo per le scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondaria di primo grado, sede di presidenza e segreteria presso la direzione didattica Domenico Berti, via Luigi Einaudi 33, 1022 allievi);
– Buttigliera Alta (il nuovo istituto comprensivo risulterebbe sottodimensionato solo per l’anno scolastico 2012-2013 (601 allievi), per il 2013-2014 è previsto infatti l’accorpamento con le scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondaria di primo grado di Rosta, 601+441=1041allievi);
– Pianezza (accorpamento in un istituto comprensivo della scuola secondaria di primo grado “Giovani XXIII” con la direzione didattica statale, sede di presidenza e segreteria: IC Pianezza Via Manzoni 5, 1476 allievi)
– Orbassano (riorganizzazione delle attuali autonomie scolastiche in due istituti comprensivi, con sede di presidenza e segreteria in fase di definizione, IC1- 1031 allievi e IC2 -1075 allievi).
– Alpignano (accorpamento in un istituto comprensivo della direzione didattica statale con la scuola secondaria di primo grado “Tallone”, sede di presidenza e segreteria: IC Alpignano Via Pianezza 31, 1225 allievi)
– Bussoleno (accorpamento in un istituto comprensivo della scuola secondaria di primo grado con la direzione didattica che comprende la scuola dell’infanzia e la scuola primaria – cui fanno capo anche le autonome scuole di Mattie, San Giorio di Susa, Bruzolo e Chianocco, sede di presidenza e segreteria: IC Bussoleno Via Don Carlo Prinetto 2, 932 allievi)
– Cirié (accorpamento in due istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Cirié, San Carlo Canavese e Vauda Canavese, sede di presidenza e segreteria: IC 1 Via Trieste 3 Cirié, 1023 allievi; IC 2 Via Roma 42 Cirié , 1270 allievi)
– Rivarolo Canavese (accorpamento in un istituto comprensivo delle autonomie scolastiche statali presenti con plessi nei Comuni di Rivarolo Canavese, Bosconero e Feletto, sede di presidenza e segreteria: IC Via Le Maire 20 Rivarolo Canavese, 1436 allievi)
– Piossasco (riorganizzazione delle attuali autonomie scolastiche in due istituti comprensivi, sede di presidenza e segreteria: IC1 Via Volvera 14 – Piossasco, 846 allievi – consistenza numerica che nell’arco di tre anni raggiungerà i limiti indicati dalla legge 111/2011 e dell’atto di indirizzo della Regione Piemonte; IC2 Via Cumiana 2 – Piossasco, 1038 allievi)
– Carmagnola (accorpamento in tre istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Carmagnola, Pralormo, Pancalieri, Virle Piemonte e Villastellone, sede di presidenza e segreteria: IC 1 Corso Sacchirone 47 – Carmagnola, 1304 allievi; IC 2 Via Marconi 6 – ex Convitto – 1269 allievi; IC 3 Corso Sacchirone 26, 1336 allievi)
– Carignano (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Carignano, Osasio e Lombriasco, sede di presidenza e segreteria: IC Via Tappi 46 – Carignano, 1.043 allievi)
– Ivrea (accorpamento in due istituti comprensivi delle scuole statali dei Comuni di Ivrea, Cascinette, Chiaverano e Montalto Dora, sede di presidenza e segreteria: IC 1 C/o D.D. D’Azeglio Ivrea, 1315 allievi; IC 2 via Dora Baltea Ivrea, 1329 allievi)
– Pavone Canavese (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Banchette, Pavone Canavese, Fiorano Canavese, Lessolo, Samone e Salerano con sede di presidenza e segreteria in fase di definizione: IC 1235 allievi)
– Settimo Vittone (accorpamento in un istituto comprensivo delle scuole statali dei Comuni di Settimo Vittone, Andrate, Carema, Quincinetto, Tavagnasco e Borgofranco d’Ivrea, sede di presidenza e segreteria: IC scuola secondaria di I grado Strada provinciale 14 SettimoVittone, 770 allievi Comune montano
– Villafranca Piemonte (accorpamento in un unico istituto comprensivo dei due IC presenti nei Comuni di Villafranca Piemonte e Cavour , sede di presidenza e segreteria a Cavour, piazza San Martino 2: IC 871 allievi con la possibilità di raggiungere i 1000 allievi nel 2013-2014, mediante l’acquisizione delle scuole del Comune confinante)
– Baldissero Torinese (attivazione di una sezione associata all’autonomia scolastica secondaria di primo grado “Quarini” presso il costruendo plesso scolastico di Via Roma 15)
– Osasco (avvierà nel 2012-2013 la nuova struttura scolastica destinata ad accogliere gli alunni della scuola per l’infanzia e della scuola primaria, già predisposta per incrementare il numero di sezioni di scuola materna).
In relazione alle scuole dell’Infanzia è stata accolta, per l’anno scolastico 2012-2013, la richiesta del Comune di Caselette di due nuove sezioni di scuola dell’infanzia statale presso il plesso scolastico che ha sede in Strada Contessa 86.
Per il secondo ciclo di istruzione sono stati approvati per l’anno scolastico 2012-2013
gli accorpamenti degli istituti:
– IT Arduino e IT Carlo Levi (che andranno a costituire l’istituto Carlo Levi-Arduino prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Torino, Via Madonna de la Salette 29);
– Liceo Gobetti e Liceo Segrè (che costituiranno l’istituto Gobetti-Segrè prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Torino, Via Maria Vittoria 39/bis);
– Fermi e Galilei (che comporranno l’istituto Fermi-Galilei di Cirié prevedendo una nuova denominazione, con sede di dirigenza a Cirié, Via San Giovanni Bosco 17).
Per l’anno scolastico 2013-2014 sono previsti dimensionamenti e accorpamenti degli istituti Maxwell, Sraffa, Natta, Ubertini qualora – nel 2012-2013 – il numero complessivo degli allievi dei percorsi ordinari non raggiunga il minimo di 600.
Un altro capitolo della delibera disciplina le proposte di nuovi indirizzi. “Nell’anno scolastico 2010-2011 – spiega l’assessore all’Istruzione Umberto D’Ottavio – alcune autonomie non sono state in grado di accogliere tutti i giovani iscritti per la saturazione delle aule disponibili. Per garantire una programmazione adeguata nei diversi ambiti funzionali, si è reso necessario attribuire nuovi indirizzi ad autonomie scolastiche affinchè possano accettare le iscrizioni degli studenti in esubero per la saturazione di locali disponibili”.
Sono state pertanto accolte le richieste degli Istituti:
– Gobetti Marchesini di Torino (valorizzazione del polo chimico-biotecnologico con la conferma degli indirizzi tecnici e professionali presenti e aggiunta del percorso di liceo scientifico opzione scienze applicate e dell’istituto tecnico sistema moda, legato a uno degli indirizzi già attivi: chimica, materiali e biotecnologie);
– Galilei – Ferrari di Torino (mantenimento dell’indirizzo di liceo scientifico opzione scienze applicate nell’offerta formativa 2012/2013, non attivato nell’anno scolastico in corso, ma matrice storica dell’istituto);
– Primo Levi di Torino (attivazione del liceo delle scienze umane per agevolare i trasferimenti dalla prima cintura sud);
– Maxwell di Nichelino – capofila del Polo IFTS “Energia e Ambiente Piemonte”- (rafforzamento dell’offerta formativa con un ulteriore indirizzo: chimica, materiali e biotecnologie. Il percorso risulta coerente con l’offerta formativa esistente, utile nel territorio di riferimento e compatibile con le strutture, le risorse strumentali e le attrezzature esistenti);
– Porro-Alberti , sezione Alberti di Luserna San Giovanni (attivazione del liceo scientifico opzione scienze applicate. La scelta permette di usare spazi e dotazioni strumentali sottoutilizzati e di valorizzare il territorio);
– Curie di Grugliasco (introduzione del liceo scienze applicate per facilitare i trasferimenti dalla prima cintura).
– Majorana di Moncalieri (istituzione del liceo linguistico, in sostituzione del liceo classico)
– Romero di Rivoli (introduzione dei servizi socio-sanitari.)
– Martinetti di Caluso (introduzione del nuovo indirizzo architettura e ambiente)
– Giolitti di Torino (introduzione del nuovo indirizzo servizi commerciali)
– Faccio di Castellamonte (introduzione del nuovo indirizzo arti figurative)
– Buniva di Pinerolo (introduzione del nuovo indirizzo scenografia)
– Plana di Torino (introduzione del percorso serale servizi socio-sanitari ottico)
– Boselli di Torino (introduzione dei percorsi serali socio- sanitario e turismo)
In attesa della specifica regolamentazione sulla sezione ad indirizzo sportivo nel sistema dei licei, la Provincia di Torino ha richiesto l’attivazione del percorso presso l’Isitituto di Istruzione Superiore Des Ambrois di Oulx: l’istituto è riconosciuto ufficialmente e sostenuto economicamente dalla Regione Piemonte dall’anno scolastico 2004-2005 come Liceo della Neve, insieme ai licei di Limone Piemonte e Domodossola. Al Des Ambrois è prevista anche l’introduzione del liceo delle scienze applicate in sostituzione del percorso ordinamentale. Il piano così approvato passerà all’esame della Regione Piemonte.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il conflitto in Afghanistan: processi decisionali e strategie militari

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

English: collage of four photos for the Afghan...

Image via Wikipedia

Pavia 12 dicembre alle ore 15.00, presso l’Aula Grande di Scienze Politiche, il dottor Andrea Grazioso, consulente presso il Ministero della Difesa ed esperto di politica militare, terrà una conferenza sul tema “Il conflitto in Afghanistan: processi decisionali e strategie militari”. Il dottor Andrea Grazioso è ricercatore dal 1998 presso il Centro Militare di Studi Strategici, redattore dell’Osservatorio Strategico e autore di numerosi studi monografici, in alcuni casi condotti congiuntamente con importanti realtà straniere (RAND Corporation, King’s College, UN Staff College etc.); ha tenuto per il CASD (Centro Alti Studi Difesa) conferenze o moduli d’insegnamento, anche per studenti provenienti dalle Università di Roma, Nizza e Sarajevo; ha svolto per la NATO (Allied Command for Transformation) attività di tutor, nell’ambito del “Multiple Future Project”; ha avuto la responsabilità sia di moduli di insegnamento (Proliferazione e contro-proliferazione; armi di distruzione di massa ecc.) sia di singole lezioni per la LINK Campus University; ha svolto attività di insegnamento a livello di Master presso le Università Roma III e di Gorizia e la Scuola di Guerra di Civitavecchia; collabora con l’Enciclopedia Italiana sui temi relativi alla Difesa, ai conflitti e alle tecnologie militari; da circa quattro anni lavora presso il Gabinetto del Ministro della Difesa, quale esperto di Politica militare. In tale funzione ha operato nel NATO-Russa Council.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alle radici della Malattia di Alzheimer

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Русский: Алоис Альцгеймер Deutsch: Alois Alzheimer

Image via Wikipedia

Pavia 14 dicembre 2011 – ore 17.00 Aula Volta Università la Dott.ssa Elisa Mura Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università di Pavia Introduce: Prof. Stefano Govoni Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università di Pavia La lotta all’Alzheimer e il contributo scientifico che la ricerca pavese sta dando in ambito internazionale sono al centro del nuovo incontro del ciclo “Ricerca a Pavia: successi recenti”. La dott.ssa Elisa Mura, del Dipartimento di Scienze del Farmaco, presenterà il 14 dicembre alle ore 17.00 in Aula Volta il progetto finanziato dall’Alzheimer’s Association. Introdurrà il prof. Stefano Govoni.La malattia di Alzheimer colpisce circa 10.000.000 di persone nella sola Europa: un numero che è associato ad ingenti costi sociali e sanitari e che è destinato a crescere con l’aumento dell’aspettativa media di vita della popolazione. Nonostante siano passati più di cento anni dalla descrizione della prima paziente effettuata da Alois Alzheimer, non è ancora disponibile una cura in grado di arrestare il progressivo danno a livello del cervello a cui la patologia è associata.
La malattia di Alzheimer è causata dall’aumento dei livelli di una proteina, chiamata beta-amiloide, che tende ad accumularsi all’esterno delle cellule del cervello (i neuroni) provocandone la morte. Con il progredire della malattia, la morte dei neuroni causa perdita di memoria, difficoltà di linguaggio, calcolo, e giudizio, depressione e disturbi del sonno. Studi recenti hanno però dimostrato che beta-amiloide è presente anche nel cervello dei soggetti sani, fatto che suggerisce che la proteina abbia un ruolo normale che viene alterato dalla malattia. A tale riguardo, da alcuni anni Elisa Mura, Stefania Preda e Stefano Govoni della facoltà di Farmacia di Pavia, in collaborazione con un gruppo di farmacologi di Genova, hanno scoperto che beta-amiloide è in grado di regolare il rilascio di alcune molecole che servono da messaggeri tra i neuroni: i neurotrasmettitori. I neuroni infatti comunicano inviando i neurotrasmettitori alle cellule vicine attraverso giunzioni sottili chiamate sinapsi e questa comunicazione è fondamentale per la regolazione delle funzioni cerebrali. I ricercatori pavesi e genovesi hanno valutato l’effetto di beta-amiloide su differenti neurotrasmettitori in diverse zone del cervello. Attualmente si stanno focalizzando allo studio di neurotrasmettitori eccitatori (gli amminoacidi aspartato e glutammato) ed inibitori (l’amminoacido GABA) in un’area cerebrale, chiamata ippocampo, che è particolarmente danneggiata nei pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer. Del resto, in ippocampo il rilascio di questi tre neurotrasmettitori è fondamentale per la formazione della memoria e per l’apprendimento. I dati preliminari dello studio mostrano che beta-amiloide modula in modo complesso il rilascio di questi neurotrasmettitori. Questi dati sono di particolare rilevanza perché portano alla luce uno scenario duplice: in condizioni normali beta-amiloide potrebbe essere fondamentale per la normale comunicazione tra neuroni e per la formazione dei ricordi ma un aumento incontrollato e patologico dei suo livelli potrebbe invece concorrere alla comparsa di precoci disfunzioni cognitive tipiche della malattia. Nelle fasi tardive della malattia, beta-amiloide raggiunge livelli tali da diventare tossica per i neuroni e le funzioni cognitive dei pazienti saranno sempre più compromesse fino alla demenza. Dal momento che questa ricerca potrebbe portare allo sviluppo di nuove terapie, ora i due gruppi di ricerca stanno cercando di capire il meccanismo d’azione di beta-amiloide. A tale scopo la ricercatrice pavese Elisa Mura ha recentemente ottenuto un finanziamento di 99.000$ dall’Alzheimer’s Association, una importante organizzazione non-profit statunitense. Si tratta di un riconoscimento di rilievo in quanto quello di Elisa Mura è uno dei 6 progetti presentati da università europee che l’Associazione americana ha ritenuto di finanziare nel 2011, dopo aver selezionato 78 proposte tra gli 875 progetti di ricerca pervenuti da tutto il mondo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Council Welcomes Two New Faces to its Staff in Washington D.C.

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

kasha grains

Image via Wikipedia

In addition to the upcoming office move, collocating with NCGA’s Washington staff, the U.S. Grains Council has brought on board two staff members whose talent and skills will be recognized assets as the Council enters the new year. Along with Andrew Conner, new USGC manager of global biotechnology who joined Council on Nov. 28, Jon Weiss and Wendie Cable have also recently started.Mr. Jon Weiss began work at the Council on Nov. 30 filling the manager of domestic accounting position vacated by Joey Tatlonghari. Jon previously worked for U.S. Wheat Associates, which the Council anticipates will allow for an easy transition. Finally, Ms. Wendie Cable joins the Council as the Executive Assistant for Thomas C. Dorr, USGC President and CEO, and Thomas N. Sleight, USGC Vice President of Operations and Membership. Replacing Michael Zorger who was promoted to manager of global strategies, Wendie comes to the Council with extensive experience as an Executive Assistant, most recently with KPMG, a global audit, tax and advisory services firm.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Advancing DDGS Adoption in China

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Rice grains

Image via Wikipedia

The U.S. Grains Council’s latest DDGS promotion in China was a successful pair of workshops in Guangzhou and Qingdao, according to Alvaro Cordero, USGC manager of DDGS.“The day-long sessions were designed to provide an exchange of comprehensive DDGS market information, including discussions and analysis of the value of U.S. DDGS,” he reported. “We had 200 to 250 people at each session, a much larger attendance than we initially planned for. The emphasis was primarily on buyers, but we had attendees from other backgrounds.” Cordero noted the benefits of having a number of USGC member companies present. “This created a good opportunity for buyers and sellers to make connections,” he said. The conferences, organized in cooperation with FoodChina Company, included presentations on DDGS use in swine, poultry and dairy rations, in addition to quality control, DDGS supply and demand, and pricing.While the pace has slowed compared to last year’s record volume, the United States continues to export large volumes of DDGS to China, despite an anti-dumping case initiated by the Chinese government last winter. U.S. shipments in the January-to-September period were down 49 percent from the previous year but still totaled almost one million metric tons, making China the number two export market for distillers grains.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

WSPA and True Blood’s Kristin Bauer Celebrate Successful Dog Vaccination Project in Bangladesh

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

English: Kristin Bauer at 2010 Comin-Con Inter...

Image via Wikipedia

Actress Kristin Bauer has announced her support for the World Society for the Protection of Animals’ (WSPA) Collars Not Cruelty campaign to protect dogs from both cruelty and rabies. Bauer, who plays vampire Pam in the smash-hit series True Blood, announced her support for WSPA’s campaign after hearing about the brutal ways in which nearly 20 million dogs are killed every year, often in failed attempts to control rabies. WSPA launched its Collars Not Cruelty campaign on World Rabies Day, Sept. 28, by announcing a project in Bangladesh supporting the national government to implement a large scale vaccination campaign in the country’s principal resort town, Cox’s Bazar, which has just been completed. The multi-faceted campaign will save thousands of dogs in its first year alone and pave the way for a nation-wide vaccination campaign. Similar to other successful WSPA-led rabies control projects – such as those in Bali and Sri Lanka– dogs in Bangladesh are being vaccinated and given red collars so that communities know they are safe from the disease. Animal-loving Bauer is currently filming the fifth series of True Blood and is the second international celebrity to put support behind WSPA’s Collars Not Cruelty after renowned singer Leona Lewis launched the campaign in September. As part of the Collars Not Cruelty Campaign, WSPA has also announced the first-ever global virtual dog march, during which 100,000 dogs will be let loose across the Internet on Jan. 24, 2012. People worldwide are encouraged to participate today by collaring one of the 100,000 virtual dogs that will “walk” in the event.
The World Society for the Protection of Animals (WSPA) seeks to create a world where animal welfare matters and animal cruelty has ended. Active in more than 50 countries, we work directly with animals and with the people and organisations that can ensure animals are treated with respect and compassion. We hold consultative status at the Council of Europe and collaborate with national governments and the United Nations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

European concerted action required now – People´s Needs first

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

The legislative triangle of the European Union

Image via Wikipedia

The European Union today is facing its most significant and existential crisis since its existence. If the financial and economic crisis cannot be effectively solved by concerted action of the EU Member States, the Union itself is at stake. On the eve of the European Council, the Church and Society Commission of the Conference of European Churches urges European political leaders to finally take effective measures which live up to the magnitude of the issue and to put the needs of the people at the centre of the solution…
The present crisis has several root causes. It may be described as a debt crisis fuelled by speculation on the financial market. In as much as it is clear that states cannot live continuously at the expense of others and of future generations in producing debt, it is also evident that reducing present debt cannot be achieved only by austerity measures which affect the already vulnerable people in our societies – migrant communities, the young and the old, the low paid and the unemployed. The voice of the people protesting on the streets in so many European countries needs to be listened to. The European social model, appreciated on many occasions before, must prove its viability especially in moments of crisis.In finding solutions to the present crisis, the European political leaders will have to balance values, such as accountability and solidarity, on which European integration is based. While indebted countries have to be accountable, in a crisis situation solidarity must prevail. In the mid-term, no sustainable solution can be found without more coherent economic governance, a closer political oversight over financial markets and a move towards a fully fledged fiscal Union. The Church and Society Commission and many CEC member churches have often demanded the re-establishment of political oversight over economic relations and financial transactions. The proposed global Financial Transaction Tax seems to be just one step in the right direction, in that it aims at limiting financial speculation and at re-directing a small part of the gains from financial transactions towards the needs of the people, especially in the southern hemisphere.
The present crisis, however, is not only a financial and economic crisis; it is also a political and ethical crisis, in which the European Union must show its ability to act on the basis of its own values and ethical principles. For two years, people have become witness to numerous attempts of European political leaders to address the crisis effectively. None of these attempts have turned out to be sufficient and sustainable. None of them have been able to regain the trust of the people in the European Union and deal with its crisis management and economic governance. On the contrary, every delay fuels the crisis and is costly. Therefore, it is high time to take decisive steps now. The Church and Society Commission of the Conference of European Churches urges the political leaders of the European Union to finally take joint effective action now and to act together in solidarity and in view of the needs of the people.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Turkey Assumes Command of NATO’s Counter Piracy Task Force

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

A stereotypical caricature of a pirate.

Image via Wikipedia

Yesterday, Rear Admiral Sinan Azmi TOSUN (Turkish Navy), assumed the command of Operation Ocean Shield, NATO’s counter piracy force, from Rear Admiral Gualtiero MATTESI (Italian Navy) who completed a 6-month deployment in the region.
As the handover was completed, Rear Admiral Sinan Azmi TOSUN stated “I am extremely proud to take over command of such a task force from my predecessor, Rear Admiral Gualtiero MATTESI. I would like to thank Rear Admiral MATTESI and his distinguished staff for the excellent job they have done over the period of last six months. They can be really proud of having played a considerable part in contributing to the decline in pirate activity in the Gulf of Aden in recent months. We had a smooth operational handover and now we are ready to continue this important task as NATO’s counter piracy Task Force. Powerful and resolute units under my command will continue to fight against piracy with the same enthusiasm in order to safeguard the merchant community on behalf of NATO during the next six-month period. I wish Rear Admiral MATTESI and his staff a safe trip back home and to their loved ones.”
During their deployment RAdm Mattesi and his flagship, the ITS Andrea Doria rescued 26 members of the crew of the Motor Vessel Pacific Express which had been hijacked by pirates. Just three weeks later, the flagship freed the 18 crew of the Italian Motor Vessel Montecristo which had been pirated but which was intercepted and freed soon after. Three days later ITS Andrea Doria stopped the mother ship that launched the skiffs responsible for the attack and arrested 15 suspected pirates who are now awaiting trial in Italy.
NATO has contributed to the international counter piracy effort off the Horn of Africa since December 2008. The mission has expanded from escorting UN and World Food Programme Shipping under Operation Allied Provider and protecting merchant traffic in the Gulf of Aden under Operation Allied Protector. In addition to these activities and as part of the latest mission, Operation Ocean Shield, NATO is working with other international bodies to help develop capacity of countries in the region to tackle piracy on their own. Standing NATO Maritime Group 2 (SNMG2) is permanently assigned to NATO. It is a multi-national Naval Group that provides the NATO Alliance with the ability to respond quickly to crisis situations anywhere in the world. It is a capable, stand-alone task group and one of four Standing Maritime Elements that form a flexible core around which NATO can build a larger force to meet a wide range of missions. These include non-combatant evacuations, consequence management, counter terrorism, crisis response and embargo operations. Its command rotates amongst the contributing nations and SNMG 2 is currently commanded by Rear Admiral (LH) Sinan Azmi TOSUN, Turkish Navy.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Le risorse e il governo le ignora

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Where Switzerland ends and Italy begins

Image by Small via Flickr

Perchè piangere sul mancato adegumento delle pensioni al costo della vita che, mediamente, raòppresentano per gli interessati un beneficio, si fa per dire, intorno ai 60 euro e si ignorano volutamente gli introiti possibili. Ne citiamo quattro:
l’aumento al 3% rispetto all’attuale 1,50% del recupero dei capitali scudati ovvero per 7 miliardi di euro;
la rinuncia all’acquisto dei nuovi armamenti per le forze armate per 13 miliardi di euro;
il mancato accordo con la Svizzera (come hanno fatto la Germania e la Gran Bretagna) per tassare i soldi nascosti in Svizzera e che avrebbero consentito un introito pari a 15 miliardi di euro;
mancato avvio dell’asta pubblica delle frequenze Tv per favorire Mediaset e che avrebbero permesso un introito di almeno 4 miliardi di euro.
E dire che Berlusconi insiste nel ritenere l’Italia un paese ricco. Si lo è ma solo per una ristretta cerchia di approfittatori che ci hanno portato allo sfascio attuale per ingordigia. Se questo governo non interviene diventa, automaticamewnte, complice, se non sotto ricatto, del precedente esecutivo.Non ha diritto, quindi, di pretendere sacrifici agli italiani e, soprattutto, nella misura che stiamo constatando. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra e le ragioni che non convincono

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

Italy

Image by CameliaTWU via Flickr

Vorremmo rispondere a quanti in Germania e in Francia vedono di traverso gli accadimenti italiani per dire loro, in primis, che serve a poco sterilizzare l’Italia e pensare, così facendo, di risolvere i problemi che da tempo ci assillano. Prima di tutto perchè è una crisi di proporzioni planetarie. Per sconfiggerla è necessario ricercare al proprio interno le ragioni che l’hanno portata sull’orlo del baratro e non è certo l’Italia o qualsivoglia nazione ad essere la causa o la concausa di quanto accade. L’Italia, indubbiamente, è un anello debole ma è dentro ad una catena la cui debolezza è strutturale e riguarda un po’ tutti sia pure con gradualità diverse.

Incominciamo a prendere atto che l’espansione della crescita industriale e tecnologica ha determinato due grosse ricadute: la riduzione delle risorse e l’eccesso di popolazione. Quest’aspetto si è acuito sia per gli sprechi che abbiamo compiuto ai tempi delle “vacche grasse” e per la nostra “cecità” difronte ad una espansione demografica senza controllo.
L’Italia, nello specifico, già negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, risentì gli eccessi di manodopera e intese risolverli con gli ammortizzatori sociali: assunzioni nel pubblico impiego e nelle imprese pubbliche e persino in quelle private, superiori agli effettivi bisogni aziendali. Altre soluzioni le ricercò ritardando l’accesso al lavoro sia con la ferma militare obbligatoria sia allungando la permanenza dei giovani negli studi universitari. Vi fu, poi, un momento magico con lo sviluppo industriale e del terziario del Nord del paese per cui fu attivato un imponente sistema di immigrazione interna bilanciando in questo modo il disagio dei giovani del Sud che già allora risentivano gli effetti di una disoccupazione molto accentuata. Ma questo escamotage non durò a lungo e provocò dei gravi danni al sistema paese. Prima di tutto perchè fu penalizzato il meridione, bloccandone il suo sviluppo, e con esso la messa a punto di infrastrutture per utilizzare al meglio l’industria del turismo e l’agricoltura ed invece furono costruite quelle che furono chiamate “cattedrali nel deserto” con impianti industriali ad alta tecnologia ma con scarso impiego di manodopera. E non è finita qui. Nell’ultimo ventennio si è aggiunto il “ciclone Cina” e paesi affini che si resero competitivi sul mercato internazionale esportando prodotti a bassissimo costo di produzione per via di una manodopera mal pagata e senza diritti. Ciò spinse il sistema industriale italiano ed anche le altre economie occidentali a correre ai ripari alzando il livello tecnologico delle loro produzioni, riducendo i diritti acquisiti dei lavoratori e contraendo la manodopera. Fu poi adottato un altro stratagemma con il trasferire le produzioni domestiche nei paesi asiatici dove la manodopera costava molto meno e da lì importare in Italia tali manufatti sotto il marchio di fabbrica italiano.
Questo scenario, che si compone di altri aspetti che per brevità espositiva tralascio, ci porta alla realtà odierna e alla consapevolezza che se vogliamo un sistema globale dobbiamo conferire ad esso pari condizioni nel lavoro e nelle logiche produttive. Ma su tutto questo resta il problema di fondo già citato in premessa e che noi oggi non possiamo garantire il lavoro contestualmente a tutti gli abitanti della terra, ma solo ad una parte di essi, diciamo tra il 20 e il 25% e gli altri? In termini crudi diremmo sono eccedentari. E qui si pone la necessità di una pianificazione delle nascite per contemperare due diritti fondamentali e per quanto contraddittori tra loro irrinunciabili: il diritto alla vita e il diritto a vivere. E per diritto a vivere intendiamo che ciascun essere umano deve veder garantita l’assistenza sanitaria, l’alimentazione, l’istruzione, il lavoro, la previdenza e un tetto sotto cui ripararsi. Non possiamo, anzi non dobbiamo più permettere che si debba morire di fame, di malattie e di stenti. Questo per evitare che si ricomponga il concetto di un progresso a due marce dove da una parte vi è la pleble, ovvero il 90% della popolazione mondiale e, dall’altra, i patrizi al 10% e che esista di conseguenza un mondo di sfruttati e di sfruttatori. E oggi l’Italia corre il rischio di diventare un paese sfruttato da sfruttatori d’oltre alpe. E non parliamo di sola Europa. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »