Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 14 dicembre 2011

European churches commit to dialogue and reflection on human rights and dignity

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Deutsch: Außenansicht Seminaris Hotel Bad Boll

Image via Wikipedia

Some 60 representatives of Christian churches from 14 European countries met in the Protestant Academy in Bad Boll, Germany, to discuss the different confessional perspectives on the Christian understanding of human rights. There were different approaches to the understanding of human dignity and human value but there was agreement that the Churches need to be strong advocates for the protection of international human rights standards. The question of how to understand and protect human rights became very concrete during the conference when some of the participants gave witness about their personal experiences involving violations of fundamental rights: e.g. the deprivation of freedom of opinion and expression in the context of violence during civil wars and the persecution of Christians. Speakers at the conference included Archbishop Feofan of Berlin and Germany of the Moscow Patriarchate, Rev. Dr. h.c. Thomas Wipf, the President of the Community of Protestant Churches in Europe, and Rev. Rüdiger Noll, Director of the Church and Society Commission of the Conference of European Churches. The Conference was welcomed by Bishop Dr. h.c. Frank Otfried July from the Evangelical-Lutheran Church in Württemberg. The participants in the conference expressed their intention to continue the dialogue in order to support the churches to strengthen their work in the human rights’ area. The conference in the Protestant Academy, Bad Boll, was co-organised by the Community of Protestant Churches in Europe (CPCE), the Church and Society Commission of the Conference of European Churches (CSC of CEC), the Moscow Patriarchate and the Konrad Adenauer Foundation.
The Conference of European Churches (CEC) is a fellowship of some 125 Anglican, Orthodox, Protestant, and Old Catholic Churches from all countries of Europe, and of 40 associated organisations. CEC was founded in 1959. It has offices in Geneva, Brussels and Strasbourg.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci fascia A: cala la spesa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Medicine drugs

Image via Wikipedia

Nei primi nove mesi del 2011 la spesa per i farmaci di classe A, quelli totalmente a carico del Servizio sanitario nazionale, è scesa del 3,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo affermano i dati preliminari del rapporto Osmed presentati all’Istituto superiore di sanità (Iss). Secondo il rapporto la diminuzione della spesa non è legata però a un andamento simile nei consumi: ogni mille abitanti sono state prescritte 965,4 dosi rispetto alle 954,2 dell’anno precedente. E’ stata riscontrata una maggiore incidenza dei ticket, in aumento del 36,5%, mentre la spesa privata per farmaci per automedicazione, per farmaci di fascia C, per farmaci di fascia A acquistati privatamente è aumentata del 5,3%. Dal punto di vista del tipo di farmaci consumati quelli per l’appartato cardio-vascolare rappresentano la principale categoria sia in termini di dosi (47% del totale) che di spesa procapite (36% del totale) seguiti dal quelli dell’apparato gastro-intestinale, che sono anche la categoria che ha fatto registrare l’aumento più elevato nella prescrizione rispetto al 2010 (+3,2%). «I consumi continuano ad aumentare» ha affermato Anna Maria Marata, del Centro per la valutazione dell’efficacia dell’assistenza sanitaria «e questo indica che non c’é una maggiore appropriatezza nell’uso dei farmaci».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Crescita farmaci ospedalieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Roma, Istituto Superiore di Sanità: ingresso p...

Image via Wikipedia

Volano le prescrizioni dei farmaci erogati dalle strutture pubbliche, che nei primi nove mesi del 2011 sono aumentate del 32,8%. Lo affermano i dati del rapporto Osmed presentato ieri dall’Istituto Superiore di Sanità. Le cifre parlano di un aumento della spesa per gli ospedali dell’8,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: «Questi numeri sono dovuti a due fattori» ha spiegato Anna Maria Marata del Centro per la valutazione dell’efficacia dell’assistenza sanitaria (Ceveas) «da una parte c’é un costo maggiore di alcuni farmaci, soprattutto degli antitumorali, e dall’altra molte Asl preferiscono sfruttare la distribuzione diretta attraverso gli ospedali, che riescono a ottenere uno sconto maggiore. In questo secondo caso il budget del singolo ospedale “soffre” ma si ha un risparmio complessivo: non a caso l’aumento riguarda soprattutto le Regioni sottoposte a piani di rientro, che prima non adottavano questa forma di distribuzione». L’analisi è confermata anche dai dati sulle categorie terapeutiche a maggior spesa: al primo posto ci sono antineoplastici e immunomodulatori seguiti dagli antimicrobici, due categorie che rappresentano il 56% della spesa erogata dalle strutture pubbliche. Il rapporto segnala anche un aumento dell’uso dei farmaci equivalenti, arrivati al 32% della spesa e al 55% delle prescrizioni, grazie anche alla scadenza quest’anno di diversi brevetti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto paziente farmacista

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Heidelberg Apoteke Museum

Image by dr_stupid58 via Flickr

«Ha un significato particolarmente rilevante il rapporto fiduciario e di conoscenza consolidato nel tempo, che esiste tra paziente e farmacia. Sono elementi, questi, che è importante considerare quando si intenda ampliare la liberalizzazione della vendita dei medicinali». Lo afferma il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, in merito alla misura contenuta nel decreto presentato dal presidente del Consiglio, Mario Monti, sulla liberalizzazione dei farmaci di fascia C. «Il farmaco è un bene con caratteristiche peculiari, che contribuisce in maniera sostanziale a migliorare la vita delle persone» sottolinea Scaccabarozzi . «Proprio a garanzia della salute dei cittadini sono previsti, in ogni fase dello sviluppo e della commercializzazione, controlli molteplici e severi secondo rigorosi standard internazionali».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sondaggio: fiducia al premier

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Prof. Mario_Monti

Image via Wikipedia

Secondo i dati diffusi dall’istituto Crespi Ricerche, diretto da Luigi Crespi, la fiducia degli Italiani nel Premier Mario Monti è al 56%. Le preferenze per il Governo sono al 60%. Alla domanda “Lei crede che mario Monti, con il suo Governo, sia la persona giusta per risolvere la crisi del nostro Paese” ha risposto in modo affermativo il 54,2% degli intervistati, un calo rispetto al 58,4% del 2 dicembre e all’86,8% del 18 novembre. Per quanto riguarda i ministri, ad occupare il podio delle preferenze sono tre donne: Elsa Fornero al 56%, Anna Maria Cancellieri al 56% e Paola Severino al 50%.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti UE per i lavoratori delle costruzioni licenziati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

FEG in Action

Image by Mr Wabu via Flickr

Il Parlamento europeo ha approvato 3,9 milioni di aiuti dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) per aiutare i lavoratori del settore costruzioni a trovare nuovi posti di lavoro. I deputati europei hanno approvato la relazione di Barbara Matera (PPE, IT) che dà il via libera a 3,9 milioni di aiuti comunitari. I fondi provengono dal FEG e mirano a facilitare la ricerca di un nuovo lavoro per i 528 lavoratori licenziati da 323 industrie del settore delle costruzioni nella regione del Trentino-Alto Adige/Südtirol. Il Consiglio dei Ministri aveva già approvato gli aiuti il 29 novembre. La relazione è stata approvata con 610 voti a favore, 72 contrari e 21 astensioni.
Il FEG è stato creato per offrire un aiuto ai lavoratori licenziati a causa dei grandi cambiamenti nei modelli del commercio mondiale dovuti alla globalizzazione o alla crisi finanziaria e aiutarli a inserirsi nuovamente nel mercato del lavoro. Il tetto annuale del fondo è di 500 milioni di euro.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce SBALombardialab

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Milano - Nuova sede ragione, Panorama lato sud

Image by giovanni_novara via Flickr

Milano E’ stato presentato a Milano, presso la sede di Unioncamere Lombardia, SBALombardialab, il Laboratorio permanente che intende divenire luogo di dibattito economico-culturale delle Micro, Piccole e Medie Imprese Lombarde (MPMI) e di confronto tra le istituzioni regionali responsabili dell’attuazione delle politiche per le imprese e le associazioni di categoria. I promotori, Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, fanno propri con il progetto i 10 principi dello SBA (Small Business Act), la Comunicazione della Commissione Europea che affronta i temi della vita delle piccole imprese per creare condizioni più favorevoli alla crescita e alla competitività sostenibile.
Le caratteristiche salienti di SBALombardialab sono l’ascolto delle imprese e degli imprenditori e la concretezza: l’obiettivo è, infatti, attraverso il confronto con gli imprenditori definire una serie di proposte da tradurre in specifiche azioni legislative e iniziative a favore delle micro, piccole e medie e imprese, con gli strumenti a disposizione della Regione Lombardia e del Sistema camerale lombardo.
Il laboratorio SBALombardialab vuole infatti essere uno strumento attraverso cui gli imprenditori, le associazioni e le istituzioni con il supporto di esperti possano approfondire e confrontarsi sulle tematiche di interesse per le MPMI, nonché il luogo di confronto per l’identificazione di proposte e progetti di consolidamento e sviluppo per le imprese da trasferire ai policy maker per farle diventare politiche e azioni concrete. Per agevolare la conoscenza dello SBA lombardo sul territorio, avviando le discussione tematiche, Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio hanno organizzato un percorso di “focus group”, incontri itineranti che si svolgeranno nelle sedi delle Camere di Commercio delle province lombarde da febbraio ad aprile 2012. Ogni incontro approfondirà una tematica specifica individuata attraverso un’indagine condotta da Unioncamere Lombardia su oltre 6.000 imprese. Le tematiche sono: Piccoli imprenditori e l’Europa, Credito, Internazionalizzazione, Innovazione di processo, Innovazione di prodotto, Nuova imprenditoria. Ai lavori dei focus group parteciperanno un gruppo di imprenditori eccellenti disponibili a contribuire ed arricchire i lavori del Laboratorio con il racconto delle esperienze sulla tematica oggetto dell’incontro. La raccolta delle esperienze e degli spunti emersi durante la discussione, integrate con appositi studi e analisi, contribuiranno alla definizione di specifiche e concrete iniziative a favore delle MPMI. Le attività del progetto prevedono anche la realizzazione di uno strumento di monitoraggio, “Cruscotto”, per valutare l’attuazione effettiva dello SBA in Lombardia e per individuare, grazie anche al confronto con alcune best practices europee, gli elementi normativi e operativi che consentano un’attuazione più armoniosa dello stesso. A conclusione del progetto SBALombardialab è prevista la redazione di un Position Paper, destinato ai “policy maker”, che presenterà i risultati emersi dal confronto sulle specifiche tematiche e conterrà le proposte di intervento concrete ed attuabili riguardanti la normativa regionale, i provvedimenti di carattere amministrativo, la destinazione di risorse ed i nuovi interventi di incentivazione. L’evento inaugurale di SBALombardialab si svolgerà il 23 gennaio presso la sede della Regione Lombardia a Milano – Palazzo Pirelli ed avrà l’obiettivo di introdurre le tematiche di discussione e inaugurare il confronto tra imprenditori, associazioni ed istituzioni.
A partire dal 7 febbraio 2012 prenderà invece il via la serie dei Focus Group, che coinvolgerà gli esponenti del mondo imprenditoriale, economisti e sociologhi che apporteranno il loro contributo mettendo a disposizione la loro esperienza.
Il Position Paper sarà presentato il 9 maggio 2012 nel corso dell’evento di chiusura delle iniziative sul territorio di SBALombardialab, in concomitanza con le celebrazioni della Giornata per l’Europa. Cuore pulsante di questo progetto sarà il portale http://www.sbalombardialab.it che metterà in comunicazione e favorirà il confronto tra le MPMI lombarde anche attraverso una piattaforma sociale nata per condividere le esperienze. Sarà possibile inoltre seguire interattivamente le tappe dei Focus Group e consultare la documentazione a supporto degli incontri.
SBALombardialab è un progetto di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia con la partecipazione delle Camere di Commercio e delle Associazioni regionali di categoria: Confartigianato Lombardia, CNA Lombardia, CLAAI, CasaArtigiani Lombardia, Confapi Lombardia, Confindustria Lombardia, Confcommercio Lombardia, Confesercenti Lombardia, Confocooperative Lombardia, Legacoop Lombardia. L’iniziativa ha il patrocinio della Commissione Europea – Rappresentanza a Milano e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non è questo il momento di rinunciare al settore bancario Usa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Bank of America Tower

Image via Wikipedia

Londra. Gli investitori dovrebbero evitare che un sentimento del mercato negativo li dissuada dal considerare il settore bancario Usa, afferma Ryan Brist, responsabile del comparto obbligazionario a basso rischio presso la società di gestione globale del reddito fisso, Western Asset Management, secondo il quale “non è ora il momento di rinunciare a questo settore”. Se da una parte è vero che la recente esperienza degli investitori con l’azionario e l’obbligazionario delle banche Usa si è presentata come “rischiosa” spingendo molti investitori a dichiarare il settore come “non investibile”, dall’altra, sostiene Brist, sussistono dei motivi per essere sostanzialmente ottimisti”. L’abnorme ambiente di bassi tassi di interesse, la pressione sul fronte legale e normativo e la paura di un contagio dall’Europa sono tutti e tre fattori che stanno contribuendo a far prevalere nel mercato un sentimento molto negativo verso le banche, cui si somma lo “sciopero dei compratori” in atto verso il settore finanziario Usa, continua Brist. Il gestore ritiene tuttavia che le basse valutazioni che ne risultano forniscano un’opportunità interessante agli investitori per rafforzare le posizioni nei titoli bancari americani, anche se, avverte, potrebbe volerci del tempo prima che queste posizioni rendano.
Brist ricorda che nel corso degli ultimi due anni le banche americane hanno quasi raddoppiato l’entità del capitale netto tangibile nei loro bilanci , oltre ad aver attinto molto meno al mercato delle cartolarizzazioni e a questo tipo di veicolo per finanziarsi. Inoltre, sottolinea Brist, il livello dei prestiti inesigibili delle banche si è abbassato nell’ultimo periodo , e conseguentemente anche le riserve per il credito inesigibile in tutto il mondo. Difatti, le analisi recenti dimostrano che le banche hanno già iscritto a bilancio l’80% delle perdite, mentre il 20% delle perdite previste nel futuro dovrebbe essere assorbito grazie agli utili e a una base del capitale rinvigorita.”Siamo molto preoccupati per la volatilità a breve termine e dalla possibilità che il sentimento negativo influenzi il comportamento dei consumatori, ma non crediamo che le banche americane a grande capitalizzazione comportino il rischio default per i detentori di titoli sparsi in tutto il mondo”, dice Brist. “I prossimi tre/sei mesi continueranno a essere difficili, ma a lungo termine siamo convinti che non si registreranno perdite in capo al capitale nei titoli del reddito fisso dei principali istituti bancari del paese”.Brist è dell’opinione che nemmeno i recenti downgrade di una serie di banche americane da parte delle agenzie di rating dovrebbero pesare molto nella percezione che del settore hanno gli investitori. “Siamo convinti che i fondamentali dei bilanci non corrispondano alla traiettoria dei rating”, aggiunge. “Le banche americane a grande capitalizzazione hanno fatto degli evidenti e significativi passi avanti nell’ambito del finanziamento, dell’adeguatezza del capitale e della qualità degli attivi. Il merito di credito è migliorato sostanzialmente. Anche così, non ci illudiamo di ricevere buone notizie nel breve periodo per quanto riguarda il rating. Il recente declassamento di Bank of America non è che un altro esempio di come le agenzie di rating, Moody’s in questo caso, riparino all’errore di aver continuato ad attribuire al settore rating troppo alti”.Infine, conclude Brist, non si va molto lontano confrontando l’attuale ambiente del mercato con la crisi finanziaria di tre anni fa causata da una mancanza di liquidità. “Oggi ci troviamo nella situazione opposta: da una parte , sul mercato incombe ancora la mancanza di fiducia, dall’altra i depositi bancari non sono mai stati così consistenti e le banche non hanno mai avuto tanta liquidità nei loro bilanci. In poche parole, il cosiddetto “muro della preoccupazione” parte da un punto molto diverso rispetto al 2008″.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

See How Redd Squanders Your Taxpayer Dollars

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Tropical forests and high-altitude regions oft...

Image via Wikipedia

The Tropical Forest Group has launched “U.S. REDD Finance Database,” an initiative allowing “American taxpayers and the international community to see for themselves how America helps developing countries conserve their forests and what quantitative impacts on forests are being reported.” REDD is one of the most wasteful aid programs currently being funded by the U.S. taxpayer, encouraging what we have constantly attacked as a deplorable conservation-at-all-costs strategy. Instead of looking to see allegedly how REDD “helps developing countries,” U.S. taxpayers should instead use this database to see how wasteful REDD is and how it discourages the developing world to grow their economies and become more self-reliant.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parliament endorses EU-wide protection for crime victims Citizens’ rights

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Crime victims to get EU-wide protection

Image by European Parliament via Flickr

Crime victims who are granted protection from their aggressors in one EU Member State will be able to get similar protection if they move to another, under new rules adopted by Parliament on Tuesday. The European Protection Order aims to protect victims of, for instance, gender violence, harassment, abduction, stalking or attempted murder. Member States will have three years to transpose this directive into national law. Measures to protect crime victims from aggressors already exist in all EU Member States but at present they cease to apply if the victim moves to another country. The European Protection Order (EPO) directive, already agreed with national governments, will enable anyone protected under criminal law in one EU state to apply for similar protection if they move to another. “In a nutshell, we will facilitate the movement of victims and we will hamper the movement of their aggressors. Today we have taken an important step forward to protect those who most deserve it”, said Women’s Rights Committee rapporteur Teresa Jiménez-Becerril Barrio (EPP, ES). “Protection will know no borders. There are thousands of victims who will now be able to live in peace”, added Civil Liberties Committee rapporteur Carmen Romero López (S&D, ES). MEPs sought from the outset to make it clearer that the rules should cover all victims of crime, not just victims of gender violence. Most protection measures are granted to female victims of gender violence but an EPO can cover victims of either sex and other crimes too. The rules will apply to victims or possible victims who need protection “against a criminal act of another person which may, in any way, endanger his life, physical, psychological and sexual integrity […] as well as his dignity or personal liberty”. Such acts could include harassment, abduction, stalking and “other forms of indirect coercion”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Have the Greens Heard of “Presumption of Innocence?”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Deutsch: Schriftzug von Greenpeace English: Gr...

Image via Wikipedia

The Gibson Guitar saga continues to raise the ire of radical environmental groups. This is partly because of Gibson’s willingness in the past to go along with their Green agenda. But it’s also to do with the profile of the case. In the past few weeks this has reached fever pitch. A Wall Street Journal opinion column that criticized the Lacey Act and described the Gibson Green shakedown has drawn scathing criticism from former Greenpeace staffer and campaigner Glenn Hurowitz. Hurowtiz implies that court filings from U.S. Fish and Wildlife accusing Gibson of importing illegal timber are all the evidence that is needed to string up Gibson CEO Henry Juszkiewicz as an environmental pariah.This is typical Green logic: make the accusation and destroy the reputation, regardless of whether any laws have actually been broken. Gibson’s response to the allegations has been to point out that the wood in question was mislabelled by the exporters. Memo to Hurowitz: In the U.S., we have a thing called “presumption of innocence.” Gibson hasn’t been found guilty of breaking any laws yet. Hurowitz would do well to remember that the lobbying by him and his colleagues to make importing illegal timber a crime means that these accusations are now assessed in a court of law – not by Green lobbyists and their cronies.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New South Wales: Investigate Greenpeace

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

English: A exposure blended photo of the Sydne...

Image via Wikipedia

With reports of Greenpeace’s Australian chapter as broke as Europe, the city of Holroyd, New South Wales, have grown so tired of Greenpeace’s efforts to destroy a local manufacturer that they have called on Chris Bowen MP, the local member of parliament who also serves as Australia’s Immigration Minister, to investigate “Greenpeace’s special taxation status as a charitable organisation.” When Greenpeace pursues an aggressive campaign to destroy jobs, the people of New South Wales have demonstrated that they can fight back just as strong. Local councilor Ross Grove, who moved the motion against Greenpeace, should be thoroughly commended for standing up against such intimidation.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

A “letter of rights” to ensure fair trials across the EU Citizens’ rights

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

The official emblem of the European Parliament.

Image via Wikipedia

A “letter of rights” to ensure fair trials across the EU Citizens’ rights
Anyone suspected or accused of having committed a crime in the EU must be promptly informed of his or her procedural rights in easy-to-understand language, says a new EU law adopted by Parliament on Tuesday. Any suspect who is then arrested or detained must also be given a written “letter of rights”, adds the text, to which MEPs added the right to remain silent, the right to urgent medical care and the right to contact relatives. The new directive, already agreed with Member State governments, provides EU-wide minimum standards to ensure the right to information in criminal proceedings.Today, citizens arrested and charged with a criminal offence cannot be certain that they will be properly informed of their rights everywhere in the EU. In some Member States, they receive only oral information about their procedural rights, whilst in others the information is given in writing, but is technical, complex and provided only on request.”The new directive is an important cornerstone in ensuring that suspects and accused persons across the EU have a fair trial, thanks to the development of equal standards. The rights of our citizens are being strengthened. Individuals may exercise their rights to defence only if they know what these rights are. Parliament has been able to extend the list of rights on which it is important to give information, for example, medical care, contacts with family members, etc”, said Civil Liberties Committee rapporteur, Birgit Sippel (S&D, DE).

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Single work and residence permit for non-EU workers

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

UAC workers sparks

Image via Wikipedia

Third country migrants working legally within the EU will enjoy common rights, similar to those of EU nationals, as regards working conditions, pensions, social security and access to public services, under a new “single permit” law passed by Parliament on Tuesday. The directive will also enable foreign workers to obtain work and residence permits via a single procedure. Member States will have two years to adapt their national laws to the new rules.The “single permit” directive complements other measures on legal migration, such as the blue card, and is designed to facilitate such migration where it meets the needs of the EU labour market.In a debate on Monday, rapporteur Véronique Mathieu (EPP, FR) commented: “The single permit directive will allow us to deal to a degree with the shortage of European labour. It will also facilitate the checks and balances involved in migratory flows. It is much better to have legal migration and remove any kind of incentive to illegal or clandestine measures. The new rules will simplify the permits for both residence and work and will allow third country nationals to enjoy the same rights as workers in the EU. Workers’ rights are at the heart of this directive.” These rules do not affect EU countries’ power to decide whether or not to admit non-EU workers or how many to admit, but they will have to decide within four months on whether to grant single permit applications. The proposed directive will reduce red tape for third-country nationals, by enabling them to obtain both work and residence permits in a Member State via a single procedure. It will allow a single permit application to be filed by the third-country national or by his or her employer in the EU.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Australians GetUp! Over Greenpeace!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2011

Greenpeace-IMG 1181

Image via Wikipedia

In Australia, Greenpeace has been attacking private businesses with as much zeal as their other smear campaigns in Virginia and New Zealand. This isn’t the first time Greenpeace has sought to attack private businesses in Australia, having recently campaigned to force “people to boycott Harvey Norman and Officeworks.” But rather than raising the white flag and surrender jobs and economic growth to the radical greens, a wave of rising criticism against Greenpeace appears to be taking hold Down Under. Menzies House, a popular Australian blog, has had enough, asking its readers to contact the media and New South Wales Premier Barry O’Farrell to speak out against Greenpeace’s attempts to intimidate Australian retailers and destroy jobs in the state. Their call to action was sparked by a new report that is a must read by the Institute of Public Affairs. The Institute remarked that with Green NGOs’ constant attempts to impose certification standards on private businesses, Green NGO’s and select businesses “may be colluding to the point of warranting questions of extortion.” Greenpeace’s current smear campaign against New South Wales jobs and companies underscores a larger effort in Australia to restrict consumer behavior and everyday Australians’ interest in earning a decent living. Whether it’s the personal tragedy that comes with green-tape or the outright criminality of Greenpeace activists in destroying GM-crops for the developing world, Australia is quickly becoming ground zero in the fight against Greenpeace. It’s time we GetUp! and help them!

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »