Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Roma: aumenti tariffari trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 dicembre 2011

ATAC Socimi Class 9000 tram no. 9022, Porta Ma...

Image by bindonlane via Flickr

“Le scelte del Comune di Milano e di Torino sugli aumenti tariffari riguardanti il trasporto pubblico locale sono inaccettabili quanto quelle preannunciate dal Sindaco Alemanno, con la differenza non irrilevante che i sindaci dei due suddetti capoluoghi di Regione non sono stati coinvolti in scandali come quello di “parentopoli” che ha visto alcune importanti aziende comunali, quali l’Atac, ad esempio, assumere un numero sproporzionato di persone senza il rispetto di quel Codice di regolamentazione, voluto a suo tempo da Rifondazione Comunista e approvato nel 2006 dalla Giunta Veltroni con la delibera n. 632. Assunzioni sulle quali sta ancora indagando la Procura e che hanno contribuito, in maniera rilevante, al dissesto finanziario di alcune di queste aziende comunali, come, appunto, l’Atac. Pertanto i consiglieri del Pdl farebbero meglio a concentrarsi sui problemi dei cittadini romani, piuttosto che gioire sui problemi finanziari di altri comuni italiani determinati sicuramente da ben altri fattori”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.“Una buona amministrazione – continua Barbera – non solo non sarebbe stata coinvolta in scandali come quello di “parentopoli”, ma avrebbe operato in maniera tale da evitare di colpire le classi popolari, soprattutto in questo periodo di crisi, con provvedimenti fortemente iniqui come quello riguardante l’aumento delle tariffe del trasporto pubblico locale. Provvedimento, questo, che scoraggerà l’uso del mezzo pubblico, alimentando il traffico veicolare e l’inquinamento atmosferico e acustico in città, senza risolvere i problemi finanziari dell’Atac, né ovviamente quelli già pesanti della città e dei romani . Per questi motivi, non mi meraviglia il fatto che alcune realtà sociali siano pronte, contro misure tanto inique e dannose per la città, ad organizzare campagne di disobbedienza civile da parte dell’utenza che è ormai stanca degli spot propagandistici del Sindaco di Roma, come quello odierno riguardante le cabine antiaggressione”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: