Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 25 dicembre 2011

Il made marmo italiano mantiene i valori

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

Panoramica delle cave di marmo a Carrara

Image via Wikipedia

Nei primi nove mesi del 2011 il settore lapideo italiano ha esportato complessivamente 3 milioni di tonnellate di marmi, graniti, pietre e travertini grezzi e lavorati, comprendendo anche granulati e polveri, per un valore di oltre un miliardo e 208 milioni di euro, con un incremento del +4,1% sui valori e con un saldo negativo del – 4,7% sui volumi rispetto all’anno precedente.
Le statistiche sono state elaborate e diffuse dall’Internazionale Marmi e Macchine Carrara che prosegue così le consuete rilevazioni ed elaborazioni mensili relative all’andamento dell’export di settore in attesa di diffondere i risultati della rilevazione congiunturale di settore a libello nazionale che saranno presentati nel prossimo mese di gennaio.
“I saldi generali si presentano ancora in attivo rispetto ai valori dello periodo del 2010 – commenta il presidente di IMM Giorgio Bianchini – anche se le quantità esportate continuano ad avere un saldo negativo così come emergeva dalle rilevazioni precedenti. Occorrerà arrivare a fine anno per avere un panorama più definito tenendo conto di una fase di forte contrazione dell’economia mondiale che coinvolge sia i paesi di destinazione dei prodotti lavorati sia, per motivi diversi, aree di sbocco per i grezzi come il nord Africa mentre il medio Oriente offre segnali interessanti”.
Restringendo la lettura delle statistiche dell’export alle sole voci principali dei materiali ornamentali (marmi e graniti grezzi e lavorati) i valori diventano 2 milioni e 240 mila tonnellate per un miliardo e 160 milioni di euro, anche se le variazioni percentuali non presentano grandi cambiamenti ma fanno emergere un maggiore valore aggiunto collegato all’export di marmi e graniti lavorati. La voce più importante dell’export italiano resta quella dei marmi e dei travertini lavorati, anche se registra un segno negativo sui valori complessivi mentre il valore medio unitario (cioè il valore medio di una tonnellata di esportato) registra un apprezzamento del +9,7% per i marmi lavorati, in confronto al +3,1% dei graniti lavorati che restano però positivi anche sui volumi.
Qualche riflessione specifica meritano i mercati di destinazione dei prodotti e materiali italiani: l’Unione Europea si mantiene positiva sui valori, soprattutto sui valori medi con una crescita di oltre il 6%, grazie a Germania, Francia e altri paesi relativamente minori, come Polonia Slovacchia e Austria che importano lavorati di pregio e ad alto valore aggiunto. Positivo, nel complesso anche il mercato dell’Europa non comunitaria con crescita sia dei volumi sia dei valori medi confermando che su questi mercati il “saper fare” italiano rende il lapideo un prodotto ricercato con crescita costante di appeal.In questa area, che si conferma importante, Svizzera, Russia e Croazia, nell’ordine, sono i partner più vivaci e ricettivi ma segna ottime performances anche una repubblica nuova come il Turkmenistan grazie ai grandi progetti di sviluppo in atto. Il Nord America, uno dei mercati più importanti anche in epoche non lontane, resta stabile su livelli modesti rispetto al passato con import soprattutto di marmi, in particolare lavorati, per 105 milioni e 600 mila euro, rispetto ad un totale di 191 milioni e mezzo per le voci maggiori facendo però registrare un meno 0,3% rispetto al 2010 con un lieve apprezzamento del valore medio unitario. Nell’America Latina crescono Messico, Brasile e Cile, nell’ordine, che si attestano su cifre ancora modeste rispetto alle potenzialità di mercato, pur trattandosi spesso di paesi che producono in proprio materiali interessanti e dispongono già di un’ottima industria di trasformazione. Cresce comunque l’export verso questi paesi di lavorati di marmo sia in quantità sia nel valore.
Il mercato del Medio Oriente presenta un buon andamento con ascesa costante di importanza nel quadro nazionale: buoni risultati fa segnare soprattutto l’Arabia Saudita, con quasi 50 milioni di euro di importazioni e una crescita significativa anche nel valore medio di prodotto acquisito. Positivo anche il trend di Kuwait e Qatar: tutta insieme l’area segna un +2% in quantità e un +7,9% in valore. L’Estremo Oriente, invece, incrementa i valori dell’import e supera i 200 milioni di euro, concentrati praticamente solo sulle voci maggiori. Il partner più importante è ancora la Cina, con oltre 81 milioni di euro su tutte le voci, seguita dall’India e dall’Indonesia. Ma anche Taiwan e Hong Kong crescono in valore e in valore medio, e superano rispettivamente gli 11 e i 17 milioni complessivi di euro. Più statiche le importazioni che crescono solo sui graniti (in primis grezzi), ma si attestano comunque sopra il milione e 360 mila tonnellate, per 324 milioni di euro. I paesi fornitori rimangono nella lista dei nostri tradizionali partner, sia asiatici che sudamericani, soprattutto: India, Cina e Brasile per i graniti, e poi Turchia, Francia, Portogallo e Spagna per i marmi e i calcarei in generale, con alcuni Paesi più recenti in crescita, come la Croazia,e in misura abbastanza minore l’Albania.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura programmi rai International

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

Rai Italia

Image via Wikipedia

Petizione – Scrivi al Governo italiano e alla RAI – Ultimi giorni per salvare i programmi di RAI International La decisione della RAI, in virtù dei tagli ai contributi del Governo italiano, di eliminare totalmente i programmi prodotti per i connazionali all’estero, non farà altro che spegnere la voce degli italiani nel mondo. Si tratta di misura drastica, punitiva, assolutamente miope. Chi ha preso questa decisione è convinto erroneamente che agli italiani all’estero basti e avanzi un canale di RAI International che trasmetta solo alcuni programmi delle reti RAI e il calcio. Spezzare il rapporto dell’Italia con l’Italia all’estero si tradurrebbe inevitabilmente anche in un grave danno economico, oltre che di immagine, per il nostro Paese. Ancora una volta noi “emigrati” veniamo trattati come cittadini di seconda categoria. Non si può toglierci la voce solo perché siamo residenti all’estero. Siamo italiani con pari diritti, milioni di persone che in maggioranza hanno mantenuto il passaporto italiano, che parlano l’italiano, che in gran parte pagano le tasse in Italia e che oltretutto pagano il canone mensile a RAI International. Pertanto si chiede: “Al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti, al Ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Carlo Malinconico, al Presidente del Consiglio di Amministrazione della RAI, Paolo Garimberti e al Direttore Generale della RAI, Lorenza Lei:
Di ripristinare il contributo pubblico e di non eliminare i programmi per gli italiani all’estero prodotti da RAI International.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caso Lanza: Il Tar condanna l’amministrazione militare

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

 

Carabinieri insoliti

Image by paolobalestra via Flickr

Si era iscritto ad un partito politico ed aveva incarichi di responsabilità all’interno di esso e per questo i suoi superiori gli avevano inflitto 5 giorni di consegna di rigore e respinto un ricorso gerarchico. Inizia così la vicenda giudiziaria che ha visto contrapporsi, sui banchi del tribunale amministrativo dell’Umbria, il carabiniere scelto Guido Lanzo, in servizio presso il nucleo operativo radiomobile della compagnia di Terni e la propria scala gerarchica, rappresentata e difesa dall’avvocatura dello Stato.
I fatti risalgono all’agosto del 2010 quando nei confronti di Guido Lanzo, una laurea in giurisprudenza e una prossima in scienze politiche, fu avviato dal Comandante della Legione Carabinieri Umbria un procedimento disciplinare che si concluse con l’irrogazione di 5 giorni di consegna di rigore, l’equivalente degli arresti domiciliari per un comune cittadino, con l’obbligo di scontare la “pena” nel proprio alloggio in caserma. A nulla è valso il “ricorso gerarchico” esperito dal carabiniere e rigettato dal comandante del Comando Interregionale Carabinieri “Podgora”.
A quel punto il carabiniere decide di invocare il Tribunale amministrativo per difendere il proprio diritto sancito, tra l’altro, nella nostra Carta Costituzionale, assistito dall’avvocato Giorgio Carta – una vera autorità nel
campo del diritto militare e per le forze di polizia -, in collaborazione con l’avvocato Giuseppe Piscitelli.
La Sezione prima del Tribunale Amministrativo Regionale per l’ Umbria non solo da’ ragione al carabiniere condannando addirittura l’Amministrazione Difesa a pagare le spese processuali, ma stabilisce un principio giurisprudenziale
importante. Non è ravvisabile, a giudizio dei giudici amministrativi, “un divieto di iscrizione e, a fortiori, di assunzione di cariche in seno ai partiti politici, nei confronti del personale delle Forze Armate” se l’attività viene svolta secondo quanto stabilito dalle norme di legge, e cioè “non durante l’attività di servizio, né in luoghi a
ciò destinati, né indossando l’uniforme o qualificandosi in relazione all’attività di servizio come militare o rivolgendosi ad altri militari in divisa o qualificatisi come tali”. Il collegio giudicante, composto da Cesare Lamberti (Presidente), Carlo Luigi Cardoni (Consigliere) e Pierfrancesco Ungari (Consigliere, Estensore) va però ben oltre
l’enunciazione del semplice principio giurisprudenziale, ma con un’articolata sentenza chiarisce una volta per tutte all’amministrazione della Difesa, che dovrebbe ben conoscere la materia, che “le limitazioni all’esercizio di attività politica da parte del personale militare, non riguardano direttamente il diritto di iscrizione ai partiti o le
attività che possono essere svolte all’interno di essi, bensì mirano a separare l’attività di servizio da quella politica, consentita (oltre che in conseguenza delle candidature alle elezioni politiche ed amministrative, in relazione alle quali il rapporto di servizio è sospeso) se svolta a titolo personale e fuori dalle condizioni
espressamente individuate dalla legge (quali indici presuntivi di collegamento dell’attività politica del singolo militare con le Forze Armate, come tali)”. Il dott. Guido Lanzo svolge la funzione di Segretario regionale del Piemonte all’interno del Partito Popolare – Sicurezza e Difesa i cui vertici da tempo si sono spesi per dare al
personale in uniforme, che rappresenta un’importante aliquota degli iscritti al partito, gli stessi diritti civili e politici che spettano a tutti i cittadini, compreso quindi il diritto ad iscriversi ad un partito politico e fare attività politica secondo quanto stabilito dalla legge. «Finalmente un collegio giudicante coraggioso ha ristabilito il primato del diritto sulla prepotenza della gerarchia militare che vuole ad ogni costo tenere separati il
personale in uniforme dal resto della società civile, imponendo loro regole assurde e palesemente in contrasto con il dato normativo». Così Giuseppe Paradiso, Segretario nazionale del Partito Popolare – Sicurezza e Difesa commenta la sentenza del Tar dell’Umbria e sottolinea inoltre che «sono pendenti da più di un anno presso i competenti tribunali militari delle denunce verso i superiori gerarchici di alcuni iscritti al partito per l’ipotesi di reato contemplata dall’art. 294 del codice penale(«Attentati contro i diritti politici del cittadino»), secondo il quale chiunque con violenza, minaccia o inganno impedisce in tutto o in parte l’esercizio di un diritto politico, ovvero determina taluno a esercitarlo in senso difforme dalla sua volontà, è punito con la reclusione da uno a cinque anni». «Speriamo che questa sentenza – conclude Paradiso – possa, da una parte, chiarire finalmente alla gerarchia militare che la sua potestà disciplinare non può dilatarsi fino ad interpretare in maniera illogica ed anticostituzionale dei diritti così importanti per il cittadino militare e, dall’altra, infondere quel coraggio a quegli stessi cittadini in uniforme – come lo ha avuto il carabiniere scelto Guido Lanzo – che finora sono stati timorosi di ripercussioni disciplinari. La vicenda del carabiniere Guido Lanzo è il trionfo del diritto sulla prepotenza, e non sarà l’unica. Le gerarchie militari e le Forze armate, il cui ordinamento “si informa allo spirito democratico della Repubblica” come recita la Costituzione, ne prendano buona nota». (fonte Grnet.it)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra sulle dinamiche della vita

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

YOTOT(MC): Austria Center Vienna (panorama)

Image by Yaisog Bonegnasher via Flickr

Vienna. L’esposizione IN WORK, in mostra al Museo della Tecnica di Vienna, guarda all’essenza delle influenze e dei cambiamenti della vita lavorativa e occupazionale. Immagini di grande effetto e modelli storici raccontano storie di persone e dei loro luoghi di lavoro. L’esposizione presenta attrezzi unici e insoliti, illustra le gerarchie sul luogo di lavoro, i suoi rischi e le misure volte alla sicurezza occupazionale, ma tratta anche degli effetti sul lavoro della crescente mobilità e della globalizzazione.
I bambini di età compresa tra 6 e 12 anni possono scoprire il mondo del lavoro attraverso la mostra interattiva in un campo da gioco gigantesco. Le varie postazioni interattive richiedono la partecipazione attiva dei bambini! È stato pubblicato un catalogo sulla mostra.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Span Diagnostics Ltd. Hits Bull’s eye at ‘ET NOW-IndiaMART

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

The entrance to the iwan of the Jama Masjid, D...

Image via Wikipedia

 What else could have been a better Christmas present for Mr. Veeral Desai, Managing Director, Span Diagnostics Ltd. than a prestigious award at the felicitation ceremony of nation’s most coveted ‘ET NOW-IndiaMART Leaders of Tomorrow Awards 2011′ in Mumbai recently. Mr. NR Narayana Murthy, Chairman Emeritus, Infosys Technologies, presented the award to the winner under Pharmaceuticals & Medical category and appreciated its contribution to fortify the MSME ecosystem with its relentless efforts and creativity. Outlining the importance of MSMEs and these awards, Mr. Dinesh Agarwal, Founder & CEO, IndiaMART.com, said: “These Awards have been governed by the objective of defining leaders in the MSME space and recognising their significance in the Indian economy. We are proud of Span Diagnostics for having emerged a leader of tomorrow and wish them best for robust business growth in future too. Their success would inspire the future MSME leaders and make these awards meaningful.” Joyous after winning this award, Mr. Veeral Desai, Managing Director, Span Diagnostics Ltd., said: “The awards’ importance and value is symbolised by the selection process, and stature of the Jury members. This award has brought sense of pride in each of our employee. It has enhanced our respect and image in society, which we could feel from the stream of messages pouring in from the different sections of society. We will be seen with more esteem by our vendors and customers now. This award has reinforced our faith in management philosophy and practices we follow and given us tremendous strength to pursue our goal with more vigor. It has increased our responsibility and accountability as a corporate citizen too.” Ardently following the founder Dr. Pradip Desai’s ethical business practices and values, Mr. Veeral Desai expects the same from all his employees. He believes in Strategic Management Processes that revolve around the main focus of the company – ‘Innovation and Creativity’. The company develops and manufactures a comprehensive range of indigenous ready-made diagnostic products needed by various segments of healthcare. Presently, it caters to an array of varied sections of diagnostics like Immunology, Biochemistry, Microbiology, Serology, Histopathology and instrumentation. To its humane side, the company does understand that many of the less privileged patients in India do not have access to proper and timely diagnostic solutions. Therefore, it continuously strives to make the company products affordable and improve access to all the needy underprivileged patients, wherever they dwell. Every passing second teaches us something and make us who we are today. This year would be remembered as a phenomenal one for the Indian MSME fraternity, all the winners as well as participants at ‘ET NOW-IndiaMART Leaders of Tomorrow Awards 2011’. It gave them many reasons to believe in hope, many lessons to evolve into a better one and many inspirations to follow.
About Span Diagnostics Ltd. A thought conceived in seventies by a pathologist, Dr. Pradip Desai evolved in to a startup company as Desai Laboratories. The goal was to indigenously develop and manufacture a comprehensive range of ready-made diagnostic products needed by various segments of healthcare. In 1976, Span Diagnostics was formed with an emphasis on in-house R&D to develop more and more products, keeping the customer need in to focus and quality under constant vigil.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un milione di bambini del Sahel a rischio malnutrizione nel 2012

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

Landscape of Sahel

Image by CIFOR via Flickr

“Si stima che nel 2012, se la comunità internazionale non interverrà un milione di bambini nella regione africana del Sahel occidentale e centrale sarà a rischio malnutrizione”.”Della zona del Sahel sono otto i paesi coinvolti in questa crisi che coinvolgerà soprattutto i bambini. Tra pioggie insufficienti e scarsi raccolti, la “stagione arida” – quando il cibo dell’ultimo raccolto sarà esaurito – potrebbe cominciare in alcuni paesi già dal mese di marzo, invece che dal mese di giugno, come consuetudine.
“Qualsiasi riduzione di quantità e qualità nutrizionale degli alimenti di una famiglia ha un impatto sui bambini, soprattutto sui più piccoli. Un numero significativo di bambini nel Sahel già soffre di malnutrizione, tutto questo lì renderà ancora più vulnerabili. Appositi alimenti terapeutici pronti all’usosono il modo migliore per curare la malnutrizione tra i bambini sotto i cinque anni, in modo da avere la possibilità di sopravvivere e rimettersi. La più grande sfida che dobbiamo affrontare ora è garantire ai bambini una quantità sufficiente di questi alimenti fondamentali, che possa aumentare nei prossimi mesi.
Nel 2010 l’impegno dei donatori, la generosità della comunità internazionale e il duro lavoro degli operatori umanitari hanno evitato una grande tragedia nel Sahel. Insieme possiamo farlo di nuovo. Ma dobbiamo cominciare subito, perché la regione è vasta, la sfida è grande e la finestra si sta chiudendo.
“I bambini a rischio nel Sahel non sono solo statistiche con cui si può misurare la grandezza di un potenziale disastro umanitario. Sono bambine e bambini e ciascuno ha il diritto di sopravvivere, crescere e contribuire allo sviluppo della sua società. Non dobbiamo fallire “.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Boxing Day totescoop6 Guaranteed to £250,000

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

English: Modern view of Manchester City Centre

Image via Wikipedia

Manchester, England. There will be a totescoop6 in operation on Boxing Day and both the win and bonus funds will be guaranteed to a total of £250,000. The win fund wasn’t won last Saturday which means it will be guaranteed to the tune of £150,000 which includes a £57,343 rollover. There are no qualifiers for the bonus fund either which means any winners of Boxing Day’s bet will be eligible to go for a guaranteed £100,000 on New Year’s Eve. Boxing Day’s totescoop6 takes in action from Wetherby and Kempton with all five televised Channel 4 races included in the bet. The highlight sees a select field of eight line up for the Grade 1 William Hill King George Chase where Long Run will be looking to gain his revenge on Kauto Star who beat him last time out in the Betfair Chase. “You don’t need to be one of the three wise men to work out that there’s cracking value to be had on Boxing Day’s guaranteed £250,000 Scoop6 and I’d like to wish a merry Christmas to all punters,” said Betfred chairman Fred Done. The totejackpot is at Kempton on Boxing Day whilst the totetrifecta rollover race will be Betfair Don’t Settle For Less Rowland Meyrick Handicap Chase (1.45 Wetherby).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AuRico Gold Announces Results of the Tender Offer for its 3.50% Convertible Senior Notes Due 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

English: Panorama of Toronto. Français : Image...

Image via Wikipedia

Toronto. AuRico Gold Inc. announced today the expiration and final results of its previously announced cash tender offer (the “Offer”) for any and all of its outstanding 3.50% Convertible Senior Notes due 2016 (the “Convertible Notes”), at a purchase price of $1,008.069 for each $1,000 principal amount of Convertible Notes validly tendered and not validly withdrawn. The Offer expired at 5:00 p.m., New York City time, on December 21, 2011 (the “Exercise Expiration Date”). As of the Exercise Expiration Date, $3.0 million aggregate principal amount of the Convertible Notes, representing approximately 1.7% of the aggregate principal amount of the Convertible Notes outstanding prior to the Offer, were validly tendered and not validly withdrawn. AuRico accepted for purchase all Convertible Notes validly tendered and not validly withdrawn pursuant to the Offer, resulting in aggregate consideration of approximately $3.0 million (plus approximately $24,207 in aggregate accrued interest), excluding any applicable tax withholding. AuRico intends to promptly cancel all the Convertible Notes it has accepted for purchase and upon giving effect to such cancellation, $167 million aggregate principal amount of the Convertible Notes will remain outstanding.The Bank of New York Mellon served as tender agent, paying agent and depositary for the Offer.AuRico Gold is a leading intermediate Canadian gold and silver producer with a diversified portfolio of high quality mines and projects in Canada, Mexico and Australia. The Company currently has five operating properties including the Ocampo mine in Chihuahua State, the El Chanate mine in Sonora State, the El Cubo mine in Guanajuato State, as well as the Fosterville and Stawell gold mines in Victoria, Australia. The first production from the exciting Young-Davidson gold mine located in northern Ontario is expected by the end of Q1 2012 as the mine ramps up production to over 200,000 ounces of annual production by 2015. AuRico’s strong pipeline of development and exploration stage projects includes advanced development properties in Mexico and British Columbia and several highly prospective exploration properties in Mexico. AuRico’s head office is located in Toronto, Ontario, Canada.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trading Psychology vs. Trading Strategy

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2011

TRADE SCAMBIO INTERCAMBIO CHANGE CSERE UITWISS...

Image by Strifu via Flickr

London. Psychology can have a huge impact when trading, especially with regards to financial spread betting which is a leveraged product that can result in losses greater than the initial deposit. This is why a trading strategy is essential to help achieve more profitable trades without cashing in early or running losses for too long. When spread betting, it is of vital importance to have a proper strategy in place for entering and exiting your trades. However, it is also important to have the right trading psychology. The best trading strategy in the world will fail if you do not have the right mindset to back it up. As stock prices fluctuate at an increasing rate, trading psychology can panic traders into cashing out quick or to continue running their losses in the hopes that the market will recover. To counter rapid real-time fluctuations in the market, a disciplined spread betting strategy is an important part of separating emotion and spontaneity from trading. This helps traders to approach the trading platform with a calm, clear head and allows for more strategic management. Sandy Jadeja of spread betting provider City Index believes part of the problem is the way in which people are hard-wired from a society that works differently to the trading platform. “For example, in the outside world we want to buy when goods are cheap. In the markets there is no such thing as cheap. If a market is falling, it is weak and you should sell. If a market is rising, it is strong and one should look to buy. “But the classic mistake traders make is they buy into declining markets trying to catch a falling knife and sell too early, missing a potentially big profit. This type of thinking may work when shopping in a mall but it is dangerous when trading.” Even something as straightforward as a spread sheet to outline and calculate margins, profits, losses and closing orders alongside the daily progression of the markets could not only help minimise losses and improve profits, but also be used to forecast future market movements. As part of successful trading it is important to constantly test and refine strategies while confidently seeing them through to a clear conclusion. For this reason many new traders start out with free demo accounts while more experienced traders will also use demo accounts to develop new strategies without incurring losses. However, there is a danger of traders relying too heavily on charting software and other innovations to make their spread betting decisions for them. The most important ingredients to successful trading are experience and knowledge of the markets. Being well informed can make all the difference between making a profit and taking a loss. When spread betting on a market, traders need to know how the market moves, what affects its movements and if there are any forthcoming announcements which may spark a change in direction. While profits, losses and acquisitions of leading businesses are often reported in the national papers, there is a wide range of daily market commentary available online, from blogs and forums to financial newspapers and resource websites. Traders should make use of the resources available to continue developing their knowledge and understanding of the markets. To learn more about building the right trading strategy and psychology, visit: http://www.cityindex.co.uk/learn-to-trade/ at City index. Spread betting and CFD trading are leveraged products which can result in losses greater than your initial deposit. Ensure you fully understand the risks.
Today more and more individual traders are discovering the benefits of derivatives, and many of them are discovering them through a City Index trading platform.As a group, we transact in excess of 1.5 million trades every month in over 50 countries. We provide access to a wide range of instruments including margined foreign exchange, CFDs and, in the UK, spread betting. We constantly look to improve the performance of our platforms and expand our range of services. The result is our customers benefit from innovative trading tools with transparent pricing, competitive spreads, and a high standard of customer support. Visit http://www.cityindex.co.uk/ for details.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »