Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 23 dicembre 2011

Politica: il solco è tracciato

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Prof. Mario_Monti

Image via Wikipedia

Editoriale Fidest. Il governo Monti ha ottenuto il suo primo risultato con il decreto cosiddetto “Salva Italia” approvato dai due rami del Parlamento. Questo passaggio, purtroppo, non è stato indolore. Non mi riferisco tanto ai provvedimenti che hanno inciso negativamente sullo stato sociale del Paese e sulle fasce di reddito medio-basse, quanto al modo come sono usciti da questa prova sia il Pd sia il Pdl e il terzo polo. E’ stata una debacle umiliante e sconcertante. Umiliante in quanto Mario Monti ha detto e ripetuto più volte che il suo stare al governo era motivato dal fatto che i partiti non erano in grado di mettere mano alle riforme ed erano troppo litigiosi per stendere un programma credibile. Sconcertante perchè nell’ultimo suo intervento al Senato Monti ha anche rivelato la doppiezza dei partiti che pubblicamente criticavano la manovra, ma sottobanco l’approvavano. Come si fa a questo punto dare credito a movimenti che non hanno il coraggio delle loro azioni, sono dei pavidi e dei doppio giochisti? Tutto questo accade perchè noi lo permettiamo con la nostra tolleranza, con la nostra voglia di evitare tensioni sociali pericolose, con la nostra smania di condurre, nonostante tutto, una vita normale. Se non avessimo questo “carattere” fondamentalmente pacifico e pronto a credere al primo imbonitore di turno, non vi sarebbe stato nel nostro destino politico un Berlusconi ma anche una classe politica di mediocri, di furbi, di intrallazzatori, di opportunisti. Ma chi oggi si straccia le vesti e si lamenta affermando che come elettori non abbiamo scelta non vuole rendersi conto che la risposta che possiamo dare è quella non di disertare le urne o votare scheda bianca o rifugiarsi dietro una dichiarata indecisione, ma di appoggiare, sebbene per altri versi non lo meriterebbero, quei partiti che sono “ufficialmente” fuori dall’inciucio. Mi riferisco all’Idv di Antonio di Pietro e alla Lega ma anche a tutta quella costellazione di partiti extra parlamentari che vanno da Grillo a Niki Vendola a Rifondazione Comunista ecc. Credo che, in questo modo, noi possiamo fare la nostra “rivoluzione” in maniera democratica, scompaginando le carte a quei partiti che tutto fanno fuorchè gli interessi dei loro rappresentati. Vi figurate un Pd, un Pdl e un Terzo polo in grado solo di rappresentare il 20% del consenso popolare e un Idv, una Lega e tutti gli altri all’80%? In un sol colpo mandiamo in pensione una intera classe dirigente che ha fatto della politica un mestiere, che ha ciurlato nel manico a più non posso e in diversi casi è in odore di intrallazzo mafioso. E’ utopia? Forse, ma lo è di sicuro se ci affidiamo al popolo degli “gnoccoloni”. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

REA Group acquisisce il 100% di Casa.it

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Rea Group annuncia che la filiale Europea ha completato l’acquisizione di Casa.it, il portale immobiliare leader in Italia. L’operazione, del valore di circa 7 Milioni di Euro, è stata portata a termine con successo attraverso l’acquisizione del 30% delle quote di Casa.it ancora detenute da SKY Italia s.r.l., entrando a far parte al 100% del gruppo REA Ltd, società che fa capo al gruppo News Corp. “L’acquisizione del 30% delle quote di Sky da parte di Rea Group sottolinea la strategicità del mercato immobiliare italiano nello scenario internazionale,” ha dichiarato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it, “La volontà di Rea Group è quella di proseguire sulla strada della specializzazione del business immobiliare. In un momento di difficoltà economica come quello attuale, il modello di Casa.it, che mira a privilegiare il dialogo con le agenzie immobiliari partner, si è dimostrato vincente come dimostrano i dati degli ultimi mesi: aumento del 113% del fatturato nell’anno fiscale 2011 pari a 12 milioni di €, incremento del 16% delle agenzie immobiliari partner pari a oltre 14.000, incremento del 55% di utenti unici, pari a 4 milioni rispetto al 2010* “Casa.it è un investimento strategico per Rea Group. In momenti economici difficili come quelli attuali, internet è il media che permette di ottenere risultati migliori, come dimostrato dall’ottimo lavoro svolto dal team guidato da Daniele Mancini, da cui ci aspettiamo un’ulteriore crescita per il futuro” ha dichiarato Greg Ellis, REA Group MD & CEO.Questa acquisizione completa l’operazione di Rea Group iniziata nel 2007. Rea Group, nato nel 1995 in Australia, parte di REA Ltd, ha raggiunto una posizione di leader di mercato consolidando la propria attività e la propria esperienza e dal 2006 ha cominciato ad espandersi nel resto del mondo. Il Gruppo REA, quotato alla Borsa Australiana e presente nel mercato con 13 portali immobiliari, è oggi il più importante network internazionale dedicato al settore immobiliare online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La dieta ipocalorica aiuta il cervello a rimanere giovane

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

English: PET scan of a human brain with Alzhei...

Image via Wikipedia

(Centro Maderna) I ricercatori italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno identificato una molecola che aiuta il cervello a mantenersi giovane e che può essere attivata mangiando meno. Questa molecola, chiamata CREB1, viene attivata da una dieta a basso contenuto calorico (restrizione calorica) e funziona da direttore d’orchestra accendendo altri geni importanti per la longevità e per il buon funzionamento del cervello.
Il “pulsante” molecolare Creb1 regola importanti funzioni cerebrali come la memoria, l’apprendimento, il controllo dell’ansia e diminuisce fisiologicamente con l’invecchiamento. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences Usa), dimostra che la suddetta proteina può essere aumentata seguendo un regime alimentare ipocalorico. Gli scienziati hanno condotto i primi esperimenti sui topi, la cui dieta è stata ridotta drasticamente del 30 per cento. Con un apporto calorico del 70 per cento i ratti hanno reso migliori performance cognitive e sviluppato più tardi alterazioni cerebrali, quali la malattia di Alzheimer. Infatti la dieta moderata aumenta l’attività di creb e accende nel cervello i geni delle sirtuine, note come le molecole della longevità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Destinazione Argentina: la nuova spedizione Mini Darwin

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Charles Darwin. 1 negative : glass ; 5 x 7 in....

Image via Wikipedia

Dal 26 dicembre 2011 al 9 gennaio 2012 sette bambini, italiani e argentini, un paleontologo e un biologo marino andranno a esplorare alcuni tra i siti paleontologici più importanti, dall’Oceano Atlantico alle Ande, tra cui la Valle dei Dinosauri, per riscoprire insieme la storia della vita sulla Terra Sulle tracce di Charles Darwin, destinazione Argentina. Parte lunedì 26 dicembre la spedizione Mini Darwin, realizzata da Sissa Medialab con la collaborazione del Museo delle Scienze di Trento, il patrocinio dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Oceanografia Sperimentale (OGS) di Trieste e il supporto tecnico di Metamondo Tour Operator. L’Argentina è uno dei luoghi dove è stata rinvenuta la maggior quantità di fossili e dove sono stati scoperti alcuni tra i dinosauri più grandi del mondo, fossili di mammiferi giganti estinti, conchiglie marine in cima alle montagne, boschi pietrificati risalenti a epoche remotissime e molto altro. Darwin, nel suo viaggio intorno al mondo a bordo del brigantino Beagle, è stato tra i primi a scoprire e descrivere queste meraviglie. Rivivendo il viaggio straordinario compiuto in questa terra dal padre dell’evoluzionismo, sette bambini (italiani e argentini, dai 9 ai 12 anni), insieme al paleontologo Marco Avanzini e al biologo Alfred Beran, percorreranno oltre 4000 chilometri per riscoprire la storia della vita sul nostro pianeta. Il loro viaggio toccherà alcuni dei siti paleontologici più interessanti, alcuni dei luoghi dove Darwin, tra il 1832 e il 1835, ha rinvenuto fossili straordinari che lo hanno convinto che la vita ha cambiato forma nel corso del tempo, attraverso lente e continue trasformazioni tuttora in corso. Prima tappa Buenos Aires, al Museo de Ciencias Naturales “Bernardino Rivadavia”. Si sposteranno poi 600 chilometri a sud, a Punta Alta, sull’Oceano Atlantico, dove Darwin scoprì fossili di giganteschi mammiferi, i megateri, specie di enormi bradipi terrestri. I giovani esploratori saranno accompagnati dagli esperti del Museo de Ciencias Naturales “Carlos Darwin” di Punta Alta. Sarà poi la volta della zona di Neuquén, detta anche Valle dei Dinosauri: al Centro Paleontológico Lago Barreales, al Museo “Carmen Funes” di Plaza Huincul e al Museo “Ernesto Bachman” di Villa El Chocón dove sono conservati i fossili di Argentinosauro e di Gigantosauro carolinii rinvenuti nelle vicinanze. In questa regione argentina, considerata la terra promessa dei paleontologi, i mini Darwin festeggeranno l’arrivo del 2012.Si fermeranno poi a Uspallata sulle Ande, a 85 chilometri dalla città di Mendoza, dove si trova El Bosque Darwin, un bosco fossile pietrificato scoperto da Darwin stesso e che oggi porta il suo nome. Infine, tornando verso Buenos Aires si fermeranno in una estancia, una specie di grande fattoria, dove i gauchos allevano le mucche. Tutto il viaggio sarà documentato giorno per giorno sul sito http://www.minidarwin.it, inoltre saranno realizzati materiali didattici, giochi, video e un libro.
Mini Darwin è un progetto di Sissa Medialab: una serie di spedizioni durante le quali scienziati e ragazzi lavorano insieme per esplorare, scoprire ed elaborare una personale interpretazione degli ambienti e dei fenomeni osservati. Nasce nel 2006 con la spedizione alle Galápagos, dove Darwin ha elaborato i primi elementi della teoria dell’evoluzione. Nel 2008, è stata organizzata una spedizione sui vulcani italiani, e nel 2010 nella foresta amazzonica. Il 2011 è la volta dell’Argentina, dove Darwin è stato per circa un anno e mezzo e ha fatto importanti scoperte in paleontologia. L’idea di fondo è utilizzare il viaggio per affrontare in modo anche avventuroso argomenti fondamentali della scienza di oggi: la storia della vita e la storia del pianeta. Dalle spedizioni alle Galápagos e sui vulcani italiani sono state inoltre prodotte due mostre itineranti, interattive e multimediali dedicate ai ragazzi: Mini Darwin alle Galápagos e Avventura sui vulcani. La Terra raccontata dai bambini.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federfarma locali protestano contro riforma

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

 

Farmacia Trisulti

Image via Wikipedia

Serrata? No, battenti aperti. Così protesteranno le farmacie di Federfarma Oristano che domani e dopo rinunceranno alla chiusura pomeridiana, restando aperte tutto il giorno, per esprimere il proprio dissenso contro la liberalizzazione uscita dalla manovra Monti. Un dissenso che si coglie in molte zone del paese e che ha portato Federfarma Molise a inviare una lettera al ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, in difesa delle farmacie rurali. «La nostra intenzione» spiega da un lato Federfarma Oristano «è di informare la popolazione su quali danni si verificheranno se le liberalizzazioni annunciate, con un tale livore, dal governo e da alcuni parlamentari, andranno avanti. Indicheremo quali partiti e parlamentari e per quali motivi hanno intrapreso una vera e propria battaglia contro il sistema farmacia». Federfarma Molise denuncia invece il fatto che le farmacie rurali sono «figliastri» invece che «figli» e invoca quell’ascolto che in tanti anni non hanno ancora ricevuto: «Si stabiliscano di concerto con le nostre organizzazioni sindacali regole nuove, ma stabili che possano soddisfare tutti» è la richiesta. Perché chi lavora in una farmacia rurale «non sa certo cosa vuol dire ricchezza e opulenza». E ancora: «Le chiedo rispetto per quei milioni di utenti-pazienti che gravitano nei piccoli comuni, la cui maggioranza ha più di 65 anni e non ha la possibilità di andare nella grande distribuzione organizzata. Cosa faranno questi cittadini quando le piccole farmacie saranno costrette a chiudere?».(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli auguri del generale Gallitelli

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Italian carabinieri

Image via Wikipedia

in occasione delle imminenti festività natalizie, il Comandante Generale ha incontrato il COCER Carabinieri per un saluto ed il tradizionale scambio di auguri. Il Generale C.A. Leonardo Gallitelli ha confermato la sua vicinanza a tutti i Carabinieri ed alle loro famiglie sottolineando, ancora una volta, il suo particolare impegno per garantire l’efficienza e le risorse necessarie a tutte le “stazioni carabinieri”. Ancora una volta il delegato App. Sc. Michele Fornicola ha voluto approfittare dell’occasione e della disponibilità del Comandante Generale per ricordare i sacrifici ed i disagi di chi, in particolare, svolge sevizio presso la “Stazione Carabinieri”. Prendendo spunto da quanto è scritto anche nella “sinossi” distribuita agli allievi Marescialli, Fornicola ha quindi rinnovato la richiesta di un intervento affinchè i Carabinieri possano ottenere una “programmazione di massima dei servizi interni di caserma” che, pur suscettibile di variazione in caso di sopravvenute esigenze di servizio, possa meglio contribuire a conciliare le varie esigenze personali e familiari. Il delegato Luogotenente Antonio Rizzo -meglio conosciuto come “l’Ammiraglio”- ha chiesto al Comandante Generale, in questo momento difficile, di valutare con particolare attenzione soprattutto le richieste della “Rappresentanza Militare” che non comportano “costi per l’amministrazione”. Una precisazione che si è resa molto utile per inquadrare meglio anche il contesto generale dell’incontro. Il Comandante Generale, dopo aver illustrato brevemente le Sue considerazioni sugli effetti che tale disposizione comporterebbe sul funzionamento dei reparti, ha voluto comunque confermare il Suo impegno affinchè la problematica sia presto considerata. Le parole del Generale Gallitelli, a nostro avviso, sono state assolutamente convincenti ed noi rimaniamo fiduciosi. (Delegati Antonio Rizzo, Michele Fornicola)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Natale al Sant’Egidio

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Italiano: Quartieri Spagnoli da Via Toledo. (N...

Image via Wikipedia

Il pranzo di Natale con i poveri è una tradizione della Comunità di Sant’Egidio da quando, nel 1987, un piccolo gruppo di persone povere fu accolto attorno alla tavola della festa nella chiesa di San Nicola al Nilo. Erano circa 20 invitati: c’erano alcuni anziani del quartiere, di cui eravamo amici da tempo, che in quel giorno sarebbero rimasti soli, e alcune persone senza fissa dimora conosciute nelle strade di Napoli. Da quel primo pranzo del 1987 la tavola si è allargata di anno in anno e ha raggiunto tanti luoghi della città e della regione dove la Comunità è presente.
Il pranzo nel carcere di Poggioreale del 21 dicembre ha aperto le 35 iniziative natalizie della Comunità di Sant’Egidio, che continueranno il 24 dicembre con i pranzi con gli immigrati nelle chiese di Sant’Anna a Caserta con il vescovo Farina e di Sant’Anna ad Aversa con il vescovo Spinillo. Il giorno di Natale oltre 1000 poveri a tavola: nella chiesa di S. Pietro martire a piazza Bonghi (tra corso Umberto e Mezzocannone) dove sarà presente il cardinale Crescenzio Sepe, nelle chiesa dei Ss. Severino e Sossio, in alcuni istituti per anziani, a Ponticelli e a San Giovanni a Teduccio. Parteciperanno a queste iniziative senza dimora, immigrati di ogni nazionalità e confessione religiosa, rom tra cui tanti bambini, anziani, disabili, mendicanti, gente sola. E’ un presepe moderno dove si può scorgere il volto di Gesù nella debolezza e nella fragilità della vita dei poveri.I giorni seguenti il Natale vedranno feste e pranzi negli Istituti per anziani (Ospizio Marino, Cristo Re), nelle RSA del Frullone, e della Colonia Geremicca, con i rom a Ponticelli, con i bambini della scuola della pace (Sanità, Quartieri Spagnoli, San Giovanni a Teduccio, Ercolano, Scampia, Centro Storico, Ercolano) e altre iniziative a Salerno e Grottaminarda.Le sera della vigilia di Natale e dell’ultimo dell’anno le cene saranno itineranti, e raggiungeranno i senza dimora di Napoli a cui i volontari della Comunità di Sant’Egidio portano panini e pasti caldi durante tutto l’anno.Molte le iniziative nelle carceri: il 27 dicembre pranzo con gli internati dell’OPG di Napoli, il 20 pranzo al centro Penitenziario di Secondigliano, il 30 tombolata al carcere femminile di Pozzuoli e il 5 gennaio pranzo nel reparto clinico di Secondigliano con i detenuti ammalati.
Chiusura il 6 gennaio con la cena nel dormitorio pubblico e il tradizionale pranzo di Scampia a cui parteciperanno giovani e anziani, bambini rom e ragazzi del quartiere, adulti, immigrati e disabili riuniti dalla Comunità di Sant’Egidio e cui sarà presente il sindaco De Magistris.Tante le persone che hanno chiesto di partecipare a queste iniziative per dare una mano, tante le aziende che hanno aiutato la realizzazione dei pranzi: emerge una grande solidarietà proprio nei momenti di crisi e di difficoltà.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Giochi per Natale

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

E' arrivato Babbo Natale

Image by 'Brizio via Flickr

Quest’anno gli italiani giocheranno anche on-line iscrivendosi a siti come NetBetCasino.it che nelle prime due settimane di dicembre ha già registrato un incremento del 20% del numero dei giocatori. A livello nazionale i giocatori dimostreranno una particolare predilezione per la Roulette che si colloca al primo posto con il 30% delle preferenze, per il Poker al secondo posto con il 29% e per il Black Jack che si attesta al 24%. «Proprio per Natale e per i giorni immediatamente successivi si prevede il più elevato picco di giocatori in rete di quest’anno» commenta Kenny Ibgui, amministratore delegato di BPG, società proprietaria della piattaforma http://www.NetBetCasino.it, leader nel settore dei giochi da casinò su Internet per l’Italia. Con il Natale il settore dei giochi su Internet si appresta a vivere la fase centrale del nuovo corso e si prevede che tutti gli operatori registrino un boom di iscrizioni. Le feste natalizie sono il periodo ideale per giocare e divertirsi, approfittando anche delle numerose promozioni, come quelle proposte da NetBetCasino.it che ha lanciato proprio per il periodo di Natale promozioni e bonus per festeggiare in grande stile.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Ballarò la contesa sulle liberalizzazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

In attesa che il Governo a gennaio torni all’attacco sul capitolo liberalizzazione, come promesso nei giorni scorsi dal sottosegretario Antonio Catricalà e dal ministro per lo sviluppo Corrado Passera, le polemiche non accennano a placarsi. Teatro degli “scontri” nella serata di martedì il talk show di Raitre Ballarò condotto da Giovanni Floris. Tra i temi all’ordine del giorno quello delle liberalizzazioni introdotto da un servizio nel quale una farmacista sottolineava come «se uno nasce figlio di farmacista è fortunato ed è giusto che sia così». La frase ha aperto il dibattito animato in studio, dove la sociologa Chiara Saraceno ha sottolineato come un paese nel quale esistono ancora privilegi di questo tipo sia «un paese feudale», aggiungendo che «se i farmacisti non vogliono i farmaci nelle parafarmacie, allora niente creme, pannolini e ciucci nelle farmacie». È stata poi la volta del sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti che ha cercato di difendere la manovra del Governo Monti, spiegando i motivi che hanno per ora bloccato le liberalizzazioni. In sintesi, il governo avrebbe cercato di evitare una spaccatura tra le forze che lo sostengono ma, secondo il sottosegretario il discorso sarà ripreso molto a breve. Poi la discussione si è spostata sul discorso farmacie vs. parafarmacie e gdo. A difendere i farmacisti ci ha pensato l’ex ministro Mariastella Gelmini, convinta che la maniera giusta di liberalizzare non sia quella proposta dal Governo in carica, che porterebbe beneficio solo ad alcuni (le Coop rosse in particolare) ma sia quella di liberalizzare in modo diffuso, cosa che, sostiene la Gelmini, il governo Berlusconi avrebbe già iniziato a fare. A risponderle Francesco Pugliese, direttore generale di Conad, che ha sottolineato come, pur con numeri assolutamente modesti, la presenza delle parafarmacie, anche all’interno della Gdo, abbia ridotto significativamente (-21%) i prezzi di prodotti come integratori e affini, mentre non è aumentata, ma al contrario è diminuita la vendita dei farmaci venduti anche presso le parafarmacie.(fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IBM: entro cinque anni i computer leggeranno la mente

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

IBM desktop 2

Image by Jiri Brozovsky via Flickr

In futuro si dirà addio alle password. Presto si potrà andare al bancomat e prelevare denaro semplicemente dicendo il proprio nome o guardando una telecamera La lettura del pensiero non è più solo fantascienza: la IBM, ovvero il gigante informatico che ha dato vita a diverse rivoluzioni tecnologiche, ha in programma di progettare un computer in grado di leggere la mente umana. È quanto emerge dalla lista “5in5”, il rapporto che la IBM pubblica annualmente e che Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riporta, per annunciare le grandi innovazioni tecnologiche che metterà in cantiere nei prossimi cinque anni. Da Houdini passando per Skywalker di Guerre Stellari a X-Men, la lettura del pensiero ha sempre affascinato intere generazioni e ora i ricercatori della IBM stanno studiando come collegare la mente di una persona a dispositivi come portatili o smartphone. Se si riuscirà nell’intento, basterà il solo pensiero per chiamare una persona, dicono alla IBM. Inoltre, secondo le previsioni dell’azienda, in futuro si dirà addio alle password, che saranno rimpiazzate da dati biometrici ottenuti tramite la scansione della retina ed il riconoscimento vocale. “La nostra mappatura biologica – dicono gli esperti della Ibm – è unica per ognuno di noi ed è la chiave per salvaguardare i nostri dati. Presto si potrà andare al bancomat e prelevare denaro semplicemente dicendo il proprio nome o guardando una telecamera”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Redditi pensionati romani

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Rome

Image by ryarwood via Flickr

Il 37% dei pensionati romani percepisce una pensione tra 500 e 1.000 euro Il Centro Studi Organizzati del Prenestino ha svolto un’indagine conoscitiva in materia di “Pensioni e Redditi” riguardante lavoro dipendente ed autonomo. Lo studio è stato condotto su un campione di 1.000 unità mediante interviste face-to-face nel periodo di riferimento ottobre/dicembre 2011. I dati raccolti evidenziano che il 37% dei pensionati contattati percepisce un importo mensile compreso tra 500 e 1.000 euro, il 22% meno di 500 euro, il 25% un importo compreso tra 1.000 e 1.500 euro, il restante 16% supera i 1.500 euro. Si è rilevato inoltre che a Roma per il 19% degli intervistati la pensione risulta essere l’unica fonte di reddito famigliare. Dall’indagine emerge che i redditi lordi da lavoro dipendente si concentrano, per il 50%, nella fascia 15.001 – 30.000 euro all’anno. I redditi lordi da lavoro autonomo risultano nel 30% dei casi inferiori a 10.000 euro (contro il 20% dei redditi da lavoro dipendente). Nel 21.5% dei casi sono superiori a 30.000 euro (contro il 14.4% dei redditi da lavoro dipendente).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Micron Technology, Inc., Reports Results for the First Quarter of Fiscal 2012

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

English: NAND Flash memory circuit

Image via Wikipedia

Boise, Idaho, Micron Technology, Inc., (Nasdaq:MU) today announced results of operations for its first quarter of fiscal 2012, which ended December 1, 2011. For the first quarter, the company had a net loss attributable to Micron shareholders of $187 million, or $0.19 per diluted share, on net sales of $2.1 billion. The results for the first quarter of fiscal 2012 compare to a net loss of $135 million, or $0.14 per diluted share, on net sales of $2.1 billion for the fourth quarter of fiscal 2011, and net income of $155 million, or $0.15 per diluted share, on net sales of $2.3 billion for the first quarter of fiscal 2011. The company’s consolidated gross margin remained at 15 percent for the first quarter of fiscal 2012. Improvements in NAND Flash margins were offset by declines in DRAM. Revenue from sales of NAND Flash products was 6 percent higher in the first quarter of fiscal 2012 compared to the fourth quarter of fiscal 2011 due to an 18 percent increase in sales volume partially offset by a 10 percent decrease in average selling prices. Revenue from sales of DRAM products was essentially unchanged in the first quarter of fiscal 2012 compared to the previous quarter, as a 14 percent increase sales volume was offset by a 12 percent decrease in average selling prices. Sales of NOR Flash products were approximately 14 percent of total net sales for the first quarter of fiscal 2012. Cash flows from operations for the first quarter of fiscal 2012 were $404 million. During the first quarter of fiscal 2012, the company invested approximately $750 million in capital expenditures. The company ended the quarter with cash and short-term investments of $1.9 billion. The company will host a conference call Wednesday, Dec. 21 at 2:30 p.m. MST to discuss its financial results. The call, audio and slides will be available online at http://investors.micron.com/events.cfm. A webcast replay will be available on the company’s website until Dec. 28, 2012. A taped audio replay of the conference call will also be available at (404) 537-3406 (conference number: 37217947) beginning at 5:30 p.m. MST Wednesday, Dec. 21, 2011 and continuing until 5:30 p.m. MST on Wednesday, Dec. 28, 2011.Micron Technology, Inc., is one of the world’s leading providers of advanced semiconductor solutions. Through its worldwide operations, Micron manufactures and markets a full range of DRAM, NAND Flash and NOR Flash memory, as well as other innovative memory technologies, packaging solutions and semiconductor systems for use in leading-edge computing, consumer, networking, embedded and mobile products. Micron’s common stock is traded on the NASDAQ under the MU symbol. To learn more about Micron Technology, Inc., visit http://www.micron.com. The Micron Technology, Inc. logo is available at http://www.globenewswire.com/newsroom/prs/?pkgid=6950

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stonesoft Firewall/VPN riceve la certificazione IPsec IPv6 dal VPN Consortium

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Cryptographically secure pseudorandom number g...

Image via Wikipedia

Milano. Stonesoft, azienda di soluzioni per la sicurezza di rete, ha reso noto che la propria soluzione Firewall/VPN 5.3 ha superato i test del VPN Consortium (VPNC) relativi a Internet Protocol Version 6 (IPv6). Di conseguenza, l’ultima versione di Stonesoft Firewall/VPN ha ottenuto la certificazione di interoperabilità grazie al supporto degli standard IPsec VPN definiti dall’Internet Engineering Task Force (IETF).L’interoperabilità certificata IPsec VPN con un’infrastruttura di rete in rapida espansione come quella basata sul protocollo IPv6 conferma la conformità agli standard da parte di Stonesoft Firewall/VPN anche in questo ambito. In qualità di associazione mondiale degli sviluppatori e dei produttori VPN, il VPN Consortium conduce test meticolosi sugli standard IPsec VPN dell’IETF con l’obiettivo di certificare i più alti livelli di interoperabilità e performance per i moderni dispositivi VPN.La capacità di Stonesoft di supportare il protocollo IPv6 significa che le sue soluzioni sono immediatamente interoperabili e che soddisfano gran parte delle specifiche di enti pubblici e aziende private che richiedono il rispetto dello standard IPv6. Il raggiungimento di questa certificazione è un’ulteriore prova della capacità di Stonesoft di ridurre le complessità delle attuali infrastrutture di rete caratterizzate da alti livelli di sofisticazione.“Integrazione e interoperabilità costituiscono una delle maggiori sfide per le reti attuali. La certificazione IPv6 conferma ancora una volta come i dispositivi firewall/VPN di Stonesoft siano in grado di fornire i massimi livelli possibili di protezione semplificando il modo in cui le imprese implementano e gestiscono la sicurezza di rete”, ha osservato Antti Kuvaja, Director, Product Management di Stonesoft. Nel settembre del 2011 la soluzione Stonesoft Firewall/VPN 5.3 ha superato i test Internet Key Exchange version 2 (IKEv2) del VPN Consortium (VPNC).Lo standard IKEv2 per l’autenticazione VPN e lo scambio delle chiavi è stato sviluppato per promuovere l’interoperabilità e le performance nelle aree della sicurezza, del throughput, della semplicità d’uso e dell’accesso utente da remoto. http://www.stonesoft.com.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le cene “fatali” sulla via di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Silvio Berlusconi

Image by rogimmi via Flickr

Da qualche anno a questa parte l’attenzione popolare e la curiosità dei media sono riposte al rituale delle cene di “lavoro” che da quel di Arcore, passando da palazzo Chigi, il fu già presidente Berlusconi ci ha resi adusi con tanto di strascico mediatico. E tutte le volte i commensali hanno mostrato di gradire le portate nella casa dell’anfitrione se sono, regolarmente, passati dalle preannunciate contrarietà al plauso politico del poi. Ricordiamo, infatti, come tuonavano le parole di Bossi contro l’andazzo politico del momento, ma bastava un cena conviviale per trasformarlo in acquiescente sostenitore. La stessa cosa si è ripetuta qualche giorno fa con un’altra colazione di lavoro che i soliti ben informati ci hanno confidato sia avvenuta tra Berlusconi e Bossi e che si dice verificatosi nella notte, probabilmente a lume di candela per rendere meglio l’atmosfera, e il risultato si è notato allorchè i leghisti il giorno dopo si sono astenuti in commissione giustizia per la richiesta di arresto dell’on.le Cosentino, deus ex machina del pdl campano, da parte della procura di Napoli. E sempre parlando d’inviti mangerecci un altro campanello ha suonato allorché a palazzo Chigi il rituale si è ripetuto anche se con il cambio dei ruoli: l’invito di Monti al duo Berlusconi-Letta. Ora sarà da vedere se in posizioni invertite l’effetto colazione continuerà a sortire le sue magie. Basta seguire i movimenti del governo e i punti sensibili sono noti a tutti: frequenze televisive e guai giudiziari dell’ex-premier. Sta di fatto che continuiamo a subire il fascino perverso di un potere che si nutre di alchimie culinarie e mediatiche tra le più raffinate per ammannirci una cultura della sottomissione e del lavaggio del cervello incessante e tambureggiante. Non sarebbe altrimenti spiegabile se milioni di italiani si compiacciono d’essere chiamati dei gaudenti che spendono e gozzovigliano a più non posso mentre sono costretti a farsi fare altri buchi alla loro cintola per il dimagrimento forzato imposto dall’alto. Forse si sentono belli e fortunati per la dieta imposta e si sa che chi si contenta… gode. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barack Obama: l’uomo del sistema

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Barack Obama and Michelle Obama

Image via Wikipedia

Siamo oramai vicini ai 4 anni del mandato presidenziale di Barack Obama. Molto ricorderanno gli entusiasmi suscitati entro e fuori gli U.S.A., per l’elezione di quest’uomo così diverso dal clichet che ci eravamo fatti sulla classe politica americana tanto che sull’onda di questo forte spirito innovativo gli fu anche assegnato, dalla vecchia Europa, il premio Nobel per la pace. Ora alle luci fanno posto non poche ombre. Dovremmo, forse, gridare al tradimento, ma non lo facciamo per il semplice motivo che a spiegarci la ragione è la real politik. Obama, per quanto “liberal” è pur sempre l’uomo del sistema, alias capitalismo e dove vi è una cultura dell’apartheid tra chi ha e chi è molto forte e tanto ben radicata che le stesse vittime si sentono portate ad esaltare il ruolo dei carnefici. Non si può spiegare altrimenti la circostanza che vi siano milioni di statunitensi senza una copertura sanitaria decente e che, in chiave politica, non facciano nulla per un cambiamento di rotta. Un popolo che da decenni rincorre il “sogno americano” della ricchezza mentre si impoverisce sempre di più. Ed è un sogno che è stato esportato per ogni dove con gli effetti deleteri che ha imposto alle culture dei popoli e alle loro tradizioni. Se vogliamo limitarci al caso Italia posso dire che gli allievi, per certi versi, hanno superato il maestro. Stiamo distruggendo sistematicamente quanto di buono abbiamo costruito negli anni passati con dure lotte e sacrifici di ogni genere per affermare il diritto al lavoro, all’assistenza e alla previdenza. Questi tre capisaldi sono ora messi in discussione perchè lo stato intende rinunciare a proteggerli. Lo fa perchè la salute è diventato un business e il lavoro è un optional. Di certo questi tre diritti hanno bisogno d’essere revisionati ma a distruggerli ce ne corre. Non diciamo nemmeno che il servizio pubblico è eccellente ma sosteniamo, semplicemente, che se non lo valorizziamo e gli offriamo gli strumenti adeguati per farlo funzionare, non possiamo nemmeno affermare che è obsoleto. Ed è qui semmai che devono essere esaltati i due diritti fondamentali ovvero quelli della vita e del vivere. Dentro di essi dobbiamo costruire ed esaltare lo strumento che motiva la ragione dell’essere società, stato, comunità per garantire ad ogni nascituro la possibilità di vedersi garantita l’assistenza, l’alimentazione, l’istruzione, il lavoro e una serena vecchiaia. Sono aspetti che non possono e non devono essere delegati ad altri per poi tradurli in interessi mercantilistici. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Previdenza alias “uovo di Colombo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Pausa pranzo

Image by Andrea Marutti via Flickr

Scrive Wikipedia: “L’uovo di Colombo è un aneddoto popolare diffuso come modo di dire in diverse lingue per designare una soluzione insospettatamente semplice a un problema apparentemente impossibile”. E’ questa l’impressione che si trae pensando al progetto messo a punto, già da tempo, dai centri studi della Fidest e che per la sua “semplicità” applicativa, ha fatto storcere il naso ai cosiddetti “esperti” e ha persino spinto gli addetti ai lavori, sindacati compresi, a guardare con sospetto la soluzione prospettata come per dire: “dov’è il trucco?”. La verità è che il tutto si impernia sul classico detto: “chi lascia la via vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova” e che gli antichi si risolvevano con un “hic sunt leones” indicando il timore d’affrontare terreni inesplorati. Ma la realtà, a mio avviso, più prosaica. Il sistema proposto lascia pochi margini a coloro che sono soliti mestare nel torbido per ricavarvi illeciti guadagni. Pensiamo, innanzitutto, a questo mostro creato in Italia dall’acronimo Inps. Al suo posto si suggerisce un sistema più snello in chiave “assicurativa” che permetterebbe, a chi imbocca la strada del lavoro, di dotarsi di una polizza previdenziale che gli permetterebbe di godere di una “rendita” frutto di contributi decennali calcolati sulla media retributiva percepita in tale periodo, diciamo al 20%. Ciò significa che in 30 anni lavorativi si può avere una rendita pari al 60% della propria retribuzione. In questo modo si evitano i limiti di età sia all’inizio sia alla fine del ciclo lavorativo e nello stesso tempo non si mette in ginocchio il lavoratore anziano licenziato e non più in grado di trovare un altro impiego in quanto, nella peggiore delle ipotesi, può sempre contare su una rendita ragionevole. Ma vi è anche una spiegazione più profonda. Questo sistema, tra le altre cose, permette di risolvere due importanti aspetti. Il primo è che consente anche a chi svolge un lavoro in nero di aderire alla formula assicurativa e, secondariamente, favorisce un turnover non solo generazionale ma anche “interno” per adattare il lavoratore allo svolgimento di impieghi diversi in ambito professionale: per esempio un poliziotto addetto alle volanti può desiderare al raggiungimento di una certa età di passare ad altre prestazioni meno usuranti nell’ambito della stessa amministrazione. Vi è poi l’indubbio vantaggio che già dopo i primi dieci anni si gode di una rendita che, in pratica, si somma alla retribuzione percepita nel continuare il proprio lavoro. E non finisce tutto qui, ovviamente. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »